“ON AIR!” – DI GIOVAMBATTISTA: “Pallotta preoccupatissimo per i conti della Roma”, CATALANI: “Se il club non smentisce certe notizie forse vuol dire che sono vere”, GALOPEIRA: “Dopo averlo insultato per anni, se ora vendi Dzeko sai che succede”

34
3410

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Scambio Under-Milik? Qua arriva il nodo: dopo essere stato insultato per anni, se tu vendi Dzeko adesso sai che succede… Milan-Roma? Secondo me qualche cambiamento Fonseca lo farà… Sono previsti 32 gradi a Milano alle 17, clima ideale per giocare a calcio. Ma che prestazione può venire fuori? Ma come ti viene in mente di mettere una partita alle 17:15 a fine giugno…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Leggo “Lazio che colpo” sul Corriere dello Sport…hanno comprato Kumbulla…io vi do la parola d’onore che non so chi sia. Costerà 30 milioni, sarà sicuramente bravo se costa così tanto. Ma chi è? … Meglio lui o Ibanez? Vabbè ma Ibanez ora non si può guardare… Dzeko è un fuoriclasse assoluto, solo che gli serve accanto una squadra che lo segue. Vertonghen è vicino alla Roma, lo dicono tutti… Se va via Smalling e prendono lui, va bene così… De Sanctis? A prescindere dal fatto del “confidente”, ricordo quella volta che cominciò a smadonnare a un gol di un proprio compagno di squadra, esattamente di Cavani in Napoli-Lecce. Andatevelo a vedere, è incredibile…”

David Rossi (Roma Radio): “Per la Roma che fa del possesso palla il suo credo, il ritmo è fondamentale. Diawara è l’incarnazione di quanto gli serve accumulare minuti. Ci sono allenatori che sono convinti che cambiando formazione nel secondo tempo può essere decisiva per vincere una partita. Certo, può essere un rischio, ma quello rimanda al coraggio e alle conoscenze di un allenatore che decide di giocarsi la propria credibilità facendo determinate scelte…Magari uno pensa di far stancare gli avversari, e quando i terzini e lo stopper stanno con la lingua di fuori io metto dentro il Ronaldo di turno…e mo prendilo…”

Iacopo Savelli (Radio Radio): “Oggi, dopo che la Roma ha vinto contro la Sampdoria, mi fai il titolo: “Roma nel caos, ma Dzeko c’è“. Ancora? Ma qual’è questo caos? … La Roma ha una rosa ampia, e per me Fonseca pensava di privilegiare i giocatori tecnici visto che la Samp aveva una formazione chiusa. Se dopo che Fonseca ti ha spiegato il perchè di quella formazione, e tu insisti…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “La Roma con gli ingressi di Pellegrini e Cristante ha cambiato la partita. Nei primi 50-60 minuti succede poco se non c’è grande divario tra le due squadre, e le partite soprattutto in questo periodo si vincono nell’ultima mezz’ora, quando nella formazione ci vai a mettere le mani. Il Milan è poca cosa, non guardate la larga vittoria dell’ultima partita, la Roma ha la forza per andare a vincere lì… La Roma ha un solo problema, si chiama Hernandez, è l’unico che può cambiare la situazione. Se Fonseca azzecca formazione e cambi, non dico che è una partita facile, ma la Roma ce la può fare tranquillamente… Il Corriere dello Sport scrive che la Roma dovrà cedere per potersi iscrivere al campionato e tu non smentisci? Se non rispondi allora vuol dire che forse hanno ragione…”

Dario Bersani (Rete Sport): “La Roma ha dei valori, ha tanta qualità soprattutto in alcuni ruoli, in altri la cosa è più precaria. A oggi l’obiettivo è da raggiungere tramite quelle 4 partite teoriche che dovresti superare. Ma ora c’è il Milan, un crocevia importante di questo campionato… Io non sono convinto per niente che la Roma andrà a vincere, ma il Milan resta una squadra modesta, la Roma è più forte e se fa rispettare il pronostico va lì e vince… L’articolo del Corriere dello Sport sull’iscrizione al campionato? La situazione societaria è così imbarazzante che nemmeno mi scaldo più, perchè ripeterlo 50 volte al giorno non sposta nulla. Se la Roma non viene ceduta deve fare i conti con l’inadeguatezza di chi l’ha ridotta così…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “Le parole di Zeman sull’Atalanta? Ma dai, vi pare che l’Atalanta non è controllata? Non alimentiamo certe voci… Io non voglio creare un clima ancora più pesante, però ho percepito una grande preoccupazione di Pallotta per la questione economica. E’ molto preoccupato. Della vendita del club non se ne parla prima dell’estate, e allora loro devono mettere tanti soldi. E io ho capito che questi soldi non li mettono, e allora li coprono con le cessioni…”

Roberto Renga (Radio Radio): “Il Milan? Trasferta difficile, anche se ultimamente fanno male contro le grandi squadre, anche se l’ho vista bene sia in Coppa Italia contro la Juventus, sia contro il Lecce. E’ una squadra che ha trovato solidità difesa ed è insidiosa in attacco. E’ una delle squadre che sta meglio fisicamente. Ci vuole la Roma del secondo tempo per poter fare bene a Milano… Pallotta preoccupato? Io non so quando scadono i termini per l’iscrizione ai campionati…Tutto può succedere, se la situazione è questa bisognerà stare con l’angoscia fino alla chiusura del mercato e fino al momento dell’iscrizione. Perchè io qualcuno che mette soldi nel momento in cui vuole cedere un club non ce lo vedo…”

Franco Melli (Radio Radio): “Dzeko? E’ chiaro che parliamo di un ottimo giocatore, ma non è che con lui la Roma abbia vinto scudetti… Ho sentito dire che è un fuoriclasse, ma per carità di Dio… Ha dei periodi di buio… Ha segnato una doppietta a degli scappati di casa…ma che non l’avete visti i giocatori della Samp?..”

Xavier Jacobelli (Radio Radio): “Milan-Roma? Trasferta delicata, la vittoria di Lecce ha confermato la bravura di Pioli, un tecnico che merita la conferma. Dzeko? Uno che ha fatto 104 gol con la maglia della Roma e che da solo ha rimesso la squadra in corsa per la Champions dimostra la statura di questo campione…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Dzeko è un grande giocatore, non sarà un fuoriclasse, ma di quelli ce ne sono pochi. Ma è un grande uomo squadra, e intorno a lui devi metterci dei giovani. La Roma deve migliorare, si è evidenziato l’ultima partita, se non segna Dzeko poi diventa un problema…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Dzeko è da anni che porta la croce nella Roma, dai… 34 gol di Dzeko in due anni? No, non ce la fa a superare Pruzzo. Ragazzi, dovete considerare l’età. Farà ancora un grande campionato, ma poi avrà 37 anni… ”

Redazione Giallorossi.net

34 Commenti

    • Di giovanbattista non so se sei al corrente ma pure Agnelli è preoccupato per i conti della fiat

    • Corsi elogia un probabile acquisto della Lazio per denigrare Ibanez solo perché è un giocatore della Roma. Sta preparando la nuova campagna… Infatti a Formello c’è n’è a dismisura

  1. Se la Roma dovesse smentire le stronxate che ogni giorno da anni vengono dette in radio o pubblicate, avremmo un Ufficio Smentite che lavora h24 con almeno 30 persone dentro. E smentire certe voci è anche il modo per dargli forza…meglio ignorarle e aspettare che i fatti parlino da soli

    • Caro criPtico, mi spiace ma non è proprio così. Viviamo nell’era della comunicazione e noi stessi, qui, siamo attori “social”. Ogni tanto, farsi sentire servirebbe eccome… La stessa Società presta MOLTA attenzione alle dinamiche social, salvo poi trincerarsi dietro asettici comunicati ufficiali quando c’è da chiarire le questioni più spinose… La “voce” quotidiana più prossima alla Società è quella di David Rossi. Ora, capisci bene che siamo al livello di un LucaRoma o di un Marcoilpolo… Possibile che la ASRoma non riesca ad offrire di meglio? Parlo di qualità dell’informazione, di competenze, di autorevolezza e di carisma. Non per tornare a fare paragoni impietosi, ma ricordi quando a rilasciare dichiarazioni pubbliche era il Presidente Viola? Un fuoriclasse, lontano anni luce da questa manica di scarsoni smidollati e apatici che oggi popolano indegnamente Trigoria e dintorni. Stammi bene.

    • Ciao Kawa, ben trovato. Il problema è secondo me più generale e riguarda la classe dirigente in generale in questo paese. Negli anni che ricordiamo con nostalgia, non c’era solo l’amato Presidente Viola, ma in ogni settore, dal calcio alla politica, dallo spettacolo alle istituzioni, lo spessore medio delle persone era di 4 ordini di grandezza superiore. Un Baldissoni all’epoca di Viola non avrebbe pulito le scarpe dei giocatori, così come i politici attuali non avrebbero portato la borsa al portaborse di un Andreotti. Oggi si caxxeggia sui social e quella che tu chiami comunicazione è per lo più immondizia che il giorno dopo non viene neanche ricordata. Il problema per me non è rispondere agli attacchi di un Corsport ma di farsi rispettare in campo quando sei vittima di arbitri in mala fede ad esempio. Va pur detto che ogni volta che abbiamo alzato la testa, ci hanno massacrato con sentenze mai esistite prima. Quindi capisco che gli attuali pusillanimi preferiscano il profilo basso, perché non saprebbero da dove cominciare a farsi rispettare… Ma dal palazzo, non dai giornaletti che raccolgono click. Buona giornata…

    • @Kawa62
      Scrivi “Parlo di qualità dell’informazione, di competenze, di autorevolezza e di carisma…” riferendoti alla Roma.
      Il problema non è però della Roma ma di questo pseudo-giornale, giustamente sfrattato da Trigoria, che la qualità e la competenza dell’informazione non sanno neanche dove stanno di casa.
      Ha ragione CriPtico: 200 persone H24 a smentire non basterebbero.
      Catalani è l’emblema di questa pseudo informazione: “se non rispondi vuol dire che è vero…”, cosi loro sono autorizzati a poter dire e inventare di tutto.
      Il problema è che trovano anche ascolto.

    • Oltretutto se rispondi in qualche modo li legittimi e gli dai l’importanza che cercano ma non meritano di avere.

    • @Sciabbolone, certo che parlo della qualità della Roma, è l’unica che mi sta a cuore.
      Delle radio, dei giornali, dei vari media, in fondo, non me ne frega un kaiser; sulle sciocchezze che scrivono e che dicono mi faccio grasse risate e lì finisce.
      Non condivido, invece, il “mal comune mezzo gaudio”, ovvero la tentazione di giustificarsi prendendo a termine di paragone solo la mediocrità circostante. E’ giusto ciò che ha scritto criPtico nel secondo post: il livello qualitativo generale si è notevolmente abbassato, ma, come dicevano gli antichi, “beati monoculi in terra caecorum”. Basterebbe una comunicazione di livello medio-alto, nemmeno eccelso, per contrastare efficacemente la mediocrità imperante. E invece…
      E’ ovvio che non puoi e non devi rispondere a tutto e a tutti, ma proprio la scelta del “tema” e degli interlocutori, l’efficacia del “messaggio”, la coerenza tra quanto si afferma e quanto si fa, sono i parametri in base ai quali va misurata la “comunicazione”.
      Non posso che chiudere con una citazione sul tema:
      “… Communication breakdown
      It’s always the same
      I’m having a nervous breakdown
      Drive me insane! …”

  2. Mariolone mantiene intatto il solito vizio, sostenere le farneticazioni di quella frangia di tifoseria meno dotata dal punto di vista intellettuale. Del resto basta ascoltare 4-5 interventi dei suoi fedeli in diretta per rendersi conto del livello di certe trasmissioni.

    • JB ma sul tuo AVATAR sei TU che mangi il MELONE oppure sono IO che ho bevuto troppa birra cinese??.eh eh

    • No quella è la mia ex ragazza mentre sfilava per Rick Owens.
      Adesso sto con un cesso a pedali.
      Quella del melone non l’ho capita. Forse era una battuta.

  3. Bigiotteria mediatica costituita da illazioni a babbo morto e sassi lanciati volutamente in piccionaia . Insomma il solito indecoroso campionario dell’informazione radiotelevisiva capitolina….

  4. corsi: adesso che ha sistemato petrachi sposta come suo solito il tiro verso altri dirigenti adesso tocca a de santis e questo sarebbe tifoso della Roma? mah.
    di giovambattista: io fossi in te visto il secondo tempo della tua lazie mi preoccuperei di lazio fiorentina e non di pallotta.
    melli: il gol di palomino vedo che brucia ancora. Forza Roma

  5. Il goal di Palomino
    Rattrista Lopinguino
    E ancora più fa male
    Al fido Diaconale.
    Però, chi se ne frulla:
    La lanzie ci ha Kumbulla,
    Che il prossimo scudetto
    Le cucirà sul petto.
    Intanto, per quest’anno,
    Se proprio non m’inganno,
    Con tanto strepitare
    Per far ricominciare
    Il triste campionato,
    Mi sa che è bell’andato.
    Sì metterà una toppa
    Giocando per la coppa;
    Però ben poco dubito
    Che a casa andranno subito.
    I pigiamati, spesso
    Se fanno ride appresso.

  6. Kumbulla non lo conosce, ma visto che forse costerà 30 mln, allora sarà SICURAMENTE bravo. Se invece lo stava trattando la Roma, te avrebbe detto che era na pippa e che quei soldi erano troppi pe uno che ha fatto qualche partita cor Verona. Sempre senza conoscerlo, chiaramente.

    Ma, dico io, visto che cor pallone ce magni, guardatela na partita ogni tanto. Oppure stai lì solo pe di’ pallotta Vattene…società ridicola…giocatori e allenatore della Roma scarsi ?

  7. Caro Kawa.. Il punto è che puoi essere un fuoriclasse qnto vuoi nelle public relations… Ma senza I quattrini I trofei non li alzi! E purtroppo il buon Viola di quattrini ne aveva veramente pochi! Vinse xche imbiffo’ una squadra di campioni con poche lire. E cmq non avrebbe potuto garantire negli anni continuità competitiva xche non sempre ti va bene qndo peschi tra anonime potenziali promesse! Sai perfettamente meglio di me che il tifoso lo fai felice con coppe e scudetti e con nient’altro! A noi se poi uno è più o meno bravo a rapportarsi con stampa e ambiente ci interessa il giusto! Prendi Abramovich.. Carattere di 💩.. Presidente di certo non con appeal.. Pensi che ai tifosi del Chelsea interessi? Visto che dal suo avvento i blues hanno vinto tutto ciò e anche di più di quello che non hanno vinto dalla nascita del club?

    • @Fra74, vuoi cambiare argomento? Bene.
      Viola con pochi quattrini qualche trofeo l’ha vinto. Il tycoon, invece?

  8. JB..PERDONAMI..mi sembrava una miss che mangiasse il melone bianco..eh eh..allora ho proprio bisogno di occhiali..dopo i 2 gran gol di DZEKO non ci vedo più bene..eh eh..

  9. “ho percepito una grande preoccupazione di Pallotta” dice tal Ilario…

    Abbiamo pure i “sensitivi” adesso, fantastico.

    Medium votati al giornalismo sportivo che “percepiscono” cose dall’ altro lato dell’ oceano…

    Ma preoccupato de che ?

    Non gliene frega niente a pallotto della ROMA, sveglia !!!!

    Non c’ ha messo un dollaro e non un dollaro perderà.

    I cocci li raccatteremo NOI, i debiti li pagheremo NOI lo capite o no ?

    E questo sarebbe uno dei cattivi laziali che critica pallotto ???

    Voi pallottari vedete complotti ridicoli ovunque : sto qua e’ piu’ pallottaro di voi !

    Far credere ai polli che a quel pupazzo gli freghi qualcosa se la ROMA fallisce e’ da pallottaro certificato.

    Mistificare la realtà e sviolinare il fruttarolo in base a fatti inesistenti : the pallotto-boy’s way of life.

    Dove sono quelli che criticano la ROMA ogni giorno ?

    Questi so tutti nel taschino di pallotto !

    Informazione scandalosa : la ROMA vince fortunosamente una partita soffrendo come cani contro una squadra di seghe che sta retrocendo e sti cialtroni si scordano 9 anni di infamie, vergogne e malefatte.

    VENDUTI !!!!!!

    • Kawa guarda che io non sto difendendo Pallotta.. Anzi ormai credo sia chiaro che è meglio x tutti se molla la società! Stavo solo rispondendo al tuo msg.. Essere un buon oratore da arena del foro come era Viola non basta ed ai tifosi penso interessi poco. Ai tifosi interessa veder la loro squadra vincere trofei ed i trofei te li porta solo una società ricca tipo la Juve. Con i costi del calcio di adesso con Viola attuale presidente.. Eri a fare il campionato con il Sassuolo e l udinese. Questo forse troppo spesso viene omesso! E non sto parlando di una stagione in cui ti può girare tutto a favore e ti va bene. Parlo di competitività in modo continuo.. Negli anni! Questo mi sforzo sempre di far capire. La Roma deve iniziare a fare la Roma sul serio non solo qndo piove nel Sahara. Di certo non lo è con Pallotta ma oggi visto le spese da sostenere caro kawa… Non lo sarebbe neanche con sensi o viola.

  10. Evidentemente Pallotta ha telefonato a DI Giovanbattista e gli ha detto ” aho! So’ preoccupati simo pe’ ‘sti conti….. Ma secondo voi, anche se non sarà CR7, ma Pedro viene a giocare a Roma, con la situazione che c’ è, pur avendo altre richieste magari più importanti o quanto meno in società più tranquille? Permettetemi una domanda scema, scusate : e se lui sapesse qualcosa che noi non sappiamo che lo ha convinto a sbarcare da noi?

  11. Ragazzi ….non so voi…ma io mi sono rotto le scatole di tutta la situazione ambientale creata attorno alla Roma….da certi tifosi ….sia con striscioni ad dir poco discutibili…..e sia da parte di certa stampa ….corriere dello sport in particolare che certe radio private……tutto per mandar via il signor pallotta e questa proprietà…..leggere sempre notizie negative sulla Roma ad arte e mai un briciolo di positiva come se la roma stesse sull’orlo del fallimento con i libri in tribunale a me stancato pur sperando anche io in un cambio di proprietà ..un saluto ai tifosi VERI romanisti…

  12. Ma che cavolo dice ‘sto galopeira? Chi l ha insultato per anni? Quei quattro scemi che insultavano totti, de rossi( i poveracci della querela), Di Bartolomei ( è lento, è meglio Maggiora come dice il messaggero). Qualche stupido che apre bocca e gli dà fiato esisterà sempre. Ma la realtà è che quando è stato confermato c’è stata una generale esultanza. Intendiamoci: io comprendo che ci possano esigenze di economia e pertanto dolorose cessioni. Non sopporto però il taratantara mediatico tipico di certe radio deferenti che attaccano a dire che le cessioni sono una figata che, anzi, i tifosi schifavano certi giocatori ( ” non uno si è lamentato della cessione di Salah” – e ci scommetterei che quello che la ha detto non è nemmeno arrossito)

  13. Applicazione pratica dell’assioma catalaniano.
    Penso che tutti i frequentatori di questo forum, tranne me, sono lanzieli. Se non smentiscono, dev’essere vero.

    Eh, no, cari miei. Spolliciare non vale come smentita 🌚

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome