“ON AIR!” – MAGNI: “Fiorentina-Roma deciderà tutto”, FOCOLARI: “Non capisco il motivo del turn-over”, CORSI: “Partita dura, terrei fuori i tre indispensabili”, SPARTA’: “Mou pensa al campionato molto più di quello che pensiamo”

27
1527

ÀULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Alessandro Spartà (Roma Radio): “Mi sembra che adesso si faccia una grande fatica a segnare contro la Roma, e gran parte del merito è di Chris Smalling. Lui ha migliorato anche i due che ha accanto. La partita di stasera? Da quello che ho capito, Mourinho sta pensando al campionato molto più di quello che pensiamo, lui ci tiene tanto al quinto posto. Io sono d’accordo però con il turn-over, uno che deve riposare per forza è Karsdorp, era veramente stanco al termine della gara con il Leicester…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “La partita con la Fiorentina è importante, se dovessi vincere saresti in coppa. La finale di Tirana? Ci sono 3 giocatori che sarebbe fondamentale avere a ogni costo e che quindi andrebbero messi in teca e sono Smalling, Mkhitaryan e Abraham, ma siccome Micki è già in teca direi Pellegrini. Rui Patricio? E’ difficile che un portiere si faccia male, dovresti avere una sfiga incredibile… Attenzione a stasera, oltre all’odio sportivo dei tifosi nei nostri confronti, loro si giocano tutto e sarà una partita cattiva: io questi tre non lo rischierei oggi…”

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “Se anche la Roma non dovesse vincere la finale di Conference League, questa estate andrei comunque al mare con la percezione che questa squadra, se si continua a lavorare così, può vincere l’Europa League. E’ un discorso di crescita. Poi se dovesse vincere la Conference, ancora meglio, sarei felicissimo, ma questo sarebbe scontato…Finale e quinto posto? Sarebbe una stagione straordinaria. Poi ovvio, ottavo posto e vittoria della Conference League sarebbe ancora meglio…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Tutto da decidere in campionato, sia davanti, che dietro, che in mezzo…Stasera in Fiorentina-Roma si deciderà tutto, la partita di questa sera è una grandissima occasione, potrebbe chiudere o quasi il discorso qualificazione in Europa League. E si metterebbero d’accordo le due fazioni, tra chi vuole puntare sul campionato e chi invece vuole che si pensi soprattutto alla finale. Se la Roma vince stasera, si stra-gestisce le prossime due partite e ti prepareresti al meglio alla finalissima di Tirana. Bisognerà vedere che formazione manderà in campo Mourinho, perchè se metti Maitland-Niles da una parte e Vina dall’altra, secondo me la perdi…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Se la Roma vincesse stasera, sarebbe matematicamente settima e si sarebbe comunque assicurata un posto in Europa… Partita molto complicata, e se mi offrissero un punto senza andarla a giocare, io me lo prenderei… La Lazio secondo me le vince tutte da qui alla fine visto il calendario, e l’Atalanta ti è tornata sotto. Il Milan secondo me con la vittoria di ieri si è assicurata lo scudetto: se i rossoneri facessero 4 punti e l’Inter sei, arriverebbero a pari punti, e il titolo lo vincerebbe il Milan per lo scontro diretto. Si materializzerebbe il sogno erotico di ogni tifoso: vincere lo scudetto arrivando a pari punti con la stessa squadra della tua città per i derby a tuo favore…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “La partita di stasera è importantissima, i punti non ce li regalerà nessuno, sembra sempre che contro di noi giochino tutti la finale di Champions League. E’ fondamentale vincere stasera, altrimenti torni a giocartela anche con l’Atalanta, che mi sembra tornata in forma. Se dovessi perdere anche la finale, rischieresti di non arrivare in Europa League, e sarebbe drammatico. La testa alla fine di Tirana? Mancano ancora 20 giorni. Tu sei nelle mani di Mourinho, questo ormai è chiaro, nel bene e nel male. Comunque vada la squadra ha fatto un percorso strano: abbiamo cose orribili e cose belle. Se dovessi dirti qual è la Roma, io non lo so. Ci sono state partite che io allo stadio ero tentato di alzarmi e andarmene. Rispetto a qualche mese fa, ora è cambiato tutto, questo sì…Il Feyenoord? E’ più forte del Leicester, ha giocatori di talento e poi corre novanta minuti senza fermarsi…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “Bisogna stare attenti alla Fiorentina eh…si gioca tutto stasera, il Franchi sarà strapieno e non è che la Roma stia così simpatica per tante vicende…E’ una partitta tutta da giocare, e la Roma dovrà andare molto, molto, molto concentrata. La partita del 25 è una cosa diversa, questo è il campionato…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Fiorentina-Roma? Era l’ultima partita della mia carriera…c’era Borgonovo che giocava sempre ma che era squalificato e io ho deciso la partita su cross di Baggio. Ho anche esultato, e nessuno se l’è presa. Il calcio è fatto anche di queste cose qua… La partita di stasera è dura, la Fiorentina si gioca tutto, se perde è fuori dall’Europa. Ora c’è l’occasione di tirare su la testa, ha recuperato giocatori fondamentali in mezzo al campo come Torreira e Bonaventura, davanti hanno tanti buoni giocatori che però fanno un po’ fatica…”

Furio Focolari (Radio Radio): “La Roma ha la ruota di scorsa: se vince la Conference va in Europa a schizzo, mentre la Fiorentina no. Partita decisiva, se la Fiorentina vince raggiunge la Roma e quindi se la gioca. Sarà molto dura. Sento parlare di turn-over nella Roma, ma non so perchè: la finale si gioca il 25 maggio, ma perchè fare ora turn-over. Io non ci credo a questo turn-over, non c’è motivo. Per una partita così importante, perchè fare tanti cambi, ma dove sta scritto…”

Nando Orsi (Radio Radio): “Turn-over della Roma in vista del 25 maggio? Ma è una partita secca, e non è mica detto che la vinci eh.. Non è detto che risparmiando i giocatori, li porti nella forma fisica migliore tra 20 giorni. Siamo troppo lontani. La partita di stasera è aperta, però vedo la Fiorentina in crisi di gioco, mentre la Roma è presente e secondo me stasera può vincere…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteRoma, c’è Kökçü per sostituire Veretout in mediana
Articolo successivoLazio, Lotito: “Neanche con i biglietti gratis faremmo il pienone all’Olimpico…”

27 Commenti

    • Ma lui è abituato alla sua squadra che notoriamente gioca sempre 3 partite a settimana……
      fino a gennaio naturalmente….

    • Ma lui non sa delle coppe europee, conosce solo “GOBBAIDAGLIA”, stasera la viola gioca e noi in contropiede…

    • Pruzzo: “Fiorentina-Roma? Era l’ultima partita della mia carriera… c’era Borgonovo che giocava sempre ma che era squalificato e io ho deciso la partita su cross di Baggio. Ho anche esultato, e nessuno se l’è presa”. Lo dici te, Bomber, che “nessuno se l’è presa”… Io mi arrabbiai, e molto. E, con me, tantissimi tifosi dell’epoca, stanne certo. Poi, per carità, quella Squadra (scudetto 1982-83) per me è e resta sacra, tutta intera, però quell’esultanza te la potevi risparmiare. E pure questa cosa che dici, oggi, di quella partita di tanti anni fa, a Radio Lazio Lazio…

  1. di giovambattista: non fate troppo i gufi e pensate alle vostre squadre che se io perdo stasera come tu speri e Lunedì prossimo tu perdi a Torino come è possibile rischi di rimane tu col cerino in mano quindi state attenti.
    orsi: intanto io ci sto il 25 Maggio in finale e la tua squadra sta sempre sul divano a fumare insieme a tutti voi di quella doppia radio pronti a gufare. Forza Roma

    • SOLO LA ROMA….a torino si giocherà una sceneggiata!! (come quella de genoa)…te la giochi una birra???..so belli attori

  2. Finale e sesto posto: obiettivi centrati. Se poi arriva la Coppa c’è da festeggiare fino all’alba. Conference league e quinto posto: troppo bello!

  3. Il caro Pruzzo festeggiò quel gol (era lo spareggio UEFA) perchè era risentito con la Roma che (a detta sua) l’aveva scaricato. Penso che anche ora non sia troppo innamorato dei nostri colori, ma tra il ristorante nella Capitale e qualche soldino che prende dalle radio…ha capito che il ruolo del tifoso gli conviene

  4. Purtroppo la coperta è corta e non è solo questione di turnover. Magari fosse

    Giovedì avevamo molti giocatori con la lingua di fuori che non stavano più sulle gambe.
    Tammy su tutti ma anche Rick era stanchissimo, credo abbia accumulato 50 presenze sgroppando a tutto campo.

    Principalmente è la questione è di evitare gli infortuni muscolari e viene con se che recuperi anche fiato.

    Poi Mou che ce li ha sotto mano ha sicuramente più elementi di tutti per capire cosa sia megliio fare

  5. a meno che non ci sia qualcuno a rischio serio di infortunio, e che dovrebbe quindi giocare in condizioni fisiche precarie, non vedo perchè si dovrebbe fare turn over a 15 giorni dalla finale…Mou non ha mai puntato sulle seconde linee, quindi mi aspetto in campo la formazione titolare e qualche cambio in base a come si metteranno le cose. Con la viola che deve vincere per forza, mi aspetto la possibilità di ripartenze veloci in contropiede, quindi il gioco che ci riesce meglio, anche se Miki sarebbe stato fondamentale…e anche se arrivasse un pareggio, ormai si tratta solo di gestire le forze e il vantaggio in classifica, quindi ben venga un po’ di tattica

  6. Ormai secondo me bisogna fare delle scelte Fiorentina e Torino sono due partite durissime è chiaro la Roma le giocherà seriamente.
    Ma quanto vale la pena rischiare i pezzi da 90?
    C’è una coppa che la possono sminuire quanto vogliono , ma se la vinci, sarebbe un trofeo internazionale che te lo metti in bacheca e ti resta per sempre.
    Bisogna giocare questa finale con tutti i migliori a disposizione, questa finale resta nella storia, le ultime tre di questo campionato, passano e tra due anni ti scordi anche quale è stato il risultato

    • Sponsorizzo in toto il commento di Luca Roma,cosa che mi capita ogni 5 anni passati su questo Sito,sperando che anche Mourinho faccia questo ragionamento.

  7. Una cosa non è chiara a certi commentatori da strapazzo che vengono pure pagati dalle radio (e io allora sto tranquillo per mio figlio…se ce l’hanno fatta Focolari e company, ce la farà pure lui a sbarcare il lunario…) : stasera la Roma deve fare turnover, non per risparmiarsi in vista del Feyenoord, ma proprio per ben figurare e fare punti in una partita importante. Mettere in campo giocatori che appena 94 ore prima sono usciti con la lingua a terra o le ossa rotte non solo non sarebbe produttivo per la partita da non perdere ma anche controproducente per il rischio di infortuni muscolari.

  8. L’Atalanta deve giocare col Milan, che si gioca lo scudetto. Mi sembra una sufficiente garanzia per l’impegno da parte milanista.
    Sulla Juve, con l’affare Milinkovic alle porte, non ci metterei 5 centesimi.
    La Fiorentina però ha anche la Samp, e poi la Juve.
    Vedete una Juve che dopo aver perso col Genoa perde anche con Lazio e Fiorentina?

    Ragionevolmente, un punto stasera me lo prenderei. Perché lato Ata e Fiore sto abbastanza tranquillo.
    E non metterei la mano sul fuoco che la Lazio le vincerà entrambe.

    Ma se vinciamo è meglio.
    Perché vincere aiuta a vincere.

  9. Sono sufficienti 4 giorni per recuperare fisicamente la gara col LEICESTER secondo me. Mentalmente invece potremmo pagare una specie di appagamento post semifinale. Ma con MOU in panchina credo li terrà svegli. Poi restano 15 giorni (no 20!) alla finale secca, ma almeno saranno solo 2 le gare di A, una alla settimana (dal 5 marzo sono una ogni 4/5 giorni, trasfertone a Pompu comprese)…
    Del resto anche i viola non posson giocarla mentalmente rilassati, pure meno di noi… venendo da 3 sconfitte secche.
    Gli infortuni? Sono possibili anche nel prepartita, inutile pensarci.

  10. Molto più facile recuperare fisicamente i nostri calciatori piuttosto che culturalmente gli pseudo giornalai che cercano di parlare di calcio e di Roma.

  11. oggi te la devi giocare come la simulazione della gara di Tirana.
    la Fiorentina è squadra che fa gioco, come gli Olandesi, quindi sarebbe davvero un buon test da questo punto di vista.

    Daje !

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome