“ON AIR!” – CORSI: “Siamo quarti, ma la squadra è piatta”, BERSANI: “Pallotta, Baldini e Baldissoni hanno modificato la mentalità del romanista”, MAGLIARO: “Friedkin e Vitek trattano sullo stadio senza intermediari”, MATTIOLI: “Occhio all’Udinese”

26
4143

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Iacopo Savelli (Roma Radio): “Sono deluso, ieri nemmeno un tiro in porta, possesso palla sterile, Borja Mayoral non ha combinato nulla…ah ma non era la Roma? Non era Juve-Roma? La Juve ora si chiude nella propria area e farle gol è difficilissimo, per Mayoral, Mkhitaryan, Lautaro o Lukaku… Come noi avevamo detto, affrontare ora la Juve è la cosa peggiore che ti può capitare, soprattutto se devi provare a vincere, come ha fatto la Roma e come doveva fare l’Inter ieri…”

Fernando Magliaro (Tele Radio Stereo): “Ci vorrà il nuovo sindaco per capire se e come la Roma potrà andare avanti con il progetto stadio. Il problema Covid dovrebbe essere risolto nei prossimi mesi, ma i Friedkin sono tutt’altro che convinti delle sette palazzine che del costo delle opere pubbliche. I Friedkin stanno trattando con Vitek senza intermediari, si sentono tra di loro e sono partite da un’offerta messa sul tavolo anche piuttosto buona del magnate ceco, ma per ora i texani non vogliono un’altra presenza forte dentro il capitale sociale della Roma. Chi è più ricco tra Friedkin e Vitek? Friedkin, e non di poco, almeno stando a quanto dice Forbes…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Friedkin non parla, Pinto parla ma non dice niente, i giocatori perdono ma dicono di essere contenti, ma loro non sono nessuno, ecco perchè se perdono contro la Juventus sono contenti… Ormai c’è questa cantilena che dura da dieci anni che tanto a Torino si perde…allora non giochiamola. Ormai non c’è manco più la rivalità, perchè se lo dici loro ti guardano come per dire: “Ma quale rivalità?“. E tutto questo grazie a Pallotta che ha fatto entrare il famoso pullman a Trigoria. Siamo quarti, ma la squadra è molto piatta, non c’è rivalità, non c’è più niente…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Per me né il Milan né la Lazio hanno una rosa superiore a quella della Roma. Forse giusto il Napoli. In molti, per avvalorare le proprie teorie, danno una valutazione della rosa della Roma più alta o più bassa del reale. Per quanto mi riguarda la rosa dei giallorossi è da quarto posto, e per me quarta deve arrivare…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Ieri c’è stata la conferma del fatto che quando la miglior difesa incontra il migliore attacco, la partita finisce 0 a 0. La Juventus mi sembra essere tornata a essere quella di prima. Noi stiamo qua, cerchiamo di battere le piccole, perchè contro le grandi abbiamo capito che è così. E vediamo dove stiamo alla fine. L’importante è che se non arriviamo in Champions, non mi dici che sei finito. Se non puoi migliorare, vuol dire che ci arriverai manco l’anno prossimo in Champions…”

Dario Bersani (Rete Sport): “La Juve qualcosa l’ha vinta, 19 finali di coppa Italia, 9 scudetti consecutivi, eppure stanno lì con la bava alla bocca pure per la Coppa Italia. E noi invece c’abbiamo la puzza sotto al naso, dovuta da che non si sa, da 10 anni di Baldissoni, Pallotta e Baldini sicuro, perchè loro hanno contribuito a modificare spero ancora reversibilmente la mentalità per renderci qualcosa di diverso. Purtroppo loro hanno rovinato tutto, mettendo in testa ai più psicolabili che la Coppa Italia non era più un traguardo, che era per falliti, che per loro vale solo il piazzamento in Champions…”

Daniele Lo Monaco (Il Romanista – Podcast): “Domenica c’è una partita fondamentale. Potrebbe essere convocato El Shaarawy, Pedro è tornato a disposizione: piano piano sta prendendo forma la Roma che voleva Fonseca in estate. E ci sono buone notizie per quanto riguarda Zaniolo, che tornerò a correre…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Ora la Roma deve tornare a vincere e ritrovare Dzeko perché può essere importante per questa seconda parte del campionato. Speriamo di fare tanti punti prima del prossimo scontro diretto…”

Mario Mattioli (Radio Radio): “Domenica la Roma è favorita, ma occhio all’Udinese perché è una squadra rognosa che con Gotti ha trovato il gioco che voleva, che non ti da spazio e ti attacca in tutte le parti del campo. La squadra di Fonseca però può e deve vincere…”

Redazione Giallorossi.net

Articolo precedenteDa Tomiyasu a Vlahovic: tutti i nomi sul taccuino di Pinto per la Roma del futuro
Articolo successivoRonaldo e quella frase detta a Fonseca a fine gara

26 Commenti

    • Corsi , come l alter ego Dario , parlano come il ministro delle propaganda iracheno durante la seconda guerra del Golfo, quando dicevano che stavano vincendo …che gli americani non c erano …ahahahaah

    • Spaten, non fai prima a farmi la dichiarazione? Intervieni solo per rispondere a me, che però non mi ti fotto proprio. Torna a cuccia.

  1. Pallotta ci ha rubato 10 anni di Roma e se ora Friedkin non può spendere è anche colpa dei 400 milioni di debiti che inspiegabilmente è riuscito a fare, nonostante vendesse i migliori giocatori e non abbia mai vinto nulla. 90 mln spesi in cambio delle scartoffie per lo stadio per il quale cui non si disponeva dei terreni parlano da soli

    • No, siamo quarti per miglior differenza reti. Gli scontri diretti si calcolano a fine campionato, dopo il ritorno, e valgono solo in caso di arrivo a pari punti per la qualificazione alle coppe. Per ora la lazie è quinta

  2. Sarebbe ora di chiudere l’EIAR, pardon Roma Radio, e di risparmiare i soldi delle veline di Savelli e Rossi. Non fanno più manco ridere.

  3. buongiorno, quello che vorrei dire è su Fonseca e la Roma è molto semplice: a me sembra che la Roma abbia una precisa identità di gioco e giochi anche molto bene. non sono sicuro che la juve abbia fatto una partita difensiva per scelta tattica…magari in parte, ma all’atto pratico io ho visto una squadra piena zappa di super-campioni e con altrettanti super-campioni in panchina che per 80 minuti si è difesa e basta. guardate che Ronaldo ha toccato due palloni in tutta la partita…certo mi direte che di due che ne ha toccato con uno ha segnato e col secondo ha preso la traversa…. ma stiamo parlando del giocatore più forte in assoluto degli ultimi 10 anni o sbaglio? vorremo accettare che i giovani difensori della Roma possano concedere un paio di palloni a Ronaldo? a me sembra che sia plausibile …
    per il resto una buona partita con un palleggio sicuro ed efficace di ottimo livello tecnico…poi sfido chiunque a segnare con la juve che difendeva in 10 in area di rigore… non mi sembra che ieri sera la grande inter abbia fatto migliore figura..ed era obbligata a vincere e di certo ha un attacco sulla carta anni luce più forte del nostro.. e allora come la mettiamo?
    In conclusione, la Roma sta facendo il campionato che deve fare probabilmente anche al di sopra delle sue reali possibilità, perché Atalanta, Lazio e Napoli sulla carta son più forti e collaudate: quindi a mio giudizio merito a Fonseca per il gioco che la squadra sta facendo.
    Miglioramenti..certo vedere giocare Dzeko che becca 7,5 milioni all’anno con la voglia di uno che non vede l’ora di andare in spiaggia mi fa girare le scatole… ci vogliono 3 inserimenti di livello internazionale, fuoriclasse veri e propri e soprattutto con personalità…gente che sappia guidare una già forte banda di ragazzi quando le cose si fanno grigie… mi aspetto un miglioramento con El Sharawi al top della forma e perché no… Mikitarian falso nueve…
    Forza roma!

    • Sono d’accordo su tutto tranne il punto sulla roma inferiore a lazio atalanta e napoli. Secondo me siamo simili sia come interpreti che come valore di rosa al napoli superiori a lazio e atalanta con quest’ultima costruita con scarti di altre squadre toloi(roma), pasalic(milan, Chelsea), muriel per il quale ho sempre stravisto(udinese, samp, fiorentina, siviglia), romero(juve) zapata(napoli, samp) ecc. Ma hanno un grandissimo allenatore che fa rendere al massimo anche sopra le proprie capacità i calciatori(vedi cristante) ed questo che fa la differenza il gioco e l’intensità che da gasperini. tutte le altre squadre a parte il verona di juric(che gioca come il maestro gasperini) riescono a reggere sul piano fisico.

    • D’accordo su tutto.Un conto è parlare di calcio e l’altra è tifare con la bava alla bocca e non vedere le differenze tecniche tra una squadra e l’altra.La nostra partita a Torino ce la siamo giocata ed anche bene con un’inferiorità tecnica palese con trame di gioco e bel calcio con cui però non potevamo colmare un gap che si chiama Ronaldo,Chiesa,Delight e chi più ne ha più ne metta.Fonseca con questo gruppo deve lavorare senza voli pindarici e lo sta facendo cercando di far rispettare un minimo di ordine.Del resto della questione Dzeko sappiamo ben poco per cui ogni giudizio(Fonseca è permaloso,Dzeko se ne vuole andare etc.)è pura illazione

  4. Giusto lo scontro diretto…che dici possiamo restituire il 3-0 in quel di ritorno. Oppure il campionato e”finito domenica?
    Poi una SANA E GRANDE RATTATA per il nostro Mattioli ci vuole proprio. Ma dico ma Mattioli campa’ ancora??

  5. Ciao ragazzi, vi metto due dati e voi mi dite cosa manca alla nostra AS Roma

    Juventus – Roma
    Possesso palla… 50/50
    tiri totali…3/14
    tiri in porta…3/3
    tiri fuori…0/7
    calci d’angolo…2/9
    azioni d’attacco…61/131… si, avete letto bene…61/131
    attacchi pericolosi…7/75…avete riletto bene, si…7/75

    Secondo voi cosa ci manca?
    un’idea, io, me la sono fatta…
    Probabilmente il problema non sta’ nell’allenatore…
    Certo, a volte ci mette del suo, ma portare la squadra a fare 75 attacchi pericolosi, fuori casa, e per giunta a Torino contro la Juventus… questo è un dato di fatto…
    Che ci sia di meglio, in giro, come allenatori… anche questo è un fatto
    ma è un fatto anche che c’è di meglio, in giro, anche come calciatori…
    Ripeto quello che ho detto questa estate…
    Serve gente che sputa foco, e caca saette…
    altrimenti il 4° posto sarebbe il solo miracolo a cui aspirare…
    Tocca vince… o almeno competere…
    Daje Roma Daje

    • Ovviamente il “pericoloso” è alquanto soggettivo, non me la sento di inserirla tra le statistiche degne di attenzione.
      Certamente la Roma ha provato ad essere pericolosa, ha portato tante volte il pallone a ridosso dell’area avversaria, anche con una certa fluidità e scioltezza.
      La Roma è una squadra che si muove in campo, i giocatori cercano di spostare la difesa avversaria. Ed è una cosa che riesce più o meno regolarmente con le squadre di medio/basso livello. E quando le buca, è frequente che riesca poi a superarle con più di un gol di scarto.
      Quando invece affrontiamo compagini e difensori esperti dalla qualità individuale elevata, le occasioni si rarefanno, come è anche normale che sia, e siamo tutto meno che chirurgici nello sfruttarle. Con queste devi vincere gli uno contro uno, saper tirare anche da fuori, insomma devi estrarre dal cilindro il colpo del campione.
      Subire poco e attaccare molto non basta se poi il difensore liscia e manda in porta l’avversario, se il portiere non fa mai un intervento decisivo, se gli attaccanti sbagliano gol dal basso tasso di difficoltà oppure non riescono mai a superare il diretto avversario.
      Io è da quasi un anno che non vedo più errori gravi di squadra: non vedo esterni che si alzano contemporaneamente senza qualcuno che vada a coprire il buco, non vedo una squadra lunga, spezzata in due o tre tronconi, non vedo avversari che si involano verso la porta partendo dalla trequarti.
      Vedo una squadra che soffre tanto la mancanza di un portiere sicuro, di un centravanti che segna con continuità, di alternative in grado di spaccare la partita (forse adesso qualcuna la avremo). E del nostro fuoriclasse, quello in grado di portarsi a spasso da solo due o tre difensori avversari.
      Ricordate come sì infortunò la prima volta? Prese palla nella nostra metà campo e travolse tutto e tutti fino allo schianto con Bonucci e De Ligt al limite dell’area juventina.

    • @siakolis
      …è proprio quello che intendo…
      Manca cattiveria sotto porta, manca la botta da fuori…
      Fin là ci arriviamo, ma poi?

  6. Gaetano guarda che forse Mattioli non ha tutti i torti. Non è che sia scontato che vinciamo con tutte le cosiddette “medio – piccole”. Magara! Direbbe Mazzone! Non è questione di portare sfiga. Il fatto è che questi hanno portato via un punto ad Inter e Atalanta e battuto nettamente il Verona che non è esattamente l’ultima arrivata . L’errore più grande sarebbe di considerarla già una partita vinta. È un mio pensiero.

    • Vero non e’scontanto, niente e’scontanto.
      Ma detto da un tirapiedi, vassallo e’meglio darsi una grattatina.

  7. Nel fantastico mondo di savellik mayoral è paragonabile a lautaro e lukaku, il super eroe di radio ovatta si allinea a chi ha paragonato lo spagnolo prima a batistuta per il gol a Crotone e poi a sheva per la media gol conseguita nelle partite in cui ha giocato titolare.
    Tra un po’ ci racconteranno che lewandowski lucida gli scarpini dell’ ex “cecchino !?” Del real.

    • P.s l’eroe tutto radio e sfiato omette che cr7 a quanto pare con un portiere degno ed un sistema difensivo organizzato non deve timbrare ogni volta che punta la porta ed infatti L’ inter oltre a non aver segnato non ha nemmeno subito “valanghe” di gol.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome