“ON AIR!” – PIACENTINI: “Le parole di Friedkin sono rassicuranti”, CORSI: “Futuro luminoso? Mourinho non lo vede”, CATALANI: “Servono i grandi giocatori”, AGRESTI: “La Roma non mi sembra così lontana dalle prime”

43
942

ÀULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

David Rossi (Roma Radio): “Il Feyenoord ha uno stadio da 45-50 mila posti, ed è sempre pieno…non è che a Rotterdam sono teneri. Noi facciamo l’appello di non partire senza biglietto, il rischio è che ci siano migliaia di tifosi di una e dell’altra squadra che possono ritrovarsi a Tirana fuori dallo stadio senza biglietto e che cercano disperatamente di entrare in qualche modo. E’ un rischio pericoloso. Senza considerare che i tifosi olandesi hanno dimostrato di essere poco malleabili: l’affronto che fecero alla fontana di Piazza di Spagna è sotto gli occhi di tutti. E’ una situazione molto difficile, affrontata male, e speriamo che non dovremo essere noi a pagarne le conseguenze…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Friedkin? Quello che dice è propaganda. L’importante è che compri i giocatori. Bravo, grazie, ma siccome abbiamo avuto contatti con persone che c’hanno amichevolmente consigliato di dire agli ascoltatori di dare tutte le azioni ai Friedkin perchè così faranno una grande Roma…noi non facciamo questo. Gli diciamo grazie per Mourinho e per la finale, ma lui non ha bisogno di noi. Se fa una mossa simile, non gli servirà una radio per comprare più azioni. Il futuro luminoso? Io lo vedo, ma non lo vede Mourinho quando dice che non è fortunato come gli allenatori che possono avere i giocatori che vogliono… Se eravamo Radio Friedkin oggi non dovevamo parlare di quello che dice Mourinho, ma solo di quello che dice Friedkin, che diventeremo la squadra più forte del mondo e che bisogna vendergli le azioni…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “L’anticipo al venerdì di Torino-Roma? Ci sono tutte le condizioni per giocare al massimo questa finale, e siamo curiosi di vedere come Mourinho gestirà le forze e come saranno le rotazioni dei giocatori. Al momento la Roma dovrebbe giocare la finale con tutti a disposizione, e quindi abbiamo tutto per giocarci al massimo questa partita. La Roma fra l’altro giocherà in casa, e quindi potrà scendere in campo con la maglia rossa, e questo è sempre caruccio… Stiamo attenti davvero, a Tirana ci sarà un serio rischio di contatto tra le due tifoserie, e abbiamo visto a Roma i tifosi del Feyenoord non sono dei lord inglesi… Inoltre siamo in un paese estero di cui non conosciamo usanze, quindi ragazzi, facciamo tantissima attenzione… Friedkin sta cercando di lanciare un’Opa che non sarà ostile ma il più amichevole possibile, ma non so se riuscirà nel suo intento…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Le parole di Friedkin sono rassicuranti. Ma al di là di questo, mi sembra che questa è una proprietà che bada ai fatti. La prima mossa fatta è stata prendere uno dei primi tre allenatori della storia del calcio moderno. In poche settimane hanno chiuso un progetto stadio che era un’agonia, e ora ne stanno per aprire un altro che potrebbe realizzarsi in tempi più brevi. La squadra la stanno costruendo, e ora stanno cercando di uscire dalla Borsa. Loro fanno parlare i fatti, ed è la garanzia più grande per un tifoso della Roma…Questo mi fa pensare che prima o poi, se non sarà oggi, sarà domani, ma si arriverà in quel punto a cui ci vuole portare questa proprietà, e questo mi rassicura molto…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “Il fatto che i Friedkin vogliano uscire dalla Borsa mi fa felicissimo, le squadre di calcio secondo me non dovrebbero essere quotate in Borsa. Conveniva entrare a chi doveva convenire, e quella di uscirne è una mossa giusta. Le parole di Friedkin? Per avere un futuro luminoso devi comprare i giocatori, non c’è altro da fare. Per vincere servono i giocatori: se hai tanti soldi e sai comprare i giocatori giusti, le partite le vinci. Noi l’anno dello scudetto non sapevamo chi far giocare se Montella o Batistuta, due fenomeni assoluti. I Friedkin escono dalla Borsa per potersi muovere meglio…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “I Friedkin hanno investito più di tutti, la Roma ha speso più del Milan. I conti sono diversi da quelli che dice Mourinho. L’Inter ha il saldo in attivo, il Napoli non ha speso niente, la Roma ha speso 90 milioni. Forse ci saranno errori passati, scegliete sbagliate. Però guardo il Milan che probabilmente vincerà lo scudetto e gioca con Diaz, con Giroud, o altri giocatori normali come titolari… La Roma va migliorata, ma non la vedo così lontana da quelle che sono davanti…”

Stefano Carina (Radio Radio): “Non è vero che non c’è stato nessun problema a dare l’anticipo a venerdì alla Roma, la verità è che ufficiosamente avevano fatto sapere che una decisione sarebbe stata presa dopo il prossimo turno di campionato. Poi probabilmente si è mosso qualcosa, la pressione mediatica ha avuto il suo effetto. Alla Roma mancano tre titolari: un regista, un attaccante da affiancare ad Abraham e un difensore. Poi vedremo se Mourinho vorrà tornare alla difesa a quattro, in quel caso servirebbe anche un terzino destro al posto di Karsdorp…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Per puntare al quarto posto la Roma deve comprare tre titolari, ma di quelli buoni, altrimenti resti di questo livello e quarta non riesci ad arrivarci…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteAS Roma, presentata ufficialmente la nuova maglia per la stagione 2022/2023 (FOTO-VIDEO)
Articolo successivoROMA-VENEZIA: arbitra Sozza con Di Paolo al VAR

43 Commenti

  1. Le priorità della Roma a mio modesto parere sono 4.il resto da valutare o cmq da poter rimandare eventualmente a gennaio o estate 2023.ovviamente se si avesse le risorse del city si potrebbe fare tutto subito ma non è così purtroppo! 1 difensore pari smalling almeno. Tutte e 2 i centrocampisti titolari xche cristante e compagnia vanno bene giusto x la panchina! E il terzino dx xche anche Kardorsp non è il massimo. Buono come rincalzo pure lui. E ovviamente dovranno essere 4 acquisti top. Poi qlche panchinaro meglio di quelli che abbiano attualmente.

    • Corsi comunque non se regola proprio, è sempre lo stesso… ma tu senti che è capace di dire e come ti rigira la frittata… Certi personaggi sono pessimi, sempre, non c’è niente da fare: PESSIMI.

    • DANDALO, Corsi é stato per un paio di giorni (nelle parole qui, che la radio bho’ mai sentito) pure inspiegabilmente “bravuccio”, mi ha sorpreso, no certo dichiarazioni da genio ma… ora torna normale.

    • Così, all’improvviso? E la maglia? L’hai portata a lava’ finalmente. Ma mo’ nun è che te se stigne e vie’ fori lo sbiadito celestino dei caciottari formellesi?

    • Giallorosso dentro

      Dobbiamo riconoscere che zi bah è un vero grande romanista….. inoltre molto educato e rispettoso…

      Da ieri nel delistyng…. essendo un uomo libero ha riconosciuto l’impegno di Dan friedkin

      Onore a zi bah
      Forza grande Roma ale’

  2. Il corso vede minata la sua radio, come le altre,…. Niente più prosciutti cara corsi, sono texanie tu dovresti essere come loro se nn sbaglio, solo che” loro” sono loro e tu non sei una ceppa😂😂😂😂
    Il Mou non si è lamentato. Fantasmi eh, siete finiti radiolari😱
    PS. Parla la prosciuttara di propaganda 😂😂😂😂

    • Allora, non sono d’accordo con quello che ha detto Mario Corsi, sebbene l’abbia ascoltato per anni, ma stai dicendo una inesattezza. Mou ha detto che non è come certi allenatori che se vogliono X gli comprano X. Il riferimento, credo, fosse a Guardiola: vuole Haaland, e pare che gli prendano Haaland. Mou pure lo vorrebbe, ma non la Roma non lo può prendere – o meglio, non è tanto un problema di cartellino (75 mln sono facili da reperire, se ci pensate bene basterebbe vendere Zaniolo e metterci sopra una “cosetta”), ma di ingaggio (si parla di 30 netti a stagione…).

      Detto ciò, ci sono migliaia di sfumature per arrivare ad Haaland. Tipo Darwin Nunez, che, se chiamato da Mou, farebbe carte false per venire – è da Serie A, se va in premier credo che avrà non pochi problemi.

    • Bah, la storia dei prosciutti era finita già con Pallotta e mi pare siano ancora in ottima salute.
      Se i marioloni e i radioleri continuano a sguazzare nell’etere è perchè c’è un folto pubblico di vecchi cesaroni con l’orecchio incollato, tutti i giorni, sulle loro frequenze.
      Grazie a loro fanno ascolti, attirano sponsor – provate a cronometrare i tempi di una trasmissione, scoprirete che il rapporto tra chiacchiere e spot è 50/50 – e campano bene.

  3. Abbiamo visto che le grandi squadre che hanno margini di manovra sul mercato e non solo, non stanno in borsa, ora criticare i Friedkin perché dalla borsa vogliono uscire è la solita propaganda anti Roma, puerile del io voglio i campioni del resto me ne fotten, infantlismo allo stato puro.
    Non riescono a capire che per poter prendere questi famigerati devi gettare le basi ed avere una società solida non vincolata dalla borsa o dalle banche.
    Ma probabilmente lo capiscono solo che la polemica fa più ascolto

  4. Ho saputo, quello mi ha detto, c’è stata fatta pressione per dire, ecc…. tradotto: senza prosciutto ti daremo contro qualunque cosa fai. corsi a settembre scorso disse di aver parlato con un amico di ryan friedkin e che era certo dell’arrivo del centrocampista e di una campagna acquisti sontuosa a gennaio. Nulla di questo si è avverato. Uscire dalla borsa è l’azione che spiega meglio la volontà di questi signori di rendere la ROMA una società dal valore enorme. Penso sia molto prossimo l’impianto di proprietà e degli investimenti sul mercato. Tuttavia, temo anzi ho la certezza che l’opa vada a vuoto, perché chi di dovere, anche a costo di rimetterci dei soldi, impedirà alla ROMA di essere libera dai paletti della borsa. La dichiarazione di corsi, come se si potesse credere che un qualunque soggetto della società vada da lui a chiedere di dire questo o quello, è l’esatta posizione di chi cercherà in tutti i modi di affossare la ROMA, come sempre del resto.

    • quagliette sperdute, scrittori di post a gettone e tifosi delle radio a parte, fa piacere che nella stragrande maggioranza dei commenti del forum la signora dei prosciutti sia stata immediatamente sbugiardata ed alla sua triste dichiarazione di essere stato avvicinato, da un soggetto misterioso, per “spingere” l’opa della ROMA non ci ha creduto manco zi bah.

  5. Corsi a forza di sentire la parola”propaganda”causa guerra in Ucraina ha imparato un nuovo termine per denigrare sempre la Roma definire propaganda il comunicato del presidente friedkin significa dargli del bugiardo..non si rassegna proprio senza cesti di salumi non ci sa stare..

    • Vedete..giacchè le radio non le ascolto per me andrebbe benissimo un epilogo simile: i Friedkin danno seguito alle parole con i fatti, fanno una Grande Roma e corsi non lo ascolta più nessuno e chiude bottega, così avrà parecchio tempo per riflettere sull’aver dato del bugiardo a Dan Friedkin.
      Invece con ballotta gli è andata alla grande: uno che sparava corbellerie ogni giorno, mentiva spudoratamente, insultava i Romanisti, plusvalenzava pure le siepi di Trigoria dove si presentava in tenuta agricola su un trattore, prendeva allenatori per lo più impresentabili, non ha vinto nulla, ha lasciato un oceano di buffi.
      Dare del bugiardo a uno così suonava quasi come un complimento, insomma, e quel fruttarolo voleva pure far chiudere le radio critiche per continuare a vendere frutta indisturbato.
      Ora speriamo la musica cambi davvero.

  6. Caro Corsi, non mi pare che sul comunicato dell’AS Roma ti sia stato richiesto di far pubblicità sulla radio per far vendere le azioni. Detto questo continua a mettere zizzania. Sempre Forza Roma

  7. La mia soglia di tolleranza riguardo a Mario Corsi che ancora oggi 12 maggio 2022 insiste nel gettare tonnellate di fango sui dieci anni pallottiani è arrivata a zero. So benissimo che la sua trasmissione fa così perché la sua crociata antipallottiana gli torna utile commercialmente per prendere più ascolti ma veramente la falsificazione della realtà che ha deciso di compiere è intollerabile. La gestione di Pallotta è stata sicuramente criticabile, specie nei suoi ultimi due anni, dal 2018 in poi, ma far passare quei dieci anni come se avessimo lottato tutti gli anni per non retrocedere è veramente insopportabile. Col tempo l’equilibrio della verità darà giudizi più sensati. Intanto smetto di sentire quella radio.

    • Visti i suoi precedenti, Corsi in qualsiasi altra Nazione a quest’ora stava al gabbio. Ma ci troviamo in Italia, dove la Giustizia viene applicata a seconda della convenienza

  8. certe volte però me pare de sta dentro ‘na setta, lo giuro…come uno esprime una opinione che poco poco mette in dubbio alcune scelte, partono subito i difensori a spada tratta…l’operazione di uscita di borsa è sacrosanta, ma non è che Friedkin è un santo e regala soldi agli azionisti…sta facendo un’operazione giusta, chiedendo un sacrificio agli azionisti, che so’ quelli che in tutta sta storia ci rimettono dei soldi. Si può dire sta cosa?
    La maglia nuova oggettivamente è bruttina, si può dire sta cosa?
    non è che ogni cosa che fa la società o il nostro mister va preso come vangelo e senza un minimo di senso critico…sennò stiamo qua dalla mattina alla sera a scrivere solo “Forza Roma” e “grazie Friedkin” e stamo apposto…
    la strada intrapresa fa ben sperare, ma non è che stamo in Corea del nord a batte le mani tutti in piedi col sorriso stampato in faccia…usatelo pure il cervello ogni tanto, sennò saicheppalle….
    ve vojo bene lo stesso comunque…

    • C’è stato già un tentativo di delisting andato a vuoto, chi aveva le azioni ha pensato di ricavarci chissà che invece hanno perso valore ora ci riprovano ma sta al buon senso dei piccolissimi azionisti capire che non ha senso tenersi questi azioni allora che facessero un gesto da “romanisti” vendete e liberatevi da queste azioni, club calcistici in borsa significa essere dei Tafazzi e darsi le martellate sui cojoni.
      Concordo sulla maglia si poteva fare meglio a me non piace il colletto coreano quindi è una opinione personale. Vedo che qualcuno richiama la parola “propaganda”….volete una vera propaganda? Venerdì sera sul la 7 c’è Zoro (Diego Bianchi) con la sua Propaganda prima di tutto Zoro è romanista e poi la sua trasmissione è l’unica decente nell’intero panorama televisivo italiano.

    • Senza alcuna offesa tuttavia il fatto che la maglia nuova sia bruttina, ritengo sia dipeso dai propri gusti. Al sottoscritto ad esempio piace. Per quanto concerne il resto: credo che Nessuno loda o sbava per partito preso (ergo cosa centra la Corea del Nord non l’ho capita. Le dittature sanguinarie non meritano neppure di essere nominate, non mi sembra questo il caso) Penso che ognuno abbia le sue idee e che vadino rispettate.

    • @anto, vero, come è vero però che parliamo dei soldi della gente…terrei separati i discorsi economici dal tifo, perchè non parliamo di offerte fatte in Chiesa, ma di investimenti, e ognuno credo abbia il diritto di valutare se accettare o meno, senza essere tacciato di scarso attaccamento alla Roma, tutto qua.
      @Basara, molto spesso i giudizi verso chi non è “allineato” al pensiero comune o presunto tale, nella migliore delle ipotesi portano a sentirsi dare dello sbiadito, senza argomentazioni a supporto dell’idea in cui si crede. In tal senso, possiamo definire questo atteggiamento talebano? ortodosso? lascia stare il paragone con un regime insopportabile, ma capisci che la pretesa di uniformare tutti al pensiero unico è un po’ azzardata su un sito che parla di calcio…
      della maglia posso dirti ad esempio che a me non piace nè il colletto alla coreana, che trovo obsoleto, e tantomeno la trama a quadri che mi ricorda una tappezzeria ottocentesca, ma sono gusti…a te magari ispira un senso di storia, ma non è che questo rende il mio o tuo giudizio errati, per quanto contrapposti. Però un conto è il confronto di idee, altro è attaccare sempre e comunque chiunque osi dire qualcosa contro la Roma, anche se è un qualcosa di ragionato, e spesso lo vediamo soprattutto nei commenti a questa rubrica.
      Io parto sempre dall’idea che una cosa giusta, anche se detta dal peggior delinquente, è una cosa giusta…vado oltre chi la dice e cerco di capire perchè l’ha detta, e spesso molti di noi, al pari di alcuni opinionisti, hanno espresso dei legittimi dubbi, venendo subissati di critiche, se non offese…questo a mio avviso fa molto “regime”, in senso metaforico ovviamente…

    • @criptico, vero che parliamo dei soldi della gente mi chiedo però chi si compra azione di club calcistici, direi che o si tratta di una persona facoltosa che compra più per amore che per altre ragioni azioni del club per cui tifa perchè dal punto di vista finanziario non hanno un ritorno oppure di qualche sprovveduto, sono 30 anni che faccio risparmio finanziario e non ho mai trovato fondi di investimenti che hanno nel loro portafoglio azioni di club calcistici, il mio consulente me ne ha sempre parlato come di spazzatura o quasi.
      Sulla maglia concordo in pieno con te ma sono opinioni personali , bottoncini o coreani non hanno il mio gradimento. Sul pensiero allineato sfondi con me una porta aperta, mi piacerebbe parlare di alcuni argomenti purtroppo a Roma e tra i tifosi della Roma ci sono argomenti tabù perchè considerati divisivi e dove regna il pensiero unico maoista, purtroppo un nostro limite grande direi grandissimo, visto poi dall’estero dove vivo veramente lascia l’amaro in bocca.

  9. Diffidate di gente come Corsi che guadagna di più se fa polemica sulla radio quindi va da sé che più la Roma va male più lui fa ascolti e soldi se non capite questo…….. Aggiungo che fosse per lui sarebbe meglio anche perdere la finale cisi per due mesi non farà altro che rimbrotrare ecc ecc

  10. Dimenticavo era quello Corsi che faceva propaganda ai tempi di Rossellini per comprare le azioni della Roma adesso va contro la Roma se i Friedkin vogliono toglierla dalla borsa e se capite un po di quello che significa sapete che quando compri un giocatore è sei quotato in borsa devi dare spiegazioni anche al fornaio sotto casa di come escono i soldi vedi psg se spiegano a qualcuno.

  11. Ah già, uscire dalla borsa : un’altra cosa promessa da PALLOTTO e mai fatta.

    Come lo stadio.

    Come la “cantera giallorossa”.

    Come giovani che teniamo e facciamo crescere per vincere insieme.

    Come il marketing e il merchandising che cresceranno sotto la sua gestione.

    Come i Trofei che arriveranno quando avremo lo stadio e il merchandising.

    Come i Grandi Sponsors che daranno i loro soldi a pallotto per far grande la ROMA.

    Come la radio di poracci che avrebbe dovuto mandare out of business.

    Tutte promesse non matenute, tutti obbiettivi falliti miseramente,

    tutte chiacchiere in libertà : e i FATTI ?

    ZERO : come i Trofei vinti da pallotto.

    ZERO : come il suo amore per la ROMA.

    ZERO : come il suo rispetto per i tifosi.

    Vabbé la faccio breve :

    IL PEGGIOR PRESIDENTE DELLA STORIA DEL CALCIO.

    • Ma ieri nel corteo con i tuoi amici gemellati insieme agli interisti stavi davanti o in coda?

    • @Il Barone
      In testa al corteo, davanti pure ai laziali, sono stati notati i più grandi antiromanisti degli ultimi due lustri: ballotta, baldissoni, monchi (olè).
      In coda seguivano frotte di cesaroni ballottari perdenti ancora adulanti, con la mansione di rifornire di bevande e alimenti i loro idoli e tifosi con idee a loro affini a proposito dell’AS Roma: laziali e interisti.

    • Secondo me, posto che il piano dei Friedkin fosse già quello a prescindere, il loro comunicato non è mancato in tempismo ed è stato una risposta a JM che come tu dici è furbo ma pure molto concreto. Lui mette le mani avanti ma dai pure per scontato che se non fosse messo nelle condizioni di competere si rivolgerà altrove.
      Comunque bene così, per competere ci vogliono i grandi giocatori.

  12. Mourinho ha parlato molto chiaro.
    La società gli ha fatto delle promesse di crescita. Ovviamente non faraoniche, ma nei limiti del possibile e lui le ha accettate per un progetto triennale.

    Ora alla fine del primo anno ritiene di averci messo quello che era di sua competenza: ha sfoltito la rosa da giocatori che secondo lui non erano caratterialmente all’altezza, ha compattato/inquadrato il gruppo, ha mostrato i limiti della rosa.

    Limiti che sono qualitativi nei titolari e anche nelle riserve, in alcuni ruoli. Limiti che si vedono in particolare quando la condizione atletica non è al massimo. E ciò è dovuto anche al fatto che alcuni titolari non hanno avuto ricambio, con la conseguenza di farli esprimere sottotono.

    Per il secondo anno non pretende i fuoriclasse, ma che certi buchi vengano colmati.
    Non ho dubbi che la società cercherà di accontentarlo, ma se ci riuscirà o meno poi dipende anche da fattori imprescindibili.

    In una rosa di nomi per un ruolo cercheranno la soluzione economicamente fattibile. Che magari non sarà la prima scelta di Mourinho. Ma vedrà di lavorarci. Potrebbe andare bene, ma anche no.

    In base a questo partirà la prossima stagione, con entusiasmo o con qualche dubbio. A metà, se le cose saranno andate tutto sommato bene, si inizierà a parlare di rinnovo di contratto. Se invece ci fossero problemi, probabilmente il terzo anno non lo farà, con divorzio consensuale.

    In questo senso, l’atteggiamento di Mourinho continuerà a restare una garanzia per i tifosi.

    Mourinho non è garanzia di vincere. Nessuno lo è.
    Mourinho è garanzia che la Roma, nel suo complesso, sta facendo tutto il possibile per tornare a vincere.
    Se sente odore di “vivacchiamento” Mourinho se ne va.

  13. Ammazza che entusiasmo che ha mariolino…

    Più che in radio, me pare che lavori (oddio lavori… ) nelle onoranze funebri !
    Te vedo agitato mariolì..
    Ah mariolì !? Eh mica ce devi illustrà un grafico de fisica quantistica…

    Come dici mariolì? Non te aggrada l’opa?
    Di a verità mariolì…
    Pensavi a qualcosa che se magna eh?

  14. La Roma per me ha bisogno di tre titolari top players: un regista di categoria superiore, un grande difensore al livello di Smalling, un attaccante rapinatore d’area.
    Gli sforzi economici più importanti andrebbero concentrati qui.
    Poi, un altro esterno, e migliorare ulteriormente le seconde linee.
    Il resto deve farlo la politica, lo ripeterò allo sfinimento

  15. Divertente come tutti parlano di un difensore e basta quando la Roma gira con Mancini in difesa.. Mancini ragazzi. E mi sento dire che è considerato il capitano della Roma.

    • Infatti a me MANCINI mai piaciuto. Che dirti però, chi c’è in panchina e sembrato quest’anno puntarci. E quindi, sia pure a fatica (nel caso di Gianluca), ma io mi dico “ubi major minor cessat…”
      Finalmente qui un poco tutti parlano di 3 acquisti (se forti davvero io mi accontento, e come!, pure di 2 e altri a corollario tra panchina e campo), e non più di cambiar oltre mezza squadra titolare…
      Vedremo. In ogni caso 4 acquisti a giugno, 2 arrivi a gennaio scorso.
      Se si fa una media immagino saranno 2 sicuri importanti minimo, magari proprio 3.
      I 3 si aggiungono, e in più sostituisci i partenti?
      Mmm… da quel che ho visto SHOMURODOV fa la fine di MAYORAL. L’Uzbeko (che a mio avviso ha caratteristiche che in coppia con Tammy Mou vede zero) non gioca, alla fine, neanche se esce ABRAHAM…
      VERETOUT per me va via.
      Di VINA non ne ho idea al momento, pare scivolato completamente fuori, magari pensano come me che dopo l’ambientanento ci si farà conto.
      PEREZ? Siamo lì.
      DIAWARA? L’unica impresa é che PINTO trovi, e lui accetti, un’altra squadra…
      BOVE? Un altro anno a guardare no. FELIX con lui.
      Un titolare per KARSDORP, un play, un attaccante importante sono gli acquisti dove siamo più scoperti. Il secondo portiere c’è (SVILAR?)
      Ovviamente tenendo tutti gli altri, e firmando il rinnovo a ZANIOLO.

  16. Scusate non posso lesinare qualche parola non tanto gentile a Stefano Agresti…che continua a raccontare le solite idiozie (Ci campa) sui conti della Roma e mi fa’ altamente incazzare sui paragoni astrusi che quando perde la Roma specie con la sua squadra del cuore…Questo e’ cretino come si fa’ a paragonare il Milan che vince adesso con la Roma che e’ in costruzione da 20 mesi e un allenatore manager da 10. Fa’ i conti alla Roma sto ebete, falli alla Juve gia’ quella che lo ha pagato e ancora lo paga…. che con gli investimenti fatti sta un gradino sotto agli sceicchi del Psg senza vincere niente ah si 4 per la champions….E poi fa’ una cronistoria della Roma guarda da dove sono venuti i debiti della societa’ sei bravo solo a parlare male, non parli della Lazio se no Lotito ti denuncia un’altra volta. Non parli mai di arbitri e Var e’ questo la dice di che pasta sei fatto……

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome