“ON AIR!” – TRANI: “Pinto ha allontanato Mou dalla Roma”, BALZANI: “Non c’è una parola che possa far felice il tifoso”, CORSI: “Sembra di essere tornati ai tempi di Pallotta”, FERRETTI: “Situazione che non mi piace”

39
2213

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Ugo Trani (Centro Suono Sport): “L’intervista di Tiago Pinto? Le sue dichiarazioni mi mettono tristezza in assoluto, una grande tristezza. Il 90% delle cose che ha detto le sapevo perché ci stiamo muovendo su certe cose da giorni. Però la tristezza nel sentirselo dire in questo modo appesantisce un po’ più il discorso. Oggi ha chiuso tutte le porte ad un qualsiasi rafforzamento della rosa e soprattutto ha allontanato Mourinho dalla Roma. Giratela come volete ma è un attacco diretto a Mourinho, ben calibrato, è stato fatto con un garbo chirurgico e il pezzo di Zazzaroni è stato ben mirato a cercare di contenere lo strappo, perché lo strappo è profondo…”

Francesco Balzani (Centro Suono Sport): “Premesso che secondo me è emblematico del cattivo rapporto il fatto che Pinto e Mourinho si rispondano tramite giornali, leggendo l’intervista di oggi del gm non c’è una sua risposta che possa far felice un tifoso della Roma. Tutto quello che ha detto è un inizio di allontanamento da quello che vuole Mourinho, ovvero una grande squadra. La Roma del presente e del futuro farà un mercato di parametri zero e di prestiti, questo scenario inevitabilmente allontana i sogni di gloria e di conseguenza Mourinho stesso…”

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “C’è ancora il 60% di stagione da giocare, ma molto dipende già da domani contro il Bologna. Mancano 23 partite, e domani è già un test. Devi fare sette punti nelle prossime tre partite. La Roma deve competere per la Champions, su questo sono d’accordo con Pinto. Se nemmeno quest’anno ci si riuscisse ci sarebbero delle responsabilità dell’allenatore, ma anche di quei giocatori che stanno qui da 4 o 5 anni e con allenatori diversi continuano a collezionare quinti, sesti e settimi posti…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Leggo che la Roma dovrà aspettare lo stadio per cominciare a investire sul mercato: mi sembra di essere tornati all’improvviso ai tempi di Pallotta. Pinto? Parla sempre, lo fa tutte le settimane a Sky Sport, sono i Friedkin che non dicono una parola bucata… La parola vera che mette il timbro su tutti i discorsi è Friedkin, ma non lo fa. E lascia tutto alle nostre interpretazioni. Che poi faccia i fatti, per carità…Anche di Sensi si diceva che doveva ripianare i buffi di Ciarrapico, ma noi lo contestavamo lo stesso perchè i conti li conosceva, si sapeva che erano quelli. Poi è arrivato Pallotta che ha fatto finta di avere ereditato i debiti dai Sensi, e c’avete imboccato tutti. Ora sono arrivati questi, che i debiti ce l’hanno realmente come Sensi, se non di più. E noi stiamo ancora qui ad aspettare lo stadio…”

Francesca Ferrazza (Centro Suono Sport): “La Roma è vincolata dal FPF sul mercato, quindi i programmi a medio e lungo termine sono diversi da quelli che può avere un allenatore come Mourinho. La sensazione è che Tiago Pinto e il tecnico si parlino attraverso i giornali. Il gm lancia un messaggio a Mou dicendo che la rosa giallorossa è da Champions. Lo Special One, invece, ha parlato di mercatino…”

David Rossi (Rete Sport): “Dal punto di vista della gestione dei soldi, finanziaria, la Roma di Pallotta è stata fallimentare, non è riuscita a sistemare i conti. Si era partiti con intenzioni buone, non c’erano soldi e si era pensato di fare trading con i giocatori. La piazza ha reagito dicendo “cacciate i soldi” e si sarebbe dovuto mantenere il punto, magari i conti adesso sarebbero stati un po’ migliori. Poi dopo sono entrati i Friedkin, e loro non è che non hanno messo i soldi…di più. Ne hanno cacciati, eccome. E pensate se non avessero messo i soldi, la Roma ora starebbe a carte quarantotto… Nonostante questo, lo ripeto ancora una volta, sto giochetto non si può più fare. L’Inter ha vinto lo scudetto e dopo hanno venduto tutti, il Milan farà la stessa cosa con Leao. La pacchia è finita, sta cosa non si può più fare…Frattesi non si può prendere, i soldi non ci sono…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Cosa farà Mourinho alla luce di quello che ha detto Pinto? A fine anno se Mou valuterà che non ci sono le condizioni per andare avanti, farà le sue scelte, che sono legittime. Quando Mou parla di mercatino, e Pinto rivendica gli acquisti fatti, si sottolinea una divergenza di vedute. Cosa si può fare? Niente, solo il meglio da qui alla fine della stagione. E la Roma secondo me per qualità di rosa e allenatore può ancora scrivere il suo libro in maniera positiva. Poi a fine anno, se sei arrivato in Champions, hai vinto l’Europa League o sei arrivato in semifinale, o se invece sei fuori da tutto, ci saranno le dovute conseguenze. E’ presto per dire che è tutto da cancellare, c’è ancora margine…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Il problema grosso della Roma sono i ricavi, non tanto nell’immediato ma in generale: se rispetti i paletti del FPF, tra due anni, avendo incassato di più, ti sarà permesso un maggiore investimento. Ma se ricaverai di più. E qui ci sono due problemi: il primo è come si fa a ricavare di più se io non posso investire di più? Se non posso investire sulla rosa, è più complicato raggiungere risultati migliori. E qui si arriva al discorso stadio: sarà fondamentale per i ricavi, e forse non a caso l’accordo con la Uefa è fino al 2027. A cascata ci saranno anche i ricavi non solo dello stadio, ma anche di tutti gli sponsor che ne deriveranno. Questo è il percorso virtuoso, c’è poco da fare…”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Secondo me sta succedendo qualcosa di particolare intorno alla Roma. So un po’ come funziona la stampa e l’informazione: da una parte c’è il Corriere dello Sport, quotidiano molto legato a Mourinho, e quando esce in un certo modo è come se parlasse lo Special One. Dall’altra la Gazzetta dello Sport, che è una sorta di risposta da parte della società. Io, vedendo da fuori questa vicenda, devo pensare che c’è un pezzo di Roma che si comporta in un certo modo, e dall’altra una parte che si comporta in maniera diversa e questa situazione non mi piace…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Pinto nei confronti di Mou usa parole politicamente corrette. Ha ragione quando sostiene che la Roma fino ad ora ha fatto meno di quanto avrebbe voluto e potuto, e ora ci si aspetta una crescita di risultati. Ha detto cose che tutti pensiamo, tranne Mourinho, al quale forse non conviene dirlo e non lo dice. Ma Pinto dice una grande verità. Tutti si aspettano dalla Roma di più di quanto fatto fino a ora. Pinto sta ributtando la palla nel campo di Mourinho. Ora Mou riparlerà mille volte e dirà che è stato fatto un mercatino, ma Pinto con quest’intervista ha voluto mettere dei paletti ben precisi, perciò ora tocca a Mourinho dimostrare qualcosa…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Karsdorp? Non penso che possa restare. Ci sono un paio di società interessate. Mourinho con la questione Karsdorp alla Roma gli ha fatto perdere una decina di milioni. Pinto cosa vuoi che dica…lui parla quando la Roma fa una perdita di 219 milioni, e sa che solo con la Champions si possono salvare i conti della Roma, altrimenti i Friedkin dovranno mettere altri soldi, e forse si sono un po’ stufati. Mou continua a dire che è una squadra pessima, ma dice una bugia. E dice bene Pinto quando afferma che la Roma in base alla rosa che ha dovrebbe avere più punti. E’ una critica velata all’allenatore, e questa intervista mi conferma che i rapporti tra i due non sono idilliaci…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Smalling? Penso che possa rimanere, è stato trattato bene dalla Roma che lo ha aspettato quando il giocatore palesava difficoltà a livello fisico. Ma questo non esclude che possa andare via, e questo è un problema, specie quando non puoi rilanciare sul mercato. Smalling non è un grande leader, ma è un giocatore di sostanza, e perderlo sarebbe un gran problema. Penso che la Roma sta provando a trovare qualcosa in mezzo al campo: Aouar mi sembra un buon giocatore poterebbe dare una grossa mano a un centrocampo statico come quello giallorosso…”

Sandro Sabatini (Radio Radio): “La situazione Aouar è da tenere d’occhio perché se la Roma non riceve risposte positive da Wijnaldum e Dybala, allora di Aouar ha bisogno immediatamente…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteTIAGO PINTO: “Karsdorp è sul mercato, Frattesi ora è impossibile. Dovremo fare i conti con i paletti del FPF per i prossimi quattro anni”
Articolo successivoLa confidenza di Dybala: “Il 2023? Voglio vincere qualcosa con la Roma”

39 Commenti

  1. A me sembra che questi paletti del fpf valgono sono per la roma, ma non sara’ un giochetto della societa sta storia? Tutte le squadre da vertice hanno stipendi monster e se ne fregano del fpf , secondo me il problema e che la roma non conta niente nel palazzo a differenza di sensi che si faceva sentire e come!

    • lupo però sarebbe il caso di fare il nome di una sola squadra di serie a fra le prime sette che ha fatto negli ultimi anni un mercato in passivo. pinto ha semplicemente constatato il fallimento del calcio in italia dove vorrei ricordare è intervenuta la magistratura per i movimenti di mercato di juve e napoli. Poi ovvio che ha dato modo agli sciacalli della comunicazione di fare il loro sporco gioco al massacro.

    • falsando i bilanci si possono pure pagare stipendi che non potresti pagare…Juve docet
      Possiamo farlo pure noi. plusvalenze false a go go ( i giornalisti difensori d’ufficio della famiglia Agnelli , hanno sempre detto che non si può condannare in club sulla valutazione di un giocatore , eh per vale tot per te no? sto ca**, così hanno sempre detto)
      Falsi in bilancio a go go.
      un po’ di riciclaggio ( MR.LI)
      Qualche esame farlocco.
      Si può fare tutto. Poi sei sicuro che non paghiamo dazio?
      No, perché noi non godiamo dell’immunità degli Agnelli o del Panzone di Formello
      A noi ci fanno pagare tutto. pure un Diawara qualsiasi messo per errore in una lista sbagliata.
      ( poi se quell’errore lo ha fatto un dirigente che e’ andato proprio nella società che ha beneficiato di quell’errore e che sarà mai..
      succede,..capita..)

    • No, non valgono solo per la Roma, la nuova riforma della UEFA prevede che ogni società deve spendere non più del 70% del fatturato.
      Se la spesa, come dice Pinto, è stata fatta di quasi 150M i primi 2 anni di Mou, non credo che abbiamo fatturato 220M.
      col bilancio in rosso da 291M e senza socio minoritario la vedo dura, serve togliere tutta la squadra e centrare 4 anni consecutivi la Champions con Tahirovic, Bove e Volpato in rosa.
      Lo hanno detto a Mou tutto questo? aspetto la reazione…

    • Pinto è una della cause per cui la Roma non vincerà mai nulla..
      Ormai ogni sua intervista è una pietra tombale sugli spiriti di vittoria di noi tifosi.
      E la cosa bella che a colpa non è della UEFA ma delle innumerevoli ca…te che ha commesso in questi due anni..

  2. Certo Ferrazza, hanno ristrutturato Trigoria facendo uffici di Mourinho, Pinto e Friedkin adiacenti e poi si parlano dai giornali…

    • Il fatto che gli uffici siano vicini è importante ma non sufficiente, potrei anche non parlare con il mio vicino di scrivania. Io non so se si parlano, deduco di si, ma credo che la differenza della Roma con altre squadre di serie A italiane sia la mancanza di risultati, il settimo posto che è ben lontano dalla zona Champion e allora addio ai 50 ml e addio ai sogni. Voi giustamente idolatrate il passato di Mourinho ma io aspetto il presente, che per ora è assente.

  3. “…ma anche di quei giocatori che stanno qui da 4 o 5 anni e con allenatori diversi continuano a collezionare quinti, sesti e settimi posti…” Ma no,aspettiamo la crescita di Mancini, Cristante,Pellegrini,Zaniolo,Spinazzola ( che hanno giustificazioni) etc… Se il Milan vende Leao , lo vende a tanto ,quindi starà a loro non sbagliare acquisti e si potrà anche rinforzare,ma noi, anche dovendo cedere ,chi vendiamo per rifare la squadra? Se Pinto ricorda a Smalling quello che la Roma ha pagato , quanto lo ha aspettato e quanto guadagna, evidentemente il rinnovo non è così scontato, anzi

  4. il problema si risolve come fa la Juventus… favorendo investimenti spostivi anche quando non può e non poteva farli a discapito delle sue concorrenti. questa si chiama slealtà sportiva !
    Il calcio in Italia è questo cè chi si può permettere di truffare gli altri e chi deve rispettare i paletti della uefa.

    • Non li rispetta nessuno, ci sono societa e presidenti senza fare nomi che hanno le squadre con colori bianco azzurre che spadroneggiano nel palazzo e fanno bello e cattivo tempo come vogliono , sveiateveeeeeeee! E tutto finto e marcio il calcio!

    • Quindi noi siamo in queste condizioni solo perchè siamo gli unici onesti in un mondo di malfattori ? Ma l’attuale proprietà, che ha investito pesantemente, la conosceva la situazione ? penso proprio di si, e allora un dubbio mi assale : è più importante l’acquisto del regista o la realizzazione dello stadio e la risonanza economica del marchio, a livello mondiale, di Roma ?
      Guarda caso l’unica grande industria di Roma è il turismo, pensa la coincidenza 🤔

  5. Sono convinto che la Roma crescerà solo col ritorno di Luciano Spalletti, il suo livello di calcio, i suoi campionati pazzeschi ed i tantissimi calciatori “normali” portati in Paradiso dal pelato.

  6. La Roma ha bisogno di entrare in Champions e questa rosa lo può fare. Ora tocca al super allenatore da 7,5 mln dare il suo valore aggiunto che non può essere solo il chiedere di spendere alla società. L’anno scorso ha fatto sesto… Vedremo quest’anno. Io continuo a dire che non mi sembra l’allenatore adatto alla Roma.

    • Che poi… questi parlano parlano parlano parlano parlano e i Friedkin silenziosamente lavorano… e nun me pare che piangono per le continue immissioni di liquidità nelle casse della a.s. Roma… anche perché ce lo sapevano da agosto 2020 in quale ginepraio si sarebbero ficcati… ergo, me pare che i sordi 💸 so’ i loro no? E quindi i giornalari de che se preoccupano??? Quando non ce la faranno più (QUANDO 😏) metteranno in vendita L AZIENDA e come dissero a suo tempo esponenti della tifoseria, ( per altre questioni) quel giorno chiariremo sta FACCENDA…

    • Intanto c è la tifoseria che da una mano ai proprietari versando una liquidità CONSISTENTE con sold out a gogo’… venendo tradita spesso e volentieri da prestazioni soporifere e indegne… perciò, al limite, “soffre” la proprietà ma stamo male pure noi eh…

  7. Non so se lo stadio nuovo risolverà i problemi finanziari, sicuramente aiuterà. il problema è che doveva esserci già da almeno 3 o 4 anni. A Torino è stato costruito e ,tantissime persone non ne sapevano niente .Per di più , su terreni praticamente regalati dal comune . A Roma si da la colpa alla Raggi ma, lei, ha solo fatto quello che gli chiedeva chi veramente comanda a Roma. Se non lo avesse fatto avrebbe fatto la stessa fine di Marino che guarda caso aveva pienamente approvato il progetto.

  8. Quando Mou parla di mercatino, e Pinto rivendica gli acquisti fatti, si sottolinea una divergenza di vedute.

    Per me ha più ragione Pinto.
    Con i Friedkin mercatini non sono mai stati fatti.
    Per quanto riguarda i parametri del campionato italiano la Roma con i Friedkin è quella che ha investito di più.
    La squadra potrebbe essere da Champions ?
    Sì checché ne dica Mourinho

    • Mou viene da squadre che lo hanno sempre accontentato sul mercato, il mercatino è la spesa fatta MALE non il valore messo sul mercato.
      Se a Mou gli porti Vina Shomu Kumbulla e sui 150M d budget la metà li investi in gente che nemmeno alla Battipagliese prenderebbero, la colpa non è di Mou ma di chi li ha portati.

    • @Luca Roma
      Con i Friedkin mercatini non sono mai stati fatti.

      e’ la nostra vera forza
      non Pinto non Mourinho
      ma qualcuno che ci prova a fare del suo meglio

    • nn conta quanto spendi, ma come li spendi, shomurodov, kumbulla, vina, reynolds, celik, aggiungendo gli ingaggi di belotti, svilar, dello stesso camara sono soldi buttati..ergo se prendevi 2 giocatori di una qlt differente stavi meglio.

  9. Non si può spedere comprando i cartellini, senza entrate; ma sono sicuro anche se a parametro zero, arriveranno altri giocatori forti come Dybala e Wina

  10. Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Leggo che la Roma dovrà aspettare lo stadio per cominciare a investire sul mercato: mi sembra di essere tornati all’improvviso ai tempi di Pallotta.

    speriamo che lui riesce a favve chiude!

  11. Corsi dice “mi sembra di essere tornati all’improvviso ai tempi di Pallotta”

    Ma il fruttarolo e’ ancora qui ! Adesso !

    Come un fantasma che ti lascia tracce di ectoplasma,

    come una scorreggia che lascia tracce fecali nelle mutande !

    Lagggggente deve capire questo :

    che noi NON siamo in una situazione “come quella de pallotto” ,

    e’ diverso

    noi siamo nella situazione IN CUI CI HA MESSO PALLOTTO !!!!!!

    Siamo ancora la ROMA di pallotto perché ci portiamo dietro gli stessi problemi,

    e quei problemi sono TUTTI imputabili a LUI e ai suoi sottoposti.

    Siamo ancora in ostaggio e lo saremo per tanti altri ancora, purtroppo.

    Perché ?

    Perché come detto tante altre volte…

    IL MALE CHE CI HA FATTO PALLOTTO CE LO PORTEREMO DIETRO PER ANNI !

    poi David Rossi dice
    “Dal punto di vista della gestione finanziaria la Roma di Pallotta è stata fallimentare”

    Ah, ci e’ arrivato finalmente LOL

    Meglio tardi che mai.

    Parlasse pure del lato sportivo allora: ZERO trofei in 10anni.

    FALLIMENTARE, senza se e senza ma : inoppunabile e incontrovertibile.

    Quindi :

    – fallimento sportivo (zero trofei)
    – fallimento economico (piu’ debiti di prima)
    – fallimento commerciale (er brande ndo sta ?)
    – fallimento mediatico (tutti ci mancano di rispetto)
    – fallimento locale (= lazzie vince e noi no)
    – fallimento nazionale (= tutti vincono qualcosa tranne noi)
    – fallimento internazionale (= peggiori disfatte EU della Storia)

    Ditemi voi come fa questa a NON essere la pessione gestione di SEMPRE.

    E’ evidente : pallotto e’ stato

    IL PEGGIOR PRESIDENTE DELLA STORIA DEL CALCIO.

  12. Non ci sono abbastanza posti in CL per tutte le squadre italiane (Giuve, inda, Napule, Bilan, Roma, Lazio, Fiore, Atalanta) e nessuna sa che sicuramente la farà tutti gli anni; per cui una gestione sana (possibilmente senza trucchetti) è una precondizione per stare in piedi. Vedremo se qualcuno sarà penalizzato per plusvalenze e/o stipendi occultati. Forza Roma!

  13. siamo condannati al patibolo….
    siamo stati ingannati di nuovo….
    il nostro amore non è più ricambiato ma tradito.
    perché non ci meritiamo una società come il chelsea o il city o il psg?

    • perchè mai nella storia hai avuto un fatturato come le squadre che hai citato.
      E’ il solito vecchio problema del tifoso Romanista, la cui passione lo porta a paragonarsi a società che come numero di tifosi nel mondo, fatturato , marketing e trofei sono di un altro pianeta. in Italia per esempio il confronto con le strisciate è ingeneroso .

    • Ciccio non sa che il Chelsea ed Il PSG prima di investimenti massicci non se li filava nessuno; figurati che marketing facevano.

  14. balzà ma frattesì non è tornato dalla Germania? quando firma? Zaniolo cè più andato alla Juve?
    ancora te fanno parlà, ma soprattutto ancora ti ascoltano

  15. ma ancora parlamo? ma benedetti i friedkin che se so accollati sta pratica….l’unica cosa che non capisco vista la delicata situazione finanziaria è la scelta dell’allenatore il quale se sa….te fa spenne li sordi x il resto MUTO TRANI!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome