TIAGO PINTO: “Karsdorp è sul mercato, Frattesi ora è impossibile. Dovremo fare i conti con i paletti del FPF per i prossimi quattro anni”

190
7171

AS ROMA NEWS – Il general manager giallorosso Tiago Pinto decide di parlare. E lo fa rilasciando una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport (A. Di Caro) oggi in edicola nel corso della quale tocca parecchi argomenti: dal mercato ai piani del club, fino ad arrivare al futuro suo e quello di Mourinho. Queste le sue parole:

“Mi piace parlare con i fatti più che con le parole, ma dopo due anni di lavoro credo sia giusto ricordare alcune cose fatte, forse passate un po’ inosservate. E chiarire meglio i piani presenti e futuri di un club ambizioso che vuole continuare a crescere, ma rispettando regole, fair play finanziario e sostenibilità economica.

Il mondo del calcio ha poca memoria, vive solo di presente, ma non bisogna dimenticare il lavoro incredibile fatto dai Friedkin in poco più di due anni, in quale situazione economica hanno preso la Roma, quanto finora hanno investito, chi hanno portato qui e cosa hanno ottenuto. A partire dalla vittoria di una Coppa Internazionale che alla Roma mancava dal 1961 e all’Italia da 12 anni. Anche se da dirigente, oltre alla coppa in bacheca vado orgoglioso di altri aspetti”.

Quali?
Essere tornati a vincere migliorando notevolmente e costantemente la rosa. Ma nel contempo riducendo di 25 milioni un monte ingaggi molto alto, salutando decine di giocatori non più funzionati senza pagare milioni e milioni di incentivi all’esodo come avveniva in passato, portando tanti nostri ragazzi in prima squadra grazie a un lavoro in profondità sul settore giovanile, rimodernando le strutture a Trigoria, creando nuovi campi di allenamento, sistemando gli organigrammi, ricostruendo un dipartimento di scouting e di match analysis, investendo nel calcio femminile. Intorno alla vittoria della Conference c’è stato tanto altro.

Sul miglioramento della rosa c’è chi non è troppo convinto…
Ognuno può avere l’opinione che vuole, ma la verità è che la squadra in ogni sessione di mercato è diventata più forte. Nell’ultimo anno e mezzo sono stati acquistati 14 giocatori. Dal loro arrivo i Friedkin hanno investito sul mercato circa 150 milioni di euro. Lo scorso anno la Roma è stata la squadra che ha speso di più in A: circa 90 milioni, di cui 40 per Abraham. Quest’anno sono arrivati Dybala, Wijnaldum, Matic, Belotti. Se avessimo detto ai tifosi due anni fa che sarebbero arrivati Mourinho e questi giocatori, non ci avrebbero creduto. E infatti l’entusiasmo intorno alla Roma è esploso.

Gli ultimi colpi però sono arrivati tutti a parametro zero.
Crediamo nel Financial Fair Play perché è uno strumento importante verso la sostenibilità economica, ma è certo che i paletti del settlement agreement dell’Uefa ci hanno costretto a cambiare strategia. Aver portato campioni senza esborso per i cartellini e senza aumentare il monte ingaggi deve essere un motivo di orgoglio non di critica.

Tutti i giocatori acquistati hanno avuto il benestare di Mourinho?
C’è sempre stato un lavoro di squadra che ha tenuto conto della mia opinione, di quelle dello scouting, del tecnico e ovviamente della proprietà. Non sempre è possibile acquistare tutto ciò che si vorrebbe: a causa dei paletti Uefa oggi non possiamo individuare un giocatore ideale, andare dalla proprietà e chiedergli di fare un ulteriore sforzo. Non possono dire che abbiamo tutti i calciatori che sognavamo, ma abbiamo tutti quelli che ci servono per i nostri obiettivi e che è stato possibile prendere. Perché viviamo nel mondo reale, non in quello fatto solo di desideri.

Che effetto le fa allora sentire Mourinho parlare di mercatino?
La stampa e gli operatori di mercato hanno dato alla Roma voti altissimi per le operazioni concluse. Io ringrazio Mourinho perché molti giocatori hanno visto in lui un motivo importante per scegliere la Roma. Il suo appoggio e la sua popolarità sono stati fondamentali. Siamo tutti consapevoli che con il tecnico che abbiamo, la rosa che abbiamo e le strutture a disposizione, dobbiamo fare molto meglio nella seconda parte di stagione.

Nelle Coppe, grazie alla Conference, il bilancio è positivo. In campionato invece i numeri sono in linea con quelli ottenuti da Fonseca. Si può dire che la Roma deve fare molto di più?
Sì, certo che si può dire. Abbiamo grandi margini di crescita, individuali e collettivi. Dobbiamo tirare fuori la nostra versione migliore per centrare il nostro obiettivo stagionale: qualificarci in Champions. Chiaramente fare bene sia in campionato sia in Europa League non è semplice.

A carte scoperte: l’obiettivo della Roma quindi è la zona Champions?
Sì, sappiamo che la concorrenza è grande, ma non ci manca nulla per competere fino alla fine per questo traguardo. Sapendo che spesso tutto si decide per uno o due punti in più o in meno.

Passiamo all’attualità: il caso Karsdorp.
Dopo la partita col Sassuolo e le parole di Mourinho, il giocatore a livello disciplinare ha commesso una grave scorrettezza non presentandosi all’allenamento e rifiutando di partecipare alla tournée in Giappone. Abbiamo evitato altre polemiche cercando di lavorare internamente e con l’entourage del giocatore. Ricky è tornato, si è allenato e ha giocato. Purtroppo in questa settimana qualcuno ha voluto fare il fenomeno, bruciando un po’ il lavoro che era stato fatto.

Si riferisce al legale del calciatore?
Non so se è ancora il legale del calciatore… Ma è andato a caccia di fama, facendo il protagonista invece di continuare a lavorare per risolvere i problemi. Lo stesso è accaduto con la Fifpro, un’istituzione che ha steso un comunicato senza aver mai parlato una volta con la Roma. Karsdorp non è mai stato fuori rosa, nonostante non si sia presentato due volte.

Detto del calciatore, la Roma però questo caso se l’è creato da sola: un vero autogol.
Il nostro tecnico non ha usato giri di parole, ma dopo le partite subentra sempre una parte emozionale non sempre facile da controllare. Ci sono tanti altri esempi, anche recenti, in top club della Premier. Queste cose succedono spesso nel calcio. Molti però hanno dimenticato che la miglior versione di Karsdorp c’è stata con Mourinho, che in 18 mesi lo ha impiegato 60 volte da titolare. Accettiamo le critiche, ma non posso permettere che un giocatore approfitti della situazione per danneggiare la Roma.

Karsdorp è sul mercato? E in caso di cessione verrà sostituito?
Sì è sul mercato, ma non andrà mai via a zero. Se partirà, dovremo trovare un modo per mantenere la squadra equilibrata, non necessariamente acquistando un terzino. Con Celik, Zalewski, Vina, Spinazzola, El Shaarawy le fasce sono comunque coperte. Questa intervista mi permette di spiegare come è difficile fare mercato dentro i paletti del FPF con cui dovremo fare i conti nei prossimi quattro anni. All’interno del settlement agreement, uno dei parametri da rispettare è il transfer balance. In pratica in tutte le sessioni di mercato i costi dei calciatori della lista A, quelli che sono iscritti in Uefa, non possono essere superiori ai costi della lista A della stagione precedente. Per costi si intendono il contratto del calciatore, il 100% dei bonus, il trasferimento, la commissione, l’ammortamento.

Facciamo un esempio…
Nella prima parte della stagione per risparmiare qualcosa non abbiamo iscritto Gini Wijnaldum in lista. Avevamo un margine positivo di cinque milioni di euro, ma inserendo Gini a gennaio dovremo coprire questo eccesso. Per questo nei mesi scorsi spiegavo che non avremmo dato in prestito Felix (ceduto poi per 7 milioni, ndr): abbiamo bisogno di soldi per poter operare sul mercato. Col prestito risparmi l’ingaggio ma non basta per prevedere entrare. Sarà così anche a gennaio. Chi parte lo farà in via definitiva. Come vede non mi nascondo: parlo poche volte, ma dico sempre la verità.

Mourinho vorrebbe un difensore centrale.
Non ho mai nascosto di essere d’accordo con lui: giochiamo a tre, ne abbiamo quattro e dovremmo averne cinque. Tecnicamente ci servirebbe ma ogni movimento in entrata sarà sempre dipendente dal movimento in uscita.

Come è la situazione di Wijnaldum?
Sta sempre meglio, il recupero prosegue bene, lui è un grande professionista, lavora tanto. Per noi le grandi operazioni di mercato di gennaio sono il ritorno di Dybala e di Gini.

Dybala è tornato da campione del mondo. C’è chi teme che la Roma in futuro possa non bastargli…
Io lo vedo felice qui, aveva bisogno di tornare a sentirsi importante e a Roma ci riesce. Si trova molto bene nello spogliatoio, con l’allenatore, in città, con i tifosi. Non ho paura che la Roma possa non essere abbastanza per lui. Paulo ci aiuterà ad arrivare al livello che vogliamo.

Abraham è appannato: come si recupera?
Da lui si pretende sempre tanto, se fa bene si dice che deve fare meglio… Ma questo dipende anche dal suo grande valore. Tammy oltre che un bomber è un calciatore di grande qualità. La stagione scorsa nei primi mesi non ha segnato tanto ma alla fine ha fatto 27 gol. Lui sa che deve fare molto meglio da qui alla fine. Per una Roma competitiva e vincente Tammy è fondamentale.

Può aver pagato, con l’arrivo di Dybala, un modo di giocare della Roma un po’ cambiato?
Non penso, perché diversi gol di Tammy sono arrivati su assist di Dybala. E perché Paulo è uno di quei giocatori che migliora chi gli sta intorno.

Nonostante l’impegno, anche Pellegrini e Zaniolo non hanno numeri esaltanti finora.
È vero, ma dobbiamo ricordare che Pellegrini l’anno scorso ha disputato la sua migliore stagione di sempre. Quest’anno ha giocato anche qualche partita più indietro, nei due di centrocampo. Nicolò è un giocatore da doppia cifra in gol e assist, ne ha le qualità e lo sa anche il ct Mancini. Ma a ventitré anni è stato quasi due stagioni fermo e non è facile ritrovare fiducia, concretezza, continuità. Ma sono certo che in questa seconda parte della stagione tutti i singoli cresceranno e con loro anche il livello del gioco. La squadra sa di dover migliorare da subito le proprie prestazioni.

Vale anche per Belotti.
A maggior ragione per Belotti, che ha cambiato club, città, ambiente e ha avuto anche dei problemi fisici, ormai alle spalle.

Quando si sederà a trattare il rinnovo di Zaniolo?
Non c’è fretta, come ha detto anche il suo agente Vigorelli: ora pensiamo solo a giocare. Abbiamo un buon dialogo con Nicolò e il suo entourage. Non mancheranno i momenti per confrontarci. Alla fine non credo ci saranno problemi.

Rinnovo di Smalling: si rischia un nuovo caso Mkhitaryan?
Vogliamo tenerlo, lui deve darci una risposta. Ha una clausola per liberarsi. Lo abbiamo pagato 15 milioni più commissioni, e percepisce un ingaggio di 4 milioni. La Roma ha investito tanto su di lui, aspettandolo con pazienza durante gli infortuni. Sa che teniamo a lui.

Due parole su Ibanez.
È stato a lungo uno dei nostri migliori giocatori, ha piedi da centrocampista e qualità innegabili. L’errore nel derby non deve condizionarlo: il futuro è suo.

In base ai discorsi sul FFP, su Frattesi, che costa 30 milioni, non le faccio neanche la domanda…
Esatto. Non serve fare la domanda. Con tutti i paletti che ho spiegato la risposta è scontata.

Non lasciamo una finestrella aperta?
No, perché non vedo nessuna possibilità ora. Anche perché a gennaio torna Gini e abbiamo già Cristante, Matic, Bove, Tahirovic, Camara.

Solbakken, un colpo passato un po’ in sordina.
È un calciatore che ha fatto benissimo sia nella passata Conference League sia in questa Europa League. Ha 24 anni, gioca nella nazionale norvegese, lo abbiamo seguito tanto e dovuto superare una forte concorrenza per prenderlo.

Mourinho prossimo ct del Portogallo: quanto c’era di vero in queste voci?
Quando prendi un allenatore come Mourinho devi essere preparato alle voci. In questi diciotto mesi non è stata la prima volta che un altro club o una Federazione si siano interessati a lui. Ma in Algarve non abbiamo subito distrazioni. L’unico nostro focus è stato migliorare per tornare subito a vincere. Sono portoghese, ogni volta che il Portogallo cambia Ct si parla di Mourinho. Ma noi contiamo di andare avanti insieme a lui.

E il contratto di Tiago Pinto? Scade nel 2024…
Il mio contratto non è un tema. L’ultima cosa di cui dobbiamo preoccuparci nell’area sportiva è il contratto del direttore.

Capitolo giovani: Bove e Volpato possono finire in qualche trattativa di mercato?
Cerco la miglior scelta per il loro percorso di crescita. Ma va chiarito un punto: Bove e Volpato non sono più “giovani della Primavera”, ma realtà importanti con un valore di mercato alto. Hanno giocato tante gare in A, hanno segnato, sono andati in nazionale. Ci sono club, non solo italiani, interessati a loro, ma contiamo di farli crescere qui. Quando sono arrivato dal settore giovanile avevamo solo Calafiori in prima squadra e giocava poco. Oggi sono sei: Zalewski che è un titolare, Bove e Volpato che giocano spesso, Tahirovic che si sta integrando, il terzo portiere, Boer, e Darboe ora infortunato. Mourinho ha creato un modo di coordinare il lavoro con il settore giovanile guidato da Vincenzo Vergine che ha permesso ad altri quattro ragazzi di esordire. Dal mio arrivo l’età media della squadra è passata da ventotto anni a ventisei. Più giovani, più prospettive, più valore.

Lei e Roma: impressioni iniziali e quelle di oggi.
Non ero mai stato a Roma prima del 2021. Viverla da turista è magnifico. Ma se la godono più i miei familiari di me. La città è unica al mondo e forse non è un caso che lo siano anche i tifosi della Roma. Mai vista in vita mia tanta passione. Tutto questo fa crescere anche la pressione e le responsabilità: un anno qui ti consuma come tre da un’altra parte. Ma vincere ti regala anche una carica incredibile. Roma ti assorbe, ti riempie, ti esalta e ti consuma.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Articolo precedenteLa mossa dei Freidkin: aumentano i ricavi sponsorizzando la Roma
Articolo successivo“ON AIR!” – TRANI: “Pinto ha allontanato Mou dalla Roma”, BALZANI: “Non c’è una parola che possa far felice il tifoso”, CORSI: “Sembra di essere tornati ai tempi di Pallotta”, FERRETTI: “Situazione che non mi piace”

190 Commenti

  1. la cazzetta attacca la Roma, e lui fa l intervista allo stessa..e poi dici..vabbe praticamente per i prox anni ci dobbiamo attacca al piffero..meglio rimanere mediocri con i rinnovi delle pippe al sugo.

    • Capacità di comprensione del testo livello vaso di gerani.
      Spero 78 non sia l’anno di nascita Lele sennò stai inguaiato forte…..

    • a genio..i vasi tuoi so ostruiti da qlk altro..che c e da comprende…che bisogna abbassa il monte ingaggi…che la rosa deve far meglio, che il folletto ha abbassato l’età media della roma, i paletti del fpf, poi che se fanno solo cessioni…difficile guarda..a me me frega poco de tutta sta robba..io mi baso sui fatti, rinnovi a delle pippe al sugo a cifre improponibili, e poi parliamo di monte ingaggi, prendi shomurodov e vina che costano de più della possibile multa de uefa(30) te manca un regista da due anni, ma meglio pensa a frattesi..esalti il nulla cosmico ancora a parla dei ns volpato, bove, darboe ,che rispetto alla qlt che gira in altri campionati europei sono delle pippe al sugo, ma va bene così figurati il problema e la comprensione.

    • La realtà e’ evidente. La Roma si porta dietro un carico di debiti impressionante.
      Dire che i Friedkin non abbiano speso e non stiamo spendendo fortune per la Roma e’ negare una evidenza. Noi vogliamo ed esigiamo una squadra sempre più competitiva e forte. Questo e’ giusto e normale…. Ma non ci deve portare a pretendere l’impossibile.
      Io più che attaccare la presidenza mi sento di ringraziarla per quello che ha fatto è che sta facendo fino ad ora per la città.

    • Ormai le cose si sapevano da tanto, non è facile, ma Pinto ha dimostrato di muoversi in maniera eccezionale, nelle cessioni e negli acquisti… Io mi fido di lui, perché lo ha dimostrato….

    • Lele,
      ti risponderei ma la stele di Rosetta è più chiara del tuo secondo messaggio.
      M’arrendo.

    • Lele, confermo che i tuoi ragionamenti sono abbastanza inconcludenti. Ti ha preso Dybala, ti ha preso Belotti (che sulla carta sarebbe stato un signor numero 9 di riserva), ha preso Wjinaldum. Fai un po’ tu. Ci manca il regista, vero, ma ti sei già dimenticato quello che ha detto Pinto a tal proposito? “Siamo stati costretti ad interrompere la ricerca del regista per l’infortunio di Wjinaldum”. E ha preso Camara, che malaccio non sta facendo. Mi critichi giocatori affermati, mi critichi i giovani della primavera… C’è qualcosa che ti va a genio? O per meglio dire: sei sicuro che ne capisci qualcosa di calcio?

    • guarda puoi pensare e dire quello che mi vuoi..se facessimo na guerra te potresti arrendere, e sicuramente accadrebbe facile..ma evita de sputa sentenze come accade spesso qua..perché siete meno di niente…se uno esprime un pensiero chissene se piace o no..ma fare come te e tanti tuoi compari che giudicate con la Vs saccenza da 2 euro,anche no..ho perso io del tempo a starti appreso. Poi parliamo de calcio te piace l operato de pinto, e tutta colpa dell uefa.., hai una manica de pippe in rosa e te sta bene..ao contento te, io non lo sono. Buona giornata

    • la ROMA vince una coppa europea e leggi i commenti di presunti “tifosi” secondo cui sarebbe una coppa dei settimi. Solo che poi se vedi i servizi fatti in europa per la vittoria della ROMA della conference, basta andare su you tube, e ti accorgi che la coppa conta e come. Dopo la coppa ti porta dybala e wijnaldum, e si legge, dagli stessi fenomeni, che pinto non compra i campioni. Mi domando allora se c’è stata un’altra volta nella storia del calcio in italia in cui la ROMA abbia preso il miglior calciatore della juve con un passaggio diretto? cioè gioca con loro e la stagione dopo con noi. QUESTI I FATTI. Poi certo la marionetta dice quello che vuole chi le tira i fili, però qui c’è una vera e propria tristezza di logica e comprensione.

    • penso che Lele con le pippe ar sugo se riferisca a cristante karssdorp mancini Ibanez spina e zaniolo… beh tutti i torti nn ne ha, anche xké purtroppo abbiamo questi interpreti da circa 4 anni e la situazione é sempre stata la stessa con di francesco, poi co Fonseca e ora co mou.

    • Lele tu c’hai anche ragione ma la situazione è quella che è. Siamo una squadra imbottita da mezzi calciatori, priva di un interdittore a centrocampo, di un buon centrale da affiancare a Smalling (peraltro indeciso sul rinnovo) e con un capitano che è quello che è (e mi fermo qui). A quanto pare ce stanno sti paletti…attendiamo tempi migliori. Ma effettivamente rinnovare e adeguare contratti a giocatori di livello medio mi pare assurdo

    • Lele forse non hai capito quello che intendevano….. è che scrivi come uno che non ha finito la quinta elementare e bisogna interpretare quello che dici

    • qualcuno è come una donna isterica e fregna che se la tira, gli puoi porta anche l’acqua con le orecchie ma si lamenterà sempre.
      Io ricordo gli anni bui dove l’ottavo anche per non retrocedere o navigavi a metà classifica e ho amato e difeso la mia Roma come quando si vinceva. SFMROMA

    • Le risposte di Pinto sono “chiare”, peccato pero’ che le domande siano sceme.
      Perche’ l’unica domanda che gli farei e’ la seguente:

      Perche’ nella classifica del monte ingaggi netti del 2022/23 (vedi sotto, dati: Calcio Finanza) siamo terzi, e nella classifica di serie A siamo sesti-settimi? Da notare tra l’altro che questa non e’ storia di quest’anno, ma di diversi anni ormai in cui siamo sempre in zona Champions per stipendi elargiti.

      MONTE INGAGGI 2022/2023

      Juventus 97.3 milioni netti
      Inter 75
      Roma 54.7
      Milan 54.15
      Napoli 45.19
      Lazio 38.3

      Mi sembra che le uniche due risposte a questa domanda siano: (1) Siamo incompetenti che pagano troppo giocatori che valgono meno di quelli di altre squadre oppure (2) i giocatori sono forti e la squadra dovrebbe essere terza, ma l’allenatore non li fa “giocare bene” o “rendere bene”.

      Io propendo per la prima, ma sono aperto a tutte le possibilita’ e opinioni. Su questo mi piacerebbe sentire il parere di Pinto, non sulle banalita’ di questa intervista.

    • Curiosità: perché lo dici? Non ti piace leggere o pensi che le risposte vengano concordate e limate?

    • Perché altrimenti dovrebbe rispondere a delle domande vere e non potrebbe raccontare le bufale enormi come ha sempre fatto e continua a fare..
      La Roma non ha pagato buone uscite con Pastore e Nzonzi?? Fake news lo sanno anche i sassi..
      Il mercato della Roma ha avuto voti altissimi.. Ancora sta bufala?? L’anno scorso Mou ha fatto i miracoli per coprire i tuoi errori con Vina e Shomu (mai entrati) con giovani è arrivato sesto e tu ancora parli di tuoi meriti.
      Parli di riforma del settore scouting e del settore giovanile.. Ma quale? Avete solo mandato via De Rossi che tanti giovani aveva lanciato..mi citi le giovani promesse prese??
      La Roma non può acquistare se non vende prima.. Ma se questo è vero, Solbakken quale attaccante va a sostituire?
      E soprattutto non era meglio prendere un mediano invece che L’ENNESIMO TREQUARTISTA?
      Grazie alle tue mirabolanti sessioni di mercato abbiamo ceduto Veretout e perso Miky (ed ancora fai lo strafottente con Smalling).
      Risultato siamo più deboli a centrocampo e rischiamo di esserlo anche in difesa.
      IL RILANCIO DELLA ROMA LO AVREMO QUANDO QUEST’O BIMBOMINKIA SI LEVERA’ DI TORNO.
      #Pintogohome

    • Lo dico semplicemente perché Credo più all’intervista che vedo meno a quello che viene riportato per inscritto che può essere alterato…succede

      no a me piace leggere,PIACE ESSERE AGGIORNATO…però non credi che potrebbero scrivere caxxate da mettere su carta straccia e vendere al soldo facile all’abbocconi come te che sono curiosi e chiedono pareri personali eh eh

    • allora fateme capí era mejo tenesse in rosa ancora pastore e nzonzí al posto de wijnaldum e Dybala?

    • Asterix quindi tu ti riprenderesti miky e veretout perche matic e wijnaldum sono peggio? a me me sembra na strun…..si dimentica sempre che il 2° miglior acquisto si è rotto na gamba e non ha mai giocato vedremo adesso la differenza e solbakken vedrai se sara peggio di kava del napoli che se non avete fatto caso appena arrivato faceva sfaceli perche nessuno sapeva chi minchia era dopo la partita della roma andate a vedere cosa ha combinato

  2. La Roma non è una squadra per vecchi. Ha detto quattro per non dire otto. Ci vorrebbe qualcuno che scopre talenti in giro per il mondo. Vedi la cessione di Enzo Fernandez e ti chiedi se quello bravo, al Benfica, non era un altro.

    • Ma finiamola con questa storia dell’uomo forte, che comincia dall’epoca di monchi. Non è il singolo a scovare i talenti ma l’intera struttura di scouting. Il Benfica scoverà sempre buoni giovani perché ha una struttura consolidata che glielo permette.

    • Questa cosa di vedere un acquisto azzeccato magari tra 5 e dire “quelli so’ geni noi
      siamo scemi” è davvero ridicola….
      pure Monchi qualche giocatore qua l’ha indovinato, vogliamo rivalutarlo?
      Io no.

    • Anto nessuno sano di mente si metterebbe ora a confrontare i risultati della dirigenza sportiva del Benfica (senza Pinto) negli ultimi 2 anni (+59 ml) e quella di Pinto a Roma nel medesimo periodo (- 92 ml).
      Can you see any differenze?

    • Vegemite,
      quei risultati, e anche migliori, il Benfica ce li aveva anche con Pinto.

      Vedi tu se il problema è Pinto o altro….

    • Se il Benfica ha spesso fatto bene negli ultimi anni, e farà benissimo anche in futuro (leggi Enzo Fernandez) in sede di mercato con o senza Pinto, chiedo a te Anto di giungere ad una conclusione.
      Di chi sono i meriti dell’efficace trading dei lusitani?

      Risposta A) tutto merito di Pinto
      Risposta B) qualche merito di Pinto
      Risposta C) Pinto non faceva il mercato del Benfica (ma lo fa alla Roma)

    • Quello bravo al Benfica è una struttura efficiente creata negli anni, uno dei sistemi di scouting più avanzati al mondo. Che poi è quello che si cercherà di fare anche a Roma spero

    • Vegemite,
      la risposta è
      D) non esiste un mago o trucchi, ci vuole una struttura e un metodo costruito negli
      anni, e due sono pochi, tutto qui.
      Noi valutiamo Sabatini nel complesso, tanti anni a Roma, non quello che fece nei primi
      due anni che non andarono decisamente un granchè.
      Con Pinto, e collaboratori e colleghi, dovremo fare lo stesso.

    • Certo Anto, dovremo attendere qualche anno per giudicare certe operazioni.
      Qualche giocatore deve ancora maturare (Reynolds), altri possono e devono ancora migliorare (Vina, Shomurodov, Abraham …), ma tolti i giocatori già fatti e finiti (Dybala, Gini, Matic …) l’impressione generale che mi dà la maggioranza degli acquisti giovani di Pinto è di giocatori senza grande potenziale, non paragonabili ai Pjanic, Lamela e Marquinos che vennero presi nei primi 2 anni dal fumante.
      Per me questa differenza è legata ad una “struttura “ attuale non adeguata.
      Con questo ti saluto

  3. Sono onestamente sincero. Le domande le leggo le risposte manco ci provo. Polisportivese dove la realtà è solamente una parola e la sincerità è un’estensione della fantasia. Tanta aria per dire pochissimo e quel pochissimo confuso e infelice.

    • “confuso e infelice” è la tua firma?

      Si può pensare quel che si vuole,
      ma come si faccia a dire che nell’intervista ci sia “poco” e pure “confuso”…. mah….
      Ha risposto su tutto e in modo molto diretto e chiaro.
      Però chiaramente lo affermi non avendo letto le risposte…. boh….

    • Ma se non le leggi come fai a dire come sono le risposte?
      È chiarissimo, invece, e risponde a tutto. Io però chiederei a Punto quello che nessuno ha fatto finora: come mai il primo anno ha potuto spendere e poi sono arrivate le restrizioni della UEFA? Il primo anno ha speso male quei soldi? Oppure, come mi pare di ricordare, il primo anno di una nuova presidenza i paletti vengono “abbassati”: però i Friedkin dissero subito di voler risanare il bilancio (ma spesero comunque novanta milioni). Quindi dove è stato l’errore? Si disse che il problema era stato la cessione voluta da Dzeko oltre all’infortunio gravissimo di Spinazzola. È questo che ha spostato i conti? Non si poteva evitare di prendere Abraham e provare a puntare su Shomurodov che ormai era stato preso come sostituto del bosniaco dispettoso e stava facendo benissimo? O forse si poteva vendere qualcuno invece di rescindergli il contratto, oppure si poteva sostituire qualche “intoccabile di centrocampo” con un giovane di belle speranze molto meno costoso?

    • Era uscita qualche mese fa una intervista di Mitrovic del Fulham dove confessava che era stato ad un passo dalla Roma, ed era forse lui l’attaccante che avrebbero ingaggiato se Abraham durante la missione dell’estate 2021 avesse rifiutato di passare alla Roma. Vedendo poi come Mou, impaziente di accogliere Tammy già durante le visite mediche, si capisce che Tammy è stato preso per richiesta esplicita di Mou. Chi conosce Mou sa che lui non è mai totalmente soddisfatto del calciomercato, e non lo esprime mai, anche quando vengono ingaggiati giocatori voluti da lui. Lui usa molto il bastone e la carota, che con alcuni calciatori funziona, ma a volte anche no. Se Tammy rifiutava ed arrivava Mitrovic, oggi avremmo secondo me la più forte prima punta in Serie A. Nella Nazionale della Serbia, Vlahovic in genere segna poco, chi la mette dentro in genere è sempre stato Mitrovic.

    • ma perchè ?
      credi che altre spcietà siano messe meglio ?
      ovvio che ci vorranno colpi di mercato, intendo intuizioni, e per quello ci vogliono occhio, fortuna e un allenatore che li valorizzi.

      senza fiducia si va poco lontani.

      ❤️🧡💛

    • ti aspettavi un “domani compriamo Halland e Kante, l’accordo con la Uefa è carta straccia,
      spezzeremo le reni alla Premier, metteremo su una rosa di 89 giocatori”?
      Perchè non ha detto nulla di sorprendente, ha solo fatto un riassuntino chiaro e diretto
      di quello che chiunque abbia voglia di informarsi sa da mesi.

    • lasciamo lavorare sta società magari auguriamoci buona fortuna….che la sfiga di avere ogni anno il giocatore più importante che si infortuna…. è assurda

  4. E’ chiaro che Tiago Pinto ha una visione tutta sua della situazione tecnica e finanziaria della Roma,ma questo è scontato,altrimenti avrebbe dovuto rassegnare le dimissioni sotto Natale.
    Quello che si deduce è che a gennaio non arriverà nessun acquisto mentre verrà ceduto in prestito gratuito qualche esubero (Karsdorp e Shomurodov),ammesso che qualche squadra si accolllerà i relativi ingaggi.
    Il regista di centrocampo rimane e rimarrà una chimera. L’unica ancora di speranza a fronte di un panorama desolante è Josè Mourinho.

    • Come Ivo, tu non hai letto le risposte. O peggio, le hai ignorate. Ha detto chiaro e tondo che nessuno parte solo in prestito. Ripubblico:
      “Col prestito risparmi l’ingaggio ma non basta per prevedere entrare. Sarà così anche a gennaio. Chi parte lo farà in via definitiva. Come vede non mi nascondo: parlo poche volte, ma dico sempre la verità.”
      Ti/vi basta?

    • “Col prestito risparmi l’ingaggio ma non basta per prevedere entrare. Sarà così anche a gennaio. Chi parte lo farà in via definitiva. ”

      e tu ne ricavi “a gennaio verrà ceduto in prestito gratuito qualche esubero “.

      ma io boh….

    • A Zeno’ hai fregato pure la tombola..quella al massimo arriva a 90..te co ste mixxate arrivi a200🍊😁😁😁🤣

  5. Un’intervista seria, chiara, corretta, e che dovrebbe chiudere tutta una serie di vaneggiamenti
    che vanno avanti da 2, se non da 6, mesi.

    Ma sono abbastanza sicuro che da domani si ricomincerà a sparlare di Frattesi,
    di prestiti di mezza squadra, di Zaniolo (su cui ha detto che non ci saranno problemi
    per il rinnovo, ma che conta vero?) e di gente che costa 20-30ML….
    Se c’è una cosa che mi ha lasciato un po’ così è l’ammissione che Smalling
    non ha ancora dato una risposta: sarei un po’ deluso umanamente dal
    ragazzo se andasse davvero via per una questione di pochi (per lui) soldi.
    Poi non sarebbe il primo e manco l’ultimo, ma mi sembrava uno di quelli
    che si attacca un po’ più alla maglia.
    Detto questo, non ha 25 anni e comunque tra 1-2 anni andrebbe sostituito.

    Ah, ha spiegato il transfer balance davvero per dummies:
    quanti giornalisti (?) e tifosi isterici avranno capito?

    • se pensi che in estate vedevano Ronaldo mascherato all aeroporto, ed in molti credevano possibile il suo arrivo….

    • Anto, trovo encomiabile il tuo sforzo di difendere sempre e comunque la dirigenza del momento, come Gaetano…anche a me è successo di farlo, perfino con monchi..ma per quanto mi riguarda le chiacchiere stanno a zero. Pinto ha descritto il suo mondo meraviglioso fatto di cose eccezionali, ma io (e penso pure te) continuo a vedere una squadra fuori dalla zona Champions e con i conti che invece di migliorare peggiorano. Con prospettive abbastanza inquietanti per quanto mi riguarda. Quindi ok, Pinto ha risposto su tutto, è bravo, sono tutti bravi, ma vorrei tanto vedere (e penso pure te, e tutti qua dentro) questa bravura sul campo prima o poi. Altrimenti restano parole vuote e anche inutili, tipo i commenti dei giocatori sui social

    • Maurizio,
      in campo vanno i giocatori, e molti, troppi, stanno rendendo sotto le aspettative,
      e alcuni anche sotto il loro livello standard.
      Zaniolo, Mancini, Rui Patricio, Zalewski stanno rendendo
      meno della scorsa stagione, dove giocavano nella stessa posizione
      con lo stesso allenatore quindi non è un discorso di schema.
      Spinazzola non è ancora neanche al 70%, ma deve giocare per recuperare.
      Abraham sembra posseduto, e io non credo che nessuno al mondo
      si aspettasse questa involuzione (spero temporanea).

      Discorso a parte per Cristante e Belotti: per me sono questi,
      aspettarsi di più in effetti è stato un errore di tecnico e società.
      Ma chi non ne fa? I super esaltatissimi Massara&Maldini con CDK tipo?

      Se ci aggiungi che quello che doveva dare la svolta al centrocampo
      non lo abbiamo mai ancora visto per PURA SFIGA.
      che a Novembre abbiamo dovuto giocare senza Dybala e Pellegrini che
      restano i giocatori che creano gioco (2 punti in 3 partite, magari è un caso, magari no),
      che Celik è stato fuori un mese per un fallo di un suo compagno,
      magari qualche ragionamento aggiuntivo rispetto all’insoddisfazione per
      la posizione attuale si può fare.

  6. finito di leggere..ho come una dannata e smisurata voglia di sprofondare. Austerità, resilienza, virtuosismo. Stessi temi che ascolto da iMigliori che ci hanno governato da 30anni ad oggi.
    Salvo poi andare a verificare se le loro ricette sono state giuste e ti accorgi di essere in condizioni spaventosamente gravi, economia allo sbando, svendute le proprietà, disoccupazione raddoppiata, sanità pubblica chiusa ect.
    Auguro che almeno nel calcio non siano iPoveri (tifosi) a pagare stipendio, compensi e buonuscite dei iMigliori…
    Forza Roma, sempre!

    • beh,
      mo c’abbiamo Giorgia dai, non sei contento?
      sì dovevano toglie le accise e invece ieri la benzina è andata su
      di 20 centesimi perchè dovevano trovare le risorse per aumentare la flat tax
      agli autonomi…. ma che ce frega no?

    • Il feedback mi conferma: d’altronde siamo oltre la ventesima edizione del grande fratello; 3/4 vaccinazioni per anno, che ora ha cambiato nome e si fa chiamare booster; Maria e il marito (?) coi baffi…padroni dei palinsesti.
      E mi tocca leggere di antifascisti con la terza elementare, di economisti che manco le tabelline, tutto tranne che di calcio! Che non abbiamo un secondo portiere, un centrale di difesa mancino, di un regista, di un’ala-seconda punta..no, non è compito del ds, no…
      Forza Roma sempre!

  7. Ma che ve doveva di’? Mi pare che ha detto chiaro e tondo come stanno le cose al di là delle letture “politiche” di ogni versione giornalara. I discorsi stanno a zero, il FPF, volendo fare le persone serie, limita i margini di manovra e le possibilità di arrivi di peso a meno che, prima, non si creino gli spazi economici con cessioni. Solo non rispettando tali regole si può allestire un dream team capace di farci sognare, ma capace anche di farci finire, come società, davanti a un tribunale sportivo e non solo con conseguenze immaginabili. Gli americani hanno una mentalità diversa dalla nostra, se vogliamo più semplice, ma anche più corretta. Non che non ci siano i furbetti anche da loro, ma da loro non godono dell’ammirazione di cui godono da noi, anzi…. Per cui la mentalità corrente è che se le regole ci sono, vanno rispettate, anche se non condivise. Si può lavorare per cambiare le regole, ma finché sono in vigore vanno rispettate. Questo è quanto ed è inutile fare ipotesi di acquisti da prima pagina. Anche su questo forum, prima di scrivere io prenderei questo o quello, bisognerebbe indicare dove trovare la quadra economica. E la strada non può essere le tasche del presidente perché la Società ha un bilancio sociale suo che deve essere rispettato e non può e non deve essere un pozzo senza fondo che, o prima o poi, ingoierebbe tutto, tifosi compresi. Buon Anno a tutti.

    • E se invece di “buttare” soldi in gocatori improbabli e ingaggi faraonici dati a gentuzza come Cristante e Mancini si fossero usati per comprare giocatori utli e funzionali non sarebbe stato meglio? Il punto è che bisognerebbe saper andare “in giro” a cercarli, e non molti sono i dirgenti capaci di farlo. Lui evidentemente no.
      Poi certo, a coprire l incapacità c è sempre l alibi dell’FPF

    • Mancano 20 e passa partite. Il secondo posto è virtualmente a 6 punti, e per il momento rientri in tutte le competizioni.
      La situazione sarà sempre incasinata (o vogliono vendere la migliore per poi farci incazzare). Io tutta sta disperazione io non ce l’ho. Stiamo nella situazione in cui stiamo, ma continuiamo a lottare per andare meglio. Sti anni passati e presidenze passate che siano di lezione per evitare isterismi convulsi. Fiducia a JM, al DS ed alla presidenza. Fatto stà che quando Pinto dice che 1 anno qui sono 3 anni da un’altra parte, ha pienamente ragione.

  8. La cosa che più mi diverte è che praticamente ha sbugiardato la gazzetta stessa che continua a parlare di depaul aouar frattesi & co. La cosa più importante sarà trovare la capacità di spremere il sangue dalle rape che vanno in campo ogni settimana. Parliamoci chiaro, se non si va in champions il ridimensionamento sarà enorme. A partire dal tecnico. La soluzione per evitare tutto questo e continuare a sognare è la più semplice di tutte : vincere le partite. Iniziare a fare un filotto di vittorie..3,4 o 5 magari cosa che non accade da tempo immemore. Sento parlare e leggo, in questi giorni, di senatori ebbene, a parer mio , l unico senatore a vita è la Roma stessa niente deve e può essere al di sopra . Chi non è d accordo a sputare il fegato per la Roma si metta alla porta in cambio di milioni perché de cazzari presuntuosi ne abbiamo visti a centinaia. Forza Roma.

    • “Chi non è disposto a sputare il fegato, si metta alla porta in cambio di milioni”.
      In effetti per comprarli c’è la fila…..

  9. Dovremo fare i conti col FPF e non comprare campioni per 4 anni?
    Allora lasciate andare Mourinho in Portogallo!
    Per QUESTA Roma è meglio un allenatore da campo

    • Io sono contento per il momento. Sesto posto? Ma perche’ il 4 gennaio il campionato ricomincia o finisce? La vuoi sapere una cosa – te la dico lo stesso – ? Gia’ il fatto che i lazziesi hanno smesso (o quasi) di parlare di gobbe’n’faggia, noi 5 trofei voi zeru tituli etc… per me e’ una vittoria e sono contento. E chi si accontenta gode.

    • Io non sono contento dei sesti posti e coppe dei settimi.
      Chissenefrega dei laziesi!

    • Il “garante” dei sold out è il mister con la sua storia, il suo carisma e “fascino” … finché ci sarà lui, rimarrà SEMPRE la SPERANZA che le cose possano cambiare in corso d opera pur con la mediocrità acclarata di alcuni componenti della squadra … rimane il fatto che già da domani si dovrà vedere un inversione di tendenza rispetto alle poco confortanti prestazioni di TUTTA LA STAGIONE SCORSA (fatto salvo il cammino conference) con i picchi in negativo di bodo, udine, venezia (andata e ritorno) e rube in casa con il risultato ammazzamorale di 3-1/3-4🙈… SCHIFEZZE COSÌ, PERSONALMENTE, NON NE VORREI PIÙ VEDERE INDIPENDENTEMENTE dalla scarsezza di taluni protagonisti in campo, vina, ibanez cristante e patricio (quando ritira la mano battezzando i tiri fuori o quando si butta sempre dal lato opposto quando gli tirano un rigore) su tutti…

  10. Apprezzo la sincerità di Pinto ma gli avrei chiesto, visto il clima di austerity che ha prospettato, come gli è saltato in mente di rinnovare Mancini e soprattutto Cristante a 3mln.

    • Perchè sono giocatori utili – non sono campioni, ma nemmeno pippe da serie B – e visto che non c’è moneta in cassa per fare mercato, conviene rinnorvare piuttosto che perderli a zero.
      Lasciamo stare le discutibili cifre dei loro ingaggi, ma se perdi due titolari del genere a zero, poi chi compri per rimpiazzarli, se non puoi spendere manco 20 milioni per un Frattesi qualsiasi?

    • Perchè se non rinnovi li perdi a zero,
      e pare che i grandi campioni della difesa per 3ML non ti rispondano neanche al telefono.
      Poi guarda io preferisco Bove a Cristante, pure Darboe senza una gamba a Cristante,
      ma umilmente mi rimetto al parere dei professionisti del settore….
      e i discorsi finanziari sono un’altra cosa.

    • Forse perché, tolto qualche interessante parametro zero, è il meglio (o meno peggio) che ci possiamo permettere. Con me sfondi una porta aperta, io quei 2 non vorrei vederli più manco in allenamento… temo che saranno i titolari ancora per svariato tempo, invece.

    • Forse è come dite voi ma, fossi stato il giornalista, la domanda l’avrei fatta comunque. Non sono addetto ai lavori ma sono convinto che giocatori come Mancini e Cristante ne trovi quanti ne vuoi in giro per il mondo o semplicemente se cerchi bene nelle serie minori.

    • Io penso che anche C-3PO di Guerre stellari al posto di Cristante nei cambi di direzione sia più agile.

  11. Condivido tutto ciò che Pinto ha detto; ha fatto capire che i giocatori forti arriveranno ma ancora a parametro zero. No problem, basta che in ogni sessione si migliora, daje.

  12. Dopo le parole de Pinto,penso che questo incapace deve andare via da Roma, perché se dobbiamo rispettare i parametri del FFP, dobbiamo comprare buoni giocatori o scovare giocatori ancora non conosciuti,ma forti questo non è capace. Poi mi sembra che queste parole li sentiamo da 20 anni,e stiamo ancora a giustificare queste società americane,affariste e incompetenti, che spero che se ne vadano al più presto da Roma perché sono la nostra rovina.

    • Felice, come te vorrei vedere la Roma sul tetto del mondo, ma siamo in Italia, un paese dove la burocrazia e sistema non aiutano affatto investitori stranieri a venire… poi siamo a Roma ed i miliardari arabi che (forse)vorresti vedere al posto dei Friedkin non li vedrai mai da queste parti perché ti ricordo che in mezzo alla ns cara città, c’è ne un’altra piccola per dimensioni ma grandissima per influenza, m’hai capito?i mussulmani non li vedrai mai gestire una squadra romana..neanche sulla sponda formellese, quelli vestiti di bianco preferiscono ancora uno marcio come quel pinguino di lotirchio.
      Poi Pinto non è un DS, lo sappiamo tutti…bisogna essere pazienti, intanto i Friedkin stanno spendendo una marea di soldi, non glielo puoi negare.

    • E secondo te in Italia chi è che mette 700 milioni per comprare e gestire il corrente della Roma?}

  13. il quadro desolante che viene fuori da questa intervista stride con le ultime operazioni di mercato e con lo stesso allenatore. Dybala che l’hai preso a fare?
    Mancini e Cristante a 4 milioni e passa perchè?
    Winaldum?
    Credo che Mourinho a giugno saluta tutti.
    La strada, come ho scritto ieri in un altro post, è quella di lanciare giovani di 18/20 anni per azzerare in pieno il monte ingaggi

    • Perdere Mourinho e lanciare in prima squadra 7-8 ragazzotti scappati di casa – pensiamo davvero che i vari Bove, Volpato, Tahirovic e il polacco appena uscito siano dei top player in divenire ? – significherebbe rendere un miraggio anche il settimo posto.

  14. con questa intervista ha inguaiato i giornali sportivi e i siti. ora da qui fino a fine gennaio non potranno più spararci le solite buffonate, tipo arriva depaul, Ronaldo, Frattesi etc etc. almeno una cosa positiva è questa

    • Questa intervista dettagliata serviva proprio per questo secondo me, smorzare le troppe voci di calciomercato tipo un Depay e Frattesi ad esempio, soprattutto quest’ultima trattativa.
      Aouar però non la vedo impossibile come arrivo perché va in scadenza in estate, e l’Olympique Lione potrebbe essere interessata Karsdorp che secondo me è difficile ricavarci granché allo stato attuale. Qualcosa potrebbe pure venirne a capo tramite una formula che rappresenti uno scambio, anche se tenterei di inserire qualche opzione per qualche giovane talento dell’OL che ne ha al momento 3 in rampa di lancia, giocare di anticipo per la prossima sessione estiva perché uno di questi 3 potrebbe risolverci anche molti grattacapi ed intanto lo blocchi.

  15. Quadro desolante! Aspettiamo la champions come se fosse la soluzione di tutti i mali e mi chiedo se mai saremo capaci di aumentare il nostro Fatturato, champions a parte! Da quello che ho letto, facciamo una sorta di beneficenza a portare uno sponsor sulla maglia, le cifre che ci danno sono ridicole, ma possibile non si riesca a strappare contratti vantaggiosi? New Balance mi sembra di aver capito ci dava quattro spicci, stesso discorso per digitalbites, io non lo so se l’ultimo dirigente arrivato sarà in grado di farci aumentare sto benedetto fatturato ma se ci si riesce non si va lontano! Capisco che la serie A ora come ora non vale la Premier ma i nostri numeri non sono neanche da squadra che milita nei bassi fondi. Qui o subentra un socio forte che pompa soldi con sponsorizzazioni fittizie (Tipo PSG) o non ci schioderemo mai.

    • Concordo, la Roma potrà diventare un Top Club solo con Sponsor Top. Se non aumentano i ricavi giocatori forti difficilmente arriveranno. Adidas pagherà bene, circa 40 netti all’anno. Poi metterei un top sponsor da 30 milioni, Stadio altri 50-70 netti, Champions 30 netti. La Roma potrebbe fatturare 150 milioni in più una volta realizzato lo Stadio. Inizierei però a mettere gli sponsor remunerativi.

    • Pari dal presupposto che il West Bromwich Albion , che è il club che incassa meno di tutti in Premier , incassa 94,6 mln dalle TV contro gli 84,2 Mln dell’Inter che è quella che prende di piu in Italia , 77,9 la Juve , mentre la Roma 64,1 mln …senza parlare degli sponsor del fatto che tutti i clubs hanno il loro stadio e incassano un casino dal merchandising … questo è il quadro desolante.
      Per quel che incassa la Roma , al momento già è un miracolo avere Mourinho e giocatori della statura di Dybala Wjinaldum Abraham e Matic , certi commenti sopra da bimbi viziati che chiedono come diritto acquisito al padre operaio il ferrarino , è l’altro quadro desolante.

    • I nostri contratti sono assolutamente in linea
      con il nostro bacino di utenza e con i dati di vendita commerciali,
      che è l’unico parametro che condiziona i contratti a quei livelli.

      Ad esempio, l’ultima stima ufficiale del numero di tifosi fatta ad Agosto è questa:
      Juventus: 8.056.000;
      Milan: 4.167.000;
      Inter: 3.919.000;
      Napoli: 2.636.000;
      Roma: 1.818.000.
      Noi abbiamo un quarto dei tifosi della Juve, la metà delle Milanesi,
      non garantiamo al momento un piazzamento in CL: pensi ci possano pagare
      quanto loro? Sarebbe come pretendere che la pubblicità su La Nove o sul Tirreno
      costi quanto quella su Rai 1 o il Corriere della Sera.

      Poi vai allo stadio e vedi metà dei tifosi con magliette FALSE,
      fuori è pieno di bancarelle che vendono merchandise FALSO
      (prova a farla a Londra o Monaco una cosa del genere….).
      Pensi che la NB o l’Adidas non lo sappiano?

      Le cifre percepite sono assolutamente adeguate alla nostra dimensione e realtà,
      anzi, Digitalbits ci paga quanto l’Inter, e non ci sarebbero motivi,
      ed entrare nella galassia Adidas non era davvero scontato.

      Poi sulle sponsorizzazioni fittizie: sono rimasti solo gli sceicchi a farlo.
      E lo fanno solo i Qatariani a Parigi e gli Arabi in Inghilterra.
      E credimi il calcio c’entra molto poco, come c’entrava poco per Abramovich,
      e in un certo senso anche per il Berlusca negli anni 90….
      E’ un passepartout, e il fatto che nessuno di questi soggetti investa in nessuna
      squadra in Italia dovrebbe darti la risposta definitiva.

      Poi dimentichiamo sempre che la Premier ha degli introiti da diritti televisivi
      CINQUE VOLTE i nostri, e questo non dipende certo da Pinto.
      Il Bournemouth incassa ogni anno molto più della Juve per dire, pur avendo
      uno quota di tifosi stimata in 50.000 scarsi.

      La Champions ti porta 50ML subito, magari non è la soluzione a tutti i mali,
      ma certo aiuta….

    • Anto’, concordo con (quasi) tutto, ma non dirmi che il “fake merchandising” e’ un fenomeno SOLO italiano. Ci sei mai andato al Fulham Market, vicino allo stadio del Chelsea?

    • Anto (Origonale) non sono d’accordo sul bacino d’utenza di Juventus, Inter e Milan (se no facciamo come all’epoca di Galliani) hanno la maggior parte dei tifosi al Sud e dubito comprino tutto il merchandisong ufficiale o si abbonino a pittaforme singolarmente, tutt’altro credo. Pensa solo al fatto che la Regina d’Italia ha ridotto la capienza del vecchio Delle Alpi facendolo passare da 67000 a 45000 posti, direi una bella sforbiciata per chi vanta 8 mln di tifosi non trovi? Poi ricordo anche che hanno chiuso il canale TV (Juventus Channel) per il basso rapporto ricavi/costi, evidentemente nn poteva vantare molti abbonamenti. La vedo molto diversamente sulle nostre potenzialità, considerando anche il fatto che siamo una compagine che vince molto “poco” per cui molti tifosi non vengono attratti. Sarebbe interessante sapere quante magliette “originali” sono state vendute quest’anno anche rispetto alle altre squadre per capire la differenza reale che c’è tra noi e loro. Poi Dldallo Sponsor di maglia la Roma percepisce (correggimi pure se sbaglio) 8 mln onestamente per un Club che è sempre stato in Europa, direi anche a certi livelli, mi sembra pochino, 1 mln in più dell’Atalanta che ne prende 7, pari a quanto prende la Lazio ma meno di Napoli, Inter etc… penso si possa fare meglio e dire di voler raddoppiare se nn triplicare questa voce non mi sembra un la bestemmia. Esiste anche la bravura in campo finanziari e visto i personaggi che stanno entrando in società credo si debba pretendere di più.

    • Snake,
      se tu vedi quanto incassa il Liverpool dalla vendita magliette,
      e quanto la Juve (non dico noi, la Juve),
      capisci che a prescindere da quello che vedi la realtà è abbastanza chiara.
      Un tifoso in UK si vergogna ad andare in giro con una maglietta falsa,
      la bancarelle le vendono quasi solo ai turisti che non sanno neanche
      cosa stanno comprando (tipo il vetro di Murano a 5 € a Venezia….).

      Dan, a prescindere dalla collocazione geografica dei tifosi
      (ma ti assicuro che Veneto e Toscana sono piene di Juventini, anche in contrapposizione
      a Firenze nel secondo caso) fanno dato i numeri di visione:
      una Juventus-Bologna ha 4 volte gli spettatori di un Roma-Bologna.
      E questi sono dati ufficiali di Sky, e dubito sia cambiato con Dazn….

  16. cambiano gli interpreti ma le dichiarazioni sono sempre le stesse, far play finanziario, si compra solo se si vende e bla bla bla da pallotta a friedkin la musica non cambia ci aspettano ancora anni difficili salvo miracoli come quello della coppa vinta lo scorso anno

    • non è un bla bla bla .. è una REGOLA che se non rispetti , ti escludono dalle competizioni europee e ti bloccano forzatamente il mercato in entrata e in uscita , se ti è sfuggito , la Roma per non incorrere a sanzioni ben piu pesanti ha pagato 5 milioni di ammenda ed ha aderito al programma di rientro in 5 anni con la uefa .
      Ma come vedo , malgrado tutto …con Dybala Wjinaldum Matic Celik Belotti Solbakken Svilar in entrata , con 50 mln rientrati nelle casse …. si vuol far fuori l’autore , illudendosi che se arriva un altro senza soldi faccia meglio.

  17. per poter risparmiare uno stipendio alto, al caro Pinto viene chiesto di fare il doppio incarico: DG e DS, mentre sicuramente è più bravo a fare il DG e non il DS… Piaccia o no, è una persona pacata che, nonostante l’età relativamente giovane per il posto occupato, sa gestire le situazioni che si trova davanti con efficacia e riservatezza, poi lavorare con Mourinho non deve essere una passeggiata ogni giorno..Errori ne ha commessi come lo ha sottolineato @nonymous, ma purtroppo noi tifosi normali non sappiamo cosa si nasconde dietro le quinte di questo teatro che ci offrono i media, perché in realtà, il 99% dei ns commenti e pareri vengono espressi in base ad articoli redatti da chi parla ma non sa (o sa molto poco), mentre più spesso dovremmo commentare i fatti e non l’aria fritta vomitata da pseudo giornalisti.
    Forza Roma!

    • Vale solo per noi, ed in più noi abbiamo i danni del broccolaro in aeternum.
      Per questo sono arrivati i Friedkin, mandati direttamente dal Salvatore.

    • guarda che non ha detto che arriviamo 5-6i per il FFP.
      Ma una discussione seria non riuscite davvero a farla?

    • non è un alibi … hanno altri fatturati , è come se il bologna pretendesse di avere gli stessi parametri di mercato … comunque magrado ciò 2 semifinali e una vittoria in campo europeo , e negli ultimi 20 anni , tolti gli ultimi 2 , siamo una delle squadre di vertice in Italia.

  18. Premessa la fede incrollabile è l’abbonamento fatto a prescindere, sono a dir poco deluso e seriamente preoccupato da quello che ho letto.

  19. cmq si parla tanto di scovare talenti, perché che stiamo facendo….
    poi se tutti pensate che sia facile riuscire a trovare i nuovi zidane vabbe avete ragione voi, fate passare il napule per geniali scooter, infatti ne ha trovato uno di giocatore ed è oncora al primo anno, il bilan che compra un portiere di 24 anni e lo fanno passare come una grandissima promessa del calcio mondiale.
    qui o si torna alle plusvalenze o si fa economia.

  20. Alcune esternazioni all’apertura del mercato mi sembrano un po’ ingenue. Sul nuovo FFP ,invece, mi sa che avevo capito bene, anche arrivando in Champions, se vendo , che so, Zaniolo a 25 , potrò comprare un giocatore che costa meno e guadagna meno , è ancora più stringente di quello passato. Sabatini oltre alle mosse da gatto maculato ,ha spesso anticipato le spese degli anni successivi, una volta mancata , però, la qualificazione in Champions e con pochi gatti maculati, è andato via lasciando non pochi guai. Il curatore fallimentare Monchi ha fatto poi il resto e ci ha lasciato in eredità tanta 💩

    • Cara mia , buongiorno. Vedi tu parli di merd*. Ma un modo per uscirne ci sta , e si sta pure attuando, mettere più ragazzi in prima squadra e avere pazienza, aspettare.
      Abbiamo aspettato 18 anni per vincere il terzo scudetto. 60 anni per tornare a vincere un trofeo europeo. Possiamo pure aspettare i nostri ragazzi. In Italia ci sta questa usanza di considerare giocatori della primavera, ragazzi che in altri stati giocano titolari senza problemi.
      Ma alla fine ci sta sempre un grosso problema , il famoso Palazzo. Il palazzo che ha permesso al Milan di iscriversi al campionato che lo ha portato in braccio in Champions e che ha contribuito a fargli vincere uno scudetto.
      Ora non e’ che stanno nell’oro, però certamente non si trovano più nella situazione di merd* in cui stavano fino a tre anni fa.
      Mi chiederai ma allora cosa vuoi? Vuoi gli aiuti del palazzo corrotto? Assolutamente , io voglio vincere con le mie forze. Quello che voglio e’partecipare a un campionato REGOLARE. Dove se gioco a Milano col Milan non devo stare in campo con l’ansia che l’arbitro ci possa fare qualche porcheria.

    • visto che hai menzionato Monchi, hai visto dove sta il suo Sevilla Fc? Per chi credeva che era stato pagato per farci fallire…

    • Per la verità Monica, le squadre costruite da Sabatini in estate, a parte i primi due anni di ricostruzione, centrarono 3 secondi posti ed un terzo posto.
      Sabatini una volta raggiunta la CL non l’ha mai più fallita.
      Anche l’anno 2016-17 quello in cui lasció ad ottobre, arrivammo secondi con Spalletti e a Monchi bastarono 3 cessioni pesanti entro giugno per 110 ml (Salah, Paredes, Rudiger) per rimetterci completamente in carreggiata sul fronte bilanci.
      Ricordiamoci sempre che del primo mercato di Monchi l’unico ad essere utile alla causa fu Kolarov (spesa 5 ml) probabilmente un suggerimento di Baldini, mentre gli altri furono acquisti inutili e costosi (Shick, Defrel, Karsdorp…).
      Giusto per puntualizzare.
      Chi ha mancato la CL furono tutti quelli che hanno preso il posto di Sabatini.

    • Vegemite, ,l’anno dell’esonero di Garcia ,Spalletti subentrò e centro’ il terzo posto posto, preliminari di Champions. L’estate Sabatini non ha potuto spendere proprio per l’incertezza e fece un mercato di soli prestiti e pagherò (Juan Jesus,Mario Rui,Fazio) e cedette Pjanic, ritorno’ Paredes. Non passammo i preliminari e l’anno seguente c’è un stato bisogno di 100 mln di plusvalenze!

  21. la Roma della prima parte di campionato una squadra inguardabile…per colpa di tutti. il mercato di pinto non è stato da 7 ma nemmeno da 4 …ha preso tutti parametri 0 e speso solo 7 per Celik che sinceramente poteva risparmiare. E’ chiaro che ora ci si aspettava un aggiustamento della Rosa….ma se non è possibile si va avanti con quelli che abbiamo. ma i rinnovi di cristante e altri se li può risparmiare ani ce li può risparmiare.

  22. Comunque, ragazzi, vi informo che leggere domande e risposte, ripeto domande e risposte non è peccato. Giuro.
    ❤️🧡💛SSFR💛🧡❤️

  23. Il fatto è che quando spendi devi spendere bene. Elogio per gli acquisti di Wijnaldum e Dybala a zero, erroracci nel spendere 60 milioni di euro per due giocatori da metà classifica. Non ci si può permettere di sbagliare gli acquisti perché se non rendono, non vai in Champions e quei 60 milioni non li riprendi più. Anche il Milan spese 200 milioni per comprare giocatori non eccellenti, dopo ha cambiato strategia e spendendo meno ha reso di più. Non tanto quanto spendi ma come spendi.

  24. Tiago mi piace per la sua schiettezza e anche per la pazienza e chiarezza con cui spiega certi tecnicismi regolamentari non sempre chiari ai più e quelli che sono i progetti e il percorso che il club dovrà seguire in questi prossimi anni.
    Temi che, a dir la verità, sono sempre stati chiari sin dal primo (e anche ultimo) discorso programmatico della società.
    Mi sarebbe piaciuto chiedergli come mai, proprio in considerazione di questo, sia sia pensato a Mourinho quale profilo ideale per questo tipo di percorso. Ma senza alcuna polemica di fondo, solo in virtù del curriculum del tecnico di Setubal e la sua consuetudine a lavorare con ben altre premesse di fondo.
    Così come gli avrei anche chiesto conto di alcuni rinnovi che mal si conciliano apparentemente con le necessità del club e di alcuni investimenti onerosi che non hanno esattamente convinto. Avrà pure abbassato il monte ingaggi liberandosi di tutti i profili che non giocavano mai, ma resta il fatto che le spese per il personale coprono ancora quasi il 90% delle entrate del club.
    Voce che dovrà necessariamente scendere al 70% nel giro di un triennio.

  25. Comunque , alla luce di quanto spiega sull’accordo così stringente con l’Uefa, appaiono ancora più senza senso i rinnovi a quelle cifre dei protagonisti dei sesti-settimi posti. Dopo la crisi COVID e la mancata qualificazione in Champions doveva proporre un contratto a ribasso come fatto dal Napoli con Insigne o a poco di più come fatto con Fabian Ruiz altrimenti trovatevi una squadra! (e quando mai? Alla fine ce li avremmo sul groppone ,ma a costi inferiori,tanto non avrebbero trovato chi dava loro di più)

  26. Ma che vi aspettavate ?

    Che arriva uno e in 5minuti risolve tutti i problemi che ci ha lasciato PALLOTTO ?

    Ve lo dico da ANNI ormai :

    IL MALE CHE CI HA FATTO PALLOTTO CE LO PORTEREMO DIETRO PER DECENNI.

    Ed e’ per questo che lui e’ stato :

    IL PEGGIOR PRESIDENTE DELLA STORIA DEL CALCIO.

    Ficcatevelo in testa e piantatela di sorprendervi dell’ovvio.

    • A te di male ne deve aver fatto proprio molto da come sei ridotto 😎
      Le responsabilità di Pallotta sono chiare e gravi e dureranno per secoli, ma così giusto per curiosità ci dici quando inizieranno le responsabilità della nuova proprietà?

  27. Potrà piacere o meno, ma risponde chiaro e preciso alle domande poste e chi non capisce è perché o non vuole, oppure è drammaticamente privo di mezzi cognitivi.
    La differenza rispetto alle espressioni involute e gergali di Petrachi, ai voli pindarici ed immaginifici del Fumante, per non parlare dei proclami mendaci del mago di Siviglia è eclatante.
    Dopodiché a non piacere è la situazione finanziaria della Roma, ma questa è.
    Chi ancora, di fronte a questa evidenza, consacrata dagli oltre 200 mln di perdita dell’ultimo bilancio e dall’accordo con la UEFA, si lamenta del mancato acquisto di Enzo Fernandez può essere considerato un negazionista, alla stregua di chi pensa che nei forni crematori ci cuocessero il pane.
    Dalle risposte date si capisce chiaramente che:
    1. Si proverà a vendere Karsdorp, anche a sconto ma non a zero, e con il ricavato forse di proverà più a prendere un quinto centrale che non un altro laterale, visto che con la possibilità di schierare a dx, oltre a Celik, uno tra Spina e Nicolino, possiamo stare così.
    2. Si proverà a vendere altri esuberi, Shomu in primis, e giovani che ormai devono spiccare il volo (Volpato e Bove) e con il ricavato si andrà alla ricerca del regista che manca.
    Certo, sarebbe stato meglio sentirsi dire che puntavamo a De Paul ed altri simili, ma preferisco il triste realismo al sadico perculismo.

    • Certo Dero che ha risposto in maniera chiara, precisa e aggiungo anche onesta.
      Ma non l’abbiamo ingaggiato per rilasciare interviste alla Gazzetta dello Sport ma per gestire al meglio il settore sportivo cosa che ha fatto forse solo nell’ultimo mercato.
      Francamente preferivo ascoltare i voli immaginifici del fumante piuttosto che fare bagni di realismo con questo GM.
      Per quanto visionario, Sabatini comunque era anche quello che in una sessione estiva ci ha portato DZEKO, SALAH, RUDIGER, EMERSON, DIGNE, SZCZESNY cedendo ROMAGNOLI, BERTOLACCI, YANGA, DESTRO, DOUMBIA e LIJAIC e facendo pure 30 ml di attivo.
      Possibile che ci siamo dimenticati così in fretta di certi capolavori e finiamo per assuefarci a questa mediocrità assoluta?

  28. al di là di qualche scommessa persa ( Svilar , Vina ) che ogni squadra commette , gli errori che paghiamo e pagheremo per altri 3/4anni sono stati gli investimenti sovradimensionati di Abraham (60milioni in tutto ) di Shomu( 22) che si vedeva che non avevano le qualità per valere quelle cifre e i rinnovi di calciatori normali a cifre da top player, sono più di 100 milioni per avere l’ attacco da squadra di bassa classifica e un monte ingaggi da Champion: questi sono fatti , è vero che a posteriori tutti sono buoni a parlare ma, ripeto il valore dei giocatori era ed è sotto gli occhi di tutti, senza contare che gli unici giovani centrati erano già nostri , non ne abbiamo azzeccato uno preso in giro nel mondo ; sicuri che non si poteva fare di più? Godrei se fossi smentito da una corsa Champion nel 2023. Forza Roma

    • Ma ‘nfatti… Lo scorso anno Abraham era un fenomeno e occhio che il Chelsea ci paga 80 Mln e se lo riprende e quest’anno si vedeva subito che era una sòla. Evviva la coerenza. Poi però tutti a dare lezioni a Pinto di programmazione e scouting…

  29. Intervista onesta relativamente alla situazione attuale: ma a Pinto non gli si può certo imputare il fatto di essere un dirigente disonesto e chiacchierone o di aver mai preso in giro i tifosi.
    Anche quando si auto incensava col 7.5 in fondo lo faceva perché ci credeva veramente (!!!!!!), quando invece si vedeva lontano un miglio (almeno il sottoscritto e pochi altri) che quel mercato era stato un vero disastro.
    Certo a posteriori mi sarebbe piaciuta un po’ di autocritica sul suo primo mercato estivo, quello che ci ha posto quell’anno tra le prime 5 società europee per spesa, ma che a mio avviso non ha assolutamente rinforzato la squadra, perlomeno non quanto era lecito attendersi dopo un’investimento così importante.
    Troppo facile parlare solo dell’ultimo, condotto invece in maniera eccellente.
    La realtà, vista da fuori, è attualmente quella di una Roma fragile che cammina sul filo di un rasoio.
    Nell’immediato farà tutta la differenza del mondo entrare o meno in CL: dai proventi Champions dipenderà il mercato e la permanenza di Mou.
    Ma anche ammesso che la Roma ce la faccia ad arrivare tra le prime 4, per me non ha i necessari anticorpi per rimanere nelle prime posizioni.
    Pinto parla di rivoluzione del reparto di scouting e match analysis: ma cosa fanno costoro?
    Qual è stato il contributo degli scouts negli ultimi mercati?
    Io continuo a vedere una Roma debolissima nel settore sportivo.
    La vera svolta la Roma la farà ingaggiando dirigenti all’altezza.
    Pinto per quanto brillante e volenteroso da solo non basta.
    Se solo ingaggiassimo Rudi Voeller, lui sarebbe in grado di innescare un processo virtuoso di potenziamento.
    Rudi ha fatto il giocatore, il tecnico, il DS e il DG: meglio di così!!!!

    Cari Friedkin sarebbe importante che realizzaste quanto prima che non potremo mai cavarcela nei prossimi anni senza qualcuno che riesca a prendere bene a poco e vendere a tanto.
    Però mi chiedo.
    Riusciranno mai a comprenderlo?
    In fondo stiamo parlando di imprenditori che solo ora iniziano a comprendere qualcosa del mondo del calcio e che stando a quanto trapelò all’epoca, scelsero il loro GM chiedendo informazioni alla Retexo di Charles Gould, una società di ricerca del personale ……..

    • Io ammiro infatti quello fatto dai Friedkin fino ad oggi tantissimo e penso che Pinto abbia delle capacità come GM che è il suo ruolo a livello gestionale.
      L’unica cosa che penso che ci manchi sono però dopo riflessioni dovute alla situazione del FPF ma anche l’andamento poi della squadra negli ultimi mesi, è la mancanza di qualche figura importante e di peso internazionale ma che possa fare gioco di squadra anche con altri.
      Uno come Rudi Voeller cambierebbe anche la reputazione del club, soprattutto nelle varie sedi di calciomercato, ma anche per via dei suoi risultati che ne hanno fatto uno dei migliori dirigenti in ambito Europeo, un visionario per alcuni versi che ha operato con idee avanti negli anni, Voeller sarebbe una impronta importantissima per far fare un salto qualitativo a livello dirigenziale del club in una dimensione internazionale/globale, anche a livello di immagine. Conosce l’Italia bene e saprebbe creare secondo me un circuito tutto sua internamente fatto di scout migliori coordinato da lui stesso che ne capisce oltre a saper intuire i migliori colpi di mercato in prospettiva ma anche l’affare a condizioni migliori, come ha fatto in Germania con il Bayer, che ora dopo anni senza di lui, fatica ad ingranare questa stagione, perché Rudi che costruiva la squadra era molto più che un semplice dirigente ma anche un allenatore (avrebbe potuto fare carriera come un TOP ma ha preferito la carriera come dirigente) e talent scout top level.
      Io mi sono convinto anche che serva una figura come Boniek, perlomeno come Vice Presidente o anche AD, perché secondo me ad oggi non abbiamo alcun peso internazionale per le questioni di politica sportiva. I Friedkin stanno cercando di entrarci ora, ma non è affatto facile farlo, e secondo me, se le trattative per il FPF le conduceva un Boniek (vice presidente ora dell’UEFA e parte dell’esecutivo), volete vedere che “magicamente” certe restrizioni sarebbero state molto meno pesanti ma anche alleggerite.
      Se poi quando partecipa nelle trattative anche con potenziali sponsor e partner, una cosa è incontrare un Berardi e Pinto, un altro è incontrare due ex calciatori storici come Boniek e Voeller (di cui gli sponsor possono apprezzare maglie autografate da questi ultimi).
      Questo lo dico perché ad esempio questo giochetto lo ha fatto per anni il Milan con Franco Baresi che era il Vice Presidente (il Milan se lo teneva solo per presentarlo ed agevolare trattative con società varie, bastava la sua sola presenza), l’Inter con Javier Zanetti nel medesimo ruolo (anche Luis Figo), Pavel Nedved per la Juventus, dove diversi potenziali sponsor e partner, erano contenti di incontrare tali figure nelle trattative in corse, parlarci brevemente ed infine farsi firmare gadget con dedica da ex-calciatori importanti. Anche questo fa parte nell’aiutare nelle trattative (come anche Maldini ora aiuta su questo pure lui) di vario genere.

  30. Da questa intervista traggo le seguenti due conclusioni, anzi auspici: con i paletti finanziari e l’impossibilità di comprare ottimi giocatori meglio Mourinho vada via e occorre come l’aria un allenatore da campo che sappia ridare un gioco e una identità a questa squadra (sarei curioso si vedere Spalletti cosa avrebbe fatto con questi giocatori, che non ritengo così scarsi); in secondo luogo puntare tantissimo sul nostro settore giovanile e prendere dei veri maghi dello scouting: quelli attuali hanno miseramente fallito, succubi forse della personalità di Mourinho e della sua costante ricerca dell’usato sicuro.

    • Spalletti con una squadra ridimensionata ma ben più forte di questa fallì la qualificazione ai play off di Champions e da lì sono cominciati tutti i guai. Ritengo Spalletti un ottimo allenatore, ma i giocatori contano e ,se mal assortiti, la quadra non si trova

    • Quell’eliminazione però va addebitata in gran parte a De Rossi e alla sua follia dopo pochi minuti della gara di ritorno.
      All’andata giocammo un’ottima partita e il risultato di parità fu molto stretto per noi…

  31. Di solito l’intervista veniva rilasciata dopo il mercato e non all’inizio dello stesso.
    Se la situazione è questa, e non ho dubbi che lo sia, forse era meglio un allenatore più capace nella valorizzazione dei giovani.
    Dire che Bove ha giocato parecchio è una bugia, Darboe è rotto altrimenti sarebbe già stato spedito altrove, il terzo portiere è come se non ci fosse, per Tahirovic aspetterei le partite da tre punti e non le amichevoli inutili, Volpato vediamo quanto giocherà con Dybala e Solbakken.
    Resta solo Zalewsky che come terzino è un giocatore normale, e gioca in un ruolo non suo solo per una eterna emergenza sulle fasce.
    Di quale valorizzazione giovanile stiamo parlando?
    Per assurdo Pinto ha fatto meglio con gli affermati (Dybala e Gini) che con i giovani. (Svilar)
    Un intervistatore libero e capace avrebbe dovuto incalzarlo con queste evidenze.

    Buon anno e FRS.

    • Svilar è un secondo portiere di 22 anni preso a ZERO (avallato anche da Mourinho) … cosa vuoi che ti incida in confronto alle entrate di Dybala Wjanaldum Matic Solbakken Belotti e Celik ? o deve essere un capro espiatorio per sminuire il resto del lavoro ?
      Tutto il resto che hai nominato , gioca quel che deve giocare , visto che i titolari sono altri.

    • Sor Pasquino leggi bene, perchè di fatto mi stai dando ragione.
      Ho scritto che Pinto ha fatto meglio con i giocatori affermati che con i giovani al contrario di ciò che lui stesso afferma.
      Io non dico che Dybala lo ha portato Mou al contrario di molti, ma non mi sembra che Pinto abbia portato Leao e Kvara attendendo con speranza di vedere Solbakken.
      Premesso che realmente Svilar non lo abbiamo ancora visto, non si può dire che il secondo portiere non incida in una squadra che punta alla champions e gioca tre competizioni.
      Il solo fatto che lo abbia preso a zero non può essere un merito.
      Gioca l’8 di Settembre all’esordio in EL e Mou intervistato aveva detto che i secondi portieri ogni tanto devono giocare per non scadere di forma ma non era per la divisione delle competizioni. Mai più visto in campo in partite ufficiali.

  32. A me fa rifdere quanto segue: Prendiamo Mou: e ma che lo prendi a fare se poi non prendi i giocatori? Allora prendiamo Dybala: e ma che prendi a fare Dybala se poi non prendi altri forti. Allora prendiamo Wijnaldum: e ma che prendi a fare questo se poi non hai il regista forte e punti suoi giovani….cioè anche se continuiamo a prendere giocatori forti comunque la domanda è sempre: ma quello che lo hai preso a fare? La realtà dei fatti è che gli investimenti ci sono stati ma un’altra realtà è che purtroppo parliamo sempre di calcio e non di matematica…la rosa non è stata allestita male però i giocatori non stanno rendendo Semplice e Chiaro! Il MIlan e il Napoli che stanno dominando non mi sembra che sono stati creati a suon di campioni, ma di investimenti azzeccati…se anche da noi due/tre di quelli presi /o che prenderemo iniziasse a girare nel modo giusto vedete come cambia tutto….anche’io non ne posso più di questa Roma che nei primi tre mesi ha fatto pietà…ma sono appunto i primi tre mesi, prima di dare un giudizio finale vediamo cosa accade fino a maggio. Infine io credo che Mou sappia perfettamente dove è e perchè è venuto…infatti ha sempre parlato sin dal primo giorno di un progetto che necessitava di TEMPO….progetto almeno triennale! Forza Roma Sempre!

  33. purtroppo la colpa del ds nn è capace, invece di vedere un manci e crista gli aumenta lo stipendio, tocca cambiare squadra 6 giocatori viia

  34. Quindi come dice lui la Roma ha speso tantissimo 90 milioni .Risultati di queste enormi spese sesto posto dietro la Lazio.Adesso con Pinto che non può spendere più un euro nei prossimi quattro anni secondo voi con questo d.s. cosa ci aspetta?Si parlava di risparmi del monte ingaggi e mi sembra nei conti non ci siano tutti questi risparmi con deficit record.Ma i risparmi si fanno aumentando gli stipendi Pellegrini((6 milioni con bonus) idem con Abraham,quasi 4 a Mancini e Cristante con i bonus?Fatemi una domanda e trovate le risposte

    • dietro la lazzie
      Sembra il titolo di una storia o di un racconto, come quelli che mi faceva leggere la buonanima della mia maestra alle elementari
      Dietro la lazzie…
      Dietro la lazio non ci sei arrivato solo per errori nostri ma per una serie di porcherie grosse così, perpetrate ai nostri danni.
      Tre porcherie su tutte
      mancata assegnazione di un calcio di rigore grosso a quanto tutto il golfo Persico.
      per un fallo su Zaniolo nel derby. giustificato con il fatto che ci stava un fuorigioco
      Mai segnalato né in campo , né al Bar
      Gol , bellissimo , annullato a Zaniolo col Genoa , per un pestone involontario di Abraham, dove in altre situazioni simili hanno detto e fatto il contrario di ciò che abbiamo subito
      Gol convalidato in netto fuorigioco a tempo abbondantemente scaduto al lazziese . in spezia -lazio.
      Solo sti tre episodi sono costati almeno 3 punti a noi. e almeno 4 punti a favore della lazzie che hanno determinato la classifica finale.
      però la cantilena e’ sotto la lazzie..👍

    • volevo scrivere Var non bar..ma forse e’ proprio così. La serie A e’stata ridotta a un torneo da Bar.
      Dove le regole valgono solo per alcuni
      Dove si tace sulle porcherie di arbitri e palazzo
      Dove ci sta gente che non vede l’ora che veniamo infangati pure noi.
      Vengo accusato e perculato di scrivere sempre la stessa cosa, ma fa pari contro chi si lamenta ad ogni peto storto
      In un campionato regolare dovevamo stare in Champions quest’anno.
      In un campionato regolare dovevamo temere almeno 5 punti in più pure sto campionato.
      In un campionato regolare la Juve da mo che era stata radiata insieme ai suoi papponi. ma tanto i nostri prodi beniamini giornalisti questo fanno finta di non vederlo. E che sei matto mi metto contro la Camorra e la ndrangheta? Meglio rompere il Ca** alla Roma..tanto prima o poi uno sbaglio societario lo fanno sempre. Una partita la toppano sempre
      Così arrivo tutto trionfo a dire : Ehhh io l’avevo detto..ehhh so ROMEO Er mejo del Colosseo.

    • Visto il diluvio di consensi per gaetano, mi chiedo: a che pro ‘sto piagnisteo quotidiano, ‘sto vittimismo esasperato, quest horror vacui da successo riempito di fantasmi e pugnalatori dietro l’angolo, riversato su ogni argomento si tratti?

  35. In un modo o nell’altro ha messo fine alla telenovela Frattesi almeno così Carnevali non potrà più crogiolarsi e farsi bello parlando di Frattesi
    Che secondo me l’unica proposta che aveva ricevuto era quella della Roma

    • ora in estrema sintesi vediamo che il pesce puzza sempre dalla testa a parte l’incapacità di questi Portoghesi la proprietà è assolutamente Digiuna di calcio e di tutto quello che c’è intorno

    • lupo? aquilotti vorrai dire, passi per pinto che ha comunque dovuto fare i conti con una rosa con una ventina di esuberi, ma davvero stai dando dell’incapace ad uno degli allenatori più vincenti degli ultimi 40 anni?
      non è che magari sei tu che di calcio capisci poco e niente?

  36. Diciamo che i Friedkin si stanno muovendo appositamente non solo per congeniare operazioni di marketing e sponsorship (vedesi tour in Giappone eppoi incontri in Qatar), ma anche per aumentare partnership estere. Ad esempio abbiamo stretto un legame con il Nagoya Grampus, club rinomato in Giappone per essere uno dei più prolifici nel produrre giovani calciatori di talento, ma anche per avvicinarsi secondo al mondo Toyota, storico sponsor del club nipponico che gioca proprio in uno stadio intitolato alla Toyota. Questo accordo fa capire come ci stiamo legando ancora di più a Toyota che secondo me diverrà a breve il nostro main sponsor prossimamente, e per garantirci una sponsor ancora più pesante, si sta valutando forse anche già dalla prossima estate l’ingaggio di 1-2 calciatori giapponesi, visto che i media laggiù parlavano di addirittura con anche Keisuke Honda, ex Milan intervistato, del suo parere su Kamada (Eintracht) e Doan (Friburgo), alla Roma (trovate anche un video su YT). Forse l’ingaggio di entrambi potrebbe anche convincere Kamada a rifiutare il Borussia Dortmund a favore della Roma, trovandosi anche un suo compaesano, ma ciò renderebbe anche una sponsorship TOP level della Toyota, ancora più probabile, visto che spesso queste aziende sponsorizzano bene i club che hanno perlomeno un calciatore che proviene dal loro paese stesso. Perché per loro è garanzia che questo club acquisirà tanti tifosi in breve tempo in questo caso dal Giappone, con la Roma che potrebbe ritrovarsi da questo 1.8M di tifosi in Italia, a poterne acquisire in un batter d’occhio, anche 20M nuovi tifosi giapponesi, con quindi aumento dell’immagine, del marketing e del merchandising. È ovvio che se questi sono i presupposti, allora auspicherei per questo scenario anche perché per i vari Kamada, Doan, Endo, Ito, ecc. sono anche calciatori molto buoni ed un upgrade in rispetto a quello che abbiamo (Giappone che è stata eliminata dal Mondiale dalla Croazia ai calci di rigore e che ha battuto Germania e Spagna). Queste sono operazioni intelligenti che ti aiutano anche ad aumentare ricavi, sponsor, tifosi esteri.

  37. Ci sono due interviste in una
    In una intervista Pinto parla del suo operato e non fa “mea culpa” ma insiste nel darsi 7,5
    Nella seconda intervista parla la proprieta’ per bocca di Pinto :
    Per adesso dice e’ stato fatto tutto quello che era possibile fare
    Per adesso Mourinho deve accontentarsi di cio’ che ha , che e’ comunque sufficiente per lottare per la Champion

  38. La Roma ha bisogno di competenze che, al momento, sono totalmente assenti, sia a livello di DS che di allenatore (preferirei Giuntoli-Juric). Solo vendendo bene i vari Zaniolo, Pellegrini, Mancini, Shamurodov, El Shaarawy, Vina, Cristante, Spinazzola, Rui Patricio, Karsdorp e Kluivert si troverebbero le risorse necessarie da investire su calciatori “veri”, di temperamento, tecnica e sostanza (tra gli altri vedrei bene Amrabat, Barak, Gosens, Molina, Singo e De Paul). Se non possono investire tanti soldi ci vogliono le idee per una vera rivoluzione.

  39. Alè…la poraccitudine s è fatta avanti!…dopo una campagna acquist estiva costata circa 10 milioni ( roba che manco Lotito) adesso dobbiamo risparmiare…altro che quarto posto con questi, ci va bene se non finiamo ottavi…che tristezza. La “rometta” dei Friedkin e di Mourinho. Aridateme Spalletti e Sabatini!!

  40. La nuova proprieta’ a cui va tutta la mia stima ha a mia opinione fatto un errore a scegliere in questo momento storico l’accopiata Pinto–Mourinho
    Ma parlo solo col senno del poi. E’ un errore che la maggior parte di noi ha esaltato
    Nell’intervista questo gran accordo tra Pinto e Mourinho io non lo vedo
    Rimane che Pinto non e’ un grande DS e la Roma non ha una grande organizzazione scouting, oppure peggio questa e’ mal utilizzata
    I 90 milioni iniziali ( pur spalmati ) potevano e dovevano esser spesi meglio nel primo mercato
    Il secondo mercato di Pinto con i parametri zero si sta rivelando migliore
    Le cifre dei rinnovi a questo punto sono pero’ ingiustificabili
    Rimane anche che in una situazione di difficolta’, immediatamente conosciuta, non si doveva scegliere un allenatore come Mourinho sapendo che era principalmente un gestore di campioni che non avrebbero potuto essere realisticamente comperati
    Immagino che i Friedkin si aspettassero un ritorno in sponsorizzazioni, che non ci e’ stato nella misura sperata o sperassero nell’entrata di un socio
    Probabilmente i Friedkin hanno sottostimato l’impegno finanziario Di fatto qualcosa non funziona

    Il problema non e’ un problema solo della Roma ma tutte le squadre ne sono travolte . Le strisciate hanno il culo per terra molto peggio di noi Comunque e’ il pianeta calcio che non funziona ha creato dei mostri che inghiottono richezze
    Io comunque insisto :
    cinque o sei campioni a parametro zero e intorno tanti ragazzi che conoscano i fondamentali e corrano ,corrano tutta la partita fino a stramazzare
    Giovani che corrano sono l’ingrediente principale della ricetta per venirne fuori

  41. Anche in questo caso è difficile parlare senza una conoscenza reale che noi comuni mortali non abbiamo.. Possiamo dire cosa è accaduto e cosa non è accaduto.. Ma dare colpe senza conoscenze mi sembra folle..

    Per come la vedo io Pinto è venuto a Roma con un idea.. Un idea che è cambiata totalmente con l’arrivo di Mou..

    Pinto è stato preso (a livello di mercato) per costruire una squadra molto più giovane..

    Ricordo benissimo chi doveva essere il primo colpo di Pinto.. Ed era Koopmeiners.. Lo stesso giocatore confermò la cosa..

    Poi la Roma prese Mourinho.. Ed in quel momento tutto cambiò.. La Roma.. Ossia Pinto lasciò perdere Koopmeiners.. Ed iniziò a buttare gli occhi su Xhaka.. Che era un pallino di Mou già da anni..

    Il mercato della Roma cambia totalmente.. Si guarda di più in premier.. Si cercano giocatori più esperti e magari con un nome..

    E la domanda è questa.. Se Pinto avesse scoperto lo sconosciuto Kvara.. Mou avrebbe detto sì?… Oppure non sarebbe stato d’accordo?

    Perché non lo dico io.. Lo ha detto Mourinho.. “abbiamo un accordo con la società, serve il mio ok”

    E di conseguenza non riesco assolutamente a criticare chi non ha la minima libertà di scelta.. A me Pinto sembra più un esecutore..

    Da un lato la società che non può spendere dopo aver firmato con la Uefa.. Dall’altro Mou che gli dice questo si è questo no..

    Anche l’acquisto di Dybala va considerato in modo diverso.. Va bene che Dybala lo volevamo tutti.. Società, tifoseria, Pinto, Mou.. Ma alla fine Pinto è stato bravo a trovare l’accordo in termini economici.. Non a convincerlo..

    E questo il suo lavoro in realtà???

    E ancora.. Un vero DS.. Uno alla Sabatini.. Un DS che vede talento e lo prende perché si innamora del calciatore.. Potrebbe lavorare con Mou?

    Secondo me no.. Perché se con così pochi soldi.. Mou potrebbe preferire spendere 10 mln per l’ingaggio di Matic piuttosto che spenderli per un ragazzo senza esperienza..

    Un conto è parlare di Monchi.. Che non ascoltava minimamente il suo allenatore.. E comprava tre trequartisti ad un allenatore che giocava senza trequartisti.. Un conto è parlare di Pinto che sembra più un esecutore mentre il vero DS sembra Mourinho..

    Almeno è così che sto vedendo la gestione del mercato nella Roma..

    Forza Roma..

    • Marco79 è la proprietà che decide mica Pinto o Mourinho che sono subalterni alla fine, la domanda che è da porsi il perchè la società ha preso Mourinho se non è in grado di assicurargli una signora squadra.
      Altra domanda da farsi il perchè è stato messo uno come Pinto a fargli fare il DS che non è affatto piuttosto che fargli fare il DG e basta.
      Se fosse Mourinho il vero DS prenderebbe no i vari Shomurodov villa e pagarli quelle cifre ma altri giocatori già affermati e validi, ma il tutto è dipeso sempre dalla proprietà.

    • Perché Schomurodov e Vina e Camara li ha suggerito Mourinhio?Anche a Di Francesco si diceva che voleva Zonzi invece voleva Berardi.Se un d.s. ti dice che l’unico acquisto possibile è quello o niente uno fidandosi del d.s.anche se non lo conosce bene dice di sì anche se è la terza scelta.Cosa doveva fare quando non ha preso xhaka forse dimettersi prima di cominciare l’avventura alla Roma dopo essere osannato dai tifosi?

    • Alessandro ovviamente è la società a decidere.. Ma quando si parla di scelte sportive si va a tirare in ballo chi lavora in quell’area.. Quindi Pinto è Mourinho.. Senza parlare di ulteriori membri..

      Alessandro.. Ripeto il discorso.. E stato Mourinho a dire.. Ogni calciatore che viene preso dalla Roma deve avere il mio ok.. Abbiamo questo accordo con la società..

      Non sono parole mie.. Sono parole del mister..

      Di conseguenza.. E questa è una risposta anche a Lupo66… Si Vina e Shomurodov hanno avuto l’ok di Mou..

      E non perché lo sto dicendo io.. Perché lo ha detto Mourinho..

      Non stiamo parlando di Di Francesco.. Ma di Mourinho.. Che è un allenatore che se non gli sta bene una cosa la dice, la ripete e la dice ancora..

      E Lupo66.. Perdonami.. Ma se Mou non voleva Shomurodov con 20 mln si poteva andare su altro.. Quindi dalle parole di Mou.. C’è l’ok di Mou..

      Ma davvero vogliamo credere che Mou ha accettato la Roma.. Una società “povera” rispetto hai suoi standard.. E fa comandare Pinto?… Ma seriamente scherziamo?

      È Lupo.. Per quanto riguarda Xhaka.. Io non ho la verità in tasca.. Se L’Arsenal per un 30 enne avesse chiesto 25 mln.. Lo avresti preso?.. Perché si parla di prezzi simili eh..

      Il paragone con Monchi non può essere fatto.. Perché Monchi lavorava con uno Yes man.. Oltretutto meno importante di lui.. Pinto lavora con un allenatore che pretende e parla.. Ed è molto più importante di lui..

      Fare paragoni simili e tremendamente sbagliato..

      Se poi voi pensate che un Mou in questa Roma potrebbe lavorare con un “Sabatini”.. E una vostra opinione.. Secondo me durerebbe un mese..

      Per finire Alessandro.. Le domande che ti fai tu me le faccio anche io.. Non ho risposta.. Forse hanno preso un esecutore.. Per accontentare uno che doveva far crescere l’intera area sportiva sotto ogni punto di vista..

      Ma è solo una stupida ipotesi..

      Forza Roma..

    • Marco79 ma Mourinho che cosa ti dovrebbe dire no non voglio nessuno di questi perchè sono mediocri è ovvio che è un gioco delle parti, tu dai qualcosa a me e io ti sostengo finchè è possibile, non è che funziona proprio così con il portoghese che avalla tutto nonostante gli portino dei mediocri, perchè se è come dici tu su tutto a quel punto a maggior ragione che cosa vai a prendere a fare Mourinho conoscendo il personaggio e la caratura se non sei in grado manco di fornirgli una signora squadra indebitandoti ancora di più non ha molto senso a livello di programmazione societaria.
      Mourinho ti può venire incontro su determinate scelte societarie alcune oserei dire pure folli come nel regalare determinati giocatori che ti potevano essere utili a contendenti, ma poi devi essere pure in grado di rimpiazzarli con gente valida, ti potrebbe pure accettare uno o due acquisti che lui non voleva fin dall’inizio ma alla fine sempre lo devi un minimo accontentare specie se si pretendono risultati da vertice.
      Infine chi decide quanto spendere chi prendere e chi gestisce i soldi non è mica Mourinho ma è la società con Pinto che esegue ciò che gli viene ordinato.
      Se l’allenatore ti chiede da più di un anno un regista un difensore centrale e di tenere i migliori in questo caso la società deve accontentare l’allenatore il più possibile e non viceversa lasciando la squadra scoperta su determinati ruoli.
      Ad ogni modo a prescindere da ciò per fare la squadra ci vuole un DS che mastica di calcio e sa come muoversi per cifre ecc. non un ex addetto alle pubbliche relazioni valido per fare il DG.

    • Alessandro perdonami.. Ma non hai capito il mio discorso..

      Per farla breve.. Il DS della Roma per come la sto vedendo io è Mourinho.. Non Pinto..

      Pinto gestisce la parte economica.. I soldi sono quelli che sono.. Quindi Mou sa che non si può prendere Kante e Kane..

      Con un DS alla Sabatini si ammazzano.. Il motivo è semplice.. Il DS che agisce si nel bene della squadra.. Ma anche cercando talentini..

      Se spendi 10 mln per un talentino che per un Mourinho è inutile.. Mou lo manda sai dove.. Perché magari preferisce pagare l’ingaggio del Matic di turno a zero..

      Un allenatore che dice chiaro e tondo,senza farsi alcun problema in conferenza stampa.. Ho un accordo con la società (con i Friedklin).. Serve il mio Ok per far arrivare un calciatore..

      Ragazzi.. La si può mettere in mille modi.. Ma se viene Belotti e perché Mou vuole Belotti.. Se viene Dybala e perché Mou Vuole Dybala.. Se viene Shomurodov e perché Mou in quel momento voleva Shomurodov..

      Magari Pinto.. Con un altro allenatore avrebbe portato Koopmeiners e giocatori simili.. Profili giovani.. Perché anche se Pinto non è un DS.. La Roma ha comunque una squadra di osservatori.. Ed anche loro hanno una certa importanza..

      Insomma.. Mou ha praticamente pieni poteri.. Perché Mou ha deciso di venire a Roma?.. Lo ha detto il giorno della presentazione.. Sapeva da subito che sarebbe stato un progetto diverso dal solito.. Ed ha voluto buttarsi in questa novità.. Vedendo l’ambizione dei Friedklin..

      Anche queste parole sue..

      Lui lo sapeva che i soldi erano molti di meno rispetto al solito.. E per accettare non chiede pieni poteri?… Ovviamente nel limite del possibile.. Con un esecutore che gestisce la parte finanziaria..

      A me sembra onestamente chiara la cosa..

      Anche a me piacerebbe un DS.. Un Rudy Voeller ad esempio.. Si, certo.. Ma possono davvero convivere.. Io ho i miei dubbi..

      Forza Roma..

    • Marco79 in qualsiasi squadra dove è andato Mourinho c’era un dannato DS non un GM e ha ugualmente vinto, anche all’inter c’era un DS che di comune accordo gli costruivano una squadra e così per tutte le altre società, quindi perché alla Roma non ci dovrebbe essere un DS e deve farlo come dici te Mourinho dato che non è un DS ma un’allenatore.
      Ora sicuramente non ci puoi mettere uno come Sabatini assieme a Mourinho ma qualcun’altro si ed è da lì che la Roma deve ripartire e costruire la squadra attorno all’allenatore.
      Nessun DS al mondo andrebbe a spendere quasi 20 milioni per shomurodov, un panchinaro del Genoa e come nessuno andrebbe a spendere quasi 15 milioni per uno come vina di 24 anni che non ha mai messo piede in Europa.
      Infine se a fine stagione dovesse andare via Mourinho, ma credi davvero che non ci sarà lo stesso problema dell’assenza di un vero DS col cambio allenatore.

    • Alessandro.. Tu stai confondendo ciò che vedo io nella Roma con ciò che vorrei..

      Sono due cose diverse eh..

      Io non sto dicendo che non vorrei un DS.. Anzi ho anche fatto un nome.. Un Rudy Voeller che è uno che sa lavorare con la società.. Sa riconoscere il talento.. E conosce questa piazza ed anzi è amato..

      Pinto può rimanere tranquillamente come GM.. Con Rudy vicino a gestire il mercato..

      Questo è ciò che piacerebbe a me..

      Il discorso in Premier è così diverso che è sbagliato fare esempi.. Se il Chelsea vuole prendere Salah.. Perché ne vede il talento.. Lo fa.. Poi però che succede?.. Che Mou non lo voleva e finisce fuori dopo pochissime partite..

      Ma hanno i soldi per fare queste cose.. Quindi se Mou vuole Drogba.. Gli prendono Drogba e la società aggiunge Salah..

      Noi questo non lo possiamo fare neanche con nomi nettamente inferiori..

      Shomurodov a 20 e troppo.. Vina a 13 e troppo.
      Io aggiungo anche Rui Patricio..

      E se parli di spesa eccessiva sono d’accordo con te.. E un errore di chi deve gestire i soldi.. Ossia di Pinto..

      Sia chiaro.. Non sono un difensore di Pinto.. Ma neanche ha lui tutte le colpe.. Specialmente sulle scelte che vengono fatte.. Per quanto riguarda i prezzi già la cosa cambia nettamente..

      Ma io posso giudicare Pinto per le scelte?… La risposta che mi do da solo è NO.. Perché non sta scegliendo lui.. Quindi in qualità di DS (anche se non lo è)… Non lo posso giudicare..

      Il primo anno ha fatto errori da principiante spendendo troppo.. Ma il secondo?.. Direi che ha imparato.. Forse spendendo fin troppo poco..

      Questo è ciò che vedo.. Ripeto.. Non è ciò che vorrei.. Sono cose diverse..

      Forza Roma..

  42. forse tanta gente non ha ancora afferrato cosa ha combinato la precedente gestione….
    prima o poi ci arriveranno

  43. Io trovo un controsenso avere come obiettivo l’abbassamento del monte ingaggi e il ringiovanimento della rosa e poi rinnovare a quelle cifre Cristante e Mancini. Nessuno gli ha chiesto conto sugli acquisti flop Shomurodov, Vina e (speriamo di no) Abraham. Se è vero che gli acquisti a zero di Dybala e Wijnaldum hanno dato lustro alla rosa, non altrettanto si può dire di Belotti (che non voleva nessuno). Lo stesso Rui Patricio costato (se non erro) 12 mln. a 33 anni non è stato un grande affare, se pensiamo che la Juve ha pagato 16 Sceczny quando ne aveva 27. Insomma… Pinto è stato bravo a togliere tante zavorre, ma per il resto… così così

  44. Io sarei dell’opinione, maturata ultimamente, di mettere da parte questo pin-pong tra chi assolve anche parzialmente Pallotta e chi lo condanna: una cosa è certa, ossia che la politica delle plusvalenze ha ridotto ad un livello basso la rosa della squadra e la gestione andava verso il fallimento, evitato dall’acquisto da parte dei Friedkin. O meglio, il risultato finale della passata gestione sia a livello sportivo sia a livello contabile lo conosciamo, pertanto mi pare inutile rievocare i fasti di due campionati disputati sugli scudi. Siamo dovuti ripartire da sotto zero o si nega anche questo? Alcuni ora dicono eh ma i Friedkin ci sono ora e non possono ricalcare le ultime gesta di Pallotta: è falso è infondato: la coppa vinta ne è un esempio sportivo e pure i 736 milioni versati finora. Anche Marione che taluni hanno ingiustamente eletto alfiere antipallotta, ora sbuffa ma per un suo modo peculiare di soffiare sempre nella polvere. La mia posizione è di aspettare come finisce questa stagione e poi semmai recriminare su quello che si vuole, se non si ottiene nessun risultato sportivo apprezzabile. In molti casi formazioni non quotate hanno poi sorpreso tutti.
    Forza Roma

    • Caro Prohaska, c’è ben poco da salvare degli ultimi anni di Pallotta e lungi da me difenderlo, ma non comprendo come ci sia ancora una grande parte di utenti che non riesce a separare la gestione sabatiniana da quelle successive.
      Anche se il fumante era arrivato verso la fine a comprare oggi e a pagare domani, comunque mise nelle mani di Monchi un vero e proprio tesoro.
      Se il mago nel suo primo mercato si fosse limitato a vendere Salah, Paredes e Rudiger entro giugno e a comprare il solo Kolarov, la Roma quella stagione avrebbe chiuso il bilancio in attivo.
      Molti l’hanno definito curatore fallimentare.
      Ma non c’era nessun fallimento da gestire.
      Lui ha raccolto una società sana perché piena di asset (giocatori) appetibili e che avevano mercato oltre ad essere pure molto forti (vedi semifinale CL).
      Il fallimento l’ha quasi determinato lui reinvestendo male i soldi delle cessioni (oltre 250 ml) prendendo una marea di giocatori senza mercato o pippe.
      I Friedkin a mio modo di vedere in attesa di costruire lo stadio e rinsaldare le entrate da sponsor e merchandising, non hanno compreso l’importanza del trading dei giocatori. Fare plusvalenze e trading non è un peccato: è quello che fa il 90% delle società per sopravvivere.
      Ma un conto è farlo con competenza, come fece Sabatini, un conto è fare trading affidandosi a dirigenti improvvisati, maghi o a giovanotti alle prime armi.
      Io nutro ancora speranza per questa stagione ma se non si cambierà la governance societaria anche il raggiungimento del 4 posto potrebbe essere solo un fuoco di paglia.

    • Ti senti sempre tirato in ballo, Vegemite ma ti garantisco che non volevo assolutamente polemizzare con te, che hai da sempre avuto una posizione definita ma con quelli che vorrebbero tornare indietro, alcuni non lo dicono ma fino a Ciarrapico.
      I nostalgici sono da sempre ed in ogni contesto si pongano, fuori posto oltre che fuori tempo.
      Sai che non mi appassiona la pratica delle plusvalenze, tuttavia se volessimo discutere su quelle effettuabili ora che abbiamo addirittura poche richieste per quei pochi che hanno richieste, quali sarebbero? Sai che davvero in questo mi devi rispondere aiutandomi: io ne conosco una pesante ed è Zaniolo, le altre? Vado a lume di naso, Pellegrini? Ibanez? Mancini? Abraham? Smalling? Cristante? Poi devi ricomprare. Giustificare le vendite o con un fallimento di obiettivi o con calciatori più forti. Tu considera che molti di questi giocatori dalla tifoseria o sono sottovalutati o sopravvalutati: giorni fa un buontempone preconizzava per Zaniolo un fine carriera come Gerrard: questo ti rende l’idea quanto si gasano certe persone.
      Morale della favola per fare plus valenza con i nostri, ci vuole fegato per tenere a bada certi invasati e culo per piazzarli e per il ricambio che funzioni. Ciao, ma io credo ancora nella befana.
      Forza Roma

  45. queste parole sono equivalenti ad una condanna a morte……
    personalmente questa gestione inizia a non piacermi più, questo non è un alibi solo per pinto ma anche per i friedkin. Vivacchiare per i prossimi quattro anni non è proprio la mia aspirazione….
    un’altra società senza ambizione, dopo i disastri bostoniani la striminzita pochezza dei texani……
    Tirerò sempre, ma inizia a essere dura, molto dura così….. significa mettere a dura prova la tifoseria unica ad esserci sempre, a fare il tutto esaurito per un amore che non è più ricambiato adesso…….

    • Ma guardate che mica ha detto che non investiranno e non compreranno più nessuno…ha detto solo cge rispetteranno (come sempre fatto in questi anni) il FPF…anche perchè se non lo rispetti ti sanzionano, non è che è una cosa che si può scegliere di fare o non fare. Detto questo, come scritto sopra Napoli e Milan stanno dominando i campionati senza necessità di spendere e spandere, ma azzeccando gli acquisti….io sono fiduciso che appena anche i nostri acquisti iniziano a girare ci divertiamo….però è dura lo capisco questa attesa, ma non vedo tutto così nero, mi sembra che abbiamo una società seria….oppure preferivate un scieicco che ci faceva vincere per 4/5 anni e poi ci lasciava fallire per ripartire dalla serie C? Io preferisco la serietà che alla lugna premierà!

    • @forzagiallorossi non mi risulta che altrove gli sceicchi/emiri ricchi sfondati lascino le società, nè tantomeno in difficoltà. Anzi, rilanciano per motivi economici, di immagine, soprattutto di marketing.
      Acquistano calciatori a suon di 100 milioni (guarda il chelsea ieri…), e vendono a non meno di 50/70 milioni. E gli alti introiti pubblicitari li utilizzano per gli stipendi e non per il mercato, come qualcuno asserisce sbagliando…. Qui si sopravvive con i parametri zero che puntualmente toppano, si rinnovano a giocatori modesti a cifre allucinanti….
      Pochi soldi, e quei pochi usati soli per la sopravvivenza del club…. Contento? Direi di no….

    • @CUCS 2015 Si ma ti sei chiesto come mai nessun emiro è mai venuto a comprarsi una squadra italiana? Sarà che il nostro modello di calcio è diverso?!? Quì si vincono i campionati con la programmazione e non comprando giocatori per 100MLN, perchè poi gli introiti del nostro campionato non ti permettono di sopravvivere. Quindi se mai un emiro o similare decidesse di venire a fare ste cose nel nostro campionato dopo qualche anno avrebbe una squadra iper-indebitata (che lascerebbe fallire fidati). E poi ripeto il FPF va rispettato è una regola non una scelta, in Inghilterra è tutto diverso perchè gl introiti sono 4 volte superiori e quindi anche chi investe tanto ha poi un ritorno, quì rischi di cappottarti, lì con ricavi così alti riesci a mantenerti nelle regole del FPF, quì basta poco per essre fuori. Ripeto non mi sembra che nel nostro campionato chi vince faccia ogni anno acquisti da centinaia di milioni…invece sono d’accordo che bisogna comprare meglio, ma in questo ci vedo anche un po’ di sfortuna (vedi Wijnaldum) e di imponderabile (chi si aspettava che un giocatore com Tammy quest’anno avrebbe avuto un calo così drammatico?). Comunque abbiamo vinto una coppa lo scorso anno…quindi proprio sopravvivenza non direi…poi che ora stiamo andando male è un dato di fatto, ma almeno aspetta la fine del campionato per trarre queste considerazioni così negative. Forza Roma Sempre!

  46. Genio di un “Mah”, hai scelto come nick ciò che ispirano come risposta i tuoi commenti. Meriti che non ti risponda più e che lo facciano quelli che ti tirano in faccia i pesci che meriti, non io che sono garbata…
    Ah, quello che c’è da dire però te lo dico: chiami me che neanche conosci “abboccona” (termine “fatto… trito e ritrito e di cui ti sei perso ormi il significato) ma non pensi che Pinto potrebbe contestare l’eventuale travisamento delle sue parole, e meno che mai arrivi a capire che una intervista audio può essere ritoccata, ovviamente, ed è ancora più facile, basta tagliare ed editare, ed è più difficile dire “non ho detto questo! O meglio, lo ho detto, ma lo avete estrapolato dal contesto, avete tagliato delle parti!” Come lo dimostri, se non hai tu la registrazione? Ah, ma tu sei il genio e gli altri sono ABBOCCONI!
    Ma dove hai studiato, alla… Bocconi? 🤣🤣🤣

    …MAH!

  47. Va bene tutto ma un paio di cose non mi tornano, Bove che ha giocato molte partite dove? quando? Mou aveva sposato un progetto triennale siamo a metà progetto e senza soldi,possibile che abbia accettato questa situazione?

    • Anche a me non torna che Mourinho, almeno quello che noi immaginavamo,abbia sposato un progetto triennale alla cieca.Pinto è stato molto chiaro ed ha confermato che la strategia di mercato in assenza di un progetto complessivo( riecco la questione Stadio)non possa essere che questa stigmatizzando con molta diplomazia la reazione “emotiva” di mazzoniana memoria di Mou su Karldsdrop e l’indecisione di Smalling. Le grandi società (prima delle grandi squadre)non si inventano e ci dovremo armare ancora una volta di pazienza…

  48. I paletti del fair play finanziario? Ah si Pinto?

    Se magari evitaste di aver quasi già firmato l’ennesimo inutile, delirante e scellerato rinnovo a Cristante che con i bonus andrà oltre i 3 a stagioni annui, dopo quello di Mancini dello scorso anno; entrambi miserabili nel rispettivo rendimento.

    Magari allora potreste andare davanti alle telecamere e parlare di Fair Play finanziario senza perdere la faccia.

  49. Vedremo questa riduzione del monte ingaggi dove ci portera’. Finora la repentina diminuzuone annuale ha portato un settimo ed un sesto posto, nonostante i 7,5 mln dati a mou, preso certo per arrivare 6/7. La coppa europea? Grazie. Ma se dobbiamo essere soddisfatti per aver vinto la coppetta degli scarsi stiamo messi male. La Roma merita di piu’, mou merita di piu’ i 70 mila dello stadio neritano di piu’. Ma pinto parla di crescita. Come cresci, se il FPF non ti permette di comprare per farlo?

    • Beh, se arrivassimo in Champions e poi riuscissimo a giocarci un po’ di partite, sarebbero entrate che ridurrebbero il buco nel bilancio, il valore dei giocatori salirebbe e quindi questo tornerebbe ad essere sano nell’arco di breve tempo. Incrociamo le dita!

    • Semplice: non cresci.
      Ma dopo il quadro desolante dipinto nell’intervista un elemento di speranza doveva mettercelo.
      La verità, a prescindere, è che ci attendono altri anni di mediocrità.
      Questo è chiaro.
      Meno chiaro è il motivo per il quale è stato preso Mourinho, salvo pensare che sia servito a rabbonire la piazza e fare i citati sold-out per la sbornia.
      Tuttavia penso che il gioco volga al termina e ci sarà poco da ridere quando, a giugno, ci ritroveremo con una squadra di p&p allenata da un de Zerbi, un Dionisi, uno juric o un italiano.
      Pietra tombale si ogni ambizione.
      Servirà solo per fare notare ai Cesaroni che così s’arriva a metà classifica e non si vince nulla, ma tanto costoro negheranno l’evidenza attribuendo questi “risultati” al fato, a complotti massonico-mafiosi o al riscaldamento climatico.
      In pratica, ci risiamo…..

  50. La Roma fino a prova contraria è una squadra di calcio che sta ancora disputando il campionato, siamo ancora alla sedicesima, a me personalmente se inizia a fare che Frattesi rimanga a Sassuolo o che si continui a giocare a tre dietro,non me ne può fregare una ceppa. E vorrei vedervi, se andasse bene, chiedere uomini diversi. Poi due acquisti a parametro zero li farà e se sono validi vi lamentereste di quanti pochi soldi ha speso? Sareste capaci, come le burine quando vanno per vetrine che vedono prima il prezzo e poi l’articolo esposto, come zibah che parlando di campioni si dimentica sempre Dybala e Wijnaldum eh eh.
    Forza Roma

  51. Alla fine di questi bei discorsetti la cosa che conta di più è fare risultati da qui a giugno perché i soldi che non hai te li può portare il piazzamento champions e i turni superati in Europa League e in coppa italia. Personalmente il voto per la gestione complessiva del mercato entrate e uscite di questi ultimi due anni non può essere positiva come non è positivo il rendimento die calciatori e dell’allenatore, al netto della coppa vinta. La confusione totale per me si intuisce quando Pinto conferma all’intervistatore che serve un altro difensore centrale per continuare con la difesa a tre. Se la Roma continua ancora con la difesa a tre è finita, ma questo Pinto ancora non l’ha metabolizzato. Hai suoi tempi..

  52. Leggendo i vari commenti vorrei sottolineare che però un tentativo di ammodernare la Roma fu fatta molti anni fa, ma che fu boicottato da tutti i DS passati, tra i quali dal Fumante, al Monco fino al Petrarca.
    Questo non fu esortato da Jimbo il broccolaro, ma dal figlio Christopher. Fu un punto di rottura forte che causo anche il distacco dal Fumante, che i sistemi di databasing calcistici e l’utilizzo di tecnologie per lo scouting digitali, erano roba a cui tutti i vari passati DS, erano tutti allergici (forse perché questo avrebbe tirato fuori risultati di tanti calciatori non appartenenti al giro dei loro vari amici agenti ed intermediari).
    Christopher aveva una visione di voler entrare nella Roma e mettersi in prima persona (un po’ come Ryan Friedkin oggi), e sarebbe stato molto più presente, ma i contrasti con i direttori vari, che lo trattavano come uno che non ci capisce nulla (non si sentiva preso seriamente ma solo come uno che dovrebbe fare lavorare loro e basta), hanno allontanato tale figura, che invece a distanza di tempo, aveva ragione forse proprio lui, perché i sistemi di databasing e raccolta informazioni di calciatori, oltre allo scouting digitale, lo fanno tutti i club di un certo livello ed il sistema che voleva portare dentro la Roma, ma boicottato dal Fumante, Monco e Petrarca, oggi sono sistemi che utilizza ad esempio il gruppo Red Bull (Salisburgo, Lipsia), che alcuni dicono invidiano come questo gruppo individui calciatori con largo anticipo rispetto ad altri?
    Semplice, utilizzano strumenti e sistemi come quelli che voleva portare Christopher, l’altro Pallotta che avrebbe forse fatto bene, che a differenza del padre, se avesse avuto modo di fare qualcosa e non essere boicottato, forse oggi avremmo avuto una situazione ben diversa e scovato qualche talento A++ o anche A+++ in squadra spendendo poco o il giusto.

  53. Pinto portasse subito Schjelderup soffiandolo proprio al Benfica, non ci sono paletti per i giovani quindi nessun alibi.
    E’ un ala sinistra per cui lo prendi oggi gli fai fare la spola con l’U19, ci aiuta a vincere lo scudetto di categoria e a settembre è pronto per sostituire El Sharawy.

  54. avrei negato ogni discussione visto che mourinho non ha mai tirato in ballo karsdosp direttamente…

    il monter ingaggi si poteva abbassare ancora evitando rinnovi inconcepibili…

    ma perchè i friedkin non si fanno una autosponsorizzazione sullo stile psg…

  55. @cromagnon

    Se mi parli di talenti del calibro di Schjelderup, mi trovi d’accordo come anche di giovani, ad esempio come il giovane difensore Stergiou (San Gallo), un centrocampista sulla rampa di lancio come Raskin (Standard Liegi), il jolly d’attacco Krattenmacher (Unterhaching) che mostra qualità e potenzialità “Monstre”, ecc…

    Io sarei contentissimo di una squadra con talenti di questo livello però il problema attuale è che un club come il SL Benfica è strutturato meglio di noi per fare crescere più rapidamente e sviluppare al meglio il potenziale di questi talenti, potendo usufruire della seconda squadra, il Benfica B che milita nella seconda divisione da cui possono transitare tra prima squadra e quella B facilmente.

    A noi per poter porre quelle stesse basi atte a fare crescere questi ragazzi, che avrebbero bisogno di giocare in partite ufficiali, servirebbe avere la Roma U23 in Serie C perlomeno.

    Per me la migliore notizia che ci possono comunicare anche questo nuovo anno, e per me vale anche più dell’arrivo di 1 o 2 top player, sarebbe la formazione della Roma U23 (anche meglio se possiamo formare il nostro football group prendendo una società satellite tipo in Belgio), perché allora potrei intravvedere come potremmo sviluppare al meglio dei nostri futuri campioni.

    • Hai ragione Saverio e il top sarebbe il club satellite all’estero rispetto all’U23 in serie C dove ci sono campi infami e dinamiche provinciali.
      Vedi i Pozzo che hanno appena preso un ala diciannovenne dal Brasile con l’Udinese per poi cederlo immediatamente in prestito al Watford.
      Però non dico di competere con il sistema Benfica ma almeno un gioiellino dopo 4 mercati Pinto non lo riesce a portare a Roma?
      Allora mi viene il dubbio che davvero non fosse lui l’artefice dei succesi giovanili del Club portoghese.
      Il Norvegese va preso è messo in prima squadra subito, ringraziando il faraone per quanto fatto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome