“ON AIR!” – CORSI: “Mou ha stravolto la storia della Roma”, FERRETTI: “Ora i Friedkin devono dare un segnale sul suo futuro”, AGRESTI: “Siviglia superiore, servirà un’altra impresa”

65
3881

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

David Rossi (Rete Sport): “Se la Lazio perde a Udine, te lunedì poi non te la giochi? Io voglio arrivare quarto, io ora non mi accontento…tanto ormai non ci segna più nessuno. Io vi dico una cosa: ho la sensazione che se ieri sera giocavamo altri due giorni, quelli non ci segnavano mai… Io oggi mi sento come se avessi corso la maratona di New York, non so come facciano i giocatori a stare in piedi… In finale ora spero di avere Smalling, Wijnaldum, Dybala, El Shaarawy…se ci presentiamo con tutti non devi fare una partita difensiva, ma equilibrata, come avevamo giocato col Bayer all’andata. Il Siviglia è una bella squadra, da Europa League…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Se il Bayer voleva arrivare in finale dopo aver perso l’andata, avrebbe dovuto fare qualcosa in più. A parte la traversa, e la parata che fa Rui Patricio nella ripresa, non hanno creato granché. L’unica partita che la Roma ha perso facendo una partita difensiva è contro il Napoli in casa, e anche là la perdi solo perchè Smalling fa un mezzo errore e Osimhen si inventa quel gol, altrimenti era zero a zero anche quella… Mi dirai che adesso in finale, in una partita secca, dovrai pure fare qualcosa per vincerla. Il Siviglia? Io avrei preferito incontrare la Juventus…”

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “Mourinho e Guardiola hanno dimostrato che si possono ottenere dei risultati avendo due filosofie di gioco diverse, e non ce nè una giusta e una sbagliata. I soldi ce li mette Friedkin, le trattative le fa Pinto, ma giocatori come Matic sono a Roma perchè c’è Josè Mourinho, altrimenti lui a Roma ci veniva solo per portare in gita i figli a vedere il Colosseo…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Dobbiamo ringraziare tutti i giocatori, uno per uno. Mou gli ha dato quella forza, ma loro hanno sposato il progetto e si sacrificano per lui. L’odio per questo allenatore è clamoroso, però avete scelto proprio un nemico duro, che poi non vi accannerà, io spero mai. Mourinho ha stravolto la storia della Roma: questo club ha fatto due finali europee in cento anni, e due in due anni con Mourinho. Se non capite questo… Sappiamo che Mou è preso a pretesto per andare contro i tifosi della Roma: c’è chi lo fa per soldi, altri perchè odiano la Roma… Mou invece è la luce. Bove io non so se sta mattina si rialza, se lo hanno rianimato in aereo, ieri si è fatto un sedere come un secchio… E’ una squadra eccezionale, non si può arrivare a fare due finali senza avere qualità, anche morali. Tutta la squadra ama Mou in un modo viscerale, questo è davvero straordinario. Io capisco i laziali, ma quelli che mi fanno schifo è chi è fa finta di essere della Roma oppure di essere super partes. Siete falsi. E quelli che dicono di essere della Roma sono peggio degli altri. E’ da vergogna, mi fate ribrezzo…”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Se c’è un momento in cui i Friedkin devono dare un segnale sul futuro di Mourinho è questo, prima della finale di Budapest. Sarebbe importantissimo. Se la Roma è riuscita a portare a casa due finali il merito ha un nome e cognome, ed è quello di Josè Mourinho. I calciatori ci hanno messo tanto del loro, ma è proprio cambiata la storia della Roma. La proprietà forse ha preferito fino ad ora aspettare l’esito della stagione, ma arrivare in finale di Europa League, di questa Europa League, vuol dire aver fatto qualcosa di importante indipendentemente da come andrà la finale. E la Roma, prima della partita di Budapest, dovrà certificare in qualche modo il futuro di Mourinho nella Roma. A patto che Mou abbia ancora voglia di legarsi alla Roma…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “Tanti parlano del non-gioco della Roma, ma ieri dovevi puntare soltanto a conquistare la finale. Vorrei che non si dimenticasse del fatto che questa squadra ha dovuto fare a meno di Dybala, Smalling e inizialmente anche di Wijnaldum, che aveva solo mezzora nelle gambe. Dybala è un caso serio nella Roma, guadagna tanti soldi, ma la Roma non lo ha visto per larghi tratti della stagione. Gioca una partita su tre, mi sembra un po’ poco. Questo aumenta il valore di quanto ha fatto la Roma…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Quello che è riuscito a fare Mourinho in questi due anni è impressionante. Ha creato una sintonia pazzesca con la tifoseria, ieri è andato commosso verso lo spicchio dei tifosi della Roma con un atteggiamento da libro Cuore. Quello che instaurato con squadra e tifosi è veramente fantastico. E’ entrato in un modo così forte che davvero non me l’aspettavo. Spero che ora possa continuare questo feeling magico, che la magia continui ancora per tanto tempo… Matic è un giocatore che trasmette una serenità alla squadra anche nei momenti difficili, e questo è fondamentale per la squadra… Finale? Siviglia leggermente favorito, questi hanno fatto sei finali e le hanno vinte tutte e sei. Sono giocatori di qualità ed esperienza, hanno eliminato Manchester e Juventus…non dovrai distrarti nemmeno un secondo…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Cosa direi a Mourinho dopo l’impresa di ieri? Gli direi “ammazza te oh..“. I migliori ieri sono stati Matic e Pellegrini, ma anche Bove, che ha fatto una grandissima partita ed è il simbolo di quanto Mou riesca a caricare i giocatori a pallettoni. Bove è stato un leone…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Mourinho è il maestro assoluto a creare un’unità di intenti incredibile tra lui, la squadra e i tifosi. Questo gli è riuscito ovunque. Lui ottiene il massimo in mezzo alle difficoltà, più di quando è tutto facile. E’ incredibile come sia riuscito a vincere in squadre che non sono abituate a farlo: Porto, Inter e Roma… Bove è un simbolo, ha fatto due grandi partite, e penso che la Roma abbia trovato un potenziale grande giocatore. Noi però celebriamo Mourinho, ma va ricordato che lui ha in squadra dei campioni, e tra questi c’è sicuramente Matic. Quando c’è, si sente tanto. La dimensione internazionale alla Roma gliel’hanno fatta acquistare anche questi giocatori… Siviglia-Roma? Finale molto equilibrata, ieri gli spagnoli hanno dimostrato di essere una squadra forte, di grandi qualità… Il Siviglia ha un’esperienza superiore alla Roma, e servirà un’altra impresa. Il Siviglia parte avanti per l’esperienza che ha…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteRoma senza fasce: si fermano Celik e Spinazzola. Contro la Salernitana tocca ancora ai bambini
Articolo successivoLa Procura della FIGC ha deciso: Mourinho deferito per “dichiarazioni lesive” all’indirizzo di Chiffi

65 Commenti

  1. Adesso innalzano il Siviglia a squadrone imbattibile solo perché ha eliminato la Juve …visto il secondo tempo supplementare non mi è sembrata granché …lasciano parecchi varchi lì dietro…addirittura favorita perché hanno esperienza ma noi abbiamo mou

    • Bravo Mou100, io con MOU in panchina e MATIC in campo, l’ esperienza de Siviglia me stoppi al …., non me fate esse volgare… 💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

    • Ma vi rendete conto che questa non è la Europa league, direttamente o indirettamente stiamo affrontando avversarie da Champions, la Real, Manchester utd, Juve, Siviglia Bayer, siamo da Champions!!

    • Invece di scrivere sciocchezze, taci!
      Si parla solo dopo aver vinto …
      Gli spagnoli sono forti, velenosi ed hanno più mestiere di noi …
      Sarà una partita complicata e difficile …
      Si deve svegliare Abraham sotto porta, e il nostro portiere deve fare qualche parata in più evitando le papere.

    • Che il Siviglia sia temibile non ci piove e per piu’ motivi. Il fatto che ha eliminato la juve e’ di certo uno dei motivi ma non l’unico. Squadra esperta, abituata a giocare questo tipo di partite piu’ di noi e molto tecnica.
      Mi ricordo che due anni fa li abbiamo incontrati in una gara di precampionato. Non mi ricordo se loro erano piu’ avanti con la preparazione ma mi ricordo molto bene che ci hanno ridicolizzato e noi l’abbiamo buttata in rissa.
      La presenza di Lamela come ex di turno mi inquieta non poco.
      Io tranquillissimo non sono.
      Speriamo bene.
      Vada come vada Roma vince sempre.

  2. Mi fanno ridere quelli che parlano di esperienza superiore del Siviglia perchè ne ha vinte 6. Ma l’esperienza conta per i giocatori, non per la squadra. Quando si diceva che il Milan era favorito sull’Inter per il DNA Champions…si è visto che invece vince il più forte. Gente come Matic, Smalling, Wijnaldum, Dybala, Patricio…a livello di esperienza non hanno niente da imparare. La Roma se la gioca alla grande invece e la loro spavalderia sarà la nosta arma in più

    • da temere l’imprevedibilità di Suso. Per il resto sono veloci ma secondo me meno del Bayer. Con noi al completo, non so…

    • La partita è complicata e loro sono favoriti anche dai bookmaker. ..
      Si deve svegliare Abraham sotto porta e il portiere deve fare qualche parata in più…
      Parlare prima di vittoria porta sfiga …

  3. Questi sciacalli lazziesi con la sciarpa della Roma al collo ancora credono che Mourinho vada via dalla Roma dopo quello che ha detto ieri sera… sono senza vergogna questi

    • Anzi c’è pure di peggio, c’è chi si inventa un caso Dybala!!

    • Ma Marione a chi la sta facendo sta guerra?
      Io sinceramente tutti sti nemici non li vedo.
      Ma già, quello se non fa na crociata contro qualcuno non è contento.

  4. quelli che dicono di essere della Roma sono peggio degli altri. E’ da vergogna, mi fate ribrezzo…”

    così parlò chi si era disamorato.

    • Se la Roma è stata scarsa e mediocre in questi ultimi anni la colpa è dovuta a questo tipo di giornalisti …

  5. Buongiorno a tutti, concordo con chi scrive/dice che il Siviglia “oggi” sia più favorita rispetto a noi.
    Però, saranno favoriti se non dovessimo poter mettere in campo tra i titolari Smalling, Dybala, Spinazzola e/o avere a disposizione tra i cambi Gini, ElSha e Celik. Ma è anche vero che la Roma è arrivata in finale attraverso una identità “operaia” da miniera e non da bellezze da sfilata, quindi quando rientreranno i titolari credo bisognerà mantenere la stessa identità, un po come faceva l’atletico Madrid, naturalmente con le giuste proporzioni.
    Il Siviglia ha un gioco e giocatori che possono risolvere anche individualmente la partita, personalmente avrei preferito gli strisciati juventini, se non’altro perchè incoerenti mentalmente e vulnerabili sotto il profilo della personalità, il Siviglia non ha assolutamente questi limiti.
    A Budapest fortunatamente riuscirò ad esserci sicuramente e mi auguro di rivedere il sangue negli occhi visti ieri sera nella parte finale della partita dei nostri calciatori, ma occhio a farli arrivare a tirare dal limite come abbiamo concesso ieri ai tedeschi, perchè gli spagnoli possono fare più male.
    FORZA ROMA, FINO ALLA FINE.

    • Meglio così

  6. ora non esageriamo a innalzare il Siviglia. I migliori risultati li ha fatti in casa. Non è perché elimini la Juve, dopo averle concesso diverse palle gol, che sei uno squadrone. Noi al completo non siamo inferiori e c’è la giochiamo alla grande. Sbaglio ho abbiamo eliminato la Real Sociedad che non mi risulta essere inferiore al Siviglia? Allora l’Inter in Champions non dovrebbe nemmeno partire per Istanbul visto il calibro dell’avversario. Delle 3 italiane in finale quella che ha più chance è la Roma..

  7. Tuttapposto.
    Solo laziali che da stamattina pagheranno messe cantate contro fino al 31 maggio.
    Ma non verranno esauditi.

  8. Dopo l’impresa di ieri, vorrei dire alcune considerazioni :

    1) La rosa probabilmente non è così scarsa come si dice da 3 anni

    2) Bisogna che inizi in società una analisi approfondita sulle dinamiche e motivazioni degli
    infortuni che ormai hanno raggiunto numeri impensabili. Colpa del terreno di Trigoria? o
    dei preparatori ? o dello staff medico ? o della tipologia/frequenza/intensità degli
    allenamenti ? Anche ieri sera 2 giocatori ( Celik e Spinazzola ) fuori uso.

    3) I rinforzi arrivano ? sappiamo tutti che calciatori come Matic o Dybala se non erano liberi
    non potevamo permetterceli e allora o giovani potenzialmente campioncini (ma anche loro
    ormai costano) o ultra trentenni, sarà questo il futuro ?

    • No, nessuna colpa, così come non c’era nessun miracolo l’anno scorso, nel quale ci ha detto bene dal punto di vista degli infortuni traumatici al contrario di questo.
      Ma gli infortuni traumatici fanno parte del regno dell’imponderabile.
      Per quanto riguarda i problemi muscolari, vedrai che quelli ricorrenti sono praticamente gli stessi ogni anno: Spinazzola, Pellegrini ed El Shaarawi, che li avrebbero con ogni preparazione, ogni campo, ad ogni latitudine.
      Idem per Dybala che l’anno scorso non era presente, così come Spinazzola è sempre stato out per il tendine. Diego Llorente invece, a dare retta a TM, dal 17/18 in poi è stato fuori 330 gg per noie muscolari, quindi anche lui uno che sembra parecchio incline al problema.
      Celik e Smalling sono due casi a parte: Chris si è fermato una volta dopo una stagione intensa e ci può stare. Il turco è stato invece recuperato pelo pelo, sicuramente non avrebbe giocato se vi fossero state alternative.
      Nulla di arcano insomma: Cristante ha giocato 100 partite e potrebbe farne due nello stesso giorno, poco meno di lui gente come Mancini, Ibanez, Abraham, Zalewski.
      Perché sono giovani e sani, tutto qui.

  9. Secondo alcuni commentatori di cui sopra doveveno secondo loro uscire contro il Salisburgo se non prima per questo si parla poco piano piano pure Mou si e’ rotto….si raccontano un sacco di balle….lasciamo stare che ci giochiamo la finale cosa che pochi credevano mo’ si Daje Roma

  10. abbiamo già affrontato Real Sociedad e Betis che sono arrivati molto sopra….arriveremo bene di testa , pronti alla battaglia….insieme ci saranno 20000 Romanisti me compreso, poi sarà que che sarà….senza paura

    • Beh, in effetti il Siviglia è decimo, e fuori dall’Europa. Real Sociedad e Betis sono al quarto ed al sesto posto. Non diciamo nulla, ma insomma…

  11. In tutta Italia, molti Juventini stanno esultando di essere usciti con il Siviglia, che perdere poi in finale con la Roma di Mou. Io avrei preferito la Juve in finale, per alzargli la coppa in faccia!!
    Così da vendicare tutte le scorrettezze sportive che ho vissuto da quando sono nato Romano e Romanista. In cominciando dal goal di Turone !!!

  12. una breve considerazione vero ha stravolto la storia romana
    de più se si realizza la vittoria in Europa League ha stravolto la storia italiana
    il deperimento.ne e’ solo n’a conferma
    volevo dire.bravi.non solo i giocatori , allenatore ma anche ai tifosi che accompagnano sostengono la Roma sia allo stadio sia sul divano o in ogni altra parte del mondo
    ora il campionato tocca vincere anche con i ragazzini sotto lo sguardo vigile di Mou

  13. in una giornata così ti si può pure perdonare il fatto di scrivere stupidaggini:
    1)la rosa nel complesso non sarà scarsa ma sicuramente sottodimensionato anche per 2 soli impegni, riguardati la formazione di Bologna
    2) gli infortuni dipendono palesemente da punto 1, celik ad esempio era già infortunato ma ha dovuto giocare per mancanza di alternative, alcuni giocatori hanno giocato più del dovuto (es. smalling) e ci sta che accusano a fine stagione, altri sono infortuni traumatici che sono imprevedibili e fuori da qualunque ragionamento (dybala, kumbulla, karsdorp etc)
    3) sui rinforzi beh, abbiamo bloccato aouar e si dice pure n’dicka, che non mi sembrano ultratentenni, fermo restando che se arrivassero stagionati con le caratteristiche e la condizione di matic io non mi lamenterei

  14. per quel ciarlatano di ilarione, Dybala quest’anno ha giocato 36 partite solo con la Roma, coronate da 16 goal e 8 assist, secondo il suo illuminato ragionamento la ns squadra ne dovrebbe aver giocate circa 108, me cojons

    • Prima fa finta di elogiare la Roma, per poi lanciare il sasso di un presunto caso Dybala che vede solo lui.

      Paulo è il capocannoniere della squadra, uno dei pochi che sa dare del tu al pallone, ci ha tolto le castagne dal fuoco più di una volta (chiedere a Slot, se è tornato dal pellegrinaggio in Nepal), però secondo lui è un problema. Piuttosto che sparare cacate, si andasse a rivedere l’intervento di Palomino che di fatto ce lo ha tolto per la doppia sfida coi tedeschi.

    • Se la Roma è stata scarsa e mediocre in questi ultimi anni la colpa è dovuta a questo tipo di tifosi …

  15. Mourinho fa due anni all’Inter. Il primo vince il campionato e poi si concede il triplete l’anno dopo.
    Adriano ,Crespo , Cruz, Ibrahimovic, Pandev e Balotelli : questa la batteria attaccanti del primo anno.
    L’anno dopo cedono Crespo, Cruz, Ibra e Figo si ritira, non proprio 4 seghe. Ma prendono Eto’o, Milito, piu gli inutili Arnautovic e Suazo, oltre a Thiago Motta, Snejder, Lucio e vanno a vincere tutto.
    Ora, il paragone risulta sconfortante solo a guardare il parco attaccanti, e ciò accresce ancor di più i meriti del mister che ci ha portato in finale con una rosa di secondo piano e pure ridotta all’osso.
    Quindi, mi ricollego alle parole di Ferretti, i Friedkin si sbrigassero a fare chiarezza col mister, perchè dopo aver vinto Conference ed EL (si, tranquilli, giocatevi l’ 1-0 col siviglia) dobbiamo chiarire se possiamo puntare allo scudetto ed a ben figurare in CL.
    Io non mi nascondo, non sono mai stato un devoto Mouriniano nè avaro di critiche quando servivano, ma credo che ora il mister si meriti il giusto riconoscimento ed una rosa all’altezza.

    • Nessuno sosteneva però a inizio stagione che la rosa non fosse all’altezza. Anzi, fioccavano, anche qui, le dichiarazioni d’amore nei confronti di Tiago Pinto e più di qualche addetto ai lavori ci dava in piena corsa per la lotta al titolo.
      Si contava su quelli che erano stati ottimisticamente definiti i Fab Four (passata quasi tutta l’estate a capire come farli giocare assieme), su Wijnaldum, su Belotti quale rincalzo di lusso.
      Quasi tutti concordavano sul fatto che ci fossero praticamente due titolari per ruolo.
      Poi succede che dei Fab Four ne resta uno ma spesso scocciato (nel senso che si rompe con preoccupante continuità), con Zaniolo che si rivela per la testa che è, Abraham che sembra il figlio di Musiello, Pellegrini che ha trovato una forma decente da un mese.
      A questi aggiungi un Belotti commovente per dedizione ma che segna meno di Ibanez, Wijnaldum azzoppato per sei mesi dal fuoco amico, i soliti problemi di Spinazzola ed ElSha (sommati a quelli di Pellegrini e Dybala), e allora diventa facile parlare di rosa non all’altezza.
      Chiaro che se 7/8 giocatori titolari o quasi faticano per tutta la stagione a dare un contributo stabile la coperta diventa automaticamente corta.
      Senza mai dimenticare che sei costretto a fare mercato a costo zero fino al 2025.

    • Beh, la grande illusione c’è stata per un attimo, coi 10 punti dopo 4 giornate in cui qualcuno già titolava ipotesi di lotta scudetto. Illusione infrantasi repentinamente con le 4 sberle di Udine bissate dalla sconfitta col Ludogorets.
      Al netto del mercato bloccato, ci sarà da valutare chi può restare e chi no, anche dei cosidetti pezzi grossi.
      E parlo soprattutto di Dybala e Wijnaldum per motivi diversi fra loro, che potrebbero essere rimpiazzati da qualcuno più funzionale a parità di ingaggio.
      Perchè se Dybala mi gioca solo il 52% del minutaggio totale, io con la morte nel cuore, qualche valutazione la faccio pure su di lui.

    • Concordo va valutato anche lui, soprattutto perché un rinnovo sarà comunque particolarmente oneroso.
      Però dico pure che non siamo nelle condizioni di ingaggiare fuoriclasse, ahinoi, nel pieno degli anni e della vigoria atletica, quindi magari Dybala me lo tengo perché mi toglie le castagne dal fuoco in parecchie della trentina scarsa di partite che riesce a giocare.
      E insieme a lui c’è Pellegrini che ti lascia a piedi regolarmente per qualche mesetto.
      Non possono però essere circondati da altri 4 o 5 titolari (intendo nei 18) di dubbia affidabilità fisica ma dallo stipendio comunque oneroso.
      Per questo starei come minimo bene attento in particolare al destino di Spinazzola ed ElSha, due giocatori cui si può volere bene, professionisti impeccabili, ma che hanno troppi alti e bassi.
      Per me rosa all’altezza significa soprattutto un gruppo di giocatori solidi e affidabili dal punto di vista fisico oltre che tecnico.

  16. Il Siviglia ha vinto 6 finali su 6 in EL. La regola della crisi del 7º anno vale sempre. Vi è andata bene finora…mó basta!

  17. Augusto ciardi: “Mourinho e Guardiola hanno dimostrato che si possono ottenere dei risultati avendo due filosofie di gioco diverse, e non ce nè una giusta e una sbagliata.”

    Caro Augusto però ci sta piccolissimo non trascurabile dettaglio…

    La gestione del buon Guardiola ( dove ora si sprecano gli osanna) dal suo avvento ad oggi, credo sia costata in acquisti qualcosa come 1 miliardo di sterline … tale da non accorgerti se in campo è scesa la squadra a oppure quella b ,dove il più scarso è valutato 70mil. e quello appena “accettabile” appena 95 di milioni.
    Che poi un giorno il buon Ceferin ci spiegherà (forse nella sua autobiografia) come possibile spendere e spandere,mentre noi qua per una busta di pistacchi acquistabile a rate abbiamo il financial ecc ecc. a mo di FBI alle calcagna …

    Piccoli dettagli !

    • everybody lo possono spendere perché fatturano oltre 500m e si possono permettere due colpi l’anno aimé e questa la dura verità piu che altro ceferin ci deve spiegare perché non c’è un salary cap

    • Asroma ale, fatturano quei soldi anche grazie a sponsorizzazioni interne (in teoria proibite oltre una certa soglia) e a giochetti contabili strani (se non erro pure loro in Inghilterra hanno un procedimento aperto nei loro confronti… Che ovviamente finirà in una bolla di petroldollari).

  18. Ma , secondo voi , c’è davvero chi crede ( in buona fede ) che allenatore e dirigenza non si parlino quando vogliono senza farlo trapelare?

  19. Se il Siviglia è superiore, chissà perché le quote davano Roma e gobbi favorite per la vittoria della coppa a 3.20 mentre il Siviglia a 3.80, poi il Bayer Leverkusen a 5.
    Poi, il Siviglia superiore che fino a poco tempo fa rischiava di finire nella B spagnola ed ha esonerato mi sembra ben 2 allenatori compreso Sampaoli.
    Poi, la coppa è un’altra cosa rispetto ad un campionato e vabbè, il Siviglia ha alcuni giocatori di livello e vabbè, ma il Siviglia è superiore a quale Roma ? Può darsi a quella rimaneggiata con mezza squadra titolare ma se prendessimo una Roma con giocatori al 100% ed al gran completo per non parlare poi dello Special One che per le avversarie di coppa è tremendamente maledetto specialmente tra semifinali e finali ed ha pure buttato fuori la Real Sociedad che invece nella Liga è quarta con un piede e mezzo in Champions con tanti ma tanti punti di vantaggio sullo stesso Siviglia, allora si può anche invece dire che la Roma è superiore al Siviglia.
    Vero radiolari laziesi del caxxo ? Scendete dal trespolo ed occhio al fegato ingrossato.

  20. Ah, ecco perché, era un radiolare rubbentino che rosicava per essere andato a casa contro il Siviglia e non si capacita che invece noi magari siamo a differenza dei gobbi, più forti degli andalusi ma ancora non si era accorto che si erano salvati ai quarti con lo Sporting Lisbona che aveva rischiato di fargli prendere un’imbarcata.
    Noi in finale, voi gobbi in tribunale andate a giocare

  21. Che impresa! Grande Mou e grande la squadra a seguirlo in tutto. Gli infortuni penso siano dovuti al numero di partite giocate da ciascuno per via di non avere una rosa lunga e anche dal tipo di gioco che facciano: rincorrere e difendere senza palla per 98 minuti ti snerva mentalmente e fisicamente e questo può favorire purtroppo l’infortunio. Ma avanti così . Mi aspetto una finale però con un gioco propositivo che abbiamo saputo fare nelle partite in cui serviva. Daje Roma daje . Tutti uniti nell’ultima battaglia e fiduciosi come sempre e come vi dice il nostro DNA!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome