“ON AIR!” – ROSSI: “La squadra ha imparato la lezione, pronostici ribaltati”, MELLI: “Non è il caso di dar fiato alle trombe”, ANGELONI: “Cetin? Mi ricorda qualcuno…”, LO MONACO: “Florenzi ben voluto da tutti, me lo terrei stretto”

41
9146

RADIO ROMANE, IL VIAGGIO NELL’ETERE – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo): “Pensa come può essere raccontata la Roma, se la battuta di un giocatore, uscendo dallo stadio e relativa alla festa dei dipendenti, può diventare l’annuncio del suo addio. Non parlo se Florenzi rimane o no, non dico che non andrà via, ma non è questo il tema. Lui quelle partite lì, dove devi attaccare, può giocare. Per attaccare, Florenzi è il migliore dei tre. Da Spinazzola mi aspettavo di più, ha una buona gamba, ma mi aspettavo di più nella fase offensiva. Ma quando c’è da battagliare, Fonseca preferisce altri giocatori…”

Luca Valdiserri (Rete Sport): “La Roma non ha giocatori che tirano bene da fuori area, e questo è un problema contro squadre che si difendono davanti alla porta. Questo è oggettivamente un problema. La Roma di Fonseca è una buona squadra, sta facendo del suo in campionato. In coppa meno, perchè doveva vincerlo quel girone ridicolo. Alcuni giocatori sono migliorati, come Kluivert, ma altri sono peggiorati come Under… Fonseca è da 7, ma non da nove o da dieci…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Vittoria della Roma senza se e senza ma… Ho letto “Romontada” sul Corriere dello Sport, ma vi prego, mandate via Zazzaroni…remuntada contro la Spal…ragazzi, la remuntada la puoi fare col Barcellona, ma con la Spal… così la fanno passare come se la Roma avesse sofferto. La Roma ha giocato male come al solito, tutti giocano male, ma alla fine ce la fa perchè è molto più forte… Petagna? Che pippa ragazzi… Pensare che Florenzi va alla Fiorentina o al Cagliari e noi forse ci prendiamo Petagna mi butta giù proprio come tifoso di calcio…mamma mia ragazzi, che pippa…”

Ugo Trani (Rete Sport): “Mancano il terzino destro e il centravanti di scorta. Ora senza Cristante sei anche un po’ scoperto a centrocampo, a me ieri non hanno convinto Diawara e Veretout, che cominciano a essere stanchi. Fazio-Cetin? E’ la peggior coppia che puoi creare in difesa, Cetin è grezzo e Fazio sbaglia cose fondamentali… Florenzi sappiamo che deve andar via a gennaio, ma se va via lui tu devi prendere un titolare nel ruolo. Petrachi compra Zappacosta per fargli fare il titolare, e Spinazzola per avere un cambio sia a destra che a sinistra… Castagne? Ottimo giocatore, va benissimo, ma l’Atalanta fa la Champions e te lo fa pagare…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Florenzi? Bisogna vedere se lo cedi con l’obbligo di riscatto oppure no. Perchè se lo vendi, prendi il titolare e poi l’anno prossimo lui torna qua, stai punto e a capo. La cosa che mi viene da pensare nel caso in cui la Roma dovesse cedere Florenzi in prestito, potrebbe essere un modo per rivalutarlo: qua se non gioca poi lo vendi a quattro spicci. Se lo mandi in prestito, lui che è un giocatore di rendimento fa il titolare e poi va all’Europeo, e così poi lo vendi bene…”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “La Roma ha battuto la Spal, ed era prevedibile. Ieri la squadra non ha fatto un partitone, però vince. Spal molto modesta. Petagna? Per me quel pippone è morto e sepolto dopo che ha festeggiato così. La squadra si sta avvicinando a piccoli passi a quello che Fonseca vuole mettere in pratica, ma la Roma non può essere ancora quello che dice lui: troppe palle perse, poca riconquista palla…ma se poi hai Pellegrini, Dzeko, quando hai quella qualità là è chiaro che contro la Spal alla fine ce la fai. L’anno scorso non ce l’hai fatta? Sì, ma solo chi non vuole capire può non sapere cosa è successo l’anno scorso…”

David Rossi (Roma Radio): “La Spal si è messa a difendere in stile anni 70. La Roma ha avuto un solo problema con Petagna, con una gran parata di Pau Lopez. La Roma aveva avuto il pallino del gioco con un possesso palla guiardioliano, ma non è riuscita a capitalizzare la sua superiorità. Nella ripresa non è servita la migliore Roma per ribaltarla, ma è servito un episodio fortunato, lì la Roma si è sbloccata. La risposta c’è stata, la Roma ha dimostrato di avere un’altra testa rispetto a giovedì, la squadra ha imparato la lezione. Ma il danno di giovedì lo capiremo oggi alle 12, quando ci sarà il sorteggio di Champions… Oggi la Roma ha 11 punti di vantaggio sul Napoli e Milan, e 4 sull’Atalanta, che per tutti secondo i pronostici erano ampiamente davanti alla Roma… A oggi mi sento di dire che Milan e Napoli difficilmente arriveranno davanti alla Roma, l’Atalanta non lo so…”

Alessandro Angeloni (Rete Sport): “Se pensiamo che Cetin fino all’anno scorso giocava nella serie B turca…a me sembra un ragazzo che ha delle qualità, che chiaramente vanno sviluppate e anche aspettate, ma che sono visibili totalmente. Io ci vedo qualcosa, poi magari mi sbaglio. Non capisco le insufficienze, è stato attento e Paloschi non è stato mai pericoloso… Nella pagella ho scritto che mi ricorda qualcuno. Manolas? Samuel? Se ho scelto di non dirlo, sennò poi diventa quel giocatore che mi ricorda, e non mi va. Il paragone con chiunque sia è nelle movenze…”

Daniele Lo Monaco (Tele Radio Stereo): “Per me Florenzi è un ottimo 12esimo giocatore per una squadra con le ambizioni della Roma. Con questa definizione non ho mai voluto essere offensivo, ma nemmeno difensivo. Io non so se siamo vicini a qualche annuncio come scrive qualcuno, o se è completamente smentito come scritto da altri, però mi sento di dire che questo ragazzo può essere ancora molto utile alla Roma e anche contro Gladbach e Parma avrebbe potuto dare una mano, e lì è stato misteriosamente non utilizzato. Ieri è tornato ad ottimi livelli. E se un ragazzo è così ben voluto, può dare qualcosa in più a qualsiasi altro giocatore nel ruolo, e io oggi me lo terrei stretto. Se poi fosse lui a volersene andare, lo asseconderei: io non tratterrei mai nessun giocatore, così come il giocatore non si dovrebbe mai opporre alla volontà della società di cederlo, perchè le due volontà devono essere convergenti…”

Furio Focolari (Radio Radio): “I tifosi della Roma erano arrabbiati, e qualcosa non mi torna. La vittoria è ineccepibile, ma i tifosi erano arrabbiati perchè la Roma non ha giocato bene…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La Roma? L’ha vinta per forza, mi sembrava una partita da biglietti in bocca per le isole, ma poi ti sei accorto che dovevi fare qualcosa in più. La sqiadra mi sembra in discreta salute, Florenzi ha fatto una buona partita, ora vedremo venerdì se la squadra avrà la forza di giocare due partite così ravvicinate, sarà un bel test…”

Roberto Renga (Radio Radio): Il risultato è ottimo, la classifica molto bella , la Roma ha superato il momento di emergenza totale arrivando al quarto posto e non lontanissima dalla vetta, ma dobbiamo anche analizzare la partita. Non è che abbia fatto molto meglio rispetto al Wolfsberger. Nel primo tempo c’è stata una sola occasione per la Spal, e poi il rigore. Nel secondo tempo la partita è cambiata per un autogol, ma la Roma è cresciuta e la Spal calata, ed era inevitabile la vittoria. Ma non è stata una grande prestazione, anche se quello che conta sono i tre punti, sempre…”

Franco Melli (Radio Radio): “Roma senza infamia e senza lode. La squadra ne è venuta a capo come è giusto che sia, visto che la Spal è ultima in classifica. Non mi sembra il caso di dar fiato alle trombe per questa vittoria…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “Vittoria da quarto posto per la Roma, in attesa di sapere che succede stasera… La partita però è stata chiusa nel finale col gol del tre a uno, la Roma ha vinto con difficoltà, sul due a uno era assolutamente possibile che la Spal segnasse un gol…”

(Continua…)

Redazione GR.net

Articolo precedenteSorteggio Champions, l’Atalanta pesca il Valencia. La Juve contro il Lione di Garcia. Il Napoli trova il Barcellona
Articolo successivoSorteggio Europa League, urna fortunata per la Roma: c’è il Gent. Andata all’Olimpico il 20 febbraio alle 21, ritorno in Belgio il 27 ore 18:55

41 Commenti

  1. Franco Melli (Radio Radio) Ossicino duro da digerire Mi stai diventando sempre piu’ antipatico
    Qui se vi è qualcuno che dà fiato alle Trombe siete voi, che dopo la vittoria sulla Rubens già parlavate di scudetto!
    Ilario – La Roma non ha goduto dei favoritismi “donati” alla Scazzie Mai come quest’anno paghiamo “errori” aribitrali Se il Campionato fosse stato quanto meno “regolare” a quest’ora si vedrebbe sicuramente un’altra Classifica
    Pruzzo – Senza Parole…

  2. Avversario forte forte…primo tempo a parte la Roma non ha rischiato nulla, per vincere questa partita ci voleva una grande Roma, bravi ragazzi. 🚩

    Florenzi migliore in campo!!

  3. Certo caro Melli…la roma nessuna squadra l’affronta con superficialità ,anzi sempre come se fosse una finale, no come avviene con i tuoi sbiaditi….e poi vedo che da bravo laziale pensi solo ai fatti della roma…ogni tanto affronta i problemi dei ciociari….ops,scusa ma de che volete parlà!

  4. Questi sn gli OPINIONISTI che fanno fortuna a roma grazie alle radio private che si sentono in giro x la città in mezzo al traffico gente in malafede pronta a denigrare la squadra in ogni momento e ancora gode del favore di tifosi lobomizzati che pendono dalle loro labbra gente che impicciava cn moggi che inventava dossier e che in ogni caso sn sempre li a sparlare e guadagnare sulla pelle della ASROMA

    • questi opinionisti o addetti ai lavori, dovrebbero saperne più di noi, ma è l’esatto contrario.

      analizzano il risultato fine a se stesso, puntano sempre alla pancia della gente, quella più ignorante però.

      nessuno ad esempio ha sciorinato un po’ di numeri, che come sempre si avvicinano alla verità più delle loro ca@@ate sistematiche.

      il primo dato è che siamo a -7 dal primo posto.

      eh si, con una media di 5 infortunati a partita, con un picco di 8, con Zaniolo centravanti e Mancini mediano, noi siamo in corsa per qualsiasi cosa, soprattutto perché chi è davanti non appare proprio irresistibile.

      C’è anche chi lassù, ha visto girare la ruota sempre nel verso giusto, vorrei vedere inter e lazie come gestirebbero una media infortuni come la nostra, e non avendo gli aiutini che hanno avuto fino ad ora.

      Far giocare sempre gli stessi 11 può anche premiare, ma dopo 40 partite si sbriciolano, sempre.

      E’ ancora tutto da vedere, ma intanto i numeri già qualcosa ci dicono.

  5. ma radiolari me spiegate perchè la lazio quanno gioca in coppa ..OPSS, scusate quanno GIOCAVA in coppa se riposava sempre un giorno de più??? poi l’infortuni non se devono chiamare jella …comunque ve aspettamo con la squadra al completo…

    • Avremmo dovuto farlo anche noi ma a verona tornando da istanbul, non ieri, ho scritto ieri quasi un tema su sta cosa, perchè è assurda. La regola dice che se giochi il giovedì in trasferta, poi hai diritto a spostare la tua gara di campionato al lunedì, se invece giochi in italia il giovedi non hai poi diritto a spostare la partita di serie A al lunedì. Noi a verona abbiamo giocato la domenica sera,mentre dovevamo giocare il lunedì, perchè l’inter ha chiesto di anticipare inter-roma al venerdi per preparare la partita col barça. L’inter giocando la champions ha priorità di scelta. Noi abbiamo fatto 3 trasferte in 8 giorni, la juve ad esempio giocherà 3 partite in 7 giorni, la lazie ha giocato giovedì una partita insignificante, gioca stasera(la regola sarebbe quella) eppoi si sposta a gennaio la partita col verona di questo turno, perchè hanno la supercoppa domenica con la juve. Però la juve mercoledì gioca con la samp in campionato. Il calendario della lazie è sfacciato in questo periodo. A gennaio, comprendendo il recupero col verona, giocheranno 4 partite consecutive in casa, inclusa la coppa italia.

  6. La SPAL è venuta a fare la sua onesta partita, e non è certo una squadra materasso. Abbiamo faticato ad averne ragione più del preventivato, forse… Ma concordo con chi ha scritto ieri che lo scorso anno non ce l’avremmo fatta a raddrizzare il risultato. Se ancora siamo condizionati dalla paura di sbagliare la partita, beh, Fonseca riesce a essere più convincente e coinvolgente rispetto a DiFra. Ricava dai giocatori quel che l’altro non riusciva a fare. E se non abbiamo vinto in scioltezza, comunque abbiamo vinto, e recuperato un po’ di punti sulle dirette avversarie.
    Due parole su Petagna e Florenzi. Il primo, mi sembra assurdo che la SPAL se ne privi, visto che segna praticamente solo lui. In ogni caso se lo farebbe pagare salato, a meno che non sia un prestito con facoltà di riscatto.
    Il secondo, potrà anche essere sacrificato per tamponare il passivo, perché non è una prima scelta e grava sul bilancio. Tuttavia,né Fonseca, né Petrachi mi paiono così folli da non pensare rimpiazzarlo. Se Florenzi partirà (e partirà se chi l’acquisto gli garantire lo stesso ingaggio), mi aspetto che ne arrivi uno ancora più forte. Un colpo alla Smalling, per dire.

  7. Sempre critiche costruttive e positive per la nostra squadra da parte dei radiolari.
    Per me ieri é stata una buona partita senza contare infortuni e squadra che non é al Top. Non voglio dire MALE di nessuno della Roma, per adesso mi sta piacendo e sopratutto l’interpretazione di gioco di Fonseca mi sta lasciando di sasso, ha superato quasi tutti i miei pronostici. Quello che mi fa piú schifo e sopratutto vergogna sono gli episodi arbitrali che fatalitá sempre ce li ritroviamo contro … e del VAR neanche a parlare. Per cuanto riguarda la Lazio, grazie a Lotito che é riuscito a entrare nella Federcalcio che gli arbitri cominciano a dargli i favoritismi… anche noi se avessimo come presidente Un vero “CAZZO PER IL CULO” allora non stavamo a parlare de este cose… speriamo que il genio de la Toyota compri la roma e sfanculi Pallotta.

  8. Domanda: perche azxo dobbiamo giocare venerdì a Firenze?
    Fa LE coppe la Fiorentina? NO
    DEVONO festeggiare qualche Santo? No
    Allora? Mistero. ..anzi ma quale mistero LOTRUFFA si aggiusta da una vita,posticipi,anticipi, supercoppole,arbitraggi. ..vedi se i soliti noti,commentano ste cose.Ah già se qualcuno lo fa’,come me,e’un piagnone.
    Invece piangere per le cessioni, e’sinonimo di capiscione….
    Per il resto, sti 4 pennivendoli servi del padrone, stanno consumando litri di MAALOX per pettinarsi lo STOMACO. ..pruzzo poi mi fa veramente pena. E’stato un GRANDE goleador della ROMA, ma OGGI i suoi commenti sono veramente vergognosi ed io a solo a questi mi riferisco. Rosicate laziali rosicate. …ahhhh la Roma ha vinto ed io godoooo ahhhg

    • Gaetano, voglio vedere se qualcuno qui pensa che giocare un certo giorno e/o una certa ora sia del tutto indifferente.
      A parte il vantaggio, per chi gioca dopo, di conoscere già il risultato della diretta concorrente, è chiaro che anticipare la partita in presenza di così tanti impegni può incidere sul rendimento della squadra. Sono atleti, d’accordo, ma un giorno di riposo in più non mi sembra proprio da buttar via. E non dimentichiamo che se alla partita precedente qualcuno ha subìto un lieve infortunio o affaticamente muscolare, ritardare l’incontro successivo può garantire un recupero in extremis.
      Quanto all’orario, giocare la sera in inverno significa affrontare una temperatura più rigida e l’umidità alle stelle. Non è determinante, ma certo non agevola.
      Poiché immagino che la scelta delle partite da anticipare e posticipare non sia né a sorteggio né a rotazione, ma discrezionale, l’idea che Lotizio ci metta le mani pur di lucrare un minimo affiora beffarda e, come sappiamo, a pensar male si fa peccato ma spesso si indovina.
      lazie in B, ora e sempre.

  9. perchè pubblicate le affermazioni di redio non di Roma e soprattutto di fuori Roma? popolate da gente che stava sul libro paga di Moggi (Melli) o che faceva il commentatore sportivo di sci e di tennis (a spese nostre visto che era della RAI) salvo po fare come secondo lavoro il piazzista della puma e che dichiaratamente della lazie???? Oppure di colui il quale ha una notorietà da secondo (perchè non è mai stato un primo) portiere di lazie e di milan???? O addirittura del padrone di redio redio (padrone ?!? si è sposato la figlia del padrone!!) che oltre ad essere in combutta con moggi e essere laziese di tifo e di provenienza fa commenti sulla Roma????
    Addirittura dice che sul finale la spal poteva segnare e non ricordo una parata di Pau Lopez??? FORZA ROMA

    • Non solo. Il vantaggio della Spal nasce da un rigore assurdo: ineccepibile, ma frutto di un’ubriacatura di Kolarv, che ha colpito non ricordo chi mentre stava uscendo lateralmente dall’aria di rigore. Ed aggiungerei – e la cosa mi ha dato molto fastidio – che prima del rigore ci sono stati quattro-cinque interventi obiettivamente fallosi non fischiati: per carità, in mezzo al campo, ma sono situazioni che inevitabilmente innervosiscono i giocatori (non voglio certo giustificare Kolarov per l’errore del rigore, ma…)

    • Se non sparlano nelle radio per esemplari succubi dell’ecosistema cos’altro possono fare?
      Da una parte frustrati pseudo giornalai, dall’altra dei nullafacenti senza vita propria.

  10. Ai sbiaditi va sempre ricordato 1)il nostro nome è per loro eterna sconfitta ;2 non dovevano restare iscritti nel campionato italiano; 3 devono restituire la coppa italia che hanno manipolato per ottenerla falsando la competizione stessa facendo giocare mauri (condannato per lo scandalo in una competizione normale non giocava sarebbe stato fermo per diversi anni ; 4 avete lotito nella sala comandi della lega vedere i rigori concessi e come architetta per benino il calendario a favore della sua sbiadita

  11. guarda che i tifosi della Roma ieri erano arrabbiati pea per l’atteggiamento dell’arbitro sardo, ma perché parlate senza accendere il cervello??????

    • Eh già come ho scritto sopra: una serie veramente inspiegabile di omessi fischi. O forse una spiegazione c’era?

  12. Questi pseudo opinionisti di radio radio sono solo ridicole macchiette che pur di ricevere un emolumento per sopravvivere sono disposti quotidianamente al meretricio intellettuale

  13. La Roma ha giocato bene.
    Sotto per un errore stupido ha ribaltato facilmente la partita.
    E’ stata sempre superiore in ogni momento, ha sempre avuto il pallino del gioco e ha dovuto fare i conti con una squadra votata alla difesa totale e pure parecchio scorretta.

    Il secondo tempo abbiamo concretizzato le occasioni che nel primo erano uscite di un soffio o prese per caso dal portiere.

    Questi che partita hanno visto non lo so. Manco me ne frega.
    Florenzi ottima partita, lui sul piano offensivo è di gran lunga meglio di Spinazzola e Santon.
    E’ sul piano difensivo che il mister gli preferisce gli altri due, più fisici.

    Ottima partita anche Cetin..
    Io questo giocatore lo vedo forte.

    • Allora non sono il solo a cui è piaciuto Cetin. Per carità, deve crescere, ma ha dimostrato una sicurezza notevole ed un’ottima tecnica.

  14. Franco Melli (Radio Radio): “Roma senza infamia e senza lode. La squadra ne è venuta a capo come è giusto che sia, visto che la Spal è ultima in classifica. Non mi sembra il caso di dar fiato alle trombe per questa vittoria…”
    Traduzione:
    “Cori cori cori e questi ce l’avemo sempre attaccati ar culo. Mo quando smetteranno di darci i soliti du rigori a partita che ffamo? Mica e ggiusto però…”

    • Ma no, il senso era: mannaggia, mo’ a Firenze dobbiamo mandà uno che abbia la faccia di bronzo di continuare per tutta la partita a non fischiare i falli…

  15. MELLI BAMBOLO…coll’ultima in classifica,la tua lazzio c’ha perso…e stasera il Ninjia vi dà un’altra mazzata.
    Per la Befana ve famo lo scavalco…senza se e senza ma…

    • grande zenone ARICORDAJELO!!…la lazio se deve fare la partita non è capace….tutta chiusa e contropiede, se giocava cosi nell’anni 70…in europa infroceranno sempre, tanto alloro che je frga so stati eliminati e nessun giornale ha detto che figura hanno fatto. Noi se semo qualificati pareggiando l”ultima dopo che ci hanno fregato due partite vinte da calcio scommesse e semo finiti in croce come squadra senza carattere…coerenza per favore…

    • Zeno’? Stasera sei carico a palllletto’, pero’ non posso fare a meno eheh…ma il ninjjjia non era un ubbbriacone finito?…
      …Muaaaahahahahahaheheheh
      Daje befana portace sto scavalco!!! eheh

  16. Non vi ho letto. Na posso immaginare, come abbiate messo Melli sulla graticola. Il pezzo più grande sarà l’orecchio. Che avrà detto mai? Che siamo scarsi? Che retrocederemo? La Roma ha fatto il suo, ha vinto con l’ultima in classifica, faticando. Vittoria meritata, ma sono serviti un autogol e un rigore, quindi come dice Melli niente proclami trionfalistici, testa bassa e pedalare, e magari comprare.

    • Tu sei uno di quelli che ieri ha buttato me… sulla squadra fra primo e secondo tempo…
      inizia a pedalare te.

  17. Pronostici ribaltati ?
    Abbiamo vinto con la Spal, ultima in classifica. Ci mancava pure non vincessimo. Abbiamo solo fatto il nostro dovere.
    Avanti con umiltà.

  18. Ma i giornalai che se criticano??? Abbiamo vinto me pare no??? E basta a!! Forza romaaaaaa , Pe stasera 1 fisso melli e focolaio! ! Sentiteve male!!😅😅

  19. Scusate, sto verificando le varie testate online ma non riesco a trovare un accoppiamento. Magari qualcuno potrà pensare come mai un romanista è colto da questa curiosità; la risposta è che io sono curioso.
    Ma alla Lazio che squadra è capitata in Europa League?

  20. Io per i lazziali nutro solo 2 setimenti,senza sapere quale viene prima …l’ODIO e il RIBREZZO..
    per me una vittoria nel derby è goduria pura prolungata per giorni,settimane,forse mesi…godo pure delle loro sconfitte,degli infortuni dei loro giocatori,di una multa che gli dà il Giudice Sportivo…se un giocatore laziale si separa dalla moglie,io godo…ancora di più se è stata lei a mettergli le corna.
    Io non posso farci niente,sono così…vecchio,brutto e cattivo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome