“ON AIR!” – ROSSI: “La Roma s’è desta”, AUSTINI: “Senza infortuni sarebbe in lotta per il campionato”, PAGLIA: “Cetin nuovo idolo dell’Olimpico”, LO MONACO: “Ma la notizia più bella è Pastore”

35
9122

RADIO ROMANE, ECCO COSA SI DICE – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo): “A me questo allenatore sta piacendo molto. Sbaglia come tutti, anche Guardiola ogni tanto sbaglia. Non esistono salvatori della patria, ma allenatori bravi, e lui lo è. Vedo grandissimi meriti da parte dell’allenatore. Cetin? Secondo me non è turco, è nato al Prenestino… Complimenti anche ai giocatori, che critico spessio, ma che stanno seguendo al 100% il loro allenatore… Se Pastore stesse bene, sarebbe un titolare della Roma. Se la Roma arrivasse in finale di Champions, e lui stesse al 100%, io farei giocare titolare lui. Questo per far capire che giocatore la Roma non ha potuto utilizzare fino ad ora… La Roma al completo sarebbe ancora più su, nella lotta per il campionato…”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Pensate che striscia avrebbe fatto la Roma senza errori arbitrali in questa difficoltà…e noi dobbiamo sentire Conte che si lamenta che la rosa dell’Inter è corta. Allora noi dovremmo fare un monumento a Fonseca, cosa che non dobbiamo fare! E non lo dobbiamo blindare! Dobbiamo solo chiedergli di continuare così. Complimenti allo stadio, ai tifosi romanisti, complimenti…stracomplimenti. Bel colpo d’occhio, bella atmosfera, e la Roma li ha ripagati. Pensate come uno stadio nuovo…sarebbero tre punti per tutte le 19 partite in casa tutte le volte…però lo stadio non lo vogliamo…vi prego! Ora non è fatta, mercoledì c’è una partita difficilissima. Se ora diciamo che faremo sette gol all’Udinese, allora non abbiamo capito niente… Totti allo stadio? Mi disturba che gli si dia tutta questa importanza…è normale, essendo un uomo di calcio, casomai mi domando come fa a non venire…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Finalmente una partita che doveva essere così. La Roma è più forte del Milan, lo sapevamo, e infatti la Roma ha vinto. Il Milan è veramente preoccupante. La Roma è andata bene. I loro attaccanti, Leao e Suso, non sono fenomeni, però la Roma ha giocato da 7, tutta la squadra. La cosa più bella che ha fatto il Milan, e dobbiamo dire grazie a Gadzidis, che ci ha fatto risorgere Pastore… Lui non è stato il migliore come dicono in tanti, ma si è mosso più di altre volte. Il migliore in campo è Dzeko sopra tutti, calciatore che c’entra poco con gli altri, e poi c’è Zaniolo che si è impegnato e ha fatto gol…l’attaccante deve segnare, e lui è già a nove gol. Ora deve cominciare a segnare anche in trasferta…”

Ugo Trani (Rete Sport): “Avevo previsto questo risultato, forse mi aspettavo il 3 a 1, pensavo a due gol di distacco. Ho visto la Roma che è nella mia testa, di chi segue il calcio. Il calcio è molto più semplice: si vince solo con i grandi giocatori. E i gol di ieri ti dimostrano chi sono i grandi giocatori della Roma, così come le prestazioni. Pastore di ieri non sarà quello di Palermo, ma nella continuità e nelle giocate è quello che ci si avvicina di più. Lui è stato un grande giocatore, ora bisogna vedere se ha la tenuta, ma ti fa vedere che è un giocatore di livello più alto. Poi ci aggiungo che hai in mezzo alla difesa uno come Smalling che ha una carriera alle spalle di primo piano, e non è un caso che è sempre uno dei più importanti. E poi ci sono dei buoni giocatori che aiutano i grandi giocatori…”

David Rossi (Roma Radio): “La Roma s’è desta… Se non era per Collum, s’era destata già giovedì e avremmo fatto percorso netto nonostante i problemi. La Roma è in grande difficoltà di organico, e nonostante questo ieri ha fornito una prestazione maiuscola, una prestazione fatta da uomini. Abbiamo lamentato problemi di personalità in questa squadra, non è stata la Roma vista ieri contro il Milan e giovedì col Gladbach. Pastore ha preso per mano la squadra, si è abbassato tantissimo giocando spesso in regia. Dzeko ha segnato anche con la maschera, io ho finito gli aggettivi per questo giocatore…”

Alessandro Paglia (Roma Radio): “Sono contento per il mister. Lui sta facendo qualcosa di speciale con questa squadra… Dopo Samp-Roma l’aria sembrava particolare, la squadra sembrava moscia, siamo usciti dallo stadio pensando che c’era qualcosa. Dopo quella partita non lo abbiamo pensato più. Da Sampdoria-Roma Fonseca è riuscito a entrare nella testa dei giocatori e a cambiare qualcosa. Quella di ieri è stata una bella Roma. Ora non possiamo aspettarci di vedere il bel gioco di prima, ora la squadra deve dare qualcosa di diverso… Menzione particolare per il nuovo idolo dell’Olimpico, Mert Cetin, che è entrato facendo dribbling su Leao…anche lui chiamato in causa in Roma-Milan, in un ruolo non suo, c’ha messo tutto quello che ha…”

Daniele Lo Monaco (Tele Radio Stereo): “La notizia più bella di ieri è Pastore. L’allenatore aveva detto che non poteva giocare due partite di seguito in tre giorni, ma forse intendeva per preservarlo da infortuni. Adesso incrociamo le dita, che stia bene, ma pare indenne dopo tre partite, ma anzi la terza partita è stata la migliore di tutte e non solo per le qualità delle giocate, ma anche per il lavoro di pressing svolto fino alla fine. Mi sembra chiaro che Fonseca sia entrato nell’anima di questi ragazzi, riesce ad ottenere il massimo da tutti e non solo da chi è sicuro di avere il posto. Quando torneranno Pellegrini, Mkhitaryan e Under, non so se Pastore sarà titolare, ma questa è la bellezza della rosa allargata…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La Roma si merita un 7, ho visto bene Pastore, non pensavo potesse essere ancora utile alla causa. Mi sono piaciuti anche Dzeko e Zaniolo contro un avversario sicuramente in difficoltà. Veretout sta entrando nei meccanismi, inizia a essere un giocatore importante…”

Franco Melli (Radio Radio): “Ho visto un’ottima Roma, da 7 in pagella. Fonseca sta lavorando bene perché sta ottenendo il massimo anche da quelli che non avevano una buona tenuta atletica come Pastore…”

Roberto Renga (Radio Radio): “La Roma non ha mai commesso errori ieri, i giallorossi hanno fatto tre cose ma eseguite bene. Dzeko è un giocatore straordinario che è riuscito ad andare di testa nonostante la maschera. Ho preferito Fazio a Smalling perché ha giocato molto di più la palla…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Ieri c’è stata una grande Roma. Ho rivisto il vero Zaniolo. Veretout sta diventando importante, anche se i giallorossi hanno giocato contro il nulla. Suso è stato imbarazzante…”

Redazione GR.net

Articolo precedenteIl lamento tattico di Conte e la differenza di Fonseca
Articolo successivoMANCINI: “Roma è una città unica, il salto da Bergamo è stato enorme. L’idea di gioco di Fonseca mi esalta”

35 Commenti

  1. Mario Corsi da meriti alla Roma solo grazie ai demeriti del Milan. ui è un personaggio discutibile (basta leggere wikipedia) e ce l’ha con la Roma da quando è stato sbattuto fuori da Trigoria dagli americani.

  2. Trani:
    “avevo previsto questo risultato”

    Caspita.
    Un po’ come prevedere una burrasca di neve in pieno Himalaya

  3. Non esaltiamoci troppo. La vittoria e stata bella e meritata. I ragazzi hanno lottato e sudato. Bravo il Mister.
    La rosa pero rimane corta visto i tanti infortuni e le partite sono tante. Meglio pensare alla prossima partita e basta. Forza Roma

  4. La Roma nelle avversità sta diventando squadra. Nel senso di gruppo.
    Ieri si sono sempre mossi da squadra, con Dzeko, che attualmente i gradi di capitano se li è presi sul campo, che dettava i tempi.
    Con Pastore che, udite udite, è quello che ha corso di più.

    E di questo, continuo a dire, tanto merito va dato al grandissimo allenatore che abbiamo.
    Uno di qualità superiore.

    Questo spirito lo ha tirato fuori lui, quando la squadra poteva abbattersi e la stagione finire quando nemmeno era iniziata.

    Nelle difficoltà, nella sfortuna, nell’accanimento del “fato” (in maglietta gialla), hanno risposto con compattezza e determinazione.

    Merito loro, ma anche di chi li guida.
    Fonseca, Petrachi. E gli uomini che hanno attorno.

  5. una domanda per “tavernello” trani, ma la verità su Pastore?

    per l’altri un velo pietoso
    RADIO ROMANE TUTTE P…..E

  6. Zaniolo non sarebbe un attaccante ma è un centrocampista adattato alto a destra, però è talmente bravo che primeggia anche in quella posizione (forse farebbe un figurone anche in porta). La prossima tappa deve essere la vittoria a Udine. Forza Roma!

  7. Eccolo puntuale come il sole a mezzogiorno. L’ambiente distruttivo Romano. ” Senza infortuni saremmo in lotta per il titolo”, mo no per il triplete. Stampa e “tifosacci” il nostro male, 92 anni 3 scudetti, sono pure troppi, questo si vede solo a Roma.

    • Considerando che gli ultimi gol subiti sono stati un rimpallo sotto chiappa, un rigore inventato e un rigore che a quanto pare lo danno a seconda delle squadre coinvolte, direi che la squadra sta acquisendo una certa solidità.
      Inoltre in quanto a talento offensivo secondo me stiamo più o meno a livello delle compagini più quotate ad inizio stagione.
      Queste due considerazioni mi fanno essere ottimista: forse non vinceremo il campionato, ma se la sorte dovesse girare rispetto a questo inizio di stagione… Mai dire mai!
      Saluti giallorossi!

    • Calma con la resurrezione di Pastore,se fisicamente sta bene può essere un’arma in più ,ma ci andrei cauto..Mancini non è mai stato messo in discussione ,deve crescere ma ha grandi qualità. Cetin potrebbe essere una futura sorpresa. Circa Biandà si arrenderebbe pure Padre Pio.!!!!

  8. Troppo facile diventare romanisti quando si vince.
    io oggi sono contento; e parecchio!!!
    Ma la settimana scorsa ero ancora più romanista

  9. eccoli ! …… abbiamo vinto, eee, Oplà! Saliti di nuovo sul carro dei vincitori, immaginatevi se avessimo perso cosa dicevano, che brutti personaggi ! La Roma è forte, e lo sta dimostrando, ed è ora di finirla di dire che si vince contro le squadre “piccole”, la juve a lecce ha pareggiato (rubando) noi abbiamo vinto (che non ci volevano fare vincere) allora, come la mettiamo ?.

  10. Penso che un Ugo cosi non l’ incontro mai più. …
    Mi divertivo a chiamarlo Sughetto al ragù
    Poi all’improvviso venivo da Melli colpito
    E FOKOLAZZIO saluto alzandogli il dito…☝
    MUNNEZZE ohh-OHHH
    MUNNEZZE oh-oh-oh
    La Roma e’forte si sa…
    Se vince state a rosicaaa’
    E io godo pensando alla vostra faccia de ca**
    Quando a Roma vince state a rosicaaa’..
    Ed il fegato s’ingrossa senza pieta’
    Volare oh-oh
    Dal ponte oh-oh-oh
    Volate dal ponte d’Ariccia. .
    volate giù senza pietaaaa’…

  11. venerdì tutti quelli della doppia radio davano tutti il Milan favorito e oggi rosicano come sempre e gli rispondo attaccateve ar [email protected]@o gufi maledetti.
    corsi: adesso il milan non vale niente perché abbiamo vinto mi raccomando mai dare meriti alla Roma quando perdiamo siamo pippe quando vinciamo sono pippe gli altri certo tu il calcio lo vedi proprio bene.
    Trani: adesso ti sei accorto pure di pastore che è un giocatore dopo che lo hai ammazzato per mesi dicendo [email protected]@ate su [email protected]@ate e ancora sto aspettando la verità su pastore fai sempre più pena. Forza Roma

  12. Secondo me Marione pensa che Zaniolo è a 9 gol in questo campionato, solo per dire quanto a questo ormai tristissimo personaggio dell’etere romano, parodia di se stesso, stiano a cuore le sorti della Roma.

    “Sono maiali col microfono e restano maiali col microfono” (cit.)

  13. Dopo averci accompagnato per tutta l’estate con il massacro sistematico e giornaliero della nostra Roma, oggi Ugo Trani ci dice: “Ho visto la Roma che è nella mia testa”. Ditegli che ieri sera il Milan non era quello con la maglia rossa e i bordi gialli.

  14. Certo venerdì e sabato la loro previsione prevalente era X con un 2 secco e solo un paio di 1 secco. Certo questa estate hanno venduto il vendibile ed acquistato mezzo mondo senza azzeccarne una. Certo la professionalità mi sembra scarsina. Certo stanno già preparandosi a fare altre previsioni errate (vendite in testa, specie di zaniolo e riccardi). Certo per me hanno credibilità abbondantemente sotto zero, per fortuna

  15. Credo che la vittoria di ieri non possa cancellare i problemi.
    Per due motivi principali.
    1) Il Milan di questi tempi è quel che è, quindi una vittoria comunque sofferta contro un avversario come quello di ieri va presa solo come una boccata di ossigeno e nulla di più
    2) Ieri è uscito malconcio Spinazzola e non passa partita senza un infortunio. Speriamo non sia nulla di grave ma il problema della rosa corta resta.
    Detto questo a Fonseca e ai ragazzi non possono che farsi complimenti per aver vinto in condizioni di obiettiva difficoltà, ma esaltarsi per una partita è ancora una volta sbagliato.
    I problemi della Roma restano e derivano dalla campagna acquisti che ha portato qui panchinari poco abituati a giocare, sulla cui forma fisica si è scommesso come si scommette su un cavallo che non ha mai vinto.

  16. Non si può che essere contenti per la prova di orgoglio di ieri sera. Nelle difficoltà spesso questa squadra riesce sempre a compattarsi. Il lavoro di Fonseca è oscuro ma positivo,perchè pur avendo una rosa nettamente inferiore ai precedenti anni riesce nell’impresa di restare nella scia delle prime posizioni. Occorrerebbe continuità,ma considerate le oggettive difficoltà circa le perduranti assenze e alcune clamorose sviste arbitrali,
    pur senza particolare brillantezza restiamo ancorati al carro delle prime posizioni.

  17. …rubrica sempre diveretente…soprattutto per i commenti (parola grossa, sarebbe meglio le ciance..vabbè) del trio finale dei soliti gufi formellesi ..quanto gli sarà costato ammettere l’evidenza, tantissimo, pure fra le righe delle loro ciance si sente il digrignare dei denti…io cmq a scanso di equivoci “me gratto….”

  18. Tra un po’ ci giochi tu contro il nulla Focolari e se nn ti aiutano gli arbitri cm al solito, ci perdi al 100%, sei un uomo piccolo, la Roma ieri ha vinto contro una signora squadra e te ne accorgerai presto. Forza Roma

  19. A luglio e agosto il Milan era uno squadrone
    Ehhh comprato Leao MERAVIGLIAO
    DUARTE
    HERNANDENZ (prestito secco)
    Tiene e debiti ma i gioielli non li vende…
    Piattello e Pacchetta’li ha tenuti ( e ringraziando a Dio dico io)
    Ora stanno facendo schifo, li abbiamo battuti, nonostante 7/8 assenti per infortunio,nonostante abbiamo giocato due partite sotto il diluvio,e su campi resi pesanti dalla pioggia, nonostante che noi abbiamo giocato giovedì sera e loro erano freschi e riposati, nonostante tutti i tirapiedi. Ed il Milan ora e’na squadra di pippe. Per andare in cu*o a PALLOTTA so capaci di schiattare in corpo pure per una vittoria della Roma.
    E secondo loro non teniamo mai meriti.
    Ma facitem o ca** ro piacere. …

    • cosi per curiosità ma chi ad Agosto diceva che il Milan era un squadrone???
      da parte mia, in linea con il mio pensiero, l’allenatore dichiara le ambizioni della squadra e Giampaolo sicuramente non è un nome da Scudetto, al contrario di Conte, che nonostante si sia lamentato pubblicamente del mercato stà li… però la curiosità è… ma allora adesso sei te che ritieni il Milan uno squadrone???

  20. Il Milan e’stata sempre na squadra di pippe ( piena di debiti -155 al 30 giugno )
    Ci stavano gente qua sopra, e non solo, esaltava gli acquisti e lo metteva prima di noi. Non fare lo gnorri caro GS

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome