“ON AIR!” – AUSTINI: “L’Uefa scenda sulla terra, non si può giocare a calcio”, TRANI: “Ma quali play-off, il campionato finisca così”, ROSSI: “L’unica soluzione è rimandare l’Europeo”, DI GIOVAMBATTISTA: “Ripartire il 4 aprile? Scordiamocelo, è impossibile”

18
2606

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo): “Mai come in queste ore si conferma come il calcio stia perdendo il contatto con la realtà. Direi che non è un’emergenza solo italiana, il problema è mondiale. L’idea è di chiudere tutto tranne i servizi essenziali, e noi vogliamo giocare le partite di calcio? Ma non scherziamo…La Uefa scenda sulla terra e si arrenda… Capisco che la partita domani regalerebbe un paio d’ore di distrazione ai tifosi, ma non si può e non si deve giocare…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Chiudere tutto? Dobbiamo fidarci di loro… Prima chiudi e prima riapri… Ma la Roma gioca domani? Fossi in loro non ci andrei mai a Siviglia, anche lì cominciano ad avere picchi importanti… La gente ora è presa dal panico, perchè deve restare chiusa in casa e se succede qualcosa gli dicono pure di non andare in ospedale…e Gravina ci dice che sarebbe una mortificazione non assegnare lo scudetto… Ma voi vi sentite mortificati di questa cosa? Ma a me non me ne frega un cavolo…e non è un discorso di Roma o Lazio, vi prego di credermi…”

Ugo Trani (Rete Sport): “La Roma sta preparando la partita senza sapere che succederà… Per me il campionato deve finire così. L’unica cosa è assegnare i posti per le coppe e le retrocessioni in base alla classifica attuale. I play-off? Può essere un’idea per il futuro, ma perchè solo le prime quattro, dove sta scritto? Le prime 4 non esiste, tutte le altre devono dire di no. Non mi sembra la soluzione più probabile, per me la cosa più probabile è che il campionato finisca così…”

David Rossi (Roma Radio): “Dobbiamo fare i conti con questa situazione che si è creata, anche il calcio deve fare i conti col Coronavirus. Per quanto riguarda la Roma, siamo in attesa della dialettica tra Italia e Spagna con la Uefa di mezzo. Si sta pensando anche stavolta di far slittare le partite… Se l’Uefa comunica lo slittamento all’anno prossimo dell’Europeo libererebbe il calendario di giugno e permetterebbe ai campionati e alle coppe di slittare per un mese e di riposizionare le nuove date…si risolverebbero tante cose…sempre che la situazione si normalizzi in breve tempo…Anche perchè in Francia o in Spagna la situazione sembra essere all’inizio della presa di coscienza del problema…Io non avevo simpatia per il presidente del Consiglio Conte, e devo dire che lo sto ampiamente rivalutando…l’Italia è stata veloce a capire la gravità della situazione…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Il conteggio dei morti per coronavirus non mi convince…può essere che una persona muoia per la propria malattia, ma risulti essere positivo al Coronavirus, magari asintomatico…come viene conteggiato? I contagiati potrebbero essere anche due o tre milioni come niente…è chiaro che se i contagiati sono seimila e i morti sono 300, l’incidenza è del 5 percento che non è poco, sarebbe molto seria…ma se i contagiati sono due milioni, l’incidenza diventa dello 0,02 percento, e a quel punto sarebbe come un’influenza normale…”

Alessandro Angeloni (Rete Sport): “Capisco la storia del fatto che il virus colpisca soprattutto le persone più anziane o con patologie pregresse, però non è corretto dire “colpisce chi è debilitato”, perchè magari quella persona debilitata camperebbe altri 15 anni…ci sono cardiopatici che vanno avanti per 50-60 anni… A me il conteggio, questa specie di roulette…i morti, i guariti, i contagiati…ma come fai a sapere quanti sono i contagiati… Ora siamo a 10 mila, ma secondo me saranno almeno tre volte di più…”

Daniele Lo Monaco (Rete Sport): “Se dieci giorni fa mi avessero detto che la gente sarebbe stata in fila per entrare al supermercato, tutti con le mascherine addosso, avrei pensato a un film o di essere su Scherzi a parte… Stiamo vivendo in un film e non so quali saranno le conseguenze… Play-off? Non è che vero che sono le prime quattro a giocarle…è al Lega che deve trovare la formula…”

Guido D’Ubaldo (Radio Radio): “La Roma ancora non sa se potrà partire e andare a Siviglia. E’ in corso una mediazione tra l’Uefa e il governo spagnolo. La situazione andrebbe gestita diversamente dall’Uefa, che cerca di tenere in piedi le coppe e l’Europeo quando l’intero sistema calcio mondiale dovrebbe fermarsi… Trattativa Friedkin-Pallotta? C’è una pausa di riflessione nonostante la due diligence sia ultimata. Ma la crisi dei mercati internazionali impone a Friedkin di fare una riflessione. Tirarsi indietro? No, però andrà riformulata l’offerta. Quello che sta succedendo avrà effetti, e bisognerà rivedere tutto e ritornerà tutto in discussione. Ma la sua volontà di acquistare la Roma resta intatta…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “Il campionato non riparte, ma lo farà molto più in là…scordiamoci il 4 aprile, è impensabile. Penso che i club e la Lega si stanno preparando a questa cosa. Ma se Sky non trasmette le partite ti chiede i soldi indietro, e le società sarebbero costrette a portare i libri in tribunale…è un grosso problema…”

Furio Focolari (Radio Radio): “La cosa vergognosa è che bisogna fare per forza gli Europei, mentre spostandoli all’anno prossimo si risolverebbero molti problemi… La Uefa fa come i soldati giapponesi, non si accorge che la guerra è finita… Ma noi parliamo del campionato, ma secondo voi le coppe vanno avanti? Ora giocano questo turno, ma pioi non giocheranno più! Guardate che in Spagna, in Germania e in Francia sta succedendo quello che è successo qui in Italia qualche giorno fa!…”

Roberto Renga (Radio Radio): “Ma i play off come li fai? Giocano le prime quattro o le prime otto? Perchè devono essere solo le prime quattro? Non c’è scritto da nessuna parte…A questo punto conviene finire il campionato…”

Redazione Giallorossi.net

18 Commenti

  1. ughetto da trani sono SEMPRE stato contrario alle cazxate da te sparate sotto gli effetti delle romanelle . oggi ,invece , non spari cazxate ……hai finito la damigiana ? in ogni caso ,almeno per oggi , concordo con quanto hai detto .

    • renga ….renga per la prima volta concordo con quello che dici . occhio che ilario ilario ti licenzia . e stai in campana che melli , focolari e orsi ti ADDOBBANO di cazzotti .

  2. Concordo pienamente con quanti sostengono che dovrebbero essere spostati gli Europei all’anno prossimo. Che male ci sarebbe ? Forse sono io che non vedo oltre ma non mi sembra trascendentale : Europei nel 2020 e Mondiali nel 2021 come già dovrebbe essere. In un’emergenza come questa per me ci stà.
    Ovviamente tutto ciò che ruota attorno agli Europei, in ordine a diritti televisivi ed interessi vari andrebbe ridiscusso. Non mi sembra la fine del mondo.
    In questo modo il campionato Italiano, ma anche gli altri, potrebbe essere portato a compimento regolarmente senza romperci la testa.

  3. Il Getafe ha appena annunciato ufficialmente che non va a giocare a Milano, a costo di perdere a tavolino.
    Credo che al 90% anche la partita di Siviglia non ci sarà.

    • A Siviglia si giocherá. Getafe società de pupazzi, il calcio non si deve fermare

    • Povero “rivoglio il pelato” ormai sei sgamato.
      Pensavo fossi un troll, invece sei solo un poveraccio, squallido e di scarso intelletto.
      Spero che la redazione proveda a bannarti l’IP dopo questa tua ennesima imbecillità.

    • Mi associo completamente alle parole di @Julianb
      Certo che a leggere taluni commenti a volte c’è veramente da sentirsi male
      Tanto per cominciare la Partita col Siviglia non si giocherà E non si sà neppure come andrà a finire Tuttavia è giusto, giustissimo cosi’!
      L’epidemia si stà espandendo FERMARE TUTTO! Si è aspettato anche troppo
      Aver fatto giocare ieri Valencia – Atalanta è stato da irresponsabili Sopratutto se si pensa da dove è ‘partito tale “flagello” Quando finirà l’emergenza. Quando arriverà il picco. Quali saranno gli effetti delle misure di contenimento prese? Nessuno lo sà Neppure gl’ EPIDEMIOLOGI piu’ esperti sanno dare risposte concrete Semplicemente perché i fattori da consideraresono tanti,molto diversi tra loro e soprattutto incerti e variabili. Oltre alle caratteristiche del virus, bisogna considerare le interazioni sociali, gli aspetti economici e gli aspetti politici Ed in barba a tutto questo il Calcio non dovrebbe fermarsi? E per quale motivo Per i soldi – per l’assegnazione di uno scudo – O per quella di una Coppa?
      Ma per piacere Ma lo vogliamo capire o nò che qui c’è in ballo “la vita umana”
      Mi spiace ma questa la considero la peggior bassezza letta sino ad ora
      Ricordiamoci che li fuori in questo momento, in questo preciso istante c’è gente che stà soffrendo e morendo Senza piu’ parole…

  4. Voglio semplicemente dire al signor Magni di informarsi (chiedo un miracolo). Nessuna influenza mette in ginocchio un sistema sanitario come quello lombardo.

  5. Anche molti giornalisti sportivi cominciano a parlare e scrivere più del vero problema di questo periodo – il coronavirus, ovviamente – che delle questioni legate al campionato di calcio. Era ora. Ma c’è una cosa che lascia perplessi: il fatto che molti, sia tra i media che tra i tifosi, si meraviglino di fronte alla tendenza di buona parte degli italiani a comportarsi come se niente fosse, ignorando le più elementari regole di prudenza (vedi gli aperitivi o la birretta con gli amici, la movida serale etc.) dettate dal buon senso, oltre che dal governo. Eppure già all’inizio del ‘900 Giovanni Giolitti aveva capito l’antifona pronunciando – sembra – la celebre frase (successivamente ripresa da altri politici italiani): “Governare gli italiani non è difficile, è inutile”. Grazie al Cielo, però, esistono anche tanti italiani che non antepongono i propri interessi personali alla solidarietà e all’attenzione verso gli altri cittadini.

  6. Qui c’è chi rivaluta Conte, e non è quello dell’Inter…! Ma se continua a temporeggiare su tutto! È sempre in ritardo di due tre giorni sul da farsi! Solo la tenacia di Fontana, Galleria, Brusaferro, Galli e compagnia lo portano, per sfinimento, ad accordare nuovi dl!!!!! Fosse per Conte è ancora “poco più di un’influenza” o “sono sorpreso di questa evoluzione”…. Taccisuaedovesitrova! Forza Roma

    • Ma dove ti sei informato ?
      Conte era stato accusato per le zone rosse..
      Per aver fatto danni all’ economia del nord semmai è Fontana Zaia etc a seguirli ORA

  7. Ma i commenti in radio dei laziali sono disgustosi come la loro essenza, preoccuparsi del campionato e non della salute pubblica in questo momento, solo un essere miserabile come è il laziale medio ne è capace, ma vista la loro storia fatta di truffe e condanne non cè da meravigliarsi.

  8. Bisogna fermare TUTTO il calcio, ma possibile che in una situazione simile ci sia ancora qualcuno che pensi e creda ad un mondo, quello calcistico, fatto di bluff e porcate varie??? Pensate alle vite di tutti ed a sto marcio pianeta figlio del business economico che ce sta a fa morì in tanti, oltre che ad obbligarci a rimanere chiusi in casa altrimenti sto virus de merda ce spara a vista.

  9. Dimentichiamoci che l’Uefa interrompa le coppe europee.In europa ci sono regole e interessi diversi, poi chiaramente di fronte a scioperi e rifiuti vari bisognera’ vedere come funzionera’,ma ci potrebbero essere anche sanzioni in questo caso!

  10. La cosa più triste da leggere è che in una situazione drammatica come questa, giornalisti praticamente ultrà della Lazio, non sanno cosa inventarsi, per portare avanti un campionato senza senso, pur di agguantare uno scudetto anche in piena epidemia.
    Tifo brutta bestia

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome