“ON AIR!” – ROSSI: “Mou sa che molto probabilmente non avrà un rinnovo, le sue parole una mancanza di rispetto”, PIACENTINI: “Se non arrivano i risultati c’è il rischio esonero”, PES: “Sartori il profilo ideale per il dopo Pinto”

46
1308

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

David Rossi (Rete Sport): “Futuro di Mourinho? O lui sa ufficialmente qualcosa, perchè ha parlato con i Friedkin…ricordiamo che c’è stato un incontro in Algarve di cui non si è saputo niente… O hanno parlato della programmazione della stagione senza toccare il discorso rinnovo, che mi sembra molto strano, o ne hanno già discusso, come è lecito pensare. E quindi o gli hanno già detto che non gli rinnoveranno il contratto per motivi loro, oppure non gli è stato detto nulla, che è anomalo per il mondo del calcio, dove non si può programmare a maggio. Mourinho è uno dei primi 5 allenatori della storia del calcio, e non penso che non si renda conto che a questo punto è molto probabile che non gli rinnoveranno il contratto. L’uscita di domenica resta una cosa grave, è una fortissima mancanza di rispetto per la proprietà ma anche nei confronti della Roma, perchè crea un forte malcontento da parte dei suoi fedelissimi, e quindi una sensazione negativa nell’ambiente Roma. La sua uscita è per i caz*i suoi, e non nell’interesse della Roma…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Il problema serio è come gestire il post Bologna-Roma fino a maggio, con tutte le competizioni, dalla qualificazione in Champions alla Coppa Italia, ancora in ballo. In teoria sei dentro a tutti gli obiettivi, ma in pratica c’è una situazione secondo me che non porta nulla di buono… Le parole di Mourinho? A me quelle gravi sono sembrate quelle sulla squadra. Ora non so come reagirà, se avrà una reazione positiva sul campo. Viceversa si rischiano delle prestazioni scadenti, e a quel punto c’è il rischio che vengano prese decisioni anticipate anche prima della fine del contratto…”

Fabio Petruzzi (Rete Sport): “Pellegrini lontano dalla Roma? Spero di no, ma penso di sì. Mi sembrano molto lontani i tempi in cui Mourinho dichiarava di volerne tre di Pellegrini… Attacco per domenica? Io con Lukaku metterei Belotti. Azmoun? Secondo me per Mourinho è un cambio. Io resto convinto che come vice Dybala ci sarebbe stato bene Aouar in quel ruolo. Se sta bene, ma non sta bene…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “Se domenica non gioca Bove, me ne vado via dallo stadio, ve lo dico adesso… Attacco? Mi piacerebbe vedere una Roma coraggiosa con due attaccanti, ma capisco anche la necessità di proteggersi e allora dico Pellegrini con Lukaku, e un centrocampo con Cristante, Paredes e Bove… Pensate che la rosa della Roma è talmente mediocre che nonostante le assenze di Smalling e Dybala, con Renato Sanches che è morto, Mourinho avrebbe 4 o 5 ipotesi diverse di formazione da fare…In una squadra statica come la Roma, dove tutti vogliono la palla sui piedi e nessuno attacca la profondità, un giocatore con le caratteristiche di Pellegrini va in difficoltà. Poi anche lui ha le sue colpe… ”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Pellegrini via dalla Roma? Me lo auguro per Pellegrini, oltre che per la Roma. Lu ha sempre questa cosa addosso, che con lui giochiamo in dieci. E’ diventato un luogo comune. E allora è meglio per tutti che vada altrove a consacrarsi e a prendere soldi…Attacco per domenica? Forse metterei Azmoun. Ma chi assomiglia di più a Dybala per caratteristiche è Pellegrini, che è uno che sa pulire la palla e trasformare l’azione da difensiva a offensiva. Ma ormai per la gente di Roma all’80% Pellegrini lo ha già bocciato…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Ieri alla cena di Natale non c’erano i due proprietari…boh…di solito ci stanno i presidenti, ma forse c’avevano da fare… Attacco per domenica? Secondo me giocherà Azmoun, se starà bene. Pellegrini? Meno ne parliamo e meglio è per lui. Il problema è che poi gente supera il fatto che sta male, cominciano a dire “è una pippa e basta“, capito come…e non è così. Ragazzi, lui non gioca più perchè ha dei problemi fisici…”

Daniele Lo Monaco (Radio Romanista): “Aria di divorzio tra la Roma e Pinto? Si tende a dare indicazioni definitive in base all’ultimo risultato. Inizialmente il mandato che ha ricevuto Pinto è stato quello di operare in un momento in cui la Roma era libera, e gli è stato dato Mourinho come riferimento, che è ingombrante. Perchè non puoi presentarti da lui con Posch, Zirkzee e Ferguson. In più i paletti del FPF ti ha imposto delle scelte, che secondo me sono state perfette, perchè giochi con Dybala e Lukaku nonostante quei paletti. Dove ti aspetti di più è il trovare giocatori più funzionali nelle seconde linee. Lì qualche scelta è stata sbagliata: forse non avrei preso Ndicka, Kristensen e Aouar, ma erano giocatori a parametro zero ed erano i più funzionali al progetto. Qualche gran colpo di prospettiva alla Zaniolo non c’è stato, ma nel complesso il giudizio è molto positivo. E il fatto che abbia contro l’80% della stampa di Roma me lo fa diventare simpatico…”

Lorenzo Pes (Tele Radio Stereo): “Chi mi piacerebbe come prossimo gm della Roma? Sartori, per le capacità che ha dimostrato. E poi perchè si sposerebbe bene per carattere anche con i Friedkin, visto che lui è un dirigente non troppo vulcanico e che non cerca di finire in copertina. E poi perchè se dovesse restare la figura del general manager, lui sarebbe più in grado di ricoprire quel ruolo…”

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “Sartori lo conosco bene, è uno che ha un modo di lavorare che tanti, nell’epoca dell’algoritmo lui è uno di quelli vecchio stile, che passa da un campo all’altro, da una nazione all’altra, per vedere di che pasta sono fatti i calciatori che vuole. E’ un modo di lavorare che ha dato frutti prima al Chievo e poi all’Atalanta, e che sta dando frutti anche al Bologna. Ma metto un asterisco: non tutto è frutto del suo lavoro, perchè Zirkzee viene scovato dalla precedente gestione tecnica, ossia di Bigon e Zunino…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Lukaku? A quanto ci risulta non sarà affatto semplice per la Roma trattenerlo, specie senza Champions. Lui ha grandi aspettative dal punto di vista economico. E’ una partita tutta da giocarsi, e non è facile che rimanga alla Roma se i risultati non saranno all’altezza delle sue aspettative e quelle della società. La Roma non partecipa alla Champions da troppi anni…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Rivoluzione nella Roma? E’ possibile. I Friedkin sono due statue di marmo, sono imperforabili, non si riesce a capire. Ma c’erano alla scorsa cena di Natale? Perchè secondo me non ci sono mai andati, evidentemente non è una cosa che gli interessa. Pinto? Anche a me qualcuno sussurra che ci sia soprattutto una rottura con lui, diversi uccellini mi hanno detto che probabilmente lui andrà via a fine stagione…”

Roberto Pruzzo (Rado Radio): “Nelle prossime due partite la Roma si gioca tanto, non ha senso parlare ora del futuro di Mourinho. Con due sconfitte i giallorossi potrebbero precipitare in classifica. Se invece dovessero arrivare due vittorie si potranno fare dei discorsi sul prolungamento… Assenza dei Friedkin dalla festa di Natale? Non so, vediamo che succede. Non ho capito bene se hanno già deciso o se aspettano i risultati. Non te lo so dire. Sarebbe bello che la squadra dia un segnale forte, a prescindere da chi sarà l’allenatore il prossimo anno…”

Gianni Visnadi (Radio Radio): “Una Roma senza Mourinho, Pinto e Lukaku? E’ possibile, è uno scnario che va preso in considerazione. Ma la mancanza dei Friedkin alla festa di Natale sia un indizio in tal senso. Neanche il proprietario del Milan c’era ieri alla festa di Natale, e Zhang all’Inter ha mandato un videomessaggio…”

Redazione Giallorossi.net

Articolo precedenteSvilar pronto a diventare titolare da gennaio. Di Gregorio o Skorupski per fargli da secondo
Articolo successivoROMA-NAPOLI: arbitra Colombo, al VAR c’è Irrati

46 Commenti

  1. Mi meraviglio di Rete Sport, che mi sembrava una delle poche emittenti equilibrate. L’odio che Rossi trasuda nei confronti di Mourinho è irricevibile, e in troppi lì dentro gli stanno andando dietro pur di non andargli contro. Mi sorprende come certi giornalisti si lascino influenzare dai risultati come i più beceri dei tifosi: una settimana fa il rinnovo era certo, ora addirittura si riparla di esonero. Ma l’equilibrio dove sta?

    • attenzione questo qui è quel David Rossi licenziato dalla società quando è stato chiuso il canale TV della Roma…… chissà….

    • david rossi…ma chi È?
      e, soprattutto, perché parla e soprattutto ancora,
      perché riportano le sue parole?
      gente che vive di menzogne e di scemenze…

    • dopo “Uccelli” di Hitchcock , gli uccelli de Focolari … peccato che i secondi ,mirano tutti la stessa direzione e a tutta velocità…ahahahahah , tra Rossi , Focolari e compagnia bella stamo messi bene a penne.
      Tra un uccello e una fontina…

    • A Focolari je consiglio de prende il fucile e annà a caccia, così magari riuscirà a prenderli giusti gli uccellini visto che senza fucile non ne becca mai uno

    • scusa eh… una settimana fa eri quarto, non avevi preso la scanizza a Bologna, non eri sicuro di dover fare lo spareggio in EL, non c’erano state le dichiarazioni di Mourinho. Il calcio terzo millennio è qui e ora. Poi se volete dare addosso a Rossi fate pure, manco lo conosco, una volta al Calisto ho incontrato uno che mi dissero essere Stefano Rosso, il padre cantautore, ora defunto

    • poi nemmeno i presidenti di Milan e Inter erano presenti alle loro cene di Natale….non mi pare si sia mosso nessuno a commentare….

    • Rossi è sempre stato un accattone.
      Lui in Radio è una mancanza di rispetto. Spero lo caccino al più presto.

    • Truth….Davide chi? 😂😂 Qualcuno forse non va allo stadio e non sa quanto Mourino sia acclamato dai tifosi, quel qualcuno ama i suicidi professionali e ora se ne intravedono altri all’orizzonte.
      Ergo…..radiolari…..annate a lavorà che non vi da retta più nessuno.

  2. Io capisco che questi non sanno niente e fanno finta di avere degli informatori, ma l’unico discorso sensato e che probabilmente ha un fondo di verità è quello di Bomber Pruzzo: i Friedkin attenderanno queste due partite (fondamentali) e poi decideranno.

  3. Beh, pare che del Natale non freghi niente a nessun presidente. Tutto sommato, visto che a parte la gioia di vedere la felicità dei miei figli nello scartare i loro piccoli regali, io come festa consumistica lo detesto. Quindi…non mi pare un dramma.

  4. Butto là due fatti, che sinceramente commentare David Rossi mi sembra tempo sprecato.

    Serie A femminile, Fiorentina Inter, Cambiaghi fa goal DOPO un fallo da rigore su cui l’arbitro ha concesso il vantaggio.
    Serie A maschile, Allegri chiude l’arbitro negli spogliatoî per 40 minuti (40 minuti!). Successo nulla.

    Boh, poi dice che il romanista è complottaro.

    Comunque oggi pomeriggio c’è un match vitale per la qualificazione Champions delle ragazze, mi aspettavo almeno due righe.

    • idi, del calcio femminile non frega un caxxo a nessuno, sveglia!
      ha vinto la Roma e adesso se ne parla.
      semmai dovrebbe esserci un sito al femminile dei Giallorossi.
      allora li ha senso. ma il calcio femminile ha lo stesso seguito del torneo di dama. esiste ma interessa giusto agli amatori del genere.

      detto questo, sono d’accordo con te. due righe andavano scritte.
      ma credo sia figlio di quello che ho scritto nelle prime righe.

    • Sei tu che sei poco informato Sebino, gira per il web e ti accorgi che la Roma Women è molto seguita ed è quella che sta portando risultati nella società non chiacchiere

    • @PicchiaSebino, l’anno scorso la Roma femminile ha fatto 40.000 paganti all’Olimpico.
      Ovvio che gli era stata tirata un po’ la volata e ovviamente non potrebbero farli ogni domenica, ma il Tre Fontane non è che sia proprio vuoto.
      Dopodiché, se il sito si occupa di Roma e pubblica anche i risultati della Primavera, non vedo perché non dedicare spazio alle ragazze, che lavorano per quattro.
      Alla fine il sèguito lo fa anche l’informazione che ci gira attorno, meno visibilità, meno spettatori.

      A parte la Roma, Fiorentina Inter ad esempio è stata una partita molto godibile. All’estero ci puntano, le squadre femminili hanno stadi propri con posti coperti, il Barcellona i numeri li fa.

    • quindi mi state dicendo che se nella stessa giornata, la Roma maschile dovesse perdere il derby, esempio eh, e la Roma femminile vincesse la Champions League, voi sareste felicissimi della Champions e non vi importerebbe del derby?
      a me farebbe girare le … , e me ne sbatterei della Roma femminile.
      che comunque va seguita ovviamente. ma non mi venite a fare i cavalieri del MeeToo della domenica.

  5. Tutti questi denigratori e spalatori di malcontento verso Mourinho, in caso di vittoria della Roma sul Napoli, saranno i primi ad inneggiare a Josè ed annunciare il rinnovo del contratto prima di Natale.

    • Diglielo compa’, sturaje le recchie
      😂😂😂 Zenone caro, ti faccio i miei migliori auguri di buone feste.
      Forza Roma

    • Ao’, a me va bene tutto, però spollicià sugli auguri di Natale è davvero er peggio der peggio.

    • E spolliciano giù pure sulla vittoria della Roma sul Napoli… o è pieno de napoletani o de laziesi

  6. Se questa redazione vuol fare un regalo di Natale a tutti i tifosi Romanisti smetta di pubblicare ON AIR, intanto a fare casino ci pensano i giornalisti suddetti con le trasmissioni radiofoniche!!
    Basta ed avanza!!

  7. Allora Giovanni Sartori è l’unico DS italiano che fa scouting per davvero e lui i calciatori li va ad osservare dal vivo ed è l’esatto opposto di tanti DS nostrani ma il timore che ho è che lui non abbia fino ad oggi mai affrontato (oggi ha 66 anni ed il prossimo Marzo mi pare compie 67 anni) una gestione così difficile come quella che è la situazione della Roma. Non ha mai dovuto operare in una situazione di SA con tante ristrettezze economiche (al Chievo non aveva granché budget ma non c’erano aspettative pesanti), non è uno che accetterebbe compromessi e favori e ci sono cessioni da fare entro determinate date per rispettare il SA. Il Bologna è in rampa di lancio e lui al timone di qualcosa costruito bene e che potrebbe disputare la Champions League la prossima stagione con possibilità in quel caso di avere un buon budget da investire li. Perché dovrebbe venire alla Roma in condizioni così difficili? Per la gloria personale? Francamente prima avevamo Petrachi che molti dimenticano quanto fosse osannato per la gestione del Toro, squadra che aveva un monte ingaggi assurdo costruito da scarti super pagati e che lottava ogni anno per non retrocedere. Petrachi ha fatto un miracolo al Toro, abbassato i costi e compiuto operazioni intelligenti e fatto risalire il Toro e dato una stabilità di risultati tanto che alcuni definivano Petrachi in quel periodo il migliore DS italiano. Qui da noi come raccontato infine si è ritrovato in un ambiente difficile, nocivo ed una pressione mediatica che non si aspettava oltre alla scarsa pazienza di tutti. Il mio timore è che devi dare tempo a Sartori per vederne i frutti e lui è sempre stato appoggiato da figure presenti e forti, cosa che a Roma non avrebbe per la prima volta nella sua carriera. Sartori rischierebbe molto a venire a Roma ed il SA fino al 2026 difficilmente potrebbe essere rinegoziato perché potrebbe succedere che i cosiddetti sold-out con Motta al posto di Mou finiscono, che alcuni sponsor se ne vanno (e ne abbiamo pochi per essere un club BIG), oltreché perdere risonanza mediatica ed internazionale che ci stava per via di Mou. Il problema è che Sartori ad esempio lascio l’Atalanta per dissapori con Gasperini, e la convivenza con Mou sarebbe molto difficile. Significa avere più difficoltà quindi ed anche un calo la prossima stagione sui ricavi. A me piace Sartori ma penso che lui alla fine rifiuterebbe di venire da noi, troppi rischi e lui non ne ha mai veramente corsi così tanti e vedendo cosa è successo al collega Petrachi poi.

    • Il SA è a scadenza 2024, nel 2026 ci saranno condizioni uguali per tutti (in teoria perché la pratica come al solito sarà diversa), cioè che potrai spendere il 70% di quello che incassi.
      Dove per spesa si intende tutto, cartellini, ingaggi, commissioni.
      Questo per prevenire i Mericoni del 2026 coi 7 milioni spesi…

  8. Io invece penso che Michael Zorc sia il migliore per ricostruire tutto daccapo. Si è ritirato l’anno scorso dal Dortmund perché li sente di aver dato tutto ma è ancora non troppo vecchio (ha 61 anni e come scritto prima Sartori ne ha 66), ha dovuto gestire situazioni molto scottanti (il Borussia Dortmund era sull’orlo della bancarotta) ed operare quindi in situazioni anche di ristrettezze economiche (come scritto lui in una stagione acquisisce per un budget di €5M calciatori allora sconosciuti come Lewandowski, Piszczek, Kagawa e promuove alcuni giovani dal settore giovanile da lui costruito di cui uno quell’anno era Gotze). Lui ha affrontato esperienze ad alto livello sia come direttore ed in passato come calciatore ed ha esperienza e conoscenza di come va ampliata una rosa per essere competitivi su più fronti ed ha soprattutto trionfato. La rete di osservatori da lui costruita è la migliore al mondo pure, e lui ha saputo riconoscere anche in età precoce, tanti giovani minorenni diventati poi TOP prima di tanti altri. Zorc poi ora è libero, sta trascorrendo 1 anno sabbatico e secondo me può essere tentato da una nuova esperienza e sfida. Il Dortmund è stata una sfida difficilissima e quella di Roma può essere la sfida più difficile in assoluta, ma a Zorc si sa piacciono le sfide complicate, a lui lo stimolano molto e secondo me un po’ di stimoli li aveva persi ultimamente al Dortmund perché oramai funziona come una macchina perfetta. Come detto è il migliore DS in assoluto degli ultimi 20 anni e se perdi Mou devi prendere qualcuno che renda credibile il progetto Roma e rilanciarlo alla grande.

  9. focolazio chi sono gli stessi uccellini di Smalling? attento a sti uccellini che volano basso

  10. il calcio è bello x questo tutti possono dire tutto e il contrario di tutto,specie chi ha la possibilità di scrivere o parlare ad un microfono 🎤
    Troppe notizie che destabilizzano l’ambiente.
    Tifiamo sempre Roma

  11. Nella Roma al momento regna confusione, secondo me non c’è alcun programma e si vive alla giornata. Credo che questa proprietà “muta” sia alla ricerca di un compratore e la cosa verrà resa pubblica solo ad accordi fatti. Rispetto alla gestione pallotta sicuramente meno chiacchiere ma alla fine è cambiato poco o nulla; non aveva a cuore la Roma la precedente gestione e non la ha quella attuale, ambe due hanno privato un business che in Italia non funziona come può invece andare in altri paesi.

  12. Sartori è un big , una specie di re Mida, ha trasformato in oro piazze scadenti o piatte come Chievo, Atalanta e Bologna; è uno che sa fare bene il suo lavoro e soprattutto è uno che vuole lavorare a modo suo senza qualcuno che non è all’ altezza che ci metta il becco, infatti appena gasperini ha alzato la cresta il buon Sartori ha salutato tutti. È anche il motivo per il quale non è mai stato in una big dove di solito i presidenti fanno la voce grossa. Nella Roma data l’ assenza permanente della dirigenza sarebbe perfetto ma dubito ci sarà mai questo connubio.

  13. Ci sono commentatori colorati che hanno difeso l’indifendibile durante la presidenza di Pallotta in quanto da quest’ ultimo stipendiati e adesso parlano senza la minima credibilità di “interesse della Roma”.
    Forza Mourinho
    Forza Roma

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome