ON AIR – ROSSI: «E’ una dittatura della Juve», GALOPEIRA: «Dobbiamo fare qualcosa», CORSI: «La Roma ha rovinato i piani del palazzo», PETRUCCI: «Cominciato il linciaggio di Ljajic», VALDISERRI: «Spero che la Roma prenda Jovetic»

0
510

onair2

GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!  

Jonathan Calò (Centro Suono Sport): “La protesta dei tifosi romanisti potrebbe essere fatta allo stadio: è il punto di maggiore visibilità, soprattutto adesso che sei primo in classifica”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Anche noi come trasmissione una scelta dovremmo farla. Se partiamo dal presupposto che è tutto acchittato, qualche cosa toccherà farlo, altrimenti non se ne esce. Se la subiamo, siamo cornuti e mazziati. La Juve dopo sei giornate ha capito che c’era un’entità a loro sconosciuta, perchè non ci pensavano nemmeno che la Roma potesse fare una cosa del genere. I tifosi devono sapere che la Roma domenica ha pareggiato non perchè era stanca, ma perchè gli è stato impedito di chiudere la gara. Se bisogna fare tre gol ogni partita per vincere, allora c’è qualcosa che non va, e noi dobbiamo fare qualcosa”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “L’Airc non ha mai detto una parola sugli scudetti rubati delle passate stagioni, e ora invece tutti insorgono. Non capisco perchè gli altri anni erano tutti schifati quando urlavamo al furto, e adesso no. Il palazzo pensava a un testa a testa Juve e Napoli, la Roma fa un disastro vincendo tutte le partite, e per loro è una tragedia. Così che hanno fatto? Tengono a galla il Napoli, aiutano la Juve come prassi e fermano la Roma. Baldissini ha fatto bene o ha fatto male a dire quelle cose? Non lo so…”

David Rossi (Tele Radio Stereo): “In questa radio non si è mai parlato di grande vecchio che muove le fila del campionato, e che è in atto un complotto. La prima presa in giro è che ti fanno passare per quello che non sei. Sono stanco di questa egemonia. Non è un complotto, è una dittatura. Ieri Baldissoni diceva che se facciamo a gara a chi urla di più, perdiamo. Anzi, più si piange e peggio è. Il sorpasso della Juve è già stabilito, anche sui giornali, guardate cosa scrive oggi la Gazzetta. Bonucci e Chiellini sono due macellari, eppure non saltano mai una partita per squalifica. Ma come è possibile? Vedrete quante partite salteranno invece Benatia e Castan. “

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “La Roma è prima, ma con un margine che non dà nessuna tranquillità. Il distacco tra le prime è così ridotto perchè le altre squadre sono delle pippe mostruose. Io di questa storia del “finto nueve” non la sopporto più, perchè le partite si vincono con gli attaccanti. Adesso è cominciato il linciaggio di Ljajic, perchè noi ci innamoriamo delle seghe e attacchiamo i grandi giocatori. Sento dire le stesse cose che si divevano su Vucinic e su Menez. Ol, Ljajic ha sbagliato 4 gol, ma due se li è costruiti da solo. Su giocatori come Ljajic io ci costruisco sopra una squadra. Ieri ho sentito perfino dire che Strootman è stato sopravvalutato…”.

Luca Valdiserri (Rete Sport): “Iturbe sarebbe un bel colpo se lo prendi senza cedere un big, anche se io spero che si possa prendere Jovetic che non gioca mai al City. La sosta è benedetta, ma la Roma bisognerà vedere come recupererà più che altro dal punto di vista psicologico. La prossima gara quasi sicuramente la giocherà da seconda in classifica. La Roma senza Totti ha eroso tutto il suo vantaggio. Destro? Spero e penso che possa andare in panchina contro il Cagliari, sarebbe molto importante. Meglio Destro al 50% del Caprari visto domenica, anche se la colpa non è di Caprari, ma di Garcia che lo ha messo in campo”

Dario Bersani (Tele Radio Stereo): “La Roma affronterà altre partite come quelle contro Sassuolo e Chievo, con squadre che si difenderanno anche sotto di un gol. Ecco perchè c’è bisogno di un attaccante con determinate caratteristiche che possa aprirti le difese.”

Max Leggeri (Radio Manà Manà Sport):Per rimanere competitivi per i primi tre posti, ma sopratutto per lo scudetto bisogna intervenire sensibilmnte sul mercato, servono due esterni bassi e un centrocampista di qualità. Bradley non può essere il primo sostituto del centrocampo più forte d’Italia. Ieri Conte con fare “mafioso” ha rimesso al suo posto un giornalista di Sky che aveva fatto una domanda scomoda nel post partita”.

 (Continua…)

Articolo precedenteAllenatore Sampdoria, Sabatini “consiglia” Zeman a Garrone
Articolo successivoDi Marzio: «La Roma punta forte su Djordjevic. Iturbe? Servono 15 milioni»

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome