ON AIR – ROSSI: “Se giochiamo come sempre, ce la facciamo”, CORSI: “La Roma ha qualcosa in più”, RIGHETTI: “Squadra dalla mentalità europea”, PRUZZO: “Vincerà con due gol di scarto”, VALDISERRI: “Ljajic titolare sarebbe un’ottima idea”

0
456

onair2

GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

Piero Torri (Tele Radio Stereo): “Ho la sensazione che stasera mi sanguineranno le mani, visto che solitamente mi mangio le unghie soprattutto durante le partite della Roma. In caso di otto vittorie su otto credo che cambierebbe qualcosa per la Roma. Ci sarebbe già un piccolo ma significativo vantaggio sulle seconde, e nei giocatori ci sarebbe una consapevolezza diversa su quello che potrebbe arrivare quest’anno, cambierebbe il loro approccio alle partite”

David Rossi (Tele Radio Stereo):Finalmente ci siamo. Se la Roma fa quello che ha sempre fatto, questa partita la può vincere. Questa squadra dà fiducia, sono convinto che comunque andrà stasera, domenica prossima a Udine ritroveremo una Roma tosta. Questa col Napoli o è una partita da zero a zero, oppure da un cazzotto per uno. Se fanno un cazzotto per uno, vince la Roma”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Al derby ero proprio tranquillo, perchè affrontavamo una squadra di pippe. A Inter-Roma idem, ero convinto di distruggerli. Stasera sono convinto che la Roma abbia qualcosa in più del Napoli, per me la Roma è più forte. Sono preoccupato un po’ per i numeri, già ne hai vinte sette di fila”

Jonathan Calò (Centro Suono Sport): “C’è un disequilibrio forte tra la fase offensiva e la fase difensiva del Napoli. Ecco perchè è una squadra ancora un po’ spaccata in due, anche se parliamo di una grande squadra. “

Ubaldo Righetti (Tele Radio Stereo): “Sono sereno, ma non perchè penso che sarà una passeggiata. Questa Roma ha la forza di reagire, anche se va sotto. Mi dà la sensazione di una squadra con la mentalità europea, la Roma sta molto avanti. Non sono presuntuosi, ma consapevoli della loro forza. La Roma mi sembra più completa del Napoli”

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Io questa smania di vivere queste attese non ce l’ho. Ho una gran tensione addosso, è una partita straordinariamente importante. La Roma al contrario del Napoli non è stata costruita per vincere lo scudetto, anzi ci aspettavamo un’altra annata di schiaffoni.”

Luca Valdiserri (Rete Sport): “Penso che far giocare Ljajic dal primo minuto sarebbe una buona idea, anche per tenere motivato tutto il gruppo. Torosidis in questo momento mi sembra avvantaggiato rispetto a Dodò. Se Strootman non ce la dovesse fare penso a Bradley, anche se rientra da una lunga inattività e invece in una partita del genere devi essere pronto. Io mi fido di Garcia, anche contro la Samp le sue scelte sembravano sbagliate, e invece…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “La formazione con cui giocherà la Roma stasera è sempre solita. E questa la forza della Roma: squadra che vince non si cambia.”

Furio Focolari (Radio Radio): “Io tra Benitez e Garcia, scelgo Garcia. La carriera parla per Benitez, ma io scelgo il francese. Mi ha stregato, è un allenatore straordinario, fino ad ora non gli ho mai visto commettere  un errore. Io credo che vincerà la Roma uno a zero. Il Napoli difficilmente farà gol perchè penserà più a difendersi. Per la Roma prevedo un gol da fuori area, con un tiro di De Rossi o Strootman”

Roberto Renga (Radio Radio): “Se ha la possibilità di scegliersi i giocatori, tra Benitez e Garcia, io mi prendo Garcia. Quanto finirà stasera? Tre a uno, e Hamsik segnerà su rigore. “

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La Roma vincerà, perchè non lascerà spazi al Napoli e in avanti avrà la possibilità di scardinare la difesa non irresistibile dei partenopei. Penso che vincerà con un paio di gol di scarto”

(Continua…)

Articolo precedenteTotti contro Higuain: è sfida scudetto
Articolo successivoComunque vada, un’emozione unica

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome