Pallotta-Friedkin, la rottura è vicina. Il bostoniano: “Ai conti della Roma ci penso io”

156
4651

AS ROMA NEWS – Si avvicina la rottura tra Dan Friedkin e James Pallotta dopo che il presidente del club giallorosso ha rifiutato un’importante offerta del magnate texano, scrive l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport (M. Cecchini).

Negli ultimi giorni infatti Friedkin ha messo sul piatto una proposta per l’acquisto della Roma non banale in tempi di Covid: 575 milioni, più 20 di prestito. E la risposta presidenziale, modulata dal silenzio, è stata no, anche se ieri Pallotta ha bollato la notizia come “fake news”. Ma così non è. Risultato? La rottura sembra ormai vicina.

Anche tutti gli altri quotidiani oggi in edicola confermano questa versione. Per il Corriere dello Sport (G. D’Ubaldo) fonti vicine a Friedkin fanno sapere che dopo il silenzio di Pallotta, il texano non è più interessato a proseguire la trattativa. E lo stesso presidente del club giallorosso, interpellato dal quotidiano al riguardo, ha risposto con un laconico: Ai conti della Roma ci penso io”. 

Anche per il Corriere della Sera (L. Valdiserri) la fumata nera è quasi certa: ora servirebbe un miracolo per far riprendere la trattativa. Pallotta è pronto a tenere la società rischiando sul futuro: se Fonseca farà il miracolo di portare la Roma in Champions, allora le cose potrebbero cambiare.

Fonti: Gazzetta dello Sport – Corriere dello Sport – Corriere della Sera

156 Commenti

    • Oggi:la rottura è vicina
      Domani:intesa si avvicina
      Dopodomani:pallotta vende a ferrero
      La telenovela dei cazzari

    • Anche perché qualche giorno fa c’è stato un comunicato stampa in cui pallottino confermava l’esistenza di trattative.

      “ai conti della Roma ci penso io”. da 55 a 275 in 9 anni; 0 titoli e un 26 maggio da riscattare, per cui ancora ad oggi ci prendono in giro. Ah, ricordo che quando il “signor” pallotta ha preso la Roma, la stessa fatturava più della sua esposizione debitoria. Inutile che i pallottisti mi parlino dei debiti di inter e juve: sono squadre che hanno più debiti, ma hanno proprietà che i soldi dentro li mettono, a differenza di pallotta (che di soldi non ne ha); inoltre, quelle squadre, fatturano più della rispettiva esposizione debitoria.

      Quando questo signore farà fallire la Roma, perché se continua così questo sarà il nostro destino, qualche pallotta boy dirà che è colpa di Rossella Sensi.

    • Ma soprattutto, caro presidente, perchè queste cose non ce le vieni a dire a Roma.
      Ormai sono quasi DUE ANNI che non torni nella “tua” ciità.
      Vieni a prenderti l’affetto dei tuoi tifosi che, guardando questo sito, sembrano la maggioranza…
      Ti aspettiamo!

    • Si tanto il c..o e’ il nostro. Aho Dundit, ci siamo stufati di non vincere un kaiser, giocare di MENTA e vedere i migliori venduti e te che accolli i debiti alla asroma.

  1. Ipotesi su ipotesi, congetture, voli pindarici…
    Non sanno nulla e scrivono, scrivono, scrivono….
    Mi devono spiegare se vendo, il prestito cosa c’entra….
    E anche oggi mezza pagina del giornale l’abbiamo riempita.

    • Sciabbolone ma si sono d’accordo, che vuol dire 20 milioni in prestito; me pare proprio nà strunz..a.

    • Ma non solo. Oggi si sono uniti Valdisseri, Cecchini e D Ubaldo.. Tre firme autorevolissime. Ma nnate a fan…

  2. Alla fine, con il dispiacere dei giornalai cazzari e dei finti tifosi della Roma, Fredkin comprerà la Roma. Sono sicuro!

  3. Quanto non sopporto gli articoli scritti solo per non mandare in bancarotta i giornali, e sorretti dal mero sensazionalismo. Qualcuno poi spieghi a questi giornalisti (i quali per diventare tali hanno studiato un po’ di diritto) che la Roma è società quotata in borsa, e nel momento in cui c’è un atto formale o semi-formale, ci deve essere una comunicazione ai mercati, perché l’organo vigilante non è Novella 2000. Insomma, tutte cose dette e ridette.

    • Fake news o no io non so cosa pensare. Veramente! Forse sarebbe opportuno vendere a friedkin vista la situazione. Di sicuro però non faresti un gran salto visto che non stiamo parlando di Bill Gates. Allora c è la 2 strada.. Forse quella più insidiosa ma più affascinante… Aspettare a vendere.. Magari finalmente arriva lo stadio.. La Roma si riprende.. Il suo valore aumenta nuovamente anche di più con l impianto di Tdv. E a quel punto magari stavolta finiamo nelle mani di qlcuno con molti più soldi del texano. Non lo so. Ad avere la sfera di cristallo sarebbe tutto più semplice…

    • @Marcoilpolo
      Una curiosità o semplice domanda, hai mai partecipato ad una trattativa di queste dimensioni ?

      Pensi che viene tutto messo per scritto come sostieni o prima ci sono preliminari verbali e poi su va verso la buediligence oltre all’inter burocratico per aziende quotate in borsavalori ?

      Su questo blog scrive anche Adelmo che in quanto a saccenza è maestro.

      Pensi che dall’alto della tua saccenza sia argomento sul quale discutere, oppure aspetti l’interlocutore che ti fa l’applauso ?

      Io sostengo che se Pallotta tira ancora troppo la corda finirà come una Caporetto, certo che è quello che non vorrei ma sembra per il momento questa la strada intrapresa da Jim e l’unica nostra colpa è quella di essere tutti Romanisti con punti di vista differenti.

      Pallotta Go home!!!!

    • Cari Romano1, Fabiano, Vegemite e Kawa,
      ma io in realtà non tengo a fare parte di alcuno schieramento… A parte la prestigiosa White List dell’Alieno Sdraiato, s’intende (il quale avrà ormai incenerito, ahimè, le mie credenziali, cambiato la parola d’ordine e sostituito la serratura).
      D’altro canto, riconosco che non è un merito dichiarare di averne abbastanza di Jimbo per mero sfinimento dalla lettura delle stesse, monotone e inconcludenti a mio avviso, diatribe pallottocesaroniane.
      Vi do atto che già tuonavate contro Monchi e chi ce l’aveva messo quando io ancora ero propenso ad aspettare risultati che poi non sono venuti, perché è la verità. Ma non vado oltre: vi ringrazio, preferisco rimanere più realista del Re.
      Che poi, già c’è qui un’inflazione di “Sballotta vattene”, manca solo che mi aggiunga al coro…
      Quanto all’entrata a gamba tesa con appropriazioni dei nick, non m’è sfuggita ed ero fra quelli che ha suggerito la contromisura del disegnino. Però non ho elementi per puntare il dito, per quanto mi riguarda questi bambinoni valgono come gli infiltrati lanzieli e perciò, più che emarginati, vanno sottilmente e inesorabilmente presi per i fondelli.
      Per il resto, va be’, vedo che non demordete dalla crociata antipallottiana e antipallottista, non che avessi soverchie illusioni. Mi permetto solo un suggerimento: sostituite il furore con l’ironia. Il furore va riservato a cose più serie…

    • Non ti preoccupare Hic,per quanto mi riguarda è piu’ ironia che furore,comunque mi sarebbe piaciuto vederti se ti avessero preso il nick e preso anche per culo come avresti reagito,cosi’, solo per mera curiosita’,avresti conservato il tuo aplomb o ti sarebbe sacappata una parolina…..
      Io comunque non ho mai detto che tu volessi far parte di un gruppo,anzi semmai ho detto il contrario,ma non vorrei diventasse un discorso stucchevole.
      Ti saluto come sempre.

  4. Caro Presidente, è innegabile che, ormai la tifoseria è divisa, in Pallottisti e non. Mi pongo nel mezzo, con equilibrio, i conti non sorridono, continuano i tira e molla con Friedkin,
    il meglio per la Roma sue affermazioni, allora le rivolgo una domanda , “dove finirà la nostra squadra se resterà nelle sue mani?”

    • Se uno inizia con Caro Presidente… non si pone nel mezzo, è pallottista.
      Pallotta NON è il nostro presidente.

    • No no la tifoseria è divisa in Romanisti e Pallottisti.

      Noi non vogliamo avere niente a che fare con i Bostoniani.
      Siamo geneticamente diversi, per reciproca fortuna. Da una parte la Gloria di Roma e dall’altra il mercimonio delle Plusvalenze e di Roma Cares.

    • E da quando si fa il tifo in base alle proprietà? Si può tranquillamente essere romanisti anche senza appartenere a “sette collaterali”, come ad esempio l’As Totti 1976, oppure “il fronte anti-Pallotta 2012”. Io di queste guerre fra Guelfi e Ghibellini, francamente ne ho le scatole piene.

    • Dove arrivera’ la Roma con Pallotta vostro?
      E te lo chiedi solo ora Tony? 🤣
      Non è stato sufficiente lo smantellamento della squadra dopo la famosa semifinale CL? Tranquillo che con 300ML. di debiti finanziari l’omino buffo Ve riporta tutti a focene 🎣 😂🤣

    • Antonello, che fanno i pallottiani si cominciano a preoccupare dell’attuale situazione? ahi voglia a raccomandargli di aprire gli occhi sul faccendiere bostoniano, non gli sono bastati 3 anni di accumulazione debiti, plusvalenze obiettivamente sfrenate ed esagerate nonostante 160 milioni cash di introiti champion.
      ora cosa e come sistema i conti questo, potrà forse ricapitalizzare ma comunque sempre un’ ottantina di milioni dalle solite pliusvalenze dal mercato dovrà rastrellare. Quindi ulteriore depauperamento della rosa e ridimensionamento totale. Certo 2/3 vecchie glorie per rimpiazzare i plusvalenzati (a parte Zaniolo, rimanenze di magazzino ormai) li prende.

    • Tony, è una battaglia persa.
      Non sono contemplati punti di vista diversi. Gli unici riconosciuti ufficialmente sono:

      1) Cesarone-Pallotta boy-tifoso dei Boston Celtics
      2) AntiBallotta-romanista vero

      Io mi sono sforzato più volte di contestare questa banale ed infantile semplificazione che è funzionale solo ad avvelenare il clima del forum.
      Il fatto di riconoscere dei meriti a Pallotta, il non essere d’accordo sugli insulti a lui rivolti, non esclude che (come il sottoscritto) si possa aver maturato da tempo la convinzione che il tempo di Pallotta è finito e l’unica strada percorribile sia andare oltre Pallotta verso una nuova proprietà che abbia idee diverse, capacità diverse e nuovo entusiasmo.
      Personalmente continuerò a rapportarmi con tutti gli utenti, perché per me esistono solo i romanisti e dall’altra parte tutti gli altri.

    • Romano 1,ma un utente che esordisce con “caro Pallotta…” mi sembra più abbandonato e smarrito sul GRA…
      …🚑passerà anche a lui 😂

    • Vegemite,
      se mai c’è ancora qualche giapponese imboscato sull’isola a sostenere Jimbo, e non lo nego, parecchi altri (io per primo e, mi sembra, anche tu) sono persuasi che Jimbo non ha più davvero nulla da dare alla ASR; niente risorse, niente idee; veramente che passi la mano a questo punto.
      Ed anzi per quel che mi riguarda, tale è la saturazione per questa ridicola contrapposizione ad oltranza, quest’etichettatura francamente assurda (e ribadisco, mi fa rabbia perché salvo errore 😉 ad insisterci sopra non sono bambini di 10 anni), che NON VEDO L’ORA CHE JIMBO SCHIODI così possiamo finalmente passare ad altro. Ecco. L’ho scritto.
      (Questa clamorosa dichiarazione non dovrebbe farmi entrare di diritto nell’armata antipallottiana? No??)

    • Caro HSL scusami ma la dichiarazione allo stato attuale è fin troppo facile anche se probabilmente sincera attesa la disastrosa situazione in cui ci ha condotti Pallotta e della quale sarebbe impossibile non rendersi conto ma sicuramente non sufficiente; l’armata anti pallottiana si batte da anni (personalmente circa 4 – neanche tra i primi) entrare ora a farne parte è possibile, ci mancherebbe, ma solo previa rigorosa azione di ricondizionamento, verifiche e assunzione di idoneo vaccino. Tanto per iniziare potresti anche chiudere ogni post (per almeno una settimana) con un bel SBALLOTTA (perchè ha sballato) GO HOME, facile facile, produce un benefico effetto.

    • Ciao Hic,è vero che ormai si è creata questa contrapposizione piuttosto estremistica,ma è anche vero che è frutto di provocazioni, offese personali,offese di gruppo ecc. Come spesso ho rimarcato non ci sono verginelle e ognuno si deve assumere le sue responsabilita’.Pero’ c’è una cosa che noi antipallottiani non abbiamo mai fatto :rubare il nick di altri utenti,è successo a me(mi riconoscerai che non sono tra i piu’ esagitati),è successo ad Alieno(diverse volte,quasi un accanimento),che è ironico e giocherellone ma mai volgare ed offensivo oltre il limite.Queste cose hanno fatto si’ che la situazione diventasse incandescente,tu sei un “moderato” come l’amico vege(bentornato)ma sei soprattutto persona intelligente e capirai che si sono passati certi limiti.Io non so se è vero che c’è gente che viene pagata,ma se cosi’ non fosse, questi peones sono piu’ [email protected] di quanto pensassi.
      Un caro saluto

    • HSL, al tuo quesito non so risponderti ma vedo che l’ha fatto il buon Romano.
      Per il resto, al solito, non posso che concordare con te in toto.

    • Ottimo Fabiano, la contrapposizione è stata creata da chi qui sopra ci è venuto e ci viene per gioco e fermo restando che scherzare è sempre divertente non deve tuttavia diventare lo scopo quando poi si intende in realtà scantonare nel volgare e nel tentativo di passare il tempo perculando gli altri. I soggetti in questione, un paio in particolare, sono ormai ben noti e non è un problemas di cambiare sembianze, si riconoscono sempre.
      Mi associo poi nel saluto a Vegemite al quale tuttavia non posso non rammentare, simpatica tiratina d’orecchi, come ancora fino a poco tempo fa sostenesse che Monchi aveva anche fatto cose buone; in realtà a parte Zaniolo ma sappiamo tutti di chi sono stati i meriti per esplicite ammissioni, non me ne risultano.

    • Vegemite e HSL, vi reputo persone serie e intelligenti, perciò mi permetto di suggerirvi di restare in campo neutro, insieme alla maggior parte degli utenti del blog. Il lavoro sporco, quello di individuare e smascherare i pallottiani prezzolati e i multinick provocatori di professione, lo stanno facendo altri. Un giorno, speriamo vicino, sarà tutto più chiaro…

    • @@@fabiano
      Io non so se la storia del media center con utenti pagati per sostenere Pallotta sempre e comunque in maniera acritica sia vera o meno.
      Sarebbe veramente triste e comunque mi interessa fino ad un certo punto.
      Ma se fosse vera questa storia non ritieni che non avrebbe più senso la contrapposizione in atto.
      Perché prendersela con utenti fake!
      O perlomeno avrebbe senso se gli anti-Pallotta fossero al soldo di Lotito.
      Uno scontro tra mercenari 😄.
      Ma comprendi che ragionando in questa maniera surreale si finisce per entrare nel complottismo, nell’assurdità di dimensioni parallele?
      Forse la realtà è più semplice al netto di qualche possibile influencer mela marcia
      Ci sono tante persone che ragionano con la loro testa, hanno punti di vista diversi e si sono stancati di essere tirati per la giacchetta dalle varie fazioni.

      @@@ Kawa
      Ciao Kawa, non so cosa voglia dire essere neutrali. Io da sempre dico la mia. Quando una settimana fa il clima si stava surriscaldando ho staccato la spina per qualche giorno perché l’ultima cosa che mi interessa è avere battibecchi con qualche amico romanista. Un caro saluto.

      @@@ Romano
      Monchi ha distrutto la Roma, questo è ormai assodato, scolpito nella pietra, ma non dimentico che ha portato Under, Zaniolo (a prescindere dalle modalità), Kluivert, Schick, Coric, Karsdorp, Fuzato, riscattato Pellegrini.
      Insomma ha dimostrato di puntare anche sui giovani di talento.
      Ed infatti gli unici elementi di valore che ha la rosa attuale sono proprio i giovani che lui ha portato.
      Quindi non ha fatto solo disastri, qualche merito ce l’ha pure l’andaluso, pochi ma ce li ha.
      Vogliamo parlare del mercato estivo di Petrachi?
      Prima del soccorso londinese Baldiniano degli ultimi giorni, era riuscito a fare un mercato disastroso dell’usato sicuro, con giocatori con potenzialità medio-basse con le quali era chiaro che non avremo mai fatto plusvalenze a giugno.
      E l’unica possibilità per tenere Zaniolo e Pellegrini a fine anno era proprio quella di plusvalenzare i nuovi acquisti.
      Solo a gennaio ha fatto il mercato che avrebbe dovuto fare in estate.
      Insomma gli ultimi due DS sono stati la nostra rovina ed io temo il peggio nel prossimo mercato.

    • Vegemite i fatti però stanno chiaramente ad indicare come gli acquisti a caro prezzo di Schick e Karsdorp (18 milioni per un giocatore con un ginocchio rotto), Coric si siano rivelati tra i giovani grossi e costosi errori come Bianda del resto. Pellegrini scusami ma ci mancava pure che non esercitasse la recompra, Fuzato in effetti non si può giudicare; restano Under e Kluivert che tuttavia non pare in 2 anni abbiano poi di tanto aumentato la quotazione. REstano poi gli oltre i circa 120 milioni circa buttati per gli assurdi Pastore,N.Zonzi,Gonalons,Defrel e pure Cristante. Altra perla dell’andaluso il mancato rinnovo di El Sharaawy in un momento in cui un paio di milioni annui probabilmente bastavano dopo una non eccelsa stagione.
      A prescindere poi dagli errori anche di Petrachi , il principale responsabile dei problemi del prossimo mercato e di qualche altro in futuro è proprio Monchi e i 200 milioni che ha buttato oltre a incidere per le mancate qualificazioni Champion vista la resa delle sue scelte.

    • circa 120 milioni solo di cartellini a parte ingaggi e laute commissioni.

    • Ciao Vege,io credo di non averti mai tirato per la giacchetta,abbiamo sempre avuto un confronto di reciproca stima.Anche io ho ammesso che non so se esistono,ma proprio per questo trovo certe esagerazioni (furto del nick)delle coglionerie,alemeno prendessero dei soldi avrebbe un senso,non trovi.
      Il mio invito è sempre valido.
      Un caro saluto.

    • Fabiano non credo di passare dalle tue parti quest’anno, ma se capiterà in futuro ci conto e ti contatterò.
      Quanto alla stima reciproca è un fatto assodato: sai che apprezzo tu abbia sempre un pensiero gentile per tutti, come per l’amico Roberto Garbatella.

    • “Visto come ci ha pensato fino ad oggi”

      Lo sai che nella storia della Roma, nessun proprietario ha mai immesso così tanti soldi nelle casse sociali del club? Non mi invento nulla, sono dati che chiunque può reperire. Poi per carità, non questa gente non fa alcuna beneficienza, le perdite vanno obbligatoriamente coperte. Ma affermazioni come la tua, sono semplicemente false.

    • Come peraltro nessuno ha mai lasciato tanti e tali debiti. Non mi invento niente, sono dati che chiunque può reperire (cit.).
      Che discorsi sono questi? Immagino tu abbia fatto le debite proporzioni e mi sapresti dire al volo a quanto equivalgono oggi i 50 mld di lire spesi per Montella o i 70 per Batistuta. O vorresti arrivare a dire che Omino Buffo ha comprato il calciatore più costoso della storia della Roma? Meglio di no, anche perché si tratta di Schick.
      Affermazioni prive di ogni elementare buon senso.

    • Come peraltro tu ometti di dire che i soldi per batistuta sono stati tirati fuori dai tifosi della Roma (anche) grazie all’entrata in Borsa, azionisti che dopo qualche mese si sono trovati con una scorta extra di carta igienica.

    • Cattivik, non so se ti ricordi, ma i soldi della campagna acquisti dell’estate 2000, provenivano dall’entrata in borsa dell’As Roma. Non si poteva fare altrimenti, dato che quelle entrate non potevano essere considerate degli utili, e quindi tanto valeva investirli nel mercato. Anche qui, non mi invento nulla, e come dico sempre, si può discutere sulle opinioni, ma non sui fatti documentati.

      Riguardo alla tua osservazione sui debiti, è ciò che ho sottolineato nel post (“non lo fanno per beneficienza”), ma resta il fatto che la frase di quell’utente, è semplicemente falsa.

    • Caro omonimo della caramella col buco in mezzo, mi sai dire quali sarebbero le magnifiche sorti e progressive della As Roma col mantenimento alla presidenza del desaparecido di Boston ?Svendita degli asset rimanenti con allegata
      letterina di Natale di buoni propositi?Rivendita della società dopo la costruzione dello stadio, più o meno quindi all’ inizio della prossima glaciazione ?

    • Ricordo a tutti gli utenti del sito che parlano di debiti, che a fronte di questi ci sono anche degli assets.
      Le due cose vanno valutate insieme.
      Transfermarkt valuta la rosa della Roma 354 milioni.
      Poi se avessi a fronte di debiti per 400 un valore della rosa di 1000 sarebbe senz’altro meglio, ma questo è un altro discorso.

    • Dite a Marcoilpolo che se Pallotta suo non mette i soldi per coprire i buffi fatti da lui, la Roma fallisce e deve tornare a gestire il banco di frutta e verdura a Boston…

    • Dario: SE, hai detto bene… ma ad oggi, non c’è nemmeno un segnale di insolvenza da parte della proprietà, perciò stai parlando del nulla.

    • Sciabbolò volevo farti notare che transfmarket considera anche la quotazione di smalling, miki, zappacosta e kalinic cioè 54,8ml in totale, ecco quelli li dovresti togliere dai 354 che dicevi te, perchè sò tutti in prestito. A mio modo di vedere 54 quasi 55 ml di giocatori in prestito non di tua proprietà, per una società importante sono un botto, considerando che zappacosta se integro sarebbe titolare, sarebbero 3 titolari non tuoi….tanti ma proprio tanti per una squadra che si considera di medio alto livello.

    • Che ragionamento è? Allora ok, togli 55 mln perchè quelli non sono tuoi ma allora ci devi aggiungere Shick, Florenzi, Nzonzi, Defrel, Olsen e Karsdorp. Valore di mercato sempre di transfrmarket 66 mln.

    • Ma non solo, caro Samurai. E’ ovvio che le quotazioni di Transfermarkt siano del tutto teoriche, poiché il prezzo del cartellino di un giocatore è determinato nel momento in cui il trasferimento si concretizza. Sappiamo anche come alcune quotazioni siano determinate da reciproci favori per ottenere plusvalenza per entrambe le parti.
      I 30 mln spesi per Spinazzola non te li dava nessuno nemmeno pre covid, figuriamoci ora.
      Senza contare che la necessità di vendere porta sempre ad incassare meno di quanto si potrebbe. Cosa quasi sempre accaduta in questi nove anni, in cui la necessità di incassare entro il 30 giugno ha portato la Roma ad essere presa per il collo dai potenziali acquirenti. In ultimo il caso di Manolas, per il quale De Laurentis, a fronte del vitale (per noi) esborso per la clausola, ha preteso e ottenuto una valutazione fuori mercato per il cartellino di Diawara.
      Come ho sempre replicato ai dotti tromboni dell’Orchestrina, le plusvalenze si devono concretizzare quando il coltello dalla parte del manico ce l’hai tu e non l’avversario. E’ del tutto ovvio che, in caso di necessità conclamata, gli sbandierati 354 mln di Transfermarkt rimarranno solo su carta.

    • @Marcoilpolo

      ma di quali soldi immessi stai parlando???

      Del bond da quasi 300 mln di euro???

      Dei soldi presi dalla champions league???

      Dei soldi delle plusvalenze???

      Se fai i conti vedrai che alla fine non ha MAI tirato fuori un euro e probabilmente si sono divisi pure qualche soldino lui e i suoi 44 soci (hai presente Alì Babà e i 44 ladroni??)…qua siamo oltre l’autogestione tanto contestata a Rosella Sensi, siamo sull’orlo del baratro grazie a sto speculatore incapace messo a presidente della As ROMA da sta maledetta banca Unicredit che doveva rientrare dei soldi dati al gruppo Parnasi.

      io non capisco di cosa parlate, è talmente palese che ce li dovremmo in…….re tutti!!!

      Ma voi siete buonisti e falsamente romanisti!!!

    • Divano ascolta se puoi. Schick credo che gli si debba ancora dare un 20no alla samp. Quindi togli pure lui và. Gli altri…beh olsen è tornato in panca come è rientrato cragno. Florenzi lo avete chiamato floprenzi e avete detto che non valeva nulla, quindi di conseguenza non vale molto. Karsdorp è reduce da 2 prestiti e a fine stagione ce lo rimandano indietro con 6 mesi di quasi inattività perchè la eredivisie è chiusa. L’unico è defrel percui cè già la base d’accordo.
      Detto questo tu caro divano sei l’ultimo che può parlare di ragionamenti, soprattutto dopo che vai in giro a dire che i tifosi della Roma si sono ritrovati con carta straccia in mano.
      In primis le azioni di un mercato azionario non sono obbligazioni di stato sovrani, con stacco di cedola a tasso garantito, solitamente gli unici classificati col massimo del rating, ma azioni suscettibili alla volatilità del mercato. Più è alto il guadagno, più sale il rischio, funziona cosi mister.
      Poi informati sul prezzo iniziale di collocamento che fu di 5,50€, per toccare il picco del suo rally a 7,06€ il 3 maggio prima di juve-Roma(significa guadagno netto di oltre 1,50€ e stiamo parlando di un’azienda quotata nel settore small cap),. Anche a scudetto conquistato il prezzo tenne quella quotatura, ma era in sovrastima dovuta alla vittoria, però ugualmente ti aveva garantito una buona resa. La flessione sul rendimento fu a metà giugno, con il selling di alcuni azionisti che erano semplici investitori e non è detto siano stati tifosi, ma dubito, anche perchè il taglio in pacchetti minimi non permetteva l’acquisto proprio a chiunque. Perlopiù sono piccoli investitori che conoscono anche i rischi del mercato azionario. Come l’hai posta tu sembrava che tutti i romanisti avessero acquistato azioni dal flottante e non è propriamente così. Non escludo che ci possa essere stato qualche tifoso tra gli acquirenti, ma non si può ne garantire la rendita ne tantomeno tutelare un tifoso che decide di investire se ne ha la possibilità. Tifoso e investitore sono 2 figure che vanno scisse. Le perdite e l’impoverimento del valore d’azione le ha avute anche la juve nel recente passato, anche con veri crolli come dopo juve-ajax e parliamo di aziende che sono nel futsemib le ex blue chips.

    • Samurai, cercherò di rispondere sinteticamente.
      Per quanto riguarda Schick credi male. I venti milioni del riscatto sono già stati pagati nel 2019 e inseriti a bilancio.
      Per quanto alle azioni cosa c’è di non chiaro nell'(ANCHE) tifosi della Roma? Mai detto che fossero solo tifosi, lo hai voluto capire tu così. Che il prezzo di entrata fosse sovrastimato se ne sono accorti tutti, resta che il titolo ha perso in tutto circa il 77% del suo valore.
      Infine, su Florenzi “avete” detto, lo “avete” chiamato… ma “avete” chi? io? mi spiace, evidentemente mi confondi con qualcun altro.

    • Divano’s devo ammettere che purtroppo è facile confondere chi non riesce ad eccellere. ‘U aren’t be able to stand out from the crowd.

    • “Ed ecco servita l’offesa, come al solito…”
      Cit. Kawa62

      Tranquillo Samurai, come si intende a roma

    • Divano…una constatazione non è un’offesa.
      Tu non sei in grado di spiccare sulla massa, come la maggior parte di noi, che scriviamo qui, dov’è l’offesa?
      Magari ho offeso il tuo ego che in una trascendente traslazione, mirava all’olimpo, ma devi rendermi atto di averti anche riportato tra i comuni mortali, posto che ti compete. Non mi sembra tu abbia picchi da fuoriclasse.
      Divano scusa, ma di montanelli o scalfari ne nasce uno ogni tanto e non iniziano certo postando commenti su gr.net.
      I geni sono altri divano, tu non lo sei, mi spiace.
      La citazione di kawa non lo capisco. I problemi con kawa devi risolverli con lui non con me, mi dispiace.
      Allo stesso tempo però, non stento a credere che, se il tuo modo di porti è stato altezzoso anche con lui come con me o con altri utenti, tu possa aver avuto delle incomprensioni, ma è anche normale se tu nella nostra città ti poni in maniera altezzosa e superba.
      Ultima cosa io ho parlato di sovrastima dopo la conquista dello scudetto(normale dopo un evento simile) non nella collocazione come dici tu o iniziale, quella era corretta, perchè il prezzo di collocazione lo fanno gli agenti di borsa milano e le agenzie di rating e ciaone divà.
      Ciao e buona domenica sul divanos.

    • Samurai
      “… Tu se l’ultimo che può parlare”
      E l’arrogante sarei io? Per quello che vali non meriti ulteriori risposte. Quindi concordo con te sul finale, ciaone.

  5. Ancora una serie di articoli pieni di illazioni e suggestioni a buon mercato. James Pallotta oggi è nella sua pienezza il Presidente dell’As Roma e come tale ha il diritto di valutare come meglio crede ciò che gli viene sottoposto da alcuni investitori e provvedere doverosamente al fabbisogno finanziario del Club come peraltro ha sempre fatto.Credo che ogni tifoso romanista debba seguire queste vicende con estrema serenità e tranquillità evitando di farsi trascinare emotivamente dalle chiacchiere dei media. Lasciamo pure sullo sfondo questa trattativa o altre che potranno materializzarsi e seguiamo con più attenzione mister Fonseca e i suoi ragazzi nella ripresa dell’attività agonistica…

    • Si infatti.
      Speriamo in un grande mercato e chiediamo a gran voce i campioni che tanto mancano a questa squadra.
      Puntiamo alle cospicue vittorie, chief,
      Che abbiamo aspettato troppo.
      Jjp dacci lo scudo e noi ti faremo lo stadio.
      Altrimenti benvenuto a chi è un grado di allestire una AsRoma vincente.

    • Il solito, vacuo, superfluo sermone della montagna, a una platea sempre più scarna e annoiata.

    • Scusa Dario ma tu per restare sveglio dopo aver letto (con enorme fatica capisco) i post di matrice bostoniana (2/3 solisti, ormai di orchestra non credo si possa più parlare visto che diversi piano piano si vanno tirando indietro e si dichiarano neutrali) che rimedi adotti? Certo caffè a fiumi, io però sto adottando altri sistemi che consiglio come degli snack al magnesio (mandorle,nocciole), colazione a base di fibre e in particolare dello yerba Mate (funziona).
      Per dormire quei post sono meglio del Roipnol ma occorre sdraiarsi alla svelta. Un saluto e sempre SBALLOTTA GOOO HOME.

    • Caro Cattivik il sottoscritto non avendo notizie certe e di prima mano evita di partecipare alla giostra mediatica che quotidianamente va in scena ai danni di tutti coloro che lavorano a Trigoria. Preferisco attenermi ai comunicati ufficiali o a dichiarazioni di una certa rilevanza. Tutto il resto è destituito di ogni fondamento…

    • Dopo il discorso della montagna, non poteva mancare il discorso escatologico. In verità (visto che ci siamo), di fatti ve ne sarebbero in abbondanza, a partire dai circa 400 mln di buco tra debito e passivo di esercizio. Una ricapitalizzazione complicata e il fuggi fuggi dei soci, tranne il sempre presente Barrel Fund.
      Mi sovviene un libro del buon Travaglio, “La scomparsa dei fatti”. Una lettura che mi sento di consigliarle caldamente Chief…

    • Caro Cattivik,devo dire che The Chief è un personaggio interessante ,per quanto la sua prosa sia più soporifera di un tir di oppiacei. All’inizio pensavo che fosse Baldissoni o il suo alter ego,poi mi faceva pensare a Furio di Bianco Rosso e Verdone (più pedante però ). Poi ho pensato che fosse la reincarnazione di Suslov,lo spietato teorico dell’ ortodossia di sovietica memoria.Adesso ritengo che non sia un bipede in forma umana,bensì un algoritmo implementato dalla war room del media center….

    • Caro Adino, abbiamo passato esattamente lo stesso travaglio interiore interrogandoci sulle reali sembianze del nostro Chief. Ed esattamente come te sono giunto alla conclusione che trattasi di sofisticato software prodotto dal media center. Il quale, purtroppo, non ha mai ricevuto un aggiornamento, così che ripete la stessa soporifera nenia da nove anni.
      Il media center, ormai privo di fondi, sta cercando in tutti i modi di disattivarlo, ma sembra che il Robboide abbia sviluppato la capacità di difendersi e schivi abilmente i tentativi di disinnesco.
      Ma ti dirò di più: sembra che lo stallo tra Calamity James e Friedkin sia dovuto proprio al tentativo del primo di inserire tra gli asset il Robboide.

  6. Continuiamo pure a polemizzare tra noi a proposito di notizie che, spesso, sono basate più che altro su semplici indiscrezioni e voci di corridoio. Sarò monotono, d’accordo, ma per me hanno valore solo i comunicati ufficiali, e non mi sembra che la AS Roma ne abbia diffuso qualcuno sulla conclusione (positiva o negativa che sia) di questa trattativa, quindi di che stiamo parlando? Per cosa stiamo a litigare e a insultarci a vicenda pur essendo tifosi della stessa squadra? Boh…

    • Siamo tifosi di due squadre diverse.

      Noi siamo AS ROMA 1927 22 luglio…
      Gli altri sono ROMA cares 1927 XX xxxxxx

    • Quintali di arroganza…
      Famme capi…chi non si uniforma al tuo pensiero unico non è romanista?
      “Noi siamo”…de che? Te credi portatore dell’Unica Verità ma in realtà sei tifoso solo di te stesso.

    • Senti chi parla, il bue che dice cornuto all’asino.
      La presunzione impersonificata.
      Il cesaronismo incarnato.

    • Per la precisione la Roma è nata il 7 giugno 1927. A dimostrarlo ci sono i quotidiani (tra cui Il Messaggero) che l’8 giugno ne davano notizia. Il 22 luglio è la data del primo comunicato ufficiale.

    • I pollici in giù al mio post a cosa sono dovuti? Non siete d’accordo con il fatto che la Roma è nata il 7 giugno? Andate alla sede del Messaggero e chiedete di visionare l’edizione dell’8 giugno 1927. Non vi va di andare al Messaggero? Fate una semplice ricerca su internet, digitate date di fondazione A.S. Roma, scoprirete che quanto ho scritto è verissimo.

  7. Zaniolo non parte al 100%, quest’anno non ci saranno grossi colpi di mercato. Quest’anno ci saranno tutte vendite al ribasso, quindi si muoveranno solo gli scarti

  8. La roma è stata pagata veramente poco se ricordi 80 milioni più o meno con un debito poco superiore ai 10 milioni…
    Oggi e in tutti questi anni il presidente ha dovuto risanare e mettere i soldi di una sua gestione sbagliata….non per far crescere la roma …ma solo soldi per poter mettere a posto i conti..
    Un manager come lui non può lasciare in mano a suoi dipendenti la gestione di un asset dove il risultato sportivo incide in maniera evidente sulla gestione societaria…
    La.roma è un azienda che non si sviluppa su formule precise matematiche ,ma ha una variabile importante…
    La gestione lasciata in mani ai dirigenti ha portato ,la situazione economica di ora con un ridimensionamento tecnico pauroso…
    Quindi ti dico che DEVE mettere i soldi perché se gestisci così è giusto che paghi…

  9. A parte gli errori fatti da pallottz ,dai suoi dirigenti ,allenatori e giocatori,non avremmo comunque vinto nulla ,semplice la pigiamata ha vinto per 8 anni consecutivi ,la coppa itamia era gia ‘ assegnata la lega ha inciso con condanne e multe ai tifosi e alla societa’ in questi 8 anni siamo stati i piu ‘ penalizzati abbiamo fatto giurisprudenza calcistica ,sotto il fuoco incrociato a livello europeo (vedi liverpool, grazie a. Dio il tifoso e’ ritornato a una vita decente) .Oggi il fi.rigente sbiadito accusa agnelli e cairo di essere boicottati in lega (loro che fino zdeso con lotito hanno fatto il bello e cattivo tempo)

  10. Pallotta bello…..all’inizio un po avevamo creduto in te ….ora se te ne vai non fai un soldo di danno…..e fallo prima che l’indifferenza diventi odio vero….il calcio non è roba per chi pensa esclusivamente al profitto, è molto di più , è fede ,amore e di logico e scontato non c’è nulla….ma tu sei americano …che ne vuoi sapere…

  11. Dimenticavo le fonti che portano le news sono le s
    tesse che dicono e si contraddicono facendo copia e incolla di art. gia’ precedentemente scritti,vi chiedo scusa per gli errori nel digitare
    Pensavo di aver scritto in maniera corretta,invece s’inseriscono in automatico parole errate

  12. Questo è un presidente onestamente che non mi suscita nulla indifferente ,ma ha una grossa colpa …aver demandato la gestione societaria completamente ….
    La situazione debitoria è frutto si come gestisci e se in molti hanno le mani nel miele e tu non ci sei può succedere questo….
    Leggete nei bilanci voce commissioni a procuratori che sono giuste da pagare se ti forniscono un servizio…ma vi faccio 2 esempi..
    Cetin valore ipotetico 2.5 milioni…commissione 1.5 a !!!!
    Il giovane della primavera bohua commissione per il rinnovo 275mila euro!!!!
    E ce ne sono ancora….
    Quindi credo che sia dovuto riflettere a noi tifosi e al presidente mettere i soldi suoi che gli altri sperperano

  13. questo fino a che non vede la roma distrutta non se ne va…..ai conti ci pensa lui…so 11 anni che ci pensa e guarda come siamo ridotti….

  14. La gestione societaria della Roma in questi anni è stata un autentico disastro… Ok.. Ma da quale punto…? Dall addio di Sabatini! Ecco questo x me è stato il più grande sbaglio di Pallotta! Aver rinunciato al grande Walter! Finché c è stato lui non solo la Roma è rimasta competitiva (il culmine.. La semifinale di CL raggiunta con i giocatori presi da lui).. Ma anche con un bilancio direi quasi sano che veniva ripianato con una semplice cessione l anno. Dopo Sabatini è iniziato il baratro. Ma non ve ne siete ancora resi conto??

  15. Sicuramente ai giornalisti arriveranno ogni giorno “notizie” riguardanti la telenovela Pallotta -Friedkin e non è detto che siano totalmente infondate o inventate,ma,molto probabilmente,non sono verificate come si dovrebbe. Molto dipende da che parte arrivano,possono benissimo essere voci fatte circolare dalla parte venditrice per far sapere che sotto un certa cifra non vende e che non ci sarebbero problemi a continuare a gestire la società sicuri della sua futura crescita di valore o,viceversa,se fatte circolare dalla parte interessata ad acquistare,a far sapere che quella è la cifra congrua e oltre non si va,prendere o lasciare,se rifiuti non torno a trattare e rischi di brutto,perchè non mi sembra ci siano tutti questi soggetti interessati all’orizzonte….insomma il gioco delle parti!

    • Per quanto, calcisticamente parlando, alle volte non mi trovi d’accordo con te, devo ammettere che le tue considerazioni, anche quelle che non condivido, raramente sono banali e illogiche.

    • Se ha risposto così ha fatto bene.
      D’altronde qui si sta vendendo la Roma, che con tutto il rispetto, non è la Lazio, il Napoli, il Torino o la fiorentina è la Roma, che insieme a Juve, Inter e Milan, regge tutto il calcio italiano.
      Club così hanno un valore inestimabile, non ci sono, né saldi, né svendite di fine stagione, chi vuole la Roma, se metta in capo, che la deve pagare salato, altrimenti farà solo chiacchiere alla Friedkin

  16. Le chiacchiere stanno a zero: la gestione di Pallotta si sta dimostrando fallimentare. Tanti debiti, nessun trofeo in bacheca e (probabilmente) due anni consecutivi senza Champions che stanno mettendo a repentaglio la salute del club. Fino a che la squadra è riuscita a barcamenarsi tra le prime quattro riusciva a mantenersi, seppur a stento, con gli incassi della Champions. Ma ora rischiamo grosso. “Tifare” per un cambio di proprietà, ovviamente in senso migliorativo, mi sembra assolutamente sensato. E con Friedkin al posto di Pallotta mi sembra difficile andare peggio.

    • Un abbraccio, legalmente distanziato, atutti coloro che si oppongono alla pallottitudine deprimente

    • Ormai caro Fede la stragrande maggioranza alla quale si stanno via via aggiungendo numerosi pentiti ma la loro serietà andrebbe testata, troppo facile e anche vile ma non c’è da sorprendersi, lo hanno fatto pure con Monchi che ora non difende più nessuno anzi viene additato tra i maggiori responsabili dei guai della Roma e di Pallotta…….che faccia tosta.

  17. Pallotta è morto. Non ha una lira, denunciato dai suoi, impossibilitato ad aumentare i debiti, incapace a dare una ripulita dentro Trigoria. Ormai basta un soffio per farlo cadere.
    Ma in soccorso arriva puntuale come un orologio la farsa dello stadio imminente e quello ci è cascato, come un citrullo.
    Ma santo iddio, leggilo un giornale. Palamara, un pdr pronto a sciogliere il csm. Ma come fai a cascarci?
    È in atto un progetto del male, lo capirebbe anche un bambino.
    L’idiozia di pallotta alla fine ci ha portato al fallimento.
    Prigionieri di un deficiente.

  18. ” ai conti della Roma ci penso io ” tradotto = vendo il vendibile, zaniolo compreso, pareggio i conti, me porto via qualcosetta, e poi, cedo al miglior offerente…nel frattempo però, c’è da rifare una squadra, e non solo…

  19. Marcoilpolo
    Fai pace col cervello
    Un giorno dici che Pallotta ci mette i soldi
    Un’altro giorno dici che solo le risorse di cassa possono essere fondo di finanza.

    Mahhh

  20. A me piacerebbe solo tornare a tifare per la squadra, perdendo o vincendo, meglio vincendo qualcosa, e non sapere nemmeno chi è il DS o L’AD… questo tipo di calcio mi appassiona sempre meno

    • Purtroppo il calcio è diventato finanza…si pensa prima al lato finanziario che tecnico e secondo me dovrebbe essere il contrario…la dimostrazione della nostra roma è palese…
      Se invece si porta al centro del progetto la crescita sportiva e tecnica di conseguenza potrai aumentare i tuoi ricavi ,chiedere di aumentare sponsorizzazioni valorizzare il marchio …ma solo con una visibilità sportiva superiore questo può succedere..
      Servono giocatori che attirino sponsor , competitività superiore ad oggi,e qualche Vittoria..
      Come si fa?
      La strada vista fino ad oggi sicuramente non è quella più giusta da seguire

    • Purtroppo quello che dite è senza speranza, anche nel più piccolo club del mondo i conto si fanno con la finanza e per quanto noi amiamo questi colori questa squadra ed il calcio le due cose non sono scindibili, il calcio è spettacolo, come tale ha un prezzo è quando il prezzo sale la finanza entra in gioco, Vi dirò di più nel suo piccolo anche nel dilettantismo lo scopo è quello di speculare su gestioni di dubbio controllo, così come per i circoli ricreativi, come era il detto, chi è senza peccato scagli la prima pietra.

      L’unica prospettiva Che poi non è la sola, che può far cambiare la rotta e un’impianto di proprietà dove poter far ruotare un giro di interessi fuori da ogni proporzione e con esso un progetto per Roma capitale che ad oggi nessun amministratore di Roma e mai riuscito a realizzare per i troppi interessi dietro una città che da sempre vive nella suburra e negli interessi di latifondisti che vivono nell’illusione di essere proclamati come ottobre di Roma.
      Quel tempo è finito la realtà quotidiana ci presenta il conto ogni giorno ed è sempre più giù del baratro.

  21. Non te ne approfittare Divano’s, ho buona memoria per i numeri. Dalla borsa arrivarono 140 mld che Franco Sensi bruciò appunto per il solo Batistuta, tra cartellino e ingaggio lordo. Avanzano i vari Montella, Emerson, Samuel e compagnia. Di certo, in proporzione, Sensi ha speso più di Calamity James, i cui acquisti sono sempre stati coperti da altrettante cessioni. Giochino che non funziona più da quando Sabatini è andato via.
    Gli investimenti di Pallotta vanno equiparati ai nostri tempi, e sono risibili in confronto a quelli di proprietà di altre grandi piazze. Parliamo di circa 300 mln in nove anni. Peraltro facendone altrettanti di debiti.

    • Ripeto quanto scritto sopra. I soldi entrati con l’accesso in borsa, non potevano essere considerati un utile, perciò tanto valeva investirli sulla squadra. Poi per carità, è vero che nel mondo del calcio oggi girano molti più soldi rispetto agli anni scorsi, ma resta sempre il fatto che, nessun altra proprietà ha immesso tanti soldi nelle casse sociali quanto il consorzio attuale. L’As Roma durante l’era Pallotta non ha mai generato utili, pertanto a lui in tasca non entrata un’emerita mazza, e anche qui non mi invento nulla, è negli atti.

      Tengo a precisare che ciò non significa che quella attuale sia la migliore proprietà del mondo. Il confronto con l’era Franco Sensi e Viola, è onestamente impetuoso, e sinceramente la reputo tutto fuorché una gestione virtuosa e azzeccata.

    • Se ricordi bene i numeri allora inciampi in matematica…
      Batistuta è costa 70 miliardi con un ingaggio LORDO di 15 miliardi per tre anni. totale 115 miliardi e ne avanzano 25 e spicci. Montella poi è stato acquistato un anno prima non ce lo puoi infilare.
      Ma il punto poi non è su chi ha speso di più (vero, Franco ha speso di più e siamo finiti in mano ad una banca…), è che è assurdo il comparare due gestioni che non possono essere messe a confronto, a meno che anche tu sia convinto che il FFP sia una balla. Allora è inutile anche parlarne.

    • Mi dispiace Divano’s, ma sbagli ancora. L’ingaggio al lordo per Batistuta era di 72 mld per 3 anni che, coi 70 del cartellino, ha bruciato quanto ottenuto dalla borsa. So bene che Montella è arrivato l’anno prima: era appunto per puntualizzare che Sensi di suo ha allargato i cordoni a prescindere da Batistuta.
      E, per l’ennesima volta, i guai di Italpetroli con la Roma c’entrano poco, tanto che fu uno dei pochi asset vendibili per recuperare il credito. Alla fine della gestione Sensi, inclusa la figlia, il bilancio della Roma era perfettamente in linea con le esigenze, e un debito circa la metà dei ricavi. Situazione ora completamente ribaltata.

    • No Cattivik, sbagli tu.

      La A.s. Roma e la A.C. Fiorentina hanno sottoscritto l’accordo per il trasferimento del cartellino di Gabriel Omar Batistuta. Il contratto, che lega il calciatore al club giallorosso per le prossime tre
      stagioni, prevede un ingaggio lordo annuo di 14,8 miliardi di lire: il valore del diritto alle prestazioni sportive da riconoscersi alla Fiorentina è pari a 70 miliardi di lire, con pagamento biennale tramite Lega.

      Se hai fonti più attendibili del comunicato ufficiale allora alzo le mani.

  22. Rinnegati allo sbando come formiche impazzite, senza ideali, Friedkin uomo di pezza.PALLOTTA GRANDE PRESIDENTE, riportera’ la Roma nel posto che gli compete , nell’ elite del calcio Italiano e Europeo,per la gioia dei veri Romanisti del sito,cioe’ pochi.

    • Sì, so’ 9 anni che sentimo sta storia… l élite, regina d Europa, d Italia e compagnia cantante… abbasta, il tempo a disposizione è terminato, 😏 e personalmente GIÀ dall affaire Salah…

    • Paolo B per quel che min riguarda dalla vergognosa manfrina della cessione di Pjanic per la “clauzzsola”, si infatti presero 6 mesi dopo per sostituirlo il povero Grenier tutto rotto, buffoni.

  23. Ma insomma, er cowbboy teksano sta a tira’ er kulo indietro???? Io nun ce credo. Domani er Coriere uscirà con uno dei suoi soliti preziosismi, tipo er cuggino de Friedkin, Johnny Walker Friedkin jr, ha appena postato una foto di Bruno Peres sul suo profilo Instagram.
    La trattativa riprende…

  24. Ho notato che avete avuto in 2 la stessa velina sul mercato del 2000.
    Speriamo nel mercato 2020 di trovare un batistuta, che i bond carta straccia già sono arrivati.
    Ma non je la fate a ragionare prima di scrivere roba che può smentirvi una mentina col buco?

  25. Neanche tu credi a ciò che hai scritto.
    Il tuo post andrebbe cancellato a priori.

  26. Mettendo da parte per un attimo tale articolo che lascia il tempo che trova:
    Sinceramente questo “tira e molla” non mi sembra sia un bene ne per la A.S Roma Calcio ne per i suoi tifosi. Che mettessero le cose in chiaro O si conclude o si ferma Non si può tirarla cosi’ per le lunghe
    Non credo che tutti siano “contenti” di questo “stallo”

  27. “Ma insomma”…a me sembra de capì che er kulo indietro lo ha tirato il gnocchettaro da due anni a sta parte, però,teneteve pronti (cesarò) con la letterina che riapre il Sistina eheheh,altro giro col piattino, anche la prossima sarà nantra coppa Focene,che spettacolo,per voi eheh

  28. Vegemite, concordo in pieno con quanto hai scritto.
    Mi permetto solo di aggiungere, mia opinione personale, che la presunzione e l’arroganza degli antiBallotta mi è diventata insopportabile. Non perché vanno contro Pallotta, come ho detto più volte anche io mi auguro un cambio di proprietà il più veloce possibile, ma perché pretendono di essere i detentori dell’unica verità inconfutabile e non accettano le opinioni di chi la pensa diversamente e di chi supporta il proprio pensiero con dati di fatto (prove, non teorie) tipo Marcoilpolo. Vivono di slogan, vigilano questo forum quotidianamente pronti a ribattere e a sfottere chiunque osi pensarla diversamente. Cercano di autoconvincersi e di far credere agli altri che il famoso fucking idiots fosse rivolto a tutti i tifosi romanisti mentre la realtà è che Pallotta si riferiva esclusivamente a quella dozzina di soggetti che aveva esposto quello striscione allucinante. Non ci sono più, per loro, tifosi romanisti di opinioni diverse, ma Cesaroni, Lacrima, Chief, Caramella col buco, tutti iscritti all’orchestrina del Titanic. Una tristezza infinita.

    • Toro Seduto, la loro unica vittoria è aver militarizzato il forum.
      Il tenore delle discussioni è sceso ad un livello veramente infimo, e questo è il motivo per cui tanti utenti hanno scelto di non dare più il loro contributo, penso a Temperino, Masetti, e tanti altri che mi scuseranno se ora non li ricordo. C’è già stata una migrazione da un sito ad un altro, nulla impedisce accada di nuovo.
      E mi fa sorridere chi, ieri accusava altri utenti di dare patentini di tifo, oggi invece parla di romanisti veri, black list, noi e loro. Ha ragione chi sostiene che l’aria è irrespirabile, anche io che sono un commentatore saltuario, ne ho le tasche piene di vedere altre tifoserie che si uniscono a difesa delle loro squadre mentre i sedicenti romanisti veri buttano quotidianamente merda sulla Roma.
      Alla fine invece il concetto che deve passare è che noi non difendiamo la Roma, ma siamo pallottisti…
      Hai ragione, è una tristezza infinita. Un saluto

    • Vedendo la valanga di pollici ad personam di oggi, confrontando anche gli orari con altri post simili ma quasi ignorati, mi sa che anche dall’altra parte si son dotati di un mediacenter!

    • Caro Anacronistico, in un mio commento precedente un’oretta dopo averlo pubblicato sono andato a vedere se ci fossero delle risposte. Avevo 6 pollici versi. Neanche 10 minuti dopo sono diventati 56.
      Ora, per quanto improbabile bisogna anche considerare la possibilità che si siano dati tutti appuntamento. Oppure c’è qualcuno che si diverte, e se questo migliora la sua qualità della vita ben venga! Felice di risollevare il morale di qualche poveraccio con così poco. O di fargli guadagnare la pagnotta, poco importa.
      Un saluto

    • @Divano’s,
      sì ho notato anche io. Credo sia un gruppetto di lavoro che si è creato ultimamente. Ma prima o poi si stancheranno, non penso che sia divertente andarsi a spulciare ogni commento per poi refreshare a raffica la pagina e spolliciare. Come se a qualcuno possa davvero importare quanti pollici versi o meno prende. Uno commenta per dire la sua e partecipare al dibattito con gli altri romanisti.
      Mah, contenti loro…

  29. IL FOCENENSE:
    “Ai conti della Roma ci penso io”
    allora stamo apposto!!!
    FOCENECUP A VITA!!
    a ballo’ arrivi sempre ultimo nun ne azzecchi una manco pe sbajo!!
    ma ai conti della maggica ROMA ce pensa ilperdente de focene…che spettacoloooooo stamo a frutta
    ..sempre forza MAGGICA ROMA

  30. Vorrei far notare all’utente Toro Seduto, caduto dal pero pochi minuti fa, che è diventata altrettanto insopportabile l’arroganza dei Bostoniani. Anzi, la vostra supponenza ormai ha frantumato le balle da anni.

    Per quanto riguarda le modalità di etichetta di un ben individuato cluster di utenti, ricordo al citato caduto dal pero
    Laziali laziesi sbiaditi Mariones Marionette Marioloni… Boccaloni Glu Glu Glu… Caltagirones Menzogneri… e mi fermo per non ingenerare noia in chi legge (tralascio gli insulti quali cani scodinzolanti, rinnegati, ecc…).

    Per quanto riguarda i detentori della verità ancestrale, rammento al zelante utente gli scritti di alcuni utenti, quali i signori: Adelmo Amedeo Robbo1; Gaetano Sarno Marco Pollo Luca da Roma; Tenperino Divano’s Stefano 55 Idiot 1.0 …. e mi fermo ancora potendone citare a decine.

    Infine, per noi Romanisti l’AS Roma è solo 22 luglio 1927, quell’altra data se l’è inventata Baldissoni, mentre il nuovo logo è opera di qualche agenzia pubblicitaria che nulla che fare con il nome di Roma.

    Augh.

    • Quando uno se le va a cercare alla fine trova.Caro blouson lo sai che su on air dell’8 maggio c’è un confronto tra me e alieno ,sono certo che lo troverai interessante.c’è una cena megagalattica in ballo.

    • Se ti può interessare,tanto per rinfrescare la memoria( da un pezzo che tante cose non tornano) il nuovo logo è frutto di un’agenzia il cui socio è un certo Mark Pannes ai tempi collaboratore numero 1 di Pallotta,quello a cui la Roma pagava la mega villa sull’Appia,il genio del marketing,vedasi accordo con la Nike o le sciarpe con” Io c’ero” del 26 Maggio,quello che non è riuscito a rispettare i tempi per consegnare il progetto stadio e,quando l’ha fatto,aveva sbagliato il business plan! Solo allora Pallotta che per lui aveva sacrificato Baldini ,Fenucci ed altri,lo trombo’ affidando la stesura del progetto a Ginsberg che in 1 mese lo consegnò. Pallotta deve avere un talento speciale nello scegliersi i collaboratori,almeno per quanto riguarda la AS Roma,se si fosse affidato subito a Ginsberg il progetto stadio sarebbe arrivato in Regione con Marino ancora sindaco!

    • Embè, ‘st’elenco lacrimoso fatto da chi già nel nick ha un’offesa e una perculata di matrice laziale rivolte agli altri utenti non allineati col suo Pensiero Unico, è tutto dire.
      Tipico esempio del vittimismo di estrema destra: prima si aggredisce e poi si pretende pure di passare per gli aggrediti.

      Ah, pure il caro vecchio logo del lupetto “è opera di qualche agenzia pubblicitaria che nulla che fare con il nome di Roma.”?

      Però ammetto che l’idea di Baldissoni che trova in cantina dei vecchi fogli ingialliti, non sa che farci e allora si mette di buona lena a creare finte copie del Messaggero e del Littorale del ’27 è divertente!

    • Grande Monika sempre precisa attenta e puntuale.
      Mi hai dato un sacco di info dettagliate molto interessanti.

      Un abbraccio virtuale.

  31. Rammentate l’acquisto di Karsdorsp? Ci furono reazioni scomposte di alcuni commentatori, alcuni spariti da questo Forum o presenti sotto mentite spoglie, che ora sembrano vittime di una prevaricazione, contro le perplessità e i mugugni di chi si azzardava a mettere in dubbio le sue condizioni fisiche e anche la validità dell’acquisto, e possono essere rintracciate, no? Quali motivi erano alla base della difesa strenua di quello che poi si è rivelato un bidone? La verità in quel caso da quale parte era? E non si tratta di un caso isolato. Quando si ventilava la vendita di Salah ed Allison?
    Chi dava credito a questa ipotesi, divenuta realtà, veniva definito quaglia. Non è una questione di chi ha la verità in tasca o meno, la verità corrisponde ad un fatto accaduto, il negarlo è ribaltare i fatti avvenuti e dimenticare tra l’altro con quale arroganza si è sostenuto il falso. Forza ROMA

  32. Io sono nato nel 1974 e mi sto sempre più convincendo che parte dei tifosi che oggi contestano a prescindere Pallotta (sia per ragioni giuste che no ) e elogiano le nostre proprietà passate sono i stessi che cantavano Viola Dino bagarino , Ciarrapico bibitaro , Franco Sensi bla bla bla e Rossella Sensi vattene con tanto di scorta per le minacce ricevute. Tante volte pare che certi tifosi sono contenti quando perdiamo così possono contestare meglio Pallotta . Io non sono né pallottiano ne antipallotta sono romanista

  33. Blouson, parti col piede sbagliato. Io non cado dal pero, semmai lo fai tu quando scrivi “la vostra supponenza” annoverandomi automaticamente tra i bostoniani. Io NON lo sono, l’ho scritto più volte, ultima nel post qui sopra. Prova a leggermi più attentamente.

    Per quanto riguarda la tua lista, potrei farne una altrettanto lunga ma mi astengo perché non mi interessa.

    Infine, puoi continuare a credere che la A.S. Roma sia nata il 22 luglio nonostante il Messaggero e il Littoriale avessero pubblicato articoli inerenti la sua nascita già dall’8 giugno. Nessuno te lo vieta, ma distinguere tra romanisti veri che indicano il 22 luglio come data ufficiale e romanisti farlocchi che indicano il 7 giugno mi sembra un tantinello arbitrario. Io ero in Curva Sud (dove sono rimasto per circa 30 anni, per poi trasferirmi in Tevere) la prima volta che ho guardato una partita della Roma. Era il 1967, tu probabilmente non eri ancora nato, e non mi sento meno romanista di te.

    • Ah, autocertificazione vedo.
      Ma siete tutti così voi che vi sentite più romanisti. Roma nel nome ma non nel cuore. Tutti tifosi da prima, tutti in curva.
      OK.
      Certo.

    • Hai ragione Fede. Io in curva non ci sono mai stato. Lo sai mejo te de me. Ci andate solo voi detentori del sacro verbo.
      Salvo quando ve scordate de annacce perché “ce stanno le bariere”.
      Addio.

    • Non capisco… dite che non vi interessa la diatriba tra pallottiani e antipallottiani, che siete neutrali, che pensate solo a tifare la Roma, che vorreste una tifoseria unita e compatta… però non resistete alla tentazione di prendere parte e, così facendo, rialimentate ciò che vorreste far smettere… Toro Seduto, Divano’s, lo dico anche a voi, perché intervenite in questo tipo di discussioni? Astenetevi… Dovrebbe essere facile, no?

    • Kawa che non capisci me ne sono accorto.
      La divisione pallottiani e antipallottiani è stata creata ad arte. Da chi traccia una linea netta dicendo NOI e LORO. Che ci possano essere romanisti con idee differenti qualcuno proprio non riesce a prenderlo in considerazione. I portatori del pensiero unico i romanisti veri e gli altri pallottiani infiltrati laziali ecc.
      A me (ma sono sicuro anche di tanti e tanti altri) di Pallotta non frega nulla, ci poteva chiunque altro e sarebbe stata la stessa cosa. Tu parli di prendere parte (quindi automaticamente incaselli una persona in una delle due categorie) solo perchè uno non vede esclusivamente le cose negative ma mette sul piatto anche quanto di buono (nonostante gli errori) sia stato fatto? Astenermi da cosa, dal dire la mia?
      Anche tu sponsor dell’Unica Verità?

    • Kawa fai il verginello? “Ecco servita l’offesa come al solito” detto da chi percula altri utenti (come per esempio Indiana Pipps) mi lascia abbastanza indifferente.
      Alla fine ti sei riparato dietro la forma senza dire niente sulla sostanza.
      In realtà lo hai già fatto, e conferma quanto ho detto sopra:

      KAWA62 25 Maggio 2020 at 18:39
      […] Molti di loro sono fasulli ormai sgamati; altri sono tifosi imborghesiti che campano di ricordi (“Ai miei tempi…”).
      Dall’altra parte ci siamo noi, incazzati, fastidiosi, mai servi, mai rassegnati, giustamente ambiziosi e… ROMANISTI.

    • Caro Divano’s, tra la perculatio e l’offesa c’è una differenza, non troppo sottile, che evidentemente ti sfugge.
      Ti sei sentito offeso dal mio post del 25 maggio che hai copiato? E perché mai? Sei un fasullo? Imborghesito non credo sia un’offesa, può capitare di diventarlo… Facci capire, dai… Non ricordo di aver polemizzato con te, né il mio post delle 19:06 era offensivo… evidentemente tocco, involontariamente, qualche tuo nervo scoperto… E tu reagisci in modo scomposto. Occhio, che se fossimo su un campo da calcio, rischieresti l’espulsione. Tu, non io.

    • Kawa, se il dire che è evidente che non hai capito la reputi un’offesa allora hai una sensibilità a fasi alterne. Eppure mi sembri il tipo che le dovrebbe conoscere le vere offese.
      Il tuo post, che ho copiato, mi offende e riporta a quanto ho già spiegato prima. Al fatto che “voi” antipallottiani vi sentite gli unici veri romanisti e chi non la pensa allo stesso modo è un infiltrato oppure tifa pallotta. Ho risposto al tuo commento come ho già fatto con altri, tanto la musica non cambia.
      E se reputi la mia una reazione scomposta quello imborghesito tra i due sei te, non certo io.

    • @Kawa62,
      mi sei sempre sembrato una persona ragionevole, ma ultimamente stai scadendo al livello dei commentatori della peggior specie che si possono trovare qui. E te lo dice una che si è stancata da un pezzo di Pallotta. Questa specie di “guerra santa” che volete portare avanti mi sembra una stupidata. Un saluto.

    • Carissimo Kawa buona domenica, non te la prendere, non ce la fanno,non ce la possono fare vanno compresi, molti sono in buonafede, sono pallottisti dentro e non se ne rendono conto, a livello inconscio proprio.

      Alcuni, come per la Raggi e il voto ai 5 stelle o per quella che fu la sciagurata esaltazione di Monchi, si sono resi conto e iniziato a percorrere il duro sentiero del pentimento e della redenzione, in fondo non è mai troppo tardi per un opportuno ricondizionamento ma i danni prodotti sono stati enormi.

    • Salve, Alessia.
      Ti ringrazio per la critica garbata. Non ho alcun problema a confrontarmi con chi si pone in maniera educata, non saccente e rispettosa delle diverse opinioni. L’ho sempre fatto e non ho motivo di cambiare.
      Il tenore dei miei interventi, se ci fai caso, varia ad personam.
      Credo che l’amico Blouson, con il messaggio delle 15:33, abbia inquadrato fedelmente la situazione di questo blog.
      Ricambio volentieri il saluto.

  34. Prohaska grandi verità. Tentai di far capire già dalla metà del mse di marzo precedente che stavano vendendo Alisson al Liverpool. Fucilato e insultato sul campo e sin qui chi se ne frega dei gratuiti insulti che ben qualificavanio chi li lanciava ma scandalosi i commentitutti tesi ad esaltare la Società che mai, a oltre 3 anni dalla scadenza del contratto, si sarebbe privata di un simile fuoriclasse, SOCIETA’ CHE PERALTRO NON AVEVA NECESSITA’ DI VENDERE sostenevanoa gran voce ancora. Ovviamente dopo soli 3 mesi la realtà è stata ben altra.

  35. Mi permetto di esprimere un opinione in merito a certe discussioni.. Io posso capire certi tifosi.. Magari un po’ nostalgici di un certo tipo di calcio.. Più locale e meno straniero. I tifosi che possono parlare col presidente sotto casa sua.. E tutto in un bel romanesco.. Chiedergli spiegazioni.. Consirgliargli un acquisto.. O contestarlo x una cessione… Probabilmente se le medesime cose che ha fatto Pallotta le avesse fatte un sensi un Anzalone od un Angelini metti… Ci sarebbe stato meno polverone! A Roma non si tollera lo straniero a meno che non sia uno sceicco che ti compra pure Maradona e la torre eiffel! Friedkin dopo già 2 anni di zero tituli farebbe già la fine di Pallotta sulla graticola! È giusto? È sbagliato? Non lo so. Io so solo che a Roma imprenditori talmente ricchi da farci sognare in grande non ce ne sono. E questo purtroppo è un fatto inconfutabile! Allora che si fa? L unica strada è l estero. A meno che molti di questi tifosi preferiscano non ambire a vincere pur di far rimanere la Roma tutta in famiglia..

  36. FRA74 non ci si presenta come lo Zar di tutte le Russie, non si fanno grandi proclami di vittorie, non si offendono i tifosi, SE NON CI SI METTONO I SOLDI e non si corre un minimo di rischio d’impresa. E tieni presente che quando ha preso la Roma i soldi per un mercato serio li poteva mettere senza particolari limiti invece di andare subito subito a debito per poi costringere ogni anno il DS di turno a fare miracoli e almeno avessse provato a tenere Sabatini.
    Ancora una volta vi sfugge il concetto base, il tifoso non vuole essere preso in giro, magari paga,soffre ma non vuole essere preso per i fondelli come ad es. nella cessione di Nainggolan, spacciato per un ubriacone ma testimonial della campagna abbonamenti “IO CI SONO” per scucire qualche tessera in più. Questo è Pallotta che ora per i problemi sullo stadio da 3 anni a questa parte ha dato luogo a una scandalosa opera di rientro e smantellamento.Si può e direi si deve tifare Roma sempre e comunque ma NON E’ SCRITTO DA NESSUNA PARTE CHE SI DEVE TIFARE PER FORZA PALLOTTA O CHE NON SI POSSA CONTESTARE, lui di sicuro non è la Roma e non tifa certamente per essa ma solo per i soldi che eventualmente doveva generare.

  37. Pallotta come qualsiasi imprenditore pensa ai suoi soldi e non alla sorte della società e meno ancora alla squadra di calcio.
    La storia però insegna che quando un imprenditore si innamora troppo dei suoi sogni di gloria e di trionfo economico finisce male.
    Lo stadio, a parte la mia convinzione, anche volendo non potrà essere mai approvato in tempi rapidi e compatibili con la trattativa Friedkin. Quindi o Pallotta vende ora al meglio visto che ha trovato un potenziale compratore o saranno tempi duri per i tifosi che si ammaleranno tutti di fegato.
    Sempre che l’articolo non sia una balla che per me resta l’ipotesi più probabile.M anche in questo caso il fegato ne risentirà.

  38. Romano1 che Pallotta ha fatto sbagli grossolani sono il 1 a dirtelo.. Su tutti Sabatini! L unico che riusciva a garantire un equilibrio finanziario tra bilancio e competitività! Ha sbagliato a fidarsi di troppi dirigenti e troppo ben pagati! Spesso è andato oltre con le dichiarazioni! Ma ti chiedo 1 cosa.. È colpa sua dello stadio? E colpa sua dello strapotere della Juventus da 10anni..senza il quale la Roma sai bene almeno un paio di scudetti li avrebbe vinti sicuri ed ora staremmo tutti qui a pontificarlo? È colpa sua se l affare neymar ha fatto saltare tutto il banco facendo lievitare i costi a livelli proibitivi x chi vuole provare a vincere? A parte i soliti pochi top club. E ti faccio un altra domanda e rispondimi sinceramente.. Tu pensi che se la Lazio di Cragnotti non avesse vinto lo scudetto… Sensi si sarebbe mai esposto così economicamente dopo? Io credo di no. Visto che negli anni prima spendeva quanto il viperetta oggi è difatti non si vinceva Nada finendo sempre 5 o 6 in classifica. Come vedi se si inizia a ragionare non ci si ferma più e forse viene fuori che Pallotta poi così tanto letame non se lo merita.

    • Fra 74 sullo Stadio sono quasi 4 anni che sbraito a manetta contro la Raggi,i pentadementi e chiunque sia contro. Siamo d’accordo sul punto prescindendo dal fatto CHE IO NON LI HO VOTATI (molti veri tifosi anche pallottiani dichiarati si, bastava leggere i commenti dell’epoca e i pollici a favore Raggi e banda). Detto questo se siamo con 300 milioni di debito consolidato, oltre un centinaio di necessaria ricapitalizzazione e altrettanti di disavanzo di bilancio la colpa non può non essere del capo anche considerando quanto incassato negli ultimi 3 anni con 3 sessioni di mercato attive per circa 150 milioni oltre ai1 60 di diritti Champion. Napoli,Lazio e Atalanta senza Stadio non stanno in queste condizioni e 17 punti sotto la Lazzie in particolare è inammissibile. La svolta dei Sensi è stata l’ingresso in borsa e sono convinto che comunque,da tifoso sincero avrebbe provato a vincere. Pallotta per come parlava e si è presentato doveva semplicemente esporsi un pò di più E ALL’EPOCA SI POTEVA FARE. Ha tentato la grande plusvalenza non gli è riuscita e adesso sfascia e arraffa quanto più possibile.

    • Fra… è il suo modo di essere altero, altezzoso e ipocrita che non va. Sensi si è preso la sua razione di insulti, così come Viola, ma non hanno mai mancato di stare al loro posto e prenderseli. Non hanno fatto finta che fosse un complotto della stampa nemica e delle radio. Erano persone vere, che hanno ingoiato e reagito senza dare dei pezzenti ai propri tifosi a colpi di tweet e artefatte letterine.
      Vieni qui, affronta gli insulti a petto in fuori e ne riparliamo. Spiega, parla alla gente, non dire cazzate, non fare il supponente se non te lo puoi permettere.
      L’amico Romano ha espresso perfettamente le ragioni per cui Pallotta ha perso il rispetto e il credito che gli è stato dato in abbondanza.
      Se dobbiamo essere poveri, che sia almeno con uno che ci rispetta.

  39. Per Romano1, ahaha solo dettagli, frammenti, per chi ha la memoria corta rispetto alle errate valutazioni sul mercato di Fondi ahahhah. E ora esce che fanno lo sbaracco, hai letto? Ah ho finalmente scritto a Fabiano ahhahahhah sh non lo dire ad ALIENO ahahhahha Forza ROMA

  40. Sto presidente ha fatto danni e concordo in toto con chi lo contesta aspramente però mi chiedo se il sig. Friedkin che tutti aspettano come il nuovo Messia, il Salvatore della patria (romanista), quanto è disposto a pagarla la nostra ASR? La vuole per un tozzo di pane? Posso essere pure incazzato con Pallotta ma mettendoci nei suoi panni (solo per un attimo) perché dovremmo vendere facendoci prendere per il collo? Chi svenderebbe una sua proprietà in questo modo?

  41. Questa discussione – e i 150 post che la nobilitano – andrebbe salvata e tramandata per imperitura memoria, è più eloquente di mille pagine e di milioni di parole.
    Ringrazio Dio di non essere come “loro”.
    🤫

  42. Discutere se Pallotta è meglio di Sensi o di Viola è inutile, bisogna guardare la realtà odierna. L’unica speranza che ha l’AS Roma di risollevarsi è una nuova gestione che si chiami Friedkin o meno, che sgombri anche il campo dei veleni che sono cominciati a circolare su Baldissoni, con la pubblicazione delle intercettazioni di Palamara.
    Io non c’ero e se c’ero dormivo non regge.
    Luca Parnasi ormai sappiamo tutti come ha gestito la procedura dello stadio e come minimo è verosimile una connivenza con i vertici di AS roma.
    Se poi si vuole credere che tra due soci che hanno collaborato d’amore e d’accordo per 8 anni uno era un presunto corruttore seriale che ha mandato in rovina il primo gruppo imprenditoriale di Roma e l’altro era San Francesco, non mi riguarda.
    Ma a proposito, il famoso milione di mc ad uffici poi divenuto 500.000 a chi dei due restava?

  43. Il problema di Pallotta e che di calcio non ci capisce nada di nada e si deve sempre affidare a terze persone, se poi ci mettiamo che non gli importa della Roma affettivamente, ma solo come affare per guadagnarci, purtroppo siamo messi male, poi quando senti che rifiuta 550 milioni per venderla mi fa venire il bruciore di stomaco. Spero che si arrenda venda la Roma e ci restituisca l’entusiasmo perduto.
    Forza Roma

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome