PELLEGRINI: “E’ la partita più importante della mia carriera. Avevo la sensazione che questa fosse diventata una squadra vera”

15
853

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Lorenzo Pellegrini, capitano della Roma, interviene in conferenza stampa alla vigilia di Roma-Feyenoord, finale di Conference League.

Queste le parole del centrocampista giallorosso ai giornalisti a poche ore dalla gara contro gli olandesi:

Cosa ha la Roma in più rispetto al Feyenoord?
“È una finale, sarà una partita difficile. Non mi sento di dire che abbiamo qualcosa in più o ce l’hanno loro, faremo di tutto per vincere la partita. Ce la giocheremo come ha detto il mister, lo faremo con determinazione e cercheremo di coronare il percorso di crescita con questa vittoria”.

Cosa dirai ai compagni?
“Intanto li ringrazio, cercheremo di vincere. Ci terrò a ringraziarli perché è stato un anno bellissimo, tutti si sono messi a disposizione, ci siamo sacrificati l’un l’altro, questo fa un gruppo vero. L’ho detto da un paio di settimane, avevo la sensazione che finalmente fossimo una squadra vera, ho questa sensazione da un po’ di tempo, tutto è molto più semplice”.

Un messaggio per i tifosi?
“Giochiamo una partita importantissima per loro, daremo tutto per vincere il match”.

14 anni fa l’ultimo trofeo della Roma: come hai festeggiato?
“Ero con la mia famiglia giallorossa, eravamo tutti insieme. Non avrei mai pensato di essere qui e giocare questa partita così importante per la società e per i nostri tifosi. Quest’anno abbiamo fatto un ottimo percorso che ci ha fatto crescere tanto, poi a chi non piacerebbe portarsi qualcosa a casa che rimanga per sempre? La partita va presa con gioia e serenità, non vuol dire non essere concentrati, lo siamo. Spero che domani possa diventare uno dei giorni più belli della mia vita”.

Hai una responsabilità in più da capitano e romano?
“Sì, sono belle responsabilità. Se vuoi vincere qualcosa, diventa normale prendersi delle responsabilità, sarei contentissimo domani di vincere il match, ma credo che legare questa cosa solamente a me perché sono capitano e nato a romano sia sbagliato, la squadra non la fa un giocatore solo. La squadra sono tutti i componenti, quando dico che siamo migliorati, mi riferisco a tutte le persone attorno a noi. Se domani dovessimo vincere, penseremmo già a vincere altro”.

È la partita più importante della carriera?
“Per me sì, potrebbe essere il primo trofeo, poi con questa maglia è importante”.

Articolo precedenteMOURINHO: “Questa finale è storia, faremo tutto il possibile per vincere. Sappiamo come giocare. Mkhitaryan può aiutare la squadra” (VIDEO)
Articolo successivoMANCINI: “Finale da 50 e 50, sappiamo quello che dobbiamo fare. All’inizio pensavamo fosse la coppa dello scherzo, ma poi…”

15 Commenti

    • Bravo Pelle.
      Metticela tutta e porta a casa la coppa e azzittisci i troppi denigratori che più spesso dovrebbero ricordare che dovere di un tifoso non è quello di fare il critico d’arte. Lasciamolo ai giornalai sto ruolo….
      Compito del tifoso e soprattutto quello romanista (perché degli altri me ne frega il giusto ) e’ sostenere e incoraggiare sempre chi indossa la maglia.

    • Ho scritto già un concetto, pensare al presente e al futuro, non possiamo più essere, ancorati al passato. 💛🧡❤️

  1. E’ proprio questo il problema,per parecchi della squadra e’la partita più importante della carriera e speriamo che reggano botta….

    • Credo che la botta la dovranno reggere anche dovessero non vincere. TUTTI uniti domani voglio essere felice e dopodomani sognare una Roma sempre piu grande.

    • mammamia quanto gufi, pensa alle caccole di Sarri che non reggono nel suo naso..

  2. Domani puoi fare quello che non è riuscito a Totti De Rossi Giannini e Di Bartolomei : alzare un trofeo europeo. 🏆

    • Lassa perde Ago però. Avesse potuto batte 5 rigori lui quella sera a quest’ora ancora stavano a prova’ a disincaja’ quer pajaccio de Grobbelar dalle maje della rete…

  3. Stavolta bella intervista Lorenzo.
    La cura MOU lo ha migliorato in campo , magari qualche assist in più, continuiamo nella crescita.
    Dopo anni di magre possiamo sperare in un futuro di carattere , di mentalità, di concentrazione. di coesione di squadra.
    QUESTO porta alle vittorie ,
    Grazie Friedkin grazie Mou

  4. Esatto. È la partita della tua vita. Puoi toglierti di dosso l’ombra ingombrante di altri due capitani.
    Pensaci

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome