MOURINHO: “Questa finale è storia, faremo tutto il possibile per vincere. Sappiamo come giocare. Mkhitaryan può aiutare la squadra” (VIDEO)

39
1515

AS ROMA NEWS – Josè Mourinho è protagonista della conferenza stampa più attesa, quella alla vigilia di Roma-Feyenoord, finalissima di Conference League che si giocherà domani sera all’Arena Kombetare.

Queste la parole dell’allenatore giallorosso sull’attesissima sfida che attende i suoi ragazzi a Tirana:

Mangiante (Sky Sport): “E’ stato un lungo viaggio. Con quale consapevolezza arriva qui? E’ un momento pieno di significati…”
“E’ vero. Siamo arrivati alla fine del percorso con due finali da giocare nello spazio di 4 giorni. La prima ci ha dato quello che meritavamo e che avevamo come target, giocare l’Europa League e migliorare la classifica. Quella per me era una finale che non scriveva la storia, ma finire il lavoro e raggiungere il nostro obiettivo. Per la Roma arrivare in Europa League è una cosa normale. Questa finale è storia, che è stata già scritta per arrivare qui. Ma quando arrivi in finale, devi fare tutto il possibile per scrivere la vera storia, che è vincere la finale”.

Lollobrigida (Rai Sport): “Come sta la squadra? Come sta Mkhitaryan?”
“Prima di Torino era importante sapere che giocare una finale ti porta ad avere tensione. L’obiettivo è stato raggiunto, ed è stato il modo migliore per pensare solo a questa finale. Io e il mio stff non siamo mai usciti da Trigoria da venerdì sera, ai giocatori non potevamo chiedere questo, ma stanno bene con la tensione giusta ma anche con la gioia di giocare una partita così. Mkhitaryan ha fatto un allenamento molto basico perchè aperto a voi, ma mi fido della sua esperienza, conosce molto bene il suo corpo, e alla fine dell’allenamento mi ha detto che stava bene e che è pronto per giocare”.

Guido D’Ubaldo (Corriere dello Sport): “Il suo carisma può fare la differenza?”
“No, penso di no. La gente sbaglia nell’analisi, esiste questo feeling pro Roma perchè abbiamo un giocatore albanese, e se la Roma vince un albanese alza la Roma e questo ha un significato. L’Albania è un paese che merita di crescere, lo stadio è molto bello, sono molto contento di venire a giocare qua. Le finali sono l’ultima partita della stagione, quando arrivi all’ultima partita della stagione il lavoro è fatto. Non c’è niente da fare in questi ultimi tre giorni, la leadership non è una cosa che può produrre un effetto per tre giorni, ma fa parte di un processo. Domani è il giorno dei giocatori, noi allenatori cerchiamo di aiutarli, ma il lavoro è fatto”.

Juric (Rete Sport): “Ero a Leicester, l’avevo vista più rilassato, sorridente, oggi è molto più serio. Ha qualche pensiero in più oggi?”
“E’ una finale. Non c’è altro nella mia testa fino a domani. L’esperienza non aiuta, io pensavo che potesse aiutare, non aiuta., Il mio modo di stare è uguale alla mia prima finale. Se mi vedi più serio è concentrazione. In questo momento penso solo a questo”.

Austini (Il Tempo): “Lei è scaramantico?”
“No, assolutamente, sono uno dei pochi del mondo del calcio che non è scaramantico. Anzi qualche volta litigo con qualcuno che è scaramantico. I maxischermi? No… Il sostegno dei tifosi può solo fare bene. Se la Roma ha perso qualche finale, sicuramente non è colpa di chi stava davanti ai maxischermi”.

Giornalista albanese: “Come sta la sua caviglia dopo il contrasto con Kumbulla? Se vince domani diventa l’allenatore che ha vinto tutto le coppe…”
“Se vinco…No, non sono scaramantico, è la verità (ride, ndr). Vediamo. Marash? Mi ha fatto veramente male (ridono tutti, ndr). Mi ha fatto male, lui è il più pesante di tutti. Marash è un bravo ragazzo, ha imparato tanto e il prossimo anno sarà con noi al 100% perchè ha potenzialità per diventare ancora più bravo”.

Che ne pensa del calcio olandese, ha vinto poche finali…
“Non è vero. L’Ajax ha vinto Coppe dei Campioni, il Feyenoord del mio amico van Hooijdonk ha vinto la Coppa UEFA, il PSV ha vinto. Il calcio olandese ha vinto e ha una grande tradizione”.

Una prima impressione su Tirana? Sensazioni su domani?
“La storia si fa dall’inizio e con la maturità, la mia storia personale è una vecchia storia. Non ho la bacchetta magica o una pozione magica, noi abbiamo fatto il nostro lavoro, ormai è fatto e domani sta ai giocatori. Tutti noi, giocatori compresi, siamo pronti. Per me è la prima volta in Albania, è un paese che non avevo ancora visitato. Non ho visitato la città, ma sono contento di essere qui e di stare in queste città. Lo stadio è molto bello, peccato non sia di 50-60.000 mila, non è una critica ma solo perché sarebbero entrate più persone. Sono contento di essere qui e di giocare la finale a Tirana”.

È sorpreso di Zaleswki? In futuro in che posizione lo vede?
“Un anno fa giocava in Primavera contro ragazzi della sua età, ora sta giocando in Prima squadra. Sono stati 6 mesi molto importanti per la sua carriera. La sua posizione? Può giocare ovunque. La mia opinione è che quando hai 20 anni e hai la possibilità di giocare o difensore o centravanti vai e gioca. Ha una buona mentalità, penso avrà un bel futuro”.

Cecchini (Gazzetta dello Sport): “Per lei è una stagione positiva a prescindere da come andrà domani?”
“Per me sì”.

Lo Monaco (Il Romanista): “Ha altri dubbi di formazione? Spinazzola può giocare domani?”
“Spinazzola può giocare. E’ mancato 10 mesi, gli mancava avere 70-75 minuti in campo, avere delle sensazioni. Quelle sensazioni sono state positive, domani è un’opzione per noi”.

 

JOSE’ MOURINHO A SKY SPORT

Come si gestisce la tensione?
“Non riesco a gestire nemmeno la mia (ride, ndr)”.

Quali errori non bisogna fare?
“Dobbiamo fare le stesse cose fatte nelle partite precedenti, per questo dico che la prossima è sempre una finale. Domani c’è in palio un trofeo”.

Con queste partite si crea mentalità?
“Ovviamente, fa parte di un percorso e per i giocatori è importante perché c’è gente che gioca finali e gente che così cresce”.

Cosa si aspetta dal Feyenoord?
“Non lo so, hanno avuto tanto tempo per prepararla, potrebbero anche presentarsi con qualcosa di diverso. Per esempio, se vedi la seconda partita contro il Marsiglia hanno disputato una gara diversa dalla loro filosofia. Sappiamo come vogliamo giocare”.

Mkhitaryan?
“Ha la condizione fisica per aiutare la squadra. Sono ottimista, ieri ha fatto dei test veri, oggi la sensazione è positiva”.

 

Articolo precedenteAS ROMA FLASH NEWS – Tutte le notizie in giallorosso minuto per minuto
Articolo successivoPELLEGRINI: “E’ la partita più importante della mia carriera. Avevo la sensazione che questa fosse diventata una squadra vera”

39 Commenti

    • Vero, si vede anche da queste cose che sanno gestire un azienda.
      Altra cateria rispetto all’innominabile

    • I Friedkin faranno la storia e giustamente, hanno invitato, chi, ultimamente l’ha veramente fatta con il sacrificio proprio, con i propri soldi. MOU in conferenza ha ribadito un concetto essenziale, per crescere e diventare grandi. “Abbiamo fatto la storia di un’ altra finale, adesso, dobbiamo fare un altra storia, quella di vincerla!” È ora che anche noi tifosi, non ci ancoriamo al passato, bobbiamo pensare al presente e al futuro… 💛🧡❤️

    • Grazie presidentissimo Dan FRIEDKIN produttore di Oscar per averci portato lo Special One 👍🤞✌️👈
      Domani 11 🐺 lupi in campo daje!!

  1. José Mourinho….dal primo giorno a Trigoria….

    Ha fatto scrivere…. iniziando a cambiare la mentalità di tutta la as Roma….

    Vincere malgrado tutto ❤️

    Ora…. fatelo 💛

    Forza ragazzi scriviamo la storia romanista

    Forza grande Roma ale’

    • Mi chiamo Massimo Decimo Meridio, comandante dell’esercito della Sud, generale delle legioni ASROMA servo leale dell’unica squadra di ROMA Padre di un figlio giallorosso, marito della Lupa… e avrò la mia FINALE… in questa vita o nell’altra!!!!

      Ragazzi SPACCATE QUELLA PORTA A CANNONATE DOMANI FORZA LUPIIIIIII !!!!

    • Mi si riempie il cuore di gioia al solo pensiero di vincere questo importante trofeo.ma ho un ansia che non fa di certo bene a questo mio cuore

  2. È un’ansia totale… ma ho sensazioni positive! Forza ragazzi! È ora di togliere le ragnatele dalla nostra bacheca e preparare il posto alla prima coppa dell’era Mourinho!!! Daje Roma Daje!!!

  3. Domani centro blindato, monumenti transennati e trasporti pubblici fermi dalle 22, tutto ciò per paura di vandalismi e danni in caso sia di vittoria che di sconfitta.
    Non vorrei essere smentito da qualche gruppetto di deficienti, ma pensano davvero che siamo trogloditi come gli olandesi e danneggiamo la ns città?
    Stessero tranquilli che vinciamo e festeggiamo senza stronzate, quella è roba per i laziali al massimo.

  4. Con le squadre dell’Eredivise la Roma ha fatto ottimi risultati. I bookmakers la danno favorita ma bisogna vincere, solo vincere; per questo avere Mou sulla panchina lo vedo come un potenziale vantaggio.

  5. Per fortuna i suggeritori in buca ahah di JM, non commentano, meglio ahah portano jella, la scaramanzia sarà pure un’eredità arcaica ahaha nei confronti delle statistiche ma i gufi 🦉 vanno evitati ahaha. Forza Roma

  6. Ho visto il mister più serio e teso del solito..

    Questa d’altronde non è una partita.. Ma è la partita..

    Si possono dire tante cose.. Non è la Champions, non è un trofeo dove si incontrano i fenomeni.. E solamente la Conference..

    Io dico che questa è una competizione Europea riconosciuta dalla Uefa.. E solo per questo motivo ha un valore.. Dico che la Roma non vince un trofeo da 14 anni.. Dico che ad oggi il livello del calcio Italiano sta dimostrando che non possiamo competere per trofei più prestigiosi..

    È bisognerebbe abbassare la testa e riconoscere fatti alla mano.. Che la Roma negli ultimi 5 anni è stata l’unica italiana ad aver raggiunto 2 semifinali ed una finale..

    Quindi la partita di domani è la partita.. E non sarà facile.. Perché il Feyenord ha ottime individualità.. Un gioco corale aggressivo e veloce sono offensivi, ma sanno anche chiudersi..

    La Roma ha certamente tutte le carte per vincere.. Ma dire che è da 50 e 50 non è assolutamente sbagliato..

    Spero che di vedere una squadra compatta, capace di gestire i momenti e le emozioni, veloce nelle ripartenze.. E con Miky in campo magari..

    24 ore che sembrano una vita..

    Forza Roma Sempre..

  7. Mister, io già sto a domani. Stanotte infatti non dormo. Mi metto sul balcone a prende un po’ d’aria e ripensa’ al giorno de Roma-Liverpool e de Roma-Inter de coppa Uefa. Mi ricordo la tristezza del ritorno a casa dopo la delusione patita dentro lo Stadio. Domani, mister, nun me gioca brutti scherzi, perché un’altra delusione ancora, può darsi che all’età mia non la reggo proprio più.

    • Cantieri notturni, nisba?
      Sempre affettuosamente, eh, Zeno’…
      Io se dormirò lo dovrò a una zavorra sufficiente di cervogia.
      Ma già soffro di insonnia di mio.

    • Non ce prova’ nemmeno, Zenò! Io a sentimme da del bambolo me ce so affezionato, e me sanguinerebbe er core a non leggete più. Poi vabbé, sul dormire siamo sulla stessa barca.

      Continuo con le cose belle: pensa a HSL vestito della sola criniera che fa le fusa alle carezze di UB

  8. Circolano immagini di “tifosi” olandesi che orinano sui pneumatici del pullman della Roma.
    Come i cani.
    Complimenti. Rembrandt, Vermeer, Van Gogh, Erasmo da Rotterdam e Anna Frank (sì, proprio lei, eh, lanzieli…) sarebbero orgogliosi di voi.
    Continuate a darci “lezioni” di civiltà in questo modo. Semplicemente, ci offrite un ulteriore motivo per mandarvi a casa senza coppa.
    Trogloditi.
    Dio come vorrei che Mou o uno della squadra leggesse i nostri commenti.

    • Io mi auguro solo che a queste disgustose provocazioni non seguano gesti violenti da parte dei nostri tifosi.

  9. L’aver invitato Rosella Sensi fornisce la misura della signorilità e della classe dei Friedkin.

    Sono molto contento che si sia pensato anche a chi della Roma ne fece un’atto d’Amore, viscerale.

    Naturalmente l’omaggio è rivolto a tutta la Famiglia Sensi; è un’attestazione ed un riconoscimento nei confronti di questa famiglia che ha dato tutto ed oltre all’A.S. ROMA.

    E, per favore, gradirei che qualcuno non se ne uscisse con i vari “si, me se pijava ‘n milione de stipendio; chi ha detto Aquilani? Ecc…ecc…

    Non c’entrerebbe niente: quello dei Friedkin è solo un affettuoso, riconoscente, intriso di stima, riconoscimento al nostro vissuto emozionale reso possibile grazie all’impegno dei Sensi. Tutti.

    Grande Dan, grande Ryan, con commozione orgoglioso di voi. Avete capito molto più di tanti, sedicenti Romanisti e Romani, cos’è l’Amore per la Magggica.

    FORZA ROMA!

  10. Qualunque cosa accada grazie Roma.
    Non è una sconfitta che mi impedirà di amarla per sempre.
    La ringrazio da ora per quello che mi ha dato e che mi darà questa sera.
    Davvero qualunque cosa accada.

  11. Ancora 13 ore e qualcosa, non ce só abituato a st’eventi, er fomento sale…. l’ultima finale contro il Liverpool grida vendetta…. forza Romaaaaa!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome