PENSIERI SPARSI DELLA SERA – Buon lavoro Paulo. Ma senza un mercato all’altezza non si va lontano

40
5237

ULTIME AS ROMA – E così alla fine è arrivato Paulo Fonseca, forse l’unico degli allenatori contattati dalla Roma che ha accettato con entusiasmo di tuffarsi in un’avventura che si preannuncia piuttosto complicata, probabilmente molto più di quanto possa aspettarsi il portoghese. Tra i candidati rimasti in lizza è forse la scelta migliore che si potesse fare.

A lui auguro l’in bocca al lupo più grande che si possa fare a un allenatore che sta per calarsi in questo ambiente: avrà bisogno di coraggio e idee chiare oltre che di tanta fortuna, ma soprattutto di una società forte che sia in grado di supportarlo nel migliore dei modi, a cominciare da un mercato che sia adatto alle sue esigenze tattiche. Non si ricada quindi nell’errore commesso lo scorso anno, quando Monchi scelse dei giocatori poco adatti al gioco di Di Francesco. Fonseca sia meno aziendalista e abbia la forza di dire un “no” forte davanti all’ipotesi di acquistare un calciatore non idoneo al suo sistema.

Perchè più dell’allenatore, saranno le prossime scelte di mercato a fare la differenza. Con Fonseca la Roma potrebbe anche aver individuato un grande allenatore, ma ora il club deve mettergli a disposizione una bella squadra, fatta di calciatori di qualità che sappiano sposarsi con il credo tattico del nuovo allenatore. Perchè senza quelli, il pur bravo e volenteroso Paulo non andrebbe da nessuna parte.

La palla ora passa a Petrachi, che con le poche risorse a disposizione dovrà essere abile a individuare quei calciatori forti ma ancora non del tutto esplosi in giro per il mondo. Dovrà trovare i Marquinhos, i Pjanic, gli Strootman e i Salah che arrivarono a Roma quando ancora non erano all’apice della carriera e quindi ancora abbordabili per le casse del club. Solo così, indovinando molte delle prossime mosse di mercato,  la Roma potrà cercare di tornare subito competitiva e riprendere quel percorso di crescita che sembra essersi bruscamente interrotto.

Andrea Fiorini – Giallorossi.net

 

40 Commenti

  1. Potevano venire anche klopp o guardiola ma non cambiava niente …servono i giocatori per sperare di vincere e soprattutto se trovi quelli buoni non li devi rivendere l anno dopo per farci subito la plusvalenza. Co pallotta non abbiamo speranze credo che dopo 8 anni lo abbiano capito tutti. Non vi fate prendere per il cxxo da quella finta lettera dj circostanza che ha scritto 10giorni fa. Quello non sa neanche dove sta Roma…infatti Se serve va a Londra.

  2. 2 dc un terzino sinistro due centrocampisti uno titolare uno panchinaro una punta ed un ala destra panchinara cessioni nzonzi fazio marcano sadiq ponce gonalons gerson giovani promesse della primavera dzeko e kolarov peres

  3. No signor fiorini, dice stupidaggini. Il primo Garcia fece benissimo dopo le cessioni di marquinos e lamela e un mercato considerato super deludente. Il problema non sono gli acquisti, ma un allenatore che sappia motivare una squadra e non mortificarla

    • Ma te la ricordi quella campagna acquisti? via lamela, osvaldo e marquinhos totale una 70 di milioni – osvaldo e lamela ipervalutati – dentro benatia 13 mln, strootman 20 mln, gervinho 9mln, maicon, 5mln, de sanctis 5 mln . Iopenso che in quella stagione saba fece un capolavoro. Inoltre da sottolineare la crescita di castan e pjanic l’anno prima non convincenti. Questa potrebbe essere un’altra chiave di lettura interessante …

  4. AF: Concordo pienamente. Fonseca è molto motivato ed è un fatto estremamente positivo; speriamo sia anche un grande (sfuggito ai club importanti). Ma se a Fonseca dai la Sampdoria farà un campionato da Sampdoria. Sul mercato quest’anno non si può sbagliare nulla, gli errori li ha fatti tutti Monchi in due anni. Forza Roma!

  5. “A lui auguro il bocca al lupo più grande che si possa fare a un allenatore, che sta per calarsi in questo ambiente: avrà bisogno di coraggio e idee chiare oltre che di tanta fortuna, ma soprattutto di una società forte che sia in grado di supportarlo Non si ricada quindi nell’errore commesso lo scorso anno, quando Monchi scelse dei giocatori poco adatti al gioco di Di Francesco Fonseca sia meno aziendalista e abbia la forza di dire un “no” forte davanti all’ipotesi di acquistare un calciatore non idoneo al suo sistema
    Perchè più dell’allenatore, saranno le scelte di mercato a fare la differenza”
    E’ lo stesso mio identico pensiero Quindi come potrei non essere d’accordo?
    Tutti i miei piu’ sinceri complimenti ???

  6. Un po’per questa persona mi dispiace, il ristoratore di Boston tritera anche lui come capro espiatorio. FORZA ROMA! FORZA DANIELE! Pallotta vattene!

  7. Sbagliare è umano, perseverare, più che diabolico, sarebbe da masochisti. Spero vivamente che, appresa la lezione, si ascolti il tecnico e lo si accontenti per quanto possibile.

  8. L’analisi di Fiorini è ampiamente condivisibile. Mi soffermerei, però, su un passaggio in particolare: “Non si ricada quindi nell’errore commesso lo scorso anno, quando Monchi scelse dei giocatori poco adatti al gioco di Di Francesco.”. Non tanto per ribadire, per l’ennesima volta, il mio personale pensiero sull’operato di Monchi, quanto per riconoscere, unanimemente, la solare verità: Monchi è stato una sciagura e DiFra vittima e complice al tempo stesso. Nunca mas! Mai più!
    “Fonseca sia meno aziendalista e abbia la forza di dire un “no” forte davanti all’ipotesi di acquistare un calciatore non idoneo al suo sistema.” Motivazione, determinazione e personalità, questi sono i prerequisiti di cui deve essere dotato Mr. Fonseca. In caso contrario, bel gioco e risultati resteranno un…

  9. Io dico una cosa; ammettiamo che i partenti della Roma come si dice ormai da un po siano: kolarov, dzeko, e forse manolas .. cosa avremmo detto se rimanevano ?? (vecchi, quest’ anno non la palla non l’ hanno manco sfiorata) e a mio avviso diremmo delle verità enormi; forse la cessione delle tre più “dolorosa” sarebbe manolas .. comunque anche lui non eccelso quest’ anno. All’ infuori di questi (che tra l’ altro erano senatori ed è ora che la Roma si levi questi personaggi causa prima dell’ insuccesso) la Roma ha 7/8 giocatori della nazionale, e alcuni giovani che quest’ anno possono fare il salto definitivo; e chi dice che la Roma non investirà in entrata con giocatori all’ altezza ? .. Anche perché non ci vuole molto visto come è andata la stagione, si può solo fare meglio !

  10. Fiorini non delude mai, lucido sulla questione ahahaha comunque anche dall’allenatore di quinta scelta si potrebbe dedurre qualcosa. Poi mai dire mai, è resuscitato Pochettino ahhah. Per essere in topic credo che addirittura la scelta di mercato diventa una filosofia. Vendere chi ha dato conto di non essere più motivato? o chi non merita tecnicamente a prescindere dall’impegno? Un poro portoghese che allena in Ukraina può entrare a bomba nella questione? Faccio un esempio concreto, Pastore a cui nessuno nega un bagaglio di classe, ma la metterà in campo o è finito come calciatore? Stesso discorso per Schick lo vedremo prima o poi? Un caro saluto a Fiorini e buona serata.

  11. Oggi ho visto il nuovo Radja Nainggolan è Pellegrini Luca, ma quale terzino quello è un centrocampista. Ha giocato a sinistra oggi con l’under 20. Veramente bravo solo che è un pò attaccabrighe.
    Non capisco perchè a Roma lo vedono terzino li rende molto di più ha recuperato una marea di palloni e sa gestire il pallone.
    Con Frattesi ricomprato non c’è bisogno di acquistare mezzeseghe dal gusto esotico.
    Anche Pinamonti è molto forte

  12. anche se quest’anno è stato molto deludente sia dal punto societario che sportivo confermando i grandissimi dubbi che avevo riguardo al mercato precedente,sin dalle prime operazioni eseguite da Monchi, attenderò a giudicare l’operato della società fino a fine dicembre dove si potrà valutare avendo dei reali elementi…spero solo che la società e in particolare il nostro Presidente abbiano compreso gli errori commessi in questi anni …comprare e rivendere giocatori fondamentali come Allison Salah Naingolan Pjanic senza aver prima trovato un sostituto valido è un errore grave…bisogna programmare e non navigare a vista

  13. Caro Fiorini, in genere mi trova totalmente d’accordo, ma questa volta mi conceda un appunto. Dalle sue parole traspare una certa sfiducia nei confronti della proprietà. Io accetto che non tutto è stato fatto nella migliore delle maniere, ma una società di livello, elegge dei responsabili ed a quelli ne demanda i compiti. Monchi è un caso a sé, il suo curriculum “ha fregato” a tutti. Dopodiché è lui che ha fatto le sue scelte, anche scellerate direi!!! Ma la società a sua discolpa, ne analizzava il curriculum, ripeto. Indi per cui, Fonseca troverà una proprietà che punta al meglio, come più volte evidenziato, e speriamo una tifoseria che porti tifo e pazienza. Di sicuro, l’esperienza di quest’anno, porterà ad una “vigilanza” più accurata, se non opportuna. Io non credo che Pallotta…

  14. E chi decide se il mercato è all altezza o no?
    Non credo qualche giornalista o una schiera di tifosi…

    A Roma si parla sempre troppo di giocatori e poco di calcio…

  15. Prohaska ti quoto e hai centrato in pieno il discorso… Il mercato della Roma può essere sostanzioso o di pochi movimenti.. A parte dseko kolarov e penso manolas quasi sicuri partenti. Bisogna capire se Fonseca ritiene da vendere o da rilanciare giocatori come kardorsp coric pastore schik ecc.. Non credo ma potrebbe anche succedere.

  16. Io credo che sia un allenatore valido, ma con i giocatori di cui dispone la Roma attualmente sicuramente non siano adatti al suo gioco, soprattutto la difesa. Comunque in ogni caso Pallotta potrá associarsi con lui per vendere calzature per bambini, per riuscire a comprare qualche giocatore decente,De Fonseca! Ah,ah…

  17. Come ha detto Ranieri, che, checché ne dica qualcuno, ne capisce, eccome, se tutto girerà per il verso giusto potremo qualificarci per la Champions l’anno prossimo. Cominciare prima la preparazione per l’EL ci farà partire di corsa. All’Atalanta quest’anno è andato tutto bene, potrebbe succedere anche alla Roma… La palla è tonda, no? Molti sono andati sotto le aspettative, potranno e dovranno fare meglio. L’importante è creare la squadra, il gruppo e soprattutto darle un gioco. Forza Roma e forza Fonseca.

  18. Come non essere d’accordo? Il mercato sarà complicatissimo,molti giocatori inadatti al gioco del nuovo mister non hanno mercato e,temo che anche gli Strootman e i Salah di oggi siano troppo cari e difficili da convincere essendo anche fuori dalla CL,Strootman fu un mezzo miracolo,non riuscivo a credere che sarebbe stato un giocatore della Roma neanche quando sbarcò a Fiumicino,lo stesso Sabatini,dopo averlo visto in allenamento mormorò:”Questo è uno da United”,intanto speriamo di avere presto un DS operativo ufficialmente! Forza Roma!

  19. Vista la concretezza ineccepibile dell’articolo di Fiorini, colgo la palla al balzo (mi scusi anche il signor Fiorini se lo prendo a pretesto) per uscire un attimo off-topic:

    Avete visto come La Russa ha trattato Di Bartolomei? C’è mancato poco che esplodessi e mi dirigessi a petto nudo, sciarpa giallorossa al collo e molotov nelle mani verso la sede di La7.

  20. Aggiungerei, a proposito di Petrachi che sarebbe ora di smetterla di fare il fantasma…. si mettesse d’accordo con Cairo, tanto di soldi si tratta… e come Paulo rinunciasse a qualcosa se veramente vuole la ROMA..

  21. Questa storia dei giocatori ‘non adatti’ al gioco di Di Francesco (o di qualunque altro allenatore) mi sembra una di quelle cavolate che a forza di ripeterle non vengono più messe in discussione.

    Messi sarebbe adatto al gioco di Di Fra? E se non lo fosse Di Fra si lamenterebbe di ritrovarselo in squadra? E quando arriva un nuovo allenatore si cambia tutta la Rosa? Si eliminano gli ‘inadatti’ anche se sono fortissimi?

    Mah… a me sembra che esistano giocatori scarsi, medi, buoni e fortissimi. E che stia all’Allenatore trasformarli in quella macchina da guerra che si chiama ‘squadra’.

    Ciò detto, benvenuto a Fonseca. E a tutti quelli che faranno il bene e l’interesse della Roma. Ciao ?.

  22. Purtroppo 2 dei giocatori citati sono rimasti solo un anno, poi… plusvalenze..
    Magari riesci pure a centrare qualche bel giocatore a cifre basse o abbordabili, certo non da top team, ma poi li vendono appena la plusvalenza è un minimo appetibile
    Perfino con Nzonzi e Cristante potresti tentare di formare una squadra, ma un progetto tecnico non puoi sfasciarlo ogni volta per meri interessi di speculazioni finanziarie, ecco perché semplicemente un allenatore serio declina la proposta della Roma, si chiama mediocrità

  23. Possono bastare 3/4 acquisti oculati per tornare a competere per le prime posizioni. Come nel primo anno di Garcia. Il Milan ha i suoi bei problemi e il Napoli comincia a invecchiare in alcuni giocatori chiave. Relativamente poche mosse, da non sbagliare assolutamente. Sarà molto più duro fare mercato in uscita.

  24. Il gruppo è la forza nel calcio. Lasciamo che le prime donne vadano all’inter o alla juventus cercando di creare una squadra di individui disposti a correre per il compagno e capaci a fare gruppo.
    I reparti devono essere coesi, uniti. Cerchiamo di creare quell’alchimia tra gli uni e gli altri e che ciascuno dei reparti lotti anche una battaglia personale, subire meno goal possibili, avere precisione nei passaggi e segnare più goal dell’anno precedente.
    Abbiamo bisogno di un gruppo, ora più che mai.
    In bocca al lupo.

  25. Fiorini di questi tempi essere così schietti non conviene rischi di passare per laziale. Conviene essere illusi ed entusiasti ancor prima di sapere per poi prendersela con i soliti fantasmi nel caso le cose peggiorino. Fin tanto ci sarà la concezione che un allenatore possa l’impossibile e la squadra è marginale sarà tutto inutile. Sono due parti che si completano a vicenda e se già una parte in difetto tutto diventa dannatamente difficile. Dzeko era da buttare fino a ieri, adesso già arrivano i rimorsi. Dopo tante parole e lettere aspettiamo i fatti. Se Fonseca avrà la SUA squadra allora si, altrimenti sarà solo un altro allenatore da sacrificare in nome di mercato e plusvalenze.

  26. Ancora col mercato non adatto a di Francesco? Cosa serviva per vincere in casa con la spal, col Cagliari, col Bologna, col Chievo, e sopra di 3 gol a Bergamo servivano gli uomini adatti al suo modulo. Eusebio di Francesco l’allenatore più scarso nella storia della Roma. Ah scusate la semifinale di Champions, già 5 squadre in carriera 4 esoneri……ma la semifinale? Appunto lo cercano REAL e UNITED, macché, la Samp per non retrocedere. Forza mister Fonseca sei tutti noi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome