PENSIERI SPARSI DELLA SERA – Cetin, da sconosciuto a idolo in 5 minuti. Antonucci preferito a Florenzi: che follia!

46
19522

LA CLASSIFICA ADESSO SORRIDE – La Roma falcidiata dagli infortuni e criticatissima dopo il brutto passo falso di Genova si trova a un solo punto dal Napoli, che avrebbe dovuto lottare con la Juventus per la vittoria del titolo, e a ridosso delle prime squadre in lotta per Champions e campionato. Anche l’Inter dell’infallibile Conte non è poi così lontana.

La vittoria sul Milan ha ridato un volto nuovo alla stagione, che fino a qualche giorno fa sembrava già deprimente. E la gara con l’Udinese di mercoledì sera può essere ancora più importante per la classifica, giocandosi in contemporanea con Napoli-Atalanta, e prima di Roma-Napoli di sabato prossimo.

HAI CAPITO CETIN! – Roma-Milan è soprattutto la gara della rinascita di Pastore, tornato ad essere il giocatore di livello che mi aveva spinto a promuovere il suo acquisto un paio di estati fa, ma anche il match di esordio di Mert Cetin, non più oggetto misterioso di questa Roma. Il suo ingresso in campo ha stupito un po’ tutti per la personalità mostrata. Ma farlo diventare un idolo dell’Olimpico per una manciata di minuti giocati mi sembra fin troppo frettoloso. L’inizio di Cetin è incoraggiante, ma parlare di lui come del nuovo Manolas è la tipica esagerazione che può fare solo del male al calciatore.

FONSECA PREFERISCE ANTONUCCI – Il match di ieri, per quanto mi abbia convinto sul piano del gioco e della grinta messa in campo, ha però anche un lato oscuro che mi ha lasciato e mi lascia ancora perplesso: la preferenza di Fonseca per Antonucci. Un ragazzo volenteroso, ma che in queste prime apparizioni ha dimostrato di essere ancora molto acerbo.

Preferirlo a Florenzi in un match delicato come quello di ieri mi è sembrata una scelta molto discutibile. E’ vero, con Antonucci in campo la Roma ha comunque battuto il Milan, e perciò vale l’articolo quinto (ha ragione chi ha vinto). Ma per me quella mossa, in quel momento del match, mi è sembrata un azzardo che spero non venga ripetuto in futuro. Florenzi non era un campione prima, e non è lo scarsone che in molti dipingono adesso. E’ pur sempre il capitano della Roma, e merita rispetto.

Buona serata, fedele lettore. Alla prossima, e sempre forza Roma.

Andrea Fiorini – Giallorossi.net

46 Commenti

  1. Di solito concordo con lei, Fiorini.
    Stavolta no.
    Non perché alla fine il risultato ha premiato Fonseca, ma perché evidentemente il tecnico voleva un giocatore più offensivo, cosa che Florenzi non è.
    Almeno non più.
    Si è trattato di una scelta squisitamente tecnica non di una scelta fatta guardando il curriculum dei giocatori in panchina.

    • Caro Vegemite, non si può essere sempre d’accordo. Per me è proprio la scelta tecnica ad essere folle: Florenzi, a mio avviso, è un giocatore di un’altra categoria rispetto al giovane Antonucci. Inoltre, sull’uno a zero, non ti serviva un giocatore offensivo, semmai uno in grado di dare più equilibrio alla squadra. Abbiamo due idee diverse stavolta, non c’è molto da fare! A un caro saluto, buona serata.

  2. Caro Andrea Fiorini,
    stavolta non condivido molto il taglio dell’editoriale. Non ritengo ci siano (ancora) le condizioni per parlare di una svolta stagionale e non mi sembra il caso di pompare un’inutile polemica su Florenzi. Se il mister gli ha preferito Antonucci avrà avuto i suoi motivi e i fatti gli hanno dato ragione. Florenzi rimane, comunque, un elemento prezioso in questa rosa, pur non trovandosi, oggettivamente, nel suo miglior stato di forma.
    Concordo, invece, sulla sorprendente apparizione di Cetin. Se il buon giorno si vede dal mattino…
    F.R.S.

    • Ciao Kawa, mai pensato o parlato di svolta stagionale! Ho solo constatato il fatto che alla fine questa Roma martoriata e criticata ha comunque una classifica interessante. Per quanto riguarda Florenzi, esprimere un pensiero non significa per forza “pompare una polemica”. Ho solo detto la mia. Buona serata, alla prossima.

    • Ciao Andrea, il fatto è che quando non sono io a polemizzare ci resto male… Scherzo, buona serata anche a te.

  3. Nei pensieri sparsi della sera mi sarei aspettato anche un commento sulle parole di Fienga: “la Roma ha fatto plusvalenze ma senza indebolirsi”…” investiamo su giovani da formare in almeno 24 mesi”. Tra la prima bugia e la seconda verità, c’è un pugno nello stomaco a tutte le nostre ambizioni.

    • Ciao Chico, hai ragione. Ma aspetto di sentire quelle parole per esprimermi. Non voglio basarmi su qualcosa che non ho ascoltato con le mie orecchie. Buona serata.

  4. io credo che fonseca abbia voluto evitare a florenzi i fischi per il gol mancato col borussia. riguardo antonucci, è scarso c’è poco da dire

  5. Sono d’accordo con i tuoi pensieri sparsi,ma sopratttutto ti fa onore aver ammeso che avevi avvallato l’acquisto di Pastore 2 anni fa,in un mondo di voltafaccia c’è qualcuno che è coerente,bravo Andrea.

    • Ciao Fabiano, quando arrivò Pastore due estati fa io ero tra quelli contenti del suo acquisto. L’anno scorso il suo campionato è stata una vera delusione, chissà che con Fonseca possa ritornare ad essere il giocatore ammirato a Palermo… Un saluto e grazie delle belle parole.

  6. egreggio sig. fiorini. antonucci non è un fenomeno, ma corre e scalpita, come vuole il mister. e florenzi ultimamente è un pò, come dire….moscio….

  7. Oggi sig. Andrea Fiorini non concordo sostanzialmente con lei come di solito avviene, le do ragione su Cetin come esortavo alla pazienza quando si bollava come bidone, ora esorto alla pazienza nel considerarlo “forte”… anni fa alcuni volevano Verde titolare dopo un UNICA grande partita poi mai ripetuta, una “rondine calcistioca” non fa sempre primavera, anche se incoraggia il carattere del giocatore. Ma su Florenzi, se da un lato sono uno dei pochi che lo considera un validissimo terzino, dall’altro dico che lui, come avvenne per Totti e De Rossi, paga il fatto di voler giocare sempre anche quando è in condizione precaria, e di metterci l’anima, MA nel calcio moderno un Florenzi al 60% non può giocare, come non avrebbero dovuto i De Rossi al 50% o i Totti al 40%, cosa che a volte hanno fatto per generosità e amore per la Roma.
    Proprio queste situazioni hanno spesso portato critiche, ora Florenzi non è in condizione e uno col suo fisico in serie A semplicemente DEVE essere in buona forma per fare bella figura, troppe volte il “Florenzi non può fare il terzino” era in realtà Florenzi che le giocava tutte in una Roma in emergenza. Oggi che Florenzi non sta al 100% è importante che Fonseca lo gestisca, e in questo c’è anche non fargli affrontare Leao (che è il doppio) in un momento di non brillantezza e diciamo che il giocatore ha capito visto che era il primo ad incitare i suoi compagni a bordo campo. Personalmente Florenzi può giocare terzino, intermedio o esterno alto, MA spero che giochi il Florenzi almeno al 90% per il bene della Roma e anche del giocatore.

    • Ciao erik. Florenzi non ha giocato per scelta tecnica, e non per uno problema di forma fisica. Lo ha detto chiaramente sia Fonseca che lo stesso calciatore. Un saluto!

    • Erik 971
      Mi trovi d’accordo su tutto il tuo preciso e intelligente ragionamento,complimenti di meglio non avrei saputo dire.
      Florenzi al 100%è un grande giocatore.
      Antonucci è stato utile alla causa contro il Milan, ha giocato bene, e ha fatto la sua prestazione e svolto il suo lavoro in maniera giusta.
      Contentissimo per la partita contro il Milan, abbiamo dimostrato coraggio e forza, bene così ora bisogna andare avanti e continuare a vincere.

    • @Andrea Fiorini: Vero però la “scelta tecnica” può essere ANCHE per un motivo fisico non specifico ma di forma, è una “scelta tecnica” che al momento Florenzi andrebbe in difficoltà con uno della stazza di Leao, ma vale per lo stato attuale di Florenzi, non è detto che lo sia in assoluto.
      Non è stata una scelta per motivi fisici, ma c’è una “zona grigia” tra il non essere in condizione e la scelta “tecnica” perché non rendi in una posizione perché altri sono “meglio”. Secondo me la cartina tornasole è l’atteggiamento positivo di Florenzi a bordo campo che incitava i compagni… un Florenzi che si sentisse “accantonato” per motivi tecnici dubito avrebbe agito così, secondo me lui non si sente al 100% (e credo che tutti abbiamo visto che non lo è nelle ultime apparizioni) e sa che tornato al 100% se la può giocare. Ripeto avrei voluto una gestione del genere in passato ANCHE per De Rossi e Totti, penso che ne avrebbe guadagnato la Roma e gli stessi giocatori.

  8. Io sono d’accordo. Andiamo avanti, con molta calma. Realizziamo quei filotti di vittorie di spallettiana memoria e miglioriamo la classifica. Poi parleremo di nuovi Manolas o altri idoli estemporanei.

  9. La cosa anomala è che il quarto posto è rappresentato attualmente dal Napoli (una squadra che consideravamo in lotta, da lontano, con la juve); le altre squadre in competizione sono atalanta e inter rispettivamente a 5 (con il confronto diretto) e 6 punti: non pochi; in caso di non vittoria con il Milan ieri almeno a 7 e 8 punti, un abisso. Abbiamo tutti, in realtà, tirato un grosso sospiro di sollievo ma adesso ci vuole la vittoria con l’Udinese prima di Roma-Napoli. FR!

  10. Negli ultimi tempi di Florenzi non ho approvato più che altro gli atteggiamenti,a prescindere dalle prestazioni.
    Considerato che lui è il Capitanto della Squadra,forse ci si sarebbe aspettato un comportamento meno ridanciano e menefreghista,come lui ha evidenziato in più occasioni.
    In conclusione per me Fonseca,con l’esclusione di domenica, l’ha punito di più per una questione di comportamenti che non tecnica. E aggiungo,giustamente. Anzi,fosse per me,gli farei fare la spola tra panchina e tribuna.
    Se penso che lui porta la fascia che fu di Agostino Di Bartolomei.Vabbè,lasciamo stare…

    • Beh, meno male che non sei tu al posto di Fonseca… Pregi e difetti (tecnici, fisici, caratteriali) di Florenzi sono noti; il confronto con Agostino o con altri nostri Capitani monumentali è impietoso. Anche nell’attuale gruppo fa fatica ad affermare la propria leadership (Kolarov e Dzeko, ad esempio, non lo vedono proprio); l’avergli consegnato la fascia è stato, più che altro, un atto “politico”. Ed infatti, i Romanisti hanno apprezzato (vedi lo striscione che gli ha dedicato la Curva alla prima di campionato). Detto questo, sarebbe controproducente emarginare o demoralizzare un giocatore che, comunque, è utile e si è sempre distinto per generosità e disponibilità. In un momento, poi, in cui c’è penuria di uomini, sarebbe stato puro autolesionismo. Nella gestione del gruppo, finora, Fonseca mi sta piacendo molto.
      In conclusione: Zeno’, datte all’ippica!

  11. Mi permetto di dissentire Un allenatore deve avere il diritto di poter fare le proprie scelte e questo non vuol dire mancare di rispetto ma semplicemente fare il lavoro per cui si è chiamati. Florenzi mi pare persona intelligente ed è stato tra i primi a congratularsi con i compagni per la vittoria conseguita. Poi noi possiamo criticare le scelte anche questo è un diritto ma parlare di mancanza di rispetto mi pare un po’ fuori luogo. I tempi in cui si acquisiva il diritto al posto perché romani e capitani paiono ad oggi finiti e questo è senz’altr Merito anche di z Florenzi e della sua umiltà. Direi che Fonseca ha ampiamente la strada spianata

  12. Caro signor Andrea Fiorini, la mia avversione per Florenzi è arcinota,,,, come “capitano” della Roma,,,, che non sa scegliere il momento per fare comunella con un giocatore avversario nel derby ridendosela,,, che,,, come terzino si fa ridicolizzare nell’uno contro uno e nemmeno ha il fiato per recuperare,,, ed è negato al cross che almeno in certi schemi è deputato all’esterno basso,,,, che come ala classica non salta l’uomo e non sa crossare ne convergere e tirare,,, rimane una mezz’ala mai più impiegata perché prima avevamo giocatori migliori e forse ora per lo stesso motivo,,, sul motto calma e gesso rispetto al futuro mi trova d’accordo.

  13. Grande fiorini, concordo anche su alcune risposte.
    Io spero sempre nella svolta,Kawa.
    …e condivido la non volontà della società di acquisire ulteriore scarsume e di affidarsi a mancini,pure furi ruolo,non male come ripiego.
    Daje Roma

  14. Caro Andrea Fiorini, che Cetin non è Manolas è chiaro, come é altrettano importante non responsabilizzarlo con troppe pressioni ora, ma che addirittura possa essere anche più forte di Manolas solo il tempo lo dirà.

    Onestamente prima che Pertachi lo ingaggiasse non sapevo neanche chi fosse, poi ho visto alcuni video insieme a mio figlio è mi sono reso conto che Petrachi aveva fatto un colpo.

    Al tempo che Petrachi ingaggio Mert Cetin, ad alcuni amici dissi loro che il ragazzo aveva caratteristiche importanti quindi rivendico la paternità di averlo detto in tempi non sospetti.

    Agli amici issi loro che messo in parallelo con Manolas il ragazzo aveva in più una scelta di tempo in elevazione migliore ( di testa è fortissimo, un animale) con i piedi è più educato di Costas, in quanto a velocità dissi che potevano essere alla pari, mentre Costas Manolas è senza dubbio vista anche l’esperienza più pronto alla lettura tattica negli ultimi 30 metri e molto vigile nelle marcature strette, cosa che per il momento Mert deve ancora lavorare molto, comunquee per questi miglioramenti con l’allenamento e l’applicazione si può migliorare anzi si deve migliorare facendo allenamenti specifici, altrimenti se non sai leggere nei tempi adeguati non ci puoi giocare ad un certo livello.

    Quindi da adesso mi prendo questa responsabilità SI Mert Cetin può diventare il nuovo Manolas anzi anche più forte.

    P.S.
    se poi si deve investire qualche soldo io personam.ente prenderei Pavlovic dal Partizan Belgrado, è un giovane di 18 anni mancino, difensore centrale (un animale) paragonabile se non addirittura superiore a Walter Samuel.
    (anche di Pavlovic e da tempi non sospetti, almeno da marzo 2019 che ne parlo con gli stessi amici).

    Nell’ultima sessione di Mercato, Igli Tare ha tentato di strapparlo al Partizan per una cifra ridicola ( voleva portarlo alla Lazio per meno di 5,5 milioni di euro, cifra addirittura inferiore a quella spesa per Bianda ) alla Lazio,secondo il sottoscritto presumo che abbiano fatto le visite mediche del ragazzo non proprio al meglio tanto che al primo tentativo alla clinica Padeia è risultato non idoneo alla visita medico sportiva, qui secondo me era strategica la cosa perché poteva essere utile per fargli abbassare il prezzo del cartellino, ma al Partizan non hanno abboccato, purtroppo ora su di lui ci sono già molte società importanti (Lione, Juve, Manchester United ed altre) più passa il tempo e più sale la quotazione, se Petrachi deve imbastire una trattativa lo faccia velocemente e punti le fiches su Pavlovic, giocatore vero.

  15. Caro Fiorini, io su Florenzi condivido la sua analisi, perchè onestamente vedendo ciò che ha dato al match, il pur volenteroso antonucci, rimango dell’idea percui non credo che Florenzi potesse dare un’apporto minore. Ma in questo contesto valutativo, a tutti noi stà sfuggendo il vero punto nevralgico della questione e mi riferisco all’ultima sostituzione quella di spinazzola per santon. Li onestamente rimango perplesso, perchè il buon santon era reduce da un’influenza che lo aveva escluso, non meno di 3 giorni fà dai convocati per il borussia, mentre ieri al mister ha dato un’impressione di maggior garanzie rispetto a Florenzi. Non lo sò…vorrei solo sperare che quella sostituzione non sia figlia del fatto di giocare all’olimpico, davanti al pubblico romanista, di cui Florenzi dovrebbe essere il capitano. Ho una grande stima di Fonseca come tecnico, lo stà dimostrando, ma apprezzo anche la sua intelligenza nel capire il contesto e carpire il pensiero della platea.

  16. Caro Sig. Fiorini,
    parlo dal profondo del cuore:
    Florenzi non sarà MAI il capitano della Roma.
    Gli unici in grado di ricoprire quel ruolo ad oggi sono Edin Dzeko ed ancor più ALEKSANDR KOLAROV, mio eroe personale.
    Se dovessero mai chiedere a Edin Dzeko , chi meriterebbe la fascia , farebbe solo un nome : KOLAROV.
    Florenzi, oltre ad essere romano, non rispecchia nel modo più assoluto l’ideale che ho di un CAPITANO della Roma.
    I gradi si conquistano sul CAMPO e soprattutto FUORI, per questo il mio capitano è solo KOLAROV.
    Io da romano e romanista me ne FREGO se il capitano sia delle parti nostre, voglio solo che il capitano sia un CONDOTTIERO, secondo lei rispecchia questa descrizione Alessandro? Assolutamente no.
    Infine non prendiamoci in giro, quando si scambiano i gagliardetti, i sorrisini di Florenzi, sono imbarazzanti ma non c’è niente di male, è un ruolo che non gli si addice… ci sono Leader e gregari e Alessandro fa parte di questi ultimi.

    • …da imbarazzanti diventano irriverenti se sfociano addirittura in risate con Lucas Leiva al termine di un derby perso indegnamente.
      Sarò ridondante, fissato, intransigente… ditemi tutto quello che vi pare ma quell’immagine resterà indelebile nella mia memoria CON TUTTO IL RESTO (deliri di onnipotenza, “amen” da messia, innumerevoli liti da Maicon a Kolarov, pretese di ingaggio da top player, ridicoli video youtube, esibizionismo in tribuna in cambio di un cartellino giallo, mancanza di acume tattico e di attaccamento alla maglia, etc…) come una ferita sempre aperta.
      FlopRenzi deve sparire dall’AS Roma.

  17. tutto è relativo, a centrocampo perfino un centrale difensivo si sta rivelando molto più utile di un campione del mondo come Nzonzi…

  18. Parlare di cetin come di un fenomeno solo perché ha fatto un dribbling su Leao è follia pura, ha fatto semplicemente il suo beccandosi pure una ammonizione per un fallo fatto perché stava fuori posizione.
    Poi vabbè deliri tipo: “5 minuti di cetin hanno fatto dimenticare Manolas” non sono degni nemmeno esistere in un wc al momento dello scarico.
    Già escono fuori i “patrigni” del difensore che esortavano ad avere pazienza,che poi erano gli stessi che lo avrebbero messo titolare ricordando proprio il precedete Manolas( che Però aveva fatto il titolare al Mondiale in una difesa che si era rivelata la migliore arma della nazionale ellenica),farneticando che non serviva un altro centrale che poi è stato Smalling ovvero la nota lieta migliore fino ad oggi.
    Pienamente d’accordo con fiorini su florenzi,Antonucci fino ad ora si è segnalato solo per la volontà sbagliando in fase offensiva di tutto e di più,se florenzi non era in grado di giocare perché è stato convocato? Perché è entrato con il Borussia? Se andrà in campo ad Udine che inventerete?
    A maggior ragione quando è uscito Zaniolo la mossa Santon non ha avuto senso perché così con cetin la catena di destra era ferma e la Roma con Antonucci dall’ altra parte era impossibilitata ad attaccare su entrambe le fasce;solo Dzeko e pastore negli ultimi 10 minuti hanno evitato che la pochezza dei cambi potesse rovinare una partita già vinta.

  19. La prestazione di Cetin ha permesso ai tifosi di capire che tipo di giocatore è ed il fatto che abbia dimostrato questa personalità all’esordio, contro il Milan, in una situazione decisamente precaria dice molto sul temperamento di questo ragazzo. Diciamo che si tratta più di un sospiro di sollievo nel vederlo senza timori e con le palle quadrate, rientrando in quella tipologia di giocatori che alla Roma fanno sempre comodo. Su Florenzi concordo in parte: avrei messo anch’io lui al posto di Antonucci sul momento, ma la prestazione di Mirko mi ha fatto ricredere, dato che era praticamente su tutti i palloni e si è resto utile praticamente sempre, allontanando un po’ quella timidezza ed eccessiva mancanza di freschezza delle precedenti partite. Sul rispetto invece proprio non concordo: in un momento in cui la Roma deve portare a casa il risultato senza tanto pensare alla bellezza del gioco, è giusto che Fonseca attui le scelte che ritiene più adeguate tecnicamente, soprattutto in considerazione dei mille infortuni e dell’enorme mole di lavoro di quest’ultimo periodo, che vede una partita praticamente ogni tre giorni

    • Se Fonseca fa giocare Antonucci significa che nn è acerbo, sicuramente quando è stato chiamato in causa in tutte le sue apparizioni è stato sempre utile. Forza Roma

  20. Florenzi e da un po’, (anni direi), che abbisogna di un bagno di umiltà! Sono duro perché gli voglio bene. Ricordo che i suoi inizi erano caratterizzati da “testa bassa e pedalare”, cosa che gli ha permesso, per intelligenza tattica, duttilità, abnegazione, corsa e inserimenti, un utilità tattica indiscutibile. Oggi è sempre meno performante, presuntuoso ed a volte addirittura incosciente perché superficiale. Quando ci mette umiltà e dedizione fa sempre bene il suo. Ora, fermo restando che gli attuali comportamenti non si addicono ad un capitano, attendo un dietrofront di Alessandro al fine di riprendersi una certa leadership, che il ruolo di capitano impone. Antenucci l’ho sempre considerato acerbo e tale rimane al momento, ma col Milan s’è guadagnato la ” pagnotta”: sudore, fisico e cazzimma gli hanno valso il premo di “utilissimo alla causa” in quel momento. Ha fatto davvero quanto occorresse. Lungi dal fare il Mister , mi soddisfa parecchio sapere che il caro Fonseca abbia conferito all’intera rosa una consapevolezza di essere sempre totalmente presa in considerazione all’occorrenza! Ecco allora giustificate le brillanti prestazioni di esordienti (Cetin) ed iniezioni di fiducia per i sostituti (Santon). Pastore, che sia figlio dell’una o dell’altra ipotesi poco importa; mi conforta in maniera incommensurabile vederlo e vedersi “inserito” nel progetto. In sostanza, chapeau Fonseca!!!!! Forza Roma

  21. Comunque va ricordato a tutti che Fonseca lì vede tutti i santi giorni sti giocatori, quindi se la scelta dei cambi ricade su Cetin, Antonucci e Santon, ci sarà pure un motivo, è o non è Fonseca l’allenatore?

    Ma Voi lo sapete cosa ha chiesto ai giocatori che sono subentrati?

    Ma Voi vi siete mai domandati perché si faccia una scelta piuttosto che un’altra?

    Ma Voi lo sapevate che nel calcio professionistico le caratteristiche di ogni singolo fanno la differenza per distinguere le competenze ?

    Ma Voi avete capito che ogni ruolo e parlo anche del D.S. deve essere ricoperto da persone qualificate e selezionate che sono anni che lavorano e studiano per ottenere il massimo del risultato ?

    Sicuramente io per primo devo fare ammenda prima di distinguere o pontificare, però sono sicuro che non sono il solo.

    FORZA ROMA A TUTTI.

  22. Buongiorno Fiorini,
    il rispetto lo merita chi è in grado di portarlo. Non esiste persona rispettabile che non sia altrettanto rispettosa.
    Se alla sua mediocrità tecnica si aggiungono gli amen del messia, la presunzione, l’assenza d’intelligenza tattica sul campo, le continue liti con i compagni (quante da Maicon a Kolarov?), i “colpi di testa” solo fuori dal campo, il rapporto burrascoso con gran parte dei tifosi, le risate con Lucas Leiva al termine di un derby perso molto malamente e il tira e molla estivo per un ingaggio da top player dopo l’assenza di un anno per infortunio e dopo tutte le cure e la riabilitazione a spese dell’As Roma… questo è l’ovvio risultato.
    Antonucci o chiunque altro al suo posto… tutta la vita!

  23. Io il Florenzi visto ultimamente, dopo l’influenza, lo farei giocare solo se non ho nessuna alternativa.
    Pian piano si rimetterà e tornerà a giocare.

    D’altro canto, come terzino in fase difensiva lo sappiamo, soffre la fisicità degli avversari.
    In avanti quando ha gamba è sicuramente meglio dello Spinazzola visto sulla destra in queste partite, ma se Fonseca preferisce la stabilità difensiva (e con ragione) mette Spinazzola e non lui.

    Come mezzala/esterno/trequartista in quel momento della partita soprattuto fare filtro. E anche lì la fisicità difetta.

    Non penso sia una questione di rispetto.
    E comunque non si gioca perché si è rispettati, ma perché si è importanti per la squadra.

    Se no giocherebbe ancora Totti.

  24. Florenzi ha dato due dolorosissimi crociati alla Roma, roba da stendere un toro. Strootman è morto, lui è ancora in campo e fa fatica, molta fatica, si vede. Giovani come Tumminello o lo stesso Nura (al netto dei problemi cardiaci) per non dire di altri non si sono più ripresi.
    Parlate parlate parlate senza sapere mai nulla, aprite bocca solo per dar fiato….

    • Strootman non è quello di prima dell’ infortunio ma la parola “morto” mi sembra troppo, se fosse rimasto e florenzi stesse in un’ altra squadra ovviamente il discorso sarebbe stato invertito.
      Detto ciò,Florenzi merita rispetto da ogni punto di vista e resta un ottimo giocatore… a mio avviso se ci sono problemi di rendimento sono dovuti ad un ruolo mai ben definito perché un terzino non è ed a forza di fare il jolly poi si perde identità calcistica.
      P.s. Milik si è fatto 2 crociati ed è tornato fortissimo.

  25. Mejo un giocatore acerbo ma combattente che uno che si è montato la testa e pure abbastanza sopravvalutato…..e poi per piacere non parliamo di Capitano ,perchè credo che nessun tifoso lo sente come tale.

  26. Nn sn d’accordo su Antonucci, anche lui ottimo giocatore, si vede che vuole dare tutto per la maglia correndo dietro a tutti, ma lui ha grande classe e magari se dosasse meglio le sue energie sarebbe più incisivo, comunque assolutamente nn acerbo cm dite in redazione, questo poco ma sicuro. Forza Roma

    • Più che acerbo… direi mai nato a livello calcistico di seria A.
      Difficilmente azzecca qualcosa di propositivo ma fa solo errori marchiani.
      Sulla sua volontà ed abnegazione nessuno metti bocca la parliamo di un giocatore offensivo e non di un terzinaccio.

  27. Cetin era un giocatore con buone potenzialità, come lo era Bianda. poi la differenza la fa il campo, il carattere, le caratteristiche, il sistema di gioco, la fortuna….per Florenzi, ha determinate caratteristiche, tecniche e fisiche, che l’allenatore può sfruttare o puntare su caratteristiche diverse se la partita e l’avversario lo richiedono. Tenere presente che se non ci fosse stato l’infortunio molte partite le avrebbe fatte Zappacosta.
    nella trequarti avversaria mettere Antonucci vuol dire avere un giocatore che gioca più interno, e che dialoga nello stretto; poi che Antonucci sia in difficoltà a fare il salto di qualità, il carattere, le caratteristiche,la maturità… non tutti riescono e non tutti subito….

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome