PENSIERI SPARSI DELLA SERA – Io, ex elettore 5 Stelle rassegnato alla fuffa della Raggi

56
7843

Non mi sento per niente offeso dalle parole pronunciate dalla sindaca Virginia Raggi durante la festa dei 120 anni della Lazio. Se fosse stata la festa della Roma, avrebbe probabilmente detto le stesse banalissime cose. E comunque del pensiero calcistico della prima cittadina mi interessa poco. Quello che mi indigna è ben altro.

Era il 24 febbraio del 2017 quando la Raggi, insieme all’allora dg Baldissoni, annunciava in pompa magna e con tanto di diretta Sky che lo stadio a Tor di Valle si sarebbe fatto. Ricordo bene quella serata. La passai a lavorare seguendo l’evento, e l’annuncio mi apparve addirittura di portata storica. Ma mi sbagliavo di grosso.

Da allora sono passati tre anni. TRE ANNI. Mesi e mesi di continue dichiarazioni (“Lo stadio si fa”, “I cantieri partiranno entro il 2019”, “Sarà uno stadio fatto bene” ) seguiti da continui nulla di fatto. Promesse, proclami. Inutili hashtag seguiti da futili slogan. A cui è seguito il nulla cosmico. Non mi vergogno a dirlo: ho votato 5 Stelle e anche Virginia Raggi. Credevo che, dopo anni di mala politica, fosse giusto provare qualcosa di nuovo. Ma il nuovo, alla prova del nove, si è dimostrato vecchio quanto il vecchio.

Nessun messaggio politico in questo mio pensiero della sera: Roma era una città allo sbando e paralizzata dalla burocrazia anche prima dell’avvento dei 5 Stelle. Sono solo un cittadino deluso dall’evidenza dell’incapacità dimostrata da chi ci governa, da qualunque parte provenga, di cambiare davvero il sistema.

E così, rassegnato ad essere un becero qualunquista, me ne vado a cena. Meglio buttarsi sul piatto di spuntature di maiale immerse nel sugo che mi ero preparato da ieri. Molto meglio.

Buona cena anche a te, fedele lettore. 

Andrea Fiorini – Giallorossi.net

 

56 Commenti

  1. Beh, si sbaglia, anche lei direttore, l’importante è sempre non perseverare.

    Spero che alle spuntature immerse nel sugo ci possa abbinare un bel vino rosso, che non guasta mai 🙂

    • Come spesso dice il nostro amico Amedeo le donne non saranno mai come gli uomini….. Verità inconfondibile.
      X lei caro direttore Fiorini
      Censurare chi era contro sta manica di incapaci quando lo dissi a tempo debito molto prima delle elezioni…
      A che cosa è servito??
      Ho sempre saputo che questa incapace non avrebbe risolto nulla…
      Il risultato solo bannate e censura…
      Ecco ora c’è la dobbiamo sorbire ancora…
      Grazie a lei e a tanti come lei (io no) che hanno avuto il coraggio di votarla…
      Ossequi e buona serata a lei e a tutti. Anche a chi non l’ha voluta.

    • Fiorini, quella sta prendendo per i fondelli non solo romanisti e laziesi ma tutta la città intera, incompetente e voltagabbana come tutti i grillini

    • Quante stupidaggini
      Parnasi a PROCESSO insieme ai tesorieri di pd e lega per corruttele sul PROGETTO CON I GRATTACIELI
      E lo stadio lo dovrebbe fare la Raggi?

      Ma cosa avete nella zucca Voi vedove di mafia capitale?

      Vergognatevi, laziali.

  2. Per noi comuni e difficile entrare in certe dinamiche e di conseguenza non capisco perché Pallotta o il suo successore non porta avanti azioni legali contro la Sindaca e il Comune di Roma

    • Il perché è semplice: non conviene.
      Tu, come Fiorini, avete opportunamente ignorato due filoni d’indagine sullo stadio della Roma che ne hanno rallentato le tempistiche.
      Il motivo è da imputare alle modalità con cui Parnasi ha condotto le trattative per la costruzione dello stadio della Roma: sembrerebbe (il condizionale è d’obbligo quando c’è un procedimento in corso) che le tempistiche siano state ottenute con mazzette, con soldi. Ci sono delle persone che sono in galera per questo.
      E poi, ci sono dei problemi sulla zona. IO ho vissuto a Vitinia, e so di che parlo. Quella zona, la mattina, per sua natura è paralizzata dal traffico. Colombo, Via del Mare, Via Ostiense. Per non parlare del trenino di ostia, che è una linea metropolitana da terzo mondo (chi ha preso il trenino sà di cosa parlo).
      Purtroppo chi scrive spesso in questo forum, e soprattutto gli articoli di giornale, ignora questi problemi di viabilità. Immagino la fase di costruzione quali problemi possa portare alla viabilità.
      E a stadio ultimato? Il caos. quella zona non può sostenere un traffico di 50 mila unità oltre alla viabilità ordinaria.

      Quanto a Fiorini, che dire…è un ex elettore dei 5 stelle? Forse, per Lei, è più importante la Roma della Politica. Io, prima di essere un tifoso della Roma, sono un cittadino romano. Civis Romanus Sum.
      Può sempre votare chi ha relegato questo Paese alla rovina (PD e Berlusconi), oppure chi ha insultato Roma per anni…parlo di Salvini. Già, perché è quantomeno pittoresco vedere girare non poco più di tempo fa, Salvini per Torpignattara acclamato dalla gente. Già. Acclamate chi vi ha dato del ladrone. Chi vuole dividere l’italia. Perché questa è la Lega. Lo avete dimenticato.

      Mi esimerei dal parlare di politica in questo contesto, Fiorini. Lei è deluso dalla Raggi. Ma continua a non essere deluso da Pallotta. E’ mai possibile che James non sia al corrente delle strategie di un socio per un affare da un miliardo di euro? Non prendiamoci in giro. I ritardi per lo stadio della Roma hanno 3 nomi: Unicredit, Parnasi e Pallotta. Unicredit perché ha imposto l’area per rientrare dei crediti verso Parnasi. Parnasi stesso per le mazzette che avrebbe elargito. Pallotta perché non poteva non sapere.

    • Eppure gentile TifosoGiallorosso – Friedkin liberaci dal Male e da Zenone le uniche riforme degne di questo nome degli ultimi 20/25 anni sono loro: M5S e Salvini ovvero reddito di cittadinanza, quota 100, spazzacorrotti, riduzione parlamentari! Mi astengo dal commentare il resto pena pagine di cui nessuno s’interesserebbe in un blog di sport! Per quanto al maiale di cui al sugo di Fiorini ne avrei da dire essendo io sostanzialmente vegetariano…;)
      Forza Roma, sempre!

    • @Tifoso Giallorosso Friedkin.
      Le tue deduzioni, sono completamente distorte dalla realtà.

      I guai dello stadio vengono imputati a Parnasi e Pallotta, quando il vero fautore è un faccendiere, tale LANZALONE, nominato (gli è
      stato imposto?..) dalla RAGGI.
      TUTTI i guai giudiziari sono iniziati da quel momento.

      Tutto il resto non è credibile.
      Da cittadino romano, deluso e arrabbiato da 20 anni di mal governo, ancora più deluso da gente che continua a difendere questa amministrazione.

      Riguardando il progetto iniziale con ponti, strade, metro, non più previste, mi rallegro andando a visitare una vecchia tribuna abbandonata di Fuente

    • invito tutti a non fissarsi! rischi di vedere solo il dito e non la luna che gli sta proprio dietro…
      La sindaca Raggi non è capace, è un dato di fatto, ma non è lei il problema e questo è un altro dato di fatto!!! La gabbia economica dentro cui deve muoversi qualunque persona si sieda su quella poltrona è la vera causa degli innumerevoli problemi che ci troviamo ad affrontare sia a livello nazionale che anche e sopratutto a livello locale. Non si possono spendere soldi, quindi nessun piano per traffico, sanità, crisi abitativa, lavoro, ect.ect!
      Firmato il fiscal compact ovvero il pareggio di bilancio, stravolgendo la costituzione senza neanche consultarci, pena sonora sconfitta come tutti i referendum consultivi che si sono svolti in italia come in europa, vedi brexit, onde favorire deflazione salariale, svendita del patrimonio ed immigrazione a sostituire chi non ci sta (de-pauperizzando il nostro paese come i paesi da cui gli immigrati provengono spogliati delle loro migliori risorse umane). Fateci caso: da quando il M5S si è arreso al PD il mainstream si è dimenticato dei problemi di Roma: monnezza, crisi abitativa, delinquenza, sanità sono scomparse dalle prime pagine dei giornali cittadini! Sarà un caso???…

  3. Purtroppo io non l’ho votata, lo sapevo benissimo che il m5s è fatto di ciarlatani ma nessuno mi ha creduto. A me rode ancora di più, perché non posso dire: mi sono sbagliato.
    Forza Roma Daje

    • Confondere la politica al calcio sono 2 cose diverse. Alemanno Marino rutelli e veltroni e mafia capitale questi sono i sindaci che hanno governato Roma negli ultimi 20 anni con un buco da 13 miliardi di euro. Se poi la raggi ti sta sulle palle è un altro discorso. Ma a differenza degli altri non ha mai rubato un euro. Informati.

  4. Raggi.. stadio.. lotirchio.. 120 anni di cui dieci in B..

    Poi leggo spuntatine di maiale, vino rosso..

    Aggiungi un posto a tavola va

  5. Amici, fratelli giallorossi, non seguite l’esempio di Andrea Fiorini. Capisco la delusione per essere stati Raggi-rati, ma le spuntature di maiale immerse nel sugo… eddai…
    Vi ricordo che domenica sera ci attende una durissima battaglia. Vi voglio “magri e famelici”, altro che spuntature… magari fate pure la scarpetta, eh?

  6. Grande Andrea non mi vergogno neppure io di averla votata per uscire dalla melma che impregnava il Campidoglio e che inevitabilmente si ripercuoteva sulla città. Ho cambiato idea dopo appena 2 mesi che era stata eletta quando fece le nomine di consulenti di cui uno in particolare lo conoscevo e non mi sembrava certamente un genio ma il solito miracolato della politica. Che dire? Quando ti circondi di incapaci i risultati non potevano che essere questi. Lei stessa è una miracolata della politica la cui elezione è stata dovuta a Mafia Capitale. Aggiungo che sarei passato sopra il fatto di essere tifosa della Lazio se si fosse dimostrata una buona amministratrice ma ormai il degrado in cui versa questa città è sotto gli occhi di tutti!!!

  7. Oggi è giovedì quindi gnocchi, più sugo de spuntatura, una ricca spolverata di pecorino romano(ancora qualcosa di vero romano e non sardo si trova), il tutto magari accompagnato da uno shiraz con etichetta gialla famoso qui dalle nostre parti e la delusione è bella che passata. Mesà che un pò te la eri acchitata direttò dì la verità.

    • Il Sirah reggerebbe solo dal punto di vista dell’aromaticità eccedendo in morbidezza, e peccando in un tannino troppo gentile: mi permetta caro Samurai di suggerire qualcosa di piu robusto con una nota alcolica che contrasti l’untuosità ed una sapidità che bilanci la grassezza come, un Aglianico del Vulture riserva o un A.A. Lagrein Riserva. Buona serata.

    • Si il lagrein è ottimo ben si sposa, la riserva ancor di più, ineccepibile osservazione, volendoci trasferire in alto adige è sufficente un buon pinot nero, magari uno zemmer, meno dispendioso di quello da lei suggerito. Però io volevo rimanere nella regione(per la produzione)…visto che eravamo in un tema tipico abbastanza regionale e ad un prezzo leggermente più calmierato, diciamo accessibile anche a noi comuni plebei e molto più facilmente reperibile. Il vino da me nominato non raggiunge il prezzo di un medio lagrein, figurarsi la riserva che suggerisce lei, ma probabilmente lei può permetterseli. Lo shiraz da me detto e non sirah (specifichiamo per ragioni d’etichetta) viene prodotto e imbottigliato qui nella nostra regione di cui ovviamente non faccio il nome. Buone bevute.

    • Io invece avevo cucinato involtini e costine di maiale al sugo,e con quello ci ho condito i tortiglioni.Il tutto innaffiato con un Primitivo di Manduria,che ne dici Julian,è di tuo gradimento?
      Buonanotte amici.

  8. Purtroppo chi in Italia mi fa incazzare di più è chi vota per “provare qualcosa di nuovo”. E mo so caxi vostri, populisti e demagoghi sono peggio dei corrotti perché determinano la paralisi. Questa roba qui staccherà a Roma la spina.

  9. concordo in pieno…aggiungo solo che un voto non lo prende più ..neanche se ci prova a diventare suora!!!!…se bruciata politicamente perdendo faccia e elettorato…peccato speravo che i5 stelle avrebbero portato una ventata di novità..non è stato così, allora… W IL NUOVO!!!!…come per la nostra società,si spera e ce se prova….buona notte a tutti

  10. Lo ammetto, come già detto: Mai come stavolta, son contento di non aver votato Almeno non tengo di questi problemi – Io vicino alle spuntature di maiale con un bel sughetto alla ragu’ ci aggiungerei anche una bella porzione di funghetti porcini… Con tanto di vinello bianco Un bel frizzantino per capirse 👌👍
    Per quanto concerne la Raggi ho già espresso il mio pensiero piu’ volte Mettendo da parte per un secondo la vicenda Stadio ma da una Giunta Comunale, da un Partito che della Tutela Ambientale ne fà un “cavallo di battaglia” e poi mi và a dare il consenso (per ora bloccato a causa delle proteste dei residenti) alla costruzione di una discarica nelle vicinanze di Malagrotta una delle zone a piu’ alto tasso d’inquinamento del Lazio, bè non è che mi aspetto poi tanto
    La fatitica frase pronunciata a braccetto con Lo Tirchio, è stata solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Mi sembra ovvio che ognuno può tifare chi vuole ma nella vicenda che ci riguarda da vicino termini come imparzialità ed onestà non hanno piu’ valore…
    Opinione personale!

  11. Guarda che questi non sono incapaci, son criminali, c’è la sua differenza… nessuno escluso di quelli che ti governa… e andando a votare li legittimi pure, chiunque tu voti. Ti hanno mentito, sulla storia, sulla politica, sulle scienze, sulla tua natura, su tutto. Ma lo sai che quello che chiami stato è una corporation privata iscritta al SEC? Lo sai perchè sul tuo atto di nascita, sui documenti e sulle bollette eccetera il tuo NOME COGNOME è scritto tutto maiuscolo?
    Pillola rossa o pillola blu? Se scegli la pillola rossa fammelo sapere qua sotto; ma se vuoi continuare a vivere tranquillo e beato e ignorante ti consiglio la pillola blu.

    • Ciao NonTifoso, hai catturato la mia attenzione. Puoi approfondire o darmi una guida all’approfondimento?

    • Ciao 1927. L’approfondimento è compito tuo, l’evoluzione di coscienza è prima di tutto un percorso individuale. Nel commento che ho lasciato hai alcuni spunti per indagare su quel che ti ha incuriosito. Io ti posso consigliare di non delegare a nessuna guida la tua crescita di coscienza, che non è qualcosa che ti possa dare nessuno, è qualcosa che ottieni col tuo sforzo personale, con curiosità, con indagini, richiede molto tempo e sforzo.
      Se vuoi puoi contattarmi alla mail anonimoquietochiocciolayahoopuntoit

  12. Sarà ma secondo me c’entra anche la questione del tifo.
    Lei ad una festa della Roma non c’è mai andata e mai ci andrebbe sbaglio o quando hanno aperto la sede all’eur c’era Conte guarda caso romanista.
    Lei non c’era, io non gli ho mai sentito dire o augurare qualche cosa di positivo alla As Roma.
    A me da fastidio poi che il sindaco di Roma sia così sfacciatamente laziale, non si è mai vista una cosa del genere, laziale e anti romanista in una città dove la Lazio altro che prima squadra della capitale è sempre stata considerata una squadra secondaria di poco importanza, sia da un punto di vista numerico che editoriale e di conseguenza commerciale

  13. @@@ capisco la tua delusione caro Andrea

    ma da un movimento creato da un comico,

    non ci si poteva aspettare che i suoi adepti

    non seguissero le sue orme.

    Nulla cambia, perchè il cambiamento fa paura.

    Le parole volano via come le foglie,

    i fatti restano.

    Mi dispiace per quanti credevano che potesse accadere.

    Un saluto 👋

    AVE

  14. Caro Fiorini,
    non ho ovviamente controprove ma la mia impressione è che se fosse rimasto Marino forse lo stadio sarebbe già, oggi, in costruzione.
    Attenzione: ho scritto “se fosse rimasto”. E mi son legato al dito che è stato spazzato via dal fuoco amico dei Renzi e degli Orfini. Verrebbe da chiedere: questi due signori quale contributo hanno dato per Roma? E per l’Italia? Ah, sì: consegnare l’una ai pentacosi e l’altra ai pentacosi più ai leghisti-ex-padani-ora-italiani-perché-si-pigliano-più-voti.
    Su Marino ho già scritto altrove che istintivamente mi dava affidamento, e scuoto la testa ricordando che alla fine s’è smarrito per voler essere troppo trasparente (gli scontrini per le cene istituzionali, alla fine s’è rivelata una fesseria, ma già, qui nel Belpaese forse siamo più attratti dalle cene eleganti in quel di Arcore…). E altrettanto istintivamente diffidavo e diffido di un comico il cui mantra era sfanculare tutto il resto, e di un demiurgo un po’ stralunato proprietario della fantasmagorica piattaforma webbesca. Sarà che mi son vaccinato rispetto al Nuovo Che Farà Piazza Pulita Rispetto alla Casta fin dai tempi di quel tizio col vocione che ringhiava Roma Ladrona, per poi rivelarsi ben più ladrone lui con la sua famigliola (non lo dico io, lo dicono sentenze passate in giudicato, perciò non censuratemi il commento per questo).
    D’altro canto, chi il movimento dell’1 vale 1 ha pensato bene di candidare a sindaco della Capitale? Una tizia senza arte né parte, assolutamente impreparata e non all’altezza del compito, scelta in base a chissà quali criteri e data il pasto all’elettorato. La Raggi (che è nei paraggi) capace soltanto di differire, rimpallare, esternare principi roboanti, creare impicci, chiedere pareri e infine non decidere (e va ancora bene così, dato che in altri casi – vedi Olimpiadi – ha detto subito un no secco, e con quali motivazioni!!!).
    Non scrivo questo, caro Fiorini, per affermare una mia supremazia in saggezza (o piuttosto scaltrezza) nel segreto dell’urna: al contrario, di regola il mio voto di regola tende a premiare una formazione sconfitta. Né comunque mi alleggerisce l’idea che io i pentacosi non li ho mai votati e dunque non mi sento responsabile dell’attuale sfascio. Mi basta constatarlo, lo sfascio, per farmi passare ogni velleità. E per giunta quella tizia festeggia garrula con la lanzie. Ma cosa ci sarà mai da festeggiare…
    Buona cena (però a me le spuntature di maiale non piacciono; stasera focaccia ripiena di verdura, formaggio e speck e naturalmente birra).

    • HSL.che dire,un’analisi perfetta,un giornalista serio non avrebbe saputo fare di meglio.Ho sempre pensato che su questo forum ci sia gente che darebbe pappa e ciccia ai giornalai,e non parlo di contenuti ma di capacita’ espositive,dialettiche e culturali.Non faccio nomi perche’ ho paura di dimenticarne qualcuno.
      Per quanto riguarda la cena,non so se per spuntature intendi le costine o costolicci,ma prova la mia ricetta di cui sopra,con una spruzzatina di pecorino Romano e parmigiano o ricotta salata e poi ne riparliamo.
      Buona Giornata e forza Roma(quella di tutti).

  15. Non essendo residente a Roma, non ho votato x le comunali lì e faccio fatica a dare un giudizio (tralascio le frivolezze sulla presunta lazialità che non mi/ci tange). Vista da fuori, Roma sembra una città totalmente ingovernabile, anzi pienamente governata dal “mondo di mezzo” rappresentato da lobbies, aziende municipalizzate, mafia capitale e zingari altolocati (leggi Casamonica). Ciò indipendentemente dalla corrente “apparentemente” in maggioranza.
    P.S. con la spuntatura di maiale consiglio un Montepulciano d’Abruzzo Marina Cvetic dell’azienda Masciarelli

  16. Comunque ‘sta cosa delle ingerenze politiche nel calcio, per me, resta una cosa misteriosa.
    Oh, dico, abbiamo un governo giallo-rosso, un presidente del consiglio romanista, Lotito che è un vecchio lupacchiotto, eppure continuiamo a non vincere una mazza, a subire torti arbitrali e siamo costretti a vedere la lazio col binocolo.
    non c’è speranza, eccheccaz….

  17. Ahahahahaha… dai, Andrea, non è successo niente. E lo Stadio si farà, vedrai…

    E anche quella storia del qualunquista è sopravvalutata, così come lo è il dovere morale di votare, che incombe sulle nostre teste da quando siamo nati…

    Ma come dice Nietzche (‘Al di là del Bene e del Male’…): chiunque voglia farti sentire in colpa per qualcosa, di fatto ti vuole solo rendere schiavo, come lo è lui stesso, dei suoi pregiudizi.

    Buona notte e forza Roma (che domenica ne avrà molto bisogno…).

  18. Non volermene caro Andrea ma visto lo scenario politico italiano lo sbaglio è proprio andare a votare! Ancor più viste le immani panzane che sparano in campagna elettorale con programmi al limite del ridicolo e pieni di niente roba che supera dichiarazioni alla Cetto Laqualunque. La Raggi è l’ennesima testimonianza politica di come il sistema sforni per lo più cialtroni da oratorie di piazza ma che nella pratica sono inabili a compiti di amministrazione di qualsivoglia livello. Questa Sindaca non solo si è rivelata incompetente ma ha degradato una situazione nella Capitale che era difficile peggiorare. Roma sta decadendo anno dopo anno e sindaco dopo sindaco, la politica in questa città è una disgrazia e non una risorsa. Lo stadio della Roma non serve solo al club ma a alla città come segno di rinascita, ma la politica non riesce a fare le cose fatte bene ma a peggiorarle invece si.

  19. Dai che lo stadio te lo faranno e ti ci pagheranno pure un lecca lecca . Dopo l’esperienza di Roma capitale e tutto quello che ci è capitato in questi sventurati anni la Sindaca Raggi non credo potesse fare di più e meglio nella semplicità e onestà

  20. Il vero danno enorme sarà che questi parvenu sedicenti onesti lasceranno un crepaccio dove prospererà il peggior populismo.
    Hai voglia a spuntature …

  21. E così che mi cercherò un altro sito dove leggere news sulla Roma… mai parlare di politica quando si ha un attività! Letto l’articolo, letto i commenti di chi lo cavalca perché non ha attributi e può solo affiliarsi a quello degli altri, in cerca di un sito migliore… Saluti

  22. Sbagliare nel votare è comprensibile. Anch’io ho sbagliato. Ma dagli errori commessi trarro’ ogni utile insegnamento. Certamente non festeggero’ con vino rosso per evitare una ubriacatura che non mi permetta di vedere la “storia” nel suo vero svolgersi. Per lo stadio…la società Roma avrebbe dovuto portare la faccenda davanti all’ Autorità Giudiziaria

  23. Purtroppo avercela con chi votando ha fatto la scelta sbagliata semplifica le cose.
    Immagino che con un voto diverso avremmo avuto un seguito di tutto quello che non ci è piaciuto degli ultimi 25 anni.

    Purtroppo Il voto legittima tutti maggioranza e opposizione vincitori e perdenti a ricoprire il ruolo che gli viene assegnato.

    Quindi direi che sarebbe meglio non votare…. Ma la Raggi ci/mi ha mostrato concretamente come staremmo se tutti non andanfo a votare e il campidoglio rimanesse vuoto.

    M’è crollata anche questa certezza.

    INNOVATIVA!

    Ps
    Sono le 8 del mattino e leggere di spuntaure vini ecc ecc m’è giá venuta l’aquolina… Meglio mangiarci sopra

    Un abbraccio a tutti

    • Ci sarà sempre almeno un voto per ciascuno di loro che gli consentirà di formare la giunta in Campidoglio con tanto di sindaco legalmente eletto:
      il loro fottutissimo voto, ossia quello di chi si candida.

      Ecco perché NON VOTARE è l’aiuto più grande che si possa dare ad ognuno di loro.

  24. Ora però quale sarebbe l’alternativa?

    È stato detto in tutte le salse: la Raggi non ha fatto nulla è stata disastrosa ed è incandidabile.
    L’abbiamo capito, PUNTO E A CAPO.

    Voltiamo pagina e concentriamoci su chi votare nel 2021.

    Mi si dica un nome, per piacere…

    Un nome che, oltre a fare il bene, non faccia affari e intrallazzi con la malavita e ripaghi l’enorme debito di questa città.
    (Forse un marziano, riguardo all’ultimo punto…).

    Sarò ben felice di votarlo… ma non ditemi “non andare a votare!” perché la cosa più stupida che si possa fare è quella di accettare tacitamente
    il ciarpame che sta rovinando la nostra esistenza qui a Roma senza neanche provare a reagire.

    Votate chiunque vi passi per la testa, il peggiore per i masochisti, il moderato per gli eterni rassegnati, l’estremista per i nostalgici o semplicemente il meno peggiore per tutti quelli che si tappano il naso come me… MA VOTATE!
    È l’unico diritto che spetta ai romani per mostrare il DISSENSO nei riguardi di tutti coloro che hanno amministrato questa città da 25 anni ad oggi.

    Sì…
    perché in democrazia si può esprimere anche il dissenso, anzi, soprattutto il dissenso!
    E poi, casomai… il consenso (solo per chi se lo merita veramente).

    • Caro Morituri,piu’ su ho fatto i complimenti ad HSL,per par condicio li faccio anche a te.Sono d’accordissimo con quello che hai scritto,anche se io non voto a Roma,ma il tuo commento è universale naturalmente.
      Per il vino prova un primitivo del consorzio primitivo di Manduria.
      Buona giornata.

    • Non capisco perché sarebbe un diritto/ privilegio/ dovere il poter scegliere il re e la sua corte per i successivi 5 anni.

      Ricordiamo che nella democrazia rappresentativa NON c’è vincolo di mandato: se un candidato in campagna elettorale dice che farà tutti i muri verdi e poi una volta eletto li fa gialli, tu da buon suddito-cittadino non puoi fare un bel nulla per mandarlo a casa… Se non usare la forza, ma lì non saresti più suddito e poi è tutto un altro discorso.

      Io li ho votati i 5s, per un solo motivo: ai loro albori dicevano di voler portare avanti un discorso di democrazia diretta.
      Discorso che col tempo è stato completamente disatteso, confermando ciò che già sospettavo: il sistema è strutturato per autoconservarsi e non è possibile cambiarlo dall’interno.

      Il dissenso si può manifestare anche facendo la propria vita il più possibile al di fuori di certi meccanismi…
      Saluti!

    • @fabiano: grazie! Troppo buono!!
      @mts’e: e come si fa a proporre dei nomi? Neppure sappiamo chi verrà candidato…
      Sappiamo solo che prima delle elezioni a Roma ci saranno varie amministrative e con ogni probabilità le politiche, che segneranno il successo della lega e d’aa Meloni. La quale ultima insiste su una campagna elettorale incentrata sulla durezza e purezza, e mi fa domandare: 1) si candiderebbe lei a sindaca? 2) ma chi diavolo glielo farebbe fare?
      Quanto alla prima domanda, credo che vincerebbe a mani basse, a meno che lo Zinga non candidi qualcuno veramente forte (ma chi…?). D’altra parte, la Meloni sindaca realizzerebbe il classico ‘promoveatur ut amoveatur’, ossia da brava fai la sindaca e in ambito statale lascia il campo libero a mr. 49 milioni, che a mio personale avviso sarebbe una prospettiva a dir poco inquietante. Salvini al massimo lo vorrei amministratore del condominio del mio peggior nemico.
      Detto fra noi, comunque, la Giorgia non la voterei mai… Però ammetto che se si dimostrasse veramente dura e pura, e ce ne vuole per fare il sindaco in questa città, alla fine potrei anche essere sfiorato dall’idea di ammettere con riserva d’esser stato lieto di sbagliarmi 🙂.

    • Caro Anacronistico,
      se il sindaco fa i muri gialli e da candidato invece aveva promesso di dipingerli verdi… puoi benissimo votarne uno diverso alle prossime elezioni nella speranza che almeno questo rispetti le promesse.
      L’unico nostro diritto per estromettere il sindaco che ci ha deluso è proprio il voto. NON C’E’ ALTRO DA FARE.
      Non votare significa corroborare passivamente il consenso (e non contrastarlo!) costringendo le minoranze e coloro che non votano come te ad uniformarsi proprio a quei “meccanismi” di cui preferiresti starne al di fuori.
      Ti faccio subito un esempio: l’Ama non svuota i cassonetti e quindi a fronte di questo disservizio, se si intende voler “stare VERAMENTE al di fuori di certi meccanismi per esprimere il dissenso”, noi cittadini, non solo non dovremmo più pagare la Ta.ri… ma addirittura avremmo il diritto di chiederne a gran voce il rimborso per tutte quelle mensilità in cui ci è stato arrecato il danno, non credi? (Altro che al di fuori! In questo caso si andrebbe contro il meccanismo).
      Manco per niente.
      Prova a non pagare più la Ta.ri e riceverai a casa un decreto ingiuntivo con la minaccia di esproprio dei beni mobili. Quindi è impossibile “esprimere il dissenso al di fuori di certi meccanismi” poiché si è vittime di un processo studiato, rodato e oliato da decenni per persuaderci di in una favola chiamata “libertà”. Una favola realizzabile solo in qualche atollo del pacifico, forse… Il muro verde promesso è solo fumo negli occhi per tenerci buoni e disciplinati. E non saremo liberi fin quando non eleggeremo un sindaco che fa ciò che ha promesso in campagna elettorale. E l’ironia della sorte vuole che noi tutti siamo quel “meccanismo” a cui ti riferisci… volenti o nolenti, a meno che non si scenda tutti in piazza per fare una bella rivoluzione.
      Si può FAR FINTA di stare fuori dal meccanismo (e di SENTIRSI quindi liberi, non certo di esserlo!) tirando le tende delle nostre finestre e ignorando tutto quello che c’è fuori… ma la spazzatura sparsa sui marciapiedi, la Raggi che si prende gioco dei romani e dei romanisti, le buche sull’asfalto e le eterne sconfitte di questa città continueranno ad esserci fin quando non avremo la fortuna di poter cambiare tutto DANDO il voto alla persona giusta (e non certo astenendosi!).
      Semmai riusciremo ad avere un sindaco degno di questo nome, faremo sempre parte di un “meccanismo”… MIGLIORE, ma pur sempre un meccanismo, un sistema.

  25. Più dell’editoriale, che condivido, è stato davvero bello leggere i commenti e “riappacificarmi” con la lettura dei post su questo sito. Finalmente, ma non avevo dubbi, è riemersa la parte migliore dei tanti utenti e c’è stato un confronto di idee pacato, motivato e senza slogan preconfezionati a uso di chi preferisce attaccare a testa bassa anzichè ragionare sulle cose. Davvero grazie a tutti… e ora testa alla juve e rompiamogli il sedere! Forza Roma!

  26. Commenti purtroppo inutili, come il mio. Ogni civiltà ha una nascita, un periodo di splendore ed espansione, un decadimento e una fine.
    La civiltà romana-cristiana-occidentale si trova, in particolare l’Italia, nel periodo di decadimento avanzato.
    Politici, magistrati, amministratori sono italiani e rappresentano il comune agire di tutti gli italiani. Tutti, salvo eccezioni da santificare, operano in primis per il loro personale tornaconto e come fanno?
    Semplice, fanno leggi, regolamenti, ecc. che apparentemente vietano tutto ma che presentano sempre una escamotage legale o para-legale per aggirare il divieto a pagamento.
    Ed è stato sempre così.
    Il problema è che oggi a furia di fare leggi assurde e contraddittorie con altre normative, ora anche gli amministratori e i politici non sono più in grado di arrivare a dama anche se lautamente pagati, con conseguente fermo di qualsiasi attività privata, che è l’unica che con le tasse dà al governo o all’amministrazione la possibilità di vivere.
    La soluzione possibile è solo un evento catastrofico che potrà permettere alle future generazioni di ripartire da capo con un’altra società.
    Ad aggravare questo quadro poi, i grillini capitanati da Grillo, sono strutturati né più né meno come una mafia dove al posto della violenza per farsi ubbidire c’è l’espulsione di consiglieri e/o parlamentari che sono solo dei numeri senza arte ne parte e spesso anche senza un lavoro alternativo.
    Faccio presente che se Grillo ha preso dei soldi, ed è solo un’ipotesi, estero su estero, per agevolare una pratica e/o una approvazione e/o una legge, ordinando ai suoi come operare, non ne risponde né penalmente né civilmente.
    Ad essere ottimisti aboliamo questa ultima anomalia e votiamo solo persone che in primis cambieranno le leggi e poi se son rose fioriranno.
    La vicenda dello stadio della Roma è solo un esempio di quello che dico.

  27. Commento a parte: per ogni click sul sito, sia da pc che da smartphone, devo chiudere un video e tre o quattro banner pubblicitari. Non vi sembra di esagerare ?

  28. “Non mi sento per niente offeso dalle parole pronunciate dalla sindaca Virginia Raggi durante la festa dei 120 anni della Lazio.”

    Esattamente quello che dicevo io ieri quando i pallottari applaudivano Marione che se la prendeva per queste scemenze.

    “Era il 24 febbraio del 2017 quando la Raggi, insieme all’allora dg Baldissoni, annunciava in pompa magna e con tanto di diretta Sky che lo stadio a Tor di Valle si sarebbe fatto.”

    Esattamente quello che vado chiedendo qui da mesi : a che caxxo stavano brindando ????

    “Inutili hashtag seguiti da futili slogan”

    Pure io mi incaxxo per ste cose ! Sti americani son tutto chiacchiere e pubblicità : gettare fumo negli occhi dei tifosi con slogan ridicoli come “hungry for glory” e “il meglio deve ancora venire” per distrarre i polli dall’incompetenza di una dirigenza che butta al cesso milioni per Iturbe, Schick e Pastore e poi parla di Fair Play Finanziario come se esistesse solo per noi e non per tutti gli altri.

    Non ricordo gli slogan sullo stadio perché non seguo molto la questione ma immagino siano stati dello stesso tenore ovvero caxxate sensazionalistiche non supportate da nulla di concreto.

    “Roma era una città allo sbando e paralizzata dalla burocrazia anche prima dell’avvento dei 5 Stelle.”

    Eh, vallo a spiegare ai pallottari che come al solito cercano di distorcere la realtà e riscrivere la storia.

    Quindi pure la redazione getta la spugna e passa dalla parte della normalità : ovvero quelli che sono delusi da una proprietà che non ha concluso nulla di quello che si era preposta di fare e che in 8 anni ci ha solo fatto perdere tempo, per giunta mancandoci continuamente di rispetto.

    Immagino abbiano ricevuto i famosi prosciutti di marione…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome