Premi, viaggi, investimenti e brand: ecco il futuro di Totti

74
155

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – “Gli ex calciatori possono dare un grande sviluppo al calcio come manager di club o nelle federazioni. Ne sono certo”. Francesco Totti, in Russia, sarà protagonista del “Football Heroes Award” e prima di partire (ieri da Fiumicino) ha spiegato come per lui “sia divertente veder assegnati premi a tutti coloro che contribuiscono a rendere il calcio divertente.

Mosca è una città che mi piace, mi divertirò a passeggiare e ad incontrare anche alcuni tifosi della Roma che vivono qui. E poi vorrei vedere alcune partite del campionato russo”. L’ex capitano della Roma a breve svelerà ufficialmente i suoi piani – extra tv – professionali, che almeno per ora non prevedono in carichi in altri club o istituzioni del calcio.

Totti lavorerà in proprio, dopo la Russia andrà in Cina e nelle prossime settimane sarà dagli amici Burdisso e De Rossi a Buenos Aires per alcune partite del Boca. Per la Figc è ambasciatore italiano per Euro 2020 e continuerà a collaborare con la federazione per alcuni progetti, ma l’intenzione è quella di lavorare in proprio, investendo nella sua scuola calcio (anche sul settore femminile) e nel marchio che porta il suo nome.

(Gazzetta.it – C. Zucchelli)

74 Commenti

  1. Insomma alla fine della giostra non e’che se la passa male,forse tra un po’ invece di accusare chi lo ha fatto smettere di giocare,andra’a ringraziarlo!

    • si ma quanto durerà il marchio Totti, senza fare altro nel calcio?

      Ora sta vivendo di rendita su quello che ha fatto come calciatore fino a 2 anni fa.

      Fra 5 anni? a parte le comparsate e i giretti per il mondo a visitare gli amici (che invece nel calcio ci sono ancora), se non rientri nell’ambiente prima o poi questa velocità di inerzia si esaurirà.

      Per ora nel suo futuro ci sono i reality, non so quanto ci possa fare sinceramente.

      Spero per lui che abbia la possibilità di rientrare nel mondo del pallone, anche se non so in che veste sinceramente.

    • E si… speriamo per lui che possa rientrare nel mondo del pallone al più presto… prima che muoia di fame!!! Tempi duri.

    • hai letto?? scuola calcio, ha una scuola calcio, il suo marchio durerà per sempre perchè sa riconoscere chi ha delle doti, meglio di tutto l’entourage della roma.
      O forse no perchè non conosce l’inglese??
      forse uno laureato in lingue è più bravo a scovare calciatori, sa un sacco di lingue, vuoi mettere?

    • Che sappia scovare talenti è tutto da dimostrare, fino ad oggi non mi risulta che dalla sua scuola calcio sia venuta fuori qualche stella del football. Per quanto riguarda l’inglese è una sua grave mancanza, migliorarsi nella vita è un merito e non il contrario, poi se hai possibilità infinite e hai a che fare quotidianamente con manager e sponsor internazionali diventa un dovere assoluto.

  2. Come volevasi dimostrare Totti e la figura del dirigente erano due cose agli opposti. Il direttore tecnico era una figura che necessitava di tempo, H24 e Francesco non aveva quel tempo poiché tra partitelle, vacanze, passeggiate sulle “montagne” di Roma, incontri con ex compagni fannulloni lecchini, era quasi dieventato ( il ruolo di dirigente ) invasivo per la sua vita. Dove stanno i lavori del coni? Quelli da dirigente in altre squadre? Il patentino per diventare allenatore e dirigente? Un certo de Santis comincia, praticamente, da porta borraccia nella Roma con umiltà, fino ad arrivare a direttore tecnico, Totti voleva subito poteri che non gli competevano. Questa è la differenza tra una persona UMILE e una che non lo è più. PS: pena vedere un campione simile fare una sit com con…

    • Perchè hai visto un sit com?? (non sit con, com sta per commedia).
      cmq quando lo vedrai farai il commento, adesso ha lo stesso valore che dire che vincerà l’oscar
      o il mondiale da allenatore.
      Sono str@@zate della stessa portata.
      Come pure che totti voleva i poteri, ma che ne sai tu????
      Ma perchè parlate tutti a vanvera, vabbe che abbiamo pallotta presidente che a parlare a vanvera è il numero uno, ma non è che lo dovete fare pure voi.
      Saluti

  3. Lorysan mi trovi perfettamente d’accordo. E’ uscito fuori l’uomo che sospettavamo agli antipodi del grande calciatore che è stato. Ha sputato su chi lo ha fatto straricco, ha dimenticato il concetto di umiltà, non ho parole per esprimere la delusione.

    • Io credo che l’umilta’ non sia mai stata una delle sue maggiori prerogative,la spocchia,quella si.Lo ritengo il piu’ grande calciatore della storia della Roma e tra i primi in assoluto,ma come uomo, mi dispiace dirlo, ha dei limiti culturali e intellettivi notevoli.Non basta essere stato un grande calciatore per essere un dirigente,un allenatore o un Ds o un direttore tecnico,come lui avrebbe voluto.Chi mi conosce sa che non sono un ammiratore di James,ma nella gestione di Totti gli posso solo rimproverare mancanza di chiarezza.

  4. E tu volevi diventa’ sempre secondo i giornalai il direttore generale della Roma mah prima capisci il significato di dirigente come fanno le persone serie e non perche’ ti e’ dovuto perche’ ti chiami totti e poi potrai rientrare nel calcio senno continuerai ha fare le pubblicita’ e le comparse in tv. Forza Roma

  5. Totti ha sempre avuto un carattere così, è un istintivo, è un permaloso, quando giocava rosicava pure se un compagno gli faceva un falletto in allenamento. Poi però è pure simpatico,generoso, un amicone. Spero non rovini la propria immagine a carriera finita perché mi dispiacerebbe troppo. Però può darsi anche che la sua genialità calcistica la trasferisca in altri campi . Comunque vada lo amerò sempre

    • Si può anche criticare per una serie di motivi, tutti extracampo, ma lui con la As Roma c’entrerà sempre, come tutti coloro che ne hanno onorato i colori. Lui li ha onorati e fatti brillare come nessun altro prima. Che poi il Totti uomo possa avere deluso è un altro paio di maniche

    • Ok, ma gli uomini, come le aziende, sono fatte della loro storia, credo le due cose non siano divisibili. Anzi senza l’una l’altra perde di significanza. Anche Roma città, la separeresti dalla sua storia?

    • 1927 – Abbiamo tutti le nostre macchine del tempo. Alcune ci riportano indietro, e si chiamano ricordi. Alcune ci portano avanti, e si chiamano sogni. Ricominciamo a sognare e non a vivere di ricordi, e questo dovrebbe valere anche per la città di Roma dove diversamente vige da decenni il vecchio detto “tutto cambia perché nulla cambi”.

  6. Totti … e lo dico con tristezza…si sta avviando a diventare la macchietta di sè stesso…la Bandiera,era quando andava in campo…

  7. Incredibile che club come il psg ,Real Madrid o Barcellona non abbiano voluto prenderlo come dirigente unico e supremo.

    Sicuramente ci sta dietro Baldini e Pallotta che hanno bloccato le millemila offerte.

    • @@@ importante è anche il fatto che ogni volta

      che ci ha deliziato con le sue giocate ed i suoi gol,

      tu sia rimasto seduto sul divano

      e non abbia ne gioito ne esultato.

      Un saluto ?

      FRS

  8. Quanti cazziali qua sopra… (dateve pace, LUI fa quello che je pare perché LUI PUÒ, VOI ? NO…) In quanto a “macchiette” embe’… in mano a Massachusetts? l a.s. ROMA lo è da parecchio… do you remember i set tennistici? Allora MUTI, nvidiosi… (poi parlate pure di sputare nel piatto… Da che pulpito…)

  9. Perché nn vai in giro x il mondo a convincere qualcuno che se compri L’as Roma?
    Daje France, sei talmente grande che te sei tirato fuori da st’azienda…. Altri invece ancora ce magnano!…

  10. Paolo B, 98 minuti di applausi. I moralisti puntano il dito nell’ “Itaglia” der popolo, macchiette additano presunte macchiette in un gioco di specchi neo-kafkiano in salsa amatricianesca, loro avrebbero studiato, si sarebbero svegliati sempre all’alba.

    • Scusa Dark Dog, vedo che parli di Kafka e quindi suppongo che tu sia un uomo di cultura,mi meraviglio che trovi deleterio studiare,come fosse disnorevole.Io invece credo che Totti sarebbe potuto essere una risorsa,se fosse stato piu’ umile e consapevole dei suoi limiti.Certo avrebbe dovuto studiare,fare un tirocinio che fanno tutti e fare esperienza gradatamente,per questo”Hobby”avrebbe comunque preso 600.000 euro l’anno.Ormai si è creata questa situazione in cui chi è contro James è a favore di Totti e viceversa.Personalmente ritengo che Pallotta abbia le sue colpe,cosi’ come Totti ha denunciato i suoi limiti che dal campo non erano visibili.Come direbbe Venditti”…Certi amori non finiscono,
      fanno dei giri immensi
      e poi ritornano….”
      Ecco!mi piace pensare che sara’ cosi’

    • Scusa il disturbo…
      mi elencheresti gli studi fatti da Pavel Nedved prima di essere stato nominato consigliere e in seguito vicepresidente di quell’innocua squadtretta di provincia chiamata Juventus?
      Grazie.

    • Nessun disturbo,nedved non ha fatto nessuno studio,ma infatti conta quanto il 2 di briscola e il suo incarico è fare la dama di compagnia,cosi’ come ha fatto Totti in questi 2 anni.

    • Mah…
      Ecco il “2 di briscola” impegnato a “cambiare il volto della juve” appena 3 mesi fa. Il tutto riportato da una delle tante testate giornalistiche che ne tessono le lodi:

      “Il vicepresidente nel tempo ha scalato anche posizioni dal punto di vista decisionale.
      Si deve a lui se le speranze per arrivare a Matthijs de Ligt non sono del tutto tramontate. Il ceco ha buoni rapporti con Mino Raiola (agente del centrale dell’Ajax) che ha curato i suoi interessi durante la carriera da giocatore. Durante la trattativa che ha portato Paul Pogba alla Juve a parametro zero, grande peso ha avuto la sua intercessione con l’italo-olandese…”.

      Un po’ come Totti con l’ok di Fienga per Conte… prima del “no” del nemico Baldini, ovviamente!

    • Memore del passato,ma tu veramente credi che Raiola ti da un calciatore perche’ sei stato un suo assistito,a lui interessano i quattrini.Poi sai benissimo che la rube comanda tutti i quotidiani sportivi,dall’alto dei suoi 13 milioni di tifosi.Io capisco la tua difesa accalorata di Totti,ma io sono convinto che ha sbagliato ed ha dato in questo modo ragione a Baldini(non mi piace per niente),che aveva detto che era un pigro.Naturalmente questo è solo il mio pensiero,legittimo quanto lo è il tuo.
      Un saluto

  11. Ciao Dark, onore a te, a Kawa, blouson, Monika, Riki, società ridicola, 1927 e Alessia… con VOI mi trovo SEMPRE d accordo… (qualcuno l ho dimenticato ma mi rifarò…???‍♂️?)

  12. …nessuno contesta il fatto che vi battete le mani uno con l’altro, o che siete in sintonia fra di voi, ci sta, sicuramente le opinioni diverse arricchiscono, sempre…detto questo però non venite a fare lezioni di vita o di tifo…. rimane il fatto che il grande Totti (perchè grande lo è stato) poteva lasciare i la Roma senza tutto quel clamore, personalmente quella pagliacciata al CONI (chissà chi è il presidente?) mi ha dato fastidio, da tifoso della ROMA. Quello che fa o che farà in futuro sono affari suoi e non me ne frega niente… Per come sono andate le cose sono contento che non sia più in società…sempre forza Roma

  13. Ciao Viola, il capitano ha il sacrosanto diritto di non studiare, lui se muove un dito viene pagato, io mi scortico di lavoro per mantenermi, fossi al posto suo girerei il mondo senza far nulla, poter non fare nulla è poetico e direi intellettuale, non c’è nulla di più grande. Buon viaggio Capitano, goditi la Cina, l’Australia e gli oceani.

    • Ciao Dark,certo che ha il diritto di non studiare,pero’ non puoi pretendere di andare a rappresentare la Roma senza conoscere le lingue e un certo modo di muoversi.Sei libero di fare come ti pare,pero’ dopo non ti lamentare se non hai ruoli in societa’,la coerenza, questa sconosciuta.Comunque io non sono ne invidioso ne geloso,ho tutto quello che mi serve per vivere,potrei invidiargli l’eta’,ma non avrei lo splendido nipotino che ho.
      Comunque sono d’accordo con te che non far nulla è intellettuale,ma non è il suo caso,lui fa e in maniera legittima cio’ che vuole,ma fa.
      Un saluto e Forza Roma Nostra

  14. E dov’è scritto che Totti non avesse il diritto di dire ciò che voleva al Coni? E di farlo in quel modo? Dopotutto ha rinunciato a soldi certi (si, anche senza far nulla perché Totti è un Dio nell’ambito Roma ed è una macchina umana da soldi), forse non aveva il diritto perché è bello e ricco? A certo, in “Itaglia” esserlo è una colpa, è e sarà sempre una colpa. Totti ha esercitato il diritto di andarsene da una società di cui non condivideva l’operato, lo ha fatto (per come inevitabile) annunciandolo pubblicamente nel suo stile e lo ha fatto rinunciando ed anni di stipendi (certi anche senza studiare, perché di fatto avrebbe dovuto fare “l’ambasciatore” dei colori giallorossi). Chi non viaggia non lo sa, Totti in tutto il mondo è famoso come Frank Sinatra, Michael Jackson,…

    • “… Totti in tutto il mondo è famoso come Frank Sinatra, Michael Jackson,…”. Si e poi mi sveglio tutto sudato!

    • …il diritto non lo si nega a nessuno e infatti Totti la conferenza l’ha fatta…al pari ho il diritto io (e altri tifosi) di dire che quella conferenza è stata una sceneggiata ridicola contro la Roma…o siamo rei di lesa maestà?…sempre forza Roma

    • ..l’ha fatta la conferenza, nessuno gli ha negato il diritto…come nessuno nega che sia stato un grandissimo calciatore della Roma e non solo… al pari ho il diritto di giudicare quella conferenza una pagliacciata che ha fatto male alla ROMA…non credo sia reato di lesa maestà…sempre forza Roma

  15. Andandosene in quel modo (bacchettando pubblicamente questa società) le ha fatto solo bene, difatti Petrachi ha già invertito la rotta rispetto al somaro che lo ha preceduto.

  16. e un volo in QATAR quando?..dimmi solo dove e quandoo..dammi le coordinate..che arrivo al volo..eh eh

    • Scusami Pulciotto ma il termine “vedova”lo trovo veramente odioso.

  17. Magico 60, NESSUNA lezione di vita, al limite ci permettiamo di inneggiare al ROMANISMO e a rendere onore a chi ha tentato di far grande la ROMA… per gli insegnamenti ci sono pollottiani e cazziali…?

    • …caro Paolo B, probabilmente quando andavo allo stadio a tifare ROMA neanche eri nato…romanismo, onore…lascia perdere, dammi retta, “chi si loda si sbroda”…sempre forza Roma

  18. Giovanni quella voleva essere una battuta? Ritieni di avere spirito? Per me meno di zero come nel romanzo di B.E.Ellis. Hai mai parlato all’estero di Totti? Lo conoscono pure le talpe di Trinidad e Tobago, per alcuni è una sorta di santone dai poteri ipnotici. Probabilmente non hai la più pallida idea dell’argomento, stai tranquillo, vivi nel tuo bel mondo piccino gioia bella va? Che te lo dico a fare, tempo perso, fatte n’gelatino.

    • Beh, una cosa in comune c’è, recentemente ho letto “White” di B.E.Ellis, uscito dopo 9 anni di silenzio letterario, se ti piace l’autore, te lo consiglio.

  19. La cosa più incredibile è che questi tra Pallotta e Totti… scelgono Pallotta!!!
    E c’è chi dice ‘che c’entra Totti con l’As Roma’!!! TOTTI! Praticamente si sentono più rappresentati da uno speculatore americano (che ha candidamente confessato che quando è arrivato qui il calcio gli faceva schifo) di un calciatore che, almeno a me, mi ha fatto gridare di gioia centinaia di volte negli ultimi vent’anni. Fatevi un’analisi di coscienza, così scoprirete la vostra vera natura: laziesi sbagliati.

  20. Paolo B,qui non si tratta di invidia verso una persona che probabilmente a livello economico non potremo mai raggiungere,l’invidia la puoi provare per un tuo pari livello,ma un Totti e’fuori classifica.La cosa che volevo dire e’ che personalmente a me di quello che fa Totti non me ne frega proprio un ca**o,facesse quello che vuole,purtroppo c’e gente che ancora scrive articoli (e libri)su questo personaggio che dopo i sollazzi di quando era giocatore,ci sta ammorbando il sito con le sue storie personali molto poco interessanti,almeno per me,non e’invidia ma rottura di pa**e!

    • Ciao Floki, il regolamento non permette l’invio di messaggi utilizzando nickname differenti. Pertanto da ora in avanti utilizza solo questo (Floki), altrimenti i tuoi commenti non verranno approvati. Grazie e buon proseguimento.

  21. I famosi articoli inutili della Zucchelli.
    Io mi chiedo,per quale azzo di motivo,questa si ostina a continuare a parlare di calcio,quando dovrebbe parlare solo di gossip,visto che e’specializzata in materia.

  22. NESSUNO insulta francesco totti, ne sputa su quello che è stato, ma semplicemente dopo tutto il macello che ha fatto, mi aspettavo che oggi stesse gia lavorando da settimane in una squadra o al coni dove l’amichetto malagò gli ha offerto un ruolo da front man del calcio italiano, proprio quello che faceva il primo anno da dirigente nella roma e che poi non avrebbe piu fatto. La realtà è che è stato altamente INCOERENTE decidendo di lasciare la roma all’alba di una promozione gia piu volte messa in piazza.Uno che in conferenza stampa viene a dirmi che a roma ci sta la montagna ( magari si è sbagliato con i castelli che non è Roma ) non permetto di usare la roma per i propri usi e comodi.

  23. Come diceva qualcuno nella vita ci sono uomini, ominicchi e quacquara’….e lui è ominicchio, e pure rancoroso. Voi pensate pure che se ne sia andato, io credo che gli sia stato fatto capire che era finita la pacchia. Per me, eh?

  24. Hai ragione Fabiano, il termine “vedova” non è proprio il massimo. Però questa pseudo-giornalista che vive scrivendo quotidianamente male della Roma e che continua a illuminarci su tutte le attività dell’ex pupone (che nulla hanno a che fare con la squadra) ad altro non riesce a farmi pensare

    • Ciao Pulciotto,grazie per avermi chiamato Fabiano e per avermi risposto.
      Un saluto

  25. Magico 60, allora non commentare i miei post… (poi… mi parli di lezioni di vita… tu che vuoi darmi lezioni di tifo… e chi si loda? )

    • …sei tu che mi hai chiamato in causa direttamente, rileggi bene…io non do nessuna lezione ma certo non ne prendo da un nick qua sopra e soprattutto da chi usa termini molto sciocchi (pallottiani, cesaroni…) per indicare chi non la pensa come lui…ti saluto…sempre forza Roma

  26. C’è solo l’ AS ROMA 1927, andatene via lanziesi e e juventini..andate a lavorare presso il ristorante de Sparlotta…. aooooh 8 anni de nienteeeeeee!…
    Ancora col club Sparlotta annate in giro!….
    Daje France… Daje Danie Roma s’inchina a voi…..

  27. inutile girarci intorno… i problemi sono due che possiamo sintetizzare cosi…
    se in Russia si trovano in un ristorante Pallotta da un lato e Totti dall’altra un eventuale gruppetto de sportivi e non si raggrupperanno intorno Capitano associando lui all’ASRoma… situazione inaccettabile non solo per i pallottiniboys ma anche per quei radialchic che vorrebbero nel mondo un’immagine del romano che parla 72lingue senza fare battute alla romana e che frequenti solo intellettuali invece del gruppetto de sportivi al ristorante…
    Totti è la ASRoma, il Popolo Romanista già si è espresso!!!

  28. Dark Dog, lui può girare il mondo come gli pare ma non voglio saperlo da articoli di giornali perché non me né fr..a niente. E’ stato un grande ok ora non l’ho è più. Facesse l’uomo qualsiasi.

  29. Disgustato da certe parole (tipo ominicchio) da inquisitori dispensatori di morale verso un uomo libero che ha fatto la nostra storia per 20 anni (Capitano della Roma e massimo calciatore della nostra storia che ha indossato un’unica maglia pur potendo vincere tutto ovunque). Voi siete niente, zeri assoluti senza storia e senza memoria, vorrei osservare le vostre vite per vedere da quale pulpito arriva la predica, non oso immaginare che fetecchie. Grande Capitano, i romanisti ti amano, questi non sono niente.

  30. A me sinceramente poco importa di quello che fara’ Totti. So solo che se fosse stato piu’ umile, riconoscendo i suoi limiti, forse sarebbe stato una risorsa in societa’.Francesco non avendo palesemente doti menageriali, poteva come Bruno Conti essere un buon osservatore e scopritore di talenti, ma il suo ego ha avuto il sopravvento sulle sue reali qualita’.Che vada in pace. Forza Roma.

  31. Ma nemmeno i laziali parlano così male di Totti. Ve meritate 100 anni de Pallotta. Che tifosi indegni che siete

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome