Ranking Uefa, la Roma scavalca il Manchester United e sale al nono posto. L’Italia allunga sull’Inghilterra e sogna la quinta in Champions

28
798

NOTIZIE AS ROMA – Altro passo in avanti della Roma nel ranking Uefa dopo la vittoria sul Feyenoord di ieri sera che è valsa la qualificazione agli ottavi di finale di una competizione europea per il decimo anno consecutivo.

La crescita costante del club giallorosso in campo internazionale è testimoniata dalla classifica stilata dopo l’ultimo turno di coppe: la Roma sale al nono posto scavalcando il blasonato Manchester United.

Gli uomini di De Rossi adesso puntano il Chelsea, che come i Red Devils non giocheranno partite internazionali questa stagione. Un grande risultato se si pensa che 10 anni fa i giallorossi occupavano la 55esima posizione. Questa la classifica aggiornata:

1. Manchester City

2 . Bayern Monaco

3. Real Madrid

4. Paris Saint-Germain

5. Liverpool

6. Inter

7. Lipsia

8. Chelsea

9. Roma

10. Manchester United

Buone notizie anche per quanto riguarda la possibilità di avere 5 squadre nella prossima Champions: l’Italia consolida il primo posto del ranking Uefa con un punteggio complessivo di 15751, allungando anche il divario rispetto all’Inghilterra che resta al terzo posto. Le due federazioni sono separate da 1696 punti. Al secondo posto c’è la Germania che presenta uno score di 14500. A completare la top five sono Francia (13250) e Spagna (13187).

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteRoma-Feyenoord 1-1 (5-3 d.c.r.), i voti dei quotidiani
Articolo successivo“ON AIR!” – CORSI: “Se avesse vinto il Feyenoord sarebbe stato l’ennesimo furto”, CASANO: “Ndicka tre categorie sopra Ibanez”, PRUZZO: “Pellegrini gioca un tempo e poi se ne va”, FOCOLARI: “Lukaku e Dybala sono un problema”

28 Commenti

  1. Interessante il fatto che tra le prime 10 squadre europee solo 2 non giocheranno il prossimo mondiale per club: Lipsia e Roma, ma magari qualcuna molto più in basso nel ranking sì

    • Il ranking è un metodo di attribuzione più meritocratico nel medio lungo periodo, rispetto all’attribuzione.
      Se la Roma non avesse avuto Taylor, in finale, che cosa sarebbe accaduto?

    • Infatti…è uno schifo. Utilizzi il ranking fifa per tutto poi, per determinare i partecipanti ad una competiziuone Fifa importantissima, ti inventi un altro criterio e fai fuori (anche) la Roma… Uefa vergognosa (nuova scuola, i club partecipanti per l’europa li indica l’uefa).

  2. Non ti porti a casa nulla con questa classifica.
    Però una certa soddisfazione la dà. Quando Slot dice che comunque è meglio essere eliminati da una squadra affermata come la Roma, quando Azmoun dice che in Iran seguiva le partite della Roma, insomma, come si suol dire, il blasone c’è.
    Gli Americani hanno fatto tanti errori in questitredici anni, ma il lavoro dal 55esimo posto al 9 del ranking UEFA gli va riconosciuto.

    • (aggiungo anche che sarebbe carino se lo riconoscessero anche in Italia, perché poi se ti ritrovi 5 squadre in Champions, indovina un po’ chi ha tirato la carretta? Però niente, tutti lì a fare i giochini coi piedi alla Juve squalificata…)

    • In realtà un po’ fa. Se l’anno prossimo ci qualifichiamo in Champions’, il quarto posto nel ranking ci garantisce la prima fascia (anche se non so, con la nuova formula, a cosa servirebbe).

    • @Ago il nono posto nel ranking servirebbe moltissimo in quanto saresti una prima fascia e avresti un calendario molto più agevole

  3. Ieri ho guardato la partita sulla Sky tedesca e alla fine han detto che se il prossim’anno il Feyenoord ribecca la Roma fa prima a non presentarsi 🙂

  4. la Roma occupa la QUINTA posizione della graduatoria per la prossima annata insieme al Villarreal con 80 punti e potrebbe staccare gli spagnoli.
    non vorrei che l’arbitraggio di ieri sia una conseguenza di una Roma che da fastidio lì in alto, non sarebbe la prima volta, vero Taylor ?

    • fastidio a chi? In Europa non sanno che esistiamo come club calcistico, senza il nome glorioso di Roma valiamo meno del Parma vincitore di varie competizioni Uefa.

    • rum Ti sei risposto da solo, il glorioso nome che portiamo dà grande visibilità e rischia una volta tradotto anche sul campo sportivo di dover far fare i conti con una squadra che potrebbe dominare in campo nazionale (giusto l’taliota e atavica propensione a impicciare ci potrebbe fermare).
      Non è colpa di chi è nato ai giorni nostri se i predecessori romani hanno insegnato al mondo a vivere.
      Una Roma forte anche sul campo attrarrebbe una miriade di investimenti da parte di coloro che volessero averne pubblicità.
      Il nome di ROMA è conosciuto in ogni angolo di questo globo terraqueo.

    • “In Europa non sanno che esistiamo come club calcistico”

      Ma chi l’ha detto?

      Se vuoi dire che non contiamo nulla come potere, sono anche d’accordo.
      Ma la AS Roma e’ conosciuta in tutto il mondo che segue il calcio.

      Non facciamo sempre tafazzismo gratuito.

    • @doppiorum, guarda che non è colpa nostra se tifi una squadra che si chiama lazzie, conosciuta solo tra Sgurgola e Sora.

  5. Noooo ma noi ce fa schifo sta roba

    noi volemo batte SOLO carpi, frosinone, sassuolo ecc

    perché SOLO cosi’ si “cresce” e un giorno si potrà battere il Real Madrid

    in Finale di Champions nello stadio di PALLOTTO pronto per il 2014…

    • …niente i laziali nei loro siti vanno a caccia dei romanisti infiltrati e volano gli stracci…
      Succede sempre così quando la Roma vince.

    • Semmai sarebbero caciottari (Leerdammer) ma a Di Cagno, cosa hanno fatto sti salmonari con l’Allazie? chiedo per un amico…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome