“ON AIR!” – CORSI: “Se avesse vinto il Feyenoord sarebbe stato l’ennesimo furto”, CASANO: “Ndicka tre categorie sopra Ibanez”, PRUZZO: “Pellegrini gioca un tempo e poi se ne va”, FOCOLARI: “Lukaku e Dybala sono un problema”

30
1275

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Rete Sport): “Il Feyenoord lo abbiamo affrontato quattro volte: dieci anni fa vincemmo nei 180 minuti, due anni fa in finale nella partita secca e abbiamo vinto, l’anno scorso ai supplementari e abbiamo vinto, quest’anno ai rigori e abbiamo vinto… manca solo la monetina, poi il Feyenoord l’abbiamo battuto in tutti i modi…Ma statevene a casa…Noi siamo il Liverpool del Feyenoord…Liverpool che fra l’altro pescheremo oggi…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Ndicka fa il sindaco, non uscirà mai più da questa squadra. Siamo una città bizzarra, sembrava essere arrivato lo scemo del villaggio e invece questo è un gran difensore. Colpa anche dell’allenatore che non lo ha saputo valorizzare nel primo mese dicendo che non era buono per il calcio italiano, gli aveva messo anche sta scimmia addosso…Anche di Rudiger all’esordio dicevano che non era buono a stoppare un pallone, poi abbiamo visto che carriera ha fatto. E ora a giugno c’è anche il concreto rischio che Ndicka se lo vendano…Il sorteggio di oggi? Se c’è un Dio del calcio, dovremmo pescare lo Slavia Praga…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Chi sostiene che abbiamo battuto una squadra di Serie B come il Feyenoord o è poco intelligente o è poco intelligente. Gli olandesi sono stati costruiti per giocare la Champions League… Onore alla Roma e a De Rossi per una serie di cose cose: il gioco, che non c’è per 120 minuti, ma chi non lo vede non è lucido o ci capisce poco di calcio. I cambi, con i giovani che hanno portato una freschezza, e tutti quelli che entrano fanno bene, specialmente Aouar, che io davo per disperso. Ora i calciatori giocano tranquilli per la fiducia dell’allenatore, De Rossi ti rende partecipe e questo significa essere un grande allenatore e io sono orgoglioso di averlo. E forse il presidente deve pensare a rinnovargli il contratto a prescindere dai risultati sportivi che otterrà…”

Fabio Petruzzi (Rete Sport): “De Rossi si sta meritando il rinnovo sul campo. Il ds? Io sono convinto che già ci sia, e che stia già lavorando per la Roma. Qualcuno che ancora non possono annunciare…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “Sposo le parole pronunciate da Pellegrini a fine partita: De Rossi rimarrà qui per tanti anni. Perchè poi alla fine ti guardi intorno e a parte qualche top manager, se devi scendere dal livello di Klopp, non ci sono allenatori migliori di De Rossi, non c’è nessun genio in giro. De Rossi ha avuto un impatto migliore di quello che poteva aspettarsi il più grande ottimista… In una Roma dove è tutto vacante, sarebbe il primo mattoncino da mettere nella costruzione della nuova era… Ndicka? E’ tra categorie più forte Ibanez, ma sta cosa non si poteva dire…e infatti Ibanez sta in Arabia Saudita…”

Mario Corsi (Tele Radio Stereo): “Meno male che è finita così altrimenti sarebbe stata l’ennesima rapina a mano armata, quel rigore su El Shaarawy era clamoroso… Ma vi rendete conto se passavano loro? Sarebbe stato un furto… La partita? Migliori in campo Pellegrini e Svilar, i meno positivi Lukaku e incredibilmente Zalewski…bravissimo sul rigore, ma sulla partita non è mai entrato. Speriamo che il gol gli dia la spinta per tornare quello che era. Su Pellegrini, noi abbiamo detto che era un giocatore molto tecnico, è sicuramente uno dei numeri uno della squadra, specie adesso che manca uno come Lukaku…Ancora non dura 90 minuti, ma accontentiamoci. Ndicka? La vittoria in coppa d’Africa gli ha dato ancora più sicurezza…Tanti criticano questa euforia, ma noi stiamo qua e la Roma sta diventando una squadra che in campo internazionale ci sta…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Ai rigori devi essere lucido più dell’avversario. Quel portiere lì (Svilar, ndr) mi ricordavo di averlo visto giocare in coppa con segnali alterni, ma si vede che ha personalità ed è la nota lieta della serata. La Roma ha giocato un buon primo tempo, e su Pellegrini va aperto un discorso perchè gioca bene un tempo e poi se ne va…A me Pellegrini è piaciuto tanto, ma le partite durano 90 minuti, o anche 120, e se lasci il campo poi la squadra ne risente. Ogni volta ce ne ha una…Paradossalmente della nuova Roma, Dybala e Luaku sono i due più in difficoltà. Io di gran gioco non ne ho visto, sei stato in partita fino al 120esimo e poi ai rigori hai avuto qualcosa in più. La Roma deve trovare continuità nel corso della partita, oltre ai suoi calciatori migliori…”

Furio Focolari (Radio Radio): “La Roma ha vinto una partita difficilissima con un epilogo stupendo… I rigori vanno battuti, guarda caso l’unico che ha sbagliato è Lukaku, non è un caso. Lui e Dybala in questo momento sono un problema invece di essere il valore aggiunto. Dybala sappiamo che è il più forte, ma lo deve dimostrare e spesso si nasconde. Lukaku non so cosa abbia. Ma la Roma ieri ha giocato. E c’era un rigore clamoroso su El Shaarawy. Queste partite lasciano il segno, sono partite difficili. La Roma nel primo supplementare sembrava cotta, poi ha giocato meglio e ha vinto ai rigori per una festa incredibile, perchè l’Olimpico ancora una volta è stato straordinario…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Altro risultato positivo di De Rossi. La Roma tra andata e ritorno meritava di vincere prima, e invece nel finale ha rischiato di perdere perchè era sulle gambe. De Rossi però ha ritardato troppo i cambi ieri. Svilar è stato un tocco magico dell’allenatore, lo ha imposto lui e ieri è stato determinante. La Roma però a un certo punto era troppo sulle gambe: Dybala non correva più, Spinazzola idem…. quando sono entrati Angelino, Baldanzi e Zalewski la squadra ha ripreso freschezza e poteva vincerla. Io penso che De Rossi poteva cambiare prima, ma forse aspettava il colpo dei suoi campioni…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteRanking Uefa, la Roma scavalca il Manchester United e sale al nono posto. L’Italia allunga sull’Inghilterra e sogna la quinta in Champions
Articolo successivoSORTEGGIO EUROPA LEAGUE – La Roma trova il Brighton di De Zerbi negli ottavi di finale. Date e orari dei match

30 Commenti

  1. Ero convinto di questo passaggio ma pensavo di poterla chiuderla prima. Grande entusiasmo ma non è una finale è solo un pass per gli ottavi. Grande Svilar: era tempo che non vedevo parare rigori, poi due addirittura! NDicka una sicurezza.

    • a Budapest Rui l’ha parato il primo di Montiel.
      e fu una grandissima parata, va detto
      ma siccome era già tutto deciso, l’hanno fatto ribattere.

    • Julius, infatti: proprio da quel dettaglio si capì che era una partita tarocca. Aveva ragione Mou: quell’arbitraggio, era figlio delle pressioni dell’AIA su Rosetti, designatore arbitrale UEFA.

      Anche ieri, però, nonostante l’atteggiamento più morbido di DDR e proprietà, sono mancati due rigori e soprattutto c’è stata una gestione. In un preciso momento della partita, abbiamo commesso 5/6 falli e tre ammonizioni. Che è assurdo, statisticamente parlando.

      Detto ciò, quanto gli rode a Guidone Corsi che Pellegrini sta facendo bene? Godo 🙂

  2. Mai una volta che si tengano i piedi per terra. DDR non è Orazio Coclite dopo 6 partite, è un esordiente che ha avuto un ottimo impatto. Non appiccichiamogli addosso etichette o aspettative, va lasciato lavorare in santa pace e a fine stagione si tira una riga e si valuta. Per ora molto bene, ma di Rome che per un pajo di mesi volavano ne abbiamo viste a carrettate. Speriamo che duri.
    Sul rigore io, ragazzi, boh, che volete che vi dica… c’è il VAR apposta per evitare furti come quello del Liverpool con la parata del difensore, lo misero proprio dopo quell’episodio contro la Roma, poi succede una cosa come quella di jeri e uno si domanda perché montare tutta la baracca del VAR, che tanto è inutile.
    C’è il Torino e abbiamo speso tanto, il problema adesso è questo.

    • Beh però non è che non si possa dire che ha avuto un ottimo impatto. Mazzarri, per esempio, ha avuto un impatto disastroso a Napoli.
      Concordo sulla non esaltazione ma riconosciamo anche i meriti. I giocatori si muovono meglio in campo, ogni tanto si trovano pure. Corrono meglio, vedasi Dybala che va oltre i sessanta minuti di gioco, e sprecano meno energie a rincorrere tutto il tempo.
      Vero anche che abbiamo speso tanto, anzi tantissimo.

    • Troppa enfasi, sono d’ accordo. Ovvio che oggi l’ equilibrio non sia la migliore dote del tifoso ma se cominciamo con i “tre categorie sopra” e gli “a parte Klopp non c’è un manager migliore di De Rossi” non andiamo lontano.

    • @h.p.l. sono d’accordo, ma ricorderai anche tu come diverse volte si sia cambiato e tutti correvano per tre mesi, salvo poi tornare alla solita minestra. Spero ardentemente che non sia questo il caso, anche perché che capitasse a DDR mi spiacerebbe il doppio. Adesso tutto bene, tutti belli, Pellegrini che dice che DDR rimarrà a lungo (ma è il Capitano che deve dirlo o il DS? Soliti vizi…), io direi intanto di fare 3 punti Domenica e poi vediamo.
      Però, sì, io non avrei mai e poi mai pensato che Daniele potesse giocarsela in questo modo.

    • Il var c’era anche col Siviglia l’anno scorso, così come a Oporto nel 2019…
      Comunque siamo passati, nonostante i calcioni a Dybala e ammonizioni “ad cacium”…quindi va bene così. Profilo basso e pedalare e vedremo! FRS

  3. La personalità è una caratteristica innata, non te la puoi dare se non ce l’hai.
    Ma la fiducia e l’autostima si possono “allenare” ed è proprio su questo che un bravo allenatore deve lavorare, perché è con queste doti (oltre che con la preparazione atletica e tattica) che le squadre ottengono i risultati.
    Devo purtroppo constatare che la precedente gestione in questo senso ha lavorato molto male, soprattutto quest’anno, deprimendo e demotivando oltremodo il collettivo. Questo aspetto e gli isterismi della panchina sono stati i lati totalmente negativi di Mou.

  4. La partita di ieri ha detto che Roma è una squadra da ricostruire atleticamente, che questo Dybala (ieri marcato duro) può dare una mano solo se fa le cose semplici, che Lukaku sarà utilissimo ma adesso è molto più lento di quello che serve, e che Celik e Aouar non sono riserve all’altezza. Un plauso a El Sharawi che ha corso per 90 minuti, e a Cristante che ha fatto una gara eccezionale e tirato un rigore da campione. A Svilar un grazie.

    • Fatti il televisore nuovo, Aouar ha giocato bene e Celik nei pochi minuti che ha fatto è stato molto più incisivo di Karsdorp, entrando peraltro nel momento in cui la Roma stava declinando a causa della mancanza di preparazione atletica. Poi, stendo un pietoso velo sulla partita eccezionale di Cristante.

    • Non lo ha mai detto, era solamente (come molti di noi del resto) contrario a cambiare allenatore a gennaio. Servono pure i pompieri, perché chi oggi si esalta facilmente si deprime poi altrettanto facilmente nelle difficoltà, è la schizofrenia tipica di molti tifosi.

  5. Secondo me invece la partita è stata tostissima,subito in salita per un rimpallo contro una squadra che sta stradominando il suo campionato e con un fondo atletico che in Italia c’è lo sognamo.Abbiamo avuto la forza di rimontare e quasi di vincerla con la classe dei nostri campioni e tra un rigore non concesso e un pezzo di bravura del loro portiere all’ultimo secondo .Alla fine Zvilar e i rigoristi hanno fatto il resto.Prego astenersi dai voti e dai giudizi sui singoli.Grande squadra,grande vittoria

  6. Stesso rigore di Huijsen al derby di coppa italia. Identico. Da queste parti alla lazio lo danno. Molto contento di come è andata ai rigori, Paredes Cristante Aouar Zalewski (del tutto inaspettatamente) hanno dimostrato di avere gli attributi. E grande Svilar, da Tancredi non ricordavo più nostri portieri che parano i rigori

  7. Dopo Paredes e Spinazzola, anche Aouar sta dimostrando che con la cura DDR e allenarli bene mettendoli in campo in base alle caratteristiche, i calciatori danno una logica calcistica.
    P.S.
    Mai visto Ndika così forte, anche a lui la difesa a 4 funziona meglio, De Rossi mette giocatori in campo in base ai calciatori che ha, non in base al “boh” calcistico.
    FORZA ROMA
    DAJE MISTER DDR!

  8. Comunque ancora i miei complimenti ai tifosi di Mourinho, che per giustificare il vate avevano bollato di pippaggine Pellegrini, Ndicka e molti altri, che con una squadra disposta decentemente in campo fanno vedere quello che sono realmente: ottimi giocatori.

    • Pellegrini è un campione.
      Il problema di questa piazza è l’ignoranza dei suoi tifosi, che appoggiano una radio di Papponi (come aveva detto DDR) ed è completamente lobotomizzata da loro. Soprattutto su “te la do io tokyo”, non aspettano altro che la Roma venga eliminata in coppa per poter dire quanto è più forte Mourinho rispetto a DDR. Avete capito in mano a chi stiamo?

      Il pifferaio magico di Setubal, rimpiangeva Ibanez (!): avete visto lo scempio che sta combinando in Arabia Saudita? E avete visto come è entrato ieri Ndicka? Avete visto che costruzione dal basso aveva la Roma? “non possiamo giocare a 4″…da quando abbiamo messo la difesa a 4, la Roma ha fatto ben cinque punti in più rispetto al girone d’andata in cinque partite. E lunedi potrebbero diventare sette…

  9. È vero che ľ anno scorso ha preso le pizze co la Spal, ma allo stato attuale, tolti Guardiola e Xabi Alonso, non vedo allenatori più forti di Daniele De Rossi. Spero che Liverpool, Bayern e Barcellona non ce lo portino via a giugno. I Friedkin dormono, ma regá se sbrigassero co sto rinnovo pe almeno due, tre anni.
    Danielino sta a fa’ un miracolo calcistico sulle macerie portoghesi.

    Forza Roma!

  10. A focolaro rosiconi sbiadito regionale gufo della malora dybala e lukaku sono un problema per te e tutti i pecorari delle montagne che pensano solo alla roma e non alla loro triste realtà

    • Focolari non ha detto niente di male, anzi… ha fatto i complimenti alla nostra tifoseria perché parlando di olimpico straordinario questo intendeva… e per un laziale non è facile… Il rosicare e dare addosso appartiene al loro identikit di tifoso medio… non uniformiamoci 🙂

  11. SPruzzo ha qualcosa contro la Roma che non e’ giustificabile, si dovrebbe vergognare, porta anche Jella.poi a tutti quelli che fanno commenti non tenendo conto del valore degli avversari gli consiglio di seguire a scelta ( Milan Inter e Atalanta ) escludo la Juve perche’ in europa non trova i favori italiani, ma quelle 3 li Hanno sempre gli stessi Arbitri, un Rumeno; un Tedesco e un greco….ma che sono per caso dipendenti del comune di Milano? nessuno si accorge di queste schifezze, e a noi i Taylor e quel pupazzo de ieri sera, aggiungo che gli olandesi sono una squadra di tutto rispetto, costruita per la Champions, gli avversari vanno sempre rispettati, me racommanno, seguite sepre SPruzzo e Marione, loro si che se ne intendono.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome