Roma a Siviglia, è bivio Europa

58
1382

AS ROMA NEWS – Se in campionato la Roma ha ancora tutte le carte da giocarsi, trovandosi a soli 4 punti da un Napoli che sembra essere diventato imbattibile, in Europa per i giallorossi sembra essere già arrivato il momento della verità.

Il girone C sembrava alla portata dei giallorossi, ma la sconfitta contro il Ludogorets all’esordio ha messo maledettamente in salita il discorso qualificazione, complicato ulteriormente dal ko immeritato contro il Betis di una settimana fa all’Olimpico.

Il primo posto ormai è una chimera, ma anche il secondo è in bilico: tutto o quasi dipenderà dalla partita di questa sera. Una sconfitta significherebbe per la Roma una probabile prematura eliminazione dall’Europa League, con conseguente “retrocessione” in Conference.

Ecco perchè Mou si aspetta una prestazione di livello dai suoi ragazzi. Passando stasera al Benito Villamarin, la Roma vendicherebbe il ko di giovedì scorso e terrebbe ancora aperte le chance di raggiungere i sedicesimi di finale, che varrebbero lo scontro preliminare contro una delle squadre che scenderanno dalla Champions. Con un pareggio invece i giallorossi sarebbero poi costretti a battere Ludogorets (all’Olimpico) e Helsinki (in Finlandia) per qualificarsi come seconda.

Insomma, il girone è ormai complicato, e la Roma dovrà correre veloce nelle prossime tre partite se non vuole rischiare di giocarsi di nuovo la Conference League già vinta un anno fa. L’alternativa? Arrivare quarti e dire subito addio all’Europa e alle fatiche che comporta, per concentrarsi unicamente sul campionato. Un’ipotesi estrema che (per il momento) Mou non vuole nemmeno considerare.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

 

Articolo precedenteMOURINHO: “Serve più disciplina nel nostro gioco. Abraham? Prima o poi una squadra pagherà la nostra frustrazione…” (VIDEO)
Articolo successivoMou punta sull’attacco pesante per battere il Betis

58 Commenti

    • Concordo con aurelio, ai sedicesimi ce sderenano, tanto vale puntare sul campionato viste le condizioni delle altre pretendenti. Peccato per gli introiti però, quelli ci avrebbero fatto comodo, il lato positivo è che abbiamo speso poco nel mercato estivo. E si vede.

    • Premesso che difficilmente la squadra “sceglierà” di non qualificarsi e quindi giocherà al massimo delle possibilità stasera per cercare di vincere, la convenienza a scendere in conference non è campata in aria.
      E’ vero che l’abbiamo già vinta ma è senza dubbio un trofeo alla portata, mentre l’europa league ha forse al momento un’asticella troppo alta per noi. A meno che il puzzle composto da Pinto non vada a dama, è cioè rientrino a pieno regime gli acquisti fatti in estate per potenziare la rosa, cosa al momento difficile da ipotizzare visti i forfait pesanti di Dybala e Gini ed il rendimento non convincente di Belotti e Zaniolo.
      Venendo alla partita di stasera paradossalmente credo che l’assenza della joja forse torni utile per vedere una squadra più equilibrata a centrocampo. Vedremo.
      Forza Roma.

    • Ao ma state scherzando? Sta mentalità maledetta dello scegliersi i tornei da giocare a Dicembre è nella cultura di squadre luride come lazio e napoli. Io voglio almeno i sedicesimi di EL, se non ci dovessimo riuscire (grattata) rivoglio la coppa, ma non scherziamo

    • Mentalità da perdente stile Lazio Napoli noi siamo l’unica squadra in italia che le coppe le onora e noi dobbiamo continuare così

    • Il discorso non è tanto quello che pensiamo noi tifosi o di quello che vogliamo, ma quello che passa per la testa dei giocatori. A gente che già di base guadagna tantissimo, “lavorare” meno e percepire lo stipendio base, abbasta e avanza. Mettetevi nella testa di certi nostri giocatori, magari freschi di contratto: perché devo giocare una partita ogni 3 giorni? perché devo rischiare l’infortunio? perché devo andare a finire di giocare con lo United o l’Arsenal e prendere 7 sberle e fare la figuraccia? per la maglia? per la curva? per quelli che scrivono su questo forum? ma de che… alcuni di questi nemmeno giocano il mondiale e non devono dimostrare niente a nessuno. Vedi i vari Spinazzola, Mancini, Zaniolo, Smalling e tutti quelli fuori dalla nazionale. So finiti i tempi di De Rossi che stava sempre sul pezzo.

    • io a rivince la conference ci metterei la firma ora magari.
      ma considerando che ci sono squadre del calibro come villareal e west ham la vedo difficile pure quella.

    • Scusa tanto leo ma quale sarebbe il calibro del Villareal e del West Ham ? Il Villareal l’anno scorso è arrivato 7° ed ora è 9°, il West Ham l’anno scorso è arrivato 7° ed ora è 13°.
      Hai Lo Special, Dybala (per la Conference tornerebbe) Belotti Matic Wijnaldum Zaniolo e devi avere paura di quelle due squadrette ?

    • sperare di uscire da una competizione europea è di una tristezza infinita.
      Mou, ma qualsiasi professionista, sputerebbe l’anima per vincere anche il torneo al mare !
      ❤️🧡💛👊

  1. Non illudiamoci troppo con “siamo solo a 4 punti dal napoli” che in QUESTO MOMENTO la classifica non rispecchia ancora (napoli escluso) i veri valori delle squadre… i prossimi 3 incontri (a partire da stasera) ci diranno se questa è una squadra composta da giocatori con attributi o da mammolette e io, ATTUALMENTE, propendo (PURTROPPO) per la seconda opzione… mi auguro soltanto che il mister possa trasmettere almeno un animo INDOMITO visto che di calcio “champagne” avvolgente e “opprimenre” non se ne potrà mai vedere…

    • per calcio avvolgente e opprimente chiedere a Spalletti che con la Roma (inferiore di molto al’inter) fece “na capa tanta” a Mou. temo che quest’anno avrà le sue personali vendette.

    • 4 punti sono pochi, è una vittoria nostra e una sconfitta loro in pratica e siamo solo a ottobre.
      Semmai è il numero di squadre coinvolte a rendere difficile il cammino champion.
      Però con una classifica così corta e che difficilmente secondo me si allungherà nel prosieguo sono tutti in corsa in pratica.

    • Spalletti rimane a rischio…durata batterie. Nella passata stagione perse tanti giocatori nella fase centrale della stagione tra Coppa d’Africa e covid e pagò pegno.
      Fu però capace di recuperare il terreno sulle prime, per poi perdersi di nuovo in un bicchier d’acqua sul più bello.
      Certo, dai e dai, in un torneo dove non ci sono schiacciasassi, alla fine potrebbe pure fare centro. Se l’ha fatto Pioli non si capisce perché si dovrebbe escludere che lo faccia lui.
      Io non ho alcun malanimo nei suoi confronti, per cui, esclusa ovviamente una nostra possibilità di vittoria, credo pure che se lo meriterebbe, a coronamento di una carriera dove forse, anzi, senza forse, ha raccolto meno di quanto abbia seminato.

  2. Per chi non lo sapesse… Betis è il nome latino del fiume Guadalquivir, che attraversa Siviglia.
    I poveri andalusi, nel loro stesso nome portano la grandezza di ROMA e, probabilmente, nemmeno lo sanno…
    Avanti ROMA, avanti Curva Sud. U⚡R

    • Cavolo, non lo sapevo… comunque vicinissima a Siviglia (che è bellissima…) c’è la cittadina Romana (Italica: ho visitato l’Anfiteatro…) dove sono nati sia Adriano che Traiano: insomma lì si nasce all’ombra del Cupolone 😉…

      …speriamo bene, ciao K 😊.

  3. Non ci sono scusanti per non arrivare almeno secondi nel girone e giocarsi lo spareggio con una delle scese dalla Champions.
    Due anni fa vincemmo il girone con una squadra che aveva in rosa gente come Fazio, Santon, Bruno Peres, Diawara, Villar, Borja Mayoral, Carles Peres.
    Ah, c’era anche un reietto Juan Jesus che ieri sera ho visto giocare al fianco di Kiminkiaè in una squadra che sta dominando il suo girone di Champions con Liverpool e Ajax.
    Quali potrebbero essere le attenuanti per farsi sbattere fuori da Ludogorets o Helsinki?

    • attenuante eventuale: a siviglia non si è potuto cantare “roma roma roma” e quelli che c’erano lo hanno stonato

    • Vale’, attenuanti infatti nun ce ne stanno, solo che la squadra è “schizofrenica” nelle prestazioni e nei risultati, perciò te poi aspetta” de tutto, dalla prestazione altisonante alle 4 suatte di udine…. ma dimmi, piuttosto… secondo te, un tifoso, po’ sta sereno quanno ce sta n campo uno come vina? Vabbè che poi a’ corpa è sempre de Zaniolo perché nun ffa MAI go’ (che poi… domanda: ma Zaniolo è centravanti????) o de Mourinho che prende a ufo 7 e mezzo senza da’ n giogo alla sguadra, però, quanno che perdemo, nun damo a’ corpa sempre al centravanti, all ala e al mister che così semo bboni tutti… e te l ho detto in maniera colorita e folkloristica apposta perché sto refrain ada cambia’ perché ce lo sapemo a memoria…

    • Allo stesso modo in cui uno non dovrebbe stare tranquillo quando in campo c’è Juan Jesus, Pa’.
      Eppure non mi sembra che un appestato come tale consideravamo il buon JJ abbia impedito al Napule di liquidare l’Ajax. O mo’ volemo di’ che è bono?
      Nessuno c’ha una squadra perfetta, incluse quelle che ci stanno sopra. Tutte hanno infortuni e grattacapi. Non deve essere un alibi.
      Perché ti ho elencato più sopra chi avevamo in rosa due anni fa e mi sembra che lo standard di quest’anno sia senz’altro più elevato. Vina, per quanto scarso, non è peggio di Santon.
      Poi certo, quando uno sente sempre piangere miseria, po’ esse che alla fine se convince…

  4. E se Mou stesse considerando di arrivare secondi in questo girone per affrontare una che scende dalla CL e fargli il ciulo? Lo avete considerato Voi tifosi di poca fede? Certo che no!….La fortuna di avere in panchina lo Special One e non Itagliano come qualcuno avrebbe sperato

    • @Forza Roma tu tifosottone bla bla bla

      con quello che costa : utilizzare le fette di prosciutto per mangiarle evitando di metterle davanti agli occhi

    • Da astemio che sono,a differenza vostra🥴,il bicchiere lo vedo sempre mezzo pieno…come lo è stato al girone della Conference,forza Mou forza Roma💪

  5. Previsioni impossbili ma tutto possibile stasera, chiunque giochi basta che almeno 6 giocatori su 11 giochino al loro livello ottimale e li battiamo! Fino ad ora ne abbiamo avuti 3 o 4 al massimo a questo livello per partita.

  6. Sinceramente continuo ad avere dubbi ( e non credo di essere il solo) sui “soliti” 2 centrocampisti monopasso. A Siviglia sarà battaglia e quelli ( i sivigliani,ovvio) corrono come ossessi….Sulle palle alte possiamo avere la meglio,ma lì in quella zona di campo si gioca di solito palla a terra , e quelli la sanno far girare anche velocemente. Calcoliamo che giocheremo in una bolgia….Insomma ,la vedo difficile ,ma voglio essere ottimista. Almeno una volta tanto qualcuno da lassù ci protegga e la fortuna ci assista.

  7. Mou nel dopo gara contro il Lecce ha affermato che la squadra è stanca.
    Sinora il tecnico più per scelta che perché obbligato, ha fatto un turnover limitatissimo.
    Stavolta sono certo che vedremo delle novità.
    Il problema è che non si può poi pretendere la prestazione da chi ha giocato in stagione solo pochi minuti.

    Ho riportato sotto i minuti giocati sinora nelle 9 gare di campionato e nelle 3 di EL (totale 1080’ ) da chi potrebbe far rifiatare i soliti stakanovisti:
    – Elsha 127’
    – Vina 91’
    – Camara 70’
    – Shomurodov 60’
    – Bove 56’
    – Kumbulla 43’

    Se il turnover è stato limitato è difficile trovare giustificazioni solo negli infortuni o nel fatto che i giocatori sono nuovi (il solo Camara in realtà).
    Pertanto per il problema della stanchezza della squadra denunciato da Mou avrei gradito un po’ di autocritica da parte del tecnico.

    • io stasera mi aspetto novita’ e sono abbastanza ottimista
      La condizione e’ di vedere un centrocampo a tre e di vedere la linea difensiva fuori dall’area
      Poi in avanti abbiamo comunque gente che ha sempre segnato e che non puo’ aver disimparato

      Il minutaggio e’ uno scandalo , ma credo che Mourinho se ne stia accorgendo
      E’ fatto pero’ cosi e non lo cambi ora che e’ vecchio . I 5 cambi hanno fatto maggiormente emergere questa sua propensione a giocare con un numero ristretto
      Michi , l’anno scorso , ha finito il campionato stremato, Dybala era un infortunio annunciato tanto che e’ avvenuto da fermo

  8. Ecco l’ennesima giornata in cui si dice che la Roma è ad un bivio, che è arrivato il momento della verità o se siamo pronti al salto di qualità.
    Quindi aspettiamo il tardo pomeriggio per chiarirci le idee…o no?

    p.s. per Gaetano, ieri ennesima partita fortunata per il Napoli…ammazza che ciulo il pelatone!

  9. Non so cosa aspettarmi francamente, questa Roma è ancora poco affidabile, più l’atavica tendenza a farsi del male da sola. Ad ogni modo mi rifiuto di pensare che dietro la partita di stasera ci siano calcoli tipo tornare in conference ecc., questa mentalità appartiene alla terza squadra di Roma. Bisogna giocare per vincere, poi si vede alla fine.

  10. Non è vero che la Roma è fuori se perde. Se oggi il ludogrets vince e la Roma perde avranno 7 e 3 punti. Se la Roma vince le restanti partite arriva a 9 e in questo caso per passare il ludogrets dovrà battere il Betis.

  11. Ma i simpaticoni che criticano Mou per il jokoooo facevano altrettanto con Ranieri? Perchè non me pare che Ranieri giocasse alla Spalletto o alla Guardiola. La malafede, brutta bestia

    • L’intelligentone mica se mostra, mica tira fuori no straccio d’argomentazione…se limita a mette i -1

    • Io sono uno di quelli a cui non piace il gioco di Ranieri quanto quello di Mourinho per il semplice fatto che quando guardo una partita oltre che tifare mi vorrei pure divertire insomma. Dalla vita non si può avere tutto…

    • Avoja, ne ricordo tante dette a Ranieri. Ovviamente più nell’anno successivo che portò alle sue dimissioni che in quello del secondo posto.
      Così come ne ricordo tante dette a tutti, da Herrera e Scopigno, i primi che lontanamente ricordo, passando per Giagnoni, fino ai vincenti Liedholm e Capello.
      Giochisti o non giochisti, nessuno si è salvato completamente dalla lente di ingrandimento popolare.
      Mio padre considerava Liedholm un pazzo scatenato all’inizio, mentre io, nel mio entusiasmo giovanile di allora, lo vedevo come un genio.
      Si è discusso di tutti, si può fare anche con Mourinho, non è lesa maestà. Né significa che uno voglia la sua capoccia.

    • Io non dico che Mourino non si debba discutere se sembra che faccia scelte sbagliate, e quindi essre perplessi in modo circostanziato. Dico e ripeto che la cosa ridicola è leggere qui e altrove sui social proclami di stroncatura fatti parlando complessivamente di quello che ha fatto e di quello che sta facendo, leggere che sia un bollito, che non ci capisca nulla quando si parla di un allenatore che ha vinto tantissimo e che non sempre quando lo ha fatto aveva la squadra più forte, vedi Champions col Porto o Champions con l’Inter. Mi sembra di esser stato chiaro, ma evidentemente per chi è in malafede è più comodo fare le orecchie da mercante.

    • Vabè ma bisogna sempre diffidare di chi parla per assoluti, in un senso o nell’altro. Ovviamente ognuno, dal proprio punto di vista, vorrebbe che le cose andassero come spera. Io a Mou non rimprovero tanto l’assenza di gioco perchè quell’aspetto dell’allenatore lo si conosceva già, non mi piace ma Mou è questo. A me non piacciono i pianti (anche se tattici) e le continue scusanti su rosa ecc ecc…

    • Si ma noi non siamo nè il Porto nè l’Inter, le stroncature di cui tu parli si riferiscono al gioco di Mourinho oggi nella A.S. Roma non alle decine di anni fà.
      Poi comunque c’è chi lo vuole Santo a prescindere….mala….fede….

    • Boh, io non ricordo tutti sti “è bollito”, “non ci capisce niente”. Qualcosa ci sarà pure stato ma è merce rarissima.
      Magari invece leggo (o scrivo): “Perché insistere su Matic e Cristante?” “Perché abbiamo preso Camara?” “Perché abbiamo tenuto Bove?”
      Le repliche in genere spaziano da un “pensi di saperne più di Mourinho?”, “sei della lazio”, “sei un nostalgico di Pallotta”, a epiteti ben più coloriti che arrivano sulla soglia dell’intimidazione e dello stalking.
      Tutte cose che francamente non mi sembra di ricordare nella mia cinquantennale storia di tifoso della Roma, se non forse quando ci si divise ferocemente sull’arrivo di Manfredonia e qualche volta si arrivò pure allo scontro fisico.

    • @Franco 65 o della coppetta dei settimi classificati, te me sa che qui dentro sei tra gli ultimi che può parlare della malafede degli altri

      @UB40 ai tempi de Manfredonia ballotta ancora non lo conoscevamo, e adesso se vogliamo fare orecchie da mercante su quello che i vari Mourinho e Tiago Pinto rappresentano, cioè i simboli della nuova proprietà, allora alzo le mani.
      Tra l’altro quelli che guarda caso difendevano a spada tratta il bostoniano sui social io me li ricordo molto bene, e se uno va a vedere spessissimo proprio loro sono quelli che quando le cosa vann male spuntano immancabilmente coi loro “Mourinho via subito”, “Tiago Finto” e “Abraham Zaniolo via subito” “Belotti non è capace” e così via

  12. Ieri fastidioso il suo riferimento a società ricche e povere e noi in mezzo.
    La realtà è ben diversa.
    In serie A siamo tra i TOP come monte ingaggi, sicuramente inferiori alla Juventus che stà facendo pena ma non inferiori al Napoli che stà dettando legge.
    In Europa siamo in una competizione dove al momento ci sono 2 club più ricchi e non sono nel nostro girone.
    E’ un discorso che potrebbe fare Spalletti in europa, ed invece ha asfaltato il Liverpool.
    Basta!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome