Roma, allarme cartellini: già 26. Ci sarà un codice di comportamento

8
4

NOTIZIE ROMA CALCIO – Sono ventisei i cartellini gialli rimediati dalla Roma dall’inizio della stagione, dopo nove partite giocate quasi tre ogni novanta minuti. Due dei quali hanno portato all’espulsione di Mancini nel finale della partita contro il Bologna.

Ventisei ammonizioni, alle quali vanno aggiunte le espulsioni di Fonseca e del suo preparatore atletico Nuno Romano. Il giocatore più preso di mira dagli arbitri è Zaniolo, con quattro sanzioni, seguono Florenzi e Pellegrini con tre.

Ora bisognerà correre ai ripari, con un codice di comportamento da far rispettare nello spogliatoio, per non penalizzare ulteriormente la squadra, già alle prese con molte assenze dovute agli infortuni.

(Corriere dello Sport)

8 Commenti

  1. Ma di cosa parla la Gazzetta!? ?

    A questo aggiungerei un salata multa all’improvvido Diawara, reo di aver preso a polpacciate i teneri tacchetti del povero Cigarini.

  2. Madonna Santa,sembra quasi che il corriere di Zazzaroni si preoccupi per noi.
    Mica scrive che più della metà di questi cartellini sono inesistenti, e il resto sono dovuti a proteste, per i diversi metri di giudizio degli arbitri? Nooo e’il comportamento dei giocatori, cattivi,cattivoni..
    ZANIOLO lo massacrano in campo, ma come appena starnutisce ecco subito il giallo.
    Miserabili. Vergognosi
    Ah,non devo scrivere cosi,se no sono piagnone, invece PALLOTTA vattene ehhh alta classe…

  3. Tranne alcuni cartellini a Zaniolo e uno a Kluivert, francamente evitabili, il resto sono da ascrivere a normali falli di gioco, ma alcuni molto esagerati. Diciamo che almeno 5-6 sono opera degli arbitri.

  4. Io penso pure di piu’,tipo 13/14 inesistenti. 6/7 per protesta. E forse solo 4/5 erano gialli
    Ma posso fare una domanda? Ma Kolarov nel derby,non subisce lo stesso fallo di Pisacane ? No perche’nessuno mi risponde..ehhnel derby tutti zitti,tutto a posto..eh certo la Lazio ha perso 7345,5 pali..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome