Roma, altro grattacapo: possibile sanzione per i cori contro Joao Pedro

31
23

ULTIME NEWS AS ROMA – Una gatta da pelare dietro l’altra per la Roma, che dopo il caos scaturito dal post-partita di Roma-Cagliari ora deve anche temere una possibile sanzione per quanto accaduto sugli spalti durante la gara contro i sardi.

Stando a quanto scrive l’edizione odierna de “Il Tempo” (F. Biafora), durante il primo tempo, in occasione del rigore tirato da Joao Pedro, uno degli ispettori federali ha dichiarato di aver percepito degli ululati razzisti nei confronti dell’attaccante del Cagliari.

Questa tesi però non è stata confermata dall’altro ispettore presente all’Olimpico, che nel referto ha parlato solo di fischi. Anche lo stesso Joao Pedro ha confermato di non aver percepito nessun insulto di tipo razzista. La Roma rischia comunque una sanzione.

Fonte: Il Tempo

31 Commenti

  1. Siamo veramente nel teatro dell’assurdo, oltre la soglia del ridicolo.

    Se fischi un giocatore avversario, se è nero, per qualcuno diventa “razzismo”.

    • Per carità non mi piace vantarmi però ricordate cosa avevo detto? Aspettiamoci delle reazioni ed infatti: Prima l’attacco fondato sul nulla Un bieco tentativo di sputtanare Petrachi
      Ora questo – ululati razzisti nei confronti dell’attaccante del Cagliari Quando poi in realtà, chi è stato allo Stadio mi ha riferito che erano semplicemente fischi indirizzati all’arbitro per come stava dirigendo la partita Tanto è che l’arbitro tale episodio neppure l’ha riportato!
      Stanno gettando “insinuazioni e veleno” una continuazione.
      Datimi retta Siamo solo agli inizi Copione già visto….
      Il peggio deve ancora arrivare…

    • A proposito di teatro…

      l’ululato a fine spettacolo, rivolto ad una compagnia teatrale in cui è presente almeno un attore di colore, è da intendersi ancora una forma di disappunto per la performance andata in scena o semplicemente del becero razzismo espresso dagli spettatori paganti?

      In fondo, il teatro è anch’esso uno spettacolo con tanto di platea…

      Vorrei tanto che mi rispondessero certi ipocriti moralisti in Federazione come Lotito che non reputa “normali” delle persone di colore… e tutti i suoi compari di malefatte, ovviamente!

  2. Io vorrei capì l’utilità de sto tipo de articoli… tanto pè tasse male da soli… poi dici che Sensi e Totti non c’avevano ragione sulla schifosa stampa romana…

  3. Noo la stampa non c’entra nulla …ma che dici?
    Se ci sta pure MARIONE che va dicendo in giro,che sta società e’protetta dalla stampa in generale.
    L’atteggiamento di Joao Pippa,e”stato vergognoso, e la gente lo ha fischiato,non insultato ma fischiato.
    Stesso trattamento riservato a MERTENS,quando fece la mossa del cane che fa pipi sulla bandierina. Solo che allora tutti zitti,tutto a posto. Qui veramente stiamo dando i numeri, i Buuu sono da condannare, gli insulti razzisti sono condannare,gli insulti sessisti soni sa condannare. D’accordo al 100% segue..

  4. Ma qui stiamo all’assurdo totale. Come sto articolo. Che non e’fatto,cosi per caso, e’fatto apposta per far passare la Roma e i suoi vertici,come una manica di cretini ogni cosa che succede sembra la fine del Mondo, come ora gli infortuni. Pellegrini,DIAWARA e DZEKO sono vittime di interventi criminali, pero’lo colpa la danno a PALLOTTA..

  5. Roma, altro grattacapo: possibile sanzione per i cori a favore di Nainggolan! tanto ormai vale tutto. Che brutta fine che ha fatto il Tempo!

  6. Pare che la roma sia sotto mira …ormai non ci sono più dubbi…anche i pseudo fischi diventano fischi razzisti…poi ci sono società e presidenti di società che fanno razzismo,ma tutto diventa normale.Complimenti…ma mi piacerebbe sapere quando qualcuno si guarda allo specchio cosa pensa di se stesso……che tristezza

  7. Questa storia dei presunti “ululati razzisti” contro Joao Pedro mi sembra che si smonti da sola, visto che né l’altro ispettore federale presente all’Olimpico né lo stesso giocatore cagliaritano li hanno sentiti… boh?!? Piuttosto vorrei chiedere a chi ne sa più di me se è stata abolita la regola che impone ai giocatori di non fermarsi durante la rincorsa nei calci di rigore: a me sembra che Joao Pedro si sia arrestato e poi abbia ripreso a correre verso il pallone posizionato sul dischetto. Ma probabilmente sbaglio io, dal momento che non mi sembra di aver sentito o letto niente in proposito.

  8. Stanno esagerando con sta manfrina del razzismo… gli italiani e soprattutto napoletani e romani a Bergamo, a torino e Verona prendono insulti irripetibili e non sente mai nulla nessuno.

  9. Allora, Joao Pedro è stato subissato di fischi prima e durante l’esecuzione del rigore.
    Dopo aver segnato, si è rivolto verso la curva in modo palesemente provocatorio. A quel punto i fischi sono aumentati, conditi da una meritatissima dose di insulti.
    Visto l’epilogo dell’incontro, credo che ci siamo andati troppo leggeri.
    Sanzione? Sticaxxi.

    • E’ proprio così e, tra l’altro, nessun verso razzista: fischi assordanti ed insulti di vario genere, aumentati perché il prode si attardava proprio sotto la curva (poi, in tv, ho visto che si era fermato davanti ad una telecamera). Siamo veramente all’assurdo (se è vero e non si tratta della solita melma spalmata dai giornalai)!

  10. Tira un’ aria strana intorno alla Roma, tanto che, parafrasando Kit Carson, “puzza di bruciato lontano un miglio”. Pare siano iniziate le grandi manovre per spingere gli investitori del gruppo americano a chiedere il conto a Pallotta, visto lo stallo per lo Stadio. Chi c’è in agguato (tanto per rimanere in tema Tex Willer)? Scorpioni, coyote, avvoltoi, serpenti e serpentelli, oppure vipere e “viperette”?
    Prepariamoci a vederne delle belle.

  11. Ecco, se i tifosi avessero gridato che Joao Pedro “non ha la pelle normale” adesso non rischieremmo alcuna sanzione.

  12. Di fronte ai fessacchiotti finto-forti che non hanno capito che i Buhh (finalizzati ad innervosire attraverso un evidente riferimento a ragioni di razza e provenienza, mediante una ostentata connessione tra il colore della pelle e le scimmie della savana) sono vietati negli stadi ci sono poche Spy stories che tengono: esiste la responsabilità oggettiva e la Roma risponde in termini sanzionatori per i gerghi tribali di questi individui sedicenti tifosi che antepongono il proprio ego alla Roma (che danneggiano economicamente sapendo di danneggiare). Dipendesse da me uno stadio non lo vedrebbero dal vivo manco tra 50 anni.

    • Hai perfettamente ragione e sono d’accordo, in generale. Nel caso specifico, però, ‘buuuu’ non ce ne sono stati o comunque non sono stati percepiti (ero in tevere, lato sud).

  13. Dark Dog ero, come sempre, allo stadio. Nessun ululato o buuu al giocatore de Cagliari. Dopo il tiro è sembrato rivolgersi provocatoriamente alla curva, invece parlava ad una telecamera, quindi sono aumentati urla e fischi nei suoi riguardi.
    Che questa storia del razzismo venga utilizzata strumentalmente è un fatto evidente, altrimenti alcuni stadi dovrebbero essere chiusi definitivamente.

  14. Realista non lo metto in dubbio (non conosco la situazione specifica della partita con il Cagliari), io parlavo in generale, la civiltà (e la tifoseria in genere) sarà migliore quando saranno purgati razzisti, trogloditi e fessacchiotti, in Siberia starebbero benissimo e forse anche meglio nella savana (luogo congeniale solo a loro e non ad altri bersaglio dei loro ululati).

  15. Altra trovata del palazzo governato da ipocriti moralisti di m.rda come Lotito!

    Anche se ci fosse stato un ululato durante il penalty, l’ovvia intenzione del pubblico sarebbe stata di fare pressione psicologica sul calciatore avversario in modo da indurlo ad un eventuale errore. In Inghilterra, ad esempio, l’ululato rivolto ai calciatori delle squadre avversarie è all’ordine del giorno. Lì, il pubblico non fischia, ulula a CHIUNQUE.

    È razzismo invece, quando in un’azione di gioco, i fischi rivolti all’avversario in possesso della palla si trasformano in ululati non appena si effettui un passaggio ad un compagno di colore. Ma in occasione di tutti quei palloni toccati da J. Pedro PRIMA del rigore, non si è mai alzato il benché minimo ululato dalle tribune!!!

    Buffoni!

    • @Memore del Passato: Concordo!
      Lancio una piccola provocazione Ripeto: Stando a ciò che mi è stato riferito da chi è andato allo Stadio resto convinto di nò Ma mettiamo putacaso che (che) avessero fischiato ma a nessuno di costoro è venuto in mente (come detto da te e da altri sul Forum) che potevano essere fischi diretti al giocatore per farlo innervosire nell’istante in cui tirava il rigore oppure per la palese e mancata manfrina che stava facendo in quel momento? Nò! Però poi non sento nessuno lamentarsi dei saluti fascisti da parte dei scazziesi presenti in Curva Nord, con tanto di referto arbitrale Al contrario, dp l’ennesima bastardata arbitrale ecco che “caso strano”
      ci dipingono come Razzisti e Sessisti Se non è ipocrisia questa come la si vuol chiamare…

      • Ciao *El Flaco*,
        dei saluti fascisti mi lamento quanto te su questo sito e da diversi anni… Ultimamente ho fatto persino presente a qualcuno che il diavolo razzista, purtroppo, è PROPRIO così orribile come lo si è dipinto da una novantina di anni ad oggi in Italia, esponendogli fatti incontrovertibili.
        Ora però è il momento che i dirigenti romanisti agiscano entrando nel “palazzo” per cacciare Lotito dalla stanza dei bottoni… o sarà sempre peggio…
        Un saluto.

  16. “La Roma rischia comunque una sanzione.” Cioè rega sta frase dice tutto… Nun se po’ senti… Ahahahah vi giuro me fanno morì
    sempre più orgoglioso di tifare Roma. Contro tutto e tutti siamo immensi.

    CHI TIFA ROMA NON PERDE MAI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome