Roma, lo striscione dei Fedayn rubato dai mercenari Wagner

0
3078

NOTIZIE AS ROMA – Ci sarebbero addirittura i mercenari di Wagner, gruppo di assalto legato alle forze separatiste russe, dietro al furto dello striscione dei Fedayn dello scorso 4 febbraio.

Lo rivela l’edizione odierna de Il Messaggero (A. Marani): la pista degli inquirenti è che all’assalto ultrà allo storico gruppo giallorosso con tanto di botte e furto dello stendardo abbiano partecipato i mercenari serbi combattenti in Ucraina, e che abbiano sfruttato una licenza dal campo di battaglia per farsi letteralmente un giro in Italia con tappa nella Capitale e partecipare a ben altre guerriglie, quelle tra tifoserie calcistiche.

Le tracce ripercorse a ritroso dalla Digos italiana, infatti, portano fino a un’agenzia di viaggi del Donbass dove sono stati emessi e acquistati cinque biglietti aerei con destinazione il Bel Paese abbinati ad altrettanti nominativi tra quelli registrati negli alberghi di Milano e Bologna che hanno ospitato gli ultrà della Stella Rossa Belgrado arrivati (in tutta sordina) in Italia per assistere alle partite di basket.

Fonte: Il Messaggero

Articolo precedentePELLEGRINI: “In una grande battaglia bisogna restare uniti, ed è quello che abbiamo fatto. Derby? Momento perfetto per giocarlo”
Articolo successivoReal Sociedad-Roma 0-0, i voti dei quotidiani