Roma, pista inglese: offerto Calvert-Lewin per l’attacco

48
2864

AS ROMA NEWS – In attesa del sì per Scamacca, intorno alla Roma continuano ad orbitare nomi e soluzioni per il reparto avanzato. L’ultimo cenravanti ad essere stato proposto a Tiago Pinto, scrive l’edizione odierna del Corriere dello Sport, è e Dominic Calvert-Lewin, attaccante dell’Everton proposto nelle ultime ore a Tiago Pinto.

Il centravanti inglese, 26 anni e 189 centimetri d’altezza, nelle ultime due stagioni non ha avuto fortuna, con appena 28 presenze e sei gol realizzati (uno solo nell’ultimo campionato di Premier).

La sua miglior stagione della carriera risale a tre anni fa quando Carlo Ancelotti guidava l’Everton: con lui 21 gol in 39 partite, 36 reti nelle due stagioni con il tecnico italiano, poi un’involuzione legata a quella della squadra e a tanti infortuni (muscolari e traumatici) che lo hanno penalizzato. È stato proposto, il ragazzo ha voglia di riscatto ma andrà valutata l’operazione anche per i costi.

L’affare dovrà essere sempre a costo zero, almeno con un prestito con diritto di riscatto. L’Everton potrebbe essere propenso per cercare o di rivalutarlo oppure di lasciarlo partire definitivamente tra una stagione. Di certo Calvert-Lewin sarebbe ben felice di accasarsi alla Roma di Mourinho. Meno contento sarebbe il tecnico, che continua a mandare messaggi e a chiedere Alvaro Morata, ma si accontenterebbe anche di Gianluca Scamacca.

Fonte: Corriere dello Sport

Articolo precedenteIn arrivo Guerrero, partirà con la Primavera. Per Ibanez si riapre la pista Tottenham
Articolo successivoAOUAR: “Voglio fare grandi cose alla Roma. Io e Pellegrini in concorrenza? Quelli bravi devono giocare insieme”

48 Commenti

  1. Cazzata del giorno. Sempre peggio questo giornaletto da 2 spicci per me arriva qualcuno dopo aver venduto ibanez e non sono i nomi che dite voi

    • Si concordo, è una bufala, poi pure se fosse che ci facciamo…questo appena lo tocchi se fa male… Non sappiamo neanche se va via Ibanez, N’ Dicka va per la Coppa d’ Africa, Kumbulla ancora è infortunato, chi ci resta a sx? Io manderei via Spinazzola e Karsdorp e sommando i soldi anche degli esuberi si fa mercato serio, di qualità… Intanto, l’ importante è una punta vera…💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

    • E stiamo a 22 . Quancuno conosce il numero esatto quando i giornalisti spazzatura si fermano ? O vanno avanti ad oltranza fino al 31 agosto…. Per capire

    • paolo meglio dello 0 del Gallo!🤣🤣 comunque penso sia l’ennesimo tentativo di consumare inchiostro

    • Egregio Cocco, Ti ricordo che il Gallo Belotti riceveva applausi dal pubblico sia quando entrava a partita iniziata, sia quando usciva. Inoltre vorrei sapere quanti gol si è mangiato, quante occasioni per segnare ha avuto, nella scorsa stagione. Cinque, sei? Compreso il rigore fallito contro il Toro, che non avrebbe mai dovuto calciare. Che poi Belotti non possa essere il primo centravanti su cui puntare, posso essere d’accordo. Ma questa moda di condannarlo gratuitamente, dimenticando i fatti, non mi piace e non la condivido.

    • Lucio hai perfettamente ragione…la mia era solo una battuta ironica..in un post di giorni fa avevo scritto di avere fiducia che potrebbe anche essere la rivelazione perché un attaccante da 100 gol non può essere di dimenticato del tutto di come si segna

  2. Eccone n’artro. Se deve venì da Albione che sia Scamacca. Almeno lui il nostro campionato lo conosce. Mò preparamose a n’artro nome fra poco!

  3. ce li propongono tutti rotti. Possibile che non c’è un centravanti da scoprire in argentina, in brasile, in uruguay? un tempo da li arrivavano balbo, crespo, batistuta, cavani…

    • è cambiato un po’il mercato,ora pure in Sudamerica si fanno pagare bene,mentre un tempo non era così

    • uno in argentina c’era ma pinto lo ha lasciato prendere al genoa (retegui) che sicuro l’anno prossimo lo girerà a qualche strisciata.

  4. mi sembra che stiano sempre di piu creando articoli farlocchi per creare malcontento nella tifoseria, con lo scopo di mettere i tifosi contro la società.
    questo nonné giornalismo mi dispiace.

  5. Mou lo conosce bene, forse meglio di Scamacca e quindi se effettivamente l’Everton l’ha messo in vendita, è un nome da tenere in considerazione.
    Detto questo ritengo che tra i due Scamacca sia più forte.

  6. Il bello che balla e racconta le balle ha colpito ancora! Ma sto giornaletto lo compra ancora qualcuno? Manco pe’ incartacce le ova? O Ca22aroni a noi nun ce kojoni.

  7. Sarò ripetitivo, ma se un club come il PSG mette in vendita un talento come Etikite sarebbe delittuoso non provarci.
    I transalpini l’avrebbero proposto all’Atalanta per arrivare ad Højlund.
    Il francesino sembra la fotocopia di Tierry Henry anche come bravura nel saltare l’uomo in dribbling o in velocità.
    Sarebbe il nostro apriscatole.
    Con Scamacca, Ekitike, Belotti, Abraham e Dybala la Roma tornerebbe finalmente ad avere un attacco degno di questo nome.

    • Eh già, Belotti nella scorsa stagione si è mangiato caterve di gol. È noto che la squadra lo metteva continuamente nella condizione di segnare. Ma per favore…

    • statisticamente Belotti qst’anno dovrebbe segnare ogni volta che gli sbatta addosso la palla…speriamo, perchè se lo rivedo dinoccolare e pascolare istericamente sul campo anche qst’anno lo mandiamo a fa il magazziniere a trigoria

  8. er fairplay er seattlemanagrreemant, prima vendere poi comprare, la Roma costa troppo e ricava poco, er 30 giugno, AVETE ROTTO ER ……….
    ma un Batistuta quando??

  9. dopo il disastro finanziario lasciato dai broccolari megalomani , è ovvio che i giornalettari sparino nomi a casaccio.
    e pensare che il grandissimo Sergio Saviane si fece il gabbio per aver trovato il movente ed i colpevoli dei delitti di Alleghe …erano altri tempi.

    in ogni caso mai sentito. conosco solo Eddy Calvert , grandissimo trombettista.

    • Pietro Parchi, i tuoi pareri musicali o politici sono spesso condivisibili soprattutto quando indirizzati a certi “nostalgici” che frequentano questo sito.
      Non posso dire altrettanto della tua ossessione anti pallottiana che ti impedisce di vedere i danni che sta facendo la proprietà attuale.
      Il disastro finanziario lasciato da Pallotta è stato analizzato, verificato, centellinato, controllato, sminuzzato, conteggiato, passato al microscopio dall’attuale proprietà. Se Friedkin alla fine dei suoi calcoli durati un anno e mezzo ha deciso di comprare la Roma lo ha fatto consapevole dei rischi a cui andava incontro e senza che nessuno gli puntasse la pistola alla testa.
      Pertanto non si possono giustificare le mancanze di Friedkin con quelle di Pallotta.
      Sennò facciamo come la Raggi che in 5 anni di nulla non ha fatto altro che accusare la precedente giunta per i problemi trovati (come se candidandosi non sapesse in che vespaio andava ad infilarsi).
      Friedkin ha preso la Roma sapendo a cosa andava incontro, ha speso un sacco di soldi probabilmente convinto di poter rientrare, poi resosi conto delle difficoltà ha accettato un accordo capestro con la Uefa che lo giustificasse agli occhi dei tifosi per i mancati investimenti e ha ingaggiato Mourinho ben sapendo che avrebbe fatto da parafulmine e da specchietto per le allodole.
      Pallotta è stato un disastro da Monchi in poi, Friedkin sta facendo anche peggio e i miracoli sportivi di Mourinho nei tornei europei non devono trarre in inganno. Mourinho fra un anno andrà via e Friedkin non avrà più il suo parafulmine.

    • Concordo con autonoMamente.
      Il fruttarolo è stato una sciagura, i Friedkin raddrizzassero un po’ le cose.
      Altrimenti il parafulmine non lo avranno più, in primis nessuno che gli faccia fare i sold-out e 40.000 abbonamenti.
      Se non si costruisce una squadra come si deve in futuro vedremo i fonseca, i dionisi e i de zerbi in panca. Prospettiva escrementizia, gongoleranno giusto un par de cesaroni lobotomizzati ballottari perdenti.

  10. Probabilmente è una bufala, ma l’esistenza di tutti questi piani B, C, D etc.. mi conforta.
    Da una parte i vari Morata e Scamacca e le rispettive società dovrebbero essere spinti a non esagerare nelle pretese, dall’altra se poi gli obbiettivi principali dovessero essere scippati dall’Arabia o da altre società (tipo l’Inter a cui Scamacca a titolo definitivo costerebbe quanto un anno di prestito oneroso di Lukaku).
    Detto questo il Calvert-Lewin visto nell’everton di Ancelotti era una punta dominante nel gioco aereo e di grande partecipazione alla manovra offensiva.
    Quello di adesso non saprei, ma se i toffees sono disposti a pestarlo così facilmente un motivo ci sarà.

  11. Il Genoa ha preso retegui per 15 milioni, non mi fa impazzire ma mi pare incredibile che non abbiamo nummenonun euro e dobbiamo accollarcinprestiti e pensionati rotti

    • Magari Retegui il prossimo anno segnerà 20 reti (pure quella sega immonda di Piatek il primo anno segnava a ripetizione), ma se nessuno lo ha preso a 15 milioni, io una domanda proverei a farmela. E, soprattutto, cercherei di darmi una risposta.

  12. Ma per chi ci hanno preso per un ISTITUTO DI RIABILITAZIONE LI CERCHIAMO TUTTI INFORTUNATI PER FARGLI FARE LA RIABILITAZIONE QUI A ROMA 😂😂

  13. La butto là… e se niente niente si stesse aspettando per far sbarcare a Fiumicino Lukaku? A me questo apparente immobilismo suona di strano, in più Mou è troppo sereno e sorridente… Ripeto, mi sbaglierò, ma qui bolle qualcosa in pentola…

    • Guarda, considerato che il colpo a effetto i Friedkin l’hanno sempre avuto in canna ed esploso al momento opportuno, sto evitando di commentare qualsiasi voce relativa a un “mercato” che finora nemmeno si può chiamare tale ed evocherebbe infinita tristezza per varie ragioni.
      Ne attenderò la chiusura, poi sarà il caso di iniziare a valutare senza ulteriori sconti se la squadra non sarà davvero competitiva al terzo anno del triennio JM.
      Mi sembra il minimo.

    • Guarda voglio anch’io sperare nel colpo a sorpresa ed il TOP per me sarebbe il sudcoreano SON del Tottenham, un attaccante formidabile e che porterebbe il brand della Roma a livelli stratosferici. Nonostante il rilancio del Bayern Monaco per Kane, il Tottenham non ha ancora accettato la proposta ed a loro urgono delle cessioni e pare abbiano ora avuto un ritorno di fiamma per Ibanez. Noi abbiamo ora Adidas, uno dei due main sponsor di SON di cui il sudcoreano è il loro principale testimonial sportivo per i mercati asiatici ed a loro storce il naso che il Tottenham abbia NIKE come sponsor tecnico, quindi per Adidas uno come SON alla Roma ha molto più appeal ed interesse allo stato attuale. Inoltre si parlava qualche tempo addietro che le autorità inglesi chiedevano al Tottenham di sciogliere il contratto di main sponsorship con AIA, la compagnia di assicurazioni di Hong Kong che è il secondo main sponsor del sudcoreano di cui SON è anche loro storico frontman (e questi pagano €45M l’anno al Tottenham quindi se loro sciogliessero l’accordo con gli Spurs, noi ci possiamo tranquillamente accontentarci pure di €15M l’anno con SON sempre loro frontman).
      Lo so che è sul limite dell’impossibile ma abbiamo secondo me tutte le condizioni per poter rendere la cosa possibile (ovviamente abbassando l’ingaggio ma possiamo farli guadagnare su molto altro visto che SON è uno dei testimonial pubblicitari più ricercati da grandi marchi asiatici ed internazionali), compreso Mou che lo ha allenato e Mou ha sempre detto tante belle cose su SON definendolo uno dei più forti calciatori mai allenati da lui.

  14. Non solo le caxxate come nomi accostati, ma addirittura al punto che per inventarsi qualcosa ci accostano pure un bidone del genere pieno d’infortuni ed involuto da 3 anni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome