Roma-Salernitana, i convocati di Nicola: out Fazio e Perotti, ok Sepe

6
708

NOTIZIE ROMA CALCIO – Alla vigilia della sfida con la Roma, il tecnico della Salernitana Davide Nicola ha diramato le convocazioni per il match di campionato con i giallorossi.

Sfida di domani senza due ex di turno: out l’infortunato Perotti e lo squalificato Fazio. Tra gli altri assenti Bonazzoli, anche lui fermato per un turno dal Giudice Sportivo, e gli indisponibili Mousset e Mamadou Coulibaly, ai quali si è aggiunto nelle ultime ore anche Ruggeri.

In lista c’è Sepe, colpito nei giorni scorsi da un attacco influenzale e in dubbio per domani.

PORTIERI: Belec, Russo, Sepe.
DIFENSORI: Dragusin, Gagliolo, Jaroszynski, Gyomber, Ranieri, Veseli;

CENTROCAMPISTI: Bohinen, Coulibaly L., Di Tacchio, Ederson, Kastanos, Mazzocchi, Obi, Radovanovic, Schiavone, Zortea;
ATTACCANTI: Djuric, Mikael, Ribery, Verdi, Vergani.

Articolo precedenteSabatini: “Sarò sempre geloso della Roma. Domani sarò investito da una tempesta emotiva”
Articolo successivoSpinazzola verso il rientro: Mourinho vuole convocarlo per Roma-Salernitana di domani

6 Commenti

    • Difficile e poco giustificabile da parte di Sabatini aver preso questa imbarcata di ex giocatori, spompati e pieni di cerotti.
      Tanto valeva seguire la strada del Genoa che ha tirato dentro un manipolo di sconosciuti giovanotti affamati e un tecnico in cerca di affermazione.
      Magari non si salveranno lo stesso, ma hanno già gettato le basi per un pronto ritorno nella massima serie.
      Sabatini cosa ci farà con questi inutili figuranti in un campionato dal tono agonistico acceso come la B?

    • Onestamente UB credo non potesse fare molto meglio di quello che ha fatto avendo a disposizione poco più di 2 settimane per rifare una squadra.
      Ha ricevuto vagonate di “no grazie “.
      Quale giocatore di qualità avrebbe voluto andare in una squadra praticamente già retrocessa?
      In realtà ha preso un mix di giocatori giovani e di giocatori esperti.
      Tra i giocatori giovani elementi validi come Mazzocchi, Dragusin, Ederson, Bohinen, Mousset e Mikael.
      A questi ha aggiunto giocatori esperti e che conoscono la serie A come Sepe, Radovanovic, Fazio, Perotti e Verdi.
      Sfido qualunque altro DS a fare meglio avendo firmato il 14 gennaio col mercato che chiudeva il 31 ed avendo speso solo 7.5 ml.
      Poi essendo un’uomo onesto e molto severo con sè stesso ha ammesso di aver sbagliato qualche scelta, ma la realtà è che a Salerno non ci voleva andare nessuno (vedi il tentativo per Izzo del Torino) e lui ha ripiegato su giocatori che conosceva anche se quasi ex come Fazio e Perotti.

    • Ti sei dimenticato Ribery Vege, un altro alla frutta, anzi al dessert. Proprio perché avevi praticamente lo 0,1% di possibilità di salvezza dovevi pensare a costruire la squadra per la B e averla già rodata ai nastri di partenza.
      Cmq al francese, Fazio e Perotti lo stipendio glielo devi pagare e sono soldi completamente buttati nel WC.

    • Ho capito il tuo punto UB e posso anche condividerlo ma non tieni in considerazione quello che la nuova proprietà avrebbe chiesto a Sabatini.
      Se avesse chiesto di rifondare la rosa per la B allora il tuo ragionamento sta in piedi.
      Se invece avesse chiesto la salvezza, come era emerso dalle dichiarazioni pubbliche del Presidente, mi sembra giusto aver puntato non solo su 6 giovani ma anche su 5 giocatori navigati ed esperti.
      Il Genoa è squadra che milita in serie A da 15 anni e aveva già una rosa pronta per la A: il confronto non è proprio equo.
      Ribery non è un’acquisto del fumante: era già in rosa.

  1. Che nostalgia Perotti infortunato, gli auguro sempre il meglio ma forse dovrebbe giocare solo nelle partite di calcetto tra amici, così se si fa male lo mettono in porta

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome