Tentazione 4-2-4. Con Schick e Dzeko si può

18
546

AS ROMA NEWS – Se è vero che tre indizi fanno una prova, allora ecco spiegato perché Eusebio Di Francesco ci sta pensando su. Magari non subito, magari non adesso, ma di certo è una soluzione in più. Perché poi, nel momento della difficoltà, con Cagliari, Torino e Juventus ha sempre cambiato così, passando dal 4-3-3 al 4-2-4, con l’inserimento di una punta in più al posto di un centrocampista e l’accentramento di Schick al fianco di Dzeko. Che poi il problema è proprio lì, come far giocare insieme i due centravanti della Roma, proprio Dzeko e Schick.

IL SISTEMA – In tutte e tre le occasioni, con il cambio in corsa, la Roma ha trovato pericolosità, occasioni e peso offensivo. Forse anche perché c’era un misto di componenti (il furore agonistico a caccia del risultato e la stanchezza sulle gambe degli avversari, visto che si era sempre nella parte finale della partita), è vero. Ma è innegabile che se con il 4-3-3 la Roma dell’ultimo mese sembra un pochino impantanata, con il 4-2-4 ha una fluidità di manovra migliore. Il problema, ovviamente, è però l’equilibrio, nel senso che giocare dal via con il 4-2-4 comporta uno stress fisico e mentale altissimo (oltre a dover rinunciare a un centrocampista). Servono sincronismi ed automatismi quasi perfetti, proprio per evitare sbilanciamenti e il rischio di continue ripartenze. Decisivi, ovviamente, gli esterni. Finora ci ha giocato Perotti a sinistra, El Shaarawy ed Under a destra. Sono loro, però, che devono garantire l’equilibrio con i ripiegamenti, facendo sì che il 4-2-4 diventi 4-4-2 in fase difensiva.

IL RUOLO DI FLORENZI – Ecco perché il giocatore ideale per scegliere questa strada fino in fondo sembra essere Alessandro Florenzi. Alto, però, da esterno destro d’attacco. Perché la sua resistenza, le sue fibre muscolari e il so dinamismo sono perfetti per il ruolo e per quello schema lì. Il problema, però, è che con l’infortunio di Karsdorp la soluzione di Florenzi alto è andata definitivamente in soffitta, visto che Bruno Peres non ha mai dato garanzie assolute, né alla piazza né – tantomeno – a Di Francesco. Diverso il discorso se dovesse arrivare un nuovo esterno difensivo, anche se poi bisognerebbe fare i conti in primavera con il ritorno di Karsdorp.

LE DUE PUNTE – Ed allora il problema, però, resta. Come far giocare insieme Dzeko e Schick? L’impressione è che anche con il Sassuolo si andrà avanti con il 4-3-3, virando eventualmente sul 4-2-4 solo in corsa, in caso di necessità. Schick così partirà ancora largo a destra, anche se istintivamente gli capita spesso di accentrarsi ed andare a giocare a ridosso di Dzeko. La cosa di per sé non va bene, almeno non in assoluto. Nel senso che poi si tolgono campo per giocare, a volte pestandosi i piedi. Diverso, eventualmente, il discorso con il 4-2-4, che di per sé «scarica» una marcatura per il centravanti e costringe i terzini avversari a spaziature diverse. Di Francesco ci sta pensando su. Per ora, però, solo in corsa.

(Gazzetta dello Sport, A. Pugliese)

Articolo precedenteDi Francesco ora vuole rinforzi ma la società è contraria. Gandini: “Siamo già forti”. Under, ipotesi prestito
Articolo successivoMercato? Su richiesta. La Roma va in stand-by

18 Commenti

  1. Il 4-2-4 nella storia del calcio mondiale l’ha applicato solo il Brasile Campione del Mondo nel 1958 , con Pelè,Garricha e altri 9 fuoriclasse. Per me è tecnicamente pù attendibile Romano1 o altri che scrivono su questo Forum che non giornalisti come Pugliese.

    • il 442 non esiste , lo sa Eusebio cosa fare, d’altronde non è colpa sua se gli hanno messo in squadra una seconda punta che lui non ha chiesto

    • Anche l’Ungheria di Puskas che vinse negli anni 50 arrivando in finale di coppa del mondo nel 1954 – persa con la germania che ancora oggi non ha chiarito i forti dubbi di doping

  2. Secondo me il problema non è una questione di moduli….la roma prima segnava….e continuerebbe a segnare se i giocatori avessero quel pizzico di cattiveria in più sotto porta!!!

    • Io mi domando se tra tutte le visite mediche a cui vengono sottoposti i calciatori sia contemplata anche una visita oculistica.
      Naturalmente sto scherzando, credo che da un momento all’altro si sbloccheranno tutti e faremo una caterva di goal.
      E’ impossibile che con tutte le occasioni create i vari Dzeko, Schick ecc. continuino a sbagliare, io mi preoccuperei se la Roma non riuscisse a presentarsi davanti al portiere avversario mezza volta, con il Sassuolo quindi ne faremo minimo tre.
      Forza Roma

  3. Finalmente si riparla di calcio e di tattica.
    Un elastico tra Dzeko e Schick farebbe impazzire i difensori avversari,
    non dando alcun punto di riferimento. La classe per farlo ce l’hanno.
    Il problema sta nelle scelte di Elsha e Perotti, che sono
    più giocatori da campo aperto che da guerra di trincea, da cui arrivano poche palle pericolose in area nelle partite da sbloccare.
    E questo resta il nostro limite. Ottimo sarebbe davvero Florenzi alto a destra
    ed emerson basso dx (con opzione rientro e tiro).
    Io torno poi anche a dire che il Kevin di adesso dovrebbe giocare
    al posto di de rossi con pellegrini e il ninja assaltatori.

  4. Non so cosa ci vuole tanto a capire boh. Nainggolan rende meglio come trequartista, Strootman dopo i crociati ha paura e si vede ha perso la “tempra” che aveva prima e gioca col freno a mano tirato, anche se asptterei prima di dirlo a me è sempre piaciuto. Schick non è esterno, Florenzi anche è adattato a terzino. L’allenatore c’è la squadra pure ma gli interpreti per fare il suo 433 espressamente richiesto a inizio anno non ci sono e con un paio di mosse di mercato sbagliate (senza rimpiazzare Salah, Karsdorp preso rotto, Defrel [?] boh ) i nostri top di reparto devono sacrificarsi: Nainggolan arretrato o a volte fuori ruolo, Florenzi terzino , e sull’ala destra manca solo che Eusebio ci metta Alisson per provarlo, visto che non ha uno di ruolo a destra. Per Gandini va bene così…

    • ..la miglior soluzione sarebbe cambiar modulo a gara in corso e provare un 3412
      con i 3 difensori Moreno lo userei con Manolas e Fazio è molto più forte o al limite JJ
      Kolarov e Peres esterni di CC , se peres va male c’è Florenzi a esterno a centrocampo rende di più.
      Con Strootman e Gonalons centrali (magari in 2 si danno forza perchè Gonalons da solo non arriva )
      Ninja centrocampista avanzato e davanti Dzeko e Schick ( se proprio lo vogliono provare, oppure Dzeko e Perotti o Dzeko El Sharawy che giocava come seconda punta anche quando era i primi anni al Milan e segnava na caterva di gol.
      Difficile vederlo ma non impossibile! Se poi dal mercato arriva qualcuno che ben venga, ma i moduli si cambiano anche a gara in corso..

  5. Il 4-2-4 è un modulo, secondo me, che ha una sua ragion d’essere solo nell’ultima mezz’ora, quando la squadra sta perdendo e ha bisogno di recuperare a tutti i costi il risultato.
    Per il resto, ossia fin dal fischio d’inizio del match, mai e poi mai schiererei una squadra snaturando il ruolo di due punte che non potranno mai essere efficaci quanto dei centrocampisti di ruolo. Purtroppo per le punte, è vero il contrario: soltanto dei veri centrocampisti sanno fare il proprio mestiere improvvisandosi ogni tanto delle mezze punte o punte eccezionali (vedi Ninja e Florenzi).
    A mio avviso, finché esisterà il gioco del calcio, le partite si continueranno a vincere a centrocampo, o meglio, grazie a dei grandi centrocampisti di ruolo.

  6. secondo me se il terzino (Florenzi) sale e l’ ala (Schick) si accentra un pò il 433 diventa 424 in un attimo. Del resto è da inizio campionato che sull’ altra fascia ciò avviene sistematicamente con Kolarov.
    Io non stravolgerei le cose più di tanto, abbiamo vinto un girone di champions col 433, non ce lo scordiamo

  7. La juve ha giocato tutto l’anno scorso col 424 vincendo campionato coppa italia e arrivando in finale di champions
    Ha sbagliato solo metà tempo col real, ma i loro 3 centrocampisti erano nettamente più forti dei due juventini

    • A me risulta che la juve l’anno scorso (come d’altronde quest’anno), abbia adottato a rotazione un 4-2-3-1, un 3-5-2 e un 3-4-3 con Mandzukic che purtroppo è un giocatore duttile e straordinario in qualsiasi ruolo, Cuadrado centrocampista e i due attaccanti “naturali”, ossia Dybala trequartista dietro a Higuain e se proprio serve un Mandzukic in linea con Dybala e Higuain, Allegri ce lo mette solo con un centrocampo a 4 (e che centrocampo!!)
      Il 4-2-4 è un’alternativa rischiosa ma utile se si deve recuperare il risultato nell’ultima mezz’ora. Ventura, quest’anno, si è presentato in Spagna con un 4-2-4 fin dall’inizio e sappiamo tutti come è finita: Insigne fuori ruolo in balia del centrocampo spagnolo e Candreva (centrocampista di ruolo) è stato l’unico ad aver salvato la…

  8. L’unica cosa da cambiare è togliere lentone arretrato in regia e mettere Pellegrini che da più verve con Strootman davanti alla difesa e Nainggolan di sostegno alle punte.

  9. Questa volta sono d’accordo con trofia. Anche per me sarebbe un riposizionamento adeguato dei giocatori in campo. Vedremo. Qualcosa uscirà fuori perché un aggiustatina la davanti serve. E’ chiaro che se però i gol li continui a sbagliare non c’ e’ modulo che tenga. La palla o la tocchi bene o la tocchi male e non entra c’e’poco da fare. Anche con l’attuale modulo l’attacco aveva modo di fare molti gol

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome