Roma-Udinese, le probabili formazioni e dove vederla in TV

12
3922

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Altri cambi obbligati. Paulo Fonseca è costretto a ritoccare la formazione che vedremo in campo domani sera contro l’Udinese. Novità attese a partire dalle corsie di difesa, con Bruno Peres e Kolarov che dovrebbero tornare titolari, mentre in mezzo, accanto a Smalling, giocherà Ibanez dato che Mancini è out per un problema intestinale.

A centrocampo Cristante ha una maglia assicurata viste le squalifiche in mediana, mentre Diawara rischia di restare fuori: il guineano ha mostrato di non aver recuperato al 100% dal problema al ginocchio e si vede insidiato seriamente da Villar.

Diverse novità anche sulla trequarti, con Mkhitaryan che potrebbe restare fuori: Carlez Perez, Pastore e Kluivert potrebbe essere il terzetto di trequartisti alle spalle del solito Edin Dzeko, che non può riposare visto il momento.

Queste dunque le probabili formazioni di Roma-Udinese, gara che si giocherà domani sera alle ore 21:45 allo stadio Olimpico, diretta tv su Sky Sport:

ROMA (4-2-3-1): Mirante, Bruno Peres, Ibanez, Smalling, Kolarov; Cristante, Villar; Perez, Pastore, Kluivert, Dzeko.

UDINESE (3-5-2): Musso; Becao, Troost Ekong, Nuytnick; Styger Larsen, Fofana, Jajalo, De Paul, Sema; Okaka, Lasagna.

Giallorossi.net – A. Fiorini

 

Articolo precedenteConferenza FONSECA: “Under non gioca perchè non è in condizione. Sbaglia chi pensa che il campionato della Roma sia finito qui” (VIDEO!)
Articolo successivoPEROTTI: “Ho avuto un infortunio muscolare dietro l’altro, alla fine ti passa la voglia di fare riabilitazione. I campi di Serie A sono terribili”

12 Commenti

  1. Con la sagace gestione degli infortuni, tipica del ns staff, scommetto 1000 lire del ’99 che Diawara sarà costretto ad operarsi a metà agosto.

  2. vediamo sto Villar come è, non lo conosco nè mai visto giocare, dicono sia forte, me lo auguro

  3. Diawara problema al ginocchio?
    Mi sa che il problema è che ha giocato dopo 5 mesi dopo l’infortunio, ma chi può rientrare al 100% dopo un così lungo stop?

  4. Il trio perez-pastore-perotti è come un quadro di Bacon (Francis, non Kevin eh), qualcosa a metà strada tra l’orrido ed il sublime.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome