Schick, il Lipsia punta ad abbassare il prezzo del riscatto. E se la Roma decidesse di…

18
1863

ULTIME NEWS AS ROMA – Il futuro di Patrik Schick è un rebus. La sua stagione al Lipsia è stata molto positiva, tanto che il club tedesco sembrava convinto di riscattarlo al termine del campionato versando i 28-29 milioni stabiliti nel diritto di riacquisto con la Roma la scorsa estate.

Ma poi è arrivato il Coronavirus e tutto è tornato in discussione. Il club tedesco ha fatto sapere pubblicamente, attraverso le dichiarazioni del proprio direttore sportivo, di non poter più essere in grado di versare quella somma vista l’emergenza che sta attraversando il mondo del calcio. Allo stato attuale delle cose non si sa nemmeno se potranno concludersi coppe e campionati, con conseguente perdita sostanziosa di denaro.

Il Lipsia punta quindi a un ricco sconto sul prezzo. Ma la Roma cosa farà a quel punto? Potrà rinunciare a una plusvalenza, svalutando uno degli acquisti più costosi della sua storia? Molto difficile, per non dire impossibile. A questo punto l’unica strada percorribile è quella di riportare Schick a Roma.

I giallorossi quindi potrebbero scegliere, anche se in maniera forzata, di dare una nuova occasione al ragazzo. Non è una novità che Petrachi sia a caccia di un attaccante giovane da affiancare a Dzeko, e il profilo di Schick si sposa perfettamente a questo profilo. L’altra soluzione sarebbe quella di inserire il ceco in uno scambio di mercato con qualche altro squadra permettendo a entrambe una plusvalenza.

Giallorossi.net – G. Pinoli

 

18 Commenti

  1. Ma come, non era solo la Roma quella senza un euro? E questi so’ pure qualificati per la CL….
    Allora pure il prezzo di Timo Werner è diminuito…..un pensierino ce lo farei…..

    • No caro sciabboli’,so’cravattari,e’ sanno che hanno a fare con la vigna dei cogli.oni

    • Il prossimo anno ci saranno molti scambi, credo.
      Scambi, piccolo conguagli…insomma, tante plusvalenze per sistemare i conti.
      Su alcune cose ci guadagneremo, su altre ci rimetteremo, ma credo che sarà così.

      Timo Werner dovrebbe essere a scadenza di contratto 2020, a meno che non abbia rinnovato.

      Davanti proverei a prendere quell’Edouard di cui si è parlato qualche giorno fa.
      Poi a sinistra El shaarawy + Florenzi, al centro Zaniolo + Pellegrini, a sinistra Perez + Under. Davanti Dzeko + Edouard.

      Kluivert, Perotti, Pastore e compagnia bella, tutti via.

      Via anche Cristante e Spinazzola.

      Poi a Destra c’abbiamo i corteggiatori: Peres, Santon, Karsdorp, Zappacosta. In 4 non ne fanno uno bono. Due vanno ceduti. E anche li si potrebbe provare a scambiare…Peres, ma soprattutto Karsdorp.

      Le possibilità ci sono, basta far lavorare le idee.

      E occhio ai parametri 0…quest’anno ce ne sono diversi. Io, per esempio, andrei subito a prendere Thiago Silva, che in italia può dire ancora la sua. Poi ci sono anche Palomino e Nkoulou, probabilmente più abbordabili.

    • Titolare con il Lipsia (e nazionale Ceca) in corsa per Champions e Bundesliga si e con noi vice Dzeko no? e chi siamo diventati il Real Madrid?…

    • La gente dimentica facilmente caro laSfiga… tralasciando le caratteristiche tecniche nel quale avrei molto da dire (prima cosa che secondo me non è una punta ne prima ne seconda) ..questi ancora non hanno capito che questo non sarà MAI un giocatore da As Roma per una serie di fattori e non quelli che stanno in campagna cari signori miei…

    • Verissimo! Ma a Roma il bicchiere lo si vede sempre mezzo vuoto.
      A volte non lo si vede proprio 🙂

    • Basterebbe un minimo ragionamento per capire che non è così. Noi entriamo in questa crisi con un passivo di esercizio che sfiora i 100 mln e 300 di debito finanziario.
      Ti sembra la stessa situazione di top club di Premier come MU e Arsenal? Se loro dovranno fare una cura dimagrante, per noi sarà digiuno o quasi.

    • Personalmente per caratteristiche shick si sposerebbe perfettamente con il gioco della Roma, ma il problema è la pressione ( fidatevi che l’ambiente di Roma ti mette addosso una pressione che neanche a Milano ) che subirebbe il ragazzo che farebbe a pugni con la sua esistenza mentale.

      Dubito che lui abbia voglia di ritornare dove lo hanno perculato per anni.

      Non avrà difficoltà a trovare una squadra.

  2. certo è che con sto virus rischia di ammazzare la roma..
    torneranno tutti sul groppone (karsdorp, florenzi, olsen, schick, nzonzi, coric e defrel)..mentre la roma sarà obbligata a riscattare mancini, veretout e perez e non avrà più soldi per smalling e mikitharian..
    come se non bastasse gli ingaggi faraoni saranno difficilmente abbassati (es pastore a 4,5 mln netti, perotti, pau lopez, veretout, kolarov e florenzi a 3 mln netti, fazio e zapapcosta a 2,5 e jesus a 2,2).
    insomma con Friedkin che rinuncerà all’acquisto e con pallotta che rimarrà il rischio di stagioni disastrose è reale

  3. Schick con il gioco di Fonseca non lo vedo proprio,anzi e’ stato proprio il portoghese a avvallare il suo prestito al Lipsia.Schick lo vedrei invece molto bene nei meccanismi di gioco dell’ Atalanta di Gasperini,con la quale si potrebbe imbastire qualche operazione favorevole coinvolgendo magari Zapata o Pasalic. Se tornasse credo sarebbe un’ altro flop,anche perche si troverebbe di fronte nuovamente Dzeko,al quale Fonseca non rinuncia di certo!

  4. Ma certo! questi hanno un patrimonio di 22 Miliardi….e chiedono lo sconto! Per me Schick, a queste condizioni, può decisamente tornare a Roma!!! Mi sembra abbia dimostrato di saper giocare a calcio.
    Se proprio lo si vuole vendere, o lo si vende al prezzo concordato, in Germania o dove lo richiedono, altrimenti son contento di riaccoglierlo, magari sperando la smetta di parlare di Premier.

  5. Stavo pensando che il virus si dice si ricollega a una specie di pipistrello.Ma per caso il pipistrello /iettatore me sa che e’ Fonseca.Da quando e’ arrivato infortuni a non finire, Lazio in lotta per lo scudetto,ora il contagio, aho!…..e me sa che questo……

  6. Schik è valido, ha solo bisogno di giocare in fiducia, quello che a Roma non è mai successo.

    Ma Dzeko che lo dovremo imbalsamare…. lo dovemo cementare in campo…. oppure é ora che giochi Schik e Dzeko fa la sua riserva….

    Schik è pronto ed è anche più forte di Dzeko… il tempo lo dirà, basta solo dargli fiducia e farlo giocare da titolare.

    • Ciao Johan,
      dispiace ma sta volta sono del tutto contrario al tuo pensiero, anzi ad esser sincero questa dichiarazione
      “Schik è pronto ed è anche più forte di Dzeko” mi fa rabbrividire.
      A mio parere oltre a non essere una punta ,nè prima nè seconda, Schick non sarà al livello di Edin Dzeko ne ora ne mai.
      Poi c’è una cosa innata che non possiamo ignorare… una cosa che mi ha fatto cambiare il parere su Mancini.. il carattere.
      Mancini lo reputo un ottimo giocatore PER la AsRoma non perchè sia il più grande dei calciatori dal punto di vista tecnico ma perchè sono convinto che nei grandi appuntamenti, quelli DECISIVI per vincere qualcosa, lui ci sarà perchè ha i famosi COJONES….Cosi come Edin .
      Quelli come Schick stanno bene in squadre senza ambizioni e questo mi basta per non volerlo più vedere seduto neanche nella panchina della Roma.

    • Tranquillo DavidOne
      Se però ti smentita sarai contento lo stesso.

      Ad un calciatore per capire di che pasta è fatto gli devi dare fiducia e farlo giocare una decina di partite titolate.

      A Lipsia ha fiducia.

      A Roma questo non è stato concesso.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome