Si ferma anche Kluivert: ennesimo ko muscolare

44
5054

NOTIZIE ROMA CALCIO – Si allunga la lista dei giocatori della Roma che hanno subito almeno un infortunio (muscolare o traumatico) da inizio stagione. Il 19° calciatore giallorosso a finire in infermeria è Kluivert, costretto a chiedere il cambio al 35’ del primo tempo contro il Verona.

L’olandese si è fatto male in un contrasto con Zaccagni, toccandosi a lungo la coscia sinistra mentre lasciava il campo a favore di Perotti, autore poi di un gol e un assist. La prima diagnosi parla di un fastidio muscolare post-contusivo al flessore e domani (oggi giorno di riposo per tutti) saranno effettuati gli esami strumentali: la speranza è che non sia nulla di grave, visto che con il nuovo anno l’infermeria dovrebbe praticamente svuotarsi.

Da segnalare poi uno spiacevole episodio andato in scena a fine gara: dopo il triplice fischio di Guida dalla curva del Verona si sono alzati alcuni cori all’indirizzo della squadra e dei tifosi giallorossi, insultati con il coro “sporchi terroni“.

(Il Tempo, F. Biafora)

44 Commenti

  1. Infortunio evitabilissimo. Il ragazzo deve imparare a gestire la sua velocità, senza sfociare nell’irruenza. Giocatore ancora acerbo, ma sta migliorando molto. Grazie, Fonseca.

    • Beh, classe 99, non dimentichiamolo. Ai giovani vanno concessi di diritto almeno due anni pieni per far vedere la qualità della stoffa. L’olandesino ha spesso sbagliato con la lingua, dando l’impressione di essere un tantino borioso. Ma sembra che abbia trovato il maestro giusto in Fonseca. Il ragazzo sta migliorando rapidamente in tutte le fasi di gioco; addirittura sorprendenti i progressi nella fase di non possesso. E sembra ben inserito nel gruppo. Percorso inverso a quello di Under, che sembra un corpo estraneo al contesto. Ho il dubbio fondato che i compagni non abbiano apprezzato la sua intemerata pro Erdogan con la maglia che vestono tutti loro. E se fosse, non li biasimo…

  2. …speriamo nulla di grave…sui cori (ben noti e ripetuti in tutti gli stadi) non credo ci saranno “opinionisti” o “giornalisti” che diranno una parola…

  3. In merito a Kluivert mi associo su chi pensa che l’infortunio è solo colpa sua. Mentre in merito ai cori contro Roma posso tranquillamente dire di essere fortunato a non essere come loro, ma credo che a questo punto dovrebbe scattare la squalifica per cori razzisti territoriali.

  4. Direi di evitare ridicoli vittimismi per il coretto di un gruppo di magna pandoro, altrimenti facciamo la figura dei napoletani piagnoni, sempre pronti alla commedia stile Mario Merola.
    Se un magna pandoro dà del “terrone”ai romani – me viè solo da ride’. Verona, come tutte le città della Padania, ha assurto a rango di città vera grazie a Roma, nello specifico sotto Giulio Cesare, e prima dell’arrivo delle legioni da quelle parti ci si puliva il sedere con i rami d’abete. Ai veronesi ancora rode che la città è famosa più per l’Arena che per quella svergognata di Giulietta. Ciò a dimostrazione che la campagna della Procura sui cori da stadio, per quanto deprecabili, ma in fondo figli dell’italica tradizione del municipio, ossia qualcosa di ben radicato, è ridicola oltre che ipocrita.

    • d’accordo con te amedeo! In più secondo me bisogna considerare l’attenzione mediatica “progressista” che sostiene sardine, mondo lgbt+, new green deal, globalismo e migrazioni di massa, il cui vero obiettivo, come in questo caso è sottolineare lo strisciante razzismo di qualche idiota allo scopo di creare confusione per dividere le persone e a questo scopo ogni pretesto è quello giusto! Per questi sciocchi vale l’equazione Verona=Lega=Salvini…
      Ami gettati dalla classe dominante attraverso direttori di giornale e giornalisti. Gli editori non sono altro che industriali ovvero capitalisti, loro sì dalla parte dell’€uropa e delle riforme dettate dalla Troika e come o peggio del fascismo evidentemente contro ogni soggetto politico che ad esse si frappone.

    • Mi hai tolto le parole dalla bocca. Chi critica Roma e i romani dovrebbe ricordare che se vive in una società civile lo deve alla civilizzazione portata dall’antica Roma. Non a caso nelle università, non solo italiane, si studia il diritto romano. E siccome a quelle persone che hanno cantato questi cori siamo superiori, non li calcoliamo proprio. Amen

  5. Ma come fate a dire che l’infortunio è colpa sua o in generale, di un giocatore? Dai, ora faccio questo movimento per farmi male da solo!

    Kluivert migliora partita dopo partita, anzi, tatticamente è entrato pienamento dentro gli schemi di Fonseca. Difende più e meglio di Zaniolo, per esempio ed in certe circostanze è pure più disciplinato. Entrambe tendono a non fare l’ultimo passaggio, preferendo la conclusione personale, ma questo è dovuto pure all’irruenza della loro età. Faccio tutto io, spacco tutto e per certi versi va bene pure.

    Ma ha iniziato a segnare con una buona frequenza, rientra sempre, fa pressing sul difensore, si fa spesso trovare libero dalla marcatura ed è micidiale nei contropiedi della Roma. Ieri gran lancio di Pellegrini, ma chi la stoppa in quel modo, evita il ritorno del difensore e segna, è stato lui. Due gol in 2 partite, entrambe fondamentali, tra EL e campionato.

    A me pare che abbiamo trovato un gran bell’attaccante laterale, giovanissimo e quindi che può migliorare ancora di più.

    • nakata, mi meraviglio della vostra meraviglia. Avete mai giocato a calcio o fatto altri sport? Per farsi male non è sempre necessario l’intervento dell’avversario o l’irregolarità del terreno di gioco; spesso, ed è il caso di Kluivert, l’infortunio è dovuto a movimenti innaturali, scoordinati o forzati, quindi sbagliati, da parte dell’atleta stesso. Nessuno ha ipotizzato che si sia trattato di autolesionismo.

    • Kawa62, non mi riferivo all’autolesionismo, ma al fatto che mentre stai giocando non pensi se un movimento possa o meno farti male, ma se puoi o meno vincere il contrasto, stoppare la palla ecc. Soprattutto se sei un 20enne e vai con l’irruenza dei 20enni.

  6. Kluivert ha dimostrato se non altro una generosità non comune. Ha fatto un goal difficilissimo ma viene criticato comunque nonostante abbia solo 20 anni… crescerà.

  7. Dispiace anche a me per Justin, ma non posso dare la colpa al giocatore perchè non so se avete notato ma quello scatto è partito per ripiegare una mancanza in fase di copertura di Under (Pellegrini ha coperto la fascia con Santon per il resto del tempo). Non cominciate a dire che è colpa sua perchè non è normale.
    Comunque complimenti a tutti per la partita. Ora testa all’ Inda!

  8. non credevo kluivert capace di diventare così duttile tecnicamente, arrivato a roma testa bassa e tutta corsa…quando lo guardavo,me ricordava il grande pietro mennea!!!…adesso scala copre e se dovrà pure imparare a dar SPALLATE senza fasse male..tempo al tempo..ce pensa fonseca, perchè se non fai come dice lui..NON GIOCHI!!!

  9. Dispiace stava venendo fuori alla grande ma con Miki e Perotti siamo super coperti, l’importanza del rosone largo, questo anno già una caterva di infortuni abbiamo sempre sopperito

  10. Deve solo impararae a gestirsi….meno grinta magari..meno irruenza….e scatti da fermo……ma il ragazzo c’è…mi piace il suo cuore soprattutto……dajjjeee speriamo nulla di grave…..anche perchè altrimenti dovrebbe giocare perotti? No per cortesia…..perotti no!!!

  11. Questi aspettano la Roma per sovrastarla almeno sotto il profilo sportivo,visto che a livello di citta’ non ce la fanno, quale unica ragione della loro vita grama,che si svolge in ambienti inospitali e piovosi per 12 mesi all’ anno, poi se vai li e gli levi pure i tre punti , i loro fegati gia’ oppressi scoppiano, e non gli rimangono che gli improperi a fine gara, per poi tornare a casa ,felici di raccontare alle loro famiglie di avere insultato i “ROMANI”.Poveracci!

  12. Ho sempre detto che Kluivert aveva in positivo tanto impegno, uno scatto bruciante, la capacità di saltare l’uomo,
    in negativo l’ultimo tocco, la scelta tattica.

    Sta migliorando decisamente in queste ultime cose. Aldilà del gol, comunque notevole per come si muove verso la porta, nel controllo a seguire orientato, ci sono state altre occasioni in cui ha fatto intravedere lampi del fuoriclasse che potrebbe diventare.

    Non so come si sia fatto male.
    In ogni caso lo scatto da centometrista che fa è per andare a mettere una pezza sul laterale opposto al suo, e non è la prima volta.
    Non si risparmia mai, da tutto fino in fondo per la squadra.
    L’atteggiamento di questo ragazzo è comunque esemplare e in questo modo non potrà che migliorare.

    Speriamo che sia solo una contusione (aveva la borsa del ghiaccio) e che ci sia con l’inter.
    Loro sono una squadra che attacca e lascia spazi, e la sua velocità sarà importantissima.

  13. È “costretto” a essere irruento altrimenti col fisico che ha verrebbe spazzato via dagli avversari. Invece con aggressività e irruenza si fa valere anche nell’uno contro uno.

  14. aho…klivert…attento domenica a fa a spallate con lucaku…te manna a linate…damme retta se giochi giraje intorno che je fai girà la capoccia!!

  15. Tutto il mondo è stato civilizzato dai Romani. Anzi dall’Impero, perché la Repubblica (che pure è durata di più) non conta. Con noi (che ne siamo i diretti discendenti) è arrivato il progresso. Pura retorica del ventennio fascista.
    Io sono uno un amante e studioso della storia romana. Ma queste sono minchiate.
    Cmq cori ridicoli. A me fanno ridere.

    • Lupino, ho l’impressione che tu di “romana” conosca solo la cucina.

      Eppure ti avevo dato credito…

  16. Certo che messa così sono delle “minchiate”, noi non siamo i discendenti dei romani (anzi, tornassero oggi ci passerebbero tutti a fil di spada), ma quella dell’eredità di Roma è pura e tangibile verità storica: i caratteri con cui scriviamo sono latini, gli stessi che si usano ancor oggi in tutto il mondo occidentale, che si sommano al concetto di Stato, la cosa pubblica (la res publica), la teoria politica, il diritto, l’ideale di civiltà, il concetto di cittadinanza, il cosmopolitismo, la tolleranza e l’integrazione, l’universalità, l’ingegneria e l’architettura, l’igiene, l’invenzione dell’ozio letterario e quella del tempo libero, la lettura (tutta la punteggiatura), la passeggiata socratica e, finanche, il Cristianesimo, un formidabile collante culturale, il primo vero esempio di globalizzazione e condivisione di valori (la notte di Natale sono tutti intorno alla tavola dalla Groenlandia alla Patagonia, dalle Hawaii a Vladivostok, da Reykjavik a Città del Capo).
    Roma è stata la più grande, e drammatica, esperienza dell’essere umano e la sua eredità affonda nei secoli e sarà presente a venire finché l’uomo stesso calcherà questo pianeta.

    • Solitamente a me (che son della prov. Venezia) chiedono come mai tifo Roma…
      Io rispondo: Perche’ se conosci la (grande) storia di Roma, sai che siamo tutti figli di Romani..!!
      Puoi rinnegarla od amarla, Io ho scelto la seconda perche’ “amare” mi rende piu’ felice..!!

    • Hai riunito in un solo post tante di quelle, torno a dire, minchiate, che risponderti nel merito sarebbe non tedioso (perché come detto amo parlare dell’argomento) ma ahimé, temo per te, inutile.
      A volte, lo ammetto, pecco un po’ di superbia. Scusami.

  17. Grande justin … ha fatto bene a daje la spallata in quella maniera.. ha dimostrato che è uno con le PALLE.
    E poi non tutti i mali vengono per nuocere..si stava creando un problema perotti , ora nel caso a justin dovesse
    servire riposo per linfortunio , gioca perotti…
    Rega , cmq dalla panca erotti – miki ..sono sostituzioni da top team!!!!
    DAJE ROMAAAA

  18. Oggi da qualche parte è apparso un articolo “Kluivert è l’attaccante più giovane della Serie A tra quelli con almeno 3 gol segnati” che è in realtà è una fake news in quanto Zaniolo che ha segnato anche lui è più giovane di qualche mese. A meno che tale statistica non si riferisca solo agli attaccanti, considerando Zaniolo un centrocampista. Ma che senso ha?

  19. Ci sono alcuni che non rifiatano mai…Kluivert è uno di quelli. E’ chiaro che la probabilità di farsi male, anche per scontro, aumentano se stai sempre in campo

  20. Comunque il ragazzo sta dando molto sente l’importanza del momento e probabilmente butta il cuore oltre l’ostacolo.
    Tutto questo è bello perché da un professionista ci si attende sempre il massimo e se così non fosse verrebbe meno lo stimolo per la concorrenza che nella Roma in quel ruolo è tanta, basti pensare che Fonseca spesso preferisce Kluivert e Zaniolo avendo a disposizione anche Perotti. Mikhitarian. Florenzi. Under.

    Ora auguriamoci che sia solo una contrattura da trauma che è in fondo è un infortunio naturale per come è stata la dinamica dello scontro, rimane comunque la bellezza atletica del gesto e dell’avere buttato il cuore oltre l’ostacolo.
    Emozionante!!!

    FORZA Justin

    FORZA ROMA SEMPRE.

  21. Il ragazzo ha pagato una certa foga. Imparerà lasciamolo crescere. Uno degli acquisti di Monchi più promettenti e più in crescita .
    Sull’eredita’ Romana è vero non c’e nulla che non sia stato inventato o determinato dal più grande impero di tutti i tempi. Anche il 25/12 come data di nascita del messia fu copiato: era il Dies Natalis Solis Invicti”. Richiamare il ventennio fascista quando si parla di Roma fa sorridere. Quella fu una drammatica parodia una truce macchietta e l’aver utilizzato dei simboli “romani” fu un tentativo pacchiano della propaganda di darsi un po’ di spessore

    • “Non c’è nulla che non sia stato inventato o determinato dal più grande impero di tutti i tempi”. Dunque il culto mitraico è nato nell’antica Roma, giusto?
      Io…. vabbè, oramai ho risposto.
      Ciao

  22. Lupino condivido al 100% ciò che scrivi, poi dicono che è retorico lo sdegno contro i cori (cosa che è il minimo in una società civile, altro che ipocrisia), invece la litania sulla grandezza di Roma quella non è retorica magari, ma cosa c’entra la grandezza di Roma di fronte ai cori di un branco di razzistelli di quarto livello? E se Roma non fosse stata grande allora i cori sarebbero stati meno gravi? In Calabria abbiamo avuto la Magna Grecia ma purtroppo oggi la Calabria è un buco nero e dunque conta il presente (depressione e disoccupazione), la retorica sta a zero. Ho sempre detestato la retorica delle gesta di un passato storico, spesso fonte di focolai di ipernazionalismo ed a volte di guerre insensate. Becera retorica di un paese che vive di slogan e non progredisce sul piano culturale e sociale. Verona è una bella città che non può essere sporcata da un branco di vigliacchi, cosa c’entrano le foglie con cui ci si pulivano il didietro? Adesso per andare contro un branco di indegni si massacra una città? I barbari? Roba da morire dalle risate. La verità è che il passato è passato ed oggi in questa povera Italia restano i cafoni ignoranti come questi veronesi di curva e tanti tanti problemi (come quelli di Roma, una città che ha perso i treni che contano), se vai ad Istanbul ti parlano della grandezza dell’Impero Ottomano ma oggi la Turchia fa schifo, ad Ulan Bator ti dicono che i mongoli sono stati i più grandi conquistatori del mondo ma il paese muore di fame, insomma fuffa per sviare dai problemi del presente, ovvero quelli di luoghi (come Roma) in piena decadenza storica. Depreco ogni forma di discriminazione e sogno una civiltà pluralista e tollerante, fossi oggi un romano penserei a come risollevare una città dove non succede più niente, penserei più all’incivilta’ di una parte degli odierni abitanti dell’urbe che alle gesta di un passato remoto in cui spesso i romani più che civilizzatori sono stati conquistatori e violenti esattori.

  23. A lupino… tu della storia romana al massimo hai letto un riassunto a fumetti…
    Con paperino Giulio Cesare e i Bassotti che facevano i galli.

    • Mi pare che Giulio Cesare fosse Zio Paperone. Letture che suggerirei a tutti, per prendersi un po’ meno sul serio.

  24. Verona non può essere sporcata da quattro vigliacchi, ma il Paese, e il popolo, intero può essere invece vezzeggiato e offeso tutti i santi giorni a causa di una minoranza di imbecilli intolleranti.
    Bel modo di pensare secondo convenienza.

  25. Non hai capito Amedeo, non è una novità, non accuso mai tutta l’Italia, non capisci ed è tempo perso parlare con chi non capisce, occupati di difendere gli attacchi di Erdogan ai Curdi che questo lo fai molto bene. Ciao, ciao.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome