Spinazzola dice addio alla Roma: “Esperienza indimenticabile, rimarrete per sempre nel mio cuore”

47
790

NOTIZIE AS ROMA – Leonardo Spinazzola ha salutato la Roma dopo cinque stagioni vissute in giallorosso. Il club ha deciso di non rinnovare il contratto, scaduto ieri, all’esterno che sembra pronto per unirsi al Napoli a parametro zero.

Il giocatore ha pubblicato sui social un messaggio per ringraziare i tifosi e ripercorrere questi anni nella Capitale: “Carissimi romanisti. È con un misto di emozione e tristezza che scrivo questo messaggio per salutarvi. Dopo un’esperienza indimenticabile, è giunto il momento per me di salutare Roma. Abbiamo gioito e abbiamo pianto, abbiamo esultato e abbiamo sofferto, insieme. Insieme abbiamo toccato il cielo a Tirana, insieme ci siamo rialzati da notti come quella di Budapest.

Durante il mio tempo a Roma ho anche avuto l’onore di sollevare l’Europeo con la Nazionale Italiana. Ho vissuto momenti di gioia e orgoglio, che rimarranno impressi nella mia memoria per sempre. Ma ho anche affrontato momenti difficili. In quei momenti bui, ho sempre sentito il vostro sostegno. Mi avete dato la forza di lottare per tornare più forte di prima. Ogni volta che sono sceso in campo, ho lottato e sudato con tutte le mie forze per questi colori. Roma rimarrà sempre nel mio cuore.

Sono fiero di aver contribuito al percorso del club, di aver riportato Roma e la Roma nei più grandi palcoscenici d’Europa, di aver dato tutto me stesso in campo e di aver condiviso momenti di gioia e di sofferenza con voi. Vorrei ringraziare ogni persona che ha fatto parte del mio viaggio qui. Dai compagni di squadra allo staff tecnico, società, tifosi. Ognuno di voi ha contribuito a rendere questa esperienza unica. Grazie per avermi sostenuto, incoraggiato e per avermi fatto sentire parte della vostra famiglia. Con affetto, Leo”.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteBellanova più Chiesa, il flop azzurro aiuta la Roma
Articolo successivo“ON AIR!” – ROSSI: “Chiesa fuori target per le possibilità della Roma”, CARINA: “O lo prendi subito o non lo prendi più”, LO MONACO: “Nessun paletto dei Friedkin per il mercato di Ghisolfi”

47 Commenti

    • Più forte pure di DI MARCO, sopravvalutato solo perché gioca in una delle strisciate
      Ciao Spinazzola e grazie di tutto

    • Grazie Leo,
      quando eri in forma eri il nostro miglior terzino sinistro dai tempi di Candela..
      Purtroppo ti abbiamo avuto poche partite a disposizione ma quelle che hai giocato quest’anno hai dimostrato di essere un vero campione .
      Grazie di tutto

    • Gaetà, Di Marco segna.
      questo non tirava nemmeno a porta vuota.
      essi bono, su

    • Grazie di tutto Leo, noi ti ricorderemo sempre con affetto per tutto ciò che ci hai dato, rimarrai sempre nei nostri cuori.
      Spero tu abbia risolto infine i tuoi problemi fisici e che continuerai a far vedere le tue belle cose, che abbiamo apprezzato anche a livello umano.
      Grazie e Sempre Forza Roma.

  1. Ci ringrazia anche il tuo estratto conto, visto che sei venuto qui, a ingaggio raddoppiato, per giocare si e no la metà delle partite.

    Bravo ragazzo, per carità, ma onestamente avrei voluto qualche dimostrazione in più, magari chiedendo un rinnovo a cifre ridotte.

    • Non credo se li sia cercati lui gli infortuni che lo hanno tormentato….vogliamo piuttosto parlare dell’ ingaggio e delle prestazioni di Pellegrini?

    • tifoso giallorosso non era il caso …che te frega a te dell’ingaggio bah…nn capisco proprio

    • Spinazzola, al netto della rottura del tendine d’Achille che è un fatto traumatico ed imprevedibile, non credo proprio abbia una media minuti giocati inferiore rispetto al “portatore sano di personalità”.
      Vogliamo fare i calcoli? Fai tu o faccio io? Ricordati però che verifico i risultati…

    • Barrett, Lorenzo Pellegrini, negli ultimi 4 anni, ha segnato 43 goal stagionali. Quest’anno, su azione, ha segnato più di Dybala in campionato.
      Ti servo subito, Lorenzo Pellegrini ha segnato 8 goal in campionato:

      Roma Frosinone, goal del 2-0 (3 punti);
      Roma Napoli, goal dell’1-0 (3 punti);
      Roma – Verona, goal del 2-1 (3 punti);
      Salernitana Roma, goal dell’1-2 (3 punti);
      Roma – Cagliarli, goal dell’1-0 (3 punti);
      Monza – Roma, goal dell’ 1-0 (3 punti);
      Roma Sassuolo, goal dell’1-0 (3 punti).
      Atalanta – Roma, goal del 2-1 (0 punti).

      Sono dei dati facilmente riscontrabili in qualsiasi sito che analizza i calciatori.
      Quindi, quella “pippa” di Lorenzo Pellegrini, da CENTROCAMPISTA, ha portato alla Roma la bellezza di 21 PUNTI. 21 PUNTI su 63 realizzati, quindi 1/3. Mi trovate un centrocampista che incide così tanto in una squadra? Attendo la lista di nomi, grazie.

    • @Barret, nessun problema, se la redazione mi pubblica il commento – non so per quale motivo lo hanno oscurato.
      Lorenzo Pellegrini, stagione 2023/2024, otto goal:
      Roma Frosinone 2-0; goal del 2-0 (3 punti);
      Roma Napoli 2-0; goal dell’ 1-0 (3 punti);
      Roma – Verona 2-1; goal del 2-1 (3 punti);
      Salernitana Roma 1-2; goal dell’1-2 (3 punti);
      Roma – Cagliarli 4-0; goal dell’1-0 (3 punti);
      Monza – Roma 1-4; goal dell’1-0 (3 punti);
      Roma Sassuolo 1-0; goal dell’1-0 (3 punti);
      Atalanta – Roma 2-1; goal del 2-1 (0 punti).

      Calcoli alla mano, Pellegrini ha portato alla Roma 21 punti su 63, ovvero 1/3 del totale.

      Cortesemente, visto che è descritto come uno scarso, mi trovate la lista dei centrocampisti che hanno inciso di più?

      Attendo la lista, grazie.

    • Il problema è che gol e assist sono stati realizzati al 90% tra gennaio e marzo.
      La stagione ha il brutto vizio di durare nove mesi, difetto al quale Pellegrini non sa adattarsi, risultando decisivo in bene due(2) mesi e scarsamente produttivo (quando non assente) negli altri sette(7).
      Quest’anno è stato giudicato (ingiustamente) colpevole di aver congiurato contro Mourinho perché il suo risveglio stagionale è avvenuto con l’arrivo di DDR.
      Da questo capo d’accusa l’ho difeso, sapevo che era iniziato il suo momento “on” che è stato regolarmente switchato a “off” a fine marzo. Va così da 7 anni, mica da uno, non c’è da scoprire nulla.
      Direi pure che le sue vittime non sono state di particolare valore, se si esclude il play off di EL col Feyenoord. Grande coi piccoli, piccolo coi grandi, pure qui con estrema regolarità.
      Se avessimo in casa questo piccolo Rivera immagino che sarebbero grandinate offerte sul tavolo del suo procuratore, cosa di cui mai si è avuta notizia.
      O sono tutti distratti oppure pensano ci sia di meglio in giro.

    • Ah, e per ricondurre alla giustizia i fatti su Spinazzola, non è arrivato qui a ingaggio raddoppiato bensì alla stessa cifra (3 mln) che percepiva alla Juve.
      Chi ha incomprensibilmente raddoppiato l’ingaggio per ben due volte da quando è tornato a Roma è sempre un altro ma non faccio il nome…

    • drastico, Spinazzola alla Juve prendeva 2.7 lordi, alla Roma 3 netti. il doppio.
      Fammi capire: pellegrini incide 1 su 3 nella Roma da centrocampista ed è oggetto di critiche? perché? Qui si ravvisa il “pregiudizio”: un centrocampista deve segnare ogni partita, oppure ogni due? Quello è l’attaccante, non il centrocampista. Quanto al “risveglio con De Rossi” dovresti aver notato che con Daniele, la Roma ha iniziato a giocare a calcio: più azioni, più goal, più punti. C’è stato un miglioramento generale della squadra che con Mourinho pensava solo a difendersi.

      volevo farti notare anche il fatto che “il centrocampista ad intermittenza” ha fatto più goal su azione di Dybala in campionato…. qualcosa non torna.

      Voltaire diceva che “pregiudizio è opinione senza giudizio”. io porto numeri. nom chiacchiere da radio

  2. Un pizzico di enfasi di troppo, come in quel “insieme ci siamo rialzati da notti come quella di Budapest” (dici?), però si comprende e si perdona.
    Qualitativamente parlando, nella miseria attuale del calcio italiano, lui è ancora adesso uno dei migliori interpreti del ruolo. Purtroppo sappiamo tutti quale sia il suo tallone (e tendine) d’Achille, una precarietà fisica che lo ha accompagnato lungo tutto il percorso della sua carriera.
    In pratica ha avuto solo una stagione di buona continuità, la seconda, quella che poi lo ha accompagnato a disputare un grande europeo, e dove purtroppo ha trovato l’infortunio che lo ha messo definitivamente a terra.
    E proprio quello è il più grande rimpianto, perché se non fosse incappato in quell’incidente la sua quotazione poteva raggiungere anche i 35/40 mln. E sarebbe stata un’ottima cessione per un 29enne che aveva raggiunto il picco delle sue prestazioni.
    In ogni caso si può dire che abbia fatto il suo meglio per onorare la maglia ogni volta che ha potuto e che in quel tanto chiacchierato affare con Luca Pellegrini, una volta tanto, non si può dire che siamo stati noi a rimetterci con certezza.
    A questo possiamo aggiungere che si tratta di un ragazzo professionale e dai comportamenti sempre corretti.
    In bocca al lupo Leo!

  3. In alcune partite sei stato un vero e proprio fattore. Purtroppo i muscoli di velluto ti hanno spesso penalizzato. Mi lasci comunque il ricordo di un ragazzo serio, e nonostante t’avessero scambiato con Politano hai sempre dato tutto quello che hai potuto. In bocca al lupo Spina.

  4. Grazie Leo , se solo non avessi avuto tutti i guai fisici saresti stato uno dei primi 2/3 terzini a lvl mondiale

  5. Certo che la Roma con i potenziali top player negli ultimi anni ha sempre avuto una sfiga…
    A cominciare da Strootman, passando da Spina, Zaniolo, persino Florenzi, chissà Wjnaldum. Appena nasceva il dubbio che fossero forti davvero, crack 🙁

    • Lascerei da parte Wijnaldum che secondo me aveva staccato la spina con la testa, cosa ampiamente dimostrata dopo il recupero dall’infortunio.
      Ma vogliamo parlare di Leo Castan invece? Addirittura il cavernoma, solo a noi poteva succedere una cosa del genere a un calciatore che era anche un grande dal punto di vista umano.

    • Gini ha fatto una carriera strepitosa.
      non era un potenziale campione.
      era un campione finito.
      poi , dopo, anche spaccato.
      Gini, giusto con Kevin puoi metterlo.
      ma anche lì forse è ingiusto.
      Gini ha fatto dj più in carriera

  6. Grande spina! Solo gli infortuni hanno fermato quello che poteva essere un giocatore fantastico. Anche quando era rotto rimaneva il terzino più forte della Roma. Persona seria, professionista esemplare e ragazzo sempre sorridente, spero che il futuro sarà fortunato e con molte soddisfazioni. Suerte leo

  7. Ciao Spina, quando non hai avuto guai fisici ne ho visti pochi forti come te, soprattutto nel saltare gli avversari che avevi contro.

  8. peccato, quando stava bene un grandissimo esterno,forse uno dei migliori che abbiamo mai avuto.ciao spina grazie di tutto

  9. Quanno se pensava de risorve li problemi der monno co n’semplice bite, e invece a’ realtà è sempre più amara daa fantasia….

  10. Quella del suo infortunio con l’Italia è stata l’ultima partita della nazionale che io abbia mai guardato per intero, da quel giorno non ce l’ho più fatta. E’ stato a livello calcistico uno degli shock più duri che abbia mai avuto. Con lui in forma sarebbe stata tutta un’altra storia (al top era letteralmente il motore della squadra… devastante) e scommetto che ora avremmo partecipato almeno una volta alla Champions negli ultimi anni e forse avremmo anche una E.L. in bacheca… maledizione, non ci voglio pensare….

    Comunque, al di là dei pensieri amari che purtroppo mi sovvengono pensando a Spinazzola, mi sento in dovere di augurargli il meglio per il futuro. Quantomeno, per un breve periodo mi ha permesso di sognare.

    Buon proseguimento, Leo

  11. A confronto dei terzini che l’Italia ha schierato in questi Europei, Spinazzola era un top player.
    Ne parlo al passato ,perchè ormai la sua carriera è in netta fase discendente a causa dei molteplici guai fisici che lo hanno penalizzato.
    Nelle occasioni in cui è stato in piena efficienza fisica, Leonardo è stato una vera “spina” nel fianco per le difese che lo dovevano contrastare.Infatti la fase propulsiva è stato il fiore all’occhiello del suo bagaglio tecnico,anche se in difessa ha offerto pur sempre un valido contributo.
    Ricorderò sempre quel Bologna-Roma 1 a 5 in cui Spinazzola distrusse tutta la fiancata destra dei rossoblu di Mihajlovic ,fornendo a ripetizione assist a porta vuota ai suoi compagni d’attacco.
    E’ pertanto doveroso da parte mia salutare Leonardo Spinazzola con rispetto e gratitudine.

  12. voglio vedere ora al posto suo quale pippa andremo a strapagare ora, intanto lui se ne andrà a zero al Napoli e con conte vedrete i sfracelli che farà.

    • Scusa @Leo 72: ma se nella Roma spinazzola delude (prima parte), poi si infortuna gravemente ((seconda) e poi alterna buone prestazioni a stop muscolari (ultima parte) e poi va nell’altra squadra e con il nuovo allenatore “fa sfracelli” come dici tu, la Roma tutta (società e noi tifosi) cosa possiamo farci? Nel dubbio, per te è già un rimpianto, ma come potremmo prevedere il futuro: in base a ciò che ti ho elencato e di fronte a una richiesta di ingaggio, presumo, abbastanza importante, tu come ti saresti comportato?

  13. I più grandi palcoscenici d’Europa?
    dove esattamente?
    perché in Champions non ti ho visto fare un minuto.
    do stanno sti enormi palcoscenici?
    Rotterdam?

    • Non lo farebbe mai.
      Sotto quelle parvenze è rosicone e rancoroso.
      Come quando mise dentro per sbaglio la punizione a cagliari (tipo 1/30) e disse una cosa tipo “ndo stanno quelli che dicheno che nee so tirà”.

  14. Quindi finalmente possiamo dire scongiurato il pericolo del rinnovo anche a ingaggio ribassato?
    Niente contro il ragazzo ma noi dobbiamo guardare gli interessi nostri e prendere qualcun’altro più adatto alla nostra causa.
    Purtroppo la lista delle cessioni è ancora lunga, il problema è che non li vuole nessuno, da Spina ci siamo salvati solo perché è andato a scadenza

  15. A me è sempre piaciuto questo ragazzo, sempre col sorriso, mai polemico, purtroppo anche un po’ fragile fisicamente, ma quando è in forma non ce n’è per nessuno. Ha fatto i suoi errori ma ha sbagliato molto meno di altri.
    Quando scrive che ha lottato con tutto se stesso non faccio fatica a credergli, perché si vedeva
    Non è mai stato un grande finalizzatore, ma segnare sarebbe mestiere di qualcun altro, e glissiamo su questo…
    Speriamo solo di non doverlo rimpiangere
    Ciao Spina e in bocca al lupo per tutto

    • però un esterno dovrebbe saper crossare e per la miseria non ne ha fatti a decine eh….anzi, certe volte da mettersi le mani nei capelli. Detto ciò Spina sano è nettamente il migliore laterale in serie A, il problema è che l’abbiamo visto troppo poco in 5 anni. Lo ringrazio e gli auguro ogni bene perché ha passato quel che ha passato, non ha mai fatto polemiche e in campo si è sempre impegnato.

  16. Spinazzola, uno dei pochi veri professionisti che avevamo in rosa.
    Peccato per i continui problemi fisici.
    Io per un’altra stagione me lo sarei tenuto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome