Tagliavento: “Simpatie per la Roma? Una leggenda”

6
1747

ULTIME NEWS AS ROMA – “Le mie simpatie per la Roma? E’ una leggenda, probabilmente legata ad un fattore statistico“. Lo ha detto l’ex arbitro italiano Paolo Tagliavento ai microfoni di Radio Campus Cusano.

L’ex fischietto giustifica così questa voce, alimentata soprattutto dalla tifoseria laziale: “Io ho avuto la fortuna e il piacere di arbitrare 4 derby di Roma, che ritengo la sfida più bella del campionato italiano, e in questi 4 derby la Roma ha vinto tre volte. Quindi per una questione di statistica sono diventato quello che fa vincere i derby alla Roma.”

“Rapporto con Totti? Come tanti altri grandi campioni c’era un rapporto di stima reciproca e il rispetto che do e pretendo da tutti gli altri calciatori”. Sul Var: “Nell’ultimo anno in cui ho arbitrato era stato appena introdotto il Var. Quando iniziammo il percorso di preparazione ero estremamente scettico per vari motivi, il primo è che era il mio ultimo anno e avevo fatto un percorso di 10 anni arbitrando in una certa maniera, per cui c’era tutta una serie di cose che caratterizzava la figura dell’arbitro.

Ero molto scettico anche sulle tempistiche di valutazione, sul fatto di dover fermare il gioco e andare a rivedere al monitor. Non nego che nella mia prima partita col Var sono andato in campo avendo molti dubbi e perplessità. Sono bastati però i primi 45 minuti di quella partita per capire le immense potenzialità di questa tecnologia. Il Var avrebbe risolto i 5 errori più gravi della mia carriera. E’ come il trapezista che per anni è stato abituato a fare i suoi esercizi senza una rete di salvataggio e improvvisamente è arrivata questa rete. Tu sai che se sbagli non cadi nel vuoto”.

Fonte: Radio Campus Cusano

6 Commenti

  1. …da non credere…se questa radio si mettesse in testa di andare ad intervistare tutti gli arbitri simpatizzanti della giuve e dell’inda (lasciando stare il bilan ora un po in disgrazia) dovrebbe scritturare qualche centinaio di reporter e poi organizzare una diretta continuata di almeno tre giorni per mandarle in onda tutte…..

  2. Mai stato tifoso della Roma, Tagliavento aveva solo rispetto per un campione come Totti, ma la Roma, per tutti gli arbitri italiani, è stata sempre una squadra da svantaggiare. Il perché? Non lo so, forse perché tifano per la juve l’inter o il Milan e per questo devono svantaggiati. Però a Roma ci vengono in vacanza e la trovano bella. Ipocriti!
    Forza Roma Daje

  3. Quindi, ricapitolando.
    Ha fatto un percorso, di 10 anni, arbitrando in una certa maniera (parole sue).
    Poi dice che era dubbioso, ma gli sono bastati 45 minuti (della sua prima partita con il VAR) per capirne la sua immensa pontenzialità tecnologica.

    Ecco…gli arbitri di oggi, da quando hanno introdotto il VAR, non lo hanno ancora capito. Infatti decidono le azioni dubbie senza nemmeno consultarlo.
    “Mistero”.

  4. Una leggenda creata ad arte dai quei complessati dei laziali e da tutti quei giornalisti radiolari corrotti e infamanti che gettano fango sulla Roma da sempre

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome