THIAGO MOTTA: “Partita meravigliosa contro una squadra forte. Orgoglioso di allenare questi ragazzi”

8
205

ULTIME NOTIZIE AS ROMAThiago Motta, allenatore del Bologna, commenta a fine gara la prova dei suoi ragazzi nel match di campionato che si è appena giocato allo stadio Olimpico contro la Roma.

Di seguito tutte le dichiarazioni del tecnico dei rossoblù ai microfoni dei giornalisti al termine della partita:

Un’altra grande prova del Bologna di grande personalità:
“Sono d’accordissimo. Avevo detto loro che sono orgoglioso di allenarli e dopo la partita è ancora più emozionante. Sono venuti qua, in un campo difficile contro una squadra difficile e hanno fatto una prestazione di alto livello in tutte le fasi. Questo mi lascia molto soddisfatto e molto contento. Hanno fatto una partita meravigliosa contro una squadra difficile. Questo fa bene al nostro calcio. Avere partite così… siamo sulla strada giusta”.

La Champions è cosa fatta?
“Oggi penso solo alla partita di stasera e a godermelo al massimo. Il resto arriverà a suo tempo. Oggi il nostro presente è molto bello e voglio approfittarne come i tifosi. Pensare a altro significa niente. Dobbiamo solo vivere questo bel momento. Sono molto grato ai ragazzi e ai tifosi. Abbiamo fatto una serata meravigliosa per questa squadra meravigliosa”.

Che cosa ha di speciale questa squadra? Stupisce anche come difendete:
“Penso che hai descritto bene cosa è la nostra squadra. Cosa vogliamo proporre. Ogni singolo giocatore mette a disposizione del gruppo il suo massimo e la sua miglior versione. Il calcio è in evoluzione sempre. Noi ora godiamo di questo momento. Una vittoria importantissima, che ci dà fiducia nel continuare a giocare così. Aiutarsi, generosità, poi giocare con coraggio, andare in avanti, divertimento. C’è grande libertà di movimento, dobbiamo divertirci insieme. Stasera è un’altra dimostrazione che questa è la strada giusto. Sono davvero orgoglioso di allenare questa squadra”.

Hai scelto Ndoye per avere più marcatura?
“Sì. Avevamo di fronte una squadra forte su entrambi i lati. Il momento di Ndoye e Calafiori oggi era molto buono. Per questa partita Ndoye era un’opzione valida perché ha giocato anche quinto. Dovevamo aprire bene il campo, lui essendo destro ha più facilità. Ma senza dimenticare quello che ha fatto Orsolini. Ma oggi, in questo momento, per la partita di oggi, era interessante partire con Ndoye e penso abbia fatto un’ottima gara in entrambe le fasi”.

Zirkzee è un campione?
“Sta molto bene in questo momento. È molto giovane, deve continuare a lavorare con la stessa fame, con la stessa voglia di aiutare e migliorare. Vedremo alla fine, i campioni si vedono alla fine. Oggi è uscito per un fastidio, non stava al 100% in settimana. Finché era in campo ha fatto molto bene. Anche Castro ha aiutato la squadra quando è entrato. Zirkzee ha attitudine, voglia, fame. Questa è la base per giocare a calcio”.

Il derby?
“Sono passati tantissimi anni. Sto diventando vecchio. Ho bei ricordi dell’Inter, spero oggi vinca la migliore squadra e che io possa continuare con il mio Bologna. Sto molto bene e sono felice”.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteROMA-BOLOGNA 1-3: le pagelle
Articolo successivoAZMOUN: “Bravo il Bologna, nel calcio a volte si perde. Noi andremo avanti per la nostra strada”

8 Commenti

  1. Il Bologna è stato facilitato dal fatto di non giocare partite infrasettimanali,altrimenti penso che avrebbe pagato dazio e pure pesantemente.
    Comunque il 4° posto è ormai suo.
    La Roma deve fare la corsa sull’atalanta. ma per avere chances di successo deve vincere a Udine. Se non lo fa,per me è fuori dai giochi per la quinta posizione,perchè l’atalanta ha un calendario agevole e dispone di più rotazioni in tutti i reparti.

    • Il Bologna si avvia a diventare una potenziale piccola Atalanta perché, a mio avviso, hanno il miglior dirigente sportivo della Serie A dopo, forse, solo Marotta.
      Perché se mi porti in coppa il Chievo, può essere un caso, se mi porti in Champions l’Atalanta può essere culx, ma al terzo miracolo si comincia a diventare santi…

      Dico solo potenziale perché capisco le difficoltà che si possono avere nel trattenere e sostituire i giocatori che ti esplodono in una realtà così piccola…

  2. non fare il fenomeno.. hai sculato il giusto..mettici pure un arbitro che tra chiacchiere inutile ed ammonizione ad orologeria ti fa innervosire ed il gioco è ‘fatto..nota negativa paredes..meno sceneggiate..giocare e zitto..forza Roma…

  3. la differenza tra Roma e Bologna è che noi giochiamo ogni due giorni loro riposano tutta la settimana per giocare una partita.
    La Roma è un altra cosa…….

  4. si bravi per carità, lui un ottimo allenatore, ma quel gol el azzouzi non lo rifarà mai più nella sua vita. E sorvoliamo sullo 0-2… con una Roma un po’ più lucida e cinica sarebbe finita diversamente, ma la differenza con loro è proprio questa e ne prendiamo atto. Gli gira tutto bene, se la godano finché dura (vedi napoli); l’anno prossimo quando avranno anche loro tre competizioni vedremo la reale tenuta di questa squadra, ma le premesse per diventare un’Atalanta 2.0 un po’ più simpatica sembrano esserci.
    Molto meno bravi tuttavia dal punto di vista comportamentale, certe scenette degne di un sassuolo qualunque, ma evidentemente Maresca aveva occhi solo per noi

  5. Se avesse arbitrato Gianni Morandi nonostante sia tifoso del Bologna, sarebbe stato più imparziale e molto meno in malafede rispetto al soggetto che ci hanno mandato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome