TIAGO PINTO: “La nostra strada è chiara, nei prossimi due anni vogliamo giocare altre finali”

10
875

AS ROMA NOTIZIE – Il GM giallorosso Tiago Pinto risponde alle domande di Sky Sport nei minuti che precedono l’inizio di Roma-Feyenoord, finalissima della prima edizione della Conference League.

Ecco le dichiarazioni del dirigente portoghese sulla partita che si sta per giocare all’Arena Kombetare di Tirana:

Partiamo dalle emozioni, si dice che i manager debbano essere freddi, è vero?
“Sì, è facile capire quello che significa arrivare in una finale. Si vince con la testa, non con le emozioni. Vogliamo vincere per tutti i tifosi che ci hanno sostenuto. È chiaro che siamo tesi in attesa del fischio d’inizio”.

Ieri Friedkin al gala dell’Uefa ha detto che questo ‘è un punto di partenza’, cosa significa?
“Dico la verità: arrivare alla fine della stagione con dei dubbi sul progetto della Roma è strano. Abbiamo portato Mourinho, fatto 55 partite e siamo migliorati, la nostra strada è chiara e sappiamo quello che vogliamo fare. Nei prossimi due anni vogliamo giocare altre finali”.

Cosa significa per voi?
“Al di là dei risultati ho sentito che la squadra è cresciuta tanto, anche la struttura e l’organizzazione. Siamo fiduciosi di portare più gioia ai tifosi nei prossimi due anni”.

TIAGO PINTO A DAZN

Che aria si respira in questi giorni a Roma?
“Significa che abbiamo fatto una lunga strana, abbiamo passato anche serate brutte come a Bodo, ma siamo riusciti ad arrivare qui. È importante per noi come squadre e come progetto, ma so perfettamente che è importante per la città e i tifosi. È la ragione principale per vincere oggi, ci hanno dato un sostegno incredibile durante tutta la stagione. Sarebbe bello vincere per loro”.

Coma ha visto la squadra in questi giorni? C’è tensione?
“Siamo abituati, abbiamo giocato tutta la stagione ogni 3-4 giorni. La squadra è carica e motivata, c’è un po’ di tensione perché è una finale. Non è uguale giocare una finale o un’altra partita. Ma siamo al 100%, siamo carichi e non ci sono infortunati. Vogliamo essere una vera squadra in campo per vincere la coppa”.

Quanto incide portare a casa il trofeo per il bilancio della stagione?
“Nello sport le idee sono tante volte più importanti dei risultati. Quando si vince non va tutto bene e quando si perde non va tutto male. Con Mourinho in questa stagione abbiamo fatto tanti miglioramenti, il bilancio è positivo in una strada lunga e in un progetto lungo di altri due anni. È chiaro che se dovessimo vincere saremmo più felici, ma siamo sulla strada giusta e lo abbiamo dimostrato in questa stagione”.

 

Articolo precedenteArena Kombetare, squadra in campo per la ricognizione tra i cori dei tifosi. Euforia anche fuori dall’Olimpico (VIDEO – FOTO)
Articolo successivoLA COPPA E’ NOSTRA: LA ROMA VINCE LA CONFERENCE LEAGUE! Decide Zaniolo, Feyenoord battuto 1 a 0: è trionfo

10 Commenti

  1. Daje io sono almeno due giorni che non dormo con l’ansia…VINCETE PORTIAMO LA COPPA A ROMA!!!!fatelo per noi
    Forza Roma!!

    • Ssshhhhh! Che se te sente Tony73 non la pianta più!… E, comunque, detto fra noi: Senesi, e pure Kocku.

  2. Svejjjjaa Pintoooooo
    a guerra é finita. Avemo vinto la coppa. Mo datte da fa e cioè
    DYBALA SKRINJAR BREMER DOUGLAS LUIZ RENATO SANCHES

  3. Nei prossimi due anni vogliamo giocare altre finali”.

    Bravo Pinto è questo ora lo scatto che bisogna fare bisogna cancellare questa mentalità perdente dove tra una coppa internazionale e l’altra passano 60 anni ogni anno bisogna fare una finale, poi si vince o si perde, ma ogni anno bisogna arrivare fino in fondo e ora c’è la società e tutte le strutture per fare una Roma sempre più bella e internazionale

  4. Grazie Tiago Pinto, questa coppa l’hai vinta anche tu, è anche merito tuo.
    E Tiago Pinto ha avuto anche il grande merito di far arrivare Mourinho alla Roma se qualcuno se ne fosse dimenticato.

  5. Nelle sue parole c’è il programma di Friedkin….Coppe Europee !
    La Roma diventerà una squadra stabile in Europa e sempre più seguita. L’onda Mou è devastante per tutti, anche per noi che ce lo teniamo stretto e godiamo.
    I Friedkin hanno capito in poco tempo quale musica suona nel campionato Italiano, con tutti i suoi favoritismi ed impicci a beneficio sempre e comunque delle stesse società e suoi personaggi. Ed allora ? Tanti pesi al cuxo, a me basterà ogni anno entrare in Champions, poi me la gioco là e del campionato di serie A me ne sbatto ! Questa sarà la loro fine.
    Grazie Friedkin !

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome