TIAGO PINTO: “Mourinho esigente e ambizioso come 30 anni fa. Io e lui abbiamo ancora molto da fare per la Roma”

18
1671

ULTIME NOTIZIE AS ROMATiago Pinto ha rilasciato un’intervista al sito portoghese “Sicnoticias.pt” e ha affrontato alcuni temi tra cui il lavoro del settore giovanile e il rapporto che lo lega a José Mourinho. Ecco le parole del general manager della Roma.

Trigoria.
“Da quando i Friedkin hanno acquistato il club, abbiamo migliorato molto il centro sportivo di Trigoria. Ad oggi abbiamo 5 campi di allenamento perfetti per la prima squadra, cosa che prima non avevamo. In Portogallo siamo abituati a curare ogni dettaglio per potere competere con i top club. Ho preso molti spunti dal Benfica”.

Come è lavorare con mister Mourinho?
“È quello che tutti voi potete immaginare. È una persona molto esigente, che nonostante abbia 60 anni e 26 titoli continua a lavorare con la stessa ambizione e motivazione di quando aveva 30 anni”.

Il settore giovanile.
“In qualsiasi club in cui andrò dovrà avere come base del progetto un focus totale nella formazione giovanile e sullo sviluppo dei giovani calciatori. Noi, con l’aiuto di Mourinho, abbiamo fatto esordire in prima squadra 14 giovani della Primavera e alcuni di loro, come Zalewski e Bove, sono poi diventati titolari”.

Mourinho e Tiago Pinto ancora insieme il prossimo anno?
“Il nostro lavoro non si può valutare in base al risultato di questa finale. Abbiamo ancora molto da fare per questo club. Sappiamo che il calcio a volte presenta delle sorprese e che non possiamo mai garantire a 100% quello che succederà in futuro, ma da parte mia l’intenzione è quella di proseguire il lavoro insieme”.

Fonte: Sicnoticias.pt

Articolo precedenteSiviglia-Roma, Dybala ha dato l’ok a Mourinho per giocare: la Joya verso una maglia da titolare
Articolo successivoBUDAPEST LIVE – La Puskas Arena si tinge di giallorosso. Cori allo stadio per la Roma (VIDEO!)

18 Commenti

  1. Comunque vada a finire tt la città sta vivendo un sogno..alla faccia di quel figuro che infesta il sito che adesso fa’ finta di nulla,ma fino a ieri disprezzava la coppa (LIK)..e oggi fa il fenomeno..🤣 che preferiva il quarto posto..i laziali sono chiusi nel loro guscio e tremano..si respira l aria di un occasione quasi irripetibile.. restiamo noi saldi e colla testa alta come allora quando vinizio’ questa splendida avventura..🍊

    • Son in tre o quattro che girano. Muniti di multinick appaiono solo quando c’è da Denigrare.
      Mourinho, Pinto, Presidenza e Giocatori vengono presi di mira sistematicamente. Non li vedi mai esultare ma mistificano e sminuiscono una continuazione. Per costoro la Conference non è altro che un portaombrelli. Coppa Italia vinta dalla Primavera? Quisquilie. Trofei e Tricolore vinti dalle ragazze passano in secondo piano, non interessano. (Se non ho contato male, ben 5 trofei in due anni) Non sò cosa accadrà stasera ma se poco poco dovessimo veramente conquistare l’Ultimo Traguardo, non passerà molto tempo prima che troveranno da ridire anche su questa Competizione. Di questo, ne sono piu’ che convinto!

    • I kapishionerZZ quartopostisti riusciranno a breve con la storia di Dezzerbbihihihi
      erbergiocohohoh

    • Ma chi, er comico narcisista che pare er fratello de babbo natale? So’ tutti bboni a sali’ sur carro … dopo!
      DAJE ROMA DAJEEEEEE PRENNEMOSE STA COPPA 🏆💪💪💪💛❤💛❤💛❤🤞🤞🤞👊👊👊

    • orange:

      disamina perfetta.

      sulla sponda sfortunata della regione non si trova più un trespolo a pagarlo oro…

      riguardo a quello che da buon PIPPANERA ha tifato contro la NOSTRA AMATA ROMA per tutto il percorso europeo… beh, quello si commenta da solo, cercano uno STRATEGA dalle parti di Formello 🤏

      ❤️🧡💛

    • orange, siamo tutti a Budapest, comunque vada chi tifa Roma ha gia’ vinto 💛❤️

  2. Invece sulla Gazzetta, dopo la foto della fiamma di Lukaku, i cori da stadio per Augustina fresca sposa si Lautaro, le nuove ambizioni della Juve, il Milan che vuole comprare nuovi “campioni”….. c’è un articoletto sulla Roma in finale, dove viene interpretata la frase di Pinto a proposito di Mourinho, che “nel calcio non si può mai sapere”.
    Ste cose mi fanno un po’ rabbia. Ecco perché tifo sempre CONTRO le strisciate, anche in Europa

  3. Se tutto il vostro destino dipende da un’unica partita vuol dire che, comunque, avete sbagliato. Pinto soprattutto si attacca agli specchi, letteralmente.

    • il Nostro destino in campionato era questo giusto…? mica ci mancano 12 punti pure quest anno come l anno scorso? sai che partiamo anche l anno prossimo da meno 12? La cricca arbitrale sarà sempre la stessa.

  4. PINTO: “Da parte mia l’intenzione è di proseguire il lavoro insieme”
    CHIUNQUE ALTRO A PARTE SUA MADRE: “Anche no.”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome