Tocca al “figliol prodigo” Tahirovic: i malumori, la fuga in Svezia e la multa. Ma ora arriva la chiamata di Mou

25
1959

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Si sa, Josè Mourinho è sempre molto attento ai giovani della Primavera che la Roma sforna ogni anni con nidiate davvero promettenti.

Dopo aver lanciato Felix (poi ceduto a caro prezzo alla Cremonese), Zalewski, Bove e Volpato, ora è il turno di Benjamin Tahirovic. Il centrocampista svedese, di chiare origini bosniache, è stato convocato per la prima volta dallo Special One per Samp-Roma ed è partito con la prima squadra.

Un esordio, racconta oggi il Corriere dello Sport, arrivato più tardi di quanto si aspettasse. Gli ultimi mesi sono stati piuttosto turbolenti: tutto comincia lo scorso 10 luglio, quando la Roma aveva deciso di rinnovargli il contratto fino al 2026.

Grande felicità per Tahirovic, che si aspettava anche di poter salire presto in prima squadra, per allenarsi con i grandi, crescere insieme a Mourinho e potersi ritagliare anche qualche minuto in campo tra campionato e coppe. Una promessa arrivata da un dirigente di Trigoria e che secondo il ragazzo non è stata poi mantenuta.

A tal punto che dopo aver lavorato in prima squadra durante l’estate e poi essere sceso nuovamente in Primavera, il ragazzo ad agosto aveva deciso di tornarsene in Svezia per schiarirsi le idee. Un viaggio di una ventina di giorni che però non era stato autorizzato dalla Roma: il club non ha preso per niente bene la mossa di Tahirovic, e lo ha multato pesantemente per questa inaspettata “fuga”. 

Ma vista la giovane età e vedendo in lui grandi potenzialità, i dirigenti avevano deciso di non prendere misure estreme. Anche perché l’aria di casa sembra avergli fatto proprio bene: lo svedese si è ripresentato a Trigoria in una condizione strepitosa, collezionando una serie di prove convincenti in Primavera che hanno portato alla chiamata di Mou. 

Fonte: Corriere dello Sport

Articolo precedenteRoma, occasione Champions
Articolo successivoLanna: “A Roma pressione diversa per le radio. I Friedkin hanno attributi grandi così. Il mani nel derby? Non ci penso più. E Villar…”

25 Commenti

  1. Scusate non ho capito….
    Ma, alla fine è stato convocato per la trasferta di Genova o no..??
    Chi ha scritto sto articolo, Marinella..?? 🤦
    💪🧡❤️

    • Si, è stato aggregato, MOU per un giovane è tutto, è principalmente punto di arrivo, ma di un inizio da sogno, essere allenati dal NUMERO UNO è un sogno per qualsiasi professionista, figuriamoci per un giovane…. 💛❤️🐺🐺🐺🏆

    • Effettivamente …
      Probabilmente ho letto naltro articolo…
      Èhh scusate..🤷
      💪🧡❤️

  2. Se mi viene permesso vorrei fare alcune precisazioni sul contenuto dell’articolo. Qui tutti ormai sanno che non sono un estimatore di MOU e perciò sarò coerente con me stesso. Sulle “attenzioni” sui giovani vorrei parlare di Zalewski l’unico che effettivamente è preso in considerazione, su Bove e Volpato quanti millisecondi hanno giocato ? per non parlare di Tripi o altri, non li fa giocare neanche se gioca con la squadra del quartiere. Non accetta che vadano a farsi le ossa ma non li fa giocare. Sappiamo benissimo che gli piace immensamente giocare solo con grandi campioni, ma non li ha.

    • Curioso che ieri ci fosse un pezzo in cui Vergine sbandierava il grande interesse di Mourinho nei confronti dei giovani.
      Addirittura il responsabile del settore giovanile sosteneva di non avere mai visto nessuno attento come lui.
      Non ho motivo di mettere in dubbio le parole di Vergine, però la storia ormai ventennale di Mourinho allenatore racconta altro, e non mi vengono in mente tutti questi ragazzini lanciati nella mischia.
      Nel senso che ce ne sono abbastanza che hanno esordito con lui, tra i quali Nacho, Casemiro, Loftus-Cheek, Fabinho, oltre ovviamente ai nostri Zalewski, Bove, Volpato e Felix.
      Ma tranne Zalewski, non mi risulta nessuno che sia entrato in pianta abbastanza stabile nelle rotazioni con Mourinho.
      E sappiamo che gente come De Bruyne, Salah e Lukaku ha dovuto allontanarsi da lui per trovare spazio.
      Dubito che se avesse avuto il Marquinhos 17enne di Zeman lo avrebbe buttato dentro senza indugi come fece il boemo. Probabilmente adesso starebbe in panca dietro al “leader” Mancini.

    • Beh, per Felix dobbiamo solo ringraziarlo, visti gli improbabili 7 mln incassati dalla vendita del velocista…

    • Mi pare un analisi “parziale”, non dipende solo dal valore assoluto dei giocatori ma pure dal ruolo e dalle caratteristiche, per Zalewski si era aperta una possibilità e lui l’ha sfruttata, Bove quando ha giocato è sempre stato non nel suo ruolo, ergo, Mou non lo vede pronto per giocare lì (e non avendolo visto non sappiamo s eha ragione o torto) come non vede pronto Camara (che non è certo un giovane!). Per gli altri: Lukaku è un attaccante che due volte è stato in Premier e due volte ha avuto problemi, Salah è cresciuto tanto tra Firenze e Roma… ricordo che qui molti criticavano che sbaglaisse troppi gol, e Mou aveva un attacco non certo “scarso” quando non lo faceva gocare. De Bruyne basta leggere l’intervista: Mou gli chiese di essere più incisivo e decisivo per poter giocare titolare, e De Bruyne decise di andar via, la detto lui, non io… Giocatore che adoro, ma è evidente che non ha le caratteristiche mentali per essere uno “da Mou” e dico pure che proprio il City dimostrava proprio una carenza di attributi… basta veder come è uscito dalla ultime CL, non per motivi tecnici ma di carattere, e uno dei leader è appunto De Bruyne. Non per dire che Mou ha ragione, ma per dire che non ha tutti i torti e quando scegli fai degli errori, ma mi pare 1) che ne faccia pochi 2) che comunque hanno sempre un senso

    • erik, De Bruyne dal Chelsea va al Wolfsburg a gennaio 2014, e lì realizza in una stagione e mezza 16 gol e serve 28 assist. Come incisività direi che non è male.
      Si può dire tranquillamente che Mourinho preferisce affidarsi a giocatori di esperienza piuttosto che affidarsi a uno sbarbato anche se magari lo vede tecnicamente migliore?
      Non dico nemmeno che è un crimine, anche perché poi non è che avesse a disposizione degli scarponi all’epoca, ma è un dato di fatto.
      A Roma magari il discorso potrebbe essere leggermente diverso perché Mancini e Cristante non sono Terry e Lampard.
      Di fatto Zalewski ha avuto fortuna, causa indisponibilità di Spinazzola e l’evidente flop di Vina. Altrimenti avrebbe avuto lo stesso spazio di Bove.
      Così come Felix, addirittura inadeguato per la categoria, ma che ha potuto sfruttare l’altrettanto evidente disinteresse di Mourinho nei confronti di Shomurodov.

  3. Va bene tutto,
    se però non gioca mai Bove, figurarsi gli altri….
    non è una critica, solo una constatazione.

    Non hanno spazio giocatori come Volpato e Edoardo che sinceramente sembrano
    quasi pronti,
    per Tripi, Tahirovic, Cassano penso che davvero non ci sia speranza.
    Quest’anno.

    • Volpato quasi pronto? Ma che stai dicendo?
      Tahirovic ha il vantaggio di essere un calciatore molto fisico, quindi sicuramente nelle grazie del mister.

  4. buon giorno cari tifosi della Roma scusate però mi sembra eccessivo stare a parlare dei giovani se giocano oppure no con il mister jose,tanto se giocano i giovani siamo scarsi perché ci vogliono i giocatori pronti se giochi con i giocatori pronti a no ma i giovani devono giocare.sinceramenre di giovani della Roma che hanno fatto carriera ultimamente non mi ricordo ricordiamo pellegrini della Juve lo stesso milanese ,penso che quelli forti restano gli altri servono per il mercato a fare cassa come Felix per me una grande operazione di mercato.Poi come tutti possiamo sbagliare valutazioni ma José nella carriera penso che ne ha indovinate di più che sbagliate.nella storia abbiamo avuto chi voleva vendere Totti da giovane ed in Argentina era un fenomeno che ha vinto.Quello era un giovane forte un abbraccio a tutti e sempre forza Roma conquistiamo Genova oggi.

  5. articolo inutile e sensa senso visto che il mister adesso si fida solo di cristante e matic a centrocampo e ogni tanto di Camara e quando tornerà Dybala arretra Pellegrini e va in panca matic, quindi anche serve questo articolo??? non gioca mai Bove che sta in prima squadra da un anno oramai fisso e pensano che gioca Tajrovic alla prima convocazione?? troppo deve suda per giocare in questa Roma, comunque la mia speranza e’ che sia forte come ne parlano adesso. Forza Roma

  6. L’Imperatore di Setubal non è diventato famoso in quanto infallibile, è diventato famoso in quanto vincente. Vale a dire che a parità di chances (o persino con chances un po’ inferiori) lui vince. Le partite, le Coppe e i Campionati… il che non impedisce che durante la sua carriera possa aver ignorato milioni di ragazzi meritevoli.

    I giovani di solito li vedo salire alla ribalta in squadre di secondo piano oppure vengono lanciati da Allenatori non vincenti (Zeman e Mazzone sono i primi due esempi che mi vengono in mente).

    Però parliamoci chiaro: posso immaginare un Mou che non fa giocare Totti a 16 anni ma faccio fatica a credere che non l’avrebbe schierato non appena avesse pensato che gli poteva far vincere le partite. E Zalewsky, che a 20 anni è praticamente titolare, mi fa pensare che sia proprio così…

    Tripi non gioca? Riccardi l’ha lasciato andare? La filosofia Mouriniana secondo me è semplice: se pensa che non siano in grado di aiutare la squadra a vincere non li fa giocare. Li tiene come riserve ma spera di non doverli mai schierare. Diverso è il caso di Bove: gioca poco ma gioca, anche se ha davanti gente forte…

    Che fine farà Tahirovic? Penso che dipenderà per il 99% da lui stesso: se è forte immagino che lo vedremo in campo…

    Ciao a tutti 😊.

  7. Secondo me la questione è’ semplice. Se lo ha convocato per sicurezza come riserva delle riserve non lo vedremo mai in campo, se invece pensa che sia forte e se ne presenta l’occasione lo butta dentro anche passando avanti ad altri più titolati.

  8. non so cosa farà in futuro.
    Ormai, è quasi un anno e MOU era a Roma da circa mezza stagione, che vedendo qualche partita della primavera di De Rossi (dove non era nemmeno titolare ma entrava spesso) scrissi qui che di tutti era il mio preferito (assieme al laterale destro di colore che ora mi sfugge il nome, lui sì sempre in campo, ora non so dove sia e quanto giochi).
    Probabilmente perché TAHIROVIC ha novimenti simili e occupa zone di campo che occupavo io quando giocavo quasi 1/2 secolo fa 😉, e caratteristiche, per quel poco che ho visto, molto simili.
    Magari a centrocampo troviamo un giovane clone di CRISTANTE e MATIC…

  9. …per quanto riguarda la diversa storia, ad oggi, di BOVE, ZALEWSKJ, FELIX, e ci metto CALAFIORI… la risposta che mi do é la seguente:
    ZALEWSKJ é entrato in campo alla grande conquistando in breve i gradi da titolare da ex primavera alla MISSORI e simili che era, principalmente per il casuale concatenarsi di “sfortunati eventi”. Nella fattispecie, fuori SPINA, VINA ha giocato titolare ogni minuto fino a dicembre inoltrato (pure col solo tempo di disfare i bagagli tra Roma, Uruguay, Roma e 3 gare a settimana, venendo da un campionato in corso, e senza staccare neppure per le ferie che si son fatti gli altri). Rotto VINA, è stato il turno di abbassare ELSHA a sorpresa, piuttosto che CALAFIORI (questo, a parte la scarsa forma perenne, mai ha convinto il mister. Del resto, nel GENOA poi retrocesso, CALAFIORI si sarà fatto qualche minuto per sbaglio, piuttosto Criscito, Cambiaso, Vojvoda…). Indisponibile ELSHA fragilino di suo, l’emergenza ha portato il mister ha buttar dentro ZALEWSKJ, simile per caratteristiche al Faraone, quindi forse ci stava, pensa MOU, nei meccanismi dell’esterno, in emergenza.
    E ZALEWSKJ sappiamo che risposta
    ha tirato fuori. Un ragazzino il giorno prima Primavera, ha giocato da grande.
    A destra non copre a sufficienza per me, a sx può starci bene.

  10. FELIX ha goduto dell’arretramento di MIKY a centrocampo, dell’appannamento a intermittenza di ELSHA, delle prestazioni fiacche (per caratteristiche? Non é da buttare, a questo Torino poteva regalare il derby…) di SHOMURODOV che poi non é proprio seconda punta alla FELIX, e ha trovato posto e pure lui, diciamolo, buone prestazioni col GENOA su tutte, ma non solo. Vero che dopo l’esordio ha fatto meno, ma non è che il resto dell’attacco come esterni offensivi (su tutti CARLES PEREZ, una montagna di fumo con qualche boccone di arrosto disperso, almeno con noi, tutta la vita preferivo UNDER, ma pure KLUIVERT a dirla tutta)..

  11. mentre BOVE, che tanti di noi ci aspettiamo in campo di più, non ha avuto la “fortuna” di FELIX e soprattutto ZALEWSKJ…
    ex primavera come loro, selezionato e associato alla prima squadra come loro, MOU non lo vedeva ancora (e ci credo) preferibile ad altri che danno più certezze. C’era ancora DIAWARA in ballo fino quasi a NATALE, c’era VILLAR anche se per poco davvero, PELLE arretrato, poi Myky… a parte BRYAN punto fermo, c’era VERETOUT. A gennaio arriva SERGIO (3 reti in 6 gare, subito impatto importante).
    Con un modulo che, pure inizialmente a 4 dietro, poi sempre a 3 dietro, prevede 2 soli centrocampisti. Con partite che, ci piaccia o no, si giocano quasi tutte su margini di solo un goal sopra (se non con un goal sotto, quindi dentro tutti gli offensivi che hai…), BOVE non ha mai avuto l’occasione che hanno avuto ZALEWSKJ o FELIX…
    In pratica EDOARDO ha persino, se non sbaglio, giocato una volta da centrale difensivo!
    Aggiungiamo pure (almeno io lo faccio) che a centrocampo può giocare, per me, anche ZANIOLO.
    Non mi sento di augurarmi si rompano contemporaneamente tutti a centrocampo solo per veder giocare BOVE, spiacente.
    Ho sempre pensato che possa fare bene come ZALE del resto, quindi (visto CRISTANTE col LECCE buttare troppi palloni facili sui piedi leccesi, credo sia in riserva abbondante…) speriamo che trovi il suo spazio in qualche partita dove non buttiamo al vento goal fatti…
    visto il cul… fuori dal mondo di JESUS ieri col Bologna (ha pescato il biglietto vincente!l della lotteria?) magari un poco di buona sorte anche a noi?

  12. Nel senso che ce ne sono abbastanza che hanno esordito con lui, tra i quali Nacho, Casemiro, Loftus-Cheek, Fabinho……

    2012/2013 La Liga Nacho pg 3 / Casemiro pg 6 / Fabinho pg 9/ leggi transfermarkt

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome