Totti: “Mou e la Roma? Tutto deciso, il 31 maggio sapremo. Il silenzio dei Friedkin va rispettato, prima c’era chi parlava troppo”

39
3295

AS ROMA NEWS – Dopo le parole dei giorni scorsi su Mourinho e sulla finale contro il Siviglia, oggi Francesco Totti rilascia un’intervista alle pagine del Corriere dello Sport (J. Aliprandi). Queste le sue dichiarazioni:

Le piacerebbe vedere Luis Enrique al Napoli?
“Sì, è decisamente un tecnico da Napoli. Mi piace, lo stimo e penso possa fare bene. È una brava persona, umile, disponibile e ha fatto la storia sia come calciatore che come allenatore, penso che possa essere la scelta giusta per il Napoli. È un grande allenatore”.

Sarebbe il giusto sostituto di Spalletti?
“Sì, perché sono due tecnici molto simili come stile di gioco ma anche di allenamenti. Vedremo se De Laurentiis deciderà di ingaggiarlo”.

Mancano cinque giorni alla finale della Roma contro il Siviglia.
“Da romanista spero che la Roma possa vincere. È una partita secca, tutto può succedere ma spero che Mourinho possa vincere il suo secondo trofeo consecutivo”.

E se la Roma non dovesse vincere?
“Non sarebbe comunque una stagione fallimentare per la Roma. Perché se arrivi in finale, anche se poi la perdi, c’è il risultato di averla raggiunta. Poi naturalmente conta vincere e quello sarebbe un risultato importante”.

La Roma è col fiato sospeso sulle condizioni di Dybala.
“Spero che possa riuscire a raggiungere la finale in buone condizioni, perché la Roma ha bisogno di lui per cercare di vincere il secondo trofeo europeo. Si merita di giocare questa partita, è una partita secca e farà di tutto per esserci, quantomeno dalla panchina”.

Il possibile addio di Mourinho la preoccupa?
“Questo è il calcio, può succedere di tutto. È una decisione che spetta a lui, una decisione che lui e la società avranno già preso e comunicheranno alla fine dell’Europa League. Non so cosa ha scelto di fare il mister, ma mi auguro che possa restare alla Roma”.

Ha parlato di mercato sintetico.
“Sì, come ha detto il mister. Con pochi soldi sul mercato arrivare in Champions è difficile, ma se dovesse riuscirci sarebbe un traguardo eccezionale”.

Il silenzio dei Friedkin?
“Non posso entrare nelle dinamiche della società, se hanno preso questa strada del silenzio penso sia giusta e va rispettata. Da quando sono arrivato hanno intrapreso la scelta del silenzio. C’è chi parlava troppo e chi invece parla di meno”.

Fonte: Corriere dello Sport

Articolo precedenteIl 31 maggio tutti all’Olimpico: in arrivo il sì di Sport e Salute, la Roma rimette i maxi-schermi
Articolo successivoMourinho e la paura degli infortuni. Prima della partitella: “Occhio a non fare ca*ate…”

39 Commenti

  1. sacrosante parole; “chi troppo dice moltiplica debiti su debiti” (per l’as Roma)….GRANDE Capitano

  2. Io te voio bene come ad un figlio ma basta rilasciare interviste sulla finale credo che i tifosi siano già abbastanza ansiosi e agitati…. tutti zitti allora fiducia cieca nella squadra e sperare anche nella buona sorte ma in silenzio.

    • Quindi, se i giornalisti vanno da lui a stuzzicare deve rispondere con un secco NO COMMENT. Giusto?

  3. Dire che la decisione “l’avranno già presa” è una supposizione personale di Totti. “È tutto già deciso” come scritto nel titolo…invece lascia intendere che Totti sappia con certezza che hanno già deciso. In sostanza titolo fuorviante in primis e solite banalità nelle risposte di Totti. Speriamo che Dybala giochi, speriamo che la Roma vinca…. valgono come lo “speriamo che sia una bella giornata”

    • Vabbè, ma anche lui che deve rispondere? Dybala è fracico e forza Siviglia? Banali sono le domande!
      Concordo invece per i titoli acchiappaclick, non si sopportano più.

    • Dite sempre che è banale, ma voi che rispondereste al posto suo? “Non rispondo a domande così stupide”?

    • Quando le risposte sono scontate uno e’ banale.

      Quando dici qualche cosa di diverso, e più forte…. stai destabilizzando la Roma prima di una finale importante.

      Se fai una osservazione decisa… o una critica…. Sei laziale.

      Sei parli a favore della società, sei un Cesarone aziendalista….

      Ma non sarà che siamo noi tifosi a farla sempre fuori dal vaso.
      Parlo di quelli da tastiera.
      Perché chi va allo stadio e spesso in trasferta tutte le domeniche a supportare la squadra secondo me non rientra in questa categoria.

    • Perchè che ha detto nelle precedenti a cui mettere una pezza? Da quando ci sono i Friedkin e Mourinho, da Totti sono arrivate solo e sempre parole di apprezzamento per entrambi.

  4. La mia sensazione è che vuole salutarci, ovviamente con la coppa in dono. Peccato se lo perdiamo ma, non me la sento di crocifiggere la proprietà, che bisogna dire che oltre al silenzio ha fatto molti fatti.
    Ora c’è la finale però ed è l’unica cosa che conta! Forza rega uniti per l’obbiettivo, daje Roma!!!!!!!!!

    • Invece io penso che, più che di noi, si sia stancato dell’Italia. Pensaci un attimo: sei un allenatore stimato e rispettato in tutto il mondo, arrivi qui e gente senza arte né parte si permette di insultarti e passarla liscia, gli arbitri, al di là di errori o sviste, hanno un atteggiamento di supponenza, che con altri allenatori meno importanti di te non hanno. Poi ci sono alcuni “esperti” di calcio che cercano di ridicolizzarti. Questo accade ogni settimana.
      Ma tu ci resteresti in un ambiente del genere? Se non fossi nato a Roma e non avessi il poster di Totti in camera, non ti chiederesti ma chi me lo fa fare?

    • vero Red erik , ma c’è anche l altra faccia della medaglia milioni di persone che ti sono vicine che per loro sei il condottiero di questo esercito che fa 65000 spettatori da 2 anni , abbiamo battuto come spettatori anche lu napule scudettato , quindi dimmi un altro posto dove và che qualsiasi cosa accada la gente ti è vicino , va al psg se non vince 2 champion di seguito lo cacciano come na scopa vecchia , io nei suoi panni resterei qui a vita, guadagno e sono un RE

    • RedErik, in verità la nomea di “bollito” se l’è portata proprio dall’Inghilterra, anche se poi le squadre che ha lasciato non è che siano sbocciate senza di lui. E pure lì non è che il buon Josè andasse molto d’accordo con arbitri e avversari… In fondo il suo stile questo è.

  5. ci sarà un motivo perché non ti vogliono dentro la Roma, invece sai già tutto su come deciderà Mou.
    Come giocatore il vuoto che hai lasciato sarà difficile da riempire per i prossimi dieci anni.
    Eri di un’altra categoria in campo.
    Cerca in qualche modo di non rovinare questi bei ricordi.

    • “sai già tutto su come deciderà Mou…”
      Peccato che Totti dica l’esatto contrario. Ma vabbè, che importa. Quello che conta è bastonarlo, no?

    • UR66 ma sta zitto, Moratti diceva che sapeva da Dicembre che Mou se ne andava, e tu genio dietro ad un monitor credi che la Roma non sa nulla? i contratti hanno clausole e la Roma avra pure deciso che prendera il posto del mister o credi che a Giugno non hanno ancora in mente chi prendere?
      E poi cosa ha detto Totti di cosi clamoroso?

    • Cosa c’entra con quello che ha detto? Sicuramente non è nulla di memorabile, ma non ha nesso con questa osservazione.

    • Tranquillo ZioDan questo tizio lavora all’assistenza clienti di un call center. Ho visto il suo messaggio copiato e incollato in diversi articoli. Ogni volta lo posta tale e quale. Mha..

  6. Ripropongo la domanda che ho già posto svariate volte senza alcuna risposta esauriente: non è stato profondamente sbagliato da parte di Totti e di tutta la tifoseria dare addosso a Pallotta perchè gli aveva dato solo un incarico solo “di facciata” mentre lui pretendeva un incarico “istituzionale”, alla luce del totale disinteresse dei Friedkin nei suoi confronti per ben tre anni, disinteresse che invece viene accettato senza fiatare ?

    • ma che domanda è?
      Totti lascia la dirigenza della Roma di Pallotta quando la Roma non rinnova il contratto a De Rossi, cosa per la quale lui si era speso personalmente in società, rendendosi conto di non contare una mazza…
      Adesso, non avendo incarichi, parla come tifoso.
      Nun me pare difficile da capì, eh?

    • Rispondo per me e solo per me stesso. Sono altre le responsabilità che imputo a Pallotta e non questa. Non ebbi nulla da dire neanche sul mancato rinnovo a De Rossi.

    • Wolf, che domanda è ? Forse ti sei dimenticato la violenza verbale che si scatenò contro Pallotta dopo quella conferenza stampa nella sede del CONI, che è tutto dire come luogo scelto, forse dimentichi anche le decine di articoli che all’arrivo dei Friedkin prospettavano un imminente rientro di Totti in Società.
      Che ne è stato di tutto ciò, di tutto quell’odio perchè l’incarico dato non era rappresentativo del vero valore di Totti come manager ?
      Perchè oggi i tifosi non si ribellano a questa decisione dei Friedkin che dura da tre anni?

    • ma che razza di domanda e? Totti non deve nulla a Friedkin e i Friedkin nulla a lui. Secondo me Friedkin fanno un errore, perche Totti part time farebbe un lavoro meglio di Pinto che ha speso 17mln per Shomu tra le tante ca***** Totti e quello che implorava di non prendere Pastore.

      Totti con pallotta era stanco e sopratutto ferito perche a De Rossi non dici due giorni prima della finale della stagione che c’era il rinnovo.

    • Che dovrebbe fare, piantare una tenda davanti a Trigoria con uno striscione “perché non mi invitate”?

  7. Il nostro “muto” Presidentissimo peroduttore di Oscar Dan Friedkin bada solo al concreto…. Francesco Totti mai banale

    PS Compà 🙀 fattene una ragione eh eh

  8. Ragazzi è una questione di comunicazione, tutti si aspettano una dichiarazione al giorno, ma nelle grandi aziende e nei grandi gruppi funziona in questo modo, la comunicazione va dosata e i momenti di comunicazione preparati a dovere.
    Io non ci vedo nulla di strano, anzi, ci vedo professionalità e standing.
    Occupandomi di questo (e anche altro) dalla mattina alla sera, mi sembra una scelta naturale e condivisibile.
    Poi se “er braciola” del Tufello non è d’accordo e ci cuce sopra falsità e complotti, problema suo.

    • Io invece credevo che fosse una questione di feeling..nn di standing..🤣..poi se Er braciola del Tufello..chisarebbe scusami?🙃..c’è cuce sopra falsità.. problema suo..beh per lavorare giorno e notte..🤣 con la comunicazione..nn mi sembra un grande risultato..😁😉.. anche Zenone sa fare di meglio..🤣🤣🤣🌵🌵🌵😉🍊

  9. Ma sbaglio o totti è andato via dalla roma perchè voleva un ruolo più centrale nel progetto?

    Allora perchè continuo a leggere di persone che dicono:”anche un ruolo di facciata”…

    Con tutto l’amore che si può volere a a totti, ma vi pare una società internazionale come la roma, possa dare un ruolo al di fuori di rappresentanza (cosa che faceva con la roma) ad uno che non ha neanche finito gli studi da dirigente? o che non sa neanche l’inglese come un madrelingua?

    Capisco l’essere cesaroni, ma pinto, per esempio, è uno che a 35 anni fa il direttore sportivo della roma e se a questa età, dopo lo sporting, vieni scelto per fare questo ruolo vuol dire che delle capacità fuori dalla media ne hai.

    Ovvio che a 35 anni non puoi avere l’esperienza di un sabatini 68 anni o di un marotta che ha 66 anni.

    Lo ricordo sempre questo.

    idem mourinho lo sa.

    Pinto non cerca solo giocatori, ma fa tante altre cose, come trattare dybala…

    “dybala lo ha portato mourinho”… “matic lo ha portato mourinho”… “abraham lo ha portato mourinho”… “gini lo ha portato mourinho”…

    Si li ha chiamati, ma chi ha trattato con le squadre di appartenenza? Chi ha portato dybala alla roma in una trattativa capolavoro?

    Facile dire “ho chiamato conte”, “avrei portato zyech alla roma al posto di pastore”, ma il lavoro è una cosa, il parlare è un altra…

    • Beh, il consiglio di prendere Ziyech invece di Pastore il barbone di Siviglia avrebbe anche potuto ascoltarlo.
      Azzeccatissimo, secondo me.
      Ha chiamato Conte che comunque è meglio non venga e in ogni caso non verrebbe (si lamenta Mourinho del mercato e figuriamoci lui che direbbe!), ma ha chiamato anche Dybala, e mi piace pensare che quello che si sono detti abbia un po’ contribuito a fargli prendere la decisione che poi ha preso, quando erano cambiate le condizioni.
      Non per niente lo stesso Dybala ha recentemente detto che vorrebbe andarci a pranzo, con lui.
      Smettiamola di spalare melma sul Capitano, su. Lo sappiamo che è un tifoso, non ce lo deve dimostrare e adesso parla come tale.

  10. Totti ha risposto semplicemente a come si risponde a tali domande.
    Poi, se uno fa domande banali, le risposte saranno ovvie ed adeguate a quelle domande.
    Una semplicissima e normale intervista dove non ci sono cose particolari, lascia il tempo che trova quindi.

  11. A capitano! se la Roma non dovesse vincere la finale è un fallimento. Non credo che siano state queste le aspettative della Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome