UFFICIALE: Felix passa alla Cremonese a titolo definitivo (COMUNICATO AS ROMA)

38
1189

CALCIOMERCATO AS ROMA – Ora è ufficiale: Felix Afena-Gyan è un nuovo giocatore della Cremonese.

Questo il comunicato stampa ufficiale pubblicato sul sito della A.S. Roma:

L’AS Roma comunica di aver raggiunto l’accordo con l’US Cremonese per il trasferimento a titolo definitivo di Felix Afena-Gyan.

In giallorosso nella stagione 2021-22, quella del debutto tra i professionisti, l’attaccante ghanese ha collezionato 22 presenze, segnando 2 gol (la doppietta al Genoa, decisiva per il match) e facendo parte della rosa campione in Conference League.

Il Club augura a Felix le migliori fortune per il futuro della carriera“.

Articolo precedenteLa Procura Figc: “Tiago Pinto ha filmato gli arbitri davanti allo spogliatoio della Juve”. Da Trigoria: “Falso”
Articolo successivoCALCIOMERCATO ROMA LIVE – Tutto il mercato giallorosso minuto per minuto

38 Commenti

    • Invece credo che sia una mozza sbagliata, cederlo a titolo definitivo ORA.
      Perché?
      Semplice, il ragazzo andrà ai mondiali, e da quel poco che ho avuto modo di vedere, giocherà titolare, in un girone non impossibile: portogallo, uruguay, corea del sud, ghana.

      Quindi, con un goal, magari due, il ragazzo alzerebbe la sua quotazione ben oltre le cifre che sono uscite. Ammesso e concesso che siano quelle.

      Stesso discorso andrebbe fatto per Vina, che è stato una delusione. Devo ammettere che lui è ampiamente fuori ruolo, perché è un esterno basso in una difesa a 4, e non un esterno a tutta fascia.

    • Siii,auguro al ragazzo l’in bocca al lupo, è stato carino per i saluti e la riconoscenza,ma ho temuto che fosse accaduto qualcosa ,visto che era partito 4 giorni fa! Vero che la sua quotazione potrebbe salire,ma è anche stato venduto ad una cifra superiore a quella che vale attualmente e la Roma dovrebbe avere una percentuale sulla futura rivendita. Una plusvalenza per qualche apparizione in Serie A è d’oro per un giovane che non possiede chissà quali doti tecniche,ci sono ancora tanti esuberi e speriamo di monetizzare la cessione di Kluivert. Passare da Felix e Shomurodov a Dybala e Belotti è tanta roba!

    • Quando lo vidi contro il Genoa non ci credevo… Pazzesco… Spero dal più profondo del 💛♥️ che non mi ero sbagliato… 💛♥️🐺🐺🐺🏆

  1. in bocca al lupo felix, che tu possa fare tanti gol agli altri e nenanche uno alla ROMA, quando crescerai, magari ci reincontriamo!

  2. Lo so che non c’entra nulla ma nel secondo video dell’innominabile sbiadito e/o gobbo si vede che va verso la western union, secondo me cercava di mandare i soldi a casa.
    Stile Juve + Lazio STAIL

  3. Ciao, Felix, e buona fortuna.
    Piccola parentesi sulla politica societaria (oltre che esplicitamente mourinhana) di voler utilizzare con continuità il settore giovanile e la Primavera in funzione prima squadra, abbattendo costi relativi ai gregari nell’arco di una stagione e facendo molta attenzione a valorizzare gli elementi migliori in chiave, appunto, prima squadra o anche mercato. In un anno la Roma ha lanciato e posto all’attenzione di palcoscenici importanti come il campionato di serie a e/o la Conference Zalewski, Bove, Volpato, Felix ed ha comunque provato ad utilizzare nella prima parte di stagione elementi come Darboe e Calafiori. Nel caso dei primi 4 le valutazioni di questi calciatori sono diventate valutazioni di mercato interessanti, e chi più chi meno questi sono ad oggi “calciatori” veri, sebbene in erba, e non pulcini pigolanti che non si sa affatto cosa sono. Felix può essere quindi venduto tranquillamente e ad un prezzo buono: da zero o quasi zero che ci è costato, direi che il guadagno è molto. Per non parlare di Zalewski, che è un calciatore vero in più che la Roma ha cresciuto ma che potrebbe, ad oggi, essere venduto a peso d’oro anche a club importanti. Sono contento che la Roma non ci pensa neppure, ma era per dire quanto produttiva possa essere una politica sui giovani come quella che la Roma ha inaugurato l’anno scorso, e che Mou disse appena arrivato essere un punto programmatico importante. Ebbene questa politica è l’opposto dello sgangherato e fallimentare “progetto giovani” che prima Monchi e poi Petrachi hanno imposto negli anni passati. E che consisteva nell’andare a pescare giovani promesse da altre squadre, ovvero giocatori già lanciati e con una valutazione già alta, di fatto pagandoli a peso d’oro e scommettendo sulla loro ulteriore crescita: a parte Zaniolo (arrivato, pure, un po’ per caso e contro il volere di Monchi, che fino all’ultimo voleva Miranda, assieme a Santon, nell’affare Naingolann) e Pellegrini (pure ricomprato a 12 milioni di euro circa al Sassuolo, da Primavera nostro che era) il lungo “progetto giovani” della Roma ha visto alternarsi autentici e spesso costosi fallimenti (Schik, Under, Kluivert, C. Perez, Coric, Bianda, Villar, Diawara, ecc.), oppure giocatori pagati moltissimo per un rendimento spesso non all’altezza di quel che sono costati (Kumbulla, Cristante, Mancini) e che è difficile vendere. Unico caso “positivo” Ibanez, che comunque non è costato tanto e oggi vale più di quel che lo abbiamo pagato. Tutti gli altri sono o palle al piede, ancora oggi, fallimenti conclamati oppure giocatori che pur discreti siamo un po’ costretti a tenerci perché non li venderemo mai alle cifre sborsate per comprarli. Che da un anno, sui “giovani”, finalmente si facciano discorsi seri e sostenibili, e non le allegre e costose putt….te che pure qualcuno qui si rimpiangeva tempo fa, a mio avviso è un bene e una prova in più della COMPETENZA di questa dirigenza sportiva della Roma.

    • Dindolò… ai “pulcini pigolanti ” s’aggiunge er Gallo. Trigoria è un pollaio
      ahahahahah
      nun ce se crede ahò
      😂

    • In genere sono d’accordo con te su tutta la linea. Ma qui hai toppato un po’. Schick era ed e’ un signor giocatore, chiuso nella Roma da un manipolo di pseudo tifosi che non gli hanno mai perdonato quel quasi-gol contro la juve e dal bosniaco che ricattava la Roma e non voleva mettersi in discussione. Era lui, con coccodenonna, che comandava lo spogliatoio. Se a tutto questo si aggiunge che Patrick era stato fortissimamente voluto da TOTTI….
      Kumbulla, Cristante e Mancini sono ottimi giocatori. Non sono campioni, ne’ fuoriclasse, ma la solidita’ difensiva della Roma di Mou si basa anche su di loro e non solo su Smalling. Gli ultimi due sono anche titolari in Nazionale.

    • Schik qui ha fatto pena, ed ha avuto occasioni su occasioni per dimostrare quel che valeva. E non vale, oggi che pure si è dato calcisticamente una “ripulita”, i soldi spesi allora per acquistarlo dopo mezza stagione buona alla Sampdoria e dopo che la Juventus lo aveva pure scartato… con disonore. Ancora la favoletta dei “cattivoni” che hanno “chiuso” Schik… facciamola finita, per cortesia, anche basta! Schik non è oggi un top player nè mai lo sarà, ma fu pagato e presentato e contrabbandato ai tifosi come tale dall’allora DS della Roma, quello bravo e col curriculum, mica Pinto… Che ci sia gente che ancora si rimpiange Schik lo trovo abbastanza buffo. Fu, in realtà, solo una trovata del naccheraro di Siviglia, che dopo mesi di trattative condotte da cialtrone quale era e poi sfumate per Mahrez e dopo aver ceduto in quella sessione di mercato Ruediger, Salah e Szcesny, ed avendo incamerato Defrel, Moreno, Kolarov, Karsdorp (rotto), Under, aveva bisogno del “colpo” di mercato per salvare la faccia. Doveva essere Mahrez (che era ed è un top player e, probabilmente, ci avrebbe garantito un post-Salah migliore di quello che abbiamo avuto), poi si tentò con… Berardi, e fu invece alla fine… Schik. Non ho quindi toppato io: ha toppato Monchi, e di brutto pure. E’ storia ormai. Kumbulla, Cristante e Mancini non sono affatto “ottimi giocatori”, sono discreti pedatori che dopo anni di mediocrità imbarazzante stanno giocando finalmente e minimamente come Dio comanda grazie a quello che per alcuni non darebbe una “identità di gioco” alla Roma: Josè Mourinho, dio lo abbia in gloria, uno che fa sembrare decenti pure Kumbulla e Mancini infatti… Ma il punto è non quel che fanno o non fanno in campo costoro (cioè poco, tutto sommato), ma quanto li abbiamo pagati: Cristante 23 milioni, Mancini 21, Kumbulla 15 se non erro, più bonus vari, in tre una 50ina di milioni (!). Nessuno di questi, oggi, vale davvero queste cifre e non li vendi a squadre importanti per cifre che minimamente si avvicinano a quel che noi li abbiamo pagati all’epoca. Tradotto: minusvalenze allo stato puro, e a vita. Ecco perchè siamo costretti perennemente a… “valorizzarli”: perchè sono giocatori qualunque, non “pippe” ma nient’affatto “ottimi giocatori” nè tanto meno fenomeni, e noi abbiamo avuto la fortuna di trovare, ora, un allenatore che cava il sugo pure dalle rape (è lui il fenomeno, infatti). Ma il punto evidenziato da me è un altro, e cioè che sono stati, tutti, pessimi affari. E, anche questo, è un dato di fatto.

    • Sono d’accordo con te su tutto tranne Kumbulla. Se ben ricordo Mou non lo volle vendere e mai il ragazzo si è lamentato. L ho visto entrare contro la Juventus e non ha sfigurato, anzi. E sappiamo che non è facile entrare in partita da subentrato. Il resto concordo pienamente

  4. auguri ragazzo, speriamo che affinerai i piedi, sia nei contrasti che negli stop a seguire, perche’ il potenziale c’è eccome.

  5. tiago pinto è stato un maestro in questa sessione. guardate ora il monco sivigliota duramente contestato dai suoi stessi tifosi , lui e il suo algoritmo balordo. una scena meravigliosa, 3 partite 1 punto. il grande sevilla .

    • Alla fine quel buffone del presunto gran mago de Sevilla (guarda caso a Siviglia guadagnava poco, 500.000 mila annui e non lo ha mai cercato nessuno al di fuori di quello sprovveduto senza na’ lira del Ballotta da Boston) sta pagando il conto della sua incompetenza e forse malafede; probabilmente lo stanno abbandonando anche gli ottimi scouts del Siviglia che ha sempre sfruttato. Senza quelli a Roma ha portato Bianda, Marcano, Silva, Moreno, Fuzato e tanti altri inutili e strapagati. BUFFONE che, peraltro, non stava mai zitto sparando frescacce a raffica e dimostrando scarso rispetto per tifosi soprattutto ma anche Società. Storiche e stranote le sue uscite da Guinnes della scemenza e della falsità.

  6. Pinto è riuscito a ricavare soldi veri per Afena.
    Friedkin ora gli ha richiesto di ricavare acqua dalle pietre e sangue dalle rape.
    Il GM si sta attrezzando…

  7. Mi dispiace molto per FELIX che e’ un ottimo ragazzo. Dopo i 2 gol al Genoa tante occasioni mancate. Spero che abbia una brillante carriera.

  8. Rega’ nn c’entra nulla con Felix che saluto e a cui faccio tanti auguri ma ho trovato il tempo (cosa che nn faccio mai) di guardarmi qualche video e spezzone di partita di Camara… Penso di poter dire che nn assomiglia al suo connazionale nostra palla al piede ma purtroppo come caratteristiche neanche a Gini. Mi pare un bel cagnaccio, un mediano dinamico e abbastanza veloce bravo a rompere l azione avversaria e far ripartire la squadra,. di contro nn mi pare abbia grandi doti di assistman e neanche d’inserimento (ma nn sono un esperto e potrei sbagliarmi). Da quello che ho osservato a volte è anche un po’ troppo irruento negli interventi e visto quanto ci amano gli arbitri la cosa un po mi preoccupa. In sintesi come pensavamo già in molti credo sia un buon gregario con temperamento e caratteristiche che a noi possono fare comodo. Daje Mady è incrociamo le dita. FRS!

    • Non lo conosco, ma mi basta sapere che è un cagnaccio, a volte i nostri giocatori entrano in campo convinti di partecipare a match tra scapoli e ammogliati

  9. La vera rivoluzione che ha portato Mou a Roma è stata quella di inserire i giovani in prima squadra e di farli giocare.
    Non ricordo nulla di tutto questo in precedenza.
    Felix è una sua creatura e con la sua cessione Mou si è ripagato lo stipendio.
    Anche negli anni scorsi qualche buon primavera c’era ma faceva la muffa in panca o tribuna.
    Ma aver finalmente valorizzato la nostra primavera non può bastare.
    Bisogna anche investire su giovani non del vivaio.
    Se si ha in casa un dirigente così bravo da essere in grado di prendere perfetti sconosciuti come Marquinos a poco allora si è fortunati.
    Sè invece non si dispone di tali capacità per non sbagliare basta imitare il Milan che spende anche tanto ma punta sempre sulla qualità.
    Tomori, De Ketelaere, Tonali, Leao, Hernandez, Bennacer, Maignan.
    Tutti giocatori di talento ad un passo dall’esplodere definitivamente.
    Ovvio che se invece spendi cifre esorbitanti per Mancini, Cristante, Pau Lopez, Kumbulla, Shomurodov, hai speso per giocatori che hanno un potenziale limitato e non potranno mai valere molto di più di quanto speso per acquistarli.

    • Sì, ma il Milan non investe sui suoi di giovani invece.
      Chi hanno pescato dal loro vivaio? Il figlio di Maldini, che credo farà la fine di Jordi Cruijff, un nobile cognome e basta.
      Per quest’anno poi la Roma non poteva investire soldi in cartellini, penso si sia capito.
      Tra quelli già in rosa e i ragazzi del settore giovanile noi già avevamo una squadra abbastanza giovane, tanto che mi sembra che l’età media della Roma sia ancora inferiore a quella del Milan.
      A noi serviva gente a costo zero o quasi, subito pronta e in grado di trascinare il resto.
      Ed è stato fatto in modo efficace direi.
      Quando potremo spendere 20 mln per il cartellino di un giocatore lo faremo.
      Adesso non si poteva fare, a meno di una cessione illustre che non è stata fatta.
      Abbiamo una squadra forte, al Milan non invidio nulla.

    • Mi è ben chiaro il motivo per il quale non potevamo spendere in questa sessione e come ho sempre sottolineato in queste condizioni il mercato in entrata di Pinto è stato eccezionale.
      Il mio discorso è più generale e relativo a quando invece la possibilità di investimento l’avremo.
      Ecco quando sarà, la strada da seguire per me la stanno tracciando Maldini e Massara con i loro investimenti mirati.

  10. non si ci crede che possa giocare in serie A. Speriamo che non dia il massimo in allenamento altrimenti la Cremonese si ritrovera’ senza calciatori.

  11. Per me diventerà forte farà una bella carriera, perché è un calciatore che sa di calcio moderno, alla cremonese ci credo poco secondo me dietro c’è l’Atalanta, andrà lì alla fine tra un anno due

  12. Al ragazzo e all’uomo tanti successi. Lo merita solo x quello che ha sofferto nella vita. Ma non facciamo gli ipocriti. Tecnicamente è scarso e tanto. Ricordatevi quante volte è incespicato sulla palla o nella cosa se l’è scordata.

  13. Sono d’accordo con te su tutto tranne Kumbulla. Se ben ricordo Mou non lo volle vendere e mai il ragazzo si è lamentato. L ho visto entrare contro la Juventus e non ha sfigurato, anzi. E sappiamo che non è facile entrare in partita da subentrato. Il resto concordo pienamente

  14. Per il tipo di operazione finanziaria e per il rendimento del giocatore visto tutto l’anno domenica a San Pietro ci si affaccia T.Pinto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome