Zago: “Dybala può essere quello che è stato Totti per la mia Roma. Mourinho mi ricorda tanto Capello”

17
302

AS ROMA NEWS – L’ex giocatore della Roma, Antônio Carlos Zago, ha rilasciato un’intervista all’edizione odierna de Il Romanista e tra i diversi temi ha parlato del suo passato in giallorosso e della squadra di oggi. Di seguito uno stralcio delle sue dichiarazioni:

Antonio come hai ritrovato Roma?
“Meravigliosa, come sempre. E con il solito valore aggiunto.”

Che vuoi dire?
“La gente romana. In particolare i tifosi romanisti. Sono straordinari. Domenica scorsa quando mi hanno portato sotto l Curva Sud, mi sono emozionato come un bambino. Grazie.”

Sei stato ospite anche a Trigoria. Che società hai trovato?
“Ho toccato con mano un’organizzazione americana con un cuore romano. Trigoria è diventato un centro sportivo all’avanguardia nel mondo. Mi hanno accolto come un re. Se queste sono le premesse, sono convinto che faranno grandi cose.”

A cominciare dall’allenatore.
“Assolutamente sì. Nella giornata che ho trascorso a Trigoria, ho avuto l’opportunità di fare una bella chiacchierata con Mourinho. Già la sapevo, ma mi ha confermato di essere di un’altra categoria. Del resto la sua storia lo certifica. Ha vinto ovunque e lo ha già fatto anche con la Roma. Che bella quella vittoria in Conference League. Sai una cosa?”

Cosa?
“Mou mi ha ricordato tantissimo Fabio Capello. Due allenatori che sanno come si vince. Ne conosco solo un altro di questo tipo”.

Chi è?
“Pep Guardiola. Io ora alleno il Bolivar, un club che fa parte del gruppo City. Ho avuto la possibilità di incontrare il tecnico catalano a Manchester. Ha idee fantastiche sul calcio, le mette in pratica e vince. Come Capello e come Mourinho”.

Vedi qualche altra somiglianza tra questa Roma e quella del terzo scudetto?
“Posso azzardare?”

Ci mancherebbe.
“Paulo Dybala può essere quello che Francesco Totti è stato per il nostro gruppo. L’argentino è un fuoriclasse, da quello che mi hanno raccontato, è felicissimo di stare alla Roma. E se un campione come Dybala è felice, potete stare tranquilli che vi farà divertire”.

Fonte: Il Romanista

Articolo precedenteDYBALA: “Roma-Atalanta? Era necessario saltarla per non stare fermo un mese. Penso che qui arriveranno molte cose belle”
Articolo successivoLa Roma va avanti con Cristante: accordo raggiunto, firma fino al 2027

17 Commenti

    • E ha fatto bene… Uno che ti imbruttisce in campo, non cercando il dialogo, ma la rissa, andava trattato così… Era uno che in campo si faceva rispettare, Cervone, Nela, gente che non abbassavano mai la testa, poche buone maniere… Comunque ha detto la verità, oltre che un grande giocatore, vede da grande allenatore, ha tanto da dare…. Grande Antonio Carlos…. 💛♥️🐺🐺🐺🏆

  1. Speriamo però che non scappi di notte dopo aver giurato mai alla Juve. In questo momento paragonare Mou a Capello mi dà l’orticaria. Mou è l’amore nuovo, Capello il tradimento. Poi, ormai siamo adulti e vaccinati e sappiamo che le cose possono cambiare e che niente é per sempre. Ma per ora, fino a nuovo avviso, Mou è come la Madonna.

    • credo che il carisma e la grinta (oltre al saper difendere!) che aveva, oggi sono davvero rari da trovare.

      se poi pensi che aveva samuel accanto e aldair a fare da “chioccia” …. un altro sport ❤️🧡💛

      p.s riguardo a simeone fece bene, non facciamo gli ipocriti, abbiamo goduto TUTTI …. ma ancora meglio l’intervista post partita quando, davanti alle immagini inequivocabili proposte in studio, impassibile, disse qualcosa del tipo “no è saliva che mi è uscita mentre parlavo, non ho sputato”.

      PER ME È DIVENTATO UN MITO

      NE VORREI 11 COSÌ

  2. Mi sbaglio o Zago è un allenatore?

    Sono sempre da monitorare questi ex di grande personalità che si cimentano nel mestiere di allenatore.
    Questo è un calcio che è cambiato conta meno la gavetta, conta meno il nome altisonante, qui un Sottil che ti esce da coverciano con idee fresca e stampate in testa ti arriva primo in classifica con l’Udinese
    Tante volte bisogna avere il coraggio, perché il calcio è cambiato e quello che era vero venti anni fa ora è muffa

    • Infatti il calcio non esiste più! Però è salito in cattedra il calcio scommesse (non gioco più da 3 anni ma… Non dimentico!) e gli arbitri sempre più protagonisti… Tra un po’ ci sono più arbitri che giocatori… Oltre il VAR usato a cavoli loro e… Nessuno gli dice niente! Tutti hanno visto cos’è successo durante il Covid ma tutti tacciono e fanno finta di non vedere… È stato dichiarato davanti a tutti che il Calcio è un industria! E come tutte le industrie è fatto da dipendenti che obbediscono al padrone! Ma alla gente nun je ne po’ fregà de meno… Me per primo per il semplice motivo che te lo inculcano nella testa ancor prima di nascere! Quindi per come la vedo io… Può andare ad allenare chiunque… O meglio… Chiunque abbia un po’ di carattere per fare funzionare uno spogliatoio che a prescindere dai soldi è composto da ragazzi giovani!

    • Donatus , Secondo me Capello mastica qualcosa in più di Mourinho a livello tattico..non dimentico la finale contro il Barcellona di Cruijff vinta per 4 a 0, con un pronostico tutto a favore dei Catalani…Per quello che riguarda il confronto Dybala Totti, non c’è paragone il capitano e’ di un’altro pianeta,fare un confronto e’ quasi un sacrilegio…

  3. vado controcorrente, ma il paragone con Capello ci sta tutto. Mourinho oggi sembra innamorato della Roma e ne sono felice, ma ricordo che subito dopo aver fatto il triplete con l’inda rimase in Spagna per firmare col Real. L’amore è eterno finché dura

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome