Zitti tutti, (non) parlano i Friedkin

52
1746

EDITORIALE – Non è estate senza il frastuono del calciomercato, fatto ogni giorno di decine e decine di nomi che affollano giornali, social e siti web di vario genere. Ma mai come stavolta il mercato della Roma è fatto di supposizioni, di nomi sparati più o meno a casaccio in base a semplici intuizioni.

Perchè i Friedkin hanno dimostrato di lavorare in questo modo: zero proclami, nessun contatto con i media, e guai a far trapelare le loro mosse. Tutto si svolge nel massimo riserbo. E se all’inizio questa strategia comunicativa aveva lasciato qualche perplessità, la mossa di Mourinho ha spazzato via ogni dubbio su come hanno intenzione di muoversi i nuovi proprietari.

Fatti, non parole. E che fatti. Prima l’annuncio inaspettato dell’addio al progetto di Tor di Valle, quindi quello più prevedibile a Fonseca, seguito dall’incredibile comunicato del nuovo allenatore: Josè Mourinho. Una bomba. Portare alla Roma lo Special One non è una cosetta da tutti i giorni, ma una svolta epocale che trascina con sé una serie infinita di significati.

Ora il tifoso romanista segue le vicende di mercato senza patemi d’animo. Sicuro che la Roma farà le cose in grande. Lasciate che si scatenino nomi, giocatori nel mirino, e fantomatiche trattative. Seguite pure il susseguirsi di queste pseudo-indiscrezioni col sorriso sulle labbra: a parlare stavolta e più che mai saranno solo i comunicati ufficiali.

Le sorprese sono sempre dietro l’angolo. Penso che sia lecito attendersi ancora qualcosa di grosso dai Friedkin. Un colpo alla Mourinho (o giù di lì) anche per il mercato dei calciatori. Di sicuro la Roma sarà tra le protagoniste sul mercato, e nel giro di un paio d’anni la squadra tornerà a competere per le primissime posizioni. E chissà, magari a vincere. Perchè è questo che i Friedkin vogliono fare. Senza proclami. In silenzio. E a colpi di comunicati ufficiali. 

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteAg. Mancini: “Affronteremo con la Roma il discorso rinnovo. Mourinho ha già parlato con i giocatori”
Articolo successivoXhaka e Koopmeiners, la Roma vuole sistemare il centrocampo. Le richieste di Arsenal e AZ

52 Commenti

  1. Penso che non faranno un mercato faraonico ma alcune pedine arriveranno il mou si baserà sulla gestione mentale dei vecchi e dei nuovi provando ad arrivare ad un piazzamento Champions e magari la coppa Italia mha vedremo

    • FINALMENTE!!
      La dimostrazione di come sia possibile scrivere un articolo piacevole, senza in fin dei conti parlare di novità (se evidentemente non ce ne sono) e senza necessariamente dover sparare in modo compulsivo nomi sul nomi inventati a caso e spacciandoli per notizie.
      Bravi, complimenti

  2. Adoro l’alone di fiducia che si è venuto a creare attorno alla nostra Roma. Zero proclami, solo fatti, e che fatti!! L’importanza della programmazione non ha eguali, bisogna avere pazienza, nulla si ottiene immediatamente. Guardate l’Inter, ha appena vinto lo scudetto, e cosa gli é costato? Tutto. Conte andato, un big verrà ceduto.. non so voi ma, per una volta ci circonda un entusiasmo che non avevo mai sentito! Ed è tutto grazie ai friedkin.
    Forza Roma

  3. Attendo pazientemente i comunicati ufficiali…intanto gioco il cruciverba immaginando di inserire grossi nomi nelle caselle da riempire…a parte FORZA ROMA!

  4. “It is wiser to find out than to suppose” (cit.) ….vale per tutti, tranne che per i c.d. giornalisti sportivi…. FRS ❤💛❤💛

  5. Con il produttori DI OSCAR non tranquillo di più.
    Ancora grazie a Dan Friedkin anche da parte di Zenone. 👏👏👏👏👏(L’applauso è di Zenone)

  6. A differenza del suo editoriale passato, sig. Fiorini, di questo mi sento invece di condividere l’intero contenuto. Buon lavoro e Forza Magica Roma…

  7. “svolta epocale”!!!
    questa è una frase che dovremmo comprendere tutti e per la prima volta nella Nostra Storia è capitata a noi!!!
    DajeRomadaje!!!
    DajeFriedkin!!!

  8. Si , aspettiamo con trepidazione gli acquisti che faranno , siamo partiti con il botto del nuovo allenatore , ma preferirei commentare gli articoli sui giocatori , anche se sappiamo che sono scritti per riempire una pagina , leggere tutti i giorni i commenti di molti utenti di grnet tipo , ” sapete niente”, ” brancolate nel buio” o ” state uscendo pazzi” , sinceramente mi sta togliendo la voglia di leggere i commenti di questo sito , credo che il confronto tra tifosi su giudizi o aspettative sia molto meglio….

    • Concordo con te, 1898. Solo mi fa rabbia la malafede di alcuni giornalisti che, mistificando la realtà, creano scoop inesistenti, al solo scopo di mantenere alta la propria popolarità, anche ledendo la professionalità di tanti loro colleghi. Poi ci sono gli articoli di commento, come questi editoriali di Fiorini, che leggo sempre con piacere anche se a volte non ne condivido tutte le idee. Per quanto riguarda gli articoli sui giocatori accostati alla Roma, sono comunque piacevoli da leggere per fantasticare, o per poi leggere i commenti sul forum su questo o quel calciatore. Anche chi li scrive non pretende, mi sembra, di avere chissà quale verità; sono un florilegio di condizionali, sono spesso un esercizio di fantasia e intuito da parte dell’estensore, e ci permettono, durante l’estate quando si ferma il calcio giocato, di partecipare alla fiera dei sogni che è il calciomercato. Forza Roma amici!!

  9. L’arrivo di Mou è comunque un grosso colpo.
    Non sono certo che la brillantezza del nuovo allenatore sia quella del triplete e anni immediatamente seguenti.
    Ma sono fiducioso che risulterà più che sufficiente a imprimere una svolta, corroborata da una ancora maggiore esperienza e da un’intelligenza che è quella dei vecchi tempi.
    Non mi impiccherei sull’arrivo del “grande” nome.
    La squadra ha bisogno a mio parere 4-5 buoni nomi in buona salute e con buona voglia di dare il massimo da bravi professionisti. Se poi ci sarà la ciliegina sarò felice, ovviamente.
    Una compagine più solida, con più ricambi all’altezza, ben allenata e impostata tatticamente a partire dalla fase difensiva, potrà essere di nuovo altamente competitiva. È questa, per il primo anno, la cosa più importante.
    Buon lavoro Friedkins e Mou e Forza Roma

  10. Al di là dei nomi, spero che Mourinho e Pinto costruiscano una rosa sensata, un centrocampo completo nei numeri e nelle caratteristiche, centravanti che non facciano 7 gol a stagione, che non ci siano più partite in cui non hai neanche un centrale o un terzino. Che si faccia di tutto x evitare la solita ecatombe di infortuni, se continueranno a esserci vorrei prendermela solo con la sfortuna. Che la squadra lotti x tutta la partita, che nessuno molli mai neanche un cm fino alla fine, sempre

  11. Un giorno dovremo pur tirare le somme di questo frastuono inutile dei giornalisti.
    Ho idea che contino molto sulla facilità di gran parte dei tifosi a dimenticare le castronerie che sparano.
    Io per primo, a malapena ricordo che ci hanno accostato Buffon e Cristiano Ronaldo, per dire.
    Trattative non solo inesistenti, ma anche obiettivamente implausibili.
    Di volta in volta si ricostruiscono una “credibilità” sulla scarsa memoria altrui (ma sfortunatamente per loro qui sul forum molti le castronerie se le ricordano eccome).

  12. Parlando di sogni di mercato sto seguendo la Nazionale… fine primo tempo 2 rimpianti che crescono per 2 giocatori… Barella, che la ROMA aveva acquistato se il giocatore non avesse chiesto di andare all’Inter. E Berardi, proprio lui… Peccato che Eusebio fosse troppo aziendalista al tempo, perché ha chiesto di portarlo a Roma per diverse sessioni di mercato… soprattutto Bernardeschi, ma anche Chiesa su quella fascia, devono stargli dietro. Magari averlo al posto di Pedro, Carles, e chi vi pare messi assieme. Florenzi passano le stagioni e come al solito é titolare (Di Lorenzo per me non é da meno però, e marca meglio). Donnarumma tra i pali come sicurezza é tantissima roba. Tra Immobile e Belotti invece, é la squadra di partenza che prevale. Forse anche la maggior confidenza del laziale con Insigne che, al solito, puoi amare od odiare, senza vie di mezzo. A me non piace tanto, ma quello abbiamo.

  13. Complimenti Fiorini! Editoriale onesto, perspicace, veritiero. Per questo riscuote il mio massimo apprezzamento.
    Non una parola fuori posto, nessun termine ridondante…solo un sano realismo basato sui fatti.
    D’altronde è molto semplice (ma non comune), basta descrivere la realtà attuale e descrivere lo stato dei fatti.
    Di nuovo complimenti, continui/continuate cosi’!
    FORZA ROMA!

  14. Questi signori bene o male li conosciamo da un anno e mezzo. Cioè dall’inizio della trattativa e della due diligence.
    Eppure, tranne una fugace, e in gran parte istituzionale, dichiarazione dopo il closing, neanche sappiamo che voce abbiano.
    Non hanno mai ceduto alla tentazione delle telecamere e dei microfoni. Una scelta che ha destato perplessità e timore in più di qualcuno anche tra di noi.
    Soprattutto però nei media che si sono trovati improvvisamente a secco di ogni scoop o finanche soffiata.
    I comunicati ufficiali hanno squarciato il silenzio in modo fragoroso e improvviso, come lampi nella notte. Senza che nessuno potesse minimamente anticiparne i contenuti.
    Botti secchi, come la rinuncia a TdV, ma anche sapientemente montati, come nel caso dell’addio a Fonseca immediatamente seguito dall’annuncio di Mourinho.
    Hanno saputo creare una situazione di attesa e fibrillazione come nessuna parola avrebbe potuto fare.
    Ci stanno fomentando senza promettere nulla.
    A me piacciono così.

  15. Bravi poche chiacchiere e niente americanate,tipo presentazione di Mourinho tipo notte degli oscar.Le feste facciamole dopo…

  16. Mercato già finito con Mourinho…non credo invece in questi americani e la strategia del silenzio totale alla fine sarà un boomerang…a me non convincono.. sarà un mercato sparagnino.

    • Sicuramente non sarà un mercato faraonico ma si farà molto baratto di giocatori. Io tuttavia non credo che un allenatore del calibro di Mourinho aveva bisogno del reddito di cittadinanza concesso dalla Roma per i prossimi 3 anni quantomeno per macchiare il suo curriculum. Aspettiamo e vediamo, certamente con la rosa attuale non si possono fare miracoli. FR

    • A Stefano pensa a chiudere con Sarri se ci riesci, già si parla di Dionisi o Liverani per la panca tua…

  17. Spalletti ai suoi tempi parlava di topini, mo me sa che i famosi gatti so arrivati e i topini o se li so magnati o se ne stanno lontano. Sono realista e non mi aspetto follie sul mercato ma la costruzione di una squadra solida e tecnicamente di livello. Purtroppo quest’anno Fonseca ha portato solo fallimenti in casa Roma, ma se scarichiamo le zavorre che da stagioni appesantiscono la Roma e con Pinto e Mou si prendono gli uomini giusti che daranno il massimo per questa maglia, allora potremo vedere una bella stagione. La Roma adesso non può permettersi nomi da 50M ma se avrà astuzia sul mercato credo avremo ancora delle sorprese. Forza Roma, daje Friedkin!

  18. Per me la più grande stupidaggine che viene propinata a tutte le latitudini è: “eh!…a Roma non si vince per colpa dell’ambiente intorno alla squadra, soprattutto per colpa delle aspettative e pressioni esagerate dei tifosi!”. Sono convinto che per vincere lo scudetto ci sia bisogno di 3 componenti: 33% Proprietà forte, 33% grande allenatore, 33% grandi giocatori. L’1% è la variabile kulo/poteri forti delle società del Nord (la Juve ha la nomina ma Inter e Milan c’hanno rubacchiato qualcosa in passato…). Ora, la conferma di quello che penso è stata quest’anno la Juve: Società e CR7 ok ma Pirlo no valore 33%, mentre l’Inter (non guardiamo gli ultimi sviluppi ma i 3 anni precedenti): Suning, Conte, Lukaku. Quindi, Scudo 1983: Viola, Liedholm, Falcao e c., Scudo 2001: Sensi, Capello, Batistuta e c. Perciò, Ora, abbiamo i Friedkin, Mourinho, mancano i grandi giocatori. Siccome la Proprietà non è stupida, mi aspetto, in un prospetto temporale di 3 anni (il contratto di Mou), quest’anno (in cui è primario rientrare dei debiti, vendere i tanti giocatori a bilancio, Pastore docet, ridurre il monte ingaggi, confermare gli sponsor, mettere le basi del progetto del nuovo stadio, creare una gestione virtuosa e sostenibile), l’obiettivo fondamentale sarà il 4 posto Champions, con acquisti mirati e funzionali al gioco di Mou. Poi, io credo che i veri botti di mercato (come fù con Capello), saranno il secondo anno. Il mio è un ragionamento realistico poi, aho! se i grandi giocatori me li comprano già quest’anno, magari!

  19. Finalmente una proprietà seria con imprenditori di livello. Hanno uno stile affascinante come in passato non abbiamo mai avuto forse con Viola.Per il momento grazie che ci state facendo sognare e che ci avete tolto da un fallimento sicuro. Noi tifosi dobbiamo dimostrare come al nostro solito l’affetto e la passione che ci contraddistingue da sempre verso questa nuova società. Forza Roma Forza Dan e Ryan

  20. Perfetto.
    Al bando le chiacchiere e un occhio ai fatti: è arrivato Mourinho che certamente non avrebbe mai accettato di allenare una squadra senza campioni e senza prospettive di vittoria, quella ereditata dalla gestione ortofrutticola insomma.
    Per cui io attendo sereno, stavolta, con un po’di fiducia.

  21. è vero, questo è un articolo decente, però non credo che lo scopo sia … tra un paio d’anni, qualcosa di grosso deve nascere già quest’anno, se no, per come sono i tifosi della roma (soprattutto), a roma mou cade da cavallo. Già me li vedo.
    Siete (non riesco a dire siamo in questo caso), con l’immenso supporto di fonseca, riusciti a mandare via florenzi come se fosse la peste, quando ci serviva come il pane. Terzino straforte dlla nazionale, e ottimo col psg (non serie c), criticate a dzeko, mo ve lavate la bocca co totti ma avete discusso pure lui a suo tempo, e de rossi?
    Bho? chi vi capisce è un genio

    • Dimenticavo, mo ce state a fessi pure co pellegrini.
      Cè na battuta che dice: con amici così chi a bisogno di nemici?, io ve dico, co romanisti così chi ha bisogno dei tifosi laziesi?
      Ve potete pure offenne, però, davero, cè gente che nun vede l’ora de criticà a quarcuno, invece de aiutarlo.
      E vè la detto pure lui in un intervista di un paio d’anni fa, o poco meno se non remenber mal(per difendere dzeko se non sbaglio … e se stesso): criicate tutti

  22. I fredikin hanno preso la Roma e non solo vivono di Cinema quindi di visibilita’ ma sapendo com’ e’ l ‘ universo giornalistico e non solo in Italia sono venuti ad investire con un progetto di 10 anni si sono trasferiti a Roma parlano perfettamente italiano ma non fanno proclami sono persone serie non fanno gossip a parte la parentesi della Leotta che e’ stato un incontro di lavoro spero che continuino cosi solo comunicati quando arrivera’ Mou sara’ lui e solo lui a parlare con la stampa. Visto come parlano Agnelli e Commisso sono contento che tengono un profilo cosi’

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome