Adani: “Si sta parlando troppo poco del percorso della Roma. Una crescita che oggi si vede a occhio nudo”

20
1510

ULTIME NOTIZIE ASROMA – I giorni di vigilia sono stati caratterizzati dalle polemiche, dal post derby di Coppa Italia alla designazione di Sozza, ma oggi a San Siro la parola passerà al campo, il giudice supremo.

Inter-Roma è uno svincolo cruciale per il campionato e Lele Adani spera che l’analisi riesca a vincere su dietrologie e sospetti.

“Abbiamo il dovere di cercare rifugio in una cultura dello sport positiva. Capisco chi si gioca lo scudetto o un posto in Europa o la salvezza fatichi nell’immediato ad aiutare gli arbitri o a digerire una decisione avversa e non sono d’accordo con chi liquida tutto con una compensazione che non esiste: gli errori non si pareggiano, ci sono sempre squadre che nel conto finale saranno più o meno penalizzate. Ma non ci si può fermare lì, il calcio merita di più, non si esaurisce con l’episodio“.

Mourinho non si è fatto mancare un duro sfogo dopo il pareggio di Napoli.
E’ stato molto deciso, ma anche su Mou preferisco concentrarmi sul lavoro che sta facendo, piuttosto che sulla sua comunicazione, di cui è sempre stato un maestro. Credo che si stia parlando troppo poco del percorso della Roma, di una crescita che aveva bisogno di tempo, ma che oggi si vede a occhio nudo. José da subito si è messo alla ricerca di una squadra che sentisse sua: ha preso qualche sbandata, ma attraverso scelte coraggiose ha trovato la strada giusta.

Arriverà a San Siro senza Cristante e Zaniolo: assenze pesanti?
Fino a un certo punto. Cristante ha letture e fisicità, ma con Veretout si può essere sereni. Mentre Zaniolo merita un discorso a parte: come talento individuale la Roma senza di lui perde qualcosa, è ovvio, ma sono sicuro che nella testa di Mourinho vengano prima Pellegrini, Mkhitaryan e Abraham. Il calcio giallorosso con questi tre è più collettivo e meno legato alle giocate del singolo, che sono invece il forte di Zaniolo. Giocatore dal grande potenziale, ma ancora deve migliorare nel relazionarsi con il resto dei compagni.

Lei è sempre attento ai talenti giovani: con Mou è sbocciato quello di Zalewski.
Chiamata che mi piace. A tutta fascia è un messaggio preciso: voglio fare la partita e mi interessa poco se prendo anche dei rischi dietro. Zalewski poi non ha paura: sa arrivare sul fondo, convergere al centro, non rinuncia alla giocata.

Cosa manca alla Roma per essere al livello delle prime quattro?
Un difensore mancino alla Bastoni. Ibanez mi piace, ma nell’uscita palla in cooperazione con l’uomo di fascia serve un centrale di piede sinistro. È uno dei punti di forti dell’Inter.

Che può fare Mou per complicare la vita ai nerazzurri?
Non abbassarsi, giocare una partita coraggiosa. Cominciando dal rendere difficile la circolazione palla avversaria con un pressing organizzato. Su Bastoni deve aggredire subito Pellegrini, Abraham schermare la linea di passaggio al centro tra Brozovic e De Vrij, Karsdorp essere pronto ad accorciare su Perisic, mentre sulla palla lunga è Mancini che deve andare in avanti per l’anticipo. Poi i due mediani non possono lasciare campo a Barella e Calhanoglu.

La mossa di Inzaghi per vincere con la Roma?
Puntare sul suo gioco. L’Inter è fenomenale nell’attaccare con tutta la squadra. O la fermi all’inizio dello sviluppo della manovra, o non la fermi più.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Articolo precedenteLupi a San Siro: Mou tenta il colpaccio contro la “sua” Inter
Articolo successivoLa Roma Femminile trionfa a Firenze (2-3): Haug nel finale fa volare le giallorosse

20 Commenti

    • Tra questo e pinto na bella lotta,speriamo che pinto oggi ce parla piuttosto di qualche bel campione che ce comprera’ no? Solo la maglia,forza ROMA

  1. Bravo Adanı, gli altri sono scoppiati e noi al TOP, indubbiamente ci vogliono frenare, per giochi di palazzo e potere, qui in Italia… Ma il nostro percorso ha due strade, la più bella porta in Europa! 💛🧡❤️

  2. Adani, guarda, per i miei gusti, della Roma parlate pure troppo.
    Pensate alle vostre squadre, che alla Roma ci pensano i Romanisti.

  3. Adani, uno dei pochi commentatori che veramente capisce di calcio… Poi non mi stupisco che i media in generale parlino poco della Roma… E’ veramente assurdo però… in tutti i notiziari sportivi nazionali ci liquidano sempre con due parole… persino il Napoli viene considerato di più—

  4. ꧁ ℤ𝕖𝕣𝕠 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕖𝕚 𝕖 𝕌𝕟 𝕊𝕒𝕔𝕔𝕠 𝕕𝕚 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕚𝕖 ꧂

    Piaccia o non piaccia Ibanez è uno imprescindibile per Mou.
    Anche se a volte fa le Ibanezzate
    La crescita della Roma è dovuta soprattutto al nostro 12esimo uomo in campo, cioè Mr Mou!
    Riesce a riempire lo stadio pure con una partita contro la Salernitana, cosa che non riusciva al pallirchismo fonzeccolano…

  5. Lele Adani che dire di più ,mai fazioso mai malizioso ,lui vede il calcio a 90 gradi ,guarda tutto non si ferma alla partita in se guarda la crescita il percorso ,cose che altri per mancanze o per faziosità non fanno mai

  6. Un commento su Zaniolo, visto che c’è molta discussione intorno a lui..
    Sicuramente è incostante e a volte egoista, ma ricordiamoci che viene da due crociati e due anni di inattività.. credo più a lui che a Spina..sperando che non sia così.
    Rimetterlo in sesto pronto per il prossimo anno, per poi darlo alla Juve, questa cosa mi urta molto.

    Cmq mi fido di MOU è lui che deciderà.
    Teniamo duro, questa è la settimana cruciale..

  7. io rimango convinto che “gioca da solo” è l’unica cosa che rimanga da dire a certi personaggi antiromanisti di Zanolo.
    oggi ha fatto dei giusti complimenti a Mou, ma sempre antiromanista rimane, i commenti dopo le partite con inter e fiorentina li sappiamo.
    poi va a capì perchè ha fatto 7 gol, ma 8 assist, in stagione…
    tatticamente ed esperienzialmente ha perso 2 anni fondamentali. lasciamolo recuperare in pace anche da questo punto di vista.

  8. A ADANI viene a fatte un giro a Roma per leggere le ca@@@@e che scrivono e dicono i tuoi colleghi e i pennivendoli de Roma
    E meno male che se ne parla poco altrimenti ……

  9. Io dico dolo una cosa, a fine campionato la lega deve risarcire le squadre danneggiate dagli arbitri, allo stesso modo gli arbitri che hanno provocato danno vanno penalizzati. Solo così possono finite le schifezze che assistiamo fa troppo tempo.
    Forza Roma

  10. Quando quell’essere senza cervello che non voglio nemmeno nominare dagli studi di sky ha vomitato insulti (senza mai parlare di calcio) sulla Roma si sono scatenati tutti con più di 200 commenti (invece che ignorarlo).
    Oggi 13 stringati commenti (inclusi i soliti che lo hanno mandato a quel paese perchè uno che non è nato nel GRA ha osato parlare di Roma, cosa che si commenta da sola) per Adani che con garbo e usando il cervello “cerca” (tra i pochi in Italia) di parlare di calcio senza astio e ragionando…., bisogna aggiungere qualcosa?

  11. Pioggia ,arbitro,squadra avversaria dura ,viene dalla partita di coppa(spero che ne risentino la fatica ,possibile che solo noi soffriamo di ciò)
    Ci s ervono i 3 punti ,come non lo so’ basta he li facciamo chi segna segna

  12. Hahahahahaha pure oggi i monnezzari allenati dar Pelatone hanno perso x 3/2 come godooo alla faccia del psicotico De Stupidis adesso con chi se la pija??? Intanto pijander… Kuler Sempre Forza Roma 💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome