ALLEGRI: “Siamo in un buon momento. Roma squadra scorbutica. Decreto Crescita? Juve più tranquilla di altre squadre”

11
444

NOTIZIE AS ROMA – Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del big match contro la Roma, in programma domani alle ore 20:45. Ecco le sue dichiarazioni.

Che Juventus vuole vedere domani?
“Siamo in un buon momento però il calcio vive di equilibrio quindi bisogna stare coi piedi per terra. Momentaneamente non siamo neanche a metà stagione, finite queste due vedremo dove saremo in classifica. Domani affrontiamo una squadra scorbutica, con uno dei migliori allenatori, preparato a queste partite. Hanno giocatori di talento davanti, non dobbiamo strafare”.

Come stanno gli acciaccati? Chi al posto di Cambiaso?
“A parte De Sciglio che ha già fatto un paio di mezzi allenamenti con la squadra, Alex Sandro ne avrà per una decina di giorni e Kean, gli altri stanno tutti bene. Abbiamo domani e poi anche la Coppa Italia fra tre giorni che è un altro obiettivo stagionale. In questo periodo le distrazioni sono dietro l’angolo, le feste, le famiglie… Domattina deciderò chi far giocare, può andare Weah sulla destra, McKennie, Miretti mezzala. Ho un po’ di soluzioni”.

Cosa la rende più orgoglioso di questo 2023?
“Sono soddisfatto del lavoro fatto ma non abbastanza. Parlare delle cose passate… Io sono molto legato ad Andrea (Agnelli, ndr) e a tutti coloro che hanno lavorato qui in passato. Nella Juventus passano allenatori, direttori, ma quello che resta è la struttura. Dobbiamo lavorare sempre col profilo molto basso, dobbiamo tornare in Champions dopo che l’anno scorso ce l’hanno proibito perché eravamo arrivati terzi”.

Mourinho ha detto che vuole restare alla Roma: lei ha detto qualcosa alla società e rimarrebbe anche con il contratto in scadenza?
“Alla società non dico niente perché dobbiamo pensare solamente a lavorare perché in un attimo cambiano tutte le opinioni. Cominciato un percorso, stanno giocando dei ragazzi ed è un merito dei lavori fatti negli ultimi dieci anni. Mi esprimo un attimo sul Decreto Crescita: la Juve ha lavorato molto sui giovani e dunque è molto più serena di altre squadre in questo senso”.

Quali sono le difficoltà della partita contro la Roma? Quanto è orgoglioso dei giovani che ha a disposizione?
“Questo è uno scontro diretto contro una squadra forte che ha la nostra stessa ambizione. Ha battuto il Napoli settimana scorsa, sarà una partita combattuta. I giovani me li sono ritrovati, il merito è di chi li ha scelti e fatti crescere e ora alla Juventus c’è un bel patrimonio”.

Yildiz titolare?
“Deciderò domattina, l’importante è che tutti stiano bene e dobbiamo portare questo spirito fino alla fine senza pensare al futuro”.

Qual è la differenza fra Lukaku e Vlahovic?
“Lukaku non l’ho mai allenato quindi non lo so. Vlahovic è un giocatore importante per la Juventus, ci crediamo tutti, sta crescendo e come tutti i giovani ha un futuro importante”.

Pensa che Vlahovic possa soffrire il confronto di domani con Lukaku? Ha rinnovato Ancelotti: vi sentite un po’ accerchiati voi della vecchia scuola, come Mourinho?
“Non ci sentiamo accerchiati. Nel calcio non c’è una verità, chi pensa di averla penso si faccia del male. Il calcio è una variabile impazzita, credo che Ancelotti sia un allenatore straordinario, lo dimostrano i numeri. Sono molto contento per lui, José è un altro che ha vinto. Può piacere o no ma contano i risultati, per me essere accostati a loro è un orgoglio. La prima volta che ho affrontato Mourinho io ero a Cagliari e lui aveva già vinto parecchio. Dusan l’altro giorno è entrato e ha fatto gol, sta crescendo come tutta la squadra. C’è grande voglia di lavorare e migliorare”.

Ha un desiderio per il prossimo anno?
“Che sia un buon anno, star bene prima di tutto che è la cosa più importante. E poi far risultati che è la cosa più importante”.

Articolo precedente“ON AIR!” – CASANO: “Bonucci? Che salvata. E se ci avessero ascoltato anche con Sanches…”, LO MONACO: “Un falso storico dire che comandano i tifosi”, PRUZZO: “Hanno inciso anche valutazione tecniche”
Articolo successivoMOURINHO: “Contro la Juve serve personalità. Bonucci? I tifosi sono il cuore del club, non si va contro la loro passione” (VIDEO)

11 Commenti

  1. Quindi per Lotito e Allegri rubens e scazzie hanno le spalle “coperte” e sono “tranquille” Decreto crescita a parte, ripensando a tutte quelle accuse, a quei processi che hanno subito alle tante “sentenze acchittate” senza alcuno scrupolo, chissà se avrò mai la soddisfazione de vedè ste due squadre (che per me, rappresentano senza ombra di dubbi la vergogna del calcio italiano) retrocesse in B Me sà proprio de no… Pazienza! Ps: Quindi l’unica che se dovrebbe preoccupare del “no al decreto crescita” è la Roma? Sarà… Non mi faccio illusioni ma quanto vorrei una vittoria a Torino. Sarebbe una gran bella soddisfazione.

  2. ma uno che abbia il coraggio di fargli la domanda: “scusi, ma per lei essere arrivato terzo con una squadra che la società Juventus non si poteva e doveva permettere non è una irregolarità giustamente punita, oppure è corretto che nonostante tutto vi sentiate perfino vittime del sistema?”

    vedi che a non bastonarli come avrebbero meritato di fanno solo che danni….

    • la Juve è degli Agnelli da sempre, e ci saranno sempre.
      la pagliacciata delle dimissioni è solo uno specchietto per le allodole. gli Agnelli sono ancora in sella e non verranno MAI castigati. se un giornalista facesse una domanda del genere, smetterebbe di lavorare dopo due ore e non troverebbe posto nemmeno come spazzino. questo mondo marcio funziona così.

  3. sono tranquilli si.
    hanno evitato la serie Z nonostante prove clamorosamente evidenti cavandosela con un buffetto.
    anche ammazzessero Dybala con un colpo di pistola dalla panchina, al massimo darebbero loro ammenda pecuniaria pari al costo della pallottola.
    ma di che caxxo parliamo qua.

  4. Allegri, parlaci un pò delle dimissioni dell’intero Cda, dell’esclusione dalle Coppe e dei punti dati e poi tolti a campionato in corso. La facilità con cui certi magheggioni riescono a farsi passare per immacolati è davvero incredibile. Sto fasullo giusto alla rubens poteva sta

  5. come se dice a Roma, er sor tranquillo ha fatto una brutta fine………………….Ma tanto basterebbe falsificare il bilancio anche per la quarta volta, tanto solo una piccola multa e passa la paura.
    Speriamo di andare lì a fargli rimporre il capodanno, magari con un gol dell’ex da parte di Dybala ed un altro da parte di Lukaku a zittirli nuovamente dopo averlo fattoquando giocava con l’inda.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome