Allenatore, ds e taglio drastico del monte ingaggi: così i Friedkin rivoluzioneranno il progetto sportivo

132
3224

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Dan Friedkin prepara la rivoluzione dentro Trigoria. Il presidente non è soddisfatto dei risultati sportivi ottenuti dalla squadra e dallo direzione sportiva, e per questo sta pensando a dei cambiamenti drastici.

Per ora l’unico certo a dire addio è Tiago Pinto. Il ds concluderà questa difficile sessione di mercato per poi fare i bagagli e lasciare la Capitale. I primi di febbraio verrà annunciato il nuovo direttore sportivo a cui spetterà il compito non facile di ridurre drasticamente il monte ingaggi. 

E’ infatti questo il primo step che la proprietà texana vuole compiere, scrive oggi La Repubblica (M. Juric). A essere rivoluzionato sarà poi il progetto sportivo, che non sarà più di stampo mourinhano. Lo Special One si appresta a salutare, perchè i Friedkin sono determinati a ripartire con un nuovo allenatore. 

Si profila dunque una Roma profondamente diversa l’anno prossimo, con ds e guida tecnica nuovi di zecca, tanti calciatori ai saluti (specie quelli in prestito, Lukaku in primis) e un progetto giovani da affidare a un allenatore che sappia valorizzarli al meglio.

Fonte: La Repubblica

Articolo precedenteMourinho o Pioli, è il gioco della torre
Articolo successivoMOURINHO: “Non accetto critiche alla mia professionalità. Ieri c’è stata una riunione dura con la squadra, ma attaccarci in un momento così difficile non è giusto” (VIDEO)

132 Commenti

  1. I progetti destinati a fare meglio sono quelli che comportano molto lavoro, zero chiacchiere e progressivo innalzamento della qualità. Qui si fa esattamente il contrario, passando da una filosofia al suo esatto opposto, facendolo sapere a tutto il mondo.
    Ancora una volta: non c’è alcuna visione strategica.

    • @Lup man, sempre se vero, io invece vedo una, finalmente, realistica strategia sportiva e aziendale.
      Ridimensionare nel breve periodo sapendo quale è il fine, a me sembra una scelta intelligente.
      Poi anche noi ci mettiamo del nostro, se i Friedkin non parlano li critichiamo ora tu dici che si parla troppo.
      Il loro silenzio è sacrosanto, cosa dovrebbero dire ? che Mou li ha delusi ? che senza stadio l’unico futuro è meta classifica ? che si sono ritrovati con ingaggi impensabili ? che punti fermi come Pellegrini o Smalling si sono liquefatti ?
      Già c’è Mourinho che parla e sparla per tutti, basta lui a criticare gli arbitri, la federazione, l’Uefa, il campo, il tempo e il traffico. Ma mai di lui.

    • @romano Io penso che la comunicazione non si faccia così, lasciando che siano gli spifferi di corridoio e i panzoni a parlare per la Roma ed a differenza di molti che si sentono perseguitati credo che i giornalisti facciano semplicemente il loro lavoro e non abbiano responsabilità gravi.
      Si può, si, essere delusi, ma da chi? Da Mourinho? Si, ma la squadra che gli hai consegnato è veramente competitiva? Da Pinto? Ma il budget che gli hai affidato era veramente adeguato? Dai giocatori? Li hai scelti tu, non è colpa loro se sono delle mezze seghe strapagate.
      La strategia la fa il capo, e qui il capo pare non avere la minima idea di cosa fare e come farlo (es. cedo Ibanez per prendere in prestito per via aerea Lukaku che poi non confermo perché costa troppo).

    • È un articolo di Repubblica basato sul nulla perché la proprietà non parla con nessuno. Sono solo ipotesi, verosimili, fatte da un giornalista che deve consegnare un articolo entro il giorno dopo.
      Intanto finiamo questa stagione perché aver perso con la lazie in coppa Italia non pregiudica il resto della stagione. A febbraio c’è il Feyenoord e domani inizia il girone di ritorno. Il 4º posto è a 4 punti non 20.
      Sperare in un pronto riscatto è lecito e gli altri avranno molte partite in più tra supercoppa e coppa Italia. Tolte le strisciate, per il 4º posto ci sono Fiorentina Atalanta lazie Bologna e Napoli…non è impossibile. Con il 4º posto si dovrebbe comunque cominciare un percorso graduale e virtuoso di riduzione ingaggi, svecchiamento della rosa e, con un buon scouting, innalzamento della qualità. Fare tabula rasa e ripartire da zero sarebbe controproducente e noi tifosi non ce lo meriteremmo. Ho inculcato la passione per la maggica a mio figlio e vorrei potesse gioire insieme a me come ho fatto io con mio padre negli anni 80.

    • Articolo coniato per svuotare l’olimpico e creare disfattismo nella tifoseria. Non lo commento nemmeno e lo annovero tra le caxxate da bar.

    • esatto rod, questo è il futuro di questa nostra povera roma…ma nessuno da a questi due panzoni cioè che meritano, fischi, cori, striscioni, ma chi li difende mi spiegassero perchè lo fanno.
      se scrivo Mou ci ha portato a due finali una vinta e una rubata io lo confermerei, pollici versi e polemiche.
      Al contrario se critichi little tony e prole (1°devi vedere se ti pubblicano – perchè il 90% delle volte il sito non lo fa per ingraziarsi i padroni, forse!), ti scrivono i friedkin (lo scrivo in lettara iniziale piccola perchè per me non dei signori) ci hanno portato una coppa vinta ed una una finale di EL.
      Qui avete anche voi tifosi un corto circuito al cervello!
      per me così si rischia davvero la B, prima che avvenga la catrastrofe per favore facciamo qualcosa, certo in modo civile ma protestiamo.
      Altrimenti No allo stadio, si ad un nuovo proprietario (gli interessati ci sono se il prezzo è giusto).

    • Giusto cambiare DS ed allenatore se si vuole un progetto giovani che non vuole dire necessariamente centroclassifica (vedi Bologna, Fiorentina e Atalanta).
      Se toppi la scelta del DS si rischia l’anonimato come Pinto insegna.
      Con le nuove norme fiscali sui giocatori dall’estero tutti dovranno adottare tale modello.
      L’importante è scegliere un bravo DS (Sartori, Massara, ecc.), un bravo allenatore che sappia lavorare con i giovani e poi si vedrà.
      Chiaro che progetto giovani vuole dire taglio dei biglietti/abbonamenti dello stadio

    • quello di pellegrini rientra tra gli stipendi d’oro ma improduttivi da tagliare subito ?
      chiedo per un amico

    • Certo se vi bevete tutto quello che i giornalari vi propinano…Sono loro a non avere una visione, solo dei “wishful thinking”. E voi ci credete perché vorreste le stesse cose: Mou allontanato, ridimensione della Roma e possibilmente vendita della Società a qualche filibustiere che la porta al fallimento. Poi, se vi si dice ‘lazziesi’, storcete il naso e parlate di patenti, licenze e castronate varie.

    • Apterix, senza ali non cercare di fare voli pindarici.
      Pinto ci ha condannato all’anonimato?
      Otto trofei in 3 anni nel settore calcistico – lui e’ Direttore Generale, Football, non DS –
      Decimi nel Ranking UEFA.
      Due finali europee consecutive, una vinta.
      Certo, molto meglio il bonsai del tuo broccolaro.
      Vorrei vivere altri 3 anni di anonimato cosi’.

    • Oggi ho voglia di sprecare un po’ di movimento delle dita per Stincogrigio: le panzane dei giornalisti ci danno modo di sfogarci dopo l’ennesima umiliazione nella stracittadina (ultime 4 senza tiri in porta). Le panzane che scrivi tu non hanno neanche quella utilità; magari con la prossima “rivoluzione” assumono un usciere a Trigoria, potrebbe essere un posto buono per te così da parlare finalmente a nome della società, come è il tuo sogno frustrato.

    • domanda facile : ma chi gliel’ha detto ? È un’ipotesi?Una speranza ( e di chi ?)…..o solo l’ennesima fregnaccia per creare insicurezza?

    • Caro Stincogrigio lo so bene che tu vorresti arrivare altri 4 campionati dietro la Lazio, lontana dalla Champions, e vivacchiare in campionato..
      Io semplicemente NO.

    • la visione c’era. Sono mancati i risultati, ovvero la qualificazione in Champions. Il primo anno la “scusa” era la vittoria della Conférence, lo scorso anno lo scippo di Taylor. Quest’ anno?
      La Champions, per chi ha problemi di Fair play finanziario, è fondamentale per il mercato. Friedkin ha pagato molti stipendi e ha assecondato il volere del tecnico: Abraham, Dybala, Wijnaldum, Matic, Paredes, Lukaku. Gente che con Pallotta sognavamo, l’abbiamo avuta qui. I risultati? Mai.
      E ribadisco. I primi due anni il fattore Mou era tangibile, oggi no. Affatto. Se ti mancano i centrali, non puoi continuare con la difesa a tre. Che Paredes rallenti il gioco della Roma è evidente a tutti tranne che a lui.

  2. ma se nn cacciano 2 euro per nessuno, i giovani come li prendi??!! Vai in arabia, in pieno svolgimento del campionato a cavallo tra due partite, per prende 2 euro…che ok sarà d accordi con lo sponsor, e c’è vogliono far credete che spendono per i giovani che hanno speso 9 pippi in 4 sessioni di mercato…perché dalle cessioni che vuoi ricavere, giusto bove e zalewski puoi far qlk ma so giovani che famo li vendiamo ehehhe

    • già….e poi chi viene trova lo stesso problema dell’ FPF…..chi compra? E poi…chi vende? E poi il ridimensionamento dopo un mese non lo accetterebbe nessuno
      .Fate pace col cervello e rendiamoci conto che in questi casi gradualmente si aggiusta e poi si riparte….non si distrugge tutto credendo da fessi che ….ariveno l ‘arabi…c’è se comprano e Vincenzo subito….Prima i Russi,poi i Cinesi,poi l’Americani,adesso l’Arabi….intanto nel mondo vincono sempre gli stessi.Che vogliamo sperare…… Un marziano a Roma ?

  3. Le proprietà straniere a meno di quelle ricchissime, vengono e pensano al business che è corretto senza calarsi nella realtà di una città e di una tifoseria, la scelta dei giovani è giusta ma devono avere una struttura che li protegga, Maldini Massara Mourinho.

    • Per motivi personali sono molto legato a Parigi, ho amici in loco, la conosco bene ed ho seguito la loro storia calcistica fin da ragazzino.
      Quindi, avendola vissuta in maniera piu o meno diretta, ho sempre pensato che la nostra storia somiglia fortemente a quella del PSG, due squadre che rappresentano le due città piu belle e più amate d’europa, ma che in ambito calcistico hanno sempre tribolato.
      Il PSG fino all’entrata degli arabia nel 2011 era un club poco piu che mediocre, qualche coppa di Francia, 2 scudettini rimediati in maniera one-shot, e una coppetta delle coppe nel 96. Nel mezzo tanti tentativi di crescita prima con una cordata di soggetti improbabili e una decina d’anni, piu o meno, con Borrelli, poi con la cessione al gruppo Canal+ erano ricominciati i sogni di gloria.
      Ma de che. Tanti giocatori famosi (Ronaldinho tanto per fare un esempio), calciatori carismatici, nazionali, ma mai ‘na gioia. E mentre dominavano e aprivano cicli Lione e Marsiglia, poi si avvicendavano nei successi Bordeaux, Nantes e Monaco, il PSG partecipava, arrivando ad un passo dalla retrocessione in 3 occasioni (07, 08 e 2010).
      Perchè rendimenti così mediocri? Non si sa, sentendo gli amici parigini il sentimento era lo stesso che viviamo noi adesso: Parigi, Napoleone, la storia, la città piu bella del mondo, semo la capitale, semo i più fighi ( paro paro a noi, è innegabile) però, encore une fois, mai ‘na gioia pure loro.
      Questo per dire che, ne abbiamo provate tante, abbiamo passato anni di oscurità, brevi momenti gloriosi con Viola e Sensi, vivacchiato con Pallotta (pur facendo presenza costante in Champions), un bonsai, una coppetta conference, ma se non arriva una proprietà ricca ed ambiziosa siamo destinato ad un ritorno al medioevo calcistico, con allenatori di basso profilo e ragazzetti di belle speranze che verranno divorati nel giro di due mesi.
      La prospettiva araba mi ripugna – ma tanto, loro manco ci pensano – ma i Friedkin ce l’hanno l’intenzione di costruire una squadra solida o stanno lì, ligi e rispettosi degli accordi UEFA (che tutto sommato gli fanno comodo per non investire altri soldi) aspettando e sperando che lo stadio, per incanto, si costruisca da solo?

    • JulianB

      ma i Friedkin ce l’hanno l’intenzione di costruire una squadra solida o stanno lì, ligi e rispettosi degli accordi UEFA (che tutto sommato gli fanno comodo per non investire altri soldi) aspettando e sperando che lo stadio, per incanto, si costruisca da solo?

      No.

      Questi pensano solo ai loro interessi, hanno fatto il deilisting con i soldi della società, ecco il perchè del debito, il monte ingaggi dei giocatori non c’entra nulla!
      Le altre squadre gli acquistano i giocatori, quindi oltre l’ingaggio lo pagano all’acquisto, qui non si capisce sto concetto – esempio: lukaku è costato 6 milioni, ok, ma non l’hai acquistato non hai pagato per acquistarlo, altri danno 2 milioni di stipendio ma ne spendono 15 per l’acquisto, ora, chi spende di meno nel computo finale chi paga solo lo stipendio o chi acquista + stipendio?
      per spiegarmi pulisic l’ha pagato 25 milioni il milan e credo gli diano 4.5 milioni (non sono sicuro), bene operazione da 29.5 milioni…la roma dove li ha spesi sti 29.5 milioni?

      senza contare che se non acquisti non hai giocatori tuoi ma solo gente in affitto in pratica..

      questi so 3 anni che non comprano nessuno, celik 3 anni fa a 7 milioni, è un giocatore celik?

    • Altra caterva di illazioni, accuse infondate e conti del salumiere. Non puoi fare l’OPA usando i soldi della Società di cui controlli il 30% o più, perché useresti soldi che appartengono agli altri azionisti. L’OPA e’ costata tra i 30 e i 40 ml, il debito e’ di oltre 300 ml, qualcosa non quadra, giusto? Vi lamentate dei ‘paletti’ UEFA, ma dimenticate che l’uscita dalla Borsa significa che non dobbiamo più sottostare alle condizioni della CONSOB. Immaginiamo la Roma con i paletti CONSOB oltre che quelli UEFA. Stavamo già in Serie C o peggio.

    • Caro Stingray anche i tuoi ragionamenti so da osteria, come quelli de tutti noi che scrivemo su sto sito e non sul journal of economics. Detto questo il Friedkin group è appunto un gruppo che fattura 12 miliardi di dollari. Ora tra le società de sto gruppo ce ne sono molte che fanno utile e altre in perdita. L’asset ASRoma, pur in perdita, je da una visibilità che sti texani, co tutto er rispetto, se sognavano in Europa ( secondo mercato mondiale dopo USA , giusto pe nquadrà le cose). Sti signori nun so dei benefattori e, te do sta dritta, nun tifano per la Roma.

    • non conosco le cifre esatte ma solo di stioemdi la Roma paga

      100/120mln annui ai calciatori
      60/70 mln annui a tutti gli altri dal giardiniere in su e immagino quanti ce ne siano.di inutili o iperpagati

      I tagli agli stipendi già sarebbero un investimento enorme ( tutti soldi spendibili meglio )

    • Paolo 33, quei 60/70 mln annui a tutti gli altri chi?
      Sono con te allora i friedkin ci dicessero dove finiscono…io una mia idea ce l’ho ma se lo scrivo me bannano!
      un indizio, non credo nella buona fede e onestà degli ameri.cani!

    • A me fa ridere leggere sti articoli con slogan trionfali e stravaganti tipo “taglio del monte ingaggi”.

      Ma come lo tagli se hai contratti pluriennali che hai, ahime, concesso e firmato?

      L’unico modo e’ aspettare anni per arrivare a fine contratto o vendere giocatori, ma per vendere c’e’ bisogno del giocatore che e’ d’accordo e soprattutto di uno che compra, non e’ mica una decisione unilaterale della proprieta’.

      E se hai giocatori sovrappagati, svalutati, skazzati, o forse semplicemente pippette che chissa’ che te credevi che erano…chi se li accolla adesso?

      O forse si pensa che suddetti giocatori accettino stipendi piu’ bassi e di giocare in qualche squadra del kazzakistan per il bene della AS Roma?

      Ma di che stiamo a parlare esattamente?

  4. da come scrivono diventeremo il nuovo sassuolo, non è di certo cosi che si lotta per il vertice.
    eppure sembra tanto facile, se vinci aumenti il brand e tra premi e tutto di conseguenza gli incassi, vincendo attiri i campioni o futuri tali.
    certo sembra facile a parole, ma loro i soldi li hanno. se io fossi presidente di una società di calcio punterei a vincere per accrescere l’immagine del club, ribadendo che vincendo oltre ad arricchire la bacheca aumento gli introiti, e non a galleggiare per anni a stento tra il 4 5 posto come leggevo in un precedente articolo.
    tanto vale dire di voler puntare a salvarsi, cosi tutto ciò che arriva è solo che guadagnato.

    • esattamente i pollici verso potete spiegarli? o siete tifosotti che si accontentano al massimo di un 4 posto??

    • Il discorso è giusto.
      In un ottica imprenditoriale, in un momento di stasi o di calo si investe per rafforzare il brand, l’impresa o una semplice azienda privata.
      Il ridimensionamento solitamente porta ad un risparmio nell’immediato, ma se non segue a breve giro una crescita ed una evoluzione delle prestazioni, il tuo sacrificio al risparmio sarà servito solo per evitare danni peggiori.
      Ergo, l’eventuale politica al risparmio, ci porterà alla stagnazione ed ad un drastico ridimensionamento dei ns obiettivi sportivi.
      I miracoli in stile Verona o Leicester, succedono una volta sola.

    • Discorso interessante 87Pier. Dopo aver investito così tanto ho paura (ragionamento ipotetico) che la proprietà si stia chiedendo come continuare a difendere il valore dei soldi investiti, e se sia necessario un cambio di strategia. Il mio maggior timore è che possano arrivare alla decisione di separare il ragionamento economico da quello sportivo, e virare sulla strategia del player trading. Il Verona se non sbaglio a leggere transfermarkt l’anno passato è riuscito a tirare su più di 50 milioni, una società come la Roma potrebbe fare di più. Inoltre il valore del brand Roma ha una parte che è influenzata dai risultati sportivi, ma un’altra che è uno zoccolo duro, quasi fosse un bond dello stato, che sarà sempre li, rappresentata dal blasone e da una grande tifoseria innamorata. È una marca meno “volatile” rispetto a altri club. Quindi parte dell’investimento lo recuperano sempre da lì, e il resto fatto da risultati sportivi di seconda categoria (gite in Europa il giovedì) e un volume di business rappresentato dalla compravendita di giovani, e, in futuro, dallo stadio.
      Come dici il valore si aumenta vincendo, ma è solo una strategia. Ho paura che i Friedkin dopo 4 anni abbiano visto che si sono inseriti in un sistema dove vincere è istituzionalmente difficile (sia la domenica che il giovedì), che la concorrenza è agguerrita e forse più coriacea di quanto si attendessero, e che le regole non sono uguali per tutti (addirittura nel caso di illeciti amministrativi). E finalmente, dalla serie A non si fanno soldi (non abbiamo gente nella sua gestione che sia capace di avvicinarla alla premier league). Quindi anche quella speranza (se mai l’avessero) è scartata.
      Non penso vogliano essere il Sassuolo, ma secondo me si stanno chiedendo se per mantenere e aumentare il valore di quello che hanno investito continuare a fare quello che hanno fatto adesso sia saggio…anche a costo di rinunciare alle vittorie.
      Spero, vivamente, di no…

    • Riscrivo il mio pensiero di ieri (chissa perché non pubblicato). I Friedkin che progetto economico/finanziaria vogliono seguire?
      A- modello sassuolo/atalanta? Allora compra a poco, valorizza e rivendi bene. Sistemi i conti, fai lo stadio e poi decidí se fare il passo successivo o cedere a chi voglia/possa farlo.

      B- modello psg? Non servono spiegazioni al riguardo. Trova la maniera di aumentare il fatturato (legalmente o no) e pompa denaro per comprare i giocatori top. Per provare a vincere o comunque rimanere competitivo tutti gli anni.

      Le vie de mezzo (allenatore top/giocatori mediocri o giocatori buoni/allenatore mediocre) e il tirare a campare non portano a nulla. Poesse che un anno vinci una coppa, poesse de no. O poesse che addirittura manco le farai le coppe perché arrivi ottavo. Se dopo quattro anni hai ancora dubbi su quello che vuoi fare, qualcosa non va. Hai perso quattro anni e non hai costruito niente di sólido.

    • @blouson
      I piani quinquennali (ma anche decennali) li fanno pure a Davos, che non é proprio in URSS. Ne é iniziato uno nel 2020.

  5. Iniziamo un nuovo piano quinquennale,magari per accorgersi strada facendo che non funziona neanche questo. E intanto gli anni passano e la speranza per quelli come me di rivedere una Roma tornare grande, va malinconicamente sfumando con l’età.
    Spero per loro che i tifosi più giovani siano più fortunati,ma in tutta onestà non ne sono tanto sicuro.Penso che il destino della Roma più o meno sia questo che stiamo vivendo,a meno che non arrivi all’improvviso l’Arabo felice.

    • C’hai 188 anni, c’hai n’antra piottata d’anni da vive davanti, ma che te piagni? Te vedrai pure na serie A fatta de cyborg e alieni e te lamenti..

    • a febbraio nuovo ds con mansioni da tattico, piano di 16 anni per svegliare il gigante: Zenone da Tivoli.

    • A Zenone i piani quinquennali li facevano una volta in Unione Sovietica 😆 ti facevo orientato ma non addirittura bolscevico 😆

  6. E questo a Repubblica lo avrebbe rivelato lo stesso che aveva detto che Zaniolo aveva firmato
    con la Juve, che Mou salutava dopo l’ultima di campionato, anzi si era fatto espellere apposta per non essere in panchina in quella giornata, che Lukaku era gi della Juve e altri millanta scoop settimanali che hanno preso tutto sui denti ma che dimenticano il giorno dopo continuando a parlare come l’oracolo di delfi.
    Visto che sono così informati, perchè non ci dicono chi sarà il nuovo DS piuttosto?
    Che brutta fine.

    • Anto non ci vuole repubblica per sapere che Lukaku non sarà riscattato e che la Roma dovrà dimezzare il monte ingaggi per sopravvivere, le semestrali sono sempre peggiori ed un aumento di capitale ogni 2 anni di certo non migliora la situazione purtroppo.Credo più a repubblica che almeno ha giornalisti che a trigoria ci vanno ed hanno sicuramente le loro talpe che ad un utente come te che non sa nulla al pari del sottoscritto se non quello che vede e quello che immagina. Direi che è anche ora di cambiare modo di fare, penso che ottavi in questi anni ci saremmo arrivati anche con scelte diverse. Mi viene in mente che sull’ altra sponda hanno preso milinkovic a 9 mln con un stipendio da schifo per molto tempo e se lo sono tenuti fino a quasi 30 anni, lo stesso con immobile che è l’ attaccante che ha realizzato più gol in serie a; hanno investito una monnezza su Provedel che fa letteralmente i miracoli, zaccagni è costato e guadagnava meno di shomurodov. Senza citare l’ Atalanta ed il lavoro fatto con i vari Mancini e Cristante avuti a costo zero e venduti a peso d’ oro o con kessie; la lungimiranza di prendere uno già forte come koopmeiners e riuscire a tenerlo pur non dandogli 6 mln l’ anno, gossens hateboer e chi più ne ha più ne metta. Addirittura il Bologna ora con un allenatore sopra le righe e che aveva la squadra più piatta del mondo ora ha almeno 4 gioielli tra zirkzee, ferguson, Calafiori (regalato letteralmente al Basilea da pinto) e Moro che lo scorso anno valevano meno di 10 mln tutto insieme ed ora con quella cifra nemmeno ci prendi Moro stesso. È ora di ricominciare in maniera diversa tanto sono anni che ci parlano di un progetto che non esiste… sarebbero investimenti con fu fatto nel primo anno di garcia con benatia , strootman e gervinho che facevano la differenza ed erano costati in 3 42 mln con stipendi “decenti” ma ormai anche là sarebbe impossibile, non ci sono soldi. Bisogna vendere bene e comprare bene con osservatori che riescano a portare i futuri milinkovic o zirkzee da fare in casa . Non c è altra via , abbiamo il debito più alto della serie A insieme all’ Inter ma loro fatturano il 30% in più. Trovo quindi inutile che ogni giorno scrivi che i giornali non sanno nulla, anche perché è sempre la stessa cosa… che ci guadagni!?

    • E tu che ci guadagni Icetroll, brutte figure a parte? Se continuiamo a scrivere che i giornali non sanno niente e’ perché e’ cosi’e anche perché loro, come voi, non la smettono di pubblicare castronate. Una società votata al silenzio non permetterebbe agli scribi di turno di circolare liberamente a Trigoria e le talpe debbono stare attente a non rischiare il lavoro. Ricordati quello che disse Pinto: i nomi di calciatori accostati alla Roma sono probabili al 5%. Probabili, neanche sicuri.

  7. Quanto ve piacerebbe a voi giornalisti? In particolare a te Juric (ma chi azzo è costui) di Repubblica. Solo per saperlo, hai parlato con la proprietà, che sai nei dettagli i loro progetto? Due mani attorno alla bocca e urlarti forte a azzaro, con tutta la voce che ho, questo è il mio di progetto, se vuoi puoi scriverlo

    • la repubblica è la stessa che ieri ha pubblicato entusiasta questo titolo e di cui si sta parlando troppo poco e invece si dovrebbe fare un baccano infernale

      ” Rocca fa da sponsor alla Lazio, dal governatore-tifoso 300 mila euro al club di Lotito: il logo della Regione sulle maglie “

  8. premesso che lavoro per un brand di abbigliamento che è da qualche giorno diventato style partner della as roma femminile ed, fino a qualche anno fa, è stato style partner del ac milan (con cui abbiamo vinto uno scudetto), oltre a collaborare(vestire) i presentatori di dazn, bonolis, ecc
    quindi le scelte son due, o ti pubblicizzi con 2 spicci su instagram, o fai le cose serie per accrescere il valore e l’importanza del brand!
    quindi Friedkin… vogliamo puntare a crescere o fare 10 passi indietro?

  9. Thiago Motta come allenatore, Massara come DS e poi un sacco di giovani di belle speranze. Una cosa è sicura, mai più giocatori da P.S.G. FORZA MAGICA.

    • Si con cosa li compri? No perché per comprare devi vendere e da vendere ce so dibala forza zelewsky e bove qui di due giovani che ce so li vendi ottimo il cane che si mangia la coda ,sento parlare di molti più entroitindi squadre come PSG rispetto a noi,vero peccato che i sponsor so tutti arabi e so sempre i stessi del padrone del PSG ,noi niente non possiamo fare una bella sponsorizzazione farlocca o un bel bund come l Inter o come la Juve che tarocca tutto ,rega quando capirete che l fpf se lo sono fatti a.misura così quando scade c e già la.prima Pietro quasi finito lo stadio ,questi so più furbi de pallotta conno vede lo stadio fatto o iniziato ,ci hanno fregato con i voli stile John Wayne 1 anno Mourinho poi dibala e infine Lukaku .
      Al porto Sensi per molto meno lo abbiamo.fischoato e.insultato prima che ci ha fatto vincere lo scudetto quindi per me e ora di non farsi prendere più per il cubo da sto.americani

    • Nando: 1. e’ ora che impari l’uso degli articoli LO (sing.) e GLI (plur.) davanti alla esse impura; 2. non so cosa ti sia successo, ma da tempo sei scaduto agli infimi livelli dei pallottari anti Friedkins. Boh? Ma Dan t’ha rubato la ragazza?
      Non eri male. Aripijate.

  10. la Roma non ha abraham e kumbulla, perde smalling e matic, i perni del gioco di mourinho, poco prima dell’inizio del campionato, entrano giocatori rotti o scarsi come aouar, paredes e sanches e la colpa è dell’allenatore? ma mi facciano il piacere!

    • Scusa Marica, mi deve essere scappato qualcosa, ma tu dove l’hai visto il gioco di Mourinho ? FORZA MAGICA.

    • l’allenatore cuoce il minestrone con gli ingredienti che ha. e quelli che ha adesso sono significativamente più scarsi di quelli di prima, tolto lukaku. chi allestisce la squadra? chi mette i soldi? cacciate pure mourinho adesso, tanto poi c’è viene ere pep da noi, e vedrai che risolve tutti i problemi. ma per favore.

    • Marica, la Roma anche quando aveva Matic, Smalling, Mikhitarian, Abraham e compagnia in campionato non è mai andata, in questi tre anni, oltre il sesto posto quindi non è esattamente come la configuri tu..

    • esatto marica, ma se senti qui nel forum, un mister di serie A , dove si arriva se sei forte ( a volte raccomandato) deve “insegnare” a muoversi o giocare, passaggi, cross ecc… dai pulcini alla primavera invece giocano a nascondino..
      è come andare all’università ed aspettare che un prof insegni la tabellina del 9

    • Rafnho, la Roma anche quando non aveva Mourinho arrivava sesta e anche ottava, è caduta nell’anonimato da quando hanno sfasciato la squadra dei secondi posti per assemblarne (e male) una fatta di occasioni, scambi di favori e hanno abbassato molto poco i costi ,ma tanto la competitività e il valore, arrivati i Friedkin si sono liberati degli esuberi, hanno venduto il poco vendibile e sostituito un giocatore con un altro spesso più scarso, senza colmare le lacune. costi ancora molto alti, valore della rosa esiguo, ma il problema è l’allenatore! Dopo 6 anni e 4 allenatori che hanno cercato faticosamente una quadra con elementi mal assortiti, quanti ne dobbiamo aspettare per cambiare l’orchestra stonata e non solo il direttore d’orchestra?

    • paolo v e rafinha, lungi dal fare polemiche, però, guardando ai due anni passati, credo che mourinho volesse creare prima di tutto una mentalità vincente, con tutti i limiti della squadra, già ampiamente manifestati prima dell’arrivo di mou, e con una presidenza non certo “arabian style”. credo in questo sia riuscito, vincendo di fatto due coppe europee, cosa non certo per noi usuale, usando jn eufemismo. si sarà detto: il gioco seguirà, magari con innesti mirati di volta in volta. ma quali sono stati gli innesti? come sono arrivati? se voi citate miky e matic, beh forse la dirigenza avrebbe dovuto fare qualcosa in più per trattenerlo, visto che nello schema di mou erano pedine fondamentali. ne consegue che la squadra di quest’anno, tra assenze, infortuni, giocatori spompati e rotti, è notevolmente inferiore a quella degli anni scorsi e nulla è stato fatto per migliorarla davvero. dunque mourinho, che ci ha portato a vincere due finali europee, colpevole! ma di cosa? poi fate un po’ voi. però un po’ d’ordine nei fatti e nei pensieri bisognerà pure metterlo.

  11. Queste notizie sono state apprese ieri per andare fresche in stampa oggi? Ma vi rileggete dopo aver scritto? Ma credete che chi legge abbia l’anello al naso? Progetto rivoluzionario, che cosa vuol dire? Per me può significare solo che si inizierebbe a vincere sul serio, ma per farlo ci vorrebbero un grande allenatore, un grande ds e dei grandi giocatori. Per farlo ci vorrebbero i soldi di una grande società, che non fa accordi capestro, come già accaduto. Perchè, specie a ROMA, non vincerai mai con l’allenatore scienziato ed i giovani. Tirate le fila, la ROMA ha per ora, checchè se ne dica, solo un grande allenatore e due/tre giocatori (Mancini, Lukaku, Dybala) sopra la media. Per cui, le paventate rivoluzioni, lasciatele nella penna d’ora in poi.

    • Vi avevano detto accordo con Solet

  12. Cioè Motta.

    Allena sconosciuti e li valorizza
    Non costa troppo
    Ha una idea di calcio
    Dice le cose in faccia ( vedi barrow)
    Sa cosa vuole dire vincere dove non si vinceva da secoli ( da calciatore )
    Portando in alto la Roma gli cambierebbero le prospettive di carriera

    Ammesso che il bologna lo molli

  13. Ma che ne sapete cosa ha in mente Friedkin? Il solito articolo scritto sull’onda emotiva del momento, in cui l’estensore spaccia le sue idee con la realtà. Magari facciamo una bella partita a milano, poi col calendario più semplice ci risolleviamo un po’ e allora si scriverà che restano tutti, pure Lukaku

    • Ancora co ‘sti saccenti abbocconi che se gli scribi dicono che i porci volano, si affacciano alla finestra?

  14. La condizione attuale e la prospettiva futura per la Nostra Roma mi fa citare un grande classico :” A Pomà…sò un tantino preoccupato….”

  15. Si si, tutto verissimo. Friedkin ha proprio chiamato direttamente questo tal juric di repubblica e gli ha detto tutto quello che vuole fare.

  16. si era cercato di fare il passo più lungo della gamba, il classico all-in per arrivare subito in Champions, allenatore top, giocatori top (o presunti tali) con tanti, tantissimi soldi spesi, ma in questi casi ti deve dire tutto bene…. ma noi siamo la Roma, e quindi ecco che arriva il crociato di Abraham a 10 minuti dalle fine della stagione (e si…ce lo siamo scordato tutti), ecco che il nostro nuovo bimbo de oro diventa un ex giocatore con il cervello da bambino e lo svendiamo, ecco che nella finale che ti può cambiare la storia (letteralmente) becchi un arbitro in malafede e una var ancora peggio, ecco che nell’anno che hai una coppia gol mostruosa il tuo più forte difensore si da malato da inizio stagione e la tua diga difensiva decide di scappare in Francia mentre è in ritiro… e tante altre vicende che tutti conosciamo. Un’altro presidente avrebbe detto: “sta città è sfigata…me ne vado finché sono in tempo”….e invece eccoli che masochisti come pochi vogliono provare a ricominciare da capo….. che la salute sia sempre con loro e benedetto il giorno che sono venuti!!!!

  17. Se sarà cacciata di Mourinho sarà un apecorarsi al palazzo e a tanti giornalisti che dato Mourinho sta zitto non riescono a fare i topini come diceva Spalletti. Francamente ci volete come il Bologna e il Sassuolo non capendo che il popolo di Roma non accetterebbe mai una squadra destinata a non vincere mai , se devo divertirmi vado al circo io come tutti vogliamo tituli .Per questo ci deve essere un giusto mix di campioni e giovani e dove si è sbagliato è affidare la campagna acquisti a Pinto . Il primo grande acquisto deve essere il D S e aspetto febbraio per tirare le conclusioni . Ma una cosa possono star sicuri che una Roma modello. Sassuolo i sold out se li scordano.

  18. La Roma ha già il problema del cappio al collo dovuto all’accordo castrante con l’Uefa e pertanto non può aumentare gli stipendi ma neanche ridurli almeno per i prossimi 2 anni. Se li riduce la stagione successiva non può aumentarli e quindi in caso anche di eventuali parametri zero interessanti che puoi allettare con un ingaggio decente non li puoi prendere se hai abbassato il tetto d’ingaggio. Questa osservazione ha una valenza solo se vuoi provare a mantenere una squadra competitiva altrimenti se ti avvii ad una dimensione provinciale stile anni 60 e 70 e comunque prima dell’avvento del grande Presidente Viola, ci stà. I tifosi non lo meritano ma la situazione potrebbe essere anche questa in futuro. Qualcuno incomincia a rivalutare la presidenza Pallotta che è vero era incentrata sull’interesse per lo stadio, ma con DS capaci che oggi ci mancano, comprando e rivendendo con intelligenza, per 5 anni consecutivi la Roma è stata sempre nelle prime 3 posizioni e non ha vinto lo scudetto solo perchè davanti aveva la stellare Juventus. Quello che non si deve perdonare a Pallotta sta nel fatto che negli ultimi 2 anni di presidenza ha abbandonato la Roma lasciandola gestire male ad altri e la situazione di oggi è figlia anche di questo abbandono. I Friedkin ci devono dire quello che vogliono fare. Di polemiche nè abbiamo già troppe e l’aria di smobilitazione evidenziata dai mezzi d’informazione mi sembra esagerata.

    • Lascia perde ballotto er broccolaro de Boston. Cominciamo a (ri)valutare SERIAMENTE questa presidenza che, piano piano, ci sta portando verso la salvezza sportivo-finanziaria. Loro sono il nostro presente e (spero) il nostro futuro. Chi ha avuto avuto avuto, chi ha dato ha dato ha dato, scurdammece u’ passato.

  19. la società deve far sentire la propria voce, dichiarando cosa vuole fare. il fallimento di mou oramai è ineluttabile e chiaramente è finito il suo ciclo qui, bisogna subito pianificare la campagna acquisti e avere già l’allenatore, per far qsto serve un dg un ds da subito. qst’anno saremo fuori da tutto e senza introiti dalle coppe sarà un bel problema da gestire ma almeno spero si riparta con qlcosa di credibile. se nn si farà lo stadio come immagino visto che nn voglioni che la roma lo faccia anche gli americani entro 2 anni se ne andranno….situazione x me molto grave

  20. Ero ancora imberbe la prima volta che ho sentito parlare di drastico taglio del monte ingaggi, progetto giovani, la valorizzazione degli stessi, blablabla.
    Nel calcio si sono sempre contate sulle dita di una mano le società capaci di abbinare vittorie ai conti in ordine. In genere le due cose marciano in perfetta antitesi.
    Persino nella ricchissima Premier squadre come il Chelsea e City hanno vinto e vincono grazie a magheggi e artifici finanziari, con la gentile compiacenza delle istituzioni.
    Il sistema calcio non si è mai autoregolato e alla crescita dei ricavi sono sempre corrisposte spese maggiori degli stessi in scal logaritmica.
    Qualche eccezione virtuosa esiste, vedi Bayern Monaco ma anche grazie a una posizione di monopolio raggiunta in ambito domestico che lo rende inattaccabile da eventuale concorrenti che vengono rapidamente espoliati ogni qualvolta minacciano da vicino la sua supremazia.
    E ci vogliono in ogni caso decenni per costruire un club a modello di quello bavarese.
    Persino il Barcellona che 20 anni fa poteva vantare una squadra fantastica composta in gran parte di elementi allevati nella cantera alla fine ha dovuto soccombere alle logiche del mercato e adesso presenta conti da profondo rosso.
    In un panorama profondamente depresso come quello italiano non c’è speranza di abbinare successi e gestione virtuosa: se anche riuscissi faticosamente a scovare una nidiata di ottimi talenti che diventassero competitivi nel giro di qualche anno saresti immediatamente depredato dagli squali e condannato a ricominciare da capo.
    Oppure condannato a garantire loro i medesimi guadagni e quindi entrare nello stesso circolo vizioso dal quale sei appena faticosamente uscito.
    Non prendiamoci per i fondelli: a un club dalle risorse della Roma per diventare vincente in modo virtuoso occorrerebbe un lasso di tempo nel quale il 90% di chi legge queste parole avrà trovato l’eterno riposo.
    E’ una cosa che si potrebbe anche accettare nel caso in cui lo si dichiarasse con la massima trasparenza e onestà invece di blaterare sul risveglio di giganti addormentati.
    E ammettere che per il momento il nostro target è l’Atalanta. Già ci vorranno anni per arrivare a quello.

    • Il target Atalanta a dire il vero l’avevamo raggiunto in 3/4 anni con la precedente gestione, salvo non aver apprezzato il “bonsai” da parte dei tifosi.

  21. Ah rivoluzione green? taglio monte ingaggi? ho letto bene? E con chi intendono farla? Hanno venduto mezza primavera per pagare il monte ingaggi e debiti, veniamo da 70 soldi out e loro ci portano parametri 0 e giocatori rotti. Un allenatore che vive in una ampolla di un calcio che fu e che vede solo lui, una squadra che a definirla tale ci vuole stomaco e coraggio, giocatori mitizzati a Roma, ma che farebbero tribuna altrove e soprattutto stipendi da fuori di testa per gente che vale 1000 euro al mese ed un panino. Sono molto curioso di vedere con chi è come faranno la rivoluzione. Io farei una cosa sola a partire da oggi. Ds ed allenatore per giugno, cambiare ora non ha senso, poi iniziare a chiamare i vari procuratori di elsharawi, pellegrini, cristante, paredes, belotti svilar, celik, kardrop, per citare i peggiori e dirgli iniziate a cercare una squadra per i vostri assistiti. Poi valutazione a parte merita Dybala, che se sta bene non si discute, ma ad oggi non ha sensi dare 6,5 mini ad un calciatore che fa un tempo ogni tre partite. Soprattutto però bisogna cercare uno staff tecnico ed un preparatore che metta in.piedi i calciatori e non vedere da tre anni zombie. Abbiamo crocifisso di Francesco e fonseca, ma questo è stata una catastrofe calcistica ed economica soprattutto.

    • Ma perché vi sentite OBBLIGATI a sparare k@ttss@t3!
      Svenduta mezza Primavera?
      Fatti, conti alla mano please. Felix svenduto a 10 ml? Volpato e Missori, sempre a 10 in due? Questo non e’ criticare ma sparare nel mucchio, ndo cojo cojo!

  22. Aricominciamo col progetto giovani e allenatore che li valorizza, poi cominciano le pressioni della piazza, le pressioni della società che vuole il quarto posto e i giovani si bruciano e l’allenatore non li schiera! Mourinho è quello che ha avuto più coraggio e ho detto tutto! Certo che se devi avere una squadra da metà classifica, almeno pagala per quanto vale, ma, se vuoi ridurre gli stipendi e avere una rosa più giovane devi investire sui cartellini, ma tanto esce e tanto entra e, dato che qui non esce nessuno se non quelli a scadenza e in prestito, come l’allestisci una rosa competa? Coi Primavera? Beh, ti liberi dal cappio del FFP, perchè retrocedi! Allestisci almeno l’under 23, tanto quei soldi non vengono conteggiati dall’Uefa! Questi Americani hanno fatto prima di quegli altri ad infilarsi in un cul de sac!

  23. Tutto come previsto. vediamo se ho azzeccato pure l’ultima (agosto 2023):

    “si ripartirà con un nuovo progetto giovani e nello stile fumo negli occhi seguito fino a adesso l’allenatore sarà Daniele de Rossi”

    Non per DDR, che sarei felicissimo di vedere alla Roma, anzi lo avrei visto in affiancamento a Mourinho, ma proprio come mossa tutta apparenza per far contenta e coionata la piazza.

  24. Se davvero così fosse, il progetto Friedkin di portarci a livello di Hellas e Udinese prenderebbe l’abbrivio. Speriamo se ne vadano prima…

  25. Da quando i Friedkin hanno preso in mano la Roma, hanno sbagliato molte scelte strategiche.
    Purtroppo quando non si inizia col piede giusto il rischio non è solo quello di buttare via soldi ma anche quello di perdere fiducia ed entusiasmo.
    Io non so se siano vere le voci che qualcuno sta mettendo in giro su una loro prossima uscita di scena, ma siccome sono loro al momento i proprietari è giusto ragionare come se saranno loro a gestire la società nei prossimi anni.
    Dalle prossime mosse si capirà se dimostreranno di aver imparato dai loro errori oppure no.
    Se pensano che la soluzione sia solo fare la sostituzione di Pinto con un DS e quella di Mou con un altro allenatore, allora vedo un futuro a tinte fosche, molto fosche.
    La Roma potrà rialzare la testa solo se si inizierà a programmare e se si sceglierà un progetto sportivo chiaro e ben strutturato.
    Progetto e programmazione non sono parole vuote: vuol dire dotarsi di una squadra di professionisti, ognuno con ruoli e responsabilità specifiche.
    Vuol dire mettere gente competente a occuparsi di cose sinora completamente ignorate o gestite da neofiti.
    Il Borussia Dortmund o le squadre della galassia Red Bull, tanto per fare degli esempi, hanno decine di dirigenti nel settore sportivo e investono molte risorse proprio nella ricerca del talento quando ancora i giocatori hanno costi sostenibili: hanno squadre affiliate, loro uomini, osservatori e scouts in ogni continente.
    La creazione di una squadra B è il passo successivo, che però necessita di essere fatto quando si ha una base di giocatori dalla quale partire. Noi questa base la dobbiamo ricostruire dal momento che abbiamo perso tutti i giovani papabili tra i 19 e i 23 anni con la celeberrima strategia del vendere a zero o quasi mantenendo la % sulla rivendita.
    Ripartire col piede giusto piuttosto che il galleggiamento secondo la filosofia del carpe diem.

    • Senza poter investire sui cartellini e avendo giocatori e pochi con poco mercato ,come ripartire? Se ,come molto probabile,non si arriverà quarti, l’unico modo credo sia rinunciare all’EL per un anno come hanno fatto Milan e Juve e investire sui cartellini di giovani in rampa di lancio per creare una base e aumentare il valore patrimoniale, venderne uno a tanto per completare poi la squadra e /, o migliorarla, non vedo alternative. Certo il Milan aveva giocatori da vendere per ricavare il tesoretto visto che anche con la prima proprietà farlocca aveva investito (e male ) oltre 200mlnla Juve non ha investito molto ma ha sistemato un po’ i conti . Leggevo di un patrimonio netto della Roma negativo per oltre 400 mln, debito finanziario aumentato e perdite di bilancio da piangere, situazione tragica. Nessuna altra società di Serie A ha un patrimonio così tanto negativo

    • Magari fosse come scrivi tu Monika!
      In realtà se la Roma non dovesse rispettare gli accordi del SA rischia dal blocco del mercato sino a tre anni di esclusione dalle coppe a partire dal 2027.
      Praticamente abbiamo le mani legate con l’obbligo di rispettare anche vari traguardi intermedi stando attenti a non abbassare troppo il costo della rosa che poi dovrà essere usato come riferimento per ogni successiva stagione.
      Ma come ho avuto modo di scrivere quest’estate se noi al posto di Paredes avessimo preso Mannsverk o Fabricio Diaz due giovani che si erano messi in mostra al mondiale Under 20 e poi passati di mano per circa 6 ml, avremo avuto lo stesso impatto sui conti. Questo perché nei costi vanno conteggiati anche gli ingaggi.
      Risparmiare sullo stipendio di Llorente, Cristensen e Sanches, consente di acquistare 3 giovani che ti costano ognuno sui 3-4 ml.
      Risparmiare sugli ingaggi significa quindi avere un tesoretto da spendere per cartellini.
      Il problema semmai sarà fare 30 ml di plusvalenza entro giugno.
      Credo che dovremo sacrificare ancora qualche ragazzino della primavera (Mannini, Pisilli ….), Bove e uno tra Pellegrini, Mancini e Cristante.

  26. L’ennesima rivoluzione calcistica.
    L’A.S Roma ha da sempre cambiato proprietà,direzione tecnica e direttore sportivo.
    Ma, purtroppo,i risultati di queste rivoluzioni stanno a zero.

  27. Sono critico sulla qualità del gioco espresso dalla squadra, ma poi mi dico, quando sarebbe stato messo in atto “il progetto di stampo Mourinhano” ????? perché non me ne sono accorto !!!!! Mou è stato usato per tutto fuorché per le sue ( poche? tante?) attitudini !

  28. Lo so che asesso mi sommergerete di piollici versi, lo avete fatto per molto mneo. In mano ai Friedkin tra qualche anno lotteremo per non retrocedere, ma forse gia dal prossimo anno……………..

  29. È una strategia svilente ma che avrebbe anche un senso se realizzata da un ds competente. Dal nome del nuovo direttore sportivo capiremo tante cose ma attenzione… se dal cilindro uscirà un nome straniero stavolta rischiamo di brutto sul piano sportivo. Se a fare una rivoluzione dove il primo obiettivo è ridurre i costi sarà qualcuno a digiuno di calcio italiano, magari puntando su un tecnico straniero alla prima stagione in A (situazione capitata già parecchie volte da quando la Roma è diventata americana), stavolta si rischia il disastro sportivo, quello vero. La nuova società non è stata capace di migliorare l’organico quando le disponibilità erano limitate ma presenti, figuriamoci in una situazione di magra… Se si sbaglia il manico stavolta non ci sarà neanche uno zoccolo duro di calciatori da settimo/ottavo posto a non fare affondare ancor di più la barca, e sarebbe una notizia positiva ma solo se, ripeto, c’è chi saprà davvero scegliere nuovi giocatori, altrimenti si rischia di fare molto peggio in classifica. Il futuro, più che roseo, appare molto rischioso. Devo dirlo: temo per la Roma. Speriamo bene.

  30. intanto il presidente di regione Rocca noto fascio dà 300 k alla lazio di cui è tifoso e nn ci faranno fare lo stadio…ricordatelo qndo andate a votare

  31. Le variabili a questo fantasioso progetto sono troppe per non essere evidenziate, una delle quali è che per arrivare al 2027 devono mantenere quanto meno invariato il livello dei ricavi. Anche se può sembrare una bazzecola l’incasso dello stadio ne rappresenta una parte cospicua. Il rischio che i sold out siano veramente legati al Mister, esiste, un qualsiasi ridimensionamento darebbe il colpo di grazia. Gli Ultrà hanno solo iniziato la loro protesta, il caso Bonucci ha dimostrato che di fatto i Friedkin non sono così decisionisti come vogliono far credere.

  32. Friedkin sta pensando .. non che Friedkin abbia pensato e poi detto a La Repubblica in una intervista ..
    bah .. questo articolo si commenta da se ..

  33. Sono d’accordo con Zenone chi ha gli anni sto progetto non ci fara’ piu’ vedere la Roma a livelli superiori, ti fara’ stare con classifica pari al Bologna Verona ecc ecc per un bel po’ di tempo, poi quali giovani quelli della primavera facciamo una squadra italiana? Gli stranieri giovani di livello li paghi e tanto pure. Il problema di questa societa’ e’ questo Far Play europeo. Mi chiedo se non possono fare qualcosa per la Roma perche’ hanno preso il Cannes societa’ di serie B attualmente 6 in classifica ? Mi sentirei di dire stanno pensando di vendere visto che lo stadio sara’ difficile farlo a Pietralata…Ma questo e’ il progetto Fredkin che Dio c’e’ ne scampi e liberi ?

  34. Dopo quasi quattro anni tabula rasa e progGgetto ggggiovani col cefalozucca in panca tipo Sassuolo?
    Come dire…..avemo scherzato. O turlupinato.
    Fallimento vergognoso.
    Friedkin go home.

  35. ancora con la storia del monte ingaggi

    fanno il gioco delle 3 carte

    prima non comprano e prendono i parametri zero, ingolosendoli con l’ingaggio alto,
    poi, oh my gosh, abbiamo gli ingaggi alti !!

    il miglior prospetto che hai al momento, Edoardo Bove, non ha un ingaggio alto.
    Lo ha decente (relativamente al calcio professionista) da qualche settimana.

    Forse che la strada non era quella delle “scommesse”?

  36. Forse mi sbaglierò,ma tra i prestiti vari che torneranno alla base ed i fine-contratto,il prossimo anno dovremo sostiture almeno 7/8 cristiani….. Come? Magari sforando i parametri -capestro dell’UEFA ? Ma voi ce lo vedete Friedkin che “sfora”?

  37. De Zerbi, un preparatore con i contro caxxi e ritiro in montagna anziché a Trigoria , poi possiamo giocare pure con la primavera, sicuramente non assisteremo allo spettacolo indecoroso a cui stiamo assistendo adesso , FRS !!!

  38. Le uniche strade, a mio avviso, sono due:
    1) rinegoziazione del FFP e delle altre tagliole accettate;
    2) cambio di proprietà con ingresso dei petroldollari e conseguente pagamento concordato dei debiti per stralciare il prima possibile il FFP e SA.
    Terzium non datur … dicevano gli antichi

    • Il FPF non c’entra con la proprietà, dipende da entrate e uscite, non da altro perché è stato pensato da quel “genio” di Platini per aiutare le forti a restare forti e rendere difficilissimo ad altri competitor entrare, questo perchè se non hai “nome” non hai gli sponsor giusti etc. etc.
      Quel che può fare una proprietà ricca è far incetta di giovani e giovanissimi, che non vanno a bilancio nel FPF, ma oltre questo non molto di più. Per questo servono Stadio, Centro Sportivo all’avanguardia, etc. tutte cose che partimonializzano la società e rendono più facile investire. Anche se arrivasse l’arabo, ci vorrebbe qualche anno per vederne gli effetti. E comunque i Friedkin stanno investendo e tanto, ma proprio perchè hanno il FPF oltre un ceto limite non si possono muovere, così coem succede anche a Frenze e Bologna (due proprietà ricchissime).

    • @erik971… Il Fair Play Finanziario impone al club di ripianare i debiti accumulati negli anni. Se arriva una proprietà che li ripiana ha tutto il diritto di chiedere, in cambio, l’annullamento delle stringenti regole del FFP. Quindi FFP e proprietà sono molto ben collegate.

  39. Gli stranieri giovani di livello li puoi prendere pure ma serve programmazione. Ad esempio pare il Bilan abbia chiuso in questi giorni per prendere Juan Miranda del Betis, un terzino e centrocampista di sinistra che a noi serve come il pane il cui contratto andrà in scadenza questa estate ma che potrebbe arrivare anche a Gennaio o arriverà a zero in estate.
    Io ho menzionato ma non mi hanno fatto pubblicare ieri i dettagli di quattro profili giovani tutti che saranno parametri zero in estate e che sono talenti di più alto livello rispetto a chi gioca in Italia che sono Mosor (2003), Wood-Gordon (2002), Babadi (2005) e Fernandes (2005). I loro ingaggi si andrebbero ad allineare con quelli di Bove (per Babadi forse qualcosina in più ma questo è un giocatore che ha il potenziale anche da A++, gli altri tra i €400-800mila all’anno) ma se vogliamo prenderli per l’estate profili simili, serve incominciare a trattarli al più presto e potrebbero secondo me venire alla Roma anche se non ci fosse Mou perché da noi avrebbero più garanzie di poter giocare con regolarità e da titolari, e se fanno bene penso non sarebbe un problema affatto ritoccare i loro ingaggi dopo.

  40. Cosa deve succedere a giugno che non poteva succedere a gennaio? Rassegnamoci. Non si progredisce sempre. La Roma tecnicamente è azzerata. Non può comprare se non vende. Non ha nulla da vendere. Eccetto Bove, ma per motivi logici non oseranno. Quindi bisogna prepararsi a cinque o sei anni di austerità. Centroclassifica perenne. Se va bene, Europa League. Se va male, campionato finito a marzo e nono posto

  41. Fuffa, il presidente non parla e i giornalisti ipotizzano, una volta questi soggetti venivano considerati opinionisti, il giornalista doveva solo esporre i fatti senza influenze esterne, oggi la figura si è rinnovata in cazzaro, almeno lo dicessero che sono solo invenzioni.

  42. Peggio di così è impossibile fare pure con un allenatore come De Zerbi e 11 ventenni di buone speranze giovani forti fisicamente e sempre presenti sani .Un anno fuori dalle Coppe e si riparte da zero.Ok però io seguirò il Tennis Netflix con le serie TV e la Domenica pic nic senza partite

  43. Juric + La Repubblica: attendibilità uguale a ZERO visto che certo i Friedkin non danno le dritte ne a quel giornalista ne a quel giornale (da diverso tempo uno di quelli che attacca spesso le proprietà della Roma). Il fatto che l’abbiano scritto mi fa pensare che sia più probabile l’esatto opposto!

  44. Temo che con il loro concetto di allenatore che “sappia valorizzare i giovani” ci ritroveremo con uno dei tecnici scappati di casa tipo Italiano, Tiago Motta o tristemente similari. Scordatevi i sold out dell’Olimpico e a questo punto l’attaccamento dei tifosi come fin qui espresso. Torneremo alla Rometta anni ’60? Di questo ho paura con tali americani interessati solo al business stadio e ora che l’idiozia tutta italiana non ne permette la realizzazione liquidano tutti e tutto. Che pena…

    • Io voglio sperare in un Flick che è libero mentre anche per prendere un Italiano o un Tiago Motta, per liberarli ci toccherebbe anche pagare un indenizzo e se non quello, regalare a Fiorentina o Bologna 1-2 giovani che interessano a loro per non pagarlo, altrimenti non te li danno. Per questo motivo sono anche molto più favorevole con un Flick che tutto sommato ha vinto più lui che Italiano e Tiago Motta messi insieme in una sola stagione, e lo ha fatto adattando e costruendo una base di gioco sugli elementi che lui aveva a disposizione e perdipiù facendo crescere e lanciare dei calciatori anche giovanissimi persino in Champions League come titolari. Io non vedo nessun allenatore che allena qui che sia disposto a dare fiducia in prima squadra ad elementi che hanno anche 16-17 anni, e Flick lo ha fatto persino nel Bayern Monaco e nella massima competizione europea, e come detto poi dai giovani da lui lanciati, Flick è il migliore allenatore per formare e lanciare qualsiasi giovane ed a gestirli senza farli bruciare.

  45. Tutti quanti a osannare i Fridkin xke’ hanno preso il posto di Pallotta e anche xke’ hanno quasi pagato i famosi debiti di aumenti di capitale, Pallotta voleva costruire lo stadio e tutti a criticarlo, xo Pallotta acquistava giocatori e purtroppo li doveva rivedere x il motivo dello stadio, i Fridkin stanno facendo lo stesso di Pallotta e per acquistare i giocatori vuole costruire lo stadio e finché non c’è lo stadio scordatevi i giocatori xo li si perdona tutto fatevi una ragione finché non ci sarà lo stadio scordatevi i giocatori forti sia x il campionato e sia x L’ EUROPA league o Champions League Comunque Sempre Forza Roma 💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️

  46. Sempre pronti a destabilizzare e mettere rogna e calugne in gioco cosa ne sa un giornalista di ciò che passa per la mente alla presidenza della Roma…. tornare ai giovani di belle speranze serve a poco …. per vincere ci vogliono pochi giocatori ma forti sia nel fisico che nel gioco … quale ridimensionamento ma a Mou cosa gli hanno dato …. tutti giocatori rotti e anche gente che fa ammitinamento i contratti firmati sono solo carta straccia ….

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome