Ancelotti: “Roma da scudetto? Non diamo troppe responsabilità a un ambiente già carico”

42
1489

AS ROMA NEWS – Carlo Ancelotti è intervenuto oggi a Radio Radio per parlare della Serie A al via nel fine settimana. Queste le sue parole all’emittente radiofonica:

“La Roma si è rinforzata molto. Non dico che lotterà per lo scudetto, ma sicuramente ha fatto una campagna acquisti di grande livello. Dire che oggi la Roma è da scudetto significa mettere troppa responsabilità ad un ambiente che è già carico.

Mourinho ha fatto un grande lavoro sotto l’aspetto tecnico vincendo la Conference League ma anche sotto l’aspetto psicologico, ha riportato grande entusiasmo in città. Mi sembra di fare un dispetto alla Roma dicendo che lotterà per lo scudetto. È una squadra che può lottare e competere per i vertici e poi si vedrà. Juve, Inter e Milan al momento sono avanti”.

Fra i due tecnici, vincenti più che mai (Ancelotti ha appena portato a casa, con il Real Madrid, la Supercoppa europea), ormai “senatori” della truppa degli allenatori, c’è un legame speciale, fatto di stima e rispetto: “Con Mourinho abbiamo un buon rapporto da sempre. Ogni tanto ci sentiamo, ci scambiamo messaggi. Ci facciamo complimenti reciproci. I ‘vecchietti’ continuano ad andare avanti”.

Inevitabile una riflessione su Zaniolo, nonostante tutto sempre sotto l’occhio del mercato, con il Tottenham alla finestra e Mou che vuole tenerselo stretto. “Zaniolo non è una mezz’ala, è un grande attaccante. Rispetto a me è più veloce e potente. Ha un grande potenziale. Ha avuto però la mia stessa sfortuna: all’inizio della carriera ha avuto un infortunio grave. Adesso deve trovare continuità perché nel calcio moderno se vuoi giocare devi avere continuità”.

Fonte: Radio Radio

Articolo precedenteUFFICIALE: Faticanti rinnova fino al 2026. Il centrocampista: “Ringrazio ogni giorno di indossare questa maglia” (COMUNICATO AS ROMA)
Articolo successivoMercato e sogni scudetto: oggi parla Mou

42 Commenti

    • Ha detto cose giuste e misurate.
      Resta il rammarico per il suo professato tifo per il Milan è il suo amore zoppo per la roma dimostrato in tante occasioni.
      Quindi anche il mio e’ un sentimento di rispetto nei tuoi confronti ma non di amore.

    • “…Juve, Inter e Milan al momento sono avanti …”.
      In cosa carle’? Please, explain!

  1. Carletto ti vojo bene.
    Bello tutto eh.
    Ma qua c’è mou non fonzeca.
    Comunque una attenzione corretta da grande allenatore e da vincente nato.
    Grazie Carlè, se vedemo a fine serie A?
    Passi? Festeggiamo insieme?

    • Come no Carle’ passa da noi!!.. Rigatoni co la patata rivisitati, la ricetta me la so fatta da da Palomino bisogna fallì manteca’ con un po di Clostebol. Ao so da pauraaa… Poi coremo tutti a casa senza manco prende la macchina!!!!!

  2. Ha ragione la difesa non è da scudetto l’unico affidabile è smalling se gli prende un raffreddore sono dolori e se non si prende Belotti l’alternativa è il povero shomorodov.

    • Lui se fa isua e noi i nostri… Giusto pe chiarire, non me frega più un e merita ceppa de lui, Capello, Zeman, Sabatini e compagnia….un palmo dar cu… TUTTI e stamo bene così… 💛🧡❤️🐺🐺🐺🏆

  3. OT. Addio a Claudio Garella, un personaggio vero per chi ha la fortuna di ricordarlo.
    Ci regalò grandi papere con la maglia della Podistica e poi andò a vincere due scudetti storici con Napoli e Verona.
    Portiere di stile discutibile e terribilmente sgraziato, ma riusciva coi piedi dove non era in grado con le mani.
    Una persona schietta e poco incline a compromessi.
    Ciao Garellik…

    • Mi associo all’OT. Ho letto la notizia stasera e mi è dispiaciuto molto.
      Riposa in pace Garellik.

    • Ricordo all’Olimpico in una famosa partita del 1984 in cui ero presente, Garella paro’ l’inverosimile. Al 90 ° minuto mi sembra Fabrizio Maffei concluso il collegamento con questa frase : Roma – Garella 0 0 , calcio nostalgico e grande sospiro del tempo che fu…

  4. La Roma è da scudetto sicuramente in attacco anche a centrocampo anche se corta ma il reparto difensivo lascia a desiderare smalling a parte

  5. Hanno fatto 30 vediamo se riescono.a fare 31 con un difensore forte e se riescono a liberarsi di shomurodov e a fare entrare Belotti se riescono è da scudetto altrimenti 3/4 posto

  6. Due considerazioni.
    Il paternalismo d’accatto lo rispedisco al mittente, anche se viene da un personaggio leggendario come lui.
    Da noi non è mai voluto venire ad allenare, si è sempre fatto bene i suoi conti, la sua carriera prima di tutto, noi non eravamo alla sua altezza.
    Magari in futuro ci potrebbe ripensare, me lo auguro per la Roma, ma per allora immagino che sarà la Roma a poter scegliere di meglio.
    In ogni modo, il passato non lo dimentico facilmente, nel bene e nel male; ogni volta che ha vinto un trofeo sono stato contento per lui, e anche per il futuro gli auguro ancora successo e soddisfazioni.

  7. Ma se je fanno l’intervista che deve dì…no nun risponno sennò a Roma s’inc….no!! Ma magari je a detto lui a van der sar de lavasse i guanti col sapone, vallo a sapè!
    Grande Carletto. Fai parte della storia di questa squadra e sempre lo farai. Respect!

  8. Stavolta sono d’accordo con Ancelotti.
    Non carichiamo ulteriormente l’ambiente.
    Giusto.

  9. Pure il Milan l’anno scorso ai nastri di partenza era dietro l’Inter che sulla carta era la squadra più attrezzata del campionato, tuttavia il titolo lo ha vinto il Milan nonostante abbia rubato meno punti dell’Inter tramite favori arbitrali.
    La Roma è da scudetto come lo sono le altre 3 strisciate noridiste, nessuna tra le 4 è più avanti o più indietro, si parte alla pari, tutte e 4 sono dello stesso livello, poi l’ordine di classifica e la vincitrice del titolo è determinato da dettagli, da vari fattori, da una o più cose che vanno oltre la forza reale delle squadre, dei singoli giocatori più o meno top o della capacità degli allenatori.

  10. la cosa più importante che ha detto è il giudizio su Zaniolo:
    “Zaniolo non è una mezz’ala, è un grande attaccante…”
    …ed è già da parecchi mesi che son d’accordo con lui.

  11. Peccato Ancelotti, un giocatore che ricordiamo con affetto, un allenatore bravo a vincere solo con squadre ultramilionarie, infatti da Napoli, nell’unica occasione in cui non allenava una squadra milionaria se n’è andato con la coda tra le gambe. Prova a vincere qualcosa con una squadra come la Roma dell’anno scorso (che di certo non era scarsa, ma che non poteva essere paragonata a quelle ultramilionarie), come ha fatto Mourinho, e poi ne riparliamo!

    • Ma basta con ste storie”vinci solo con le squadre milionarie”! Quali sono gli allenatori che vincono con squadre deboli? Io negli ultimi 40 anni di miracoli sportivi ne ricordo solo 2:. Il Verona di Bagnoli e il Leicester der fettina. Stop. Mou ha vinto una Champions col Porto, vero, ma trovò il Monaco di Deschamps in finale (grazie a suicidio collettivo delle big. Milan in primis) e la vittoria della Conference non può certo essere etichettata come miracolo!

    • Poi il discorso di Napoli…ma come usi la logica? Allora Mazzarri,Reja e Benitez, tutta gente che a Napoli ha fatto meglio di Carletto, sono i top del top seguendo il tuo ragionamento!

    • Non esiste l’allenatore perfetto, non esiste la squadra perfetta, non esiste il, DS perfetto! Qualche partita la sbagli, l’acquisto sbagliato lo fai, qualche squadra di cui non trovi la matassa in carriera capita… e magari un’altro meno bravo e famoso la trova, perchè “in quell’occasione” è stato più bravo. Però i vincenti, queli bravi, di solito sbagliano meno, molto meno! tatticamente ho sempre detto che sia Ancelotti che Mou non sono il massimo, qualche errore l’hanno fatto anche loro, MA spesso la matassa la trovano, non sempre, ma spesso. Poi succede che Ancelotti al Napoli non si trovi col presidente e si trovi in mezzo a una faida tra giocatori e presidente, succede che Mou allo United cerca di costruire una squdra ma ci si mettono sempre in mezzo problemi vari… Insomma allenare (ma vale per tantissimi altri campi) non è matematica non è 1+1, alcune formule non danno sempre lo stesso risultato, facendo sempre allo stesso modo nove volte hai successo ma la decima fallisci.

  12. Alla fine ha ragione predichiamo calma, siamo una squadra in lizza per la lotta nella top 4 in italia e per la lotta al titolo possiamo giocarcela da outsider squadra molto forte ma con molti elementi nuovi ma sicuro ci divertiremo

  13. carletto vabbe che sei il tecnico piu vincente della storia pero come caxxo fai a dire che la juve sta davanti a noi, tolti quei tre davanti di cui uno e mezzo rotto gli altri reparti sono ridicoli

  14. Sempre colpa dell’ambiente tutti contro l’ambiente sembra che chi viene a Roma va’ in trincea, la colpa…beh se la prendono con i tifosi che per una parte puo’ essere vero ma sto problema ce l’hanno tutte le squadre pero’ da Capello a Sabatini i grandi giornalisti sportivi e’ colpa dell’ambiente che non si vince oppure non ce un progetto serio oppure e’ una squadra de pippe no e’ l’euforia il problema ma perche’ pensare che un popolo come quello romano che soffre come non mai l’unica e dico unica speranza e che sta squadra dia delle soddisfazioni dopo tanti anni perche’ non crederlo perche’ deve essere vietato fomentarsi perche’ non darsi una sicurezza con giocatori vincenti poi la coppa vinta ti porta a credere e allora caro Ancellotti ci sei stato qui conosci l’ambiente come mai tutti a parte te e capello non se ne vogliono andare addirittura tanti ci restano a Roma che caspita ti viene in mente di fare un intervista cosi

  15. Io però mi chiedo perchè solo ai romanisti sia severamente vietato sognare? Perchè l’entusiasmo è nocivo solo qui e non altrove? Perchè è matematico che troppa euforia e gioia nell’ambiente sia controproducente per la squadra e il tecnico? Altrove è possibile come in Spagna dove a Madrid è a Barcellona non brillano per pragmatismo e freddezza e laggiù si sono stancati, annoiati, di stra-vincere…. Perchè allora non qui? Perchè non manifestare la nostra gioia e OSARE prima? È un reato forse? Perchè non dichiarare “guerra” prima e finirla di essere figli di un dio minore? Con la scaramanzia non abbiamo vinto un tubo, quando l’abbiamo bandita abbiamo vinto il 25 maggio 2022! Finalmente, è ora di continuare e alzare l’asticella. Non sono per niente d’accordo con ancelotti e mi meraviglia poichè lui conosce bene questa piazza e cosa può regalare alla squadra. Di MAGNIFICO, di SUBLIME, che le altre tifoserie non sono in grado di produrre e donare. FORZA MAGICA ROMA, ORA PIÙ CHE MAI!!!!!!!!

  16. Parole da amico: della Roma e di Mourinho.

    Ma ho altro per la testa: oggi alle 15 comincia il Campionato. Con la Conferenza Stampa dell’Imperatore di Setubal…

    Ciao a tutti 😊.

  17. Un saluto a tutti dopo un lungo periodo di silenzio. Su invito dell’amico Stefano Maria Capilupi, con cui ho diviso un gustoso pranzo in una Testaccio deserta e assolata, saluto gli utenti della vecchia guardia, o ciò che ne resta, che magari si ricordano ancora di me, e quelli più recenti che ovviamente non conosco augurando a tutti le cose più belle, e per quanto riguarda la nostra amata Roma il più grande in bocca al lupo per una stagione che potrebbe rivelarsi unica.

    P.S. Ancelotti, uno che ci conosce come le sue tasche, uno dei Capitani più legittimi della nostra storia, ha detto cose giuste e costruttive.

    • Ehi, ciao 😊!

      Sono super contento di rivederti nel Forum 😊😊😊… e come sta il mitico Step? E il mio omonimo dalle Isole Spagnole? Adesso non fare che sparisci per altri 20 anni…

      Ciao, in bocca al lupo per tutto 😊.

    • Grande Amedeo, strafelice di averti convinto a tornare. E il lupo dell’augurio creperà, mentre quello giallorosso trionferà. Come capo dei lupi penso di potermi prendere tutte queste responsabilità)))

  18. mi sembra giusto: le strisciosbiadite sono avanti, ancora non si sa di quanto, poi i conti degli orrori arbitrali si fanno strada facendo.
    altrimenti se uno dovesse commentare il campo, la rube è dietro lazie, napoli, fiorentina e bregrem, che a differenza loro hanno un gioco e una squadra.

  19. L’altra volta vi siete lamentati con benitez perchè aveva detto che la roma era obbligata a lottare per lo scudetto e adesso vi lamentate con ancelotti perchè secondo lui la roma è al di sotto di juve, milan e inter….Ma che problemi avete? possibile che avete sempre da ridire su tutto e tutti?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome