Aspettando Spinazzola: il poker degli eredi non riesce a decollare

28
1022

NOTIZIE AS ROMA – Una corsia, quella di sinistra, che finora a Mourinho ha regalato più dubbi che certezze, scrive l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport (M. Cecchini).

E non è un caso che lo Special One, sull’out mancino, abbia finora alternato diversi giocatori, tra cui un giovane esterno con caratteristiche prettamente offensive come Zalewski e addirittura un attaccante puro come El Shaarawy, per non parlare dei timidi tentativi fatti anche con Ibanez.

Tutto nasce dall’assenza forzata di Leonardo Spinazzola, che ha cambiato i piani della Roma. Il rendimento di Matias Vina, arrivato proprio per sostituirlo, è andato calando con il tempo soprattutto dal punto di vista difensivo, mentre Calafiori – ora in prestito al Genoa – non ha mai rappresentato una valita alternativa.

E anche l’arrivo di Maitland-Niles, che poteva cambiare le cose con la sua duttilità, non ha in realtà garantito l’esterno sinistro che ci si aspettava, e così Mou è arrivato a schierare in quella posizione addirittura Zalewski.

Il polacco di Tivoli però è stato lasciato troppo solo dai compagni in occasione dell’ultima sfida con l’Udinese, facendo registrare un passo indietro rispetto alle prime apparizioni in maglia giallorossa. Così ora l’allenatore dovrà riflettere su chi sia il più adatto a cui affidarsi per le sfide con Vitesse e Lazio.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Articolo precedenteRoma, ultima chiamata per l’Europa
Articolo successivoConti: “Io fra baseball, Mundial, Ago e il derby”

28 Commenti

  1. La storia dei terzini alla Roma ormai è sugli annali. Sta squadra proprio non riesce a comprarne di livello sul mercato. Spinazzola a parte e Karsdorp dall’altr per il resto non abbiamo altro se non adattati, rimaneggiati e improvvisati. Le squadre le devi fare anche assicurantodi i cambi e non che uscito un titolare non sai chi mettere. Mi auguro che ne mercato estivo ci sia davvero una rivoluzione che porti a formare una squadra che vada oltre i titolari e abbia sempre un’alternativa altrimenti continueremo a ritrovarci con punti persi nelle partite più assurde. Un giocatore può sbagliare una partita ogni tanto ma non il contrario.
    Gli innesti nella Roma sono più di uno ed in vari reparti a mio avviso, ora starà a Pinto & Co. capire dove rimediare con nomi che portino qualità e superiorità in campo.

    • Ma pure con quelli buoni non abbiamo vinto nulla, neanche la “coppettaitaja” giusto per parlare di storia, “ce vorrebbe…” Come dimo a Roma, che proprio co “questi”… RIUSCIMO…

  2. Mercato di Pinto bocciato in entrata,
    2 acquisti buoni Tammy e Rui, pagati anche uno sproposito, gli altri sono tutti floppati…
    ma come se dice ” il lavoro del diesse se vede fra 5 anni “…
    e intanto siamo quarti, ma non in classifica, ma per soldi spesi sul mercato in Europa pe sta dietro aaaazzie che ne ha spesi 0

    Sta cordata Portoghese me pare una sola totale, pe non parlare che se stamo pure ad esaltare per il terzo portiere del Benfica …

    • Della “cordata portoghese” fa parte anche quello che vedo ritratto nel tuo avatar oppure è svizzero?

    • Includicelo
      Cambiero idea solo se portiamo la conference a casa, stagione flop in campionato

    • Sento parlare sempre più spesso di vittoria della Conference.
      Ma sono io pessimista o realisticamente mi sembra improbabile con la forma attuale battere Leicester Feyenoord o Marsiglia?
      Il Leicester è 12° ma ha 3 partite in meno ed il livello della Premier è molto più alto del nostro; il Feyenoord è 3° ( Vitesse 6°); il Marsiglia è secondo dietro al PSG.
      Noi se la Fiorentina vincesse il recupero in casa con l’ Udinese siamo potenzialmente 8°
      Quindi per me alla luce della partita di andata (anche con la scusante campo di patate ) e di quella di Udine, sarei già contento di una qualificazione facile per giovedì così da non sprecare energie per il Derby.
      Sul dopo ripeto, questo ottimismo secondo me è fuori luogo.

  3. È lì lo sbaglio. Vedendo Zalewski in difficoltà bisogna passare immediatamente alla difesa a 4 facendo entrare Vina x Ibanez e spostare il polacco più avanti, far abbassare Molina e dove le sue giocate avrebbero potuto dare più frutti essendo vicino la porta…… per il resto tatticamente questa squadra sempra una giungla…. 2 passaggi e palla lunga….. Povero Gabbianooooo

  4. Era sufficiente pescare in serie B. Avremmo trovato giovani motivati, Italiani, a prezzo giusto, da fare crescere e sicuramente più bravi.
    Invece………Vigna e Nails mah…..

    • Tu ce lo vedi Pinto che pesca in serie B ? Io ce lo vedo Pinto che pesca…sì con la canna!

  5. Tranne il portiere e Abraham gli unici a salvarsi il mercato di pinto compreso gennaio 2022 è stato a dir poco fallimentare e costosissimo con contratti assurdi degno di Monchi.

    • menomale che non so l unico a pensalla cosi, quavedo troppi che s accontentano, evidentemente non credono alle possibilita della squadra per cui si tifa…

    • Non si può paragonare il potere assoluto di Monchi con quello di Pinto. Il Ciarlatano di Siviglia ha purtroppo fatto tutto in piena autonomia, mentre qui non abbiamo uno yesman come Di Francesco. Per cui la responsabilità va almeno condivisa al 50%, inclusa quella sui rinnovi.
      Far passare Mourinho quale vittima di Pinto non è semplicemente credibile.

    • Ubbifò, Rui&Tammy so er 50 per cento messi da Mou. Er resto è tutta farina der sacco der pòro Tiago….secondo me!

    • E certo Nico, bella la vita così no? E pure Oliveira e MN so’ der poro Pinto? Tutti gli altri so’ arrivati senza che lui ne sapesse niente? Daje…

    • Certo che lo sapeva de l’artri, però so convinto che i nomi de Abraham e Patricio li ha fatti lui…

  6. La roma solo un giocatore doveva acquistare per passare alla difesa a 4 bremer che con smalling in difesa avevamo un vero muro. Poi il resto dei giocatori potevamo comprarli anche a giugno tanto vedi Oliveria, bove è una spanna sopra.

  7. Non vedo come dopo Udine si possa criticare Zalewski che ha fatto il massimo in una situazione difficile. L’Udinese spingeva dalla sua parte e spesso era preso tra due avversari anche perchè nessuno gli dava una mano. Ma questo sarebbe successo pure con Vina o M. Niles. Semmai c’è da dire che in qualche occasione si è anche proposto in avanti. Tutti sanno che il punto debole è a sinistra della ns. difesa e spetta a Mou trovare la soluzione con una copertura come quella a destra dove sicuramente Karsdop da più garanzie ma spesso è aiutato da Zaniolo. Prima di criticare occorre anche saper vedere le partite.

    • Alberto approvo perfettamente il tuo giudizio riguardo Zalewski. Non ha avuto il minimo contributo ne da Zaniolo e ancor meno da Ibanez, che sta subendo una involuzione tecnica e tatticamente disordinato. Con dietro Kumbulla, per quel poco che si è visto, la fascia sinistra è più protetta. L’ Albanese con Smalling garantiscono una fase difensiva più attenta e sicura. E inoltre sono contento del ritorno di Mkhitaryan, del quale la Roma a centrocampo ne ha bisogno come il pane.

  8. Altro che Spinazzola ci hanno dato sta sola, giocatore forte ma che non gioca mai, troppo inguaiato fisicamente e io mi sto rimpiangendo Luca Pellegrini, sta venendo su proprio bene, agonista cattivo, non ci sta mai a perdere, per favore aboliamo le trattative con la Juve, gli affari li fanno sempre e solo loro

    • Da sempre dico: abbiamo venduto il pellegrini sbagliato. E mi becco uno tsunami di spolliciate.

    • Eh sì eh, Pellegrini vero fenomeno, quello che a momenti diventava stupido da quante volte era stato dribblato da Kluivert, Spinazzola su una gamba sola gliela fa passare pure intorno ai peli del c**zo.

  9. L’unica vera alternativa in quel ruolo a Vina era Calafiori e invece si è pensato “bene” di darlo in prestito (al Genoa dove non gioca mai). Zalewsky e Elsha in quella posizione sono forzature pericolose che annullano le caratteristiche dei giocatori in fase offensiva. Ma chi le fa le valutazioni tecniche alla Roma??

    • Stamo in mano a n’fagiano, che a Lisbona metteva e’ firme sur lavoro faraonico de Rui Costa. Mica se so’ annati a prenne Rui Costa, no. Se so annati a ingaggià Tiago Pinto. Cor casso che er BenFica te lo dava “O Maestro do Lisboa”

  10. A partire dalla difesa, i calciatori della Roma sono tecnicamente impreparati: portiere sempre incerto, Mancini col pallone ci litiga, sempre in ritardo sugli interventi e fa fallo; Smolling troppo leggero e troppi rinvii di testa a favore degli avversari; Ibanez irruento ma spesso distratto e scelta giocata sempre sbagliata; Kombulla sosia di Ibanez; Vina da serie B sia in fase difensiva che di spinta; Cristante buon giocatore se la partita si gioca a rallenty; Veretout, Oliveira, Mikytarian e Pellegrini involuti dalla presenza di tutti quelli di prima, Zaniolo quasi annientato dal costante lavoro degli arbitri per conto Juve; Abram voglioso ma limitato (scarto del calcio inglese come i due compagni). C’è da lavorare tanto per recuperarne qualcuno, e prendere gente che si sappia muovere senza palla e che abbia i fondamentali (stop palla e passaggio preciso). Nonostante tutto, senza errori arbitrali e qualche partita giocata meglio, la classifica è ottima. la squadra può essere migliorata anche risparmiando qualche milione.

  11. Ma quali eredi? Il Lione ha preso a luglio palmieri a 500.000 euro in prestito per un anno, stessi costi
    e modalità di angiussa al napoli. Noi 35 mln per vinha ed eldor. I soldi si spendono, e se si spendono ci sono, il problema è che si spendono per pippe. E le classifiche confermano, ormai da 3 anni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome