Roma, ultima chiamata per l’Europa

48
1345

AS ROMA NEWS Una settimana per l’Europa: giovedì, ritorno degli ottavi di finale di Conference League contro il Vitesse, domenica il derby che sa di finale per un posto in Europa League. Sintesi del discorso: Champions addio, resta la strada di scorta, scrive oggi Il Messaggero (A. Angeloni).

Il quarto posto era difficile da raggiungere prima, lo è ancor di più dopo il pareggio di Udine e la vittoria della Juve contro la Sampdoria, che ora ambisce – non ufficialmente – alla volata scudetto. Il quinto e sesto posto restano il traguardo più nobile di una stagione fatta di troppi alti e bassi: la Roma viene da otto risultati utili consecutivi, che sono il frutto di quattro vittorie e quattro pareggi. In mezzo c’è l’exploit contro l’Atalanta, per il resto abbiamo registrato spesso prestazioni poco conformi alle attese, un trend non troppo diverso dagli inizi della stagione.

Basti ricordare i pareggi ottenuti nei recuperi contro Sassuolo e Udinese, quello a ridosso del novantesimo con il Verona e quello con il Genoa (vittoria negata per il gol annullato a Zaniolo, pure quello nel recupero). Se aggiungiamo la rete di El Shaarawy nella sfida di andata con il Sassuolo, i punti ottenuti in extra time sono sei (sono compresi i tre di La Spezia). Una Roma da ultimo respiro, insomma, che spesso si è salvata in extremis. Ed è una qualità.

E ora proprio in extremis potrà/dovrà raggiungere l’obiettivo Europa League, o passando attraverso la vittoria della Conference oppure arrivando quinta o sesta. Non si sa ad oggi quale sia la strada più semplice. Guardando la classifica e il calendario, forse appare più probabile sperare nella finale di Tirana e magari vincerla.

Vincere il derby – oltreché passare il turno in Conference – è obbligatorio per il controsorpasso e per non restare troppo staccati e rincorrere, avendo un calendario tutt’altro che favorevole (trasferte al Franchi, a Napoli e a Milano, quelle più complicate). Obbligatorio anche per via del derby perso all’andata: un’altra sconfitta sarebbe deleteria e il pari, probabilmente, non utile per fare un salto verso l’alto, ma ti lascerebbe nel limbo.

Fonte: Il Messaggero

Articolo precedenteAS ROMA FLASH NEWS – Tutte le notizie in giallorosso minuto per minuto
Articolo successivoAspettando Spinazzola: il poker degli eredi non riesce a decollare

48 Commenti

  1. sempre più convinto dei pennivendoli 🦉 appollaiati increspolati aspettando una battuta d’arresto per poter spalare melma, anzi la spalano melma anche quando l’arresto non c’è, che vita
    Forza Roma!

    • Roma raccolta dalle macerie Mourinho per i miracoli si stà attrezzando, intanto tifa la Roma se sei romanista…ti conosco mascherina 🦉

    • Ti22 hai perfettamente ragione, essere ROMANI & ROMANISTI è sofferenza e se vinciamo è una sensazione IMMENSA, gli altri, purtroppo, grigi sono e grigi resteranno, opachi sono e opachi resteranno… 💛🧡❤️

    • Bah….sempre colpa dei giornalisti o degli arbitri…..ma le partite le guardate ?
      La Roma non è in grado di giocare più di due partite decenti di fila (e sottolineo decenti solo perché si è vinto). Alla terza arriva scarica, sia mentalmente che fisicamente, e la toppa puntualmente.
      Le prossime due partite decidono la stagione, perché sono da ultima spiaggia. Mi auguro davvero come tutti noi di vederci vittoriosi in entrambe, ma le premesse son quelle che sono.
      Speriamo bene.
      Forza Roma.

    • Io mi spiego che Il POTERE stà sia a Torino che Milano però a Torino è solo la Rubbe che del potere ne beneficia

    • …a saperlo, da qualche settimana e più, anche a non avere il turno infrasettimanale, CHI gioca partite decenti… e in quale campionato. I giornalisti lo sanno e ce lo raccontano e tanti vanno dietro. Ho visto (e solo per gufarle, certo non per passione di questo teatrino che é il calcio) ampi tratti, qualcuna intera, di partite altrui…
      Definirle cagate é eufemismo.
      Però, come sentenzia uno dei ciarlatani cialtroni sulla rubrichetta on air oggi, veniamo da 2 partite orribili (?!… uno pensa 2 imbarcate, brutte sconfitte, che poi guardi, e veniamo da 2 vittorie e un pari) in un periodo dove voglio proprio vedere chi fara’ punti e quanti contro le squadre che si giocano la A o speranze europee..
      Se raccontassero in periodi in cui l’Inter viene da 2 vinte e un pari come raccontano noi non lavorerebbero più.
      Il Milan invece lo raccontano sempre bene, pure quando piomba ultimo fuori da ogni ulteriore presenza in Europa. Se perde, son lettere di scuse, o clamorosi errori arbitrali. Se vince 1 a 0 giocando da schifo e rischiando pure qualcosa, almeno il pari, con l’Empoli pacato di questi tempi…
      Vincerà addirittura lo scudetto? Forse. Ma me lo ricordo bene, Maresca, vs noi, soprattutto all’andata.
      Il Napoli, unica squadra che ha vinto e convinto, a Verona, dove pochissimi hanno fatto davvero bene, gode del 5% scarso di spazio mediatico ,(spazio che cresce in caso di striscioni stupidi e criminali); la Juve (mai messa fuori da me, neanche con la graduatoria di un paio di mesi fa) tra un paio di settimane a mio avviso piomba addosso a tutti e se li mangia. E l’unica gara recente che ha vinto col doppio vantaggio é contro Giampaolo, un altro santone di quartiere che viene da un non remoto 4 a 0 preso, e no contro i campioni in carica, e che ha messo titolare Falcone per Audero in panchina, poiché immagino sa giocar con i piedi (bello l’ultimo preso, da Morata, con i piedi. Pure io lo avrei parato).
      Mourinho fa benissimo a lamentarsi della rosa piuttosto. Cosa che secondo me, nello spogliatoio, dove non ci sono le orecchie di Pinto e soprattutto dei FRIEDKIN, non fa col gruppo come fa con la stampa e i media.
      Perché, pure e soprattutto alla luce del fatto che giochiamo, solo noi sempre, da inizio stagione contro l’arbitro di turno (che sono poi quei 4 o 5 a giro…) devono salutare qualcuno, prestare altri, e portare a Roma alcuni davvero forti. Che con questa rosa (che pure non é scarsa come dicono tanti) non sarà sufficiente a far meglio come vorrebbero loro.

    • romà visto che te la sei tanto presa (mah) niente niente sei pennivendolo?

      su dieci commenti undici sono critiche tipo hai presente il cagnolino dopo che ha fatto il bisognino e con le zampette cerca di pulire la PUPU con la terra?

      qualcosa del genere

    • Piu’ che come escono, mi interessa come ENTRANO in campo.
      Devono farlo come fecero contro l’Atalanta.

  2. Se i favori arbitrali si fanno sempre più di parte la Juve può sicuramente vincere lo scudetto in un campionato alla Truman show.
    Lo schifo che è capace di fare questa squadra nel manipolare il campionato lo abbiamo visto negli anni, non sarebbe che l’ennesimo episodio.
    Anche sul mercato è stata capace di comprare e vendere allo stesso identico prezzo, ovviamente una casualità che non capita quasi mai agli altri ma tant’è.
    Sulla Roma c’è poco da dire, ne deve vincere il più possibile e il derby dovrebbe essere una questione di onore ed amore proprio di tutti i giocatori dopo la figuraccia dell’andata. Ma il derby fa storia a se è chi a più cuore e anima lo vince. Bisogna vedere quanto ne avrà questa Roma troppo spesso persa alla ricerca di sé stessa!

    • se fossero solo pro juve, come ti spieghi il rigore solare non dato al Torino a vantaggio dell’Inter? la verità è che gli arbitri sono scarsi, e, anche, tendenzialmente a favore delle big, come è sempre successo, ma questo non basta a gridare al complotto perchè gli errori ci sono in un sacco di gare. La juve deve entrare in Champions? probabile, ma è anche vero che le strisciate hanno le rose più forti, strapagano i loro giocatori, ed è normale che stiano davanti…le eccezioni possono essere l’Atalanta e in parte il Napoli, che lavorano in maniera più pulita e più seria, e certo noi non abbiamo nè i mezzi nè le capacità dirigenziali per competere con l’una o l’altra categoria…se siamo dove siamo, è perchè lo meritiamo. Poi possiamo aggrapparci a cento alibi diversi, ma di fatto anche quest’anno, con un totem in panchina, siamo ridotti che vincere il derby di ritorno è uno degli obiettivi della stagione, se non l’unico realistico

    • Criptico,
      sono d’accordo sull’arbitraggio, quanto ai nostri mezzi e capacità
      concederei alla società lo stesso tempo che è stato necessario ad ADL e Percassi
      per portare le squadre dove sono, non credi?
      (ed è stato lo stesso per Suning e Elliot comunque, ma lì i mezzi sono altri).

      Però, della rosa attuale, secondo te chi giocherebbe titolare in Inter, Juve, Milan e Napoli?
      Escluso Spina, Forse Smalling nel Napoli, forse Abraham nel Milan o nell’Inter, basta.
      vedi tu….

    • Questi ancora parlano della juve e delle strisciate. Ripeto, ma le partite le vedete? Ci mette in difficoltà qualsiasi squadra di bassa classifica o di un campionato minore.
      Dai ragazzi per favore, la Roma è quel che è, e io dico che essere ancora in corsa per un piazzamento europa league e per i quarti di finale di una competizione europea è un miracolo (forse di Mourinho?)

    • @Anto, abbiamo in squadra 15 o 16 nazionali, tra italiani e stranieri…abbiamo l’allenatore più vincente al mondo…è il secondo anno dei Friedkin, che hanno preso una squadra al 5° posto (non la Salernitana) e l’hanno portata al 7°/8°…Commisso da una squadra che l’anno scorso lottava per la retrocessione, ne ha fatta una che lotta per un posto in Europa…Marotta in due anni ha vinto lo scudetto…quanto tempo dobbiamo dare ancora? e per cosa? per arrivare al quarto posto? manca un po’ di chiarezza secondo me

    • criPtico io credo che alla società il tempo vada dato, è inevitabile, incluso il diritto di sbagliare.
      Citi Commisso, ma anche lui per due anni ha fatto ha fatto un sacco di errori languendo addirittura ai margini della zona retrocessione. E non dimenticare che pure quest’anno c’è stato quel poco edificante episodio con Gattuso, grazie al quale si è affidato a Italiano che gli sta dando buoni risultati. Forse più fortuna che programmazione.
      Vogliamo ricordare i primi anni della precedente gestione? A partire dal “progetto canterano”, abortito dopo due anni di mazzate? Lo stesso Franco Sensi, pure nato e cresciuto nella Roma, quanti errori commise prima di arrivare a dama? Cinque anni di tentativi prima di costruire qualcosa di buono.
      Marotta in due anni ha vinto lo scudetto? Beh, certo, potendo investire 200 mln a sessione di mercato diventa più semplice. Già quest’anno non mi sembra lo stia vincendo in carrozza.
      Sul fatto che manchi chiarezza sono d’accordo con te, lo sai, ma penso sia il pegno da pagare al noviziato da parte di gente che non conosce la materia.
      La speranza è che si tratti di persone intelligenti e capaci, in grado di apprendere dai propri errori ed emendarli.
      Certamente mi attendo uno scatto già a partire dalla prossima stagione, perché è indubbio che in questo momento gli equivoci da sciogliere siano ancora parecchi.

    • @UB, Commisso ha preso una Fiorentina che era da rifondare…i Friedkin una squadra che è arrivata in semifinale di EL, pur in una annata maledetta per gli infortuni, e hanno messo in panca mister 7 milioni e 25 titoli, non “belle speranze Italiano”…la viola in questi anni ha tirato fuori Chiesa e Vlahovic, noi a quelle cifre ci arriviamo se impacchettiamo mezza squadra visto come vendiamo e quanto stanno rendendo i nostri “campioni”…le difficoltà nel gioco un allenatore capace le ha i primi 6 mesi, poi qualcosa si vede, mentre qua abbiamo visto la partite col Vitesse e con l’Udinese, con la squadra al completo a cui manca solo Spina (non Hakimi o Neymar, Spinazzola)…ci siamo salvati le chiappe più volte grazie a dei ragazzini della Primavera buttati in campo per disperazione…abbiamo in panchina a languire gran parte degli investimenti più importanti fatti sul mercato, e meno male che Dzeko si è impuntato, perchè sennò manco Abraham c’avevamo e il bosniaco i 20 gol manco nei sogni più rosei li faceva. Improvvisazione…questa è la nostra dimensione…io do fiducia quando si vede l’ipotesi di un progetto, ma qua siamo allo zero assoluto…8 scelte su 10 sono sbagliate…mi devo attendere cosa a giugno?

    • Cosa ci dobbiamo aspettare non lo so. Posso solo sperare che si faccia tesoro degli errori e si prenda una strada percorribile in base a quelle che sono le possibilità economiche.
      Ti ripeto che anche nel 2013, dopo il 26 maggio, eravamo in una situazione anche più avvilente, eppure bastò lasciare da parte le illusioni “canterane”, prendere un tecnico più pragmatico e fare un mercato in cui arrivarono anche giocatori navigati e carismatici.
      E facemmo 85 punti, arrivando dietro solo a una maledetta Juve che ne fece più di 100.
      Quindi non è detto che ci voglia chissà quanto tempo per migliorare, bisogna solo capire cosa si intende perseguire e sbagliare il minor numero di scelte possibili.
      Quest’anno ne abbiamo toppati troppi sul mercato, e ci siamo affidati ad un tecnico la cui storia parla di vittorie ottenute con club dalla diversa capacità di fuoco.
      Per come la vedo io, o si aumenta la gittata, oppure si cerca di ottimizzare ciò che si ha.

    • UB nel 2013/2014 facemmo gli 85 punti ed il filotto con record di vittorie grazie a due nomi: Garcia e Sabatini, un giovane ed emergente allenatore ed uno dei più marpioni e navigati uomini mercato; ora hai Mourinho e Pinto, e oramai conosciamo molto bene i loro limiti perchè sono tanti e tanti mesi che lavorano con la Roma, mi chiedo quale aumento di gittata o ottimizzazione puoi mai auspicare per cambiare lo status quo. Mourinho negli ultimi anni è stato esonerato da ben altre gestioni con gittate che noi mai ci potremo sognare, in quanto a Pinto stendiamo un velo pietoso. Ma poi tu pensi seriamente che un presidente ed un allenatore che sanno di restare insieme anche l’anno prossimo, ed hanno una squadra in grossa difficoltà e da rinforzare, a gennaio dal cilindro prendono Oliveira e Maitland Niles col rischio di uscire dal tutte le coppe ?
      O sono degli incompetenti, e non lo credo, o pensano di vivacchiare così, e sarebbe la peggiore delle ipotesi, o già sanno che a giugno le strade si separeranno ed è quello che credo.
      A quel punto i Friedkin dovranno rifondare con nuove figure analogamente a quanto fece Pallotta, speriamo che le scelte questa volta siano oculate.

    • Ok Fra’, ma il “marpione” era sempre lo stesso che nei due anni precedenti, pur azzeccando qualche colpo, Pjanic, Lamela e Marquinhos in primis (ma su un volume molto maggiore), non era stato in grado di costruire una squadra competitiva, né di affidarla al tecnico giusto.
      Quindi non posso escludere che anche Pinto o chi per lui possano migliorare lo score odierno.
      Secondo il mio umile punto di vista bisogna solo capire dove andare a parare: se continuiamo a fare la spesa in Premier ci vogliono un sacco di soldi per prendere quelli buoni. Ci sono?
      Altrimenti è d’obbligo guardare a 360° e cercare di fare bene con quello che si ha, perché comunque 82 mln a disposizione non erano bruscolini. Quasi la metà, per ora, sono stati spesi male.

  3. Se giocano come contro l’Udinese o come nel primo tempo col Vitesse, preparamose!!! Ma di cosa ci preoccupiamo? Avemo tre grandissimi campioncini…zaniolo pellegrini Cristante…ahaha…..Totti de Rossi Montella ahahahah….che fine avemo fatto!!!

  4. Per me, al momento, la Roma è in linea con i suoi obiettivi reali di quest’anno: sesto posto e progresso in Conference (+ basi per la prossima stagione). Certo è importante in campionato il risultato del Derby (miglioramento della posizione, confronto diretto, ecc.). Forza Roma!

    • Mi pare di ricordare che a Fonseca non si chiedesse il sesto posto quale “obiettivo reale”, anzi fu pure crocifisso per essere arrivato quinto il primo anno, almeno così mi sembra di ricordare, ed erano di più quelli non disposti a concedergli una seconda chance.
      O ricordo male io?

    • @UB il risultato del primo Fonseca non fu da buttare: infatti fu confermato; è stato il secondo che frano’. Spero (e credo) che il secondo di Mou sia molto migliore di questo….

    • E queste parole da chi escono? Pinto è stato chiaro, l’obbiettivo è la Champions, nessun trofeo solo 4 posto. Se non si raggiunge e non si conquista nessun titolo e un anno fallimentare anche in relazione ai soldi spesi

    • TT Fonseca il secondo anno franò nel girone di ritorno perche la squadra fu falcidiata dagli infortuni e nonostante ciò arrivò in semifinale di Europa League che è ben superiore alla Conference.
      Allora dico io pensa te se Mourinho arrivasse ad un passo dalla finale di Champions! Lo farebbero secondo re di Roma dopo Totti, e i Friedkin il bagno nella Fontana di Trevi altro che Piazza del Popolo!
      E ci ha pure detto Zero Tituli, e ha baciato il pubblico interista mano sul cuore un mese fà.
      Però lo adorano. Mah, anzi Meh!

  5. Per non passare per naïve tocca essere realisti:
    Il valore della squadra è questo 4°/7° posto.
    Però il valore creato dai contratti in essere non rispecchia quello in campo. Siete pagati troppo per rendere così.
    Con il tetto salariale dell’atalanta ci sta.
    Della Fiorentina ci sta.
    Qua siamo il 2/3 tetto ingaggi?
    C’è qualcosa che non va.
    Perchè, (inserire giocatore x della Asr) ad esempio, se vieni pagato da titolare in champions perchè pensi che le tue prestazioni valgano di più se poi in campo si vede altro?
    È il tuo procuratore che spinge?
    Allora hanno ragione presidenza e dg quando bloccano i contratti in attesa di rendimenti validi, o no?
    Ed ha ragione Mou quando si lamenta di aver valutato male la squadra.
    Come ve lo devono dire che state rendendo da mediocri?
    Come?
    Diamo pure la colpa all’ennesimo allenatore e vedrete che la situa non cambierà,sono gli interpreti che devono fare il salto di qualità per il quale già vengono pagati.
    Ergo signorine sveglia!

  6. Io non capisco come si possa rammaricarsi per il mancato traguardo della Champions League. Era evidente dall’inizio della stagione che almeno 4/5 squadre erano superiori alla Roma nell’organico. La stagione sta confermando i pronostici. Al momento la nostra dimensione è l’Europa League dove c’è la giochiamo con la Dea, i formellesi e la Viola. Il rischio visto che i posti sono 3 considerando anche la Conferenze League, che una resta fuori. Dobbiamo nelle prossime 9 partite di cui ben 5 in trasferta, fare più punti possibili malgrado come tutti ci auguriamo dobbiamo giocare anche in Conference, una manifestazione che ci può garantire l’Europa ma che non sarà facile vincere visto come giochiamo. Dopo la prestazione in Olanda e ad Udine dobbiamo essere cauti e una certa delusione serpeggia. A questo punto della stagione vediamo ancora una Roma discontinua nel gioco soprattutto quando ormai doveva avere solo certezze. Speriamo in Mou e nella sua capacità di tenere unito il gruppo in questa fase decisiva.

    • scusa, ma per arrivare tra il 5° o l’8° posto, cioè per arrivare al posto che ci compete per il valore reale della rosa, serviva ingaggiare un allenatore da 7 milioni l’anno? è sempre questa la domanda di fondo…a dicembre di diceva di aspettare gennaio, ora dobbiamo aspettare giugno, poi? ad ottobre dovremo aspettare di nuovo gennaio, o finalmente si capirà perchè abbiamo preso Mou? perchè al momento la domanda non sembra avere una sola risposta sensata: siamo dove dovevamo essere e giochiamo di merxa…Mazzarri avrebbe fatto di peggio?

    • Cripitco semplicemente si Devono aspettare allenatori di questo calibro un come klopp ci ha messo un anno per ingranare se a Liverpool la pensavano come noi klopp dopo il settimo posto e una finale persa contro il modesto Siviglia era già esonerato

    • Qui c’è un grandissimo equivoco, spero di sbagliarmi ma io la vedo così: Mourinho non è stato preso dai Friedkin per fare in tre anni una Roma da Top Club, lo dicono gli acquisti fatti in quattro sessioni di mercato, e soprattutto nell’ultima di gennaio. Mourinho è stato preso sperando che con il suo carisma potesse dare ad una squadra che comunque era arrivata in semifinale di Europa League, quella spinta che la facesse crescere, non necessariamente arrivare subito in Champions. Quella crescita non c’è stata. Punto. Giratela e rigiratela come volete. Quando perdi tante e tante partite anche con squadre che lottano per non retrocedere, giochi quasi sempre male, fai una figuraccia col Bodo, perdi il Derby esci dalla Coppa Italia, dai l’avallo per gli acquisti di Oliveira e Maitland Niles, ditemi voi che cosa c’è da salvare finora.
      I giudizi si faranno a fine anno, e li faranno anche i Friedkin, ma finora non si può che bocciare quanto stiamo vedendo.

  7. Beh il nuovo Presidente della lega e’ intimo di Lotito, meglio non parlare… ah gia’ insieme a De Laurentis, questo e’ il calcio italiano sono loro che danno i soldi agli arbitri… i soldi ufficiali spero solo quelli….

  8. si giudicherà alla fine del campionato l’operato della società, della squadra e dell’allenatore. troppo isterismi nei giudizi e troppe opinioni nn obiettive che poggiano solo la partigianeria dell’esser pro o contro qualcuno, in particolare su Mou spesso divisivo più che aggregante.
    di fatto però alcune considerazioni devono essere fatte preliminarmente. la rosa della roma è migliorato dopo la campagna acquisiti estiva ? e quella invernale? la gestione degli arbitraggi? gli ingaggi/rinnovi? i conti della società? il rendimento dei singoli giocatori e la relativa valorizzazione? i giovani della primavera ed il loro inserimento in prima squadra? solo dopo la posizione in classifica, il gioco, il rendimento… siamo a marzo e molte di queste domande hanno già una risposta, ognuno di noi avrà un’idea ed un giudizio. siamo partiti da 4/7 posto dove il 4° posto hai fatto il max il 5° hai fatto il tuo, 6 e 7 posto nn hai fatto il tuo…. 8° manco lo prendo in considerazione. tra 2 mesi vedremo

  9. Criptico:
    ti faccio presente che l’allenatore da 7(in realtà molti di più,c’è il tottenham)mln
    Serve proprio a garantire alla dirigenza di non pagare 28 pau o 20 skarsdorp, di far chiarezza sulle reali qualità della rosa e per tutelare il tifoso.
    Poi in generale a tutti:
    Io non capisco come si possa criticare ancora l’allenatore. Vi prego spiegatemi la logica che c’è nel criticare il miglior acquisto della dirigenza. Ancora con gli juric i difra e fonseca regà? Dai vi prego basta. Stiamo risorgendo dalle macerie della gestione precedente. Abbiate il buon senso di accettarlo.

    • Le persone si giudicano sul campo, non per il pedigree. Ancelotti pluridecorato a Napoli ha fallito, andando peggio di Sarri e di Spalletti. L’unica differenza tra Mourinho e i suoi predecessori (tolto il primo Garcia e Spalletti) è il timore che incute il suo nome: al di sopra di ogni critica. I giocatori della Roma sono di medio livello, con un allenatore che li avesse valorizzati sarebbero potuti migliorare, invece sono quasi tutti peggiorati. Io qualche domanda me la comincio a fare.
      P.S. pare che Sartori sia in rotta con Gasperini, qualcuno lo dica ai Friedkin

    • @la sfiga, tocco legno.
      @chico tu vuoi gasp ma gasp non vuole te.
      Ti era arrivata questa notizia a suo tempo?

  10. X quanto mi riguarda credo che Mourinho sia stato preso x qlcosa di più complesso. Non solo un nome forte x infiammare la piazza L altra estate ovvio… Questo serve sempre x ridare impeto ad una tifoseria depressa da da 2 anni di buio totale!ma a mio avviso Mourinho è stato preso x cambiare L ambiente Roma e Trigoria! Una nuova mentalità. un nuovo modo di fare. Una nuova cultura del lavoro. La voglia di vincere sempre ogni partita anche insignificante. Di ambire ad alzare trofei e non considerare un trofeo magari vincere 2 derby… In generale un nuovo modo di pensare il calcio. . Che solo un allenatore pluridecorato che viene da mondi lontani e stravincenti.. Su tutti real e manch Utd… Ti poteva dare!ad ora questo cambio di passo mentale non si è ancora visto. Perché vedete si può essere anche scarsi tecnicamente (Kardorsp Ibanez cristante vina ecc) ma se combatti come un Leone. Corri. Pressi. Non molli mai.. Sono convinto che avremmo diversi punti in più soprattutto con squadre sulla carta più deboli. Speriamo nella prox stagione. Devono cambiare molti giocatori ma deve cambiare anche una certa mentalità di sbracamento romano che avvolge un calciatore quando arriva a Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome