ATALANTA-ROMA 3-1: le pagelle

57
2512

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Centesima panchina amara per Mourinho, con la Roma che perde per 3 a 1 sul campo dell’Atalanta una partita stregata e resa ancora più amara dagli infortuni di Llorente e Dybala nel finale di match.

Queste le pagelle assegnate dalla nostra redazione ai giocatori scesi in campo stasera al Gewiss Stadium per affrontare i bergamaschi nel match di campionato:

Rui Patricio 4 – Non può molto né sul gol di Pasalic né su quello di Toloi, ma commette un errore madornale sul tre a uno di Koopmeiners che condanna i giallorossi.

Mancini 6 – Prende un colpo alla testa a inizio partita che ne condiziona un po’ la prestazione, tutto sommato non disprezzabile. Dal 64′ Dybala 6 – Cerca di dare il suo contributo in condizioni fisiche a dir poco precarie. Finisce la partita zoppicando.

Llorente 6 – Trova un cliente scomodissimo con cui confrontarsi e lui usa le maniere forti per contenerlo. Nel finale si fa male, l’infortunio muscolare sembra grave e lui lascia il campo in lacrime. Un bel guaio.

Ibanez 4 – Pessimo primo tempo. Ederson lo fa ammattire, poi si perde Pasalic dentro l’area per il gol del vantaggio nerazzurro. Molto male.

Celik 5 – Prestazione modesta di questo terzino che sembra poco adatto nel ruolo di esterno a tutta fascia.

Bove 6 – Ce la mette tutta e non sfigura. Dal 64′ Matic 6 – Entra in campo per dare più efficacia alla mediana, ma non ha molto tempo per incidere.

Cristante 6 – Gioca una partita di sacrificio. Lotta in mezzo al campo, fa il suo.

Zalewski 5,5 – Torna a sinistra ma non gioca una partita memorabile. Intraprendente, ma poco efficace. Dal 64′ Spinazzola 5,5 – Non combina molto di più del suo compagno di reparto.

Solbakken 6 – Cerca di attaccare la profondità con la sua forza fisica e la sua velocità, e non lo fa male. Trova però poca assistenza in Abraham. Dal 64′ El Shaarawy 5 – Non riesce a entrare in partita.

Pellegrini 7 – Il migliore in campo. Cerca di dare la scossa ai suoi. Trova un bel gol che aveva riaperto il match, poi il palo gli impedisce di riaccendere le speranze dei suoi.

Abraham 4,5 – In attacco non punge, e quando pensa di venirsi a prendere palla sulla propria trequarti la perde malamente, permettendo all’Atalanta di crearsi l’occasione per sbloccare un match da zero a zero. Dall’82’ Belotti 6,5 – Fa più lui in pochi minuti che l’inglese in tutta la partita. Pregevole il tacco a smarcare Pellegrini per un gol bello quanto inutile.

JOSE’ MOURINHO 6 – Cambia pelle alla Roma, cercando di sfruttare la freschezza degli uomini meno utilizzati, una scelta comprensibile. Così come i cambi effettuati nell’ultima mezzora. Oggi però gli episodi condannano la squadra. Gli infortuni renderanno la rincorsa alla Champions ancora più dura, ma non bisogna mollare.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteGASPERINI: “Ottima prova dei miei. Serviva attenzione difensiva e qualità in attacco per battere questa Roma”
Articolo successivoTOTTI: “La Roma in Europa è un’altra squadra. Rui Patricio portiere eccezionale, certi errori possono capitare. Strafelice per Pellegrini, l’ho incoraggiato dopo il rigore sbagliato”

57 Commenti

  1. Rui Patricio è responsabile di due dei tre gol, ma che si respinge a mani aperte? Il primo colpa di Ibanez che dorme, evidentemente non ha preso bene che sia stato messo fuori per lo spagnolo. Gioca con sufficienza e si vede

    • Ibanez speriamo porti soldi freschi. di errori come questi ne commette troppi.
      ricordo Spalletti rimproverare un certo Manolas perché non si guardava dietro. ecco forse con Ibanez è ora di guardare avanti.
      per il resto è un campionato che giochiamo senza punta, ormai Abraham non tiene e difende neanche un pallone a centrocampo.
      per il resto un po’ di stanchezza e qualcuno è calato in intensità e concentrazione.

  2. Rui Pasticcio colpevole anche sul secondo goal. Ibanez è una sciagura così come zalewski, che in quanto romano e Romanista viene come da consuetudine protetto

    • Zalewski è il Florezni 2.0. Ti fa prendere 2 gol a partita e te ne fa fare zero, altro soggetto che prima sbologna e meglio è.

    • Fabio Zalewski non è un giocatore che ferma l’uomo, per me più avanti gioca e più si valorizza.

    • Zalewski è adattato a giocare da quinto di difesa. purtroppo, se non capite di calcio è meglio se state zitti. se avete giocato dai preti andate a messa ed evitate di fare i mister. il ragazzo le gioca tutte, ci sta che al suo primo campionato da protagonista sia un po stanco in alcune partite.
      il problema della Roma siete voi.

  3. In effetti Belotti doveva entrare molto prima, il gol che poteva riaprire la partita nasce da un suo scambio molto bello con Pellegrini, anche se non segna lui è sempre nel vivo del gioco

    • Belotti sa dove va la palla
      Abraham no
      Belotti da profondità
      Abraham no
      Belotti ha visione di gioco
      Abraham no
      Belotti sa com’è fatto il rettangolo di gioco
      Abraham no
      Belotti deve partire titolare sempre
      Abraham deve partire in aereo x Londra

    • Aronne,
      i giudizi tecnici su Rui Patricio e Abraham li ho già espressi da tempo. Seguimi con più attenzione, imparerai qualcosa.
      E non rosicare quando qualcuno ti fa notare che hai scritto una corbelleria…

    • Abraham è diventato ormai imbarazzante quando gioca è più l’uomo in meno che l’uomo in più, non gli riesce quasi niente, così x me va ceduto perché non ci serve. E come continuo a dire da tempo la difesa o il reparto arretrato è troppo instabile. Non abbiamo giocatori di spessore che possono dare il cambio così non appena sono fuori i titolari arrivano caxxate a pioggia e perdi le partite. C’è poco da fare la difesa va rivista perché giovani o meno serve gente che sa gestire gli episodi e la palla e quelli che abbiamo non sono in grado.

  4. Ennesima sconfitta dopo una partita d’Europa Lik e questa volta con conseguenze letali per il futuro,in termini d’infortuni. Molto probabilmente torneremo a vedere il catatonico Kumbulla addirittura contro il milan e Dybala dopo il calcione rimediato stasera sarà ancora in forse fino a sabato,come capita ormai alla vigilia di quasi tutte le partite.
    La scombiccherata presunzione di giocarsi tutte le partite al top ,ha raso al suolo giocatori su giocatori. Si rischia di rimanere con un palmo di naso,almeno chi aveva creduto di poter fare il passo più lungo della gamba.
    Ritornando a stasera,salvo soltanto Pellegrini,che ha sfoderato una sontuosa partita,giocando praticamente da solo. A lui do un bel 8 in pagella.
    Agli altri tutti 4 , con l’attenuante per chi ha giocato giovedì scorso.
    A Rui Patricio e Celik do un 3. Non li vorrei più vedere a Trigoria ,ma poi penso che nessuno se li accollerà e allora mi faccio coraggio.

    • ecco Zeno fatte coraggio che è quello che manca a te e ai lazzziali
      le squadre serie combattono su tutti i tornei
      e noi entreremo in Champions attraverso il campionato
      attraverso la coppa.

    • Non ti pare vero che sia accaduto l’evento catastrofico a sostegno delle tue teorie nefaste, ve’?

    • Ennesima disamina priva di ogni rigor logico.. sembra la propaganda russa..ma ormai al soggetto siamo abituati..la Roma ha tt le carte in regola x giocare le due competizioni..la semifinale di Coppa UEFA è più importante xchè è assai probabile che le milanesi salgano sul carro dei primi 4 per ovvi motivi..il resto è un carosello come un mantra stantio e penoso..🤫😉💥🍊

    • In Europa League sono rimaste da giocare al massimo 3 partite contro, appunto, le semifinaliste di Europa league (che mi sembrano tutte abbordabili, inclusa la Juventus). In campionato bisogna giocarne ben 7 e dobbiamo affrontare due semifinaliste (una e’ finalista) di Champions…sulla carta, vincere l’Europa League mi sembra piu’ abbordabile che fare filotto in campionato e arrivare nelle prime 4, a meno che non ripenalizzano o squalificano dalle coppe la Juventus.
      Da notare che vincendo l’EL si va di diritto in Champions l’anno prossimo. E si vince un trofeo.
      Se sentiamo di non farcela a finire bene le due competizioni, a questo punto mi sembra che ogni logica direbbe di scegliere l’Europa League, non il campionato. O no?

    • Leo hai ragione chi vuole ancora sto lampione c’ha i prosciutti agli occhi.
      io lo avrei tolto da titolare già alla sesta di campionato.non sa giocare al calcio lui sta sempre dove nn c’è la palla.la palla è indirizzata a lui?
      la va a prendere al flaminio.la Roma a inizio campionato ha sempre giocato in 10.
      eppure eccola li

  5. A giugno bisogna fare cassa con zalewski che è tutta plusvalenza e vale tanto il giocatore stesso discorso vale per ibanez che vale ad oggi tanto e si può fare tanta plusvalenza per sistemare il bilancio. Poi fare mercato per sostituirli, ndicka e schuurs del Torino, vicario per la porta, holm o posch e doig sulle fasce ottimi giocatori che già ci cambiano la dietro.

  6. Rui Patricio?
    Ahahahah!
    Abraham?
    Ahahahah!
    I due peggiori di tutta la stagione…
    Il portiere è sempre fuori posizione, non trattiene mai un pallone, ogni tiro in porta equivale sempre ad un gol…
    Non ti salva mai un risultato è spesso è artefice delle nostre sconfitte.
    Dopo due anni ha fatto una parata degna di nome con l’Udinese parlando un rigore…
    Abraham è sempre anticipato, cade sempre a terra, non la prende mai e poi non vede proprio la porta….
    Sono le due scartine della stagione…
    Il nostro allenatore sta facendo i miracoli…

    • A me non è mai piaciuto, ma coi vetrai è stato DECISIVO A Tirana e a Roma, QUESTO gli va dato atto.

  7. Mah..io ho visto una buona Roma fermata solo dalla malasorte.Pertanto a parte abraham e rui patricio avrei dato almeno la sufficienza a tutti. Atalanta piccola che senza l errore di Rui non avrebbe vinto. Per l anno prossimo urgono portiere , centravanti che segna( o al.eno tira in porta) ed alternativa valida a Smalling.Forza Roma.

  8. Abbiamo perso, non fatene una tragedia…tre giorni fa sembravamo il Real, oggi il Verona…

    Dai, su.

    Si riparte da : un grande Pellegrini ( da qualche partita ) che sembra ritrovato , lo spirito della squadra, da Mourinho da un impianto solido, che c ha portati sino qua .

    Poi, come credo tutti, penso sia meglio mettere Tammy in panca . Lo dicevo anche di Pellegrini…ma ora sembra uno dei più in palla.

    Daje

    • l altro anno ti andava bene tammy per i gol fatti quindi tanto scarso non era….rui purtroppo l altro è andato abbastanza bene quest anno con vicari o carnesecchi avremmo avuto qualche punto in più….alla fine il 4 dato a pinto e mourinho e una cazx…ta..

  9. Una sconfitta era preventivabile, la catena di infortuni gravi onestamente no e rischia di compromettere tutto.
    Dire che sono molto preoccupato è poco.
    Ora serve un mezzo miracolo per tenere botta contro le 3 milanesi.

  10. rui 0
    zalwksky 2
    celik meno 765
    solbakken 3
    cristante 4
    pellegrini 6
    matic 6
    elsha 5
    ibanez meno 88
    abraham meno 99
    sempre forza ROMA, ma siamo sempre li’ a voja a di’ e parla’, c’è vonno li campioni

  11. Avrò visto un’altra partita ma la squadra non mi è dispiaciuta e ricordo benissimo la parata di Rui giovedì sullo 0-0 poi gli errori capitano e se li fa il portiere pesano ancora di più, comunque sempre più convinto del quarto posto e molto positivo per questo finale di stagione .Sempre forza Rui forza Mou e forza Roma sempre e comunque

  12. Le pagelle di Abraham, Ibanez, Celik e Patricio sono perfette e indicano i ruoli su cui dover lavorare forte nella prossima estate, oltre ad un centrocampista di livello, non a caso i giri del motore in mezzo al campo aumentano quando entra Matic. Chiaro che senza gli infortunio di Rui Patricio e l’entrata killer di Palomino(Irrati/Aureliano sanno fare il loro dovere), poteva essere un’altro finale, nonostante un negativo Ibanez e un’imbarazzante Abraham di cui la cosa peggiore stasera non è aver perso la palla sul primo gol, ma lo stacco a vuoto con tanto di rincorsa sul secondo gol quando sei alto 1,97, mai visto un giocatore alto quasi 2 metri che la prende così poche volte di testa, spesso salta controtempo.

  13. Voti giusti, avrei però dato un 6 e mezzo a Solbakken invece di 6 considerando che aveva saltato sulla fascia 2 giocatori in velocità come birilli e si sarebbe involato verso la porta se l’ultimo difensore non gli avesse fatto fallo, non fischiato e sarebbe pure stato da cartellino e tanto di fallo laterale regalato dall’arbitro ai bergamaschi.
    Solbakken ha fatto belle giocate, solo che Abraham è stato impalpabile.

  14. Ibanez entra giovedi e ti fa prendere gol perche dorme,oggi si guarda 2 volte la palla e prendi 2 gol, lasciamo stare i derby questo e’ un difensore PIETOSO.
    Vendetelo,regalatelo ma basta vederlo nella Roma.
    la ROMA e’ una cosa seria.

  15. voglio aggiungere un zero ad Irrati ed un -5 al cornuto al VAR. palomino fallo cane da dietro sulla gamba. quanto mi fa schifo l’aia.
    SEMPRE FORZA ROMA 💛❤

  16. Ibanez è forte, Ibanez è forte, Ibanez è forte. Se non lo dici sei laziale, una pippa, tutte pippe in difesa senza smalling, tutte pippe, baste vedere quanto manca. Senza di lui sarà dura molto dura, ora vedremo il quartetto pippa senza smalling i fatti vi smentiranno. Abbiamo centrali difensivi da crotone. Ibanez il numero 1.

  17. come da tradizione regaliamo le partite , non ho visto una Atalante superiore . invece sono preoccupato per il Milan, Leao chi lo ferma, Celik ? Kumbulla ? Zalewski ? se li beve tutti purtroppo . poi su Bove, per me non ha il fisico, e’ leggerino sui contrasti vola per aria, non basta correre, serve anche fisicita’ . vale anche per Zalewski . poi ieri sera senza la papera di Rui avremmo pareggiato sicuro .

  18. il complesso è sempre lo stesso e, tutto sommato, non ha sfigurato. Decidono le sorti in negativo l’assenza di Smalling (fondamentale su tutto, ha lo stesso impatto psicologico che aveva Allison, tranquillizza il reparto e non solo, guai a privarsene) ancor di più dell’inconsistenza di Abraham. Questo però, proprio , non si può guardare più , è inutile: non segna, non fa salire la squadra, non riesce a sgattaiolare come faceva prima, niente. Però è un bravo ragazzo e quindi non crea noie: i problemi si camuffano. E poi è costato tanto.

    • Concordo pienamente con quanto da te scritto. Abraham deleterio, meglio Belotti fino alla fine.

  19. magari la Roma gioca sempre così,solo sfortuna, l’unica nota negativa sono gli infortuni, è impensabile una cosa del genere,non è sfortuna, è commovente vederli cadere come pere cotte, mettessero un po’ di grinta, bisogna prendere giocatori integri

  20. Come scrive Fiorini: “…non bisogna mollare…”, gli infortuni sono una mazzata, specie ora che abbiamo gli scontri diretti con Milan ed Inter. Gli attributi non ci mancano, confido nello spirito di questa squadra che anche ieri, sia sul 2-0 che sul 3-1, ha cercato di riprendere il risultato e solo per una papera di Rui ed un palo, interno del resto (a conferma che la fortuna non ama il giallorosso), non è riuscita a riprendere. Mi tengo la prestazione che non è contestabile se non nei singoli (Abraham, Ibanez e Rui) e spero, ripeto, nella forza di un gruppo che il mister ha plasmato a sua immagine e somiglianza.

  21. quello che mi consola è che nonostante sia andato male tutto quello che poteva andar male, la squadra non ha mai perso la testa ed è rimasta in partita praticamente sempre. Questo è sicuramente un merito del tecnico che ha inculcato la voglia di lottare anche quando i mezzi tecnici sono quelli che sono (spesso scarsi, ma non è tutta colpa sua, se hai gli uomini contati devi arrangiarti con quello che passa il convento)
    In altri tempi avremmo assistito a uno psicodramma degno delle peggiori telenovelas, c’è rodimento e tanto per il risultato negativo, ma non ne faccio una tragedia, siamo ancora là, quarti a pari punti col milan che non mi sembra proprio così irresistibile
    Sui voti sono in linea di massima d’accordo, 5 per Celik mi sembra perfino troppo e per rimpiangere Karsdorp ce ne vuole

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome