Attacco o difesa: il dilemma De Rossi per provare a batter l’amico De Zerbi

27
403

AS ROMA NEWSMeno uno a Roma-Brighton, gara di andata degli ottavi di finale di Europa League che si giocherà allo Stadio Olimpico. Mister De Rossi da ieri ha cominciato a lavorare sulla formazione che schiererà domani sera, ore 18:45, contro gli inglesi.

Il grande dilemma da sciogliere è se l’allenatore deciderà di affrontare l’amico De Zerbi a viso aperto, riproponendo il 4-3-3 offensivo con Dybala ed El Shaarawy insieme al bomber Lukaku, a 4 gol da Falcao e Aubameyang, migliori marcatori della storia dell’Europa League, oppure se affidarsi a un sistema che garantisca maggiore copertura.

Tutto dipenderà da come la Roma vorrà giocarsela contro una squadra, quella inglese, che tende a giocare all’attacco sempre e comunque, esponendosi spesso e volentieri alle ripartenze avversarie. Il Brighton è spumeggiante e imprevedibile davanti, ma dietro tende a concedere parecchio. Cosa fare dunque? Aspettare gli inglesi anche all’Olimpico, puntando su un 3-5-2 più prudente, oppure provare a sfruttare le debolezze difensive degli avversari puntando sulla qualità del proprio tridente?

In queste ore De Rossi ha mischiato le carte, provando entrambi i sistemi di gioco: la Roma deve essere pronta a cambiare pelle anche a gara in corso, come ha più volte fatto in queste ultime settimane. Col Monza, ad esempio, quando nella ripresa i brianzoli stavano facendo soffrire troppo i suoi, De Rossi ha inserito Smalling per Angelino, tornando a un 3-5-2 che ha reso inoffensive le folate avversarie.

Oggi in conferenza stampa difficilmente l’allenatore giallorosso concederà vantaggi a De Zerbi rivelando come vorrà giocarsela la Roma. Il rebus molto probabilmente verrà sciolto solo in prossimità dell’inizio del match. Non è da escludere nemmeno che i giallorossi giochino all’Olimpico con un sistema di gioco per cercare di acquisire un vantaggio in vista del ritorno, e poi affrontare la gara del Falmer Stadium con un modulo più conservativo. Per De Rossi battere l’amico “geniale” De Zerbi sarebbe di fondamentale importanza per compiere un altro passo verso quel rinnovo che si sta giocando partita dopo partita. 

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteBloomberg: Dan Friedkin 296° uomo più ricco del mondo. Guidano Bezos e Musk, Commisso al 346° posto
Articolo successivoEffetto Mou? No, effetto Roma: col Brighton 50° sold-out dei Friedkin

27 Commenti

  1. io credo che alla fine sarà difesa a tre. Angelino a destra Spinazzola, ma forse più Elsha, a sinistra, per ripartire velocemente. con Pellegrini tra le linee Dybala e Lukaku.
    tutto ciò perché ricordo De Zerbi a Sassuolo e le difficoltà che abbiamo incontrato sia in casa che fuori.

    • Resto tranquillo, abbiamo un Mister che sa leggere la partita all’istante cambiando modulo in corso della partita senza aspettare l’ultimo quarto d’ora
      Forza Roma

  2. Secondo me dobbiamo partire fortissimo i primi 20 minuti, quindi chiuderci, rifiatare poi ci nuovo pressione a tutto campo.
    Non devono essere loro a impostare i ritmi della partita.
    Abbiamo comunque uomini in grado di fare male nelle ripartenze.

    Solo bisogna stare molto attenti che hanno uomini veloci sulle fasce, dove noi siamo deboli.

  3. Ma se siamo deboli sulle fasce come in molti qui dicono, il modulo 3-5-2 è il meno adatto. L’Inter di Inzaghi ne è la dimostrazione “vivente” dato che ha dei giocatori sulle fasce che arano il campo tutta la partita per quanto corrono.

    • Inzaghi ha gli esterni che sanno fare le due fasi….non è questione di arare ma di saper essere giocatori di categoria.

  4. Infatti Wft,gili inglesi di De Zerbi sono di solito bravi ad imporre il proprio ritmo. D’accordo sulla questione delle fasce,ma i giocatori che abbiamo sono quelli…De Rossi dovrà trovare un modo( o un modulo) per arginarli. Speriamo trovi quello giusto.

  5. Credo DDR sicuramente metterà in campo calciatori in grado di “castrare” la loro idea di calcio, ma al tempo stesso sceglierà giocatori che sanno anche imporre attraverso le idee di calcio della Roma attuale. Quindi, chi dovrà fare molta attenzione sarà De Zerbi.
    FORZA ROMA!

  6. Credo De Rossi comincerà con il 4-3-3 con il tridente Dybala-Elsha-Lukaku e poi eventualmente cambierà nel corso della partita. Con il 3-5-2 è vero che aggiungi un difensore ma così togli un centrocampista e abbiamo già visto quanto soffriamo a centrocampo

  7. sarei curioso di vedere una difesa a tre, con ndicka che scala a terzino sx in alcune frangenti di gara, elsha potrebbe a quel punto alzarsi formando un 4-3-3…. sarebbe un modulo che permetterebbe di modulare la squadra senza fare sostituzione.

    …………………. Svilar
    ….. Mancini…Smalling…. Ndicka
    Celik..Cristante..Paredes..Pellegrini..Elsha
    ………… Dybala…… Lukaku

    • Angelino secondo me ha bisogno di tempo per ambientarsi meglio e per giocare con un po di continuita, ad ora non mi da molta fiducia in fase difensiva, gran bel piede educato sia per cross e palle filtranti, ma si fa saltare troppo facilmente. Semmai metterei Spina a dx allora…

    • Ciao olio de Palma..
      Come dicevo ieri in un altro commento, sugli esterni metterei Spina a Dx perche’ e’ il suo piede e Angeligno a Sx per lo stesso motivo…
      Entrambi veloci, entrambe facilitati al cross…
      Per il resto della formazione, concordo…

  8. 4 3 3
    Spinazzola
    Mancini
    Llorente
    Ndika

    Cristante
    Paredes
    Pellegrini

    Dybala
    Lukaku
    Elsharawy

    togliere Mancini dal centro e metterlo a dx non è possibile perché serve dentro l’aria e pure ad essere che lo faccia chiedere poi a Dybala di fare il lavoro di Elsharawy per comporre la difesa a 5 sarebbe un suicidio.
    Meglio così, con Ndika che in fase difensiva si stringe facendo abbassare Elsharawy come già fà. Seconda cosa, anche Derossi ha detto che dietro Dybala che gioca più dentro il campo serve un terzino che spinge e gli va alle spalle. Dall’altro lato invece Elsharawy attacca sempre la banda fino alla fine del campo per poi accentrarsi solo quando il campo è quasi finito. Qui di lì meglio un terzino sx che spinge meno.

  9. Svilar
    Celik Mancini Ndicka Spina
    Cristante Paredes Pellegrini
    Dybala Lukaku Elsharawii

    Mi sembra la più logica in partenza poi a gara in corso si vede

  10. facce a capocciate sulle pressioni non ce conviene, sanno fa’ solo quello, come tutte le squadre inglesi, dai tempi dei tempi, preferiscono corre e corre e loro non sono da meno, ma se “spompano” verso il 35° del primo tempo e se provano a tenere il ritmo s’allungano.
    Se iniziamo a fa’ partenze dal basso je famo un gran favore, che loro proprio su quello contano per aggredire alti il portatore e riconquistare palla in zona area di rigore. In difesa non sono nessuno. La cosa che dobbiamo fare e gestire palla massimo a due tocchi e farla girare con intensità e poi secondo me cambi di gioco per farli corre per il campo e se riconquisti palla subito verticali sulle punte.

  11. Sparo la mia (ma non sono nessuno per pensare di azzeccarla):
    4-3-3

    Svilar; Spinazzola Mancini Llorente Ndicka; Paredes Pellegrini Cristante, El Sharawy Dybala Lukaku

    con Spiazzola a dx (a sovrapporre su Dybala) e Ndicka mezzo terzino sx, con lo schieramento difensivo che può essere a 4 (Cristante in supporto fascia a dx, il Faraone a sx) o a 5, così da avere un ricambio per ruolo (compresi i terzini)

  12. La loro rosa su Transfermarkt ha un valore superiore alla nostra e non di poco perché i loro giovani bravi hanno quotazioni elevate.
    Detto questo credo che in realtà il valore nostro e loro sia simile.
    Ho sempre sostenuto che con l’attuale rosa la difesa a 4 ci consente di essere maggiormente equilibrati e quindi di attaccare meglio e difendere meglio.
    Ma alla fine la gara sarà una partita a scacchi tra due tecnici intelligenti e furbi.
    L’errore da non commettere per Daniele è quello di voler strafare come nel 1 tempo contro il Frosinone, nel tentativo di voler sorprendere De Zerbi.
    In fondo abbiamo 3 giocatori (Pelle, Dybala e Lukaku) che possono indirizzare la gara a nostro favore in qualsiasi momento, mentre loro pur avendo giocatori di talento dipendono maggiormente dal gioco corale.

  13. ..e pensare che anche in questo articolo arriva il classico commento di chi non sopporta De Rossi e lo vorrebbe fuori dall’Europa per poi finalmente poter scrivere il più classico “ah…. ma io lo dicevo che era meglio non cambiare l’altro!!!!!”
    Daje mister De Rossi
    Daje magica ASR!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome